La chiave dell'email è nel P2P

Proteggere informazioni riservate: un gruppo di ricercatori statunitensi ha ideato la soluzione finale per i messaggi a scadenza

Due studenti dell’Università di Washington hanno progettato e realizzato un software capace di mascherare e proteggere i messaggi scambiati sul Web, facendoli letteralmente autodistruggere una volta esauritasi la loro utilità : l’obiettivo è la certezza che i contenuti vengano occultati definitivamente.

Comunicare nell’era Internet è un’operazione estremamente semplice: email, documenti condivisi e social network permettono lo scambio di enormi quantità di informazioni. Una volta premuto il tasto invio , ciò che è stato scritto viene immesso nel turbine della Rete e, specialmente se si tratta di dati sensibili, non sempre si è sicuri del percorso che intraprenderà nei meandri del Web.

La ragione per cui Vanish , questo il nome del programma, è stato creato è proprio quella di impedire il sedimentarsi di un ingombrante e a volte fastidioso passato telematico . Per evitare che ritorni a galla dopo diverso tempo i ricercatori hanno sviluppato anche un prototipo di Vanish come plugin di Firefox, che però funziona correttamente solo se utilizzato sia dall’emittente che dal ricevente.

Si tratta per ora solo di un prototipo: ma una volta completato Vanish , secondo i suoi creatori, dovrebbe essere in grado di nascondere il messaggio dietro una particolare chiave di cifratura che verrebbe poi fatta letteralmente a pezzi e disseminata su diversi terminali servendosi di un network peer-to-peer. Spezzettato e distribuito tra i componenti della rete P2P, al variare di questi ultimi sempre più elementi della chiave andranno perduti: rendendo, gradualmente, di fatto impossibile decifrare il messaggio originale.

Roxana Geambasu, dottoranda statunitense co-ideatrice di Vanish , sostiene che gli attuali metodi per cifrare dati non siano in grado di garantire la riservatezza nel lungo periodo, e che la peculiarità del suo programma sia quella di impedire, ad esempio, che anni dopo la produzione di un certo dato cifrato le autorità possano forzare la sua decrittazione. Geambasu paragona il suo programma allo scrivere sulla sabbia nei pressi della battigia : la scritta resterà intatta per alcune ore, ma poi la marea la cancellerà per sempre.

L’idea degli studenti statunitensi non è quindi creare un migliore sistema di cifratura bensì fare in modo che i dati possano distruggersi da soli , diventando così irrecuperabili: “Abbiamo creato i self-destructing data per ovviare ai difetti degli attuali metodi di protezione – viene spiegato – la differenza fondamentale sta nel fatto che l’utente che decide di cifrare un messaggio non entra mai in possesso della chiave, la cui durata ha un limite oltre il quale nessuno sarà più in grado di leggere quel messaggio”.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ShinXari scrive:
    peccato...
    sarebbe stato bello fare un film sulla storia di Warcraft Orcs&Humans...poi sul 2...e il 3.... facendo così in modo che la gente apprenda la storia della saga visto che il98% degli utenti di wow ignora completamente tutta la storia precedente.comunque quoto Locke...ha centrato in pieno la questione.
  • Guybrush scrive:
    ...ma il buon Raimi
    Non ci ha dato anche L'ARMATA DELLE TENEBRE?Klatoo Verata NicCoffCOUGHToL'ho detto eh? L'ho detto.-- GT
    • Caius scrive:
      Re: ...ma il buon Raimi
      - Scritto da: Guybrush
      Non ci ha dato anche L'ARMATA DELLE TENEBRE?

      Klatoo Verata NiCoffCOUGHvana

      L'ho detto eh? L'ho detto.

      --
      GTFix'd ;) 8)
    • Alan Kobal scrive:
      Re: ...ma il buon Raimi
      Correct!!! ^_^Mi vedo già la battaglia fra l'alleanza e i non morti stile Armata delle tenebre! Uah uah!
      • Alan Kobal scrive:
        Re: ...ma il buon Raimi
        "Ma Arthas, nel prendere frostmore le parole le hai dette giuste?""Beh sì... più o meno"Cmq... se non ricordo male quando i death Knight di Warcraft2 resuscitavano dicevano "I'm alive.... again....." che è la frase che recita l'Ash cattivo quando resuscita dal cimitero...
        • Guybrush scrive:
          Re: ...ma il buon Raimi
          - Scritto da: Alan Kobal
          "Ma Arthas, nel prendere frostmore le parole le[...]
          "I'm
          alive.... again....." che è la frase che recita
          l'Ash cattivo quando resuscita dal
          cimitero...Confermo, me lo sono sciroppato in lingua originale qualche giorno fa.E' sempre uno spasso :)
          • rob scrive:
            Re: ...ma il buon Raimi
            andiamo smettetela di fargli perdere tempo che vorrei vedere deadlands prima che mi muoia campbell T_T
  • sandro scrive:
    invece del film migliorare il gioco no??
    La blizzi sa sempre come fare soldi :PMigliorare il gioco no???? :D
    • enjoy this scrive:
      Re: invece del film migliorare il gioco no??
      assolutamente sì.rimane comunque secondo me sacrosanta l'obiezione "potreste concentrare le vostre risorse sulla pubblicazione di diablo3? poi fate quel che vi pare"
    • Linus scrive:
      Re: invece del film migliorare il gioco no??
      tipo fare warcraft 4 anziche' queste caxxate di mmorpg?
      • Locke scrive:
        Re: invece del film migliorare il gioco no??
        - Scritto da: Linus
        tipo fare warcraft 4 anziche' queste caxxate di
        mmorpg?Prima che esca Starcraft 2, poi Diablo 3... quel che faranno dopo non mi importa, sono contento con questi due titoli :)
    • Locke scrive:
      Re: invece del film migliorare il gioco no??
      - Scritto da: sandro
      La blizzi sa sempre come fare soldi :P
      Migliorare il gioco no???? :DWoW non è fatto per essere migliorato. E' impossibile migliorare un gioco in cui se rendi le cose troppo facile per chi ha poco tempo fai XXXXXXXre gli hardcore e se crei delle sfide al limite del possibile con ricoompense superiori, fai felici solo gli hardcore creando malcontento ovunque.WoW è fatto per arrivare al massimo livello e poi divertirsi a raidare con una gilda buona per qualche settimana o finchè non scade l'abbonamento, per poi accantonarlo nel cassetto finchè non si hanno stimoli diversi dal grind continuo per rinnovare.
    • Anonymous scrive:
      Re: invece del film migliorare il gioco no??
      - Scritto da: sandro
      La blizzi sa sempre come fare soldi :P
      Migliorare il gioco no???? :DHan detto che, a causa della flessione dovuta alla crisi, han cancellato tutti gli ETA delle prossime espansioni ed ora, almeno da com'è le situazione alla Blizz, continueranno a fixare Nothrend. "Creare" è troppo costoso.
  • beppe a scrive:
    videogioco strategico in tempo reale
    non è un popolare videogioco strategico in tempo reale sarà. è un gioco di ruolo online.
    • thrall scrive:
      Re: videogioco strategico in tempo reale
      world of warcraft e' un gioco di ruolo.warcraft invece e' uno STRATEGICO IN TEMPO REALE!
      • sciacallo scrive:
        Re: videogioco strategico in tempo reale
        ma dato che il film è su world of warcraft che è un gioco di ruolo...
        • sciacallo scrive:
          Re: videogioco strategico in tempo reale
          ops scusate ho sbagliato è sul mondo di warcraft ma non su warcraft o world of warcraft
          • Nome e cognome scrive:
            Re: videogioco strategico in tempo reale
            - Scritto da: sciacallo
            ops scusate ho sbagliato è sul mondo di warcraft
            ma non su warcraft o world of
            warcraftE poi se fosse stato a turni avrebbero fatto un fumetto invece di un film (rotfl)
    • Locke scrive:
      Re: videogioco strategico in tempo reale
      - Scritto da: beppe a
      non è un popolare videogioco strategico in tempo
      reale sarà. è un gioco di ruolo
      online.Beata ignoranza :(Warcraft 1, 2 e 3 per te non sono mai esistiti, eh?
  • lellykelly scrive:
    e via con
    le bambinate!
Chiudi i commenti