Katherine Maher non sarà più CEO di Wikimedia

Nel mese di aprile Katherine Maher lascerà la poltrona di CEO della Wikimedia Foundation: al momento nessuna ipotesi su chi erediterà il suo posto.
Nel mese di aprile Katherine Maher lascerà la poltrona di CEO della Wikimedia Foundation: al momento nessuna ipotesi su chi erediterà il suo posto.

L’annuncio arriva direttamente dal sito ufficiale della Wikimedia Foundation: a partire dal mese di aprile Katherine Maher non sarà più CEO della fondazione. Classe 1983, ha più volte dichiarato durante il suo percorso di studi di volersi impegnare in ambito accademico e lavorando per i diritti umani, chissà che non ci sia questo nel suo futuro. Non è ancora stato individuato il successore.

Wikimedia Foundation: Katherine Maher lascia il ruolo di CEO

Negli anni della sua gestione progetti come l’enciclopedia online hanno esteso in modo importante il loro raggio d’azione, raggiungendo nuovi paesi, supportando nuove lingue e beneficiando del contributo fornito da molti nuovi volontari. È inoltre stata in grado di raccogliere importanti risorse da investire nel mantenimento delle attività già in essere (che includono anche Wikidata, Wikisource, Wikibooks, Wikimedia Commons ecc.) e in iniziative inedite.

Katherine Maher

Maher è nella Wikimedia Foundation dal 2014. L’ingresso come Chief Communications Officer per poi diventarne direttore esecutivo e amministratore delegato. Il suo impegno è stato fondamentale per la crescita e l’affermazione di progetti come Wikipedia, che trascorsi ormai vent’anni dalla creazione si appresta ad accogliere un codice di condotta globale e un restyling dell’interfaccia desktop. Queste le parole di Jimmy Wales, fondatore dell’enciclopedia.

Come CEO, Katherine è stata una instancabile custode della nostra visione finalizzata a mettere a disposizione ogni conoscenza a tutte le persone. Con Wikipedia che celebra il suo ventesimo compleanno, il ruolo svolto di fonte fidata di informazioni rappresenta il testamento della sua leadership. Ha reso più visibile l’importanza dell’accesso alla conoscenza, sostenuto policy più inclusive e celebrato i volontari che hanno reso tutto questo possibile.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti