Internet Explorer, problemini da megapatch

La recente megapatch di IE potrebbe creare problemini di instabilità al browserone, mentre VB.NET deve fare i conti col suo primo bachetto


Redmond (USA) – A pochi giorni dal rilascio della megapatch di Internet Explorer, alcuni utenti hanno lamentato il crash del proprio browser nel visitare alcune pagine Web che, in precedenza, non avevano mai dato nessun problema.

Microsoft ha confermato l’esistenza del problema considerandolo però normale conseguenza dell’eliminazione da IE di alcune vulnerabilità di sicurezza legate alla direttiva “execScript” di VBScript.

“Il problema non pone nessun rischio per la sicurezza. Il problema riguarda la stabilità. La normale operatività può essere ristabilita riavviando IE”, ha scritto Microsoft in un comunicato di venerdì. “Microsoft Product Support Services sta lavorando con i propri clienti per implementare una soluzione al problema”.

Il big di Redmond dovrebbe rilasciare a breve una patch ed un documento rivolto agli amministratori di siti Web in cui verrà descritto il modo per modificare il codice ASP contenente la direttiva incriminata.

Le segnalazioni pervenute da vari utenti sembrano indicare che fra i servizi on-line interessati dal problema “post-patch” vi siano diversi strumenti di gestione e amministrazione remoti via Web, fra cui quelli di HP (JetAdmin) e DoubleClick.

Questo non è l’unico problema che Microsoft si è ritrovata a fronteggiare questo fine settimana. Il secondo riguarda la scoperta, in un tool che avrebbe dovuto incrementare la sicurezza del compilatore Visual C++.NET integrato nel giovanissimo Visual Studio.NET , di un bug che inficerebbe la sicurezza del codice generato con questo strumento.

La falla, scoperta dalla firma di sicurezza Cigital e presente anche nella versione 7 del compilatore C++ di Microsoft, potrebbe indurre gli sviluppatori a scrivere programmi vulnerabili ai temuti attacchi di tipo buffer overflow.

Update : Microsoft ha pubblicato una lettera in cui sostiene l’infondatezza dell’annuncio di Cigital. E’ possibile leggerla qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    si okey, ma quanto costa un dvd...
    e poi si puo convertire il coso registrato con un'altro codec/bitrate, ecc ???
  • Anonimo scrive:
    E pure questo è al contrario!

    Oggi per riversare un DVD-Video in uno o più CD è
    prassi utilizzare il noto formato DivX basato
    sulla tecnologia MPEG-4, questo a scapito di una
    più o meno sostanziale perdita di qualità
    rispetto alla copia originale.Tutta questa affermazione è rigirata al contrario.L'articolo elogia le migliorie dell'MPEG-2 sull'MPEG-4... ma del 2 su DVD9 e del 4 su CDR.Lo so anch'io che si vede meglio un film che occupa 9 GB che uno che occupa 650 MB!Che paragone del cavolo!
    • Anonimo scrive:
      Re: E pure questo è al contrario!
      - Scritto da: Nosferatu

      L'articolo elogia le migliorie dell'MPEG-2
      sull'MPEG-4... ma del 2 su DVD9 e del 4 su
      CDR.
      Lo so anch'io che si vede meglio un film che
      occupa 9 GB che uno che occupa 650 MB!
      Che paragone del cavolo!Sono d'accordo. Purtroppo è prassi comune confrontare MPEG-4 su CD e MPEG-2 su DVD, quando un vero confronto qualitativo va fatto a parità di capienza del supporto!Vorrei proprio vedere un DivX su DVD ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: E pure questo è al contrario!
        Beh, se lo vuoi vedere basta che lo fai su HD, e li occupa quanto spazio vuoi...ovviamente nel caso in cui non stiamo parlando di Win 9x/ME che hanno un limite sulla dimensione massima dei files leggibili a 2/4 Gb credo.CiaoPaolo Dell'Unto
        Sono d'accordo. Purtroppo è prassi comune
        confrontare MPEG-4 su CD e MPEG-2 su DVD,
        quando un vero confronto qualitativo va
        fatto a parità di capienza del supporto!
        Vorrei proprio vedere un DivX su DVD ;)
  • Anonimo scrive:
    Semmai il contrario
    è l' MPEG-4 che è basato sul divX essendo cronologicamente uscito dopo... e pure il codice sembra scopiazzato...DARKMAN
    • Anonimo scrive:
      miih ma che vai dicendo???
      MPEG 4 è uno standard di compressione cheesiste da diversi anni.DivX è una implementazione di tale standardfatta da un certo produttore.La prima versione di DivX era proprio una scopiazzatura totale del codec MPEG4 della Microsoft, mentre la versione attuale è una implementeazione riscritta ex novo.Ovvio comunque che le diverse implementazionidi uno stesso standard siano simili.
    • Anonimo scrive:
      Re: Semmai il contrario
      Io ho sempre letto che è il DivX a derivare dal codec Mpeg-4 della MS, che però adesso è stato riscritto per evitare le proteste di copiatura della MS.
Chiudi i commenti