iPhone da oggi in Europa

Il melafonino viene annunciato oggi dagli operatori europei che hanno già siglato accordi con Apple. Pronto per Regno Unito, Germania e Francia, sarà lo stesso iPhone che viene venduto in USA. Senza 3G

Roma – All’attesa degli aficionado europei dell’ iPhone sta finalmente per rispondere Apple con i suoi partner nel Vecchio Continente: gli operatori che hanno siglato l’accordo con la Mela si stanno preparando a presentare il loro melafonino. Il primo evento è previsto oggi nel Regno Unito, a casa di O2 .

Come sottolinea il Guardian , l’evento è al centro di alcune polemiche, per via dei dettagli economici e finanziari dell’accordo. O2 sarebbe riuscito ad aggiudicarsi l’iPhone dopo un negoziato definito “folle” da una fonte della testata (un altro operatore). Nell’intesa sarebbe infatti previsto il riconoscimento – ad Apple – del 40% di tutti i profitti derivanti dall’utilizzo che gli utenti faranno dell’iPhone. Un’opzione che, peraltro, non deve dispiacere ai sostenitori della Mela.

il dispositivo - da gearfuse.com Che le quote siano effettivamente queste, in realtà, non si sa per certo, alcune indiscrezioni qualche tempo fa parlavano di un 10%. Ma è una condizione conveniente? Dipende dai punti di vista, ma esistono aspetti da non sottovalutare in questa trattativa. Uno, probabilmente fondamentale, è l’incertezza del budget sul volume d’affari. Il prezzo dell’iPhone, fa notare il Guardian , viene fissato a discrezione di Apple (che recentemente, in occasione del lancio dei nuovi iPod , lo ha ribassato sul mercato USA). Non è quindi detto che una previsione di vendita azzeccata sul numero delle unità vendute possa coincidere con l’ammontare di ricavi atteso.

Un problema che riguarda anche Carphone Warehouse , che potrebbe essere assoggettato al dazio Apple sui profitti, dato che sarà l’unico rivenditore indipendente del melafonino al fianco di O2 e della sua rete commerciale.

All’annuncio di O2 dovrebbero seguire a breve le presentazioni di T-Mobile in Germania e di Orange in Francia. Quest’ultima, secondo TechCrunch , annuncerà la commercializzazione dell’iPhone lunedì prossimo, in occasione dell’ Apple Expo di Parigi. Il prezzo previsto sarà di 300 euro.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ilcaroleader scrive:
    L'ho provata
    Sul mio inspiron 6400m che secondo il blog sarebbe supportato.Risultato, manco a dirlo, la solita paccottiglia Linux, con lo schermo alla risoluzione sbagliata (sì, lo so, basta scaricare il pacchetto tale...) la wireless che non funziona (sì, lo so, basta aprire il terminale, accreditarsi come superutente, fare una piroetta eccetera), il lettore di memory card che smette di esistere (sì, lo so, Linux è in evoluzione, i fabbricanti di hardware sono cattivi eccetera eccetera...)La morale, a mio giudizio, è sempre la stessa: se siete gente con TANTO tempo a disposizione, scaricatevi pure la Iso. Tanti auguri (via Windows).
    • leeooo scrive:
      Re: L'ho provata
      n
    • anonimo01 scrive:
      Re: L'ho provata
      - Scritto da: ilcaroleader
      Sul mio inspiron 6400m che secondo il blog
      sarebbe
      supportato.ah si? :-o
      Risultato, manco a dirlo, la solita paccottiglia
      Linux, con lo schermo alla risoluzione sbagliata
      (sì, lo so, basta scaricare il pacchetto tale...)
      la wireless che non funziona (sì, lo so, basta
      aprire il terminale, accreditarsi come
      superutente, fare una piroetta eccetera), il
      lettore di memory card che smette di esistere
      (sì, lo so, Linux è in evoluzione, i fabbricanti
      di hardware sono cattivi eccetera
      eccetera...)si, e dopo? :-o sicuramente alla dell si sono fusi il cervello per fare un portatile con sbobba non funzionente per l'OS che danno insieme, si si, è ovvio. :-o
      La morale, a mio giudizio, è sempre la stessa: se
      siete gente con TANTO tempo a disposizione,
      scaricatevi pure la Iso. Tanti auguri (via
      Windows).la morale è sempre quella: troll.
      • ilcaroleader scrive:
        Re: L'ho provata
        Guarda che non è che scrivere "troll" ti esonera da fornire risposte intelligenti e motivate.Capisco che premere dei tasti sulla tastiera sia gratis come Linux, ma non per questo sei obbligato a farlo.
    • LeoLinux scrive:
      Re: L'ho provata
      Mah, eccovi un esperienza di vita vissuta, non sto trollando, e' andata proprio cosi': ho appena installato Ubuntu 7.04 su una clonazzo da 350 euri di un amico, con CPU AMD a 64 bit, chipset Via, (era della VIA anche la scheda grafica, integrata sulla MB), e un adattatore wifi USB dell US Robotics. Qualcuno non ci credera', ma funzionava gia' tutto quando e' partita la live. Ovviamente ha continuato a funzionare una volta installato. Il video si e' impostato da solo a 1280x1024, il wireless una volta inserita la password per il WPA si e' collegato al volo, l'audio andava pure, insomma sono rimasto un po' deluso perche' non ho avuto modo di mostrare la mia abilita' al terminale...In circa un ora avevo finito.Per installare windows xp pro, trovare i driver mancanti (wifi, audio, vga), e recuperare le ultime versioni e installare 4 programmi in croce (equivalenti grosso modo a quelli gia' inclusi in ubuntu) sulla stessa macchina mi ci sono volute circa 6 ore...
      • CACCOLOSO scrive:
        Re: L'ho provata

        Per installare windows xp pro, trovare i driver
        mancanti (wifi, audio, vga), e recuperare le
        ultime versioni e installare 4 programmi in croce
        (equivalenti grosso modo a quelli gia' inclusi in
        ubuntu) sulla stessa macchina mi ci sono volute
        circa 6 ore...e dove l'hai trovata questa fantomatica copia di xp pro?...mhhh chissa dove? Comprata? ma se vendono solo vista oramai...OEM? Mapperfavore!strano che un linaro compri una copia di windows solo per poterlo sputtanare su pi.qui sento puzza di copia pirata mal masterizzata.Ah ti ricordo che spesso sono proprio gli errori di masterizzazione a rendere piu' lenta l'installazione di un sistema operativo...cmq 6 ore sono impossibili
    • Paolino scrive:
      Re: L'ho provata
      - Scritto da: ilcaroleader[cut]
      La morale, a mio giudizio, è sempre la stessa: se
      siete gente con TANTO tempo a disposizione,
      scaricatevi pure la Iso. Tanti auguri (via
      Windows).Uno che ha problemi con la lettura, difficilmente riesce a far funzionare qualcosa :-DSe poi e' un troll che non riesce perche' non vuoel riuscire... :-D
    • pippo scrive:
      Re: L'ho provata
      che l' hai installato a fare?molto meglio windows, dopo l' installazione funziona tuttotu non impareresti nemmeno a usare la zappa in un anno, figuriamoci linux
  • reXistenZ scrive:
    E le partizioni?
    Cosa fa l'ISO di preciso? Installa Linux piallando le precedenti partizioni? Oppure fa posto a Ubuntu dopo avere opportunamente sistemato le 4 partizioni Dell?Che BootLoader installa? Dove?Lo chiedo perché senza precisi accorgimenti l'installazione di Linux impedisce il ripristino di XP o Vista. Quindi è meglio sapere molto bene, e in anticipo, cosa fa l'install di questa ISO.
    • dioniso scrive:
      Re: E le partizioni?
      - Scritto da: reXistenZ
      Cosa fa l'ISO di preciso?
      Installa Linux piallando le precedenti
      partizioni? Oppure fa posto a Ubuntu dopo avere
      opportunamente sistemato le 4 partizioni
      Dell?
      Che BootLoader installa? Dove?
      Lo chiedo perché senza precisi accorgimenti
      l'installazione di Linux impedisce il ripristino
      di XP o Vista. Quindi è meglio sapere molto bene,
      e in anticipo, cosa fa l'install di questa
      ISO.secondo me ti presenta le stesse opzioni di ubuntu, ovvero tutte e tu scegli
      • reXistenZ scrive:
        Re: E le partizioni?

        secondo me ti presenta le stesse opzioni di
        ubuntu, ovvero tutte e tu
        scegliLe opzioni di ubuntu non assicurano il ripristino del sistema.Occorre invece seguire la procedura descritta qui:http://www.slacky.eu/wikislack/index.php?title=Dell_Inspiron_6400L'ISO distribuita lo fa?
    • emboss scrive:
      Re: E le partizioni?
      - Scritto da: reXistenZ
      Cosa fa l'ISO di preciso?
      Installa Linux piallando le precedenti
      partizioni? Oppure fa posto a Ubuntu dopo avere
      opportunamente sistemato le 4 partizioni
      Dell?
      Che BootLoader installa? Dove?
      Lo chiedo perché senza precisi accorgimenti
      l'installazione di Linux impedisce il ripristino
      di XP o Vista. Quindi è meglio sapere molto bene,
      e in anticipo, cosa fa l'install di questa
      ISO.La confusione nasce dal fatto che per ISO qui si intente l'immagine da scrivere su un cd vergine che conterrà all fine l'installazione boot-abile di ubuntu (con tutte le opzioni), e non un'immagine di un sitema già installato da applicare direttamente sull'HD (come nel caso di un comune CD di recovery per portaile)
      • reXistenZ scrive:
        Re: E le partizioni?

        La confusione nasce dal fatto che per ISO qui si
        intente l'immagine da scrivere su un cd vergine
        che conterrà all fine l'installazione boot-abile
        di ubuntu (con tutte le opzioni), e non
        un'immagine di un sitema già installato da
        applicare direttamente sull'HD (come nel caso di
        un comune CD di recovery per
        portaile)Appunto. Quali sono queste opzioni? Garantiscono ancora il ripristino di XP in caso di necessità?
        • leeooo scrive:
          Re: E le partizioni?
          Guarda che normalmente se tu hai un PC con solo linux e ci installi sopra il windows, anche se usi un altra partizione che non intacca linux, il windows bellamente sovrascrive il bootloader di linux, non fa nessun salvataggio o backup del bootloader e x di + installa il suo bootloader che non vede assolutamente linux, ma parte direttamente lui, e quindi ti impedisce di far partire linux nonostante tu ce lo hai installato perfettamente e non lo puoi impostare diversamente.Naturalmente (x chiudere in bellezza) Windows il bootloader te lo mette nella partizione di linux, così tu se formatti o modifichi quella partizione poi non ti parte nemmeno windows! (E non lo puoi spostare)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 settembre 2007 01.18-----------------------------------------------------------
  • Gica scrive:
    Almeno ora i modem...
    La cosa più interessante di tutta la notizia è che con le patch di Dell funzioneranno anche gli stracacchio di winmodem (almeno quelli montati sui laptop Dell). Mi domando se tutte le patch introdotte rispettano la GPL. Se così fosse, sarebbe comunque un buon contributo. Minimo, ma pur sempre qualcosa.
  • CarmineSavino.it scrive:
    E allora perché perdere la garanzia?
    In Italia non è ancora possibile acquistare un nootebok della Dell con Ubuntu preinstallato, quindi la scelta ricade sempre e solo su sistemi prodotti da Microsoft.Il punto della situazione è questoDell consiglia VistaDell inizia a distribuire nootebok con Ubuntu preinstallato (in altri stati)Dell personalizza la distribuzione Linux Ubuntu per farla calzare a pennello sui suoi pcIeri ho telefonato in assistenza perché devo acquistare un nootebok ed ho posto il problema della garanzia.Il paradosso è che portare un portatile che non si accende più in assistenza con Ubuntu installato ed avendo cancellato Vista implica la perdita della garanzia, ma perché?Il software è reinstallabile innumerevoli volte e non capisco come Ubuntu (da Dell stessa distribuita!) possa recare danno all'hardware.Per di più loro i loro test ed interventi possono farli facilmente cambiando provvisoriamente solo il disco fisso con un altro in cui cè il sistema Microsoft per poi rimettere il giusto hardisk.Oggi più di ieri con l'uscita di questa distribuzione considerabile ufficiale, perché perdere la garanzia?Dell considera software originale il software di Microsoft (prodotto non da loro ma da un'altra azienda) e non considera originale Ubuntu da lei stessa distribuita e personalizzata, non è un controsenso?E soprattutto dopo l'acquisto chi è il padrone del nootebok io o Dell?Le aziende dovrebbero solo venderci la macchina abbinata o meno da un sistema operativo a scelta del cliente e non obbligarci a mantendere in un angolino Vista al fine di non perdere la garanzia.
    • Lemon scrive:
      Re: E allora perché perdere la garanzia?


      Le aziende dovrebbero solo venderci la macchina
      abbinata o meno da un sistema operativo a scelta
      del cliente e non obbligarci a mantendere in un
      angolino Vista al fine di non perdere la
      garanzia.Dovresti fare buon viso a cattivo gioco. Ti installi quello che vuoi e basta. Al primo problema dell'hardware, se in garanzia, puoi fare due cose: ripristinare il SO originale oppure mandare il notebook in assistenza SENZA harddisk poichè contine dati sensibili e importantissimi.Solitamente l'estrazione dell'harddisk non determina l'annulamento della garanzia.
    • Mingus scrive:
      Re: E allora perché perdere la garanzia?
      Non so con chi tu abbia parlato, ma in america dove attualmente sono venduti i pc con installato Ubuntu, la garanzia sull'hardware c'è ed è gratuita per un anno.Chiaramente la garanzia Dell riguarda solo ed esclusivamente l'hardware, mentre per il software rimanda (giustamente) alla Canonical.Forse qui in Italia, dove ancora non sono distribuiti pc linux's powered, c'è ancora un po di disinformazione in alcuni addetti Dell.
      • CarmineSavino.it scrive:
        Re: E allora perché perdere la garanzia?
        Non so se gli operatori sono informati bene o male, ma la paura di perdere la garanzia è l'unico motivo per cui ancora non evado l'ordine per il mio nuovo nootebok!!!
        • leeooo scrive:
          Re: E allora perché perdere la garanzia?
          Cmq leggiti bene la garanzia... (nel senso controlla bene la garanzia, nn è un rimprovero)Siccome + o - sono standard solitamente si parla di hardware, che non devi toccare ad esclusione del HD, che come ti consigliavano prima puoi togliere adducendo alla presenza di dati sensibili.Cmq il sistema operativo è un software, quindi non penso esistano tali preclusioni, altrimenti potremmo trovare garanzie con scritto non istallare il tale antivirus o il tale programma. Non penso sia possibile.L'unica cosa che penso perdi come azienda è magari il reset della macchina come assistenza e simili, xkè non supportano il software linux.
    • Trusted scrive:
      Re: E allora perché perdere la garanzia?

      Il paradosso è che portare un portatile che non
      si accende più in assistenza con Ubuntu
      installato ed avendo cancellato Vista implica la
      perdita della garanzia, ma
      perché?Con la Dell? Non mi risulta affatto.Link?
      • ziocan scrive:
        Re: E allora perché perdere la garanzia?
        - Scritto da: Trusted
        Con la Dell? Non mi risulta affatto.Infatti non è così, la perdita della garanzia avviene solo se è possibile dimostrare che l'utilizzo di componenti e software non forniti da Dell abbiano causato i danni.Non vedo quali danni hardware possa causare una distro linux (che per di più è pure certificata da Dell).
      • CarmineSavino.it scrive:
        Re: E allora perché perdere la garanzia?
        Non sono indicarti alcun link, ma se sei curioso e ti va di spendere qualche minuto prova a collegarti a http://www.dell.it e prova a chattare con un operatore, vedi cosa ti dice!!O meglio ancora telefona ad un consulente un cosulente, prova a chiedere un preventivo per l'acquisto di un nootebok e poni il problema "garanzia" nel caso in cui elimini Vista.Attendo il risultato della tua indagine.
        • Nome e Cognome scrive:
          Re: E allora perché perdere la garanzia?
          Ti risulta che in Italia Dell venda portatili con Ubuntu? No.Quindi quello che dici non ha nessun senso!!
    • Biste scrive:
      Re: E allora perché perdere la garanzia?
      - Scritto da: CarmineSavino.it
      Ieri ho telefonato in assistenza perché devo
      acquistare un nootebok ed ho posto il problema
      della
      garanzia.Da addetto ai lavori ti posso assicurare che l'installazione di un qualsiasi sistema operativo NON comporta alcun decadimento della garanzia DELL.Nel caso in cui si manifestino dei problemi hw, poichè il produttore fa una diagnosi telefonica prima di procedere con un intervento, l'assistenza DELL ti potrebbe richiedere di reinstallare il sistema operativo con il quale la macchina è stata venduta. E questo, per esempio, per testare un modem non funzionante, un freeze del sistema, etc. Se invece il problema è difficilmente riconducibile a fattori software (driver errati, etc), ad esempio, bad block sull'hd o linee sul pannello LCD, quasi sicuramente non ti verrà richiesto neanche di reinstallare.Ciao
      • Massi scrive:
        Re: E allora perché perdere la garanzia?
        ...ciao a tutti; giusto per sottolineare che, a differenza probabilmente di Dell, HP tra le tante ha ventilato la possibilità di non coprire con la garanzia i notebook che non abbiano il sistema operativo "nativo" installato. A parte Dell che ha dimostrato (e IMHO continua a dimostrare) una discreta sensibilità sul discorso "open", non ci sarebbe da stupirsi per eventuali rifiuti di copertura della garanzia. A dimostrazione (sempre IMHO) che se si vuole promuovere la libertà informatica conviene pian piano spostarsi verso l'open source.Ottimo il consiglio di rimuovere l'HD, grazie! :D
  • Claudio scrive:
    non ho capito se
    non ho capito se questi notebook vengono venduti comunque con windows installato e poi se vuoi ci installi sopra linux?Se è così, quando acquisto il computer compro comunque una licenza di windows.E' quello che io non voglio, perché devo pagare comunque la licenza di windows se voglio usare linux?
    • YellowT scrive:
      Re: non ho capito se
      Negli Stati uniti vengono venduti direttamente con Linux. I Europa arriveranno a breve...
    • nec scrive:
      Re: non ho capito se
      - Scritto da: Claudio
      non ho capito se questi notebook vengono venduti
      comunque con windows installato e poi se vuoi ci
      installi sopra
      linux?
      Se è così, quando acquisto il computer compro
      comunque una licenza di
      windows.
      E' quello che io non voglio, perché devo pagare
      comunque la licenza di windows se voglio usare
      linux?no c'è direttamente linux sopra
    • leeooo scrive:
      Re: non ho capito se
      - Scritto da: Claudio
      non ho capito se questi notebook vengono venduti
      comunque con windows installato e poi se vuoi ci
      installi sopra
      linux?
      Se è così, quando acquisto il computer compro
      comunque una licenza di
      windows.
      E' quello che io non voglio, perché devo pagare
      comunque la licenza di windows se voglio usare
      linux?L'articolo inizia con: "Dopo aver lanciato PC con Linux pre-installato..."Cmq se c'è windows puoi chiedere il rimborso teoricamente, restituire la licenza e disinstallarlo, mi sa si può fare con tutti i PC.
  • Toh mi scrive:
    buona cosa
    ottima cosa è la giusta via per il dopo windows xp.
  • Petengy scrive:
    Piedino
    L'importante per ogni venditore scafato è infilare il piedino nella porta......
    • Guglielmo Cancelli scrive:
      Re: Piedino
      - Scritto da: Petengy
      L'importante per ogni venditore scafato è
      infilare il piedino nella
      porta......Vero! Da che mondo è mondo è così.
  • Massimilian o Pace scrive:
    ... Poco felice...
    Significasse qualcosa, ne sarei felice. Ma questo simpatico escamotage di DELL porta semplicemente a illudere i pingnuinari, e far ridere i M$oftari. Io, da mezzo pinguino, GNUoso per lo più, posso dire che è un'emerita cazzata.
    • anonimo01 scrive:
      Re: ... Poco felice...
      - Scritto da: Massimilian o Pace
      Significasse qualcosa, ne sarei felice. Ma questo
      simpatico escamotage di DELL porta semplicemente
      a illudere i pingnuinari, e far ridere i
      M$oftari. Io, da mezzo pinguino, GNUoso per lo
      più, posso dire che è un'emerita
      cazzata.di argomentare non se ne parla, eh?
    • leeooo scrive:
      Re: ... Poco felice...
      - Scritto da: Massimilian o Pace
      Significasse qualcosa, ne sarei felice. Ma questo
      simpatico escamotage di DELL porta semplicemente
      a illudere i pingnuinari, e far ridere i
      M$oftari. Io, da mezzo pinguino, GNUoso per lo
      più, posso dire che è un'emerita
      cazzata.Scusa ma se ti compri o hai un loro portatile e magari vuoi istallare ubuntu, non ti è + comodo scaricarti la iso con i driver giusti già tutti dentro???Non so se hai un portatile, se si prova a trovare i driver giusti x il tuo pc... io con la mia scheda audio ci ho dovuto combattere un bel po!Io penso sia una buona cosa.
  • fred scrive:
    chipset ati per notebook
    finalmente sebbene ancora aixgl no nsia incluso (ma lo sara' molto presto assieme al supporto delle nuove schede) finalmente i driver ati per linux rilasciati il mese scorso funzionano minimizzando moltissimi di quei problemi che semnre hanno avuto, oltre ad essere in preparazione il necessario per quelli open.probabilmente alla luce di questi successi parziali Dell ha potuto rilasciare delle distribuzioni adatte;spero ne sapremo presto di piu'.
    • Daniele scrive:
      Re: chipset ati per notebook
      peccato che abbiano tolto il supporto alle schede della serie 9200 e precedenti ancora molto usate...e visto che ho problòemi con i driver open mi tocca usare i vesa :-(
    • supernaicol scrive:
      Re: chipset ati per notebook
      Sì infatti sono incazzato come una iena, perché qualche giorno prima dell'annuncio del mese scorso io sono passato da ati a nvidia (non ne potevo più).Mi sono sentito vagamente preso per il culo...Ciao a tutti
      • anonimo01 scrive:
        Re: chipset ati per notebook
        - Scritto da: supernaicol
        Sì infatti sono incazzato come una iena, perché
        qualche giorno prima dell'annuncio del mese
        scorso io sono passato da ati a nvidia (non ne
        potevo
        più).
        Mi sono sentito vagamente preso per il culo...
        Ciao a tutti :| amico, guarda che hai fatto l'affare!nvidia è molto più... più.
      • Filippino Monserrato scrive:
        Re: chipset ati per notebook
        quindi, secondo il tuo messaggio, solo per il fatto che TU sei appena passato a nVidia tutti gli utenti con ATI dovevano continuare ad avere problemi ancora per il tempo necessario a te per non sentirti più preso per il culo?
        • taurello scrive:
          Re: chipset ati per notebook
          - Scritto da: Filippino Monserrato
          quindi, secondo il tuo messaggio, solo per il
          fatto che TU sei appena passato a nVidia tutti
          gli utenti con ATI dovevano continuare ad avere
          problemi ancora per il tempo necessario a te per
          non sentirti più preso per il
          culo?I tuoi ragionamenti ultracontorti sono esilaranti (rotfl) Sei decisamente fuori strada, la verità è molto più semplice: se l'avesse saputo prima che dei driver decenti erano in arrivo, non avrebbe speso tutti quei soldi per una scheda nuova. Punto.
  • ... scrive:
    Ma allora lo fate apposta...
    La gente comune aspettava (quando non aveva di meglio da fare s'intende) un pc con linux preinstallato, non tanto per avere una distro associata ad una marca ma per una questione di "ufficialità" nè più nè meno, come sembra quando si guardano i bollini di winz appiccicati in ogni dove e questi che fanno ? "Dell precisa che non fornisce alcun supporto tecnico per l'installazione e l'utilizzo di queste immagini ISO, che descrive come "media di ripristino non ufficiali". Per qualsiasi tipo di assistenza, Dell rimanda ai forum e alle altre risorse messe a disposizione della propria comunità di utenti Linux."Se adesso qualcuno ha ancora il coraggio di parlare di grande vittoria di linux, è pregato di tornare a farsi le pere. Dell + Ubuntu o un Assemblato del caxxo + Distro Random non fa alcuna differenza per il futuro di linux.Certo è che scaricando tutto il supporto ai forum e blog non si incoraggiano le aziende ad adottare dei Dell/Linux piuttosto che dei Dell/Windows
    • fred scrive:
      Re: Ma allora lo fate apposta...

      Dell + Ubuntu o un Assemblato del caxxo + Distro
      Random non fa alcuna differenza per il futuro di
      linux.ti pare poco?pensa al neofirta che lo installa sul notebook e se lo trova gia configurato e funzionante appieno senza nemmeno dover usare una procedura guidata!e' un salto non da poco perche' introdurra' a linux molti che non hanno le conoscenze per configurarselo!
      • ... scrive:
        Re: Ma allora lo fate apposta...

        ti pare poco?
        pensa al neofirta che lo installa sul notebook e
        se lo trova gia configurato e funzionante appieno
        senza nemmeno dover usare una procedura
        guidata!

        e' un salto non da poco perche' introdurra' a
        linux molti che non hanno le conoscenze per
        configurarselo!Forse era tanto 5 anni fa ma già da qualche tempo non è così difficile trovare hardware compatibili con linux. Basta sapersi accontentare e qualcosa che in genere funziona si trova.Qui la vittoria sarebbe stata se attraverso Dell, linux guadagnava una sorta di ufficialità esattamente come windows possiede da sempre con il suo preinstallato.Ma Dell da una parte vende mentre dall'altra sconfessa... tanto vale...
      • nonsenepuop iu scrive:
        Re: Ma allora lo fate apposta...
        Il neofita non istalla linux e probabilmente non lo farà mai.
        • LeoLinux scrive:
          Re: Ma allora lo fate apposta...
          Se e' per questo il neofita non installa nemmeno windows. Comunque mi pare molto + facile da installare ubuntu di windows...
          • Paolo Mangiagall i scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            Io assemblo ed installo PC. Non mi ritengo per cui un neofita. Ho provato ad installare diverse distro LINUX, tra cui anche UBUNTU, ma secondo me è 100000 volte più semplice installare Windows che non Linux.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: Paolo Mangiagall i
            Io assemblo ed installo PC. Non mi ritengo per
            cui un neofita. Ho provato ad installare diverse
            distro LINUX, tra cui anche UBUNTU, ma secondo me
            è 100000 volte più semplice installare Windows
            che non
            Linux.eh si.rispondere a 6 (SEI!) domande,(che sono:-lingua-tipo tastiera-nome utente e password/nome computer-dove lo vuoi istallare (hd)-cancello tutto o mi arrangio a ridimesionare?-importo impostazioni da altri OS? )è di una difficoltà mmmM M Mmostruosa.pensa che ad Harvard pensavano di aprire un coso di studi per avere la Laurea di "installazioni pinguine". :D...il trollaggio è a livelli patetici :-o...
          • zio bull scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: Paolo Mangiagall i
            ma secondo me
            è 100000 volte più semplice installare Windows
            che non Linux.Ma tu che cosa intendi per "installare" ?Lanciare il setup e accettare supinamente (chinato a 90°) la configurazione di default, oppure una volta installata la macchina ti metti a configurare tutto quello che c'e' da configurare, ottimizzare, disattivare i servizi inutili, disinstallare tutta la robaccia che si e' installata in automatico senza che tu lo volessi, scaricare ed installare le applicazioni vitali (pena trasformazione in winzombie al primo accesso alla rete), etc etc...Non dimentichiamo poi la delicata fase della registrazione online, soprattutto quando ti risponde che il codice di attivazione e' gia' stato usato e allora tocca indagare per capire chi l'ha usato prima di aprire una procedura di indagine, con denuncia contro ignoti, etc etc...No, sai, perche' a lanciare il setup e andare a prendere il caffe' in attesa che finisca, e' capace pure il mio gatto.Il lavoro di m.... comincia dopo, e come minimo ci perdo mezza giornata a macchina, alla faccia della semplicita'.Invece per installare linux, faccio semplicemente il dump di una immagine gia' configurata ed ottimizzata.Vedi tu.
          • dioniso scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: zio bull
            - Scritto da: Paolo Mangiagall i

            ma secondo me

            è 100000 volte più semplice installare Windows

            che non Linux.

            Ma tu che cosa intendi per "installare" ?
            Lanciare il setup e accettare supinamente
            (chinato a 90°) la configurazione di default,
            oppure una volta installata la macchina ti metti
            a configurare tutto quello che c'e' da
            configurare, ottimizzare, disattivare i servizi
            inutili, disinstallare tutta la robaccia che si
            e' installata in automatico senza che tu lo
            volessi, scaricare ed installare le applicazioni
            vitali (pena trasformazione in winzombie al primo
            accesso alla rete), etc
            etc...

            Non dimentichiamo poi la delicata fase della
            registrazione online, soprattutto quando ti
            risponde che il codice di attivazione e' gia'
            stato usato e allora tocca indagare per capire
            chi l'ha usato prima di aprire una procedura di
            indagine, con denuncia contro ignoti, etc
            etc...

            No, sai, perche' a lanciare il setup e andare a
            prendere il caffe' in attesa che finisca, e'
            capace pure il mio
            gatto.
            Il lavoro di m.... comincia dopo, e come minimo
            ci perdo mezza giornata a macchina, alla faccia
            della
            semplicita'.

