KDE 4.3 corteggia anche le aziende

La comunità degli sviluppatori ha rilasciato una nuova versione del proprio desktop environment. Novità e migliaia di bug sistemati: ora tutto è pronto per il debutto in prima serata

Nel corso della settimana la KDE Community ha rilasciato la versione 4.3 dell’interfaccia, nome in codice Caizen , una release del celebre desktop environment per Linux che promette di migliorare stabilità, usabilità, performance e tool di sviluppo.

Il lungo percorso di maturazione compiuto da KDE 4 ha ormai raggiunto, secondo i suoi sviluppatori, un livello tale da rendere quest’ultima versione maggiormente adatta a tutto lo spettro d’utenza, inclusa quella business. Negli ultimi 6 mesi la comunità KDE afferma di aver corretto oltre 10mila bug e implementato circa 2mila nuove funzionalità richieste da tester e utenti. In tutto, i cambiamenti apportati a KDE 4.3 sono stati oltre 63mila.

Come si apprende dal comunicato stampa ( qui tradotto in italiano), la novità più visibile è costituita dal nuovo tema Air per l’interfaccia Plasma, definito più leggero e meglio integrato con il tema predefinito delle applicazioni. Plasma ha inoltre beneficiato di alcune ottimizzazioni che ne hanno migliorato l’agilità e le performance, riducendone in modo particolare il consumo di memoria. Tra le altre novità più importanti relative a Plasma c’è la possibilità di assegnare widget differenti (i cosiddetti plasmoidi ) a ciascun desktop virtuale.

Migliorato anche il gestore di file Doplhin, che tra le altre cose ora è in grado di mostrare piccole anteprime dei file contenuti in una cartella direttamente sull’icona delle cartelle stesse.

KDE 4.3 include poi PolicyKit , un framework di sicurezza che fornisce alle applicazioni un modo coerente per ottenere privilegi aggiuntivi come quelli di amministrazione. Usando PolicyKit, gli admin possono configurare delle impostazioni relative all’intero sistema: per esempio, è possibile consentire ad alcuni utenti di regolare la data e l’ora dell’orologio o assegnare a specifici utenti la possibilità di avviare o fermare servizi di sistema. Questa tecnologia è stata implementata anche in GNOME a partire dalla versione 2.22.

Nel nuovo KDE sono molti altri i componenti e le applicazioni che hanno beneficiato di migliorie, tra i quali il windows manager KWin, il desktop launcher KRunner, il software di cifratura KGpg e il tool di assistenza alle traduzioni Lokalize.

Per quanto concerne la piattaforma di sviluppo, la novità più importante riguarda l’avvio dell’implementazione in KDE del progetto Social Desktop , il cui obiettivo è quello di fornire agli sviluppatori open source una piattaforma per il social netwoking e collaborazione aperta e libera dal controllo delle grosse corporation.

Come spiegato in dettaglio in questo articolo di Ars Technica , al cuore di Social Desktop c’è un’ API che permette l’accesso e l’interazione con i servizi forniti dal network openDesktop.org , servizi quali gestione delle identità, microblogging, messaggistica istantanea, hosting di temi per il desktop ecc. Uno dei componenti chiave di Social Desktop è anche il framework Nepomuk (Networked Environment for Personalized, Ontology-based Management of Unified Knowledge) per la gestione semantica del contenuto desktop.

KDE 4.3 può essere scaricato manualmente da qui sotto forma di immagine CD, oppure attraverso i repository dedicati alle principali distribuzioni Linux.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nino paratore scrive:
    ke delusione
    ho comprato da pochi giorni un macbook pro 13'' ma arrivato a casa una brutta sorpresa un pixell bruciato il venditore di messina (cutting edge) non lo vuole cambiare e io ricorro alle vie legali ma mi domando e vi domando una grande azienda come la apple perchè deve essere così pidocchiosa da non capire i piccoli difetti devono essere sostituiti... ALTRIMENTI POTETE CHIUDERE BOTTEGA!!!
  • Graziano scrive:
    GNU/Linux
    Mi dispiace vedere che nonostante la mia email alla redazione di punto informatico, tutti gli autori degli articoli vogliano continuare a chiamare erroneamente il sistema operativo GNU/Linux come Linux.Un errore tecnico, storico e filosofico che non c'e' volonta' di cambiare.Gli autori, sempre molto precisi e con dei buoni articoli, su questo punto purtroppo falliscono.Per maggiori informazioni sulla storia del sistema operativo GNU, su come il suo utilizzo con kernel Linux sia usato oggi in milioni di computer ecco un link:http://www.gnu.org/gnu/gnu-history.it.html
    • Savio scrive:
      Re: GNU/Linux
      Per quanto tu abbia tutte le ragioni del mondo a sostenere ciò, sta di fatto che ormai Linux significa GNU/Linux e viene utilizzata la sola parola "Linux" per identificare l'intero sistema operativo. La tua precisazione dunque, per quanto corretta, è comunque presa poco in considerazione solo per il semplice fatto che ormai, anche gli stessi sviluppatori, tendono a chiamare il sistema "GNU/Linux" semplicemente "Linux" (credo per semplicità) pur riconoscendo nella definizione di sistema operativo la reale nomenclatura "GNU/Linux". ;)
    • Fustigatore dei gnulebani scrive:
      Re: GNU/Linux
      E' come distinguere fra "Duna" e "Fiat Duna": dici solo "Duna", la guardi e resti sgomento, se invece dici "Fiat Duna", la guardi e magari vomiti, ma senza sgomento, quel "Fiat" spiega tutto. O)
    • Fustigatore degli Agnelli scrive:
      Re: GNU/Linux
      E' come specificare "Fiat Duna", se scrivi solo "Duna", rimani sbigottito di fronte a tanta bruttezza, ma basta specificare che è Fiat e l'orrore rimane, ma tutto diviene più chiaro. (idea) (cylon) :p
  • paoloholzl scrive:
    Meglio tardi che mai
    Ma se sono anni che sostengono che non è così ...
  • Raigher scrive:
    MS e open source
    Microsoft sa bene cosa fare nel suo futuro, e sa in che direzione muoversi, già anni fa si parlò di windows free o open source, quando MS si accorgerà che windows perderà troppo terreno lo metterà FREE o open source a seconda della convenienza che ne avrà, potrà così continuare a vendere Office che è il suo diamante e altri software e servizi a piattaforma Windows. Nessuno crederà davvero che MS fallirà solo perchè linux avanza un pochino, vero? Ci lavorano decine di miglia di eprsoen in MS non penserete siano tutte stupide, spero, ovvio che hanno già un piano di massima, ma è ovvio che MS a guadagnare quanto più può da Windows priam di di metterlo free. Un Windows X Open source quanto tempo pensate ci metterebbe a mangiarsi il mondo? Se oggi MS ha il 90% dei in mano con windows open source .....
    • iRoby scrive:
      Re: MS e open source
      Sarà solo un altro sistema operativo libero.La sua diffusione non dipenderà solo dall'essere free. E col marketing il free non lo vendi.Nel campo del free (sempre con free speech intendiamo) non si possono usare i ricatti ai produttori, e neppure i regali ai dirigenti delle P.A. che comprano tutto M$.Con il free devi dimostrare davvero di essere siperiore.E sinceramente di essere superiori non l'hanno dimostrato col closed a pagamento, figuriamoci con l'open e free (anche fosse as free beer).
    • ruppolo scrive:
      Re: MS e open source
      - Scritto da: Raigher
      Microsoft sa bene cosa fare nel suo futuro,Ah si? E allora come mai è in declino da anni? Ah, ho capito, è il futuro più in là, quando Windows sarà una nicchia: Farà il Patent Troll, ovviamente.
      • Francesco_Holy87 scrive:
        Re: MS e open source
        Il problema è questo. Micorsoft è una società commerciale. È nata per vendere e per fruttare soldi. E fin quì, lo fan tutti. Solo che nel corso degli anni, la Microsoft si è incentrata più nel marketing e nel guadagno, senza ascoltare i bisogni degli utenti. Ed è una cosa fondamentale, infatti la legge prima del commercio è che "il cliente ha sempre ragione". Invece di sforzarsi a creare un sistema operativo decente, hanno puntato tutto sulle politiche di marketing, in modo da vendere il più possibile il loro software. Ma qualcosa è andato storto, infatti i clienti hanno perso buona parte della fiducia in Microsoft e quest'ultima, avendo capito l'errore, hanno cercato di impegnarsi per fare un sistema operativo un pò decente, creando 7, che altro non è, un Vista più veloce e leggero, ma che fan pagare come un sistema operativo nuovo e avanti anni luce. (Spezzo una lancia a loro favore, chi ha Vista può passare a 7 spendendo meno di 50)
    • Myrd scrive:
      Re: MS e open source
      www.reactos.comc'è gia' in cantiere da un bel po' di tempo
  • Ramaja scrive:
    E se Microsoft sviluppasse un "Linux?"
    Hai visto mai? Nessuno lo vieta e Microsoft ha tutto ciò che serve per farlo. Io un siffatto "Linux", anche a pagamento, ce lo vedrei e lo comprerei pure SE avesse i vantaggi di Windows e di "Linux" senza i loro svantaggi.
    • shevathas scrive:
      Re: E se Microsoft sviluppasse un "Linux?"
      - Scritto da: Ramaja
      Hai visto mai? Nessuno lo vieta e Microsoft ha
      tutto ciò che serve per farlo. Io un siffatto
      "Linux", anche a pagamento, ce lo vedrei e lo
      comprerei pure SE avesse i vantaggi di Windows e
      di "Linux" senza i loro
      svantaggi.Pia illusione. Sistemi che hanno solo vantaggi e non svantaggi non possono esistere. Ogni scelta tecnica comporta sia vantaggi che svantaggi.
    • ruppolo scrive:
      Re: E se Microsoft sviluppasse un "Linux?"
      - Scritto da: Ramaja
      Io un siffatto
      "Linux", anche a pagamento, ce lo vedrei e lo
      comprerei pure SE avesse i vantaggi di Windows e
      di "Linux" senza i loro
      svantaggi.Un siffatto "Linux" già esiste, si chiama OS X.
      • kakkola scrive:
        Re: E se Microsoft sviluppasse un "Linux?"
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Ramaja

        Io un siffatto

        "Linux", anche a pagamento, ce lo vedrei e lo

        comprerei pure SE avesse i vantaggi di Windows e

        di "Linux" senza i loro

        svantaggi.

        Un siffatto "Linux" già esiste, si chiama OS X.OSX è un derivato di BSD e non di Linux. Al limite si può dire ceh OSX e linux sono cugini, ma niente di più. Inoltre non si può certo dire che OSX abbia gli stessi vantaggi di Windows (in termini di driver e applicazioni disponibili) e (per fortuna), neanche gli stessi svantaggi!!!
  • Enjoy with Us scrive:
    M$ non ha paura ha il terrore...
    ... di Linux!A livello governativo non passa giorno che una qualche amministrazione non comunichi il passaggio a software open, ora perfino negli USA stessi, vedi le poste Americane.I netbook sono ormai il 25-30% dei portatili e in breve assieme ai prodotti CULV raggiungeranno il 70% del segmento mobile.I paesi emergenti contano sempre di più e ovviamente non usano prodotti closed con backdoor in mano a paesi stranieri (vedi Cina)...M$ ha ben ragione ad avere paura! Molto dipenderà dall'accoglienza di Windows 7, se la sua incapacità di gestire software per XP al di fuori della macchina virtuale (da pagare a caro prezzo con le versioni top price del SO), verà male accettata dagli utenti... saranno dolori!
    • XYZ scrive:
      Re: M$ non ha paura ha il terrore...
      - Scritto da: Enjoy with Us
      ... di Linux!
      A livello governativo non passa giorno che una
      qualche amministrazione non comunichi il
      passaggio a software open, ora perfino negli USA
      stessi, vedi le poste
      Americane.
      I netbook sono ormai il 25-30% dei portatili e in
      breve assieme ai prodotti CULV raggiungeranno il
      70% del segmento
      mobile.
      I paesi emergenti contano sempre di più e
      ovviamente non usano prodotti closed con backdoor
      in mano a paesi stranieri (vedi
      Cina)...
      M$ ha ben ragione ad avere paura! Molto dipenderà
      dall'accoglienza
      di Windows 7, se la sua incapacità di gestire
      software per XP al di fuori della macchina
      virtuale (da pagare a caro prezzo con le versioni
      top price del SO), verà male accettata dagli
      utenti... saranno
      dolori!Eh si, concordo in pieno!
  • paolo del bene scrive:
    la miopia di m$
    direi che la miopia di m$ è fasulla, sin dagli anni 80 ed in particolare da quando Richard Matthew Stallman pubblicò il suo progetto che prevedeva lo sviluppo di un sistema operativo free software che fosse compatibile con Unix, ma che non fosse Unix.Da qui il gioco di parole GNU'S Not Unix http://www.gnu.org/gnu/initial-announcement.htmlquando Thomas Bushnell & Co stavano lavorando all'integrazione di HURD sul microkernel Mach della Carnegie Mellon University http://www.cmu.edu un altro personaggio iniziò a sviluppare un kernel monolitico dal nome linux, stiamo parlando di Linus Torvalds Benedict, ex ragazzo Finlandese, sposato, 2 figlie, carte di credito e BMW, che vive negli U.S.A.La microsoft ancor prima del progetto GNU'S Not Unix ! attaccò la community dicendo che nessuno sarebbe stato all'altezza di sviluppare un sistema operativo totalmente libero e dunque non si dovevano permetter più di copiargli il BASIC.Peccato che la microsoft non dica che a sua volta il BASIC l'ha copiato paro paro, dunque nemmeno microsoft ha mai inventato il BASIC, ma ne ha fatto solo una sua versione.Dunque se il BASIC è stato sviluppato nel 1964, come avrebbero Paul Allen e William Gates III svilupparlo ?vedasi http://en.wikipedia.org/wiki/BASICAll'inizio degli anni 90, microsoft aveva già preso visione di quello che si stava svilppando parallelamente a windows: GNU/linux, verso il 1997-1998 microsoft iniziò a fare campagne che mettessero in dubbio la qualità del sistema operativo GNU/linux.Dunque non si può credere al fatto che microsoft si accorge di GNU/linux solo ora.Inoltre la questione netbook e notebook è iniziata il 23 Dec 2005 : 'Italian Windows Refund' © Paolo Del Bene http://paolodelbene.blogspot.com/2008_08_01_archive.html e http://wiki.fsfe.org/Windows-Tax_Refund#ItalyMicrosoft di giorno attacca GNU/linux e di notte lavora ad un port del compilatore GCC sviluppato da Richard Matthew Stallman, inoltre non vedo come microsoft si potesse accorgere di GNU/linux, quando fece un grandissimo Rumor, decidendo di allearzi con Novell, sviluppatrice della distribuzione Open Suse e che a partire dal sottoscritto, venne vista come fumo agli occhi.Microsoft prima è entrata in Novell, poi in Sun Microsystem ed infine con Red Hat nel 2008, quindi quando si sente dire che microsoft si è accorta solo ora di GNU/linux è solo un falso.
  • Treepwood scrive:
    In effetti...
    E' bello il nuovo design del sito.
  • Sandro kensan scrive:
    17% di calo del fatturato
    Ho letto su ossblog che il calo dovuto alla concorrenza dei sistemi unix è stato del 17%.«Con lultimo bilancio Microsoft si è resa conto di una caduta dei profitti.Fra le cause viene citato il movimento open source e due compagne, Red Hat e Canonical, sono tra i motivi di quel 17% in mancati profitti. In una nota si riconosce come i sistemi operativi basati su unix stanno prendendo piede soprattutto nei mercati emergenti dove è più forte la spinta al taglio dei costi.Alla fine si chiude affermando che più lopen source guadagna mercato e più calano le vendite per Microsoft. Che sia arrivata lora di un confronto serio dopo le ridicole accuse di cancro lanciate tempo fa da Steve Ballmer?»È la stessa notizia oppure le due news si sommano?
    • vavava scrive:
      Re: 17% di calo del fatturato
      - Scritto da: Sandro kensan
      Ho letto su ossblog che il calo dovuto alla
      concorrenza dei sistemi unix è stato del
      17%.

