La crescita del Web 2.0? In parte è gonfiata da spyware

Tutti dietro alla chimera dei quasi due miliardi di dollari sborsati da Google per YouTube: le statistiche di accesso dei siti devono crescere ad ogni costo. Anche gonfiando le visite con spyware e pop-up pubblicitari forzati

Roma – E se una parte del Web 2.0 fosse in larga misura una bolla speculativa ancora peggiore di quella degli anni trascorsi ? E se GoogleTube , il colosso dei video on-line costato a Mountain View la bellezza di 1,775 miliardi di dollari avesse innescato una reazione a catena nella voglia di spingere in alto le quotazioni degli operatori di settore, anche al di là del reale valore di una dotcom specializzata? I contenuti degli utenti potrebbero “pesare” molto meno di quanto si va dicendo, e le stime essere gonfiate da spyware, traffico forzatamente indotto e valutazioni un po’ troppo frettolose sulla crescita degli accessi.

Affronta la problematica questione un interessante approfondimento di Benjamin Edelman , assistente professore alla Harvard Business School che studia lo spyware e le sue conseguenze su utenti e mercato. Secondo Edelman, siti come Bolt.com , GrindTV e Broadcaster.com avrebbero di virale soltanto certi software spioni che, aprendo pop-up pubblicitari diretti proprio verso i suddetti portali, gonfierebbero spropositatamente le loro statistiche di accesso .

Il traffico generato dallo spyware, sostiene il professore, è economico e di sicuro effetto: “Le stime di traffico danno erroneamente per scontato che gli utenti arrivati ad un sito volessero in effetti farlo – scrive Edelman – senza considerare la possibilità che tale visita possa essere stata involontaria. Pur tuttavia, dal punto di vista del sito, le visite forzate offrono benefici reali: i finanziatori saranno spinti a pagare di più per acquistare un sito che sembra più popolare, e i pubblicitari potrebbero essere spinti a pagare di più per far comparire i propri banner” in loco .

E in alcuni settori, come il già citato circuito dei portali di distribuzione degli audiovisivi prodotti dagli utenti, una più alta stima di traffico potrebbe altresì spingere gli utenti in totale buona fede a prendere il considerazione il sito per postare i propri video.

A rimetterci, in uno scenario del genere, sono comunque tutti: gli utenti, vittime delle vulnerabilità alla privacy, alla sicurezza e alle performance del proprio PC causate dal software spione; i pubblicitari, i cui ad vengono infilati in quello spyware che, almeno a parole, essi vorrebbero evitare; infine i finanziatori, che pagano tanto per qualcosa che vale molto meno. Sulla scia di un precedente articolo del New York Times sull’argomento, Edelman va a corroborare la sua tesi con esempi pratici di queste visite forzate e autoindotte dal malware presente sul sistema.

Riportando le analisi dei log delle varie connessioni, il professore svela i collegamenti nascosti tra l’industria dello spyware, il mondo dell’advertising online e la natura bizzarramente esplosiva delle stime di crescita delle popolarità dei video portal. La pagina di informazioni di Bolt.com include una dichiarazione che stima di “aver raggiunto 14,9 milioni di visitatori unici al mese”. Edelman si domanda a questo punto “quanti dei visitatori di Bolt siano stati forzati a visitare il sito a causa dello spyware che li ha portati lì”.

Ad aggiungere ulteriore carne al fuoco della polemica sulla consistenza dei numeri del network next-gen arriva il celebre weblog kottke.org , che mette in discussione la crescita degli utenti reali che usano il sempre dibattuto Twitter . La crescita dei messaggi scambiati sul network, che Waxy.org definiva esplosiva con tanto di grafici e tabelle esemplificative, sarebbe in larga parte sbagliata, basata su una erronea analisi dei database .

L’accusa ha avuto anche una risposta ufficiale da parte di Twitter nella persona di Biz Stone: Stone definisce comunque “furioso” l’aumento della popolazione che twitta tutto tempo in confronto alla crescita di altri fenomeni della rete come i blog, ma assicura comunque che verranno nei prossimi giorni fatte ulteriori elaborazioni sui dati per dare con maggior esattezza il quadro complessivo delle stime reali.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Grillo Parlante scrive:
    5.000.000 X la SoftMigration
    Ho ricevuto per conoscenza, e ben volentieri provvedo a pubblicare:


    1. Ho il piacere di informare i frequentatori di questo Forum che DIDASCA - The First Italian Cyber Schools for Lifelong Learning - intende contribuire ad incrementare di cinque milioni di euro il valore del profitto indicato nella ' Proposta per un protocollo di intesa con il Governo italiano ' avanzata dalla Associazione per il Software Libero.2. In concreto, DIDASCA si rende disponibile ad erogare in favore di ciascuno dei Centri citati nell' Art. 2, comma 3, per un periodo di cinque anni, servizi di formazione tali da offrire al Centro e/o ad altre Pubbliche Amministrazioni un profitto, anche in forma di risparmio, del valore complessivo di almeno 1.000.000 (un milione) di euro l'anno.3. I servizi di formazione che vengono offerti riguardano la ' SoftMigration ', di cui è reperibile una breve descrizione preliminare nel sito http://www.SoftMigration.it.Silverio CarugoRettoreDIDASCA - The First Italian Cyber Schools for Lifelong Learningwww.didasca.its.carugo@didasca.org


  • Anonimo scrive:
    cmq. grazie a ms
    adesso si sono mossi anche loro, speriamo che sia una concorrenza costruttiva.
    • Anonimo scrive:
      Re: cmq. grazie a ms
      - Scritto da:
      adesso si sono mossi anche loro, speriamo che sia
      una concorrenza
      costruttiva.Rosiconi come sono gli sta solo che bene se il governo accetta, così poi c. loro.
    • Anonimo scrive:
      Re: cmq. grazie a ms
      E' sempre così. Sono anni che seguo le "evoluzioni" di questi fanatici ed ho sempre notato una sola costante. Loro non innovano, semplicemente notano quello che fanno gli altri (in genere proprio coloro che disprezzano tanto) e, presi dall'invidia, clonano. Poi aprono il codice facendo si che il lavoro di chi invece ha investito soldi per arrivarci per primo valga la metà.
      • Anonimo scrive:
        Re: cmq. grazie a ms
        - Scritto da:
        E' sempre così. Sono anni che seguo le
        "evoluzioni" di questi fanatici ed ho sempre
        notato una sola costante. Loro non innovano,
        semplicemente notano quello che fanno gli altri
        (in genere proprio coloro che disprezzano tanto)
        e, presi dall'invidia, clonano. Poi aprono il
        codice facendo si che il lavoro di chi invece ha
        investito soldi per arrivarci per primo valga la
        metà.Diamine, hai appena descritto ciò che Microsoft ha fatto con Apple. Parola per parola.Almeno questi poi il codice che copiano lo lasciano aperto.E per i più attenti, la nota storica: Chicago. Chicago.
  • Anonimo scrive:
    softwarelibero ma cosa e'?
    ho visto il sito, a parte molta parte burocratica, non ho visto:- la loro finalita'.- i loro progetti per diffonodere il SW libero.- che tipo di materiale forniscono.- La copia letterale e la distribuzione del materiale qui raccolto nella sua integrità sono permesse con qualsiasi mezzo, a condizione che questa nota sia riprodotta (se non diversamente indicato).vuol dire che posso riprodurlo oppure no, posso prendere spunto da loro oppure no?- cosa producono?
    • Anonimo scrive:
      Re: softwarelibero ma cosa e'?
      Hai presente la politica ? Hai presente quegli ometti che salgono sul palco e parlano una specie di italiano che solfeggia tanto bene (quanto una scoreggia) ma che alla fine non si capisce quali sono inizio, conclusione e fine del discorso ?
      • Anonimo scrive:
        Re: softwarelibero ma cosa e'?
        - Scritto da:
        Hai presente la politica ? Hai presente quegli
        ometti che salgono sul palco e parlano una specie
        di italiano che solfeggia tanto bene (quanto una
        scoreggia) ma che alla fine non si capisce quali
        sono inizio, conclusione e fine del discorso
        ?Certo che l'ho presente. E' il tuo post.
        • Anonimo scrive:
          Re: softwarelibero ma cosa e'?

          Certo che l'ho presente. E' il tuo post.Vero, ma stando ai loro dati negli ultimi due anni hanno speso 0 euro in sviluppo e in openpiu' di 2000 euro in studi legaliadesso vogliono dare milioni di euro per ricerca e sviluppo.....
  • Anonimo scrive:
    Differenza volontari vs stipendiati
    Microsoft su quel milione di euro, fosse anche che si tramutasse tutto nel loro software, pagherà almeno l'iva allo stato italiano.L'iva e le tasse varie su quei 50.000.000 di euro di finanziamento della associazione software libero chi li pagherà? Chiaramente se mandano pinco pallino a fare 10 ore e quantificano il suo lavoro in 1000 euro, pinco pallino dovrà pagare tasse su quei 1000 euro. Se ciò non succedesse, l'associazione software libero non avrebbe donato proprio nulla, si chiamerebbe VOLONTARIATO. Sempre più fuffa 2
    • Anonimo scrive:
      Re: Differenza volontari vs stipendiati
      Più che il discorso dell'iva la differena tra volontari e stipendiata è un'altra ben peggiore: una persona stipendiata per contratto visto che è pagata ha un orario da rispettare, deve dare un tot ore all'azienda/ente (visto che è pagata) e soprattutto non può sparire dall'oggi all'indomani.Risultato: l'oggetto sotto sviluppo prosegue la sua crescita.Un volontario invece, trovandosi lì solo per sua volontà senza vedere una lira (forse neanche i buoni della benzina) può levare le tende in qualsiasi momento per qualsiasi ragione fosse anche la sedia scomoda o il colore della tappezzeria di suo non gradimento.Questo fa capire chiaramente che al volontario non si potrà mai offrire alcuna posizione di responsabilità all'interno del progetto, nessuna esperienza di crescita a lungo termine e forse neppure a breve.La valanga di progetti abbandonati su sourceforge dovrebbe averlo fatto capire da un po' ma purtroppo gli unici veri destinatari di questo messaggio continuano a fare orecchie da mercante e sono convinti di piegare il mercato agli umori di un gruppo di volontari senza regole nè orari
      • Anonimo scrive:
        Re: Differenza volontari vs stipendiati
        Quoto tutto quello che hai detto, comunque era per far capire che promettere 50.000.000 di euro è diverso da offrire gratis manodopera, perchè su quei 50.000.000 le tasse da una parte o dall'altra vanno pagate. Non so cosa potrà pagare l'associazione software libero con 610.000 euro. - Scritto da:
        Più che il discorso dell'iva la differena tra
        volontari e stipendiata è un'altra ben peggiore:
        una persona stipendiata per contratto visto che è
        pagata ha un orario da rispettare, deve dare un
        tot ore all'azienda/ente (visto che è pagata) e
        soprattutto non può sparire dall'oggi
        all'indomani.
        Risultato: l'oggetto sotto sviluppo prosegue la
        sua
        crescita.
        Un volontario invece, trovandosi lì solo per sua
        volontà senza vedere una lira (forse neanche i
        buoni della benzina) può levare le tende in
        qualsiasi momento per qualsiasi ragione fosse
        anche la sedia scomoda o il colore della
        tappezzeria di suo non
        gradimento.
        Questo fa capire chiaramente che al volontario
        non si potrà mai offrire alcuna posizione di
        responsabilità all'interno del progetto, nessuna
        esperienza di crescita a lungo termine e forse
        neppure a
        breve.
        La valanga di progetti abbandonati su sourceforge
        dovrebbe averlo fatto capire da un po' ma
        purtroppo gli unici veri destinatari di questo
        messaggio continuano a fare orecchie da mercante
        e sono convinti di piegare il mercato agli umori
        di un gruppo di volontari senza regole nè
        orari
        • Anonimo scrive:
          Re: Differenza volontari vs stipendiati
          - Scritto da:
          Quoto tutto quello che hai detto, comunque era
          per far capire che promettere 50.000.000 di euro
          è diverso da offrire gratis manodopera, perchè su
          quei 50.000.000 le tasse da una parte o
          dall'altra vanno pagate. Non so cosa potrà pagare
          l'associazione software libero con 610.000 euro.Tre geni della finanza e della microeconomia si sono riuniti al zirco della destra liberista, quelli che l'economia di mercato la sanno tutta loro (ammesso che non sia uno solo che si risponde... va che tre è difficile...), venghino signore e signori!!!Eccolo, colui che confonde l'attivo in cassa con la salute finanziaria di una società. Facciamogli un esempio.Da una parte, l'attivo... Le entrate, stella, capisci entrate? Sì? Bravo. Andiamo avanti.Dall'altra, il passivo, le uscite. Capisci uscite, stella? Ma bravo il nostro pucci!Mi spieghi cosa c'entra il saldo di cassa con la solidità patrimoniale di una società? Vorrei capire, visto che si possono avere bilanci in passivo per ANNI, con i ragni in cassa, e restare all'avanguardia con investimenti di MILIARDI di euro. Gli esempi non te li faccio, cercateli.Tra l'altro: 610.000 euro sono un gran bel saldo di cassa.Infine, faccio sommessamente notare che l'intero thread parte da una affermazione falsa, cioè che i 50.000.000 di euro siano erogati in ore lavoro.Ho sprecato tempo e molle dei tasti, lo so, ma diamine, certe minchiate a volte meritano del tempo libero.Curatevi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Differenza volontari vs stipendiati
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Quoto tutto quello che hai detto, comunque era

            per far capire che promettere 50.000.000 di euro

            è diverso da offrire gratis manodopera, perchè
            su

            quei 50.000.000 le tasse da una parte o

            dall'altra vanno pagate. Non so cosa potrà
            pagare

            l'associazione software libero con 610.000 euro.

            Tre geni della finanza e della microeconomia si
            sono riuniti al zirco della destra liberista,
            quelli che l'economia di mercato la sanno tutta
            loro (ammesso che non sia uno solo che si
            risponde... va che tre è difficile...), venghino
            signore e
            signori!!!

            Eccolo, colui che confonde l'attivo in cassa con
            la salute finanziaria di una società. Facciamogli
            un
            esempio.

            Da una parte, l'attivo... Le entrate, stella,
            capisci entrate? Sì? Bravo. Andiamo
            avanti.

            Dall'altra, il passivo, le uscite. Capisci
            uscite, stella? Ma bravo il nostro
            pucci!

            Mi spieghi cosa c'entra il saldo di cassa con la
            solidità patrimoniale di una società? Vorrei
            capire, visto che si possono avere bilanci in
            passivo per ANNI, con i ragni in cassa, e restare
            all'avanguardia con investimenti di MILIARDI di
            euro. Gli esempi non te li faccio,
            cercateli.
            Guarda le entrate e le uscite, genio. In un anno gira per tale associazione qualche centinaio di mmigliai di euro. Poi dimmi se può permettersi di offrire 50.000.000 di euro.
            Infine, faccio sommessamente notare che l'intero
            thread parte da una affermazione falsa, cioè che
            i 50.000.000 di euro siano erogati in ore
            lavoro.
            Comunque sono erogati vanno pagate le tasse, genio. Se doni software per 1.000 euro, ci paghi l'iva su quei 1.000 euro. Se dichiari che hai dato servizi o prodotti per tot euro, su quei tot euro qualcuno ci deve pagare le tasse o le imposte, se no vuol dire che stai TRUFFANDO.
          • Anonimo scrive:
            Re: Differenza volontari vs stipendiati
            Ma anche se truffano chi vuoi che li vada a prendere ? Chi sono ? Dove sono ? Si sono mai visti in faccia ? Ecco perchè linux ed il "free" software possono permettersi di violare brevetti in massa. Non si possono perseguire dei fantasmi
          • Anonimo scrive:
            Re: Differenza volontari vs stipendiati
            - Scritto da:
            Guarda le entrate e le uscite, genio. In un anno
            gira per tale associazione qualche centinaio di
            mmigliai di euro. Poi dimmi se può permettersi di
            offrire 50.000.000 di
            euro.
            Non sono un genio. Comunque, dai dati che abbiamo, la risposta è sì. No. Fata turchina. Traforo del Monte Bianco.Hanno tutte la stessa portata logica, banfone.Io non ho mai detto che se lo possono permettere. Io sto ridendo DI TE. Che per dimostrare che non possono sembri Lino Banfi quando allenava la Longobarda. Le tue tirate di economia ricordano in maniera preoccupante il discorso delle BiZona!
            Comunque sono erogati vanno pagate le tasse,
            genio. Se doni software per 1.000 euro, ci paghi
            l'iva su quei 1.000 euro. Se dichiari che hai
            dato servizi o prodotti per tot euro, su quei tot
            euro qualcuno ci deve pagare le tasse o le
            imposte, se no vuol dire che stai
            TRUFFANDO.
            Infatti. Quando lo avranno fatto, cioè evaso IVA e altre imposte, saranno degli evasori fiscali. Non dei truffatori, stella. La truffa è un reato, la cui fattispecie, regolata dal codice penale, non ha nulla a che vedere col mancato pagamento di imposte.Sullo specifico, ci paghi l'IVA è azzardato, perché c'è di mezzo la pubblica amministrazione. O mi sai anche fornire l'aliquota, coi dati che hai? Sulle tasse, fossi loro ti farei causa per diffamazione.Infine, ribadisco e affermo:-che il vero genio dell'economia sei tu-che gtutto il thread si basa su un'affermazione falsa: che l'unico servizio erogato siano ore di lavoro.Baci, zio Lino. 5-5-5!
          • Anonimo scrive:
            Re: Differenza volontari vs stipendiati
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Guarda le entrate e le uscite, genio. In un anno

            gira per tale associazione qualche centinaio di

            mmigliai di euro. Poi dimmi se può permettersi
            di

            offrire 50.000.000 di

            euro.



            Non sono un genio. Comunque, dai dati che
            abbiamo, la risposta è sì. No. Fata turchina.
            Traforo del Monte
            Bianco.
            Hanno tutte la stessa portata logica, banfone.
            Io non ho mai detto che se lo possono permettere.
            Io sto ridendo DI TE. Che per dimostrare che non
            possono sembri Lino Banfi quando allenava la
            Longobarda. Le tue tirate di economia ricordano
            in maniera preoccupante il discorso delle
            BiZona!
            Anno 2006:http://www.softwarelibero.it/situazione-patrimoniale/cassa2006La somma di tutte le entrate è di circa 2.000.000 di euroIn un anno, senza togliere nessuna spesa, loro riescono a recuperare 2.000.000 di euro. Scritto nero su bianco. Ma propongono di darne 10.000.000. Capisco che tu sei il genio con 5 master di economia, ma le loro entrate rimangono quelle e oltre quello non vanno.

            Comunque sono erogati vanno pagate le tasse,

            genio. Se doni software per 1.000 euro, ci paghi

            l'iva su quei 1.000 euro. Se dichiari che hai

            dato servizi o prodotti per tot euro, su quei
            tot

            euro qualcuno ci deve pagare le tasse o le

            imposte, se no vuol dire che stai

            TRUFFANDO.



            Infatti. Quando lo avranno fatto, cioè evaso IVA
            e altre imposte, saranno degli evasori fiscali.
            Non dei truffatori, stella. La truffa è un reato,
            la cui fattispecie, regolata dal codice penale,
            non ha nulla a che vedere col mancato pagamento
            di
            imposte.
            Quanto sei capzioso inutilmente.
            Sullo specifico, ci paghi l'IVA è azzardato,
            perché c'è di mezzo la pubblica amministrazione.
            O mi sai anche fornire l'aliquota, coi dati che
            hai? 20%, bello, su sw e hw è il 20%. Ne sono certissimo.Sulle tasse, fossi loro ti farei causa per
            diffamazione.
            Per cosa visto che non li ho accusati di nulla dato che era un ragionamento in generale?Vedo che su singoli termini ti impunti inutilmente, poi non vedi i "se" e associ frasi in cui discutevo su dei principi generali facendo passare che erano riferite alla ASL, cosa che non ho mai scritto.
            Infine, ribadisco e affermo:

            -che il vero genio dell'economia sei tu
            -che gtutto il thread si basa su un'affermazione
            falsa: che l'unico servizio erogato siano ore di
            lavoro.Qualsiasi altro servizio eroghino le tasse o le imposte qualcuno le deve pagare.
  • Anonimo scrive:
    Situazione patrimoniale ASL
    Saldo cassa: Euro 610.000 (anno 2007) Hanno promesso un finanziamento pari a quasi 100 volte i soldi che hanno a disposizione Questa proposta assomiglia sempre più a fuffa
    • Anonimo scrive:
      Re: Situazione patrimoniale ASL
      - Scritto da:
      Saldo cassa: Euro 610.000 (anno 2007)

      Hanno promesso un finanziamento pari a quasi
      100 volte i soldi che hanno a
      disposizione

      Questa proposta assomiglia sempre più a fuffaTu sì che capisci di bilanci. E' noto infatti che il saldo di cassa è l'indice attraverso il quale si valutano le capacità di investimento e produttività.(Tra l'altro, che SIGNOR saldo di cassa!)Bravo, al Ministero delle Attività Produttive subito. E santo subito, già che ci siamo. Però ci dovresti gentilmente fornire nome e cognome.Mi domando perché certa gente non va a cattare le rane invece di rendersi ridicola nei forum... Ovviamente in forma asettica e anonima...
      • Anonimo scrive:
        Re: Situazione patrimoniale ASL
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Saldo cassa: Euro 610.000 (anno 2007)



        Hanno promesso un finanziamento pari a quasi

        100 volte i soldi che hanno a

        disposizione



        Questa proposta assomiglia sempre più a fuffa

        Tu sì che capisci di bilanci. E' noto infatti che
        il saldo di cassa è l'indice attraverso il quale
        si valutano le capacità di investimento e
        produttività.
        (Tra l'altro, che SIGNOR saldo di cassa!)Leggiti il bilancio, è pubblico. E' tutto quanto hanno in cassa, escluso patrimonio immobiliare. Cioè loro possono spendere al massimo 600.000 euro prima di incominciare a vendere le loro eventuali sedi, se non sono in affitto.Forza, dimmi dove li tirano fuori questi 50.000.000 di euro pari ad una 90ina di volte i soldi che hanno a disposizione.Prima di fare irionia, vai sul loro sito e guarda il bilancio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Situazione patrimoniale ASL
          - Scritto da:
          Leggiti il bilancio, è pubblico. E' tutto quanto
          hanno in cassa, escluso patrimonio immobiliare.
          Cioè loro possono spendere al massimo 600.000
          euro prima di incominciare a vendere le loro
          eventuali sedi, se non sono in
          affitto.

          Forza, dimmi dove li tirano fuori questi
          50.000.000 di euro pari ad una 90ina di volte i
          soldi che hanno a
          disposizione.

          Prima di fare irionia, vai sul loro sito e guarda
          il
          bilancio.L'ho letto. Fratello calmati. Sei tu che non sai leggere un bilancio, e appena sopra ti ho spiegato con dettagli e esempi il perché.Ribadisco: hanno un saldo di cassa da fare invidia. Sul resto non posso fare valutazioni. Ma nemmeno tu.Resta il fatto che hai una strana visione di come una società/associazione investe, da che parte della metà foglio si mettono le voci nei bilanci, e del modo con cui le aziende producono valore ed entrate. Spetta, indizio: vendendo beni e/o servizi.Da adesso in avanti, le ripetizie si pagano.Ti saluto banfone... Sei un simpatico qualunquello della rete, che difende a spada tratta le sue scoperte (MAMMA! MAMMA! Mai lo sai che la Telecom fallisce???? SONO IN PASSIVO! IN PASSIVO MAMMA!!!)
          • Anonimo scrive:
            Re: Situazione patrimoniale ASL
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Leggiti il bilancio, è pubblico. E' tutto quanto

            hanno in cassa, escluso patrimonio immobiliare.

            Cioè loro possono spendere al massimo 600.000

            euro prima di incominciare a vendere le loro

            eventuali sedi, se non sono in

            affitto.



            Forza, dimmi dove li tirano fuori questi

            50.000.000 di euro pari ad una 90ina di volte i

            soldi che hanno a

            disposizione.



            Prima di fare irionia, vai sul loro sito e
            guarda

            il

            bilancio.

            L'ho letto. Fratello calmati. Sei tu che non sai
            leggere un bilancio, e appena sopra ti ho
            spiegato con dettagli e esempi il
            perché.
            Ribadisco: hanno un saldo di cassa da fare
            invidia. Sul resto non posso fare valutazioni. Ma
            nemmeno
            tu.

            Resta il fatto che hai una strana visione di come
            una società/associazione investe, da che parte
            della metà foglio si mettono le voci nei bilanci,
            e del modo con cui le aziende producono valore ed
            entrate. Spetta, indizio: vendendo beni e/o
            servizi.

            Da adesso in avanti, le ripetizie si pagano.

            Ti saluto banfone... Sei un simpatico
            qualunquello della rete, che difende a spada
            tratta le sue scoperte (MAMMA! MAMMA! Mai lo sai
            che la Telecom fallisce???? SONO IN PASSIVO! IN
            PASSIVO
            MAMMA!!!)Telecom fattura milioni (miliardi?) di euro. Quelli in un anno si beccano poche centinaia di migliaia di euro ma ne vogliono finanziare 50.000.000. Continui a fare il finto tonto ma a parte inutili puntualizzazioni non hai smosso di nulla il punto della questione: promettono ordini di grandezze in più di quanto possono offrire sulla carta.
  • Anonimo scrive:
    10.000.000 di euro
    Di roba che non vuole nessuno o che è gratis..
    • Anonimo scrive:
      Re: 10.000.000 di euro
      - Scritto da:
      Di roba che non vuole nessuno o che è gratis..

      per di più moltiplicati per 5 anni fanno un totale di 50 milioni di euroma dove li prendono questi soldi? Dai centri sociali... hai tempo a mettere pulsanti donateoppure è solo fumo negli occhi per bloccare microsoft (probabile unico vero fine dell'iniziativa)
      • Anonimo scrive:
        Re: 10.000.000 di euro
        - Scritto da:
        ma dove li prendono questi soldi?Se non lo sai, vuol dire che non hai letto l'articolo. Sparisci, troll (troll3) !
      • Anonimo scrive:
        Re: 10.000.000 di euro

        oppure è solo fumo negli occhi per bloccare
        microsoft (probabile unico vero fine
        dell'iniziativa)si? e poi che fanno stanno con le mani in mano perchè non hanno soldi?su basta cazzeggiare per favore
      • Anonimo scrive:
        Re: 10.000.000 di euro
        Centro !
        • Anonimo scrive:
          Re: 10.000.000 di euro
          - Scritto da:
          Centro !Si che sei un troll."l'Associazione Software Libero si rende disponibile ad apportare, per un periodo di cinque anni, a ciascuno dei suddetti Centri, attività formative, materiale didattico, soluzioni tecnologiche e software, direttamente o delegando aziende italiane che lavorano nell'ambito del software libero, tali da offrire al Centro e/o ad altre Pubbliche Amministrazioni un profitto, anche in forma di risparmio, del valore di almeno 10.000.000,00 (dieci milioni) di euro l'anno". http://www.softwarelibero.it/progetti/proposta_governoA quei troll che non vogliono capire sttolineo la frase "anche in forma di risparmio"
  • Anonimo scrive:
    Si ma le mazzette?
    Ok, 50 milioni, ma le mazzette per i politici?Voi dell'opensource, quanto intendete dare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Si ma le mazzette?

      Ok, 50 milioni, ma le mazzette per i politici?
      Voi dell'opensource, quanto intendete dare?Pensavamo di regalare un pc a Mussi, ma non un portatile.... non saprebbe aprirlo.
  • Anonimo scrive:
    non si guadagna con l'open source
    vorrei ricordare che la FSF è una associazione senza fini di lucro.secondo voi se un'associazione del genere riesce a sborsare cifre così considerevoli in un paese come l'italia (relativamente piccolo in confronto ad altri paesi) tutti i programmatori della FSF muoiono di fame come dite ogni giorno?
    • baronz