            Invece per installare linux, faccio semplicemente
            il dump di una immagine gia' configurata ed
            ottimizzata.
            Vedi tu.nonostante quello sopra fosse un troll senza senso ad onor del vero le immagini esistono anche per windows, un vero installatore ha a disposizione le immagini di win con il software preisntallato, clicca ok due tre volte ed installa tutto compreso antivirus di serie.esiste anceh un programma per includere driver e software nella iso di windows
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            Bhe per Vista usate WinPE. Con il comando imagex fate un'immagine dell'installazione (compreso tutto il software che volete), poi vi studiate un pò l'unattend.xml di vista lo includete nell'immagine e siete a posto.Se dovete installare più macchine contemporaneamente usate RIS (remote installation services)Resta il fatto che Linux è meglio! ;)
          • innominato scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: zio bull
            Ma tu che cosa intendi per "installare" ?
            Lanciare il setup e accettare supinamente
            (chinato a 90°) la configurazione di default,
            oppure una volta installata la macchina ti metti
            a configurare tutto quello che c'e' da
            configurare, ottimizzare, disattivare i servizi
            inutili, disinstallare tutta la robaccia che si
            e' installata in automatico senza che tu lo
            volessi, scaricare ed installare le applicazioni
            vitali (pena trasformazione in winzombie al primo
            accesso alla rete), etc
            etc...

            Non dimentichiamo poi la delicata fase della
            registrazione online, soprattutto quando ti
            risponde che il codice di attivazione e' gia'
            stato usato e allora tocca indagare per capire
            chi l'ha usato prima di aprire una procedura di
            indagine, con denuncia contro ignoti, etc
            etc...

            No, sai, perche' a lanciare il setup e andare a
            prendere il caffe' in attesa che finisca, e'
            capace pure il mio
            gatto.
            Il lavoro di m.... comincia dopo, e come minimo
            ci perdo mezza giornata a macchina, alla faccia
            della
            semplicita'.

            Invece per installare linux, faccio semplicemente
            il dump di una immagine gia' configurata ed
            ottimizzata.
            Vedi tu.Cambia lavoro.Non ho mai impiegato più di 2 ore a mettere su un sistema windows con aggiornamenti, ottimizzazioni, codec, openoffice, paint.net e tutti gli altri software che possono essere utili.Tra l'altro non si capisce come mai puoi fare il dump su linux e non puoi farlo con windows (come fanno, ad esempio, tutti i siti che recensiscono hardware)Mistero della fede pinguina.Per essere un troll sei parecchio scarso.
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: innominato
            Cambia lavoro.
            Non ho mai impiegato più di 2 ore a mettere su un
            sistema windows con aggiornamenti,
            ottimizzazioni, codec, openoffice, paint.net e
            tutti gli altri software che possono essere
            utili.2 ore??? Applicando un'immagine?? Forse sbagli metodo, quando lo dovrai fare con Vista in bocca al lupo!!
          • Paolo Mangiagall i scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            Il fatto di installare Windows, compresi i driver non è un problema. Configurarlo nemmeno. Installare un servere apache, è più semplice su WIN che non su LINUX, nonostante sia nato per il pinguino.
          • leeooo scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            Su molte distribuzioni di linux il server apache è già presente spesso.Devi solo mettere i file nella cartella.Configurarlo non ti so dire, ma solitamente chi lo configura seriamente linux o win si mette a modificare il file httpconf o come si chiama a mano.
    • aaa scrive:
      Re: Ma allora lo fate apposta...
      sono d'accordo anche a me pare una posizione poco incoraggiante
    • bellerofonte scrive:
      Re: Ma allora lo fate apposta...


      Se adesso qualcuno ha ancora il coraggio di
      parlare di grande vittoria di linux, è pregato di
      tornare a farsi le pere.


      Dell + Ubuntu o un Assemblato del caxxo + Distro
      Random non fa alcuna differenza per il futuro di
      linux.

      Certo è che scaricando tutto il supporto ai forum
      e blog non si incoraggiano le aziende ad adottare
      dei Dell/Linux piuttosto che dei
      Dell/WindowsPAROLE SACROSANTE!!!quoto, sottoscrivoe me le incornicio sopra la scrivania!!!!
      • Paolino scrive:
        Re: Ma allora lo fate apposta...
        - Scritto da: bellerofonte[cut]
        PAROLE SACROSANTE!!!
        quoto, sottoscrivoe me le incornicio sopra la
        scrivania!!!!Devi avere una scrivania tristissima... :-D
    • anonimo01 scrive:
      Re: Ma allora lo fate apposta...


      "Dell precisa che non fornisce alcun supporto
      tecnico per l'installazione e l'utilizzo di
      queste immagini ISO, che descrive come "media di
      ripristino non ufficiali". Per qualsiasi tipo di
      assistenza, Dell rimanda ai forum e alle altre
      risorse messe a disposizione della propria
      comunità di utenti
      Linux." :-o :-o :-oè esattamente quello che succede anche per windows...il resto è fuffa da fanboy :-o
      • ... scrive:
        Re: Ma allora lo fate apposta...
        Non proprio: qualsiasi pubblicità che trovi di pc riporta testuali "X (cioè il produttore in oggeto) consiglia Microsoft Vattelapesca Y"Questo agli occhi di una persona comune trasmette un'ufficialità ed un nesso diretto pc windows che invece non può avvenire con linux. Se poi ancora ribadisci da subito che chi lo usa deve arrangiarsi come capita, allora x linux non cambierà niente.
        • dioniso scrive:
          Re: Ma allora lo fate apposta...
          - Scritto da: ...
          Non proprio: qualsiasi pubblicità che trovi di pc
          riporta testuali "X (cioè il produttore in
          oggeto) consiglia Microsoft Vattelapesca
          Y"
          Questo agli occhi di una persona comune trasmette
          un'ufficialità ed un nesso diretto pc windows
          che invece non può avvenire con linux. Se poi
          ancora ribadisci da subito che chi lo usa deve
          arrangiarsi come capita, allora x linux non
          cambierà
          niente.sponsorship, questi beccano soldi dalla MS, è una delle tante forme di marketing, spero che ti ti redna conto che non fanno asoslutamente niente i produttori se nn una fattura, si limitano a seguire gli standard industriali e se ricevono il pagamento in tempo attaccano pureil bollino.che algi occhi di una persona normale questo faccia l'effetto che descrivi tu lo sappiamo perfettamente, ma non vuol dire che sia effettivamente così.
    • Paolino scrive:
      Re: Ma allora lo fate apposta...
      - Scritto da: ...
      La gente comune aspettava (quando non aveva di
      meglio da fare s'intende) un pc con linux
      preinstallato, non tanto per avere una distro
      associata ad una marca ma per una questione di
      "ufficialità" nè più nè meno, come sembra quando
      si guardano i bollini di winz appiccicati in ogni
      dove e questi che fanno ?


      "Dell precisa che non fornisce alcun supporto
      tecnico per l'installazione e l'utilizzo di
      queste immagini ISO, che descrive come "media di
      ripristino non ufficiali". Per qualsiasi tipo di
      assistenza, Dell rimanda ai forum e alle altre
      risorse messe a disposizione della propria
      comunità di utenti
      Linux."

      Se adesso qualcuno ha ancora il coraggio di
      parlare di grande vittoria di linux, è pregato di
      tornare a farsi le pere.Sempre di un passo avanti si tratta...

      Dell + Ubuntu o un Assemblato del caxxo + Distro
      Random non fa alcuna differenza per il futuro di
      linux.Non e' che se ne trovino molti di Notebook assemblati (del caxxo o no che siano...).
      Certo è che scaricando tutto il supporto ai forum
      e blog non si incoraggiano le aziende ad adottare
      dei Dell/Linux piuttosto che dei
      Dell/WindowsForum e blog si rivelano fonti decisamente migliori dei supporti ufficiali.Cmq concordo che avere una assistenza ufficiale sarebbe meglio, ma solo per questioni di immagine.
      • ... scrive:
        Re: Ma allora lo fate apposta...
        Ma qui il punto non è solo la questione d'immagine ma è proprio la questione d'immagine.Windows senza il grandissimo lavoro di marketing che lo circonda (comunque non fine a se stesso come maldestramente imitato nel mondo linux) non sarebbe IL SOLO.
        • Paolino scrive:
          Re: Ma allora lo fate apposta...
          - Scritto da: ...
          Ma qui il punto non è solo la questione
          d'immagine ma è proprio la questione
          d'immagine.La questione di immagine interessa al grande pubblico, okMa e' un grande pubblico a cui onn interessano le funzionalita'.
          Windows senza il grandissimo lavoro di marketing
          che lo circonda (comunque non fine a se stesso
          come maldestramente imitato nel mondo linux) non
          sarebbe IL
          SOLO.Infatti Windows e' marketing. Apparenza, non funzionalita'O meglio, l'apparenza viene prima delle funzionalita'.Cose che vanno bene per gli utonti a cui piacciono le finestrelle colorate :-D
    • dioniso scrive:
      Re: Ma allora lo fate apposta...
      - Scritto da: ...
      La gente comune aspettava (quando non aveva di
      meglio da fare s'intende) un pc con linux
      preinstallato, non tanto per avere una distro
      associata ad una marca ma per una questione di
      "ufficialità" nè più nè meno, come sembra quando
      si guardano i bollini di winz appiccicati in ogni
      dove e questi che fanno ?


      "Dell precisa che non fornisce alcun supporto
      tecnico per l'installazione e l'utilizzo di
      queste immagini ISO, che descrive come "media di
      ripristino non ufficiali". Per qualsiasi tipo di
      assistenza, Dell rimanda ai forum e alle altre
      risorse messe a disposizione della propria
      comunità di utenti
      Linux."

      Se adesso qualcuno ha ancora il coraggio di
      parlare di grande vittoria di linux, è pregato di
      tornare a farsi le pere.


      Dell + Ubuntu o un Assemblato del caxxo + Distro
      Random non fa alcuna differenza per il futuro di
      linux.

      Certo è che scaricando tutto il supporto ai forum
      e blog non si incoraggiano le aziende ad adottare
      dei Dell/Linux piuttosto che dei
      Dell/WindowsGuarda che neanche comprando windows XP o Vista OEM hai supporto ufficiale MS, prova a chiamare il customer service, ti chiedono dei soldi, il supporto te lo devi pagare a parte, per una azienda il supporto costa… inoltre supporto di windows xp per utenze professionali comporta anche l’accesso alle patch di MS prima del patch day, bisogna però sottoscrivere un NDA.cmq non credo che ubuntu/dell siano rivolte al mercato professionale….per quello ci si orienta su prodotti novell o red-hat che offrono supporto in-house (ti mandano un tecnico con le palle) incluso nel prezzo (salato) dei loro prodotti.Dov’è la differenza per un utenza desktop?Te la dico io la differenza per un utenza desktop: sui forum di ubuntu trovi tonnellate di how-to e guide fatti benissimo, mi indichi un sito del genere per windows XP? Cmq è questione di lana caprina, hai mai visto un Italiano che non riuscisse a mettersi a posto il pc chiamare il supporto MS? porti il pc al negozio, nel caso ipotetico di un portatile Dell comprato in un negozio con linux preinstallato lo porterebbero al negoziante che l’ha venduto, sono i negozianti che dovrebbero fornirsi di smanettoni-linux (così come fanno adesso con gli smanettoni-windows).Se invece uno se lo compra online non deve far altro che quello che fa normalmente: chiamare l’amico. Ti pare che ora gli italiani che si comprano un pc da qualche negozio online chiamino l’assistenza Asus od HP perché hanno il pc infettato dai virus o perché non gli si vedono i film scaricati da internet? Prova a chiamarli ed esporre questi problemi, se non è una problematica hw buttano giù il telefono.Per una problematica sw devi rifarti al supporto MS, a pagamento, lo hai mai usato?
      • ... scrive:
        Re: Ma allora lo fate apposta...
        I negozianti non si riforniscono di smanettoni windows, ma sono loro stessi smanettoni windows.Non lo sono di linux e difficilmente assumono qualcuno che faccia tale parte per il semplice motivo che i ricarichi sono talmente miseri che c'è pochissima trippa da dividere.
        • dioniso scrive:
          Re: Ma allora lo fate apposta...
          - Scritto da: ...
          I negozianti non si riforniscono di smanettoni
          windows, ma sono loro stessi smanettoni
          windows.
          Non lo sono di linux e difficilmente assumono
          qualcuno che faccia tale parte per il semplice
          motivo che i ricarichi sono talmente miseri che
          c'è pochissima trippa da
          dividere.ma è quello che vorrebbe un cliente italiano se linux fosse diffuso sui dektop.il senso di quella parte del mio intervento è quello, ora abbiamo negozianti smanettoni windows che fanno l'assitenza vera (rispondono a richieste tipo: non mi parte + il PC! mi si è rotto il portatazze del computer! i videogiochi girano lenti! etc. etc. etc.), se linux diventasse diffuso, diciamo grazie a i portatili Dell, ci troveremmo semplicemente i negozianti sui forum di ubuntu e qualche ragazzo che smanetta su linux (ad es. io) potrebbe fare tutte le tipiche operazioni di manutenzione di un desktop linux (ripristinare un xorg.conf oppure delle dipendenze saltate oppure alsa che fà le bizze, cnfigurare una webcam per amsn etc. etc.)adesso non conviene perchè i dektop linux sono pochi ma se si diffondessero la questione dell'assistenza verrebbe gestita esattamente come viene gestita ora: gli smanettoni nelle vetrine dei negozi di informatica, dovrebbero solo cambiare sistema, da win a lin.
          • ... scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            La domanda, sempre la solita, sempre la vecchia, è: cosa trattiene il negoziante ad offrire linux ? Cosa trattiene anche la grande catena tipo mediaworld/unieuro (in genere infognata con un produttore semi interno) ad avviarsi autonomamente ad offrire un pc con linux ?La risposta è sempre la stessa: quale distribuzione mettere e sostenere in via preferenziale.Fatevene una ragione: due distribuzioni non sono mai al 100% compatibili tra di loro, se uno sviluppatore non rilascia i sorgenti di quanto crea è certo che, al di fuori delle distro direttamente testate, qualcosa non funzionerà a dovere.Datevi una mossa e definite queste basi comuni. O lo dovete fare voi, o lo dovrà fare un organismo sovranazionale (vedi UE per i pc con linux sul suo territorio) o necessariamente una grande compagnia come Dell, a differenza di Dell stessa dovrà affidarsi ad una distro e sostenerla realmente.La regola di mercato che impone questa direzione prevede un costante abbattimento dei costi proprio in relazione ad un aumento delle persone con delle determinate conoscenze ed il modello di avere tanti "tecnici" diversi quante sono le distro linux è tecnicamente fallimentare.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: ...
            La domanda, sempre la solita, sempre la vecchia,
            è: cosa trattiene il negoziante ad offrire linux
            ? il fatto che se spaccia windows ci guadagna?(guadagno onesto: marketing degli OEM+ eventuale guadagno disonesto: OEM o peggio venduti senza cd "cos' risparmi")
            Cosa trattiene anche la grande catena tipo
            mediaworld/unieuro (in genere infognata con un
            produttore semi interno) ad avviarsi
            autonomamente ad offrire un pc con linux
            ?M$ che sgancia pecunio!ma dove sei vissuto in questi anni? su marte?
            La risposta è sempre la stessa: quale
            distribuzione mettere e sostenere in via
            preferenziale.ah si, è proprio un problema sciegnlieree se avere KDE o GNOME!per favpore! qualcuno mi aiuti! devo sciegliereeeeee!aiuto aiuto! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Fatevene una ragione: due distribuzioni non sono
            mai al 100% compatibili tra di loro,bhe, se pigli una per powerpc mica ti puoi lamentare che non gira su di un 1386...però il contenuto è lo stesso...
            se uno
            sviluppatore non rilascia i sorgenti di quanto
            crea è certo che, al di fuori delle distro
            direttamente testate, qualcosa non funzionerà a
            dovere.infatti è per quello che esistono distro -ONLY GPL-
            Datevi una mossa e definite queste basi comuni. O
            lo dovete fare voi, o lo dovrà fare un organismo
            sovranazionale (vedi UE per i pc con linux sul
            suo territorio) o necessariamente una grande
            compagnia come Dell, a differenza di Dell stessa
            dovrà affidarsi ad una distro e sostenerla
            realmente.ma che è sta cosa? : monopoli? ma che film ti sei visto?
            La regola di mercato che impone questa direzione
            prevede un costante abbattimento dei costi
            proprio in relazione ad un aumento delle persone
            con delle determinate conoscenze ed il modello di
            avere tanti "tecnici" diversi quante sono le
            distro linux è tecnicamente
            fallimentare.ben detto fratello! yeah, e ora vai di antivirus!
          • ... scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...


            il fatto che se spaccia windows ci guadagna?
            (guadagno onesto: marketing degli OEM
            + eventuale guadagno disonesto: OEM o peggio
            venduti senza cd "cos'
            risparmi")Mai venduto hw e sw vero ? Un ricarico miserevole su un prodotto originale e praticamente nullo se piratato (ma installato a gratis per non perdere il cliente dove il business è piazzare la nuova scheda video).


            Cosa trattiene anche la grande catena tipo

            mediaworld/unieuro (in genere infognata con un

            produttore semi interno) ad avviarsi

            autonomamente ad offrire un pc con linux

            ?

            M$ che sgancia pecunio!
            ma dove sei vissuto in questi anni? su marte?Cazzate ! Va bene che microsoft ha soldi a palate (la mega multa si porta via lo 0.5% degli introiti annuali) ma gli sghei non li fai se cominci a pagare tutti per ogni cazzata. Se sei davvero convinto di quello che dici ti consiglio un metodo per fare miliardi, sta a te avere le palle di provarci rischiando la quasi sicura figura di M.Comincia a far girare la voce di aver inventato un super software eccezionale e rivoluzionario, tale da sconvolgere gli equilibri di mercato. Fatti aiutare da qualche complice prezzolato presso grandi riviste. Dì anche che lo porterai su linux non per amore della giustizia ma perchè è l'os più figo del pianeta (in senso tecnico s'intende, non deve trasparire assolutamente il fan boy). Lascia la tua mail in giro e vediamo se tra i primi a rispondere ci sarà proprio Microsoft pronta a staccare un assegno perchè ci ripensi.Questo è quello che dici ovvero una grande ingenuità al limite una maxi cazzata.


            La risposta è sempre la stessa: quale

            distribuzione mettere e sostenere in via

            preferenziale.

            ah si, è proprio un problema sciegnlieree se
            avere KDE o
            GNOME!
            per favpore! qualcuno mi aiuti! devo
            sciegliereeeeee!
            aiuto aiuto! (rotfl)(rotfl)(rotfl)KDE e Gnome sono distribuzioni ?



            Fatevene una ragione: due distribuzioni non sono

            mai al 100% compatibili tra di loro,

            bhe, se pigli una per powerpc mica ti puoi
            lamentare che non gira su di un
            1386...
            però il contenuto è lo stesso...Se non fosse che conosco linari con un po' più di sale in zucca penserei che te sei il modello standard.


            se uno

            sviluppatore non rilascia i sorgenti di quanto

            crea è certo che, al di fuori delle distro

            direttamente testate, qualcosa non funzionerà a

            dovere.

            infatti è per quello che esistono distro -ONLY
            GPL-Leggo il testo di licenza davanti un monitor ed il programma che si rifiuta di girare, abiura il suo linker come le librerie corrette che non trova e compie il miracolo ?


