iPhone spinge Apple

Cupertino chiude il terzo trimestre 2009 segnando un record

Apple segna, con 8,34 miliardi di dollari di fatturato e 1,23 miliardi di dollari di utili nel Q3 dell’anno fiscale 2009 chiusosi il 27 giugno, il proprio record per un trimestre non natalizio.

Nello stesso periodo del 2008 si era fermata a 7,46 miliardi di fatturato e 1,07 miliardi di utili. Nello specifico solo il mercato degli iPod sembra in lieve calo, mentre gli altri comparti appaiono in crescita.

Sono stati venduti 2,6 milioni di computer Mac (due terzi dei quali sono portatili) registrando un aumento del 4 per cento.

Sono 10,2 milioni gli iPod venduti, un calo del 7 per cento, causato dalla flessione dell’iPod classico solo in parte contrastata da iPod Touch. Inoltre il 50 per cento degli acquisti è effettuato da nuovi utenti.

È stato inoltre superato il miliardo e mezzo di applicazioni scaricate da App Store e gli 8 miliardi di canzoni acquistate su iTunes.

Il settore che ha trainato il successo di Cupertino è però iPhone, che con 5,2 milioni di terminali venduti ha superato anche le prospettive della Mela che avrebbe avuto difficoltà a restare al passo con la domanda.

Secondo i dati Apple le vendite di iPhone 3G sono state significativamente più alte rispetto alle vendite di iPhone di prima generazione: già dal primo trimestre di disponibilità di iPhone 3G, conclusosi il 27 settembre 2008, ne sono stati venduti 6,9 milioni, superando i 6,1 milioni di apparecchi di prima generazione venduti in tutti i cinque precedenti trimestri. Da giugno 2009, invece, è in commercio iPhone 3GS, la terza generazione.

“Guardando avanti al quarto trimestre del 2009, ci attendiamo un fatturato compreso fra gli 8,7 e gli 8,9 miliardi di dollari circa” ha riferito Peter Oppenheimer, CFO di Apple. ( C.T. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti