iPhone: un brevetto ne facilita l'uso da bagnato

iPhone: un brevetto ne facilita l'uso da bagnato

Apple ha brevettato un sistema che consente di accedere automaticamente a una modalità specifica e semplificata quando l'iPhone è bagnato.
Apple ha brevettato un sistema che consente di accedere automaticamente a una modalità specifica e semplificata quando l'iPhone è bagnato.

A molti è capitato, almeno una volta nella vita, di ritrovarsi con il display dello smartphone bagnato da pioggia o schizzi d’acqua in generale e di avere difficoltà nel riuscire a visualizzare quanto riportato su di esso oppure a usare determinati comandi. Apple di questo ne è ben consapevole e per tale ragione ha messo a punto un brevetto che in un futuro non molto lontano potrebbe trovare concreta applicazione su iPhone.

iPhone: underwater mode e wet mode per operare in acqua

Recentemente, infatti, l’USPTO, l’ufficio brevetti americano, ha approvato una soluzione software di casa Apple che consente a un dispositivo elettronico, un iPhone per la precisione, di riconoscere quando opera in contesti umidi o con lo schermo ricoperto d’acqua.

Andando più in dettaglio, nel brevetto viene illustrato come il dispositivo possa individuare in automatico le condizioni straordinarie di cui sopra e impostare in autonomia delle apposite modalità che non solo non bloccano totalmente l’esecuzione di tutte le operazioni, ma anzi ne facilita alcune, un po’ come attualmente accade con Apple Watch quando viene impostata la funzione che impedisce di adoperare il touch quando ci si trova in piscina.

Il sistema ideato dal gruppo di Cupertino è capace di riconoscere, tramite un sensore di pressione ambientale, due circostanze alle quali vengono associate differenti modalità: quella definita underwater mode, che si attiva quando il dispositivo è completamente immerso in acqua e può richiamare un’interfaccia semplificata della fotocamera, e quella denominata wet mode, che si attiva quando il display è solo bagnato e ripristina alcune funzioni.

È altresì interessante notare come la dimensione dei tasti sul display e la distanza tra essi diventi man mano maggiore con l’aumentare dell’umidità, visto e considerato che la presenza dell’acqua va ad inficiare la capacità del touch di individuare con precisione dove lo schermo viene toccato.

Fonte: PhoneArena
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 5 lug 2022
Link copiato negli appunti