Italia, no agli acquisti SIAE a marzo

Negli USA parte oggi l'annunciato boicottaggio dei prodotti RIAA che ora trova una sponda italiana: il Partito Pirata diffonde un appello a tutti affinché qualsiasi prodotto marchiato SIAE sia evitato come la peste per tutto il mese

C’è un solo modo per far valere le ragioni di chi vuole un altro diritto d’autore nell’era di Internet ed è quello di ferire chi difende lo status quo là dove più fa male: il portafogli. Con questo spirito si presenta un appello pubblico agli italiani diffuso dall’associazione Partito Pirata italiana, un appello per uno sciopero degli acquisti per l’intero mese di marzo.

L’idea è di sfruttare il momento favorevole: non solo negli Stati Uniti proprio oggi parte il mese del boicottaggio della musica diffusa dalle major statunitensi della RIAA ma non è mai stato così duro lo scontro anche qui da noi tra i sostenitori delle libertà digitali e l’ ancien régime della produzione industriale.

L’associazione, si legge in una nota ripresa anche su GeekPlace , invita “ad astenersi dagli acquisti di brani musicali o filmati video protetti dalla SIAE per tutto il mese di Marzo”.

“Le iniziative della SIAE per lo sfruttamento della cultura a beneficio degli editori piuttosto che degli autori – si legge nell’appello – devono essere ridimensionate. A sostegno di una sensibilizzazione politica sul problema, l’unico modo di farsi valere, come fruitori, è di toccare i detentori dei diritti, che sono ormai considerati dinastici, nel portafoglio. Per il mese di Marzo asteniamoci quindi dall’acquisto di qualsiasi brano audio/video protetto dalla SIAE”.

E non si parla solo di supporti, come CD o DVD, ma anche di rappresentazioni teatrali : il PP invita a non pagare la porzione SIAE dei biglietti di quegli esercizi in cui si rappresentano opere di Pirandello o Deledda, il cui lavoro è ormai libero da royalty .

Un boicottaggio a tutto tondo con cui, questa la speranza del PP, si potrebbe dare l’avvio ad una (r)evolution. Secondo l’associazione infatti i consumatori italiani hanno solo da giovarsi di una iniziativa di questo tipo, “affinché si possa finalmente dibattere su una più equa ripartizione dei diritti e dei doveri di chi specula sulla cultura e di chi alla cultura ha diritto”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • angela torno scrive:
    Isola di A.Di Pietro
    Posso personalmente confermare l'attività che si sta svolgendo sull'Isola di A.Di Pietro - Never Land, inquanto come gruppo IDV-Agorà, stiamo crescendo numericamente e ci attiviamo anche settimanalmente con tema specifici ed attuali- in SL torno Kohime - a Never Land
  • Anonimo scrive:
    ANTONELLO DE PIERRO A LADISPOLI
    Il popolare giornalista candidato con la lista Italia dei ValoriAntonello De Pierro a LadispoliNella cittadina litoranea laziale tanti applausi e consensi per ildirettore di Italymedia.it che ha chiesto a tutti i presenti di riflettere secondo coscienza sul programma del partito e, per tutelare realmente i diritti di tutti, sostenere Italia dei ValoriLadispoli (RM). Grande successo, come da copione, laltra sera a Ladispoli, nei pressi di Roma, per lincontro avuto dal noto giornalista Antonello De Pierro con un folto gruppo di simpatizzanti del partito Italia dei Valori. Il direttore di Italymedia.it che, nella cittadina balneare è candidato al Comune nella lista che fa capo ad Antonio Di Pietro, in un noto ristorante del posto, gremito al limite della capienza, ha presentato il suo programma ed ha spiegato i motivi della sua candidatura. Una scelta nata sulla consapevolezza di unaffinità ideale con la politica del partito, maturata giorno per giorno, dopo il distacco, come ha spiegato lo stesso De Pierro, dallorbita dei Verdi, per alcuni motivi interni che però non ha citato. Da quanto appreso dalla voce del cronista romano, noto per le sue battaglie mediatiche nel campo del sociale e in particolar modo dei diritti, soprattutto sulle frequenze di Radioroma, la sua presenza tra le file della locale lista Italia dei Valori, non nasce da un proposito di affermazione personale, ma dalla volontà di apportare un contributo di esperienza professionale al partito, che tra laltro per queste elezioni amministrative 2007 ha schierato una squadra fortemente competitiva, rappresentando praticamente tutte le figure delluniverso sociale. Un gruppo compatto, che fa paura a molti, che pur tra una raffica di tentativi di contrasto, punta dritto alla linea del traguardo finale, con la previsione ottimistica di un altisonante successo svelato dallatteso verdetto delle urne. A capeggiare la lista è Giovanni Crimaldi, segretario politico di Ladispoli, seguito dal segretario dei giovani Biagio Camicia, ma tra gli altri spiccano il vicesegretario Silvio Leo e lingegnere informatico Giacinto Spinillo. Ben rappresentate anche le donne, da Valentina Fanelli, esperta di diritto, a Valentina Ferrara e ancora a Clara De Ruosi. De Pierro, legato alla corrente capeggiata dal segretario romano Roberto Soldà, si è avvicinato al movimento che ha fondato la sua linea politica sui temi dei valori e della legalità, dopo la posizione assunta da Antonio Di Pietro sullindulto, quando ha ingaggiato una furiosa battaglia giornalistica contro il provvedimento, che potrebbe sintetizzarsi in quanto scritto allindirizzo http://www.italymedia.it/editoriale/010.htmlMa per comprendere meglio la linea portata avanti dallattivissimo e intransigente direttore di Italymedia.it pubblichiamo una sintesi di quanto detto laltra sera, rimandando per gli approfondimenti generali al sito ufficiale della sua candidatura http://www.italymedia.it/depierroladispoli Cari amici, sono qui per comunicarvi i motivi che mi hanno spinto ad accettare la candidatura alla carica di consigliere per il Comune di Ladispoli.Parto innanzitutto dalla scelta della lista, la cui offerta ho accettato con grande entusiasmo. Quando alcuni mesi or sono si è votata in Parlamento la vergognosa legge sullindulto, in cui ogni compagine partitica sembrava avere più o meno qualche interesse elettorale, e il partito Italia dei Valori, con in testa il suo presidente Antonio Di Pietro, si è opposto immediatamente a tale manovra legislativa che vanificava il lavoro di magistratura e forze dellordine e mortificava il concetto di legalità, lanciando un messaggio fortemente negativo al tessuto sociale e abbassando sensibilmente nei profili mentali della gente lindice di gravità di alcuni reati, io personalmente mi sono subito schierato contro questo grave provvedimento, che va ad inficiare la sicurezza e il concetto stesso di legalità, contenendo tra laltro elementi paradossali e illogici, scrivendo immediatamente un editoriale sullargomento, pubblicato tra le pagine di Italymedia.it, il portale di informazione di cui sono direttore, allindirizzo http://www.italymedia.it/editoriale/010.htmlLe affinità ideali col movimento di Antonio Di Pietro, mi hanno avvicinato al gruppo, maturando sempre più la convinzione di avere un alto numero di elementi concettuali in comune, anche dopo aver ascoltato più volte con attenzione gli interventi politici del leader. Il senso di giustizia sociale e lalto spirito di legalità, elementi che hanno da sempre illuminato e guidato il mio percorso giornalistico, costantemente al servizio della gente e mai delle trame del potere, li ho colti integralmente nei concetti espressi, perfettamente allineati con i miei, e tra laltro uditi per la prima volta dalla voce di un politico, esplicitati con grande spontaneità e passione oratoria, senza la minima traccia di retorica. Ho trovato tra laltro un gruppo di altri tempi, dove il protagonismo del singolo non trova spazio e se accenna ad emergere viene subito soffocato, dove la struttura oligo-verticistica è una prerogativa di altri, dove invece lo spirito di gruppo regna sovrano e porta avanti gli ideali verso un successo di affermazione dei principi sostenuti e giammai del singolo elemento. Unoasi di sana politica su un proscenio generale di cariatidi incollate agli scranni, in nome di un potere da difendere strenuamente, dove le esigenze del popolo sono relegate ai margini più remoti delle priorità e il tutto è condito da demagogia esasperata e distribuita copiosamente al solo fine di racimolare consensi elettorali.Giornalisticamente mi sono sempre adoperato, insieme ai miei collaboratori, per denunciare inefficienze, abusi, soprusi, ed ho pensato di contribuire allaffermazione dei principi di giustizia anche tramite un impegno politico.Nellarido deserto di valori in cui purtroppo boccheggia la nazione, cè urgente bisogno di affermare gli stessi con impegno ed abnegazione, da parte di tutti coloro i quali credono che il cambiamento sia realmente possibile e non solo impantanato in sterili speranze di sapore onirico e utopistico. La scelta di Ladispoli è da ricercare in un antico legame che ho il piacere di avere con la cittadina alle porte di Roma. Si tratta di un legame affettivo, fatto di elementi relazionali amicali con alcuni cittadini, nonché di elementi turistici, nel senso di averla scelta da sempre come meta per le mie sortite fuori porta.
  • Anonimo scrive:
    su SL mi piacerebbe...
    ...mandare definitivamente Di Pietro e la maggior parte dei politici italiani... seguiti da una bella fetta di giornalisti e star televisive... E godermi finalmente la mia prima vita!
  • deltree scrive:
    Di Pietro, licenzia i tuoi consulenti...
    Il Blog è stata un'idea intelligentissima. Fare il gioco di Linden Labs, mettendo una presenza di peso Italiana in quel baraccone mediatico che non riesce ancora a convincere nessuno, un po' meno.E' giusto avvalersi di consulenti d'immagine o esperti di comunicazione ma, per favore, che almeno facciano delle scelte con cognizione di causa e non perché hanno letto molto e capito poco di cosa sia in realtà SL. All'inizio (anni fa) il mio giudizio su SL era positivo ed entusiasta. SL è una bolla che si sgonfia in fretta a meno di non iniziare ad usarla come sfogo per attività molto particolari, attività che di solito presuppongono sempre una transazione economica che va da una persona con evidenti problemi relazionali ad una senza scrupoli che non ha problemi etici a sfruttarla (e, che, per esempio, potrebbe essere in realtà un agente stesso di Linden che "muove l'economia", per così dire).Si certo, su Second Life c'è anche altro: la sede di qualche istituzione pubblica o privata perennemente vuota (basta che lo sappia il Times), qualche evento occasionale per far salire il trendy-meter di qualche celebrità sponsorizzata da MTV e un sacco di gente che ci va per far tutto tranne che cultura o bisogno di costruire una societa virtuale. Lo stesso che accade in qualsiasi altra chat del mondo. Non nego che vedere sino a che punto può arrivare il cattivo gusto delle persone è affascinante, lo è un po' meno associarci una personalità pubblica legata ad un episodio molto edificante della storia della nostra politica nazionale.Sarebbe come discutere della pena di morte durante un Rave Party.
    • Anonimo scrive:
      Re: Di Pietro, licenzia i tuoi consulent
      Quoto in toto. Aggiungo pure che di vita ce n'è una sola, non c'è Second Life che tenga.
  • Anonimo scrive:
    Qualche informazione concreta su SL
    Si sta formando una comunita' di italiani che usano, o provano a usare Second Life:http://secondlifeitalia.com/communityNon esiste una documentazione ufficiale in italiano ma e' stato messo in piedi un Wiki che ha gia' qualche decina di pagine di informazioni:http://secondlifeitalia.com/wikiQui vengono recensiti posti interessanti in Second Life e appaiono altre notizie. Ci sono inoltre link ad ulteriori blog in italiano su Second Life:http://www.secondlifeitalia.com/blog
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualche informazione concreta...
      Che bello! Possiamo prendere virtualmente a calci i nostri politici? Oppure anche lì ci sono scorte di poliziotti e carabinieri? 8)
  • Anonimo scrive:
    Linden Lab Bin Laden.
    Le lettere che compongono "Linden Lab" sono le stesse che compongono "Bin Laden" più una L. Si può quindi dire che all'interno di "Linden Lab" c'è "Bin Laden". Inquietante...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linden Lab Bin Laden.
      - Scritto da:
      Le lettere che compongono "Linden Lab" sono le
      stesse che compongono "Bin Laden" più una L. Si
      può quindi dire che all'interno di "Linden Lab"
      c'è "Bin Laden".
      Inquietante...ecco perchè non lo trovano... (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Linden Lab Bin Laden.
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Le lettere che compongono "Linden Lab" sono le

        stesse che compongono "Bin Laden" più una L. Si

        può quindi dire che all'interno di "Linden Lab"

        c'è "Bin Laden".

        Inquietante...

        ecco perchè non lo trovano... (rotfl)perché, non lo sapevi che bin laden è un personaggio virtuale? mica esiste davvero...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linden Lab Bin Laden.
      ecco allora dove si è nascosto!!!sshh... non farti sentire altrimenti comincia ad esportare democrazia anche lì! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Linden Lab Bin Laden.
        avevo scritto "...altrimenti B*sh comincia..."certe parole sono filtrate???
        • Anonimo scrive:
          Re: Linden Lab Bin Laden.
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          avevo scritto "...altrimenti B*sh comincia..."



          certe parole sono filtrate???

          :| :o
          ma veramente?
          inquietante!

          now i try


          Bush, JICS, RSP, ISS, JDF, B*sh
  • Funz scrive:
    Re: Avviare una attivita economica
    Se hai capacita' da giardiniere, puoi proporti come designer di giardini in un qualche stile, magari creando nuove varieta' vegetali da usare... qualcuno che vuole arricchire la sua proprieta' virtuale con un bel giardino esclusivo forse sara' disposto a sborsare i dolla :)Da qui a diventare milionario pero'...(ghost)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 marzo 2007 11.09-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Grande Di pietro!
    Inizialmente, quando ero piccolo e pendevo dalle minchiate di mediaset, sgarbi e affini mi eri antipatico ma ora sono cresciuto e le cose sono cambiate.. ti apprezzo ogni giorno di piu'. Non sarai un maestro di retorica ma apprezzo la tua umilta' e le tue battaglie di civilta' e legalita' . Continua cosi'!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande Di pietro!
      - Scritto da:
      Inizialmente, quando ero piccolo e pendevo dalle
      minchiate di mediaset, sgarbi e affini mi eri
      antipatico ma ora sono cresciuto e le cose sono
      cambiate.. ti apprezzo ogni giorno di piu'. Non
      sarai un maestro di retorica ma apprezzo la tua
      umilta' e le tue battaglie di civilta' e
      legalita'
      .

      Continua cosi'!!!
      Quoto... Di Pietro è avanti... molto più avanti di tanti politici.
      • Anonimo scrive:
        Re: Grande Di pietro!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Inizialmente, quando ero piccolo e pendevo dalle

        minchiate di mediaset, sgarbi e affini mi eri

        antipatico ma ora sono cresciuto e le cose sono

        cambiate.. ti apprezzo ogni giorno di piu'. Non

        sarai un maestro di retorica ma apprezzo la tua

        umilta' e le tue battaglie di civilta' e

        legalita'

        .



        Continua cosi'!!!



        Quoto... Di Pietro è avanti... molto più avanti
        di tanti
        politici.Si, è passato dalla demagogia televisiva alla demagogia in rete...
        • Anonimo scrive:
          Re: Grande Di pietro!

          Si, è passato dalla demagogia televisiva alla
          demagogia in
          rete...ce ne fossero altri 100 a fare "demagogia" come lui invece dei soliti cHpkbWVyZGFsYWRyaWVtYWZpb3Np che ci governano...meglio uno che si lamenta e prova qualcosa di nuovo che i vecchiacci scaldapoltrone spacciasicurezze da 23'000 euro al mese per fare NULLA.imho, naturalmente
          • Anonimo scrive:
            Re: Grande Di pietro!
            - Scritto da:

            Si, è passato dalla demagogia televisiva alla

            demagogia in

            rete...

            ce ne fossero altri 100 a fare "demagogia" come
            lui invece dei soliti
            cHpkbWVyZGFsYWRyaWVtYWZpb3Np che ci
            governano...

            meglio uno che si lamenta e prova qualcosa di
            nuovo che i vecchiacci scaldapoltrone
            spacciasicurezze da 23'000 euro al mese
            per fare
            NULLA.

            imho, naturalmenteQUOTO e SOTTOSCRIVO
  • Anonimo scrive:
    I digital divisi non hanno una 1a vita!
    Come fanno questi a frequentare second life che mi pare abbia bisogno di una connesione pittosto veloce per essere navigato?Sarei curioso di sapere se Di Pietro nella sua cascina del Bergamasco ha attiva già l' ADSL, mentre per molti è un miraggio persino se vivono in qualche periferia di città capologuo di provincia!
    • Anonimo scrive:
      Re: I digital divisi non hanno una 1a v
      e allora? che colpa ne ha lui?E' un grande perchè cerca sempre di fare qualcosa di nuovo, sfruttando la tecnologia, Internet, che ci consente di dialogare senza intermediari televisivi o giornalistici.Perciò: grande Tonino!
      • Anonimo scrive:
        Re: I digital divisi non hanno una 1a v
        - Scritto da:
        e allora? che colpa ne ha lui?
        Non è che sia colpa sua.Ma il problema rimane.Con un 56 k la navigazione su SL te la scordi e se molte istituzioni continuano a far quelo che Di Pietro fa- lo steso dicasi per i video su You tube- esser digital divisi significherà sempre più essere impossibilitati a vivere secondo regole democratiche che presuppongono pari accesso alle informazioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: I digital divisi non hanno una 1a v
      già!!!e il suo (e mio) paese, Montenero di Bisaccia, lotta da anni per una qualche forma di banda larga... :(
  • Anonimo scrive:
    Cioè, fatemi capire...
    Vado nel mondo virtuale per evadere un po'dai problemi della vita reale e cosa ci trovola dentro???Le stesse cose che ci sono nella vita reale !! (a parte gente che svolazza e crea oggetti dal nulla)LOL(ghost)(ghost)(ghost)Firmato:UnoCheHaProvatoSecondLifeMaCheLoHaDisinstallatoDopoQualcheOra
    • Anonimo scrive:
      Re: Cioè, fatemi capire...
      Second Life è patetico, come il fatto che Punto Informatico ne parli a piè sospinto, per ogni scorreggietta degli avatars virtuali...
  • Anonimo scrive:
    Ma se il virtuale ....
    diventa PAlloso come il reale ....mi sa che dobbiamo tornare a Drogarci ...per evade da questa m.Buon CANNONE a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se il virtuale ....
      - Scritto da:
      diventa PAlloso come il reale ....

      mi sa che dobbiamo tornare a Drogarci ...
      per evade da questa m.


      Buon CANNONE a tuttiFate l'Amore, non fare la guerra! 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se il virtuale ....
      - Scritto da:
      diventa PAlloso come il reale ....

      mi sa che dobbiamo tornare a Drogarci ...
      per evade da questa m.


      Buon CANNONE a tutti(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se il virtuale ....
      LOL ho fatto un post simile al tuo... pardon non l'avevo ancora letto.(troll)
  • Anonimo scrive:
    Di Pietro + Vivox
    Oddio vi prego NON fatelo parlare! (rotfl)Fateje fà l'isoletta co la bandieruccia (sempre che non venga rapito dagli "altri") ma se si mette a parlare è un bagno di sangue :DM.
  • Anonimo scrive:
    Bella trovata quella di Di Pietro !
    Stavolta, lo devo ammettere, Di Pietro mi ha stupito in positivo.Certo, dal farsi l'isoletta all'utilizzarla in modo concreto ne corre un po', visto che anche chi frequenta la rete non e' detto frequenti questo Second Life, pero' l'idea e' buona come principio e poi si presta a un sacco di utilizzi comunicativi futuri.Certo e' che se tutti i nostri Politici fossero cosi', le cose nel nostro bel paese andrebbero diversamente...
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella trovata quella di Di Pietro !
      - Scritto da:
      Stavolta, lo devo ammettere, Di Pietro mi ha
      stupito in
      positivo.

      Certo, dal farsi l'isoletta all'utilizzarla in
      modo concreto ne corre un po', visto che anche
      chi frequenta la rete non e' detto frequenti
      questo Second Life, pero' l'idea e' buona come
      principio e poi si presta a un sacco di utilizzi
      comunicativi
      futuri.

      Certo e' che se tutti i nostri Politici fossero
      cosi', le cose nel nostro bel paese andrebbero
      diversamente...Qualcuno a fare politica concreta deve pur rimanerci, le poltrone virtuali non consentono ancora di venire eletti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella trovata quella di Di Pietro !
      - Scritto da:
      Stavolta, lo devo ammettere, Di Pietro mi ha
      stupito in
      positivo.

      Certo, dal farsi l'isoletta all'utilizzarla in
      modo concreto ne corre un po', visto che anche
      chi frequenta la rete non e' detto frequenti
      questo Second Life, pero' l'idea e' buona come
      principio e poi si presta a un sacco di utilizzi
      comunicativi
      futuri.

      Certo e' che se tutti i nostri Politici fossero
      cosi', le cose nel nostro bel paese andrebbero
      diversamente...Sarà.Ma anche quell'altro col blog sembrava uno che aveva a cuore la rete e poi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bella trovata quella di Di Pietro !
        i politici vivono già in un loro mondo virtuale, dato che sono vicini alla gente giusto il tempo di prendere il voto e poi.... arrivederci e grazie. Non hanno bisogno di second life per estraniarsi
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella trovata quella di Di Pietro !
      certo, se per esempio il suo ex compagnuccio de gregorio su quell'isola ci andasse a vivere in effetti la politica ne guadagnerebbe non poco...
Chiudi i commenti