iPod difettoso? E' battaglia legale

Una class-action internazionale contro Apple: centinaia di acquirenti del lettore mp3 accusano l'azienda di avere immesso sul mercato migliaia di iPod Nano difettosi


San Francisco (USA) – Una ventata di polemiche si è abbattuta negli scorsi giorni su Apple , il colosso informatico che negli ultimi anni ha trovato vitalità e ricchezza senza precedenti grazie ad iPod. Consumatori messicani, britannici e statunitensi hanno unito le forze per lanciarsi in una battaglia legale contro l’azienda di Cupertino: gli esemplari di iPod Nano in commercio, disponibili da pochi mesi, soffrono a loro dire di gravissimi difetti di fabbrica .

Varie associazioni hanno così esposto denunce collettive per truffa ai danni dei consumatori : è accaduto in California, nel Regno Unito e persino in Messico. Gli iPod Nano attualmente in vendita, stando alle opinioni dei rappresentanti legali coinvolti nella class-action , sono stati “progettati in maniera affrettata per inondare il mercato, a scapito della loro affidabilità”.

“Ha totalizzato vendite da record”, sostiene l’avvocato Steve Berman, a capo della protesta dei consumatori, “ma è stato assemblato con componenti di scarsissima qualità che si rompono subito”. Secondo quanto riporta l’agenzia AFP , gli utenti dell’ultimo arrivato nella famiglia iPod lamentano soprattutto schermi troppo delicati e rivestimenti in resina protettiva troppo sottili.

Lo strato di materiale protettivo attorno allo chassis dell’iPod Nano, stando ad alcuni utenti americani, “è quasi impercettibile rispetto a quello utilizzato negli altri modelli” della stessa famiglia di prodotti. Questa cruciale piccolezza fa davvero la differenza: Berman ha reso noto di casi in cui “lo schermo del lettore si graffia o si spacca non appena viene inserito in una tasca”.

Tom Neumayr, portavoce di Apple, si difende dichiarando che “solo lo 0,1% degli iPod Nano già distribuiti ha problemi di resistenza”. Tuttavia i consumatori, indignati, fanno sapere che l’eccessiva delicatezza del lettore è un guaio che affligge quasi tutti gli esemplari in circolazione .

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • marcio scrive:
    asd bellissima l'america..
    anche se fai una cazzata hai decine di avvocati attorno disposti a continuare la tua causa ( e credo pure gratis) visto che si prendono una percentuale abbastanza elevataPerò c'è anche l'altro lato della medaglia,ci sono state denunce (vinte!) di sexual harassment (molestia sessuale) per donne chae hanno ricevuto semplicemente complimenti tipo: ke bello sto vestito!,mi piacciono i tuoi capelli oggi
  • Anonimo scrive:
    Un mio collega ..
    ... ha rischiato il licenziamento in tronco per aver osato contestare i contenuti di un corso di e-learning; e quel tipo il suo mestiere lo sapeva per davvero. Alla fine l'azienda ha optato per un trasferimento coatto (fortuna che gli mancava poco alla pensione)E' proprio vero che chi ha il pane non ha i denti: io ne avrei approfittato per arricchirmi pesantemente alle spalle dell'azienda, divertendomi. :D :D :D :D :D .
  • Anonimo scrive:
    Cosa aveva scritto....
    :s   il ragazzino per farsi censurare?   :|
  • Anonimo scrive:
    E bravo Ryan!
    "Mi auguro che questo episodio serva da lezione per chiunque pensi di intralciare la libertà di parola delle future generazioni"Parole sante!!!Evidentemente l'America ha ancora un futuro, non tutto è perduto.Finché ci saranno Ryan in giro che combattono per il loro diritto alla libertà di parola l'America, quella della Dichiarazione di Indipendenza, quella della Costituzione Americana sarà viva e vegeta e avrà una chance di sconfiggere l'america delle corporazioni, l'america del dio denaro e l'america di Bush e compagni.È ora di un ritorno dei valori dei Padri Fondatori, e saranno proprio le nuove generazioni a rimetterli al loro posto... non in una bacheca asettica protetta da vetro antiproiettile, ma nel cuore e nelle menti del Popolo Americano... e speriamo anche altrove... principi esportati NON con le armi, ma con il buon esempio!Vai Ryan! Spaccagli il c*lo!
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: E bravo Ryan!
      - Scritto da: Wakko Warner
      "Mi auguro che questo episodio serva da lezione
      per chiunque pensi di intralciare la libertà di
      parola delle future generazioni"

      Parole sante!!!

      Evidentemente l'America ha ancora un futuro, non
      tutto è perduto.

      Finché ci saranno Ryan in giro che combattono per
      il loro diritto alla libertà di parola l'America,
      quella della Dichiarazione di Indipendenza,
      quella della Costituzione Americana sarà viva e
      vegeta e avrà una chance di sconfiggere l'america
      delle corporazioni, l'america del dio denaro e
      l'america di Bush e compagni.

      È ora di un ritorno dei valori dei Padri
      Fondatori, e saranno proprio le nuove generazioni
      a rimetterli al loro posto... non in una bacheca
      asettica protetta da vetro antiproiettile, ma nel
      cuore e nelle menti del Popolo Americano... e
      speriamo anche altrove... principi esportati NON
      con le armi, ma con il buon esempio!

      Vai Ryan! Spaccagli il c*lo!Guarda che l' unica cosa idiota che hanno fatto è stata quella di sospenderlo invece di trombarselo per bene, per il resto hanno fatto una cosa normalissima, non mi sembra il caso di osannarlo in questa modo.
  • Anonimo scrive:
    Maple Place School
    e chi darà i soldi a sti smandrappati per pagare lo sudente che hanno offeso?
    • Anonimo scrive:
      Re: Maple Place School
      - Scritto da: Anonimo
      e chi darà i soldi a sti smandrappati per pagare
      lo sudente che hanno offeso?Che domande. Amministratori. Paga lo stato, se la scuola è statale, o gli azionisti se è privata (più propriamente probabilmente gli allievi, con la riduzione del servizio).
Chiudi i commenti