      «Con lultimo bilancio Microsoft si è resa conto
      di una caduta dei
      profitti.

      Fra le cause viene citato il movimento open
      source e due compagne, Red Hat e Canonical, sono
      tra i motivi di quel 17% in mancati profitti. In
      una nota si riconosce come i sistemi operativi
      basati su unix stanno prendendo piede soprattutto
      nei mercati emergenti dove è più forte la spinta
      al taglio dei
      costi.

      Alla fine si chiude affermando che più lopen
      source guadagna mercato e più calano le vendite
      per Microsoft. Che sia arrivata lora di un
      confronto serio dopo le ridicole accuse di
      cancro lanciate tempo fa da Steve
      Ballmer?»

      È la stessa notizia oppure le due news si sommano?La news dice che la MS è preoccupata, la tua notizia che IN UN ANNO (2008) la MS perde il 17% del mercato per via degli UNIX (che poi in maggioranza è Linux) si capisce il perchè è preoccupata di FALLIRE.Ciao
      • botero scrive:
        Re: 17% di calo del fatturato
        Alla Microsoft forse suona strano sentire parlare di concorrenza???
        • Bastard Inside scrive:
          Re: 17% di calo del fatturato
          - Scritto da: botero
          Alla Microsoft forse suona strano sentire parlare
          di
          concorrenza???Be', poveri cari, è una cosa che finora avevano sempre seppellito, ora sono terrorizzati, pensano di essere assediati dai non morti! (ghost)(ghost)(ghost)(cylon) :| :'( :p :D
        • Francesco_Holy87 scrive:
          Re: 17% di calo del fatturato
          Diciamocelo, fino a quando c'erano solo i desktop la Microsoft aveva abortito prima del nascere numerosi concorrenti grazie ad accordi con i produttori hardware. Da quando sono usciti i netbook e gli smartphone con Android e OSX, Windows ha preso un brutto colpo dato che non solo la maggiore portabilità significava un decremento delle prestazioni e un maggior bisogno delle ottimizzazioni hardware, ma anche il fatto che non servivano tutte quelle numerose applicazioni per Windows sui netbook e smartphone, rendendolo quasi di fatto un sistema operativo inutile e costoso.
          • SardinianBoy scrive:
            Re: 17% di calo del fatturato
            Allora che ne dite del SO BEOS?Tale sistema,che già conoscevo era avanti di 10 anni rispetto al concorrente Winzzozz!Purtroppo,la microsoft contrastò il progetto BEOS,dichiarandogli guerra.Eppure il BEOS era-ed è- un sistema virus free e non ha problemi di stabilità.Perchè tutto questo?Semplice:i soldi.Lo stesso discorso è per i Sistemi operativi Linux , Chrome Os e via dicendo.Se andate su questo link http://www.pc-noproblem.com/OS.html#BEOS5troverete delle notizie interessanti e provare dei Sistemi operativi e fare rivivere i vostri pc..che pensavate di rottamare.Provare x credere.
          • AtariLover scrive:
            Re: 17% di calo del fatturato
            HaikuMeglio installarsi Haiku a questo punto ;)
          • SardinianBoy scrive:
            Re: 17% di calo del fatturato
            Certo, a questo punto ogni individuo decide il SO che vuole e anche quello Haiku può andar bene!Ciao e buone vacanze!!
Chiudi i commenti