            Datevi una mossa e definite queste basi comuni.
            O

            lo dovete fare voi, o lo dovrà fare un organismo

            sovranazionale (vedi UE per i pc con linux sul

            suo territorio) o necessariamente una grande

            compagnia come Dell, a differenza di Dell stessa

            dovrà affidarsi ad una distro e sostenerla

            realmente.

            ma che è sta cosa? : monopoli? ma che film ti
            sei
            visto?Definire uno standard vuol dire imporre un monopolio ?Ma allora ve lo meritare che windows domini il mondo !In ogni caso ricordatevelo bene: o voi comunità create e mantenete queste basi o lo farà il mercato nella parte di una grande società del mondo linux o una cordata delle stesse. In quel caso se vorrete usare un linux come si dovrà dovrete mangiare la pappa che altri avranno deciso per voi.
          • dioniso scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            asp facciamo chiarezza, si paralva di supporto, i oho citato i negozianti parlando a proposito del modo che si ha in italia di offrire "supporto".cmq a domanda rispondo- Scritto da: ...
            La domanda, sempre la solita, sempre la vecchia,
            è: cosa trattiene il negoziante ad offrire linux
            ? Cosa trattiene anche la grande catena tipo
            mediaworld/unieuro (in genere infognata con un
            produttore semi interno) ad avviarsi
            autonomamente ad offrire un pc con linux
            ?IMHO fino ad ora un mercato chiuso con poche opportunità di guadagno, vuoi per gli accordi già in essere vuoi per i lpoco appeal che linux ha avuto fino ad ora, con ubuntu dall 7.04 le cose sono cambiate, ubuntu è una vera alternativa sotto TUTTI i fronti.
            La risposta è sempre la stessa: quale
            distribuzione mettere e sostenere in via
            preferenziale.
            Fatevene una ragione: due distribuzioni non sono
            mai al 100% compatibili tra di loro, se uno
            sviluppatore non rilascia i sorgenti di quanto
            crea è certo che, al di fuori delle distro
            direttamente testate, qualcosa non funzionerà a
            dovere.
            Datevi una mossa e definite queste basi comuni. O
            lo dovete fare voi, o lo dovrà fare un organismo
            sovranazionale (vedi UE per i pc con linux sul
            suo territorio) o necessariamente una grande
            compagnia come Dell, a differenza di Dell stessa
            dovrà affidarsi ad una distro e sostenerla
            realmente.E se invece fosseil mercato a definire la distro milgiore e più adatta? e se questa fosse ubuntu?problema già risolto, la distro è ubuntu che è debian based, quindi sappiamo dove si và a parare dal punto di vista tecnico
            La regola di mercato che impone questa direzione
            prevede un costante abbattimento dei costi
            proprio in relazione ad un aumento delle persone
            con delle determinate conoscenze ed il modello di
            avere tanti "tecnici" diversi quante sono le
            distro linux è tecnicamente
            fallimentare.Per tua info tutte le distro in circolazione eccezzione per le mini-distro sono basate suuna delle seguenti basiDebianSuseRed Hatslackware (non avranno mai larga diffusione per uso dektop)tutte e tre hanno differenze minime ai fini della gestione di un desktop, la slack è un po' + diversa a non è necessario conoscerla per un eventuale tecnico da negozio.è diverso il caso delle distro server, ma solo perchè suun serve gira software diversoqualunque smanettone linux sà mettere le mani su un deskto basato su una delle 3 sopracitate.cmq il problema non si pone perchè sul dektop la distro standard è ormai ubuntu (debian based)
          • ... scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...


            IMHO fino ad ora un mercato chiuso con poche
            opportunità di guadagno, vuoi per gli accordi già
            in essere vuoi per i lpoco appeal che linux ha
            avuto fino ad ora, con ubuntu dall 7.04 le cose
            sono cambiate, ubuntu è una vera alternativa
            sotto TUTTI i
            fronti.E perchè non suse ? Perchè non redhat ? Perchè non mandriva ? Perchè non $distro_che_vuoi_te ? Questo è il problema ! Se prima come dici (e come voglio far finta di credere) il mercato era troppo chiuso, adesso non si può pretendere che si apra al punto di disarticolarsi.Una distro va scelta e preferita a livello di mercato c'è poco da fare quindi o il mercato ne impone una (e lamentatevi poi se ci sarà un nuovo monopolio) o la comunità deve prendersi carico di gestire lei questa base di riferimento.





            E se invece fosseil mercato a definire la distro
            milgiore e più adatta?Qualcuno alla fine la definirà. Se non sarà la comunità a farlo sarà una società ma a quel punto Microsoft Windows o XYZ Linux non farà molta differenza. Personalmente a me basta che questo riferimento ci sia perchè sono stufo di dover restare a windows a causa di un barbone che farnetica quindi comunitario o no non mi frega.

            e se questa fosse ubuntu?
            problema già risolto, la distro è ubuntu che è
            debian based, quindi sappiamo dove si và a parare
            dal punto di vista
            tecnicoCome ti ho detto la cosa mi lascia indifferente comunque non sarei tanto sicuro della compatibilità con debian solo perchè ne è l'origine.

            Per tua info tutte le distro in circolazione
            eccezzione per le mini-distro sono basate suuna
            delle seguenti
            basi

            Debian
            Suse
            Red Hat
            slackware (non avranno mai larga diffusione per
            uso
            dektop)

            tutte e tre hanno differenze minime ai fini della
            gestione di un desktop, la slack è un po' +
            diversa a non è necessario conoscerla per un
            eventuale tecnico da
            negozio.Ne hai dimenticata qualcuna e comunque non è vero che le differenze sono minime. Le differenze sono tante quante e sono abbastanza profonde da rendere molto difficile e rischioso dare per certa la compatibilità binaria di un pacchetto senza opportune verifiche ed eventuali modifiche extra.Tutte queste cose aggiuntive comportano un aumento di costi e dal momento che il mercato linux non è certo immenso la cosa non va certo a favore di questo sistema.L'ideologia ci può anche stare ma essere totalmente ciechi di fronte le esigenze del mercato vuol dire suicidarsi

            è diverso il caso delle distro server, ma solo
            perchè suun serve gira software
            diversoLe distro server sono un caso a se solo per il fatto che è più facile delimitare gli hardware ed i software utili cosa impossibile in un mercato home tipico del mondo windows.

            qualunque smanettone linux sà mettere le mani su
            un deskto basato su una delle 3
            sopracitate.Spiegami perchè una persona dovrebbe sempre fare conto di dover cercare uno smanettone per far funzionare il proprio sistema.

            cmq il problema non si pone perchè sul dektop la
            distro standard è ormai ubuntu (debian
            based)Come qualche anno fa avrebbe dovuto essere redhat 9.
          • leeooo scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            Cmq non è difficile capire xkè i negozi appoggiano windows.Se io metto windows posso vendere anche Office (e fanno un 100 euro o +) e i videogiochi e i programmi utili e inutili da ufficio. Metto un bel logo sui pc che resta fisso che da sicurezza ai clienti.Se metto linux ci metto openoffice e non becco na lira. Non vendo i videogiochi, ne i programmi. Se metto ora Ubuntu, domani andrà di moda Suse o Mandriva e cambio logo, e la gente dopo un po inizia a diffidare, xkè dice: "ma io mi trovavo bene con quello di prima ora devo imparare tutto di nuovo? Che @@!!!"Con Windows guadagni di + e da + sicurezza ai clienti.
          • ... scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            Senza contare il maxi business delle 3ESSESverminaSventra (formatta)Sfascia (rimetti windows)contornato da extra per installare i driver e ripristinare i file.A occhio in certi posti costa più questa "procedura lunga e laboriosa" che la licenza originale di windows stesso
      • Lemon scrive:
        Re: Ma allora lo fate apposta...

        Te la dico io la differenza per un utenza
        desktop:

        sui forum di ubuntu trovi tonnellate di how-to e
        guide fatti benissimo, mi indichi un sito del
        genere per windows XP?

        Guarda, quoto tutto ma il pezzo qua sopra è proprio una minchiata terrificante.Senza tenere conto del fatto che con Windows comunque hai ANCHE il supporto a pagamento oltre a CENTINAIA di siti e riviste.Io ho postato solo poche volte su forum linux e il problema è rimasto tale e quale oltre al fatto che mi hanno pure preso in giro. In alcuni luoghi virtuali infatti appena capiscono che sei un utente che utilizza anche windows ti rispondono con "arrangiati".Di sicuro tra i fans del pinguino c'è un cameratismo che tra i fans di windows non esiste, del resto è un sistema nato sul contributo e con mille difficoltà quindi in qualche modo questo ha unito la comunità. Però ribadisco che quello che hai scritto tu sopra è proprio una sciocchezza e te lo possono dire in tanti.
        • Nome e Cognome scrive:
          Re: Ma allora lo fate apposta...
          - Scritto da: Lemon
          Io ho postato solo poche volte su forum linux e
          il problema è rimasto tale e quale oltre al fatto
          che mi hanno pure preso in giro. In alcuni luoghi
          virtuali infatti appena capiscono che sei un
          utente che utilizza anche windows ti rispondono
          con
          "arrangiati".Quali forum? Che distribuzione hai usato? Riporteresti qualche link per dimostrare quello che dici? Altrimenti è diffamazione.Io uso Mandriva e ti posso dire che su mandrakeitalia.org nessuno mai si è sognato di rispondere così; ho postato anche su debianitalia e anche lì non ho avuto problemi.
          • Lemon scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...

            Io uso Mandriva e ti posso dire che su
            mandrakeitalia.org nessuno mai si è sognato di
            rispondere così; ho postato anche su debianitalia
            e anche lì non ho avuto
            problemi.Posta i link altrimenti non ti credo
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            Certo, certo.E' come se ti accusassero di omicidio e devi essere tu a dimostrare la tua innocenza e non il tribunale a dover dimostrare la tua colpevolezza!Dai va, ho capito che sei solo uno spara fregnacce!
          • Lemon scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: Nome e Cognome
            Certo, certo.
            E' come se ti accusassero di omicidio e devi
            essere tu a dimostrare la tua innocenza e non il
            tribunale a dover dimostrare la tua
            colpevolezza!

