Kaspersky: Windows Vista non discrimina

In una dichiarazione la società russa controbatte le accuse di McAfee e spiega: il big di Redmond ha tutto l'interesse a lavorare con gli altri produttori del settore

Roma – La celebre società di sicurezza e antivirus russa Kaspersy Labs ha voluto gettare acqua sul fuoco delle pesantissime critiche rivolte a Microsoft da McAfee e altri produttori di settore. Secondo Kaspersky non ci sono prove che il big di Redmond voglia discriminare le softwarehouse specializzate al fine di imporre i propri sistemi di sicurezza con l’arrivo di Windows Vista .

“Da quanto abbiamo potuto osservare di Vista, non possiamo dire che Microsoft stia bloccando l’accesso al suo core” – ha spiegato alla Reuters Natalia Kaspersky, CEO dell’azienda. “Non avrebbe alcun senso per loro smettere di lavorare con altre società di sicurezza, perché questo renderebbe il loro sistema più vulnerabile agli attacchi”.

Ma non è solo questo. Secondo Kaspersky le modalità operative seguite da Microsoft fino a qui sono quelle di collaborazione con gli altri produttori e cambiare questa politica “costringerebbe Microsoft a cambiare completamente il proprio modello di business”.

Le accuse di McAfee, concretizzate in una intervista al Financial Times , non solo tirano in ballo una presunta volontà di Microsoft di dominare nel settore dei software di sicurezza impedendo ai concorrenti di “mettere le mani” a sufficienza sul sistema operativo, ma sono anche propedeutiche alle indagini dell’antitrust europeo , che sembra pronto a punire Microsoft per l’introduzione di un Windows Vista “blindato” ai propri concorrenti in questo settore.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    nessun problema
    In molte aziende si utilizzano i terminal server quindi rimane acceso 24/7 solo il cluster.Oppure ad una certa ora i pc ricevono l'ordine di shutdown da un sistema centrale, l'operatore puo' bloccare l'ordine se sta facendo straordinari.Tutti i pc vengono accesi 15 min prima dell'inizio del orario di lavoro tramite wake on lan per non far perdere tempo agli impiegati obbligandoli ad attendere il boot della postazione.
    • teddybear scrive:
      Re: nessun problema
      - Scritto da:
      In molte aziende si utilizzano i terminal server
      quindi rimane acceso 24/7 solo il
      cluster.Scusa, mi fai il nome di almeno una di queste "molte" aziende? Forse riesco finalmente a convincere i "manager" a considerare un serio piano di risparmio energetico.
    • Anonimo scrive:
      Re: nessun problema

      In molte aziende si utilizzano i terminal server
      quindi rimane acceso 24/7 solo il
      cluster.

      Oppure ad una certa ora i pc ricevono l'ordine di
      shutdown da un sistema centrale, l'operatore puo'
      bloccare l'ordine se sta facendo
      straordinari.

      Tutti i pc vengono accesi 15 min prima
      dell'inizio del orario di lavoro tramite wake on
      lan per non far perdere tempo agli impiegati
      obbligandoli ad attendere il boot della
      postazione.Questi si che sono criteri seri.Peccato che non tutti gli amministratori rispettano questo "codice deontologico" fregandosene altamente dei rischi derivanti da client rimasti accesi in azienda mentre nottetempo arriva il solito temporalone che fa saltare l'hd...
  • Anonimo scrive:
    Anche da spento un PC consuma
    Sul libretto dei vari produttori di PC c'è indicato un consumo anche con macchina spenta.Il risparmio staccando la spina è di circa 1,5 euro all'anno. Moltiplichiamo per tutti i PC del globo ed ecco fatto....Risolviamo una parte dei problemi energetici che tanto preoccupano i governi di tutto il mondo. Io oltre a spegnere il pc stacco la spina, non costa niente.Dove ho lavorato, pur comunicando questa notizia, nessuno alla sera si prendeva la briga di farlo. Buon Risparmio!
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche da spento un PC consuma
      - Scritto da:
      Sul libretto dei vari produttori di PC c'è
      indicato un consumo anche con macchina
      spenta.
      Il risparmio staccando la spina è di circa 1,5
      euro all'anno. Moltiplichiamo per tutti i PC del
      globo ed ecco fatto....Risolviamo una parte dei
      problemi energetici che tanto preoccupano i
      governi di tutto il mondo. Io oltre a spegnere il
      pc stacco la spina, non costa niente.Dove ho
      lavorato, pur comunicando questa notizia, nessuno
      alla sera si prendeva la briga di farlo. Buon
      Risparmio!E non è solo una questione di risparmio elettrico, ti metti al riparo da eventuali sovratensioni che potrebbero fulminarti l'alimentatore o addirittura l'intero pc.Buona notte!
    • reXistenZ scrive:
      Re: Anche da spento un PC consuma

      Sul libretto dei vari produttori di PC c'è
      indicato un consumo anche con macchina
      spenta.
      Il risparmio staccando la spina è di circa 1,5
      euro all'anno. ??? Non capisco. Consumano anche da spenti (perché?), il risparmio è irrisorio, quindi perché farlo?
      • AndreaMilano scrive:
        Re: Anche da spento un PC consuma
        - Scritto da: reXistenZ

        Sul libretto dei vari produttori di PC c'è

        indicato un consumo anche con macchina

        spenta.

        Il risparmio staccando la spina è di circa 1,5

        euro all'anno.

        ??? Non capisco. Consumano anche da spenti
        (perché?), il risparmio è irrisorio, quindi
        perché
        farlo?Perché spegnerli intendi? un risparmio irrisorio per la singola macchina può acquisire importanza per una azienda con 50 postazioni.
        • reXistenZ scrive:
          Re: Anche da spento un PC consuma



          Sul libretto dei vari produttori di PC c'è


          indicato un consumo anche con macchina


          spenta.


          Il risparmio staccando la spina è di circa 1,5


          euro all'anno.



          ??? Non capisco. Consumano anche da spenti

          (perché?), il risparmio è irrisorio, quindi

          perché

          farlo?

          Perché spegnerli intendi? un risparmio irrisorio
          per la singola macchina può acquisire importanza
          per una azienda con 50
          postazioni.Sì, ma se il risparmio è quello dichiarato (1,5 euro l'anno), con 50 postazioni si risparmiano 75 euro l'anno. Non mi sembra molto...
          • Anonimo scrive:
            Re: Anche da spento un PC consuma
            salve, ma mi spiega qualcuno come fanno a consumare anche da spenti ? e se consumassero anche eletricità allora lo farebbe qualunque elettrodomestico...non si potrebbe sempre staccare dalla presa ?salutistcps: le case possono dire ciò che vogliono...non è detto che abbiano ragione
          • Anonimo scrive:
            Re: Anche da spento un PC consuma
            - Scritto da:
            salve, ma mi spiega qualcuno come fanno a
            consumare anche da spenti ?Se apri il Pc da spento, ma con la corrente allacciata e il pulsante dietro acceso, noterai che sulla piastra madre c'e' un led acceso.Inoltre nel Bios dei pc moderni puoi notare la possibilita' di partire da LAN o da modem, per ottenere queste funzioni e' ovviamente necessairio che la rete o il modem siano attivi ed in ascolto, quindi un po' di consumo e' inevitabile.
            e se consumassero anche eletricità allora lo
            farebbe qualunque elettrodomestico...
            non si potrebbe sempre staccare dalla presa ?Il problema non si pone in casa, dove il cosumo di un pc spento e' misurabile in un paio di euro l'anno di elettricita', ma per le aziende che devono moltiplicare questi numeri per 100 o per 1000, peggio ancora per le centrali elettriche, che devono moltiplicare questi consumi per milioni.
            ps: le case possono dire ciò che
            vogliono...non è detto che abbiano ragioneVero, infatti non ci dicono che un trasformatore a cui non e' attaccato nulla consuma lo stesso poiche' disperde calore.
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: Anche da spento un PC consuma
            - Scritto da:
            salve, ma mi spiega qualcuno come fanno a
            consumare anche da spenti ?Molto semplice, l'alimentatore del PC mantiene in tensione alcune componenti del PC stesso perché una di queste componenti possa all'occorrenza riaccendere il PC.Il primo è il circuito del pulsante di accensione, che è appunto un pulsante e non un interruttore.Poi ci possono essere modem e scheda di rete, nel caso si abbia necessità di accenderlo da remoto.Poi il timer, alcuni BIOS possono essere programmati per accendere il PC da solo ad una certa ora.Infine alcune periferiche PS/2 e/o USB per accenderlo da tastiera o dal mouse.Chiaramente il consumo è molto ridotto perché tutto il resto, dischi, ventole, processore e schede varie rimane spento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Anche da spento un PC consuma
            - Scritto da: reXistenZ
            Sì, ma se il risparmio è quello dichiarato (1,5
            euro l'anno), con 50 postazioni si risparmiano 75
            euro l'anno. Non mi sembra
            molto...Certo ma moltiplicato x milioni di Pc.Cmq non vale la pena xhè poco pratico.Piuttosto si potrebbe mettere un "disgiuntoredi rete" mi pare si chiama.Toglie la corrente totalmente appena si spegne il computer. O se no staccare con un interruttore generale temporizzato.
  • Anonimo scrive:
    buonsenso
    Se poi allora il buonsenso fosse una dote innata... magari non viremmo in un mondo di c.... mi dispiace molto, mi sento superiore, nel fare tutto il possibile diminuire i consumi. spegnere pc e luci quando non serve. Presuntuoso? Stalinista?ciao
  • Anonimo scrive:
    "controcorrente"
    Sono molto indeciso sul da farsi, quando e' ora di spegnere il computer sul lavoro: anche io come voi vorrei abbattare il consumo energetico e non mi sono mai piaciuti gli sprechi, ma ci sono diversi siti che affermano che la vita dei componenti elettronici risente molto nel ciclo di accensione. Quindi la valutazione del risparmio si complica: a seconda del paese in cui vivi, non sempre e' vantaggioso spegnere il pc, se poi devi cambiare un trasformatore ogni anno! Tuttavia rimane il problema etico del ridurre i consumi. Sono contento che i grandi nomi dell'elettronica se ne siano accorti e stiano producendo componenti sempre meno assetati.
    • Anonimo scrive:
      Re: "controcorrente"

      del paese in cui vivi, non sempre e' vantaggioso
      spegnere il pc, se poi devi cambiare un
      trasformatore ogni anno!sara' che viviamo in Italia, ma dal 1984 tra scuola e varie aziende e vari pc a casa e amici non mi e' mai capitato di rompere o sentire che si rompe un trasformatore. saro'/saremo stati fortunati?
      • Anonimo scrive:
        Re: "controcorrente"

        sara' che viviamo in Italia, ma dal 1984 tra
        scuola e varie aziende e vari pc a casa e amici
        non mi e' mai capitato di rompere o sentire che
        si rompe un trasformatore.

        saro'/saremo stati fortunati?Fortunato? Direi che hai avuto un c..o della madonna!Fra me e i miei amici avremo cambiato si e no 10 trasformatori negli ultimi anni! A me se ne rompe uno quasi ogni anno...Io la notte il PC lo spengo. Ma gli altri no. E i trasformatori si rompono a tutti allo stesso modo.Forse se ne compro uno da 300 euro non si rompe ma non ho voglia di fare la prova...J.J.
        • teddybear scrive:
          Re: "controcorrente"
          - Scritto da:
          Fortunato? Direi che hai avuto un c..o della
          madonna!
          Fra me e i miei amici avremo cambiato si e no 10
          trasformatori negli ultimi anni! A me se ne rompe
          uno quasi ogni
          anno...
          Io la notte il PC lo spengo. Ma gli altri no. E i
          trasformatori si rompono a tutti allo stesso
          modo.
          Forse se ne compro uno da 300 euro non si rompe
          ma non ho voglia di fare la
          prova...Mi sa che più che un trasformatore decente ti serve qualche bel filtro sulla linea di corrente! Potrebbe già bastare un gruppo di continuità, spesso "trattengono" gli sbalzi, senza danneggiarsi.Può essere che tu abbia l'impianto di condizionamento sulla stessa linea del computer? Oppure altri apparecchi che "danno la botta" tipo lavatrice? Anche il semplice ferro da stiro è capace di alterare in modo "visibile" il grafico V/t.Che molto spesso le linee di corrente siano "sporche" è risaputo. Se c'è qualche audiofilo un po' maniaco, potrà confermare che un semplice filtro sulla corrente migliora "notevolmente il suono".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 ottobre 2006 11.45-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: "controcorrente"

        sara' che viviamo in Italia, ma dal 1984 tra
        scuola e varie aziende e vari pc a casa e amici
        non mi e' mai capitato di rompere o sentire che
        si rompe un trasformatore.

        saro'/saremo stati fortunati?Forse tu non hai ben presente come è fatto un alimentatore per pc.Hai presente le ventoline di raffreddamento? Mai visti alimentatori con la ventolina ingrippati con surriscaldamento e conseguente rischio di incendio?E degli sbalzi di tensione che friggono letteralmente l'alimentatore ne vogliamo parlare?
    • AnyFile scrive:
      Re: "controcorrente"
      Si' probabilmente il vero risparmio si ottiene piu' usando componenti a basso consumo e circuiti ben progettati, piuttosto che ricordandosi di spegnere.Quanto al cnfronto dei costi della corrente elettrica, l'Italia e' uno dei paesi dove e' piu' cara ....e c'e' da dire che se si vuole trovare dove ridurre gli sprechi, a mio avviso i pc non sono certo la cosa che piu' sprecano corrente/energia (vogliamo ad esempio preendere gli impianti di condizionamento .... invece si dannno - o davano - perfino incentivi a chi metteva un impianto di condizionamento che facesse anche da riscaldamento in inverno - perche' cosi' si abbatte l'inquinamento del riscaldamento a gasolio, come se l'elettricita' non dovesse essere prodotta)
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: "controcorrente"
      - Scritto da: teddybear
      Certo, la botta iniziale è notevole. Ma con un
      buon alimentatore, il tutto è molto più delicato
      (l'effetto è qualcosa che può ricordare il famoso
      BUMP che si sentiva una volta negli impianti
      stereo, che ora, infatti non c'è più ...
      quasi).
      A dire il vero, il BUMP degli amplificatori non viene eliminato migliorando l'alimentatore, ma ritardando il collegamento delle casse con un relè che scatta dopo qualche istante dall'accensione.E viene fatto esclusivamente per proteggere le casse che potrebbero venire danneggiate.Se bypassi il relè il BUMP lo senti ancora.
      • teddybear scrive:
        Re: "controcorrente"
        - Scritto da: Fulmy(nato)
        A dire il vero, il BUMP degli amplificatori non
        viene eliminato migliorando l'alimentatore, ma
        ritardando il collegamento delle casse con un
        relè che scatta dopo qualche istante
        dall'accensione.
        E viene fatto esclusivamente per proteggere le
        casse che potrebbero venire
        danneggiate.Si, quello che intendevo non era che il bump non esiste più. Negli alimentatori dei PC, quelli buoni, la corrente non arriva di botto, ma con un rateo di salita ripido, ma comuqnue ben lontano dall'essere assimilabile ad un onda quadra.
        Se bypassi il relè il BUMP lo senti ancora.Non ci tengo a provare, grazie. I diffusori elettrostatici sono troppo delicati per rischiare!
  • Anonimo scrive:
    Da noi..
    Nella mia azienda (circa 30.000 wks WinXP) di notte distribuiamo nuove release di software (moduli interni) e/o fix... abbiamo realizzato un servizio che controlla se il client si puo' spegnere (controlla che non ci siano utenti collegati e che non ci siano distribuzioni sw in corso). Se la distribuzione trovasse il pc spento, lo attiverebbe con un WakeOnLan.. abbiamo risparmiato veramente tanto...ciao
  • Anonimo scrive:
    AT + SHUTDOWN e passa la PAURA
    Spegne il pc, se è acceso, alle ore 20 di ogni giornodal prompt dei comandi su XP (o win2k)[code]at 23:30 /every:m,t,w,th,f,s,su "shutdown -s -t -f 0″[/code]Il comando AT pianifica comandi e programmi per lesecuzione sul computer allora e data specificata. Il servizio Pianificazione deve essere avviato per poter usare il comando AT. Stesso discorso per linux e mac.
    • Anonimo scrive:
      Re: AT + SHUTDOWN e passa la PAURA
      - Scritto da:
      Spegne il pc, se è acceso, alle ore 20 di ogni
      giorno
      dal prompt dei comandi su XP (o win2k)

      [code]at 23:30 /every:m,t,w,th,f,s,su "shutdown
      -s -t -f
      0″[/code]

      Il comando AT pianifica comandi e programmi per
      lesecuzione sul computer allora e data
      specificata. Il servizio Pianificazione deve
      essere avviato per poter usare il comando AT.


      Stesso discorso per linux e mac.Il 90% degli utenti Windows non sa neanche cosa sia. E se anche lo sapesse: RIGA DI COMANDO??? MA SIAMO IMPAZZITI!?
  • Anonimo scrive:
    76 TW
    così tanto!? :|
    • Anonimo scrive:
      Re: 76 TW
      se pensi che solo in europa ....serve una centrale nucleare per tenere SPENTI i televisori in stanby !!!!!fonte Beppe Grillo
    • Anonimo scrive:
      Re: 76 TW
      Cosa vuol dire "76TW annui"?
      • Anonimo scrive:
        Re: 76 TW
        - Scritto da:
        Cosa vuol dire "76TW annui"?Forse che consuma 76 Tera Watt all'anno.
        • Anonimo scrive:
          Re: 76 TW


          Cosa vuol dire "76TW annui"?

          Forse che consuma 76 Tera Watt all'anno.Fisicamente non significa *niente*. La potenza è energia/tempo. Puoi dirmi quanta energia consumi in un dato tempo, oppure qual è la potenza MEDIA consumata durante un periodo di tempo, ma non la "potenza di un anno". Non significa niente.Ammettendo che l'articolo intendesse realmente 76TW (come misura media), significa che in un anno si parla di 76T * 365 * 86400 Joule di *energia*.
          • Anonimo scrive:
            Re: 76 TW
            - Scritto da:


            Cosa vuol dire "76TW annui"?

            Forse che consuma 76 Tera Watt all'anno.
            Fisicamente non significa *niente*. La
            potenza è energia/tempo. Oddio, allora paghiamo qualcosa che non significa niente sulle bollette : il Kw/ora.
            Puoi dirmi quanta energia consumi in un dato
            tempo, oppure qual è la potenza MEDIA
            consumata durante un periodo di tempo, ma
            non la "potenza di un anno". Non significa
            niente.
            Ammettendo che l'articolo intendesse realmente
            76TW (come misura media), significa che in un
            anno si parla di 76T * 365 * 86400 Joule di
            *energia*.
          • Anonimo scrive:
            Re: 76 TW


            Fisicamente non significa *niente*. La

            potenza è energia/tempo.

            Oddio, allora paghiamo qualcosa che non significa
            niente sulle bollette : il
            Kw/ora.Oddio, allora non hai mai letto una bolletta.Quello che vedi è kWh, non kW/h. Ossia, un'unità di potenza per una tempo, quindi un'unità di misura dell'energia.http://en.wikipedia.org/wiki/Kilowatt-hourSpero di esserti stato utile.
  • Anonimo scrive:
    il mio pc al lavoro...
    ...è configurato così (windows xp):ore 8.00 il BIOS lo accendeore 19.00 bat schedulato con:"rundll32.exe user32.dll, LockWorkStation" (per il logout dell'utente)e"shutdown -s -f -t 0" (per spegnere)qui un articolohttp://www.dotnethell.it/tips/ShutdownWindowsXP2000.aspxL'unica azione manuale che mi resta da fare è staccare la spina il ven sera e riattacarla il lun mattina altrimenti si accenderebbe da solo il sab e la dom.
    • Anonimo scrive:
      Re: il mio pc al lavoro...
      - Scritto da:
      ...è configurato così (windows xp):

      ore 8.00 il BIOS lo accende
      ore 19.00 bat schedulato con:
      "rundll32.exe user32.dll, LockWorkStation" (per
      il logout
      dell'utente)
      e
      "shutdown -s -f -t 0" (per spegnere)

      qui un articolo
      http://www.dotnethell.it/tips/ShutdownWindowsXP200

      L'unica azione manuale che mi resta da fare è
      staccare la spina il ven sera e riattacarla il
      lun mattina altrimenti si accenderebbe da solo il
      sab e la
      dom.che cavolata (anche l'articolo che hai linkato)....Molto meglio spegnerlo a mano appena hai finito di fare quel che dovevi...Altrimenti esistono una miriade di programmini che spengono/salvano/chiudono tutto/creano backup in modo molto migliore di un file BAT...LOL!!
      • Anonimo scrive:
        Re: il mio pc al lavoro...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...è configurato così (windows xp):



        ore 8.00 il BIOS lo accende

        ore 19.00 bat schedulato con:

        "rundll32.exe user32.dll, LockWorkStation" (per

        il logout

        dell'utente)

        e

        "shutdown -s -f -t 0" (per spegnere)



        qui un articolo


        http://www.dotnethell.it/tips/ShutdownWindowsXP200



        L'unica azione manuale che mi resta da fare è

        staccare la spina il ven sera e riattacarla il

        lun mattina altrimenti si accenderebbe da solo
        il

        sab e la

        dom.

        che cavolata (anche l'articolo che hai
        linkato)....

        Molto meglio spegnerlo a mano appena hai finito
        di fare quel che
        dovevi...
        Altrimenti esistono una miriade di programmini
        che spengono/salvano/chiudono tutto/creano backup
        in modo molto migliore di un file
        BAT...LOL!!

        Ad esempio?
        • Anonimo scrive:
          Re: il mio pc al lavoro...
          - Scritto da:

          Ad esempio?Ad esempio te li vai a cercare... http://google.com (Forse esistono anche programmi recensiti su PI...?)
          • teddybear scrive:
            Re: il mio pc al lavoro...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Ad esempio?

            Ad esempio te li vai a cercare...
            http://google.com


            (Forse esistono anche programmi recensiti su
            PI...?)Quindi deve installare un altro programma quando tutto quello che serve è già sul computer?
          • Anonimo scrive:
            Re: il mio pc al lavoro...
            - Scritto da: teddybear

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            Ad esempio?



            Ad esempio te li vai a cercare...

            http://google.com





            (Forse esistono anche programmi recensiti su

            PI...?)

            Quindi deve installare un altro programma quando
            tutto quello che serve è già sul
            computer?Hei teddy allora che significa? Di default su xp c'è paint quindi montare photoshop sarebbe inutile?
          • teddybear scrive:
            Re: il mio pc al lavoro...
            - Scritto da:
            Hei teddy allora che significa? Di default su xp
            c'è paint quindi montare photoshop sarebbe
            inutile?Per molte persone lo è.Non devi considerare le potenzialità di un software, ma quello che ci devi fare. Se una cosa la puoi fare esattamente uguale sia con paint che con photoshop, mi pare stupido (oltre che dispendioso, economicamente parlando) installare un software che ti occupa centinaia di megabyte.Visto che spegnere il PC lo puoi fare con quel semplice comando, perchè installare qualcosa altro che in fondo non fa che chiamare esattamente le stesse funzioni?Meno "exe" ci sono in una installazione windows, meglio è, credimi!
          • Anonimo scrive:
            Re: il mio pc al lavoro...
            - Scritto da: teddybear
            Meno "exe" ci sono in una installazione windows,
            meglio è,
            credimi!perchè?
          • teddybear scrive:
            Re: il mio pc al lavoro...
            - Scritto da:

            - Scritto da: teddybear



            Meno "exe" ci sono in una installazione windows,

            meglio è,

            credimi!


            perchè?Perchè meno roba inutile hai, più facilmente la riconosci. E la sai usare. E non si infetta (vabbè che oramai ci sono pochissimi virus che si attaccano direttamente agli eseguibili, ma di conseguenza anche questi sono eseguibili, e in una marea di exe, src, pif e quant'altro, saper riconoscere al volo quelli "giusti" e quelli "strani" non diventa facile)
          • Anonimo scrive:
            Re: il mio pc al lavoro...
            - Scritto da:

            - Scritto da: teddybear



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            Ad esempio?





            Ad esempio te li vai a cercare...


            http://google.com








            (Forse esistono anche programmi recensiti su


            PI...?)



            Quindi deve installare un altro programma quando

            tutto quello che serve è già sul

            computer?


            Hei teddy allora che significa? Di default su xp
            c'è paint quindi montare photoshop sarebbe
            inutile?solo se per te photoshop e paint sono identici.ma io sono certo che sia teddy, sia chi ha aperto il thread, sanno bene quel che fanno.e se devono solo far accendere e spegnere il pc, quel che ti da il sistema operativo è non solo sufficiente, ma sono le risorse alle quali ricorrono i vari programmini.certo, se il tuo sistema non ce la fa (capita) perchè appesantito, ingarbugliato, eccetera, talvolta servono le utilities di forzatura... ma a volte falliscono anche quelle.e quando quelle riescono, a volte riesce anche il sistema operativo: onde per cui : quei tools diventano spesso ridondanti.
          • Anonimo scrive:
            Re: il mio pc al lavoro...
            - Scritto da: teddybear

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            Ad esempio?



            Ad esempio te li vai a cercare...

            http://google.com





            (Forse esistono anche programmi recensiti su

            PI...?)

            Quindi deve installare un altro programma quando
            tutto quello che serve è già sul
            computer?il primo che ha postato sa ben fare quel che serve, senza dover ascoltare trolletti che CREDONO di sapere :)
          • Anonimo scrive:
            Re: il mio pc al lavoro...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Ad esempio?

            Ad esempio te li vai a cercare...
            http://google.com


            (Forse esistono anche programmi recensiti su
            PI...?)sei un trolletto :)se fossero cose che hai installato e ne parlassi per diretta esperienza avresto solo dovuto cliccare sull' about del programma, senza stare ad invocare il googlingquando imparerai a far fare lavori utili al tuo sistema operativo senza ricorrere ad utilities esterne, ormai sarà uscito winzox wurstel 2040
      • Anonimo scrive:
        Re: il mio pc al lavoro...
        ma che min..ia vuoi?io ho detto la mia...se non hai di meglio da dire che criticare stai zitto per favore.lo so' che ci sono programmi che fanno, che qua e che la...ho cercato un modo x non doverli usaremagari a qualcuno interessa.notte.
        • Anonimo scrive:
          Re: il mio pc al lavoro...
          - Scritto da:
          ma che min..ia vuoi?

          io ho detto la mia...

          se non hai di meglio da dire che criticare stai
          zitto per
          favore.

          lo so' che ci sono programmi che fanno, che qua e
          che
          la...

          ho cercato un modo x non doverli usare
          magari a qualcuno interessa.
          notte.si, interessa solo ai troll!...cioè a te.. :p :D
          • Anonimo scrive:
            Re: il mio pc al lavoro...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            ma che min..ia vuoi?



            io ho detto la mia...



            se non hai di meglio da dire che criticare stai

            zitto per

            favore.



            lo so' che ci sono programmi che fanno, che qua
            e

            che

            la...



            ho cercato un modo x non doverli usare

            magari a qualcuno interessa.

            notte.

            si, interessa solo ai troll!...cioè a te.. :p :DMa vai a cagare!
        • Anonimo scrive:
          Re: il mio pc al lavoro...
          - Scritto da:
          ma che min..ia vuoi?

          io ho detto la mia...

          se non hai di meglio da dire che criticare stai
          zitto per
          favore.e perchè mai?tu hai detto la tua, lui la sua.tanto si dimostra con il contenuto il valore di quel che si ha da dire.certo, così però ti squalifichi.
          lo so' che ci sono programmi che fanno, che qua e
          che
          la...

          ho cercato un modo x non doverli usare
          magari a qualcuno interessa.infattie io ero d'accordo con te... e lo sono ancora su quel che usi :)ti chiedo solo: non ti conviene, talvolta, lasciare acceso il pc per pianificare azioni come defrag, antivirus, backup eccetera?ciao! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: il mio pc al lavoro...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...è configurato così (windows xp):



        ore 8.00 il BIOS lo accende

        ore 19.00 bat schedulato con:

        "rundll32.exe user32.dll, LockWorkStation" (per

        il logout

        dell'utente)

        e

        "shutdown -s -f -t 0" (per spegnere)



        qui un articolo


        http://www.dotnethell.it/tips/ShutdownWindowsXP200



        L'unica azione manuale che mi resta da fare è

        staccare la spina il ven sera e riattacarla il

        lun mattina altrimenti si accenderebbe da solo
        il

        sab e la

        dom.

        che cavolata (anche l'articolo che hai
        linkato)....

        Molto meglio spegnerlo a mano appena hai finito
        di fare quel che
        dovevi...
        Altrimenti esistono una miriade di programmini
        che spengono/salvano/chiudono tutto/creano backup
        in modo molto migliore di un file
        BAT...LOL!!

        io la trovo una soluzione eccellente e un file bat è molto più pulito ed elegante di tutta quella pappacerto, se il tuo sistema è pulito, efficiente, elegante.quel che puoi controllare con script e batch, se lo sai fare, sarà sempre di gran lunga superiore ad utilities nelle quali per avere quel che vuoi di sicuro devi aspettare la nuova release (sperando che il programmatore non vada in depressione, molli tutto in opensource dove nessuno farà nulla)ottime le utilities, ottimi però batch e script di sistema, se sai usarli.
      • teddybear scrive:
        Re: il mio pc al lavoro...
        - Scritto da:
        Altrimenti esistono una miriade di programmini
        che spengono/salvano/chiudono tutto/creano backup
        in modo molto migliore di un file
        BAT...LOL!!Ho cercato qualcuno di quei programmi. La cosa stupefacente è che perlopiù sono una interfaccia che chiama le DLL di sistema esattamente come il file BAT (anche se su WinNT e seguenti l'estensione corretta sarebbe il CMD, usa qualche ciclo di clock in meno per partire).Probabilmente una interfaccia per cliccatori impulsivi serve a chi non ha idea di come si costruisce uno script.Spegnere, salvare, chiudere, backup sono tutte attività che puoi fare da linea di comando. Addirittura uno script di questo tipo può essere lanciato con il rcmd (dal resource kit), contrariamente ad un programma che ha bisogno di GUI.Sarà che io sono cresciuto su mainframe unix, prima di approdare al dos, ad OS/2 e poi a windows, (quando dovevo usare windows, ora per fortuna sono tornato alla base, e non installo windows neanche se mi pagano! ) ma mi trovo meglio a fare la maggiorparte delle cose automatiche con una shell, piuttosto che spostare la mano fino al mouse.
    • Anonimo scrive:
      Re: il mio pc al lavoro...
      - Scritto da:
      ...è configurato così (windows xp):

      ore 8.00 il BIOS lo accende
      ore 19.00 bat schedulato con:
      "rundll32.exe user32.dll, LockWorkStation" (per
      il logout
      dell'utente)
      e
      "shutdown -s -f -t 0" (per spegnere)

      qui un articolo
      http://www.dotnethell.it/tips/ShutdownWindowsXP200

      L'unica azione manuale che mi resta da fare è
      staccare la spina il ven sera e riattacarla il
      lun mattina altrimenti si accenderebbe da solo il
      sab e la
      dom.e se il tuo sysadmin volesse schedulare lavori di notte o nel weekend? :)comunque faccio anche io così ;)
      • teddybear scrive:
        Re: il mio pc al lavoro...
        - Scritto da:
        e se il tuo sysadmin volesse schedulare lavori di
        notte o nel weekend?a. da parte del change management, tramite l'help desk, una email a tutti gli interessati che chiede di tenere acceso il PC.b. Wake On Lan.
    • reXistenZ scrive:
      Re: il mio pc al lavoro...

      ore 8.00 il BIOS lo accendeCioècioè, puoi spiegarti meglio? Grazie.
  • teddybear scrive:
    Lo dico da tempo!
    Nella nostra azienda, ci hanno chiesto gentilmente di limitare l'uso dell'ascensore, se non necessario, per iniziare ad abbassare il consumo di corrente elettrica.E poi tutti lasciano acceso il compuer di notte. Nove ore di lavoro (otto più una di pausa pranzo) di servizio e 15 di attesa che qualcuno faccia qualcosa. Monitor sempre accesi con salvaschermo (nella installazione di default la sospensione e lo standby sono disattivati, come anche lo spegnimento del monitor).Ho più volte manifestato il mio disaccordo per questo comportamento. La risposta è stata qualcosa del tipo "Lo si fa per comodità, in modo che è possibile amministare i computer anche quando gli impiegati sono assenti" Peccato che quando gli impiegati non ci sono anche noi amministratori siamo a casa, e le poche volte che occorre fare qualcosa su qualche PC si potrebbe tranquillamente andare direttamente in loco, oppure avvisare il giorno prima di non spegnere i PC.Quindi, se una settimana ha 168 ore, si lasciano i PC accesi a fare il nulla assoluto per almeno 123 ore. Circa 3/4 del tempo. Senza considerare che anche quando la gente è in ferie, il PC rimane acceso.Io lo spengo sempre. Me ne sono andato in ferie per 18 giorni ed al mio ritorno non l'ho più ritrovato. Fortunatamente non lo avevano ancora ripulito o assegnato a qualcun altro. "Era spento, pensavamo non fosse più in uso, per questo l'abbiamo tolto" è stata la giustificazione.Controllassero meglio altre cose piuttosto!Servirebbero serie politiche di risparmio energetico nelle aziende.Computer spenti di notte, luci spente dove non serve, sincronizzazione degli ascensori (per evitare di doverli chiamare tutti e tre), aria condizionata al minimo (non è necessario avere 22 gradi in estate quando fuori ce ne sono 35, e costringere la gente a venire al lavoro con le maniche lunghe) e riscaldamenti che seguano le norme di legge (quando l'anno scorso per legge avrebbero dovuto esserci 19 gradi in inverno, noi ne avevamo costantemente almeno 25). Alle volte ho come l'impressione che ci sia un chiaro disegno per evitare i risparmi energetici.Ora verrà qualcuno che parla del Protocollo di Tokio e di come gli USA lo hanno boicottato, visto che sono tra i principali produttori di energia al mondo. Ma io non ci voglio credere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo dico da tempo!
      Lavori in accenture?
      • teddybear scrive:
        Re: Lo dico da tempo!
        - Scritto da:
        Lavori in accenture?No in una multinazionale. Con circa 10.000 PC sempre accesi... tutti i giorni, tutto l'anno.A Marzo un nostro collega è stato licenziato (non stiamo a discutere sui motivi che gli hanno esposto) ovviamente era per taglio dei costi. (tre anni fa eravamo in 120 ora siamo in 62 e facciamo in media 3-4 ore di straordinario al giorno).Ho notato pochi giorni fa che la sua postazine era ancora come il giorno che l'ha lasciata, con il computer acceso ed il VoIP Cisco ancora attaccato...Bel risparmio!
        • reXistenZ scrive:
          Re: Lo dico da tempo!

          (tre anni fa eravamo in 120 ora siamo in 62 e
          facciamo in media 3-4 ore di straordinario al
          giorno).Orpo! Sicuro di non esagerare? Sarebbero 15-20 ore di straordinario alla settimana...
          • teddybear scrive:
            Re: Lo dico da tempo!
            - Scritto da: reXistenZ

            (tre anni fa eravamo in 120 ora siamo in 62 e

            facciamo in media 3-4 ore di straordinario al

            giorno).

            Orpo! Sicuro di non esagerare? Sarebbero 15-20
            ore di straordinario alla
            settimana...Si, sono sicuro di non esagerare. Io sono sulla media di 64 ore alla settimana... da troppe settimane.
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo dico da tempo!
            - Scritto da: teddybear
            - Scritto da: reXistenZ


            (tre anni fa eravamo in 120 ora siamo in


            62 e facciamo in media 3-4 ore di


            straordinario al giorno).

            Orpo! Sicuro di non esagerare? Sarebbero 15-20

            ore di straordinario alla

            settimana...
            Si, sono sicuro di non esagerare. Io sono sulla
            media di 64 ore alla settimana... da troppe
            settimane.Orpo... I licenziati vi ringrazieranno.
          • teddybear scrive:
            Re: Lo dico da tempo!
            - Scritto da:
            Orpo... I licenziati vi ringrazieranno.Non è che prima se ne facessero tante in meno. Ma non era la prassi, era occasionale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo dico da tempo!
      Tutto il mondo e' (tristemente) paese, caro teddy... e' la razza umana ad essere bashtarda ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo dico da tempo!
      nella mia (ex) facoltà invece i pc che rimangono accessi vengono spenti in modo brutale alle ore 19:00 :) da un interruttore generale.. alla fine credo sia la soluzione migliore (mai confidare nel buon senso della gente)
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo dico da tempo!
        - Scritto da:
        nella mia (ex) facoltà invece i pc che rimangono
        accessi vengono spenti in modo brutale alle ore
        19:00 :) da un interruttore generale.. alla fine
        credo sia la soluzione migliore (mai confidare
        nel buon senso della
        gente)Straquoto!
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo dico da tempo!
        - Scritto da:
        nella mia (ex) facoltà invece i pc che rimangono
        accessi vengono spenti in modo brutale alle ore
        19:00 :) da un interruttore generale.. alla fine
        credo sia la soluzione migliore (mai confidare
        nel buon senso della
        gente)Quando si accorgeranno quanto costano gli HDD, forse cambieranno sistema (a meno che non li facciano pagare a chi lascia il PC acceso)
    • AnyFile scrive:
      Re: Lo dico da tempo!
      Forse l'energia elettrica non costa ancora cosi' tanto da far prendere misure seire.Poi uno dei problemi dei cosmumi e dei relativi costi dell'elettricita' e' che non e' imediatamente calcolabile a quale apparecchiature e a quali sprechi sono da attribuire i consumi.C'e' da dire che e' probile che un ascensore per un solo viaggio consumi molto di piu' che dei pc lasciati in stand-by (specie se, come dici, per fare un viaggio se ne chiamano 3)Oppure forse il problema e' che quando si fanno i tagli si tagliano le spese degli altri, se mettessero una regola che la sera bisogna ricordarsi di spegenre il pc, allora dovrebbero farlo anche i dirigenti.Comunque il monitor lo si puo' spegnere anche se serve che il pc sia acceso per manutenzione ....
      • teddybear scrive:
        Re: Lo dico da tempo!
        - Scritto da: AnyFile
        Forse l'energia elettrica non costa ancora cosi'
        tanto da far prendere misure
        seire.Quando in una azienda hai 380mila euro di bolletta bimstrale cellulari Vodafone e una cifra dello stesso ordine di grandezza di bolletta Enel, per quanto poco riesci a risparmiare con misure come questa, capisci subito che qualcosa non va, ed ogni risparmio, che sia anche solo il monitor spento alla sera, ti fa recuperare dei bei numerini nel bilancio. Numerini che potrebbero essere risparmiati o meglio spesi.
        Poi uno dei problemi dei cosmumi e dei relativi
        costi dell'elettricita' e' che non e'
        imediatamente calcolabile a quale apparecchiature
        e a quali sprechi sono da attribuire i
        consumi.Fai in fretta. Dici a tutti di spegnere per un mese, con uno script controlli quali PC rimangono accesi di notte (per dimenticanza/negligenza), prendi gli opportuni provvedimenti, e vedi immediatamente che risparmi hai. È un rientro veloce, se non funziona pazienza, ci hai provato. Comuqnue con quelle cifre, come minimo ti viene fuori qualche stipendio di qualche dipendente. Scommettiamo?
        C'e' da dire che e' probile che un ascensore per
        un solo viaggio consumi molto di piu' che dei pc
        lasciati in stand-by (specie se, come dici, per
        fare un viaggio se ne chiamano
        3)Perchè non sono sincronizzati. L'azienda che li gestisce ha fatto un preventivo di 700 euro per le apparecchiature che possono sincronizzarli (un solo pulsante ed arriva l'ascensore più libero/già in viaggio/meno usato). Considera che siamo in due palazzi con un totale di 7 serie di tre ascensori ciascuno. Secondo me anche li il risparmio lo vedi immediatamente.Si risparmierebbe anche spegnendo definitivamente certi servers che abbiamo in sala macchine ma che nessuno si vuole prendere la briga di dismettere. Oppure, ma qui si va molto sullo specifico, evitare di avere un server per ogni ufficio solo per metterci su qualche giga di documentazione e due paginette web con il calendario ferie e reperibilità. Ne basterebbe uno, tanto gli utenti connessi possono essere al massimo 62 (i dipendenti della mia divisione).... su cinque servers.
        Oppure forse il problema e' che quando si fanno i
        tagli si tagliano le spese degli altri, se
        mettessero una regola che la sera bisogna
        ricordarsi di spegenre il pc, allora dovrebbero farlo anche i dirigenti.I dirigenti hanno tutti il portatile. Quindi per loro, fortunatamente, il problema non si pone.
        Comunque il monitor lo si puo' spegnere anche
        se serve che il pc sia acceso per manutenzioneOppure si potrebbero reimplementare le politiche di standby automatico. Se serve per manutenzione c'è sempre il wake on lan.A casa mi sono fatto il "wake on call" sul modem. Se mi serve accendere il mio PC per recuperare qualche dato da remoto, non faccio altro che chiamare direttamente il mio numero di casa e dopo pochi minuti ho il server perfettamente funzionante. E quando ho finito lo spengo. La cosa funziona, e quando sono in casa accendo e spengo sempre tutti i PC da remoto. Figurati se li lascio sempre tutti accesi, ci mancherebbe!
        • AnyFile scrive:
          Re: Lo dico da tempo!
          - Scritto da: teddybear
          - Scritto da: AnyFile

          Forse l'energia elettrica non costa ancora cosi'

          tanto da far prendere misure

          seire.

          Quando in una azienda hai 380mila euro di
          bolletta bimstrale cellulari Vodafone e una cifra
          dello stesso ordine di grandezza di bolletta
          Enel,Ma e' appunto questo il punto. Anche se risparmiassero 1000 eur al bimestre sarebbe qualcosa tipo lo 0,3% di quanto spendono nella solo corrente elettrica e molto molto meno di quanto spendono in tutto il resto (sai quanti pc accesi puoi tenere con il costo di un bigletto aereo andata e ritorno in giornata ...)


          Poi uno dei problemi dei cosmumi e dei relativi

          costi dell'elettricita' e' che non e'

          imediatamente calcolabile a quale
          apparecchiature

          e a quali sprechi sono da attribuire i

          consumi.

          Fai in fretta. Dici a tutti di spegnere per un
          mese, Lo so che questo e' possibile. Quello che intendevo e' che nessuno sa, gia' ora prima di fare la prova, quanta corrente consuma e soprattutto quanto costa in corrente alimentare una determinata cosa.Poi spesso succede che la bolletta elettrica e' pagata dalla societa' intera, mentre altre spese sono invece a ivello di dipartimento o di gruppo. Per cui si arriva che le spese per mettere in piedi strategie di risparmio energetico le dovrebbe pagare il gruppo o il dipartimento, mentre il costo (e quindi anche un eventuale risparmio) della lbolletta elettrica viene visto solo dagli uffici centrali (i quali sono semplicemtne abituati a pagareogni bimestre cifre di tal genere e non sanno neanche dove viene consumata e se vi siano sprechi).ascensori
          Perchè non sono sincronizzati. L'azienda che li
          gestisce ha fatto un preventivo di 700 euro[...]E' proprio questo un esempio di quanto sia difficile risparmaire. Se non vogliono nenache spendere 700 eur per risparmiare molto di piu' al mese (gli ascensori consumano molta corrente) e non solo, rendere anche piu' facili gli spostamenti in ascensore figurati se si interessano a qulche watt dei pc. (tra l'altro il fatto che tutti chiamino tutti i tre ascensori, non solo fa aumentare il consumo di corrente ma aumenta, e di molto, anche il tempo di attesa. Certo serve che la logica che controlli quale ascensore chiamare funzioni veramente. Ho visto in giro programmi un po' assurdi. Spesso poi viene data la preferenza all'ascensore che per muoversi non deve invertire il senso di marcia - ma su questo forse c'e' un motivo)
          • teddybear scrive:
            Re: Lo dico da tempo!
            - Scritto da: AnyFile
            Ma e' appunto questo il punto. Anche se
            risparmiassero 1000 eur al bimestre sarebbe
            qualcosa tipo lo 0,3% di quanto spendono nella
            solo corrente elettrica e molto molto meno di
            quanto spendono in tutto il resto (sai quanti pc
            accesi puoi tenere con il costo di un bigletto
            aereo andata e ritorno in giornata
            ...)Beh, io vado spesso a Kiev e con 1000 euro ci vado 4 volte. Con Lufthansa.E comunque fossero anche solo 1000 euro al bimestre, sono sempre una parte di uno stipendio di un dipendente. Quindi anche il ritorno economico esiste. I risparmi spesso si fanno sui piccoli numeri, non sulle grandi cifre.
            Lo so che questo e' possibile. Quello che
            intendevo e' che nessuno sa, gia' ora prima di
            fare la prova, quanta corrente consuma e
            soprattutto quanto costa in corrente alimentare
            una determinata
            cosa.Fino a che non fai una prova per misurare, non lo saprai mai.
            Poi spesso succede che la bolletta elettrica e'
            pagata dalla societa' intera, mentre altre spese
            sono invece a ivello di dipartimento o di gruppo.Si, perchè la corrente elettrica rientra nelle spese delle infrastrutture generali.
            Per cui si arriva che le spese per mettere in
            piedi strategie di risparmio energetico le
            dovrebbe pagare il gruppo o il dipartimento,
            mentre il costo (e quindi anche un eventuale
            risparmio) della lbolletta elettrica viene visto
            solo dagli uffici centrali (i quali sono
            semplicemtne abituati a pagareogni bimestre cifre
            di tal genere e non sanno neanche dove viene
            consumata e se vi siano
            sprechi).Visto che si dice sempre che gli IT sono uffici che sono solo capaci di portare spese e zero guadagni, questa sarebbe una ottima strategia per dimostrare che almeno sappiamo risparmiare. Ma chi di dovere non ci vuole sentire da questo punto di vista.Ed anche se fosse un risparmio effimero, si mostrerebbe la buona volontà ai dipendenti. Psicologicamente una cosa del genere ti porta a pensare come poter risparmiare (senza avere controindicazioni di ritorno) con poco sforzo.
            E' proprio questo un esempio di quanto sia
            difficile risparmaire. Se non vogliono nenache
            spendere 700 eur per risparmiare molto di piu' al
            mese (gli ascensori consumano molta corrente) Più facile fare tagli al personale. E far lavorare il doppio i primi livelli ai quali non si pagano straordinari.
            non solo, rendere anche piu' facili gli
            spostamenti in ascensore figurati se si
            interessano a qulche watt dei pc. (tra l'altro il
            fatto che tutti chiamino tutti i tre ascensori,
            non solo fa aumentare il consumo di corrente ma
            aumenta, e di molto, anche il tempo di attesa.E tutti hanno iniziato a timbrare al piano terra. Per aspettare l'ascensore lasciano la scrivania 10 minuti prima. Anche questi sono piccoli numeri, ma diventano grandi se considerati nella totalità dell'azienda.
            Certo serve che la logica che controlli quale
            ascensore chiamare funzioni veramente. Ho visto
            in giro programmi un po' assurdi. Spesso poi
            viene data la preferenza all'ascensore che per
            muoversi non deve invertire il senso di marcia -
            ma su questo forse c'e' un
            motivo)Ho visto la strategia di funzionamento. È più complesso della strategia di smistamento delle chiamate in entrata al nostro call center! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo dico da tempo!
      - Scritto da: teddybear
      Nella nostra azienda, ci hanno chiesto
      gentilmente di limitare l'uso dell'ascensore, se
      non necessario, per iniziare ad abbassare il
      consumo di corrente
      elettrica.E' tempo di crisi... :'(:'(:'(
      • teddybear scrive:
        Re: Lo dico da tempo!
        - Scritto da:
        E' tempo di crisi... :'(:'(:'(Già... non ci sono più neuroni funzionanti in giro. (si sono suicidati tutti dopo aver intravisto per una volta "La Pupa ed il Secchione")
  • Anonimo scrive:
    I PC consumano parecchio anche da spenti
    Chi non spegni i pc è un molestatore.I pc angrebbero staccati completamente togliendo la spina quando si stacca pechè anche se spenti, ma con la spina inserita continuano a consumare parecchio.
    • Anonimo scrive:
      Re: I PC consumano parecchio anche da sp
      Parecchio e' un eufemismo.Quasi nulla e' molto piu' veritiero.E cmq dipende dai pc.Che alcune parti siano alimentate (a bassa tensione e con consumi di qualche milliAmpere al giorno !!!) e' vero.E lo sono anche per ottimi motivi.Ma il consumo annuo di un pc spento ma collegato alla rete e' di qualche decina di Watt.Watt.. non kWatt !Stiamo parlando di frazioni di centesimi di euro... in 1 anno !Ed in standby spesso consuma di piu' il trasformatore (se non ben progettato) che l'elettronica che deve alimentare.Il caricabatterie del cellulare ad esempio puo' sprecare diversi euro in 1 anno se lasciato sempre alimentato anche senza cellulare.Ed ancora... alcuni monitor crt (non saprei gli lcd) hanno un consumo in standby piuttosto elevato perche' non disalimentano correttamente i circuiti inutili.Ma e' ancora una volta un problema di progettazione perche' alcuni crt non consumano praticamente niente in standby.
      • Anonimo scrive:
        quali crt?
        - Scritto da:
        Ma e' ancora una volta un problema di
        progettazione perche' alcuni crt non consumano
        praticamente niente in
        standby.ne consigli alcuni?ma ... i crt si trovano ancora??(non darmi un link: in NEGOZIO)
        • teddybear scrive:
          Re: quali crt?
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Ma e' ancora una volta un problema di

          progettazione perche' alcuni crt non consumano

          praticamente niente in

          standby.

          ne consigli alcuni?

          ma ... i crt si trovano ancora??

          (non darmi un link: in NEGOZIO)Vuoi un CRT Sony Trinitron da 19pollici, pagato due stipendi non più di quattro anni fa? Te lo svendo...I CRT Sony da almeno 15 anni seguono le direttive di risparmio energetico (anzi, per dirla tutta, sono stati sin dall'inizio nel consorzio che ha dettato le direttive)
      • Anonimo scrive:
        Re: I PC consumano parecchio anche da sp
        - Scritto da:
        Parecchio e' un eufemismo.
        Quasi nulla e' molto piu' veritiero.
        E invece consumano MOLTO anche da spenti.USB e porte PS2 rimangono alimentate come rimangono alimentati il monitor, e parecchie altre cosucce che assommate con il TRASFORMATORE dell' ALIMENTATORE che rimane inserito e consuma parecchio quindi anche da spento, .....basta metterci una mano sopra per sentire quanto è caldo anche da spento dopo ore e ore, si capisce che il consumo di un pc da spento è NOTEVOLE.Basta vedere i MOUSE ottici che a PC spento rimangono accesi su certe Mother-Board.Oltretutto anche da spenti siccome non sono COMPLETAMENTE SPENTI, sono anche PERICOLOSI. Quindi consiglio sempre di STACCARE COMPLETAMENTE l' alimentazione della Rete Elettrica che alimenta i pc quando NON SERVONO ACCESI.
        • Anonimo scrive:
          Re: I PC consumano parecchio anche da sp
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Parecchio e' un eufemismo.

          Quasi nulla e' molto piu' veritiero.



          E invece consumano MOLTO anche da spenti.
          USB e porte PS2 rimangono alimentate come
          rimangono alimentati il monitor, e parecchie
          altre cosucce che assommate con il TRASFORMATORE
          dell' ALIMENTATORE che rimane inserito e consuma
          parecchio quindi anche da spento, .....basta
          metterci una mano sopra per sentire quanto è
          caldo anche da spento dopo ore e ore, si capisce
          che il consumo di un pc da spento è
          NOTEVOLE.
          Basta vedere i MOUSE ottici che a PC spento
          rimangono accesi su certe
          Mother-Board.
          Oltretutto anche da spenti siccome non sono
          COMPLETAMENTE SPENTI, sono anche PERICOLOSI.
          Quindi consiglio sempre di STACCARE COMPLETAMENTE
          l' alimentazione della Rete Elettrica che
          alimenta i pc quando NON SERVONO
          ACCESI.E' bruciato l' aula computer di una scuola elementare quando tutto era spento e per fortuna non c' era nessuno nella scuola.L' origine dell' incedio pare sia proprio stata uno dei 20 pc che erano tutti spenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: I PC consumano parecchio anche da sp
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Parecchio e' un eufemismo.

          Quasi nulla e' molto piu' veritiero.



          E invece consumano MOLTO anche da spenti.
          USB e porte PS2 rimangono alimentate come
          rimangono alimentati il monitor, e parecchie
          altre cosucce che assommate con il TRASFORMATORE
          dell' ALIMENTATORE che rimane inserito e consuma
          parecchio quindi anche da spento, .....basta
          metterci una mano sopra per sentire quanto è
          caldo anche da spento dopo ore e ore, si capisce
          che il consumo di un pc da spento è
          NOTEVOLE.
          Basta vedere i MOUSE ottici che a PC spento
          rimangono accesi su certe
          Mother-Board.
          Oltretutto anche da spenti siccome non sono
          COMPLETAMENTE SPENTI, sono anche PERICOLOSI.
          Quindi consiglio sempre di STACCARE COMPLETAMENTE
          l' alimentazione della Rete Elettrica che
          alimenta i pc quando NON SERVONO
          ACCESI.Stai solo facendo del terrorismo... se l'aula informatica di quella scuola è bruciata è perchè non c'erano gli adeguati sistemi di sicurezza.Sicuramente un salvavita non ha funzionato a dovere.
    • Anonimo scrive:
      Re: I PC consumano parecchio anche da sp
      - Scritto da:
      Chi non spegni i pc è un molestatore.
      I pc angrebbero staccati completamente togliendo
      la spina quando si stacca pechè anche se spenti,
      ma con la spina inserita continuano a consumare
      parecchio.Ma che cavolo dici ? Quando sono spenti c'è solo la CMOS attiva con la pila da orologio della motherboard !Non dire cretinate !
      • Anonimo scrive:
        Re: I PC consumano parecchio anche da sp
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Chi non spegni i pc è un molestatore.

        I pc angrebbero staccati completamente togliendo

        la spina quando si stacca pechè anche se spenti,

        ma con la spina inserita continuano a consumare

        parecchio.

        Ma che cavolo dici ? Quando sono spenti c'è solo
        la CMOS attiva con la pila da orologio della
        motherboard
        !
        Non dire cretinate !no, e ad esempio c'è anche il wake on lan...
        • Anonimo scrive:
          Re: I PC consumano parecchio anche da sp
          - Scritto da:
          no, e ad esempio c'è anche il wake on lan...Su molti BIOS ho visto oltre al wake on lan anche un wake ad ora e data specificata, ed uno a ring del modem su interfaccina AC'97.Per gestire questi eventi qualche logica deve stare sempre alimentata.
          • Anonimo scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp

            Per gestire questi eventi qualche logica deve
            stare sempre
            alimentata.
            La ps2 per la tastiera.Mentre se il pc e' in sospensione anche le usb sono alimentate.Sono pero' consumi complessivi molto ridotti.Monitor escluso si va da pochi centesimi ad un paio di euro l'anno (nei contratti aziendali, specie con alimentatori senza pfc)Il monitor crt consuma molto di piu' in standby.
          • Anonimo scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            no, e ad esempio c'è anche il wake on lan...

            Su molti BIOS ho visto oltre al wake on lan anche
            un wake ad ora e data specificata, io lo uso, per esempio :)
        • Anonimo scrive:
          Re: I PC consumano parecchio anche da sp


          Ma che cavolo dici ? Quando sono spenti c'è solo

          la CMOS attiva con la pila da orologio della

          motherboard

          !

          Non dire cretinate !

          no, e ad esempio c'è anche il wake on lan...puntualmente spento in tutta la mia lan
          • Anonimo scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            - Scritto da:




            Ma che cavolo dici ? Quando sono spenti c'è
            solo


            la CMOS attiva con la pila da orologio della


            motherboard


            !


            Non dire cretinate !



            no, e ad esempio c'è anche il wake on lan...

            puntualmente spento in tutta la mia lanSe vuoi accendere un PC a distanza lungo una VPN devi tenere la funzione WOL attiva.
          • Anonimo scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            - Scritto da:

            no, e ad esempio c'è anche il wake on lan...

            puntualmente spento in tutta la mia lanPerché non ne hai bisogno.Io molte volte ne ho bisogno, per cui mi serve che al momento giusto (e non si può mai sapere qual'è), il WOL sia attivo.
    • teddybear scrive:
      Re: I PC consumano parecchio anche da sp
      - Scritto da:
      Chi non spegni i pc è un molestatore.
      I pc angrebbero staccati completamente togliendo
      la spina quando si stacca pechè anche se spenti,
      ma con la spina inserita continuano a consumare
      parecchio.Il "parecchio" è opinabile. Si, esiste un consumo (minimo) perchè in realtà quando si preme il pulsante di start, si da un comando alla scheda madre che rimanda all'alimentatore il comando di accendere tutta l'alimentazione. Se poi si considera che la maggiorparte delle schede di rete è abilitata per fare il "switch on lan" e molti modem per fare il "switch on call" ...Sarebbe sufficiente una presa multipla con l'interrutore generale per ogni scrivania.Come dice sempre Beppe Grillo, anche i TV lasciati sempre in StandBy consumano un sacco di elettricità, come anche lo stereo, il caricacellulare lasciato sempre nella presa, ecc.Non per vantarmi, ma due anni fa ho rifatto l'impianto elettrico di casa, e ora vicino alla porta ho 5 interrutori "generali". Due per le prese ad alto assorbimento (lavatrice, scaldabagno, frigorifero) e due per quelle a basso assorbimento (tutto il resto). La quinta linea è per l'impianto stereo, che ha una linea di alimentazione completamente separata dalle altre (e passa in canaline diverse, ma questo è un altro discorso).Quando esco di casa, per me è naturale spegnere tre di quegli interrutori. In pratica non posso dimenticare nulla di acceso. Rimangono in tensione solamente il frigorifero (sull'alta), il telefono (con segreteria telefonica) e la radiosveglia (sulla bassa). Anche lo scaldabagno rimarrebbe teoricamente sempre attaccato, ma ho messo un timer a programmazione settimanale, in modo da garantirmi acqua calda alla mattina quando mi sveglio ed alla sera dopo cena fino a quando vado a letto. Nel w/e i tempi si allungano leggermente, ma in pratica ho lo scaldabagno "in tensione" solo per meno di una ventina di ore alla settimana.Tutte le lampadine sono state sostituite con quelle "a basso consumo" oppure (in due casi) con quelle alogene (spostando l'interrutore PRIMA del trasformatore - assurdo, vero?).Nell'autorimessa ho messo un rilevatore di presenza che mi accende automaticamente la luce appena c'è movimento (e la spegne automaticamente). Questo è stato fatto più che altro per comodità, ma mi capitava spesso di dimenticare la luce accesa tutta la notte.In pochi mesi ho recuperato i costi iniziali. Ora sto monetizzando visibilmente il risparmio energetico.Secondo me ci vuole poco, solo un po' di impegno e ingegno.
      • Anonimo scrive:
        Re: I PC consumano parecchio anche da sp
        E alla fine quanto hai risparmiato con tutto sto ambaradan?
        • teddybear scrive:
          Re: I PC consumano parecchio anche da sp
          - Scritto da:
          E alla fine quanto hai risparmiato con tutto sto
          ambaradan?Un buon 50% sulla bolletta dell'energia elettica.
          • Anonimo scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            - Scritto da: teddybear

            - Scritto da:

            E alla fine quanto hai risparmiato con tutto sto

            ambaradan?

            Un buon 50% sulla bolletta dell'energia elettica.mo va a cagher...il 50...
          • Anonimo scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            - Scritto da:

            - Scritto da: teddybear



            - Scritto da:


            E alla fine quanto hai risparmiato con tutto
            sto


            ambaradan?



            Un buon 50% sulla bolletta dell'energia
            elettica.

            mo va a cagher...il 50...corbezzoli, ora si che hai convinto con la tua logica stringente!
          • teddybear scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            - Scritto da:

            - Scritto da: teddybear



            - Scritto da:


            E alla fine quanto hai risparmiato con tutto
            sto


            ambaradan?



            Un buon 50% sulla bolletta dell'energia
            elettica.

            mo va a cagher...il 50...Certo. Ed il conto è presto fatto. Lo scaldabagno elettrico è acceso per pochissime ore alla settimana, piuttosto che 24/7. Le lampadine a basso consumo usano circa 1/5 della corrente normalmente usata. Non ci sono più alimentatori sempre attaccati anche quando non servono (caricacellulare e simili), la TV la spengo con il bottone frontale, e non è mai in standby. Ho cambiato il frigorifero che era in dotazione quando ho preso casa con uno nuovo di classe AA (c'e l'investimento iniziale, ma rientri in meno di un anno). Importante poi imparare ad usare il frigo, sembra una stupidata, ma aprire la porta per prendere una bottiglia, fa si che entra molto più calore di quanto non se ne pensi. Ci sono molti frigoriferi (anche piccoli) che hanno uno sportello apposito solo per le bottiglie. Cambi condizionatore con uno davvero efficiente (ed impari ad usarlo)Fidati, in una casa risparmiare il 50% non è così complicato.
          • Anonimo scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            Cambi
            condizionatore con uno davvero efficiente (ed
            impari ad
            usarlo)
            Fidati, in una casa risparmiare il 50% non è così
            complicato.Aggiungo anche che un buon isolamento termico consente di risparmiare un 30-40% sul riscaldamento/condizionamento dei locali.Inoltre mi ha molto colpito l'idea di poter riscaldare l'acqua direttamente dove serve.E' uno spreco immane far passare acqua calda attraverso 10 metri di tubo freddo solo per farla arrivare al lavandino in cucina.Sarebbe molto più economico "riscaldare" l'acqua in prossimità del lavandino, e recuperare il calore di quell'acqua con una serpentina che gira intorno al tubo di scarico.bye
          • Anonimo scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp

            Un buon 50% sulla bolletta dell'energia elettica.Mi sembra tanto.A meno che prima non abusassi della caldaia e tenessi le luci sempre accese.Di norma il risparmio si aggira sul 20% - max 30%Piu' redditizio il risparmio dovuto ad un buon isolamento termico.Cmq meglio cosi' che un pugno in un occhio, complmenti... ma rifai i conti che quel 50% e' eccessivo.
          • teddybear scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            - Scritto da:
            Cmq meglio cosi' che un pugno in un occhio,
            complmenti... ma rifai i conti che quel 50% e'
            eccessivo.No, sono i dati delle bollette ENEL. Quindi niente calcoli strani o simili. Sono costi effettivi.
          • Mech scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            - Scritto da: teddybear
            - Scritto da:


            Cmq meglio cosi' che un pugno in un occhio,

            complmenti... ma rifai i conti che quel 50% e'

            eccessivo.

            No, sono i dati delle bollette ENEL. Quindi
            niente calcoli strani o simili. Sono costi
            effettivi.Ciao, mi incuriosisce questo conteggio.Ho solo dei dubbi circa lo scaldabagno.Io pensavo che l'energia spesa per portare in temperatura l'acqua per 2 volte al giorno fosse maggiore rispetto a quella necessaria per mantenerla durante tutta la giornata.Inoltre, se per un imprevisto ne hai bisogno a metà giornata, probabilmente dovrai spendere ancora molta energia.Naturalmente lo scaldabagno dovrebbe avere un ottimo isolamento termico per avere i migliori benefici economici.
          • teddybear scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            - Scritto da: Mech
            Ho solo dei dubbi circa lo scaldabagno.
            Io pensavo che l'energia spesa per portare in
            temperatura l'acqua per 2 volte al giorno fosse
            maggiore rispetto a quella necessaria per
            mantenerla durante tutta la
            giornata.Dipende dall'uso che ne fai. Considera che io sto fuori casa dalle 7.30 di mattina fino verso le 8.00 di sera. E considerando anche le 5 ore di sonno, rimangono ben poche ore di possibilità di uso effettivo. Inoltre ci mette molte ore a raffreddarsi al punto da non considerarla più acqua calda. Quando la faccio scaldare invece ne ho bisogno tanta e calda (per fare la doccia).
            Inoltre, se per un imprevisto ne hai bisogno a
            metà giornata, probabilmente dovrai spendere
            ancora molta energia.Se ne ho bisogno a metà giornata significa che sono in ufficio. Se non sono in ufficio è una eccezione, che va gestita appunto come eccezione.
            Naturalmente lo scaldabagno dovrebbe avere un
            ottimo isolamento termico per avere i migliori
            benefici economici.Ovviamente. La cosa migliore sarebbe comunquelo scaldabagno a gas. Efficente, veloce, economico e scalda l'acqua (quanta ne vuoi) nel momento in cui la usi. Ma visto che non è casa mia, non posso fare tutte le modifiche necessarie. La cosa dell'impianto elettrico è stata molto più facile, visto che non ho apportato modifiche strutturali all'appartamento. Per portare il gas fino al posto dove dovrei installare lo scaldabagno ho da bucare due pareti e tirare un tubo (quindi fare anche la traccia nelle pareti e cosi via).
      • Anonimo scrive:
        Re: I PC consumano parecchio anche da sp
        - Scritto da: teddybear

        - Scritto da:

        Chi non spegni i pc è un molestatore.

        I pc angrebbero staccati completamente togliendo

        la spina quando si stacca pechè anche se spenti,

        ma con la spina inserita continuano a consumare

        parecchio.

        Il "parecchio" è opinabile. Si, esiste un consumo
        (minimo) perchè in realtà quando si preme il
        pulsante di start, si da un comando alla scheda
        madre che rimanda all'alimentatore il comando di
        accendere tutta l'alimentazione. Se poi si
        considera che la maggiorparte delle schede di
        rete è abilitata per fare il "switch on lan" e
        molti modem per fare il "switch on call"
        ...

        Sarebbe sufficiente una presa multipla con
        l'interrutore generale per ogni
        scrivania.io avevo pensato di mettere un timer FISICO (quelli tedeschi con la rotellona e l'indicatore che va a quarti d'ora) sulla ciabatta che connette appunto gruppi di apparati... ma non mi troverei molto bene a dialogare con i gruppi di continuità ... perchè il modo è piuttosto brutale.e quindi il gruppo risponderebbe tenendo su la corrente.ci sono UPS che si attivano a tempo?
      • Anonimo scrive:
        Re: I PC consumano parecchio anche da sp
        - Scritto da: teddybear
        Quando esco di casa, per me è naturale spegnere
        tre di quegli interrutori. In pratica non posso
        dimenticare nulla di acceso.E quando rientri passi 1/4 d'ora a reimpostare gli orologi dei vari apparecchi?
        • teddybear scrive:
          Re: I PC consumano parecchio anche da sp
          - Scritto da:

          - Scritto da: teddybear


          Quando esco di casa, per me è naturale spegnere

          tre di quegli interrutori. In pratica non posso

          dimenticare nulla di acceso.
          E quando rientri passi 1/4 d'ora a reimpostare
          gli orologi dei vari
          apparecchi?Quali vari apparecchi? Videoregistratore non ce l'ho. (ed il videoregistrarore che ho regalato a mamma, ben otto anni fa, regola autonomamente l'orario con il segnale del televideo). La radiosveglia si autosincronizza con il segnale radio (e comuqnue ha una batteria tampone che dura giorni, visto che in caso di mancanza di corrente toglie tutte le funzioni non necessarie, come il display sempre acceso - lo accende solo quando esplicitamente richiesto).Idem per i computers.Quali altre decine di apparecchi possiedi per dover perdere 15 minuti a riprogrammarli tutti?Capisco che ora ci sono pure i microonde con l'orologio, ma non ne ho mai capita l'utilità.A parte la radiosveglia, gli altri orologi che ho in casa sono il pendolo di mio bisnonno e l'orologio da polso.Niente che abbia bisogno della corrente.Sempre legandomi ad un discorso che ho fatto in un altro messaggio, tutto questo fiorire di apparecchiature che hanno bisogno di corrente per tenere su il timer, mi sa tanto di manovra per forzare la gente a tenere sempre tutto acceso.
          • Anonimo scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            beh..visto ke in pochi ti hanno fatto i complimenti...che dire... hai fatto un ottimo lavoro! meriti i complimenti! un ottimo progetto elettrico!
          • teddybear scrive:
            Re: I PC consumano parecchio anche da sp
            - Scritto da:
            beh..visto ke in pochi ti hanno fatto i
            complimenti...che dire... hai fatto un ottimo
            lavoro! meriti i complimenti! un ottimo progetto
            elettrico!Grazie, ma non li merito. Non è nulla di particolare, anzi, spesso mi chiedo perchè non vengono fatte così tutte le case. L'idea mi venne in mente quando ho visto le linee separate dalla sala macchine (possiamo spegnere una linea di corrente, senza spegnere alcun server, visto che tutti hanno doppio alimentatore. Ottimo per la manutenzione elettrica, quindi).
  • Anonimo scrive:
    Negli US...
    Sono stato per lavoro in alcuni uffici nella Silicon Valley e persone che andavano via (addirittura per le vacanze!!) lasciavano il computer acceso, i neon che illuminano il proprio cubilo accesi, tutto acceso. Tutta la notte e tutto il weekend. Sempre. Nessuno li costringeva a spegnere. E se per qualche designer il computer acceso significa una simulazione in corso, qualche altro designer lasciava anche lo schermo acceso con lo screen saver (e semmai con un bel post-it che diceva "sono in ferie per le prossime 2 settimane").Inoltre molti americani lasciano le luci accese, e non solo, quando lasciano camere d'albergo, case, e via dicendo....Altro che inglesi....
    • Anonimo scrive:
      Re: Negli US...
      Hmmm in California vedevo che nei laboratori universitari spegnevano, nelle sale computer c'era lo shutdown automatico, esclusi i computer delle simulazioni ed i server (anche le luci venivano spente).Quello che rimaneva acceso perennemente erano tutti i computer nei dormitori, negli apartamenti degli studenti e nelle case di fraternities e sororities... e perennemente connessi in p2p :-P
      • Anonimo scrive:
        Re: Negli US...
        E che gli frega di consumare energia agli americani?Quando la finiscono "esportano la democrazia" in qualche paese col petrolio e via.:'(
Chiudi i commenti