Java in XP, MS contrattacca Sun

Dopo aver presentato una lunga difesa, Microsoft ora parte all'attacco e accusa l'avversaria di aver violato alcune leggi e il contratto fra le due società. Il procedimento d'appello s'infiamma


Richmond (USA) – Nella causa in corso con Sun, Microsoft ha presentato una controquerela con cui accusa l’avversaria di aver violato, nel corso degli ultimi anni, il contratto esistente fra le due società e le leggi californiane sulla concorrenza leale.

Nel documento presentato presso la corte d’appello, il big di Redmond afferma che Sun “intraprese azioni con il deliberato intento di danneggiare la competitività di Microsoft”. Fra queste azioni Microsoft include anche il recente tentativo, da parte dell’avversaria, di obbligarla ad integrare la più recente versione di Java in Windows XP.

Queste accuse vanno ad aggiungersi alle 83 pagine della propria difesa in cui Microsoft ha chiesto alla corte d’appello che cancelli definitivamente l’ ordinanza emessa lo scorso 21 gennaio dal giudice J. Frederick Motz: quest’ultimo, come si ricorderà, aveva sentenziato l’obbligo, per Microsoft, di includere la versione di Java sviluppata da Sun in ogni futura copia di Windows XP ed Internet Explorer e nelle future release dei relativi service pack.

Sun si è limitata a dichiarare, attraverso il suo vice presidente Lee Patch, che porterà in tribunale le prove necessarie per smentire Microsoft e ribadire l’opportunità e l’urgenza delle proprie azioni legali.

Microsoft, che ha nel frattempo già ottenuto una sospensione dell’ingiunzione preliminare, spera di poter ribaltare quanto prima il verdetto di Motz.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Akiro scrive:
    finalmente ne kiudon quacuno...
    peccato che per 10 chiusi ne riaprono altrettanti su altri server e ari-giù con lo spam...-_-
  • Anonimo scrive:
    Ma come mai ....
    La famosa SIAE non si d'ha da fare per bloccare questa gente ?O forse potremmo supporre che è più facile rompere le palle ad un poveretto che si copia un cd, invece che ad organizzazioni che si appoggiano su telecom ( e che le fanno guadagnare) ?Dolo ? Ignoranza dei fatti ? Malaffare ?E che dire delle prodi forze dell' ordine che arrestano i piccoli spacciatori di CD , e non si danno minimamente da fare per chi truffa i poveretti con questa robaccia ?Siamo proprio in Italia........ poveri noi.
    • LockOne scrive:
      Re: Ma come mai ....
      - Scritto da: Anonimo
      La famosa SIAE non si d'ha da fare per
      bloccare questa gente ?
      O forse potremmo supporre che è più facile
      rompere le palle ad un poveretto che si
      copia un cd, [cut]oggi e' una bella giornata, appena tornato da mio primo caffe'. tra il bar e l'ufficio, mentre passeggiavo godendomi il cielo blu, sono inciampato in un lenzuolo messo ai bordi della strada (area pedonale della citta', arredi urbani eleganti e affitti impossibili). in un lenzuolo, dicevo, steso da un simpatico ragazzo africano. sopra, tutta la sua mercanzia: ciddi' fasulli. decine e decine.mi scuso col tipo, che sorride, e ci salutiamo.li' vicino incrocio un mio caro amico, vigile annonario (giuro). ciao, ciao, come va? eh, finalmente sembra che il freddo passi.nessuno dice alcunche' a nessuno. tutto scorre.rientro in ufficio, e penso ad una delle postazioni sulla quale gira una copia di un software piratato. e' vero, rischio la galera.ed e' vero, siamo in italia. buongiorno a tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come mai ....
      Telefono alla SIAE e chiedo: "E' vero che la SIAE consente di scaricare le ultime canzoni con i dialers"?E la tipa mi risponde:"scarichi il modulo X alla pagina Y". Ok, faccio io, ma mi dice se e' legale o no. E lei ripete la stessa risposta. Io richiedo gentilmente di nuovo se e' legale scaricare gli ultimi brani MP3 e se e' vero che la SIAE ne da il consenso.E lei mi mette giu' la cornetta.Morale della favola:La SIAE vuole mangiarsi la sua fettina di torta dei dialers (prende dal 5 al 10% di commissioni!), fregandosene altamente se vengono violati i copyright delle case discograficheCosi' si inventa una bella clausola con chi propone i dialers MP3 e dice: "tu dammi una fettina della tua torta e io non ti rompo le scatole". Ecco come va il mondo.Ecco come va internet in Italia.Ecco cosa fanno i "grossi nomi" per tutelare i diritti altrui.
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta d'indagine a PI
      Alla Siae non gliene frega niente come si legge anche nell'altro Post. Ma il bello è un altro: se scarichi il programmino e provi a conneterti non ci riuscirai, cadrà la linea dopo pochi minuti (pagati profumatamente) ... e difatti il materiale protetto da copyright non c'è ... e quindi non si infrange la legge... non quella sul diritto d'autore almeno... si tratta solo di una truffa alla prendi i soldi e scappa...PI indaghi e ci faccia un bell'articolo, magari sputtananando questi profittatori che ingannano gli sprovveduti...- Scritto da: Anonimo
      La famosa SIAE non si d'ha da fare per
      bloccare questa gente ?
      O forse potremmo supporre che è più facile
      rompere le palle ad un poveretto che si
      copia un cd, invece che ad organizzazioni
      che si appoggiano su telecom ( e che le
      fanno guadagnare) ?
      Dolo ? Ignoranza dei fatti ? Malaffare ?
      E che dire delle prodi forze dell' ordine
      che arrestano i piccoli spacciatori di CD ,
      e non si danno minimamente da fare per chi
      truffa i poveretti con questa robaccia ?

      Siamo proprio in Italia........ poveri noi.
  • Anonimo scrive:
    Giusto questa sera ...
    ... al mio indirizzo preferito dagli spammers è arrivata questa mail.Ciao,scusa il ritardo con il quale ti scrivo! Spero che l'indirizzo email #recipient# sia corretto...Comunque ti do l'indirizzo che mi avevi chiesto per scaricare gli mp3 gratis!Mi raccomando non darlo a troppe persone senno fa la fine di Napster..Eccolo:http://members.lycos.nl/marcomp3/http://members.lycos.nl/marcomp3/A presto e scusa ancora,Ciao ciao....puah !Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto questa sera ...
      Anche a me è arrivata la stessa email. Anche tu hai un indirizzo "staff@"? Da un po' di tempo tutte le mie email personali o della società per cui lavoro che hanno un indirizzo "staff@" sono prese d'assalto da spam di vario genere e mi sono accorto che la maggior parte è raggiunta mediante un'email anch'essa di tipo staff@ da cui dipendono molte altre dello stesso tipo. E' permesso creare senza permesso una mailing-list raggiungibile pubblicamente? (Tutti, scrivendo verso la singola email di cui parlavo prima, possono raggiungere migliaia di email, comprese le mie, in tutta italia e con poco sforzo). Gradirei che fosse svolta una ricerca su questo problema da parte di Punto Informatico.
Chiudi i commenti