iPhone X, c'è un guaio nel touchscreen

Apple ha notificato l'esistenza di un problema in alcuni modelli di iPhone X: il gruppo si farà carico della sostituzione della componente difettosa.

iPhone X, c'è un guaio nel touchscreen

iPhone X è nato con un peccato originale: alcuni modelli potrebbero presentare problemi sul touchscreen, costringendo gli sfortunati utenti a chiederne la riparazione presso un punto vendita autorizzato. A darne notizia è la stessa Apple, la quale sul proprio sito ufficiale ha pubblicato un avviso con cui spiega nel dettaglio ciò che gli utenti possono fare nel caso in cui si trovino in mano uno dei modelli difettosi.

Al momento è del tutto impossibile quantificare la portata del problema poiché Apple non ha offerto alcun dato ulteriore a supporto di tale valutazione. Forbes fa tuttavia notare come nell’avviso non sia presente la tipica espressione “solo una piccola percentuale” con cui in passato si sono spesso stemperati i confini della portata di precedenti problematiche. Semplicemente il gruppo di Cupertino ha voluto affrontare di petto la situazione ammettendo l’esistenza del problema ed esplicitando il fatto che il tutto sia legato ad una componente fallace all’interno del display. In tal caso sui modelli difettosi è possibile assistere ad un duplice comportamento:

  • il display, o parte del display, non risponde o risponde in modo intermittente al tocco;
  • il display reagisce anche se non è stato toccato.

Il solo modello “X” sarebbe coinvolto, escludendo al momento da pericoli i nuovi iPhone XS. La pagina di avviso sul sito Apple contiene un modulo che reindirizza gli utenti ad una versione dedicata del testo nazione per nazione. Scegliendo l’Italia, tuttavia, il testo rimane in lingua inglese, cosa che lascia supporre come il problema non sia localizzato, ma al tempo stesso ancora non siano stati predisposte tutte le traduzioni del caso. Anche su questo dettaglio non sussistono però conferme specifiche.

La notifica avviene a poche ore dalla comunicazione con cui Apple ha bloccato la diffusione futura dei dati di vendita dei propri device. Sebbene le due notizie non possano essere direttamente ricollegate (e il problema agli iPhone X sia da considerarsi al momento minore, poiché ad un anno dall’esordio si son notate varie segnalazioni ma non certo una debacle di massa), è chiaro come in occasione delle prossime trimestrali sarà più complesso comprendere l’impatto che questo tipo di notizie potranno avere sull’andamento delle vendite e sulla penetrazione di mercato dei nuovi modelli.

iPhone X difettoso: cosa fare

Non sono disponibili i numeri di serie relativi ai modelli difettosi (elemento da cui si sarebbe presumibilmente potuta derivare anche una quantificazione dell’impatto del problema): Apple consiglia agli utenti coinvolti di rivolgersi ad un punto autorizzato (fornendo appositi link per la ricerca) o al Supporto Apple per capire come e se procedere con le pratiche di riparazione. Nel caso in cui il proprio iPhone X rientrasse nella gamma dei dispositivi difettosi, l’intervento sarà interamente a carico di Apple, senza alcun costo per l’utente. Al tempo stesso, Apple avvisa come eventuali altri problemi (dovuti ad esempio a cadute accidentali) che dovessero pregiudicare la riparazione del device dovranno essere riparati prima della componente che blocca il touchscreen: tale intervento sarebbe a carico del cliente, poiché il problema non sarebbe in alcun modo ricollegato al peccato originale del device.

Gli utenti che avessero già provveduto alla riparazione del device prima della notifica Apple potranno ottenere specifico rimborso. La sostituzione del modulo problematico sarà garantita da Apple per la durata di 3 anni dall’acquisto del modello.

Fonte: Apple

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti