IT cinese, ribolle il sospetto globale

Dopo l'indagine conclusa dalla Casa Bianca, seguono le reazioni degli stati sulla presunta minaccia rappresentata dalle attività condotte dai giganti cinesi delle telecomunicazioni

Roma – La decisa presa di distanza del governo statunitense dalle telco cinesi, sospettate di collaborare con le autorità di Pechino, ha provocato diverse reazioni da parte degli stati in cui si trovano a operare Huawei Technologies e ZTE Corp.

Il Canada ho prontamente invocato il veto governativo negli accordi che portano alla scelta delle aziende che hanno il compito di costruire il sistema interno delle comunicazioni, adducendo motivi relativi alla sicurezza nazionale. Nessuna delle due società cinesi nell’occhio del ciclone è stata citata esplicitamente, ma la cronaca degli ultimi giorni lascia pensare che il riferimento ad Huawei sia sottinteso, considerando il ruolo da protagonista della multinazionale nel settore canadese delle telecomunicazioni.

Dal canto suo, il Regno Unito ha deciso di non interrompere il rapporto di fiducia che la lega ad Huawei , specificando, però, che saranno prese tutte le misure necessarie per mantenere il paese in sicurezza. Peraltro, l’operatore mobile britannico EE , di cui Huawei è principale partner, ha assicurato che tutte le attività svolte soddisfano appieno gli standard di sicurezza adottati.

In una posizione intermedia si colloca la Commissione europea per il Commercio , che, seguendo l’esempio d’Oltreoceano, ha deciso di aprire una propria indagine volta ad appurare la trasparenza della politica di business condotta da Huawei e ZTE, con particolare riguardo ai presunti illeciti in materia di dumping.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • enterthemax scrive:
    Non male
    Non male quello da 600 dollari: al prezzo di un iPad ci si porta a casa un tablet con tutte le funzioni possibili, che collegato a mouse/tastiera bluetooth diventa un computer vero e proprio!!
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Non male
      - Scritto da: enterthemax
      Non male quello da 600 dollari: al prezzo di un
      iPad ci si porta a casa un tablet con tutte le
      funzioni possibili, che collegato a
      mouse/tastiera bluetooth diventa un computer vero
      e
      proprio!!Questo mi sembra anche meglio:http://www.netbooknews.it/kupa-ultranote-tablet-windows-8peccato che costerà molto di più di 600 dollari... :(
      • mFRLReZJc scrive:
        Re: Non male
        http://abilify.cf/abilify-medication.html#6971 abilify medication,
      • IIDwpcARpYN scrive:
        Re: Non male
        http://prednisone-10-mg.com/#8449 prednisone,
      • vhJfpaJWwXu aUwHUT scrive:
        Re: Non male
        http://clindamycin-gel.com/buy-clindamycin-online.html#9654 buy clindamycin online,
      • ZrAdEeLmhSO pCyKGPqF scrive:
        Re: Non male
        http://fluoxetine20mg.nu/fluoxetine-20-mg-cap.html#6842 more, http://clindamycin-hcl.tk/clindamycin-phosphate-topical.html#6369 clindamycin phosphate lotion buy online, http://valtrexcream.tk/valtrex-500-mg.html#7511 how to get valtrex online,
  • pentolino scrive:
    Veri concorrenti del macbook air
    Sono l'unico che pensa che questo tipo di computer rappresenti la vera sfida al macbook air? Alla fine gli ultrabook si sono per lo piu' dimostrati delle brutte copie piu' costose dell'originale, laddove questo mi sembra un approccio molto differente ed interessante: dei veri computer con un form factor stile tablet... li vorro' vedere!Certo se il secure boot e' bloccato (ovvero non configurabile dall'utente con le chiavi che ritiene, a suo insindacabile giudizio, genuine) se li possono anche tenere...
    • rockroll scrive:
      Re: Veri concorrenti del macbook air
      Certo se il secure boot e' bloccato (ovvero non configurabile dall'utente con le chiavi che ritiene, a suo insindacabile giudizio, genuine) se li possono anche tenere... Pienamente daccordo.Normalmente disprezzo questi giocattoloni (pessimo rapporto prezzo prestazioni e usabilità prestazioni, ammesso che le stesse siano decenti), ma la configurazione cui ti riferisci comincia ad essere interessante (volevo dire la meno peggio), se proprio uno deve acquistare simili aggeggi.
      • pentolino scrive:
        Re: Veri concorrenti del macbook air
        chiaro che in ogni caso (anche nel caso dell'air) questi sono oggetti molto particolari che considererei di lusso; chi cerca il miglior rapporto prezzo/potenza fa giustamente bene a rivolgersi altrove.Quello che non capisco è come qualcuno speri che escano dalla nicchia a cui sono inevitabilmente destinati... proprio non li vedo come prodotti di massa!
        • Silversoulx 86 scrive:
          Re: Veri concorrenti del macbook air
          Lenovo si sta affacciando prepotentemente nel settore consumer...direi ke é una buona cosa...la concorrenza fa sempre bene al portafoglio dell'utente finale... Cmq se avranno questi prezzi nel mercato italiano...penso sará molto lenta la loro carriera..
Chiudi i commenti