Italia, gli utenti ADSL si contano

Lo propone l'associazione Anti Digital Divide che intende verificare se davvero gli esclusi italiani dalla banda larga ammontino a 20 milioni di persone, come suggeriscono alcuni studi


Roma – Quanti italiani dispongono di una connessione a banda larga? Quanti hanno la possibilità di attivarne una? Sono queste le domande alle quali intende cercare una risposta l’associazione Anti Digital Divide (ADD), che cercherà così numeri reali da contrapporre a certi comunicati stampa di fonte governativa o aziendale.

In una nota diffusa ieri, ADD ha ricordato come i dati sulla diffusione della banda larga in Italia possano da sempre essere letti in tanti modi a seconda dei punti di vista. “Secondo l’Osservatorio sulla Banda larga – scrive ADD riferendosi alla commissione a cui partecipa anche il Dipartimento all’Innovazione – che basa la sua ricerca su dati che provengono da Telecom Italia, l’85% della popolazione risulterebbe coperta”.

In un caso del genere, se cioè questi numeri corrispondessero alla realtà, spiega ADD, vi sarebbero comunque 10 milioni di italiani non coperti , la maggiorparte dei quali residenti in quel 70% dei comuni con meno di 10mila abitanti che non sono raggiunti dal broad band.

“Il problema – sostiene ADD – è che la stima dell’85% di coperti è stata da più parti dipinta come non veritiera perchè sovrastimerebbe la reale copertura. Ad esempio la Fondazione Ugo Bordoni , ente che svolge attività di ricerca e di consulenza nei settori delle Tecnologie delle Comunicazioni e dell´Informazione, afferma che ci sarebbero circa 20.000.000 di utenti non raggiunti dalla banda larga”, una stima che ADD condivide.

E così, dopo aver eseguito un censimento dei comuni non coperti , ADD ora si propone di “fornire dati assoluti per capire la reale situazione della diffusione della banda larga nelle varie zone d’Italia”. Agli utenti si chiede di contribuire alla “mappatura” della banda larga, ADSL ed altre tecnologie, dettagliando la disponibilità del broad band nella propria zona: “…questo – spiega ADD – ci permetterà di fotografare la reale situazione della diffusione della banda larga in Italia e di controbattere le cifre diffuse da altri organi che, dal nostro punto di vista non rispecchiano la realtà”.

L’accesso al sistema di mappatura è qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • vb scrive:
    Perchè ho firmato
    Sono uno dei pochi italiani che hanno partecipato attivamente al WSIS, e sono uno di quelli che hanno firmato l'appello (che, se leggi bene, non parla necessariamente di boicottaggio, ma di "riconsiderare le modalità di partecipazione").Sono sempre stato un sostenitore di quanto fosse importante andarci, a Tunisi, piuttosto che fare un muro contro muro. Però tu probabilmente non hai visto, due settimane fa a Ginevra, un signore del governo tunisino - distaccato nello staff ufficiale del Summit - entrare in una stanza dove alcuni dissidenti incontravano il caucus dei diritti umani, e proclamare che si trattava di un "incontro illegale", e chiedere ai poliziotti di identificare e cacciare i presenti. In rete, su worldsummit2005.de, c'è anche il video.I governi occidentali, alla fine della conferenza preparatoria, hanno letto un duro comunicato di protesta per questo episodio. Come risultato, il resto del mondo ha regalato un lunghissimo applauso alla replica altrettanto dura del ministro tunisino. Se la situazione è questa, forse è il caso che qualche segnale forte venga mandato.
    • rumenta scrive:
      Re: Perchè ho firmato
      e dopo questo tu vorresti mettere internet anche nelle mani di personaggi di questo genere??e con il resto del mondo che li applaude pure.....francamente non capisco.........a me, nelle mani di questa gente, piacerebbe mettere una bomba a mano senza sicura :D==================================Modificato dall'autore il 12/10/2005 0.01.40
  • rumenta scrive:
    Ricordate??
    ricordate che l'onu vorrebbe avocare a sè la gestione di internet, vero??che dire... chi ben comincia è a metà dell'opera ;)
    • vb scrive:
      Re: Ricordate??
      Diciamo che "l'ONU vorrebbe avocare a sè la gestione di Internet" è un riassunto un po' troppo semplicistico delle varie proposte sul tavolo :-)Il problema è come superare il controllo unilaterale americano di alcune risorse fondamentali della rete senza dare spazio a strutture ancora più centralizzate e controllate. Non è un problema facile...
      • rumenta scrive:
        Re: Ricordate??
        - Scritto da: vb
        Diciamo che "l'ONU vorrebbe avocare a sè la
        gestione di Internet" è un riassunto un po'
        troppo semplicistico delle varie proposte sul
        tavolo :-)avendo letto "qualcosina" sull'argomento mi sento di riassumere semplicisticamente così.rende bene l'idea del disastro al quale si andrebbe incontro....

        Il problema è come superare il controllo
        unilaterale americano di alcune risorse
        fondamentali della rete senza dare spazio a
        strutture ancora più centralizzate e controllate.
        Non è un problema facile...certo, non è un problema facile.... come non è facile capire quale sia il controllo unilaterale americano.... che io sappia l'icann non è un ente governativo usa..... ma si sa, criticare l'onu non è "politicamente corretto" :Dhttp://news.com.com/A+battle+for+the+soul+of+the+Internet/2010-1071_3-5737647.html?part=rss&tag=5737647&subj=newshttp://xiaodongpeople.blogspot.com/2004/09/working-group-on-internet-governance.htmlhttp://xiaodongpeople.blogspot.com/2005/02/internet-governance-review-proposed.htmlhttp://www.americanpolicy.org./un/internetcontrol.htmhttp://www.theinquirer.net/?article=24633http://news.com.com/Will%20the%20U.N.%20run%20the%20Internet/2010-1071_3-5780157.htmlhttp://xiaodongpeople.blogspot.com/2005/07/un-panel-presents-4-internet-options.htmlbuttaci un'occhio e poi fai 2+2......P.S.a proposito di onu, eccoti un paio di chicche estratte dalla Dichiarazione Universale dei "Diritti" dell'Uomo:(http://www.interlex.it/testi/dichuniv.htm) Articolo 141. Ogni individuo ha diritto di cercare e di godere in altri Paesi asilo dalle persecuzioni.2. Questo diritto non potrà essere invocato qualora l'individuo sia realmente ricercato per reati non politici o per azioni contrarie ai fini e ai principi delle Nazioni Unite. Articolo 291. Ogni individuo ha dei doveri verso la comunità, nella quale soltanto è possibile il libero e pieno sviluppo della sua personalità.2. Nell'esercizio dei suoi diritti e delle sue libertà, ognuno deve essere sottoposto soltanto a quelle limitazioni che sono stabilite dalla legge per assicurare il riconoscimento e il rispetto dei diritti e della libertà degli altri e per soddisfare le giuste esigenze della morale, dell'ordine pubblico e del benessere generale in una società democratica. 3. Questi diritti e queste libertà non possono in nessun caso essere esercitati in contrasto con i fini e i principi delle Nazioni Unite. chi tocca l'onu muore..... come sono carini vero??? :D==================================Modificato dall'autore il 12/10/2005 20.40.21
  • Anonimo scrive:
    Condivido.
    E' necessario che chi è libero di parlare, vada in Tunisia e lo faccia anche al posto dei tunisini, iraniani e cinesi che vorrebbero ma non possono.E che nessuno si sogni di trattenersi per non mettere in imbarazzo il governo locale, sicuramente non possono permettersi di fare niente ai delegati internazionali, tanto vale approfittarne per sparare a zero sulla censura proprio a casa sua, non solo, ma questi governi impresentabili sono in realtà piuttosto pragmatici e, se presi in castagna pubblicamente, a volte fanno qualche concessione alle scarse libertà dei loro sudditi, a noi può sembrare poco, meno del limite di decenza, per loro è una boccata d'ossigeno per riuscire a sopravvivere nell'oppressione e non smettere di sperare in un futuro migliore.
  • Anonimo scrive:
    mica ho ben capito
    ma non se li possono fare in videoconferenza sti summit? che risparmiano soldi tutti? e non ci sta il problema di essere favorevoli o meno a paesi ospitanti
  • Anonimo scrive:
    Un summit dell'IT....nel.......
    ............paese della RT: Regression Technology.Azzeccato, direi.A quando un concorso canoro per muti?
  • Anonimo scrive:
    di cosa discutono ?
    discutono di come identificare gli utenti, come ridurre le informazioni alla gente, come controllare internet,il luogo gli si addiceKofi non mi pare che sia uno molto pulito
    • Anonimo scrive:
      Re: di cosa discutono ?
      - Scritto da: Anonimo
      discutono di come identificare gli utenti, come
      ridurre le informazioni alla gente, come
      controllare internet,
      il luogo gli si addice

      Kofi non mi pare che sia uno molto pulitoMa no dai è fatto così :)
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: di cosa discutono ?
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        discutono di come identificare gli utenti, come

        ridurre le informazioni alla gente, come

        controllare internet,

        il luogo gli si addice



        Kofi non mi pare che sia uno molto pulito

        Ma no dai è fatto così :) Hail allora....
  • Anonimo scrive:
    5 --
    non essendoci in ballo Linux ne Windows.
Chiudi i commenti