            Dai va, ho capito che sei solo uno spara
            fregnacce!Ah perchè l'alibi non te lo chiedono? Io ho solamente ragionato come hai fatto tu: non ti ho creduto e ti ho chiesto dei link! tanto semplice.
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: Lemon
            Ah perchè l'alibi non te lo chiedono? :o :oMa stai scherzando, vero?E' un pò diverso dal dire: "Abbiamo deciso che lei è colpevole, bene dimostri la sua innocenza."
            Io ho solamente ragionato come hai fatto tu: non
            ti ho creduto e ti ho chiesto dei link! tanto
            semplice.Certo, con una differenza: io non ho accusato nessuno! Tu diffami e millanti a caso!
          • Lemon scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...

            Certo, con una differenza: io non ho accusato
            nessuno! Tu diffami e millanti a
            caso!Da che pulpito....
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            Ma cosa? Vabbè, a quanto pare non hai argomenti...e come al solito ti piace affermare cose false.
          • Lemon scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: Nome e Cognome
            Ma cosa? Vabbè, a quanto pare non hai
            argomenti...e come al solito ti piace affermare
            cose
            false.Da che pulpito....
        • dioniso scrive:
          Re: Ma allora lo fate apposta...
          - Scritto da: Lemon

          Te la dico io la differenza per un utenza

          desktop:



          sui forum di ubuntu trovi tonnellate di how-to e

          guide fatti benissimo, mi indichi un sito del

          genere per windows XP?





          Guarda, quoto tutto ma il pezzo qua sopra è
          proprio una minchiata
          terrificante.
          Senza tenere conto del fatto che con Windows
          comunque hai ANCHE il supporto a pagamento oltre
          a CENTINAIA di siti e
          riviste.
          Io ho postato solo poche volte su forum linux e
          il problema è rimasto tale e quale oltre al fatto
          che mi hanno pure preso in giro. In alcuni luoghi
          virtuali infatti appena capiscono che sei un
          utente che utilizza anche windows ti rispondono
          con
          "arrangiati".
          Di sicuro tra i fans del pinguino c'è un
          cameratismo che tra i fans di windows non esiste,
          del resto è un sistema nato sul contributo e con
          mille difficoltà quindi in qualche modo questo ha
          unito la comunità. Però ribadisco che quello che
          hai scritto tu sopra è proprio una sciocchezza e
          te lo possono dire in
          tanti.IMHO sono casi, non dico che non può succedere (prova sui forum di macitynet, lì ci sono quei tre-quattro utenti trmendi che insultano chiunque non morda le mele) ma tendenzialmente io mi sono sempre trovato meglio sui siti dedicati alle comunità lin che su altri lidia proposito delle riviste su windows (ed anche su linux) pubblicano gli stessi 50 articoli da 5 anni a questa parte.aggiornano solo alle versioni più recenti dei software e scrivono 5 nuovi articoli ognivolta che esce un nuovo windows (kernel nel caso di linux) poi se li tirano per qualche anno. i centinaia di siti su winxp io non li conosco (non sono polemico, è che proprio non li conosco....dammi qualche link che tornano sempre utili) conosco centinaia di siti dedicati a singole applicazioni (da autocad in giù) ma pochi dedicati all'OS in se (sysinternals su tutti)quando ho qualche problema su xp spesso mi ritrovo a digitare l'errore od una chiave di ricerca su google e finisco su qualche sito della MS.
          • dioniso scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: dioniso
            - Scritto da: Lemon


            Te la dico io la differenza per un utenza


            desktop:





            sui forum di ubuntu trovi tonnellate di
            how-to
            e


            guide fatti benissimo, mi indichi un sito del


            genere per windows XP?









            Guarda, quoto tutto ma il pezzo qua sopra è

            proprio una minchiata

            terrificante.

            Senza tenere conto del fatto che con Windows

            comunque hai ANCHE il supporto a pagamento oltre

            a CENTINAIA di siti e

            riviste.

            Io ho postato solo poche volte su forum linux e

            il problema è rimasto tale e quale oltre al
            fatto

            che mi hanno pure preso in giro. In alcuni
            luoghi

            virtuali infatti appena capiscono che sei un

            utente che utilizza anche windows ti rispondono

            con

            "arrangiati".

            Di sicuro tra i fans del pinguino c'è un

            cameratismo che tra i fans di windows non
            esiste,

            del resto è un sistema nato sul contributo e con

            mille difficoltà quindi in qualche modo questo
            ha

            unito la comunità. Però ribadisco che quello che

            hai scritto tu sopra è proprio una sciocchezza e

            te lo possono dire in

            tanti.

            IMHO sono casi, non dico che non può succedere
            (prova sui forum di macitynet, lì ci sono quei
            tre-quattro utenti trmendi che insultano chiunque
            non morda le mele) ma tendenzialmente io mi sono
            sempre trovato meglio sui siti dedicati alle
            comunità lin che su altri
            lidi

            a proposito delle riviste su windows (ed anche su
            linux) pubblicano gli stessi 50 articoli da 5
            anni a questa
            parte.
            aggiornano solo alle versioni più recenti dei
            software e scrivono 5 nuovi articoli ognivolta
            che esce un nuovo windows (kernel nel caso di
            linux) poi se li tirano per qualche anno.


            i centinaia di siti su winxp io non li conosco
            (non sono polemico, è che proprio non li
            conosco....dammi qualche link che tornano sempre
            utili) conosco centinaia di siti dedicati a
            singole applicazioni (da autocad in giù) ma pochi
            dedicati all'OS in se (sysinternals su
            tutti)

            quando ho qualche problema su xp spesso mi
            ritrovo a digitare l'errore od una chiave di
            ricerca su google e finisco su qualche sito della
            MS.Inoltre anche Canonical offre supporto a pagamento
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: Lemon
            Insomma, io dico che il supporto c'è e primo fra
            tutti è proprio quello da parte di
            MS.Amen!!
          • Lemon scrive:
            Re: Ma allora lo fate apposta...
            - Scritto da: Nome e Cognome
            - Scritto da: Lemon


            Insomma, io dico che il supporto c'è e primo fra

            tutti è proprio quello da parte di

            MS.

            Amen!! Vai in gloria a che ci sei
    • leeooo scrive:
      Re: Ma allora lo fate apposta...
      - Scritto da: ...
      Se adesso qualcuno ha ancora il coraggio di
      parlare di grande vittoria di linux, è pregato di
      tornare a farsi le pere.


      Dell + Ubuntu o un Assemblato del caxxo + Distro
      Random non fa alcuna differenza per il futuro di
      linux.Considera che per i portatili è una cosa comoda avere una distribuzione ad hoc, xkè spesso le schede video integrate o audio rompono non poco le @@ x trovare il driver adatto.Sui fissi è + facile ma sui portatili avere tutti i driver pronti ti risparmia un sacco di tempo.Il fatto che Dell faccia dei cd-dvd iso così x me è un bel passo avanti, anche se non da il supporto ufficiale, ma considera che se ti istalli ubuntu x i fatti tuoi cmq nn ce l'hai!
      Certo è che scaricando tutto il supporto ai forum
      e blog non si incoraggiano le aziende ad adottare
      dei Dell/Linux piuttosto che dei
      Dell/WindowsSicuramente non incoraggi le aziende, ma gli utenti singoli magari si a scegliere un portatile Dell se devi (o vuoi) installare linux. La Dell vende i computer, e se tu li compri e ci metti sopra o windows o linux a loro non gliene può fregare di meno. E' una buona manovra di mercato secondo me!Bisognerebbe smettere ogni volta di vedere le manovre di aziende private come vittorie di linux o windows.
    • dioniso scrive:
      Re: Ma allora lo fate apposta...
      - Scritto da: ...
      La gente comune aspettava (quando non aveva di
      meglio da fare s'intende) un pc con linux
      preinstallato, non tanto per avere una distro
      associata ad una marca ma per una questione di
      "ufficialità" nè più nè meno, come sembra quando
      si guardano i bollini di winz appiccicati in ogni
      dove e questi che fanno ?


      "Dell precisa che non fornisce alcun supporto
      tecnico per l'installazione e l'utilizzo di
      queste immagini ISO, che descrive come "media di
      ripristino non ufficiali". Per qualsiasi tipo di
      assistenza, Dell rimanda ai forum e alle altre
      risorse messe a disposizione della propria
      comunità di utenti
      Linux."

      Se adesso qualcuno ha ancora il coraggio di
      parlare di grande vittoria di linux, è pregato di
      tornare a farsi le pere.


      Dell + Ubuntu o un Assemblato del caxxo + Distro
      Random non fa alcuna differenza per il futuro di
      linux.

      Certo è che scaricando tutto il supporto ai forum
      e blog non si incoraggiano le aziende ad adottare
      dei Dell/Linux piuttosto che dei
      Dell/WindowsIl supporto lo offre Canonical:http://www.canonical.com/services/support250usd annui per supporto 9x5 (9 ore al giorno per 5 giorni alla settimana via mail, chat e telefono In inglese negli states)--Il supporto WIndows invece costa €72 + IVA O telefonico O via email per massimo due richieste:http://support.microsoft.com/oas/default.aspx?ln=it&x=5&y=12&prid=3988&gprid=187795
      • icemark scrive:
        Re: Ma allora lo fate apposta...
        leggi meglio i link:canonical 250 usd all'anno + ivamicrosoft 2 richieste gratis, le altre 72 euro + iva a richiesta
        • dioniso scrive:
          Re: Ma allora lo fate apposta...
          - Scritto da: icemark
          leggi meglio i link:

          canonical 250 usd all'anno + iva
          microsoft 2 richieste gratis, le altre 72 euro +
          iva a
          richiestasi ho letto di fretta, grazie per la correzione.
    • ------ scrive:
      Re: Ma allora lo fate apposta...
      La gente comune aspettava ... impara a sostenere TU in prima persona le tue idee e non a metterle in bocca "alla gente"...- Scritto da: ...
      La gente comune aspettava (quando non aveva di
      meglio da fare s'intende) un pc con linux
      preinstallato, non tanto per avere una distro
      associata ad una marca ma per una questione di
      "ufficialità" nè più nè meno, come sembra quando
      si guardano i bollini di winz appiccicati in ogni
      dove e questi che fanno ?


      "Dell precisa che non fornisce alcun supporto
      tecnico per l'installazione e l'utilizzo di
      queste immagini ISO, che descrive come "media di
      ripristino non ufficiali". Per qualsiasi tipo di
      assistenza, Dell rimanda ai forum e alle altre
      risorse messe a disposizione della propria
      comunità di utenti
      Linux."

      Se adesso qualcuno ha ancora il coraggio di
      parlare di grande vittoria di linux, è pregato di
      tornare a farsi le pere.


      Dell + Ubuntu o un Assemblato del caxxo + Distro
      Random non fa alcuna differenza per il futuro di
      linux.

      Certo è che scaricando tutto il supporto ai forum
      e blog non si incoraggiano le aziende ad adottare
      dei Dell/Linux piuttosto che dei
      Dell/Windows
  • TADsince1995 scrive:
    E' già un'ottima cosa
    Ma ci voleva l'arte di Picasso per capirlo!?!? Il portatile è una macchina preconfezionata e il cui hardware è noto a priori al costruttore, basta personalizzare una distribuzione per quell'hardware e renderla più o meno "ufficiale" e l'utente si ritrova linux perfettamente funzionante senza fare nulla.E per di più, reinstallabile con pochi clic. Poi se l'utente vuole Windows va bene, ma che possa con semplicità scaricarsi la distribuzione già pronta all'uso per la sua macchina.Non vorrei cantare vittoria troppo presto, ma questa è un'azione finalmente significativa.TAD - http://tadlabs.wordpress.com (evvai che c'ho pure il blog! :D vuoto per ora...)
    • MeX scrive:
      Re: E' già un'ottima cosa
      si non male!Ora dovrebbero solo sbattersi a far funzionare tutti i codec proprietari fin dal primo avvio (MP3,WMA,DVD...) e inizierà ad essere davvero interessante!
      • TADsince1995 scrive:
        Re: E' già un'ottima cosa
        - Scritto da: MeX
        si non male!
        Ora dovrebbero solo sbattersi a far funzionare
        tutti i codec proprietari fin dal primo avvio
        (MP3,WMA,DVD...) e inizierà ad essere davvero
        interessante!Quello è un problema diverso. Sono, appunto, codec proprietari, di conseguenza non possono essere inclusi di default in una distribuzione free, perchè in quel caso non verrebbero pagate royalties e altre cavolate. La loro installazione è quindi a carico dell'utente, purtroppo... Anche se non è che ci voglia granchè a farlo con una distribuzione come ubuntu...A meno che non paghino le suddette royalties per includere i codec proprietari, ma a quel punto dovrebbero far girare il prezzo all'utente...TAD
        • Daniele scrive:
          Re: E' già un'ottima cosa
          ci vuole molto a scrivere in konsolesudo apt-get install ubuntu-restricted-extras?
          • TADsince1995 scrive:
            Re: E' già un'ottima cosa
            - Scritto da: Daniele
            ci vuole molto a scrivere in konsole

            sudo apt-get install ubuntu-restricted-extrasAssolutamente no, e infatti dicevo proprio che è semplicissimo. Ma per un utente abituato al doppio clic su "Setup.exe" è un ostacolo insuperabile che lo farebbe allontanare in 2 secondi da linux dicendo che "è difficile".TAD
          • dioniso scrive:
            Re: E' già un'ottima cosa
            - Scritto da: TADsince1995
            - Scritto da: Daniele

            ci vuole molto a scrivere in konsole



            sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras

            Assolutamente no, e infatti dicevo proprio che è
            semplicissimo. Ma per un utente abituato al
            doppio clic su "Setup.exe" è un ostacolo
            insuperabile che lo farebbe allontanare in 2
            secondi da linux dicendo che "è
            difficile".

            TADall'utente ormale non dici: vai su console e scrivi sudo apt-get install ubuntu-restricted-extrasall'utente rnomale dici:clicca start, seleziona amministrazione, seleziona aptitude,ecco, lì ci sono tutti i software che puoi installare, nel campo "cerca" scrivi extras, selezioni il software e clicchi oklo scolgio è concettuale ma non è troppo duro, invece ceh cercar ei softwar esu internet li cercano su un altro programma, è addirittura più semplice!a me tutti quelli cui ho spiegato questa cosa hanno detto:ma dai è facilissimo, non devo neanche andare su internet per cercare i programmi.solo che poi cominciano ad installarsi pacchetti su pacchetti navigando nelle categorie ed ubuntu poi si rallenta un po'ma questa è un altra storia
          • Daniele scrive:
            Re: E' già un'ottima cosa
            certo, ma comparando i tempi per svolgere le due operazioni ci metti infinitamente meno a scrivere da console (e non ti parlo da utente navigatissimo, uso linux solo da un paio di mesi)
          • dioniso scrive:
            Re: E' già un'ottima cosa
            - Scritto da: Daniele
            certo, ma comparando i tempi per svolgere le due
            operazioni ci metti infinitamente meno a scrivere
            da console (e non ti parlo da utente
            navigatissimo, uso linux solo da un paio di
            mesi)è una questione psicologica, per chi se lo ricorda la shell fà troppo DOS
          • krane scrive:
            Re: E' già un'ottima cosa
            - Scritto da: dioniso
            - Scritto da: TADsince1995

            - Scritto da: Daniele


            ci vuole molto a scrivere in konsole


            sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras

            Assolutamente no, e infatti dicevo proprio che è

            semplicissimo. Ma per un utente abituato al

            doppio clic su "Setup.exe" è un ostacolo

            insuperabile che lo farebbe allontanare in 2

            secondi da linux dicendo che "è

            difficile".

            TAD
            all'utente ormale non dici:
            vai su console e scrivi sudo apt-get install
            ubuntu-restricted-extras
            all'utente rnomale dici:
            clicca start, seleziona amministrazione,
            seleziona aptitude,ecco, lì ci sono tutti i
            software che puoi installare, nel campo "cerca"
            scrivi extras, selezioni il software e clicchi okQuello lo dici ad una scimmia ! Vuoi mettere dare aiuto via messanger e dire : fai copia incolla di questo in una shell e dai enter : sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras
            lo scolgio è concettuale ma non è troppo duro, invece ceh cercar
            ei softwar esu internet li cercano su un altro programma, è
            addirittura più semplice! a me tutti quelli cui ho spiegato
            questa cosa hanno detto:
            ma dai è facilissimo, non devo neanche andare su
            internet per cercare i
            programmi.
            solo che poi cominciano ad installarsi pacchetti
            su pacchetti navigando nelle categorie ed ubuntu
            poi si rallenta un po'
            ma questa è un altra storiaE comunque grazie all'installer quando si rendono conto che alcune cose non gli servono e' facile disinstallarle in modo pulito e senza che lascino spazzatura in giro.
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: E' già un'ottima cosa
            sudo apt-get remove Se non erro...(uso Mandriva, lì basta un urpme )
          • dioniso scrive:
            Re: E' già un'ottima cosa
            - Scritto da: Nome e Cognome
            sudo apt-get remove

            Se non erro...(uso Mandriva, lì basta un
            urpme )rimangono un sacco di dati in cache (sopratutto quando si installa/disinstalla tanto) e dati temporanei.quel comdano elimina il pacchetto ma non tutti i dati temporanei,apt-get autoclean (o qualcosa del gener eora sono su windows) toglie i dati temporanei e la cache
          • AndreaZ scrive:
            Re: E' già un'ottima cosa
            - Scritto da: Daniele
            ci vuole molto a scrivere in konsole

            sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras

            ?in effetti si' per un utente normalema il problema non si pone dato che se li scarica da solo quando ne ha bisogno
          • ... scrive:
            Re: E' già un'ottima cosa
            - Scritto da: Daniele
            ci vuole molto a scrivere in konsole

            sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras

            ?Ci vuole molto direttamente da canonical mettere uno script del genere in una sorta di primo avvio del sistema stesso ?
      • tizio qualunque scrive:
        Re: E' già un'ottima cosa
        se avessi provato ubuntu 7.04 sapresti che appena si clicca su un file (video o audio) di cui non si hanno i codec si apre una bella finestrella che chiede di scaricare i codecs da internet... e dopo pochi secondi il codec e' installato in maniera automatica. molto piu semplicemente che in windows.
        • MeX scrive:
          Re: E' già un'ottima cosa
          figo!io ero rimasto alle 6.0!
        • innominato scrive:
          Re: E' già un'ottima cosa
          - Scritto da: tizio qualunque
          se avessi provato ubuntu 7.04 sapresti che appena
          si clicca su un file (video o audio) di cui non
          si hanno i codec si apre una bella finestrella
          che chiede di scaricare i codecs da internet... e
          dopo pochi secondi il codec e' installato in
          maniera automatica. molto piu semplicemente che
          in
          windows.In effetti è una complicazione incredibile avere il codec mp3 già installato.Tra l'altro perché qui siamo in Italia ma negli USA non potresti proprio scaricartelo il codec mp3 (a meno di non volerti dare all'illegalità ovviamente).
          • dioniso scrive:
            Re: E' già un'ottima cosa
            - Scritto da: innominato
            - Scritto da: tizio qualunque

            se avessi provato ubuntu 7.04 sapresti che
            appena

            si clicca su un file (video o audio) di cui non

            si hanno i codec si apre una bella finestrella

            che chiede di scaricare i codecs da internet...
            e

            dopo pochi secondi il codec e' installato in

            maniera automatica. molto piu semplicemente che

            in

            windows.

            In effetti è una complicazione incredibile avere
            il codec mp3 già
            installato.

            Tra l'altro perché qui siamo in Italia ma negli
            USA non potresti proprio scaricartelo il codec
            mp3 (a meno di non volerti dare all'illegalità
            ovviamente).non più ormai, bisogna usare helix player con il suo decoder incorporato, la società dietro realplayer ha concesso l'uso del decoder che loro hanno pagato.per i DVD criptati non sono certo ma ogle credo che sia "legale"
Chiudi i commenti