iPhone 4S, iOS ha le pile scariche?

L'aggiornamento firmware 5.0.1 risolve i problemi di batteria. O forse no. Di sicuro corregge la falla scoperta dal ricercatore Charlie Miller

Roma – Nella serata di ieri Apple ha fatto compiere un primo piccolo passo avanti alla major release iOS 5 , uscita verso la metà di ottobre. L’aggiornamento firmware 5.0.1 è stato rilasciato anche per tentare di risolvere la strana anomalia dei consumi segnalata da diversi possessori del nuovo iPhone 4S.

Dopo il famigerato AntennaGate , imputato ai problemi di ricezione del quarto iPhone, si iniziava infatti a parlare di BatteryGate tra gli utenti, riferito prevalentemente all’ autonomia dell’ultimo nato in casa Apple. A quanto pare, la combinazione iOS 5/processore A5 non gioverebbe alla batteria.

La Mela morsicata non ha speso molte parole sull’argomento ma ora nella primissima riga del changelog ufficiale di iOS 5.0.1 si legge “Fixes bugs affecting battery life”. Fine della storia? Tutt’altro, visto che i feedback arrivati dalla community subito dopo l’installazione appaiono contrastanti.

Molti consumatori dichiarano che iPhone 4S continua a consumare nello stesso, esagerato, modo. Recentemente si è del resto scoperto che questo modello utilizza anche un ulteriore sensore di prossimità, costantemente attivo, dedicato alla funzione esclusiva Siri . Per qualcuno , invece, si sta parlando di un falso problema perché la questione dei consumi esagerati non affligge affatto i telefoni più recenti. Il mistero s’infittisce.

Ad ogni modo, pare che i tecnici Apple abbiano avuto maggior fortuna con la vulnerabilità segnalata dal solito Charlie Miller . L’update iOS 5.0.1 ha definitivamente chiuso la falla, anche se l’esperto di sicurezza è stato estromesso dal programma degli sviluppatori per aver sfruttato l’hack invece di limitarsi a segnalare il problema privatamente.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti