ITC: Motorola non viola i brevetti Apple

Dei 18 brevetti contestati da Cupertino, gli smartphone Android di Motorola non ne violerebbero nessuno

Roma – L’ International Trade Commission (ITC) ha stabilito che gli smartphone Droid (Droid, Droid 2, Droid X e gli altri) di Motorola non violano i brevetti Apple .

Si tratta di una sentenza preliminare che deve dunque attendere ora la conferma della sessione plenaria dell’ITC, ma così com’è arresta in parte la strategia offensiva di Cupertino nei confronti degli smartphone Android: oltre a Motorola, Apple ha denunciato anche Samsung (una guerra ormai mondiale ) e HTC .

Ai dispositivi Droid di Motorola, Cupertino aveva contestato davanti all’ITC la violazione di 18 suoi brevetti . Si trattava, tuttavia, solo dell’ultimo capitolo di questo fronte di scontro, che vedeva le due aziende contrapposte anche a diverse corte federali e che era stato aperto proprio da Motorola che aveva tirato in ballo suoi brevetti sulla tecnologia 3G e GPRS.

La Commissione, l’organo federale che ha il potere di bloccare le importazioni in caso di violazione di proprietà intellettuale, recentemente è spesso stata chiamata in causa per dirimere questioni che vedono coinvolte grandi aziende ICT: tra gli ultimi casi decisi, aveva per esempio dato ragione ad Apple giudicando i suoi prodotti non in infrazione dei brevetti contestategli da HTC e (in parte) condannato Motorola con una decisione preliminare che la trova in violazione di quattro rivendicazioni di uno solo dei sette brevetti che Microsoft le contestava.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Il Gargilli scrive:
    Schettino Nyan Cat
    http://www.youtube.com/watch?v=qNMFUWnwUJA
  • testadipazz o scrive:
    Del blocco siciliano non si parla
    Del blocco Siciliano (benzina) non si parla granché, però, vero?http://www.leggo.it/articolo.php?id=159117
  • Surak 2.0 scrive:
    Il video
    Il video lo hanno fatto vedere pure ad un tg (mi pare La 7) dicendo una roba tipo "direttamente dai passeggeri stanno arrivando incredibili riprese come questa dove si vede... tramite le telecamere di sorveglianza".. magari farsi venire il dubbio che un passeggero non si mette certo a prendere le registrazioni delle camere di sorveglianza per poi metterle in rete nel giro di poche ore, poteva accendere un campanello d'allarme come infatti mi sono chiesto io (tra l'altro se non sbaglio hanno detto che loro le riprendevano da un tg tedesco). Purtroppo però ormai i giornalisti sono delle vere macchiette e si bevono quasi di tutto (o perchè oprorpio non c'arrivano o perchè non hanno voglia di controllare)
  • arin scrive:
    il tuttologo
    In atletica c'è il velocista, che corre i 100 o i 200 metri, e il podista che corre i 10000 metri o i 20 km di marcia. A memoria non ricordo un atleta che abbia voluto eccellere contemporaneamente come velocista e come podista. Chi ci ha provato l'ha fatto con risultati mediocri.Qui abbiamo un tuttologo della comunicazione che vuole eccellere sia nel commento istantaneo di ciò che è appena sucXXXXX che nella successiva analisi di approfondimento, con risultati altrettanto mediocri. Però, a differenza dell'atleta tuttofare che ha dovuto abbandonare le piste, le luci della ribalta sono sempre accese per il tuttologo. Evidentemente anche tra il pubblico delle manifestazioni di atletica e quello che segue gli esperti della comunicazione c'è una differenza sostanziale.
  • Wolf01 scrive:
    Repubblica, il Corriere e gli altri
    "Repubblica, il Corriere e gli altri sarebbero arrivati con ore di distanza anche nelle loro edizioni web"Forse perché aspettavano di avere abbastanza materiale da copiare, perché ormai il giornalismo sembra essersi ridotto a quello :(
    • sbrotfl scrive:
      Re: Repubblica, il Corriere e gli altri
      - Scritto da: Wolf01
      "Repubblica, il Corriere e gli altri sarebbero
      arrivati con ore di distanza anche nelle loro
      edizioni
      web"

      Forse perché aspettavano di avere abbastanza
      materiale da copiare, perché ormai il giornalismo
      sembra essersi ridotto a quello
      :(COnsiderando poi che PI non è famoso per la tempestività degli articoli...
  • Osvy scrive:
    Nel loro piccolo, i giornalisti TV hanno
    .. perso un'ulteriore occasione di non sparare stupidaggini: se avete seguito i report TV, quasi tutti insistono sull'affondamento della nave a "90 gradi", proprio mentre passano centinaia di foto ed immagini che mostrano chiaramente che siamo sui 70-75.. non che sia un grandissimo problema, però "dimostra" a mio parere "l'abitudine" dei giornalisti ad essere "inaccurati" (superficiali? sensazionalisti? esageratori?) anche quando si trovano a 10 metri dall'evidenza... dubitare, dubitare sempre, Kazzenger insegna..ps - non escluderei che chi ha postato il falso video, possa averlo fatto anche al fine di "provocazione", per vedere se qualcuno abboccava
    • 8080 scrive:
      Re: Nel loro piccolo, i giornalisti TV hanno
      - Scritto da: Osvy
      quasi
      tutti insistono sull'affondamento della nave a
      "90 gradi"Si sono confusi con l'Italia.
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Nel loro piccolo, i giornalisti TV hanno
      - Scritto da: Osvy
      .. perso un'ulteriore occasione di non sparare
      stupidaggini: se avete seguito i report TV, quasi
      tutti insistono sull'affondamento della nave a
      "90 gradi", proprio mentre passano centinaia di
      foto ed immagini che mostrano chiaramente che
      siamo sui 70-75.. non che sia un grandissimo
      problema, però "dimostra" a mio parere
      "l'abitudine" dei giornalisti ad essere
      "inaccurati" (superficiali? sensazionalisti?
      esageratori?) anche quando si trovano a 10 metri
      dall'evidenza... dubitare, dubitare sempre,
      Kazzenger
      insegna.. E tu pensi che i giornalisti abbiano nozioni elementari di trigonometria?
      ps - non escluderei che chi ha postato il falso
      video, possa averlo fatto anche al fine di
      "provocazione", per vedere se qualcuno
      abboccavaInfatti Mantellini ha ingoiato anche l'esca... :(
      • Osvy scrive:
        Re: Nel loro piccolo, i giornalisti TV hanno
        - Scritto da: Mela avvelenata

        esageratori?) anche quando si trovano a 10
        metri

        dall'evidenza... dubitare, dubitare sempre,

        Kazzenger

        insegna..

        E tu pensi che i giornalisti abbiano nozioni
        elementari di trigonometria?Beh, mi sembra che molti sanno cosa voglia dire almeno "90 gradi"... ;-)
        • poiuy scrive:
          Re: Nel loro piccolo, i giornalisti TV hanno

          Beh, mi sembra che molti sanno cosa voglia dire almeno "90 gradi"...Si, ma non per motivi trigonometrici ;)
      • sbrotfl scrive:
        Re: Nel loro piccolo, i giornalisti TV hanno
        - Scritto da: Mela avvelenata
        E tu pensi che i giornalisti abbiano nozioni
        elementari <s
        di
        trigonometria </s
        ?FiXED ;)
  • Zarbogast scrive:
    la regola di wikipedia
    Io a fare "il buon giornalista" (o stare zitto) l'ho imparato su wikipedia. Se non sei in grado di citare una fonte attendibile, difendibile, in modo che la tua voce sia meno (o per nulla) soggetta a "challenge", allora fai a meno di scriverla. Perché se vuoi fare lo scrittore o ciarlare, hai mille altri modi liberi di farlo.Un lavoro SERIO fatto su wikipedia ti insegna a guardare il lavoro dei giornalisti professionisti, specie alla luce delle sbugiardate o dell'evidenza di comportamenti eticamente o professionalmente risibili anche trovati su questa testata (grazie Mante!) , e trovare che c'è gente stanca, gente obbligata, testate controllate e così via. Quello a cui dovrebbe portare tutto questo mondo di informazione è - secondo me - ad una revisione sulle leggi che regolano la libertà di stampa, informazione, espressione, privacy e - soprattutto - diffamazione.Per poter dire la VERITA' bisogna essere un po' più liberi. Per non lasciare che a dire ciò che io so debba passare un intermediario, io devo sentirmi sicuro che se sto dicendo la verità e posso provarla, non devo temere querele per diffamazione.Invece la diffamazione non funziona in questo modo. Forse un esame da giornalista può contare nella vita di tutti, ma è essenziale che si cambi atteggiamento sulla protezione del CITTADINO COMUNE che voglia raccontare un fatto. Dev'essere più protetto, come dev'essere protetto colui del quale viene detto il falso e colui che vuole proteggere ragionevolmente la propria vita privata.Invece quando osserviamo ciò che succede alle informazioni di vera pubblica utilità ci rendiamo conto che il gossip è ciò che viene spacciato per informazione mentre raramente sarà possibile dire la verità sul mondo industriale o aziendale o lavorativo DA DENTRO ad esempio. Quello che c'è da temere sono accordi di nondisclosure laddfove invece vorremmo più trasparenza.La verità, quella vera, quella che tratta banalità meschine che sono i mattoncini della più enorme corruzione che corrode il paese, è davvero difficile raccontarla. Perché ognuno di noi Italiani fa tante piccole meschinerie che difende senza vergogna, pensando sempre che lui può, che tanto cosa vuoi che sia, che non potrò mica star dietro a tutte le cose che non si possono fare.E così si fa comunella su tante cose che ci rovinano come paese e che offendono i singoli individui nella loro umanità.Associarsi, per chiarire, non è "fare comunella". Fare comunella è andare al bar a dire che questi qua (gli altri, chiunque essi siano) che vogliono sempre sono dei gran e il governo dovrebbe farli smettere! - quando questa cosa qualsiasi loro la vogliono allo stesso modo e guai a chi gliela toglie.Il giornalista del paesello che solleva il sassetto sotto il quale fa pasticci da una vita il commerciante truffatore , il giornalista recensore che dice che quella tal merce a lui fa schifo e che l'altra è di buona qualità, l'altro che dice che la tal'altra cosa non è genuina e non viene dal paese indicato, l'altro che intervista i dipendenti maltrattati di un'azienda, l'altro ancora che intervista i clienti e pone l'accento su cose di sostanza invece che d'apparenza... ecco, tutti costoro sono soggetti a querele, minacce indirette, intimidazioni economiche, ritorsioni personali o verso parenti.Quando ogni singolo cittadino potrà liberamente trattare gli argomenti che conosce di persona e riesce a documentare (già questo è difficile) senza temere denuncie per diffamazione o querele, allora il vero mondo dell'informazione via web sarà possibile.Altrimenti ok, ringraziamo che c'è una migliore comprensione del mezzo.Quando però sarà possibile che di fukushima si sappia quando succede e non quando vogliono loro, che in un'azienda ci sia un tramaccio che i dipendenti conoscono e venga fuori in tempo zero, che in una banca si commettano illeciti che nessuna guardia di finanza viene a controllare ... allora saremo arrivati.Chi spinge perché la legge vada verso la Verità ?A qualcuno interessa?
    • gioca90 scrive:
      Re: la regola di wikipedia
      sembra che una piccola svolta sia stata fatta; speriamo di essere in grado di coglierla.
    • Osvy scrive:
      Re: la regola di wikipedia
      - Scritto da: ZarbogastComplimenti, un bel post. Non ho il tempo di commentarlo, purtroppo. ciao
      • sbrotfl scrive:
        Re: la regola di wikipedia
        - Scritto da: Osvy
        - Scritto da: Zarbogast

        Complimenti, un bel post. Non ho il tempo di
        commentarlo, purtroppo.
        ciaoSe hai avuto il tempo di leggerlo il peggio è passsato :D
  • lo dicevo io scrive:
    Censurano commenti negaviti
    Sul loro blog se notato ci sono esclusivamente commenti positivi. Se provate ad inserirne uno "contro" viene cancellato.
    • krane scrive:
      Re: Censurano commenti negaviti
      - Scritto da: lo dicevo io
      Sul loro blog se notato ci sono esclusivamente
      commenti positivi. Se provate ad inserirne uno
      "contro" viene cancellato.Chi ???
      • Zarbogast scrive:
        Re: Censurano commenti negaviti
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: lo dicevo io

        Sul loro blog se notato ci sono
        esclusivamente

        commenti positivi. Se provate ad inserirne
        uno

        "contro" viene cancellato.

        Chi ???chi - cosa ?
        • Zantaf scrive:
          Re: Censurano commenti negaviti
          - Scritto da: Zarbogast
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: lo dicevo io


          Sul loro blog se notato ci sono

          esclusivamente


          commenti positivi. Se provate ad inserirne

          uno


          "contro" viene cancellato.



          Chi ???

          chi - <i
          cosa </i
          ?chi - cosa <i
          quando </i
          ?
          • bertuccia scrive:
            Re: Censurano commenti negaviti
            - Scritto da: Zantaf

            chi - cosa <i
            quando </i
            ?ma soprattutto... perchè??
          • sbrotfl scrive:
            Re: Censurano commenti negaviti
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: Zantaf



            chi - cosa <i
            quando </i
            ?

            ma soprattutto... perchè??Dove????
          • Osvy scrive:
            Re: Censurano commenti negaviti
            - Scritto da: sbrotfl
            - Scritto da: bertuccia

            - Scritto da: Zantaf





            chi - cosa <i
            quando </i

            ?



            ma soprattutto... perchè??

            Dove????che fate, Concordate?...(immagino si riferisse al blog della Costa Crociere)
          • sbrotfl scrive:
            Re: Censurano commenti negaviti
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: sbrotfl

            - Scritto da: bertuccia


            - Scritto da: Zantaf







            chi - cosa <i
            quando
            </i


            ?





            ma soprattutto... perchè??



            Dove????

            che fate, Concordate?...

            (immagino si riferisse al blog della Costa
            Crociere)D:
          • Rupert Sciamenna scrive:
            Re: Censurano commenti negaviti
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: sbrotfl

            - Scritto da: bertuccia


            - Scritto da: Zantaf







            chi - cosa <i
            quando
            </i


            ?





            ma soprattutto... perchè??



            Dove????

            che fate, Concordate?...

            (immagino si riferisse al blog della Costa
            Crociere)Poteva benissimo trattarsi di PI, dove accade sempre lo stesso fenomeno della scomparsa delle critiche.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: Censurano commenti negaviti
            - Scritto da: Zantaf
            - Scritto da: Zarbogast

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: lo dicevo io



            Sul loro blog se notato ci sono


            esclusivamente



            commenti positivi. Se provate ad
            inserirne


            uno



            "contro" viene cancellato.





            Chi ???



            chi - <i
            cosa </i
            ?

            chi - cosa <i
            quando </i
            ?chi cosa quando dove?
Chiudi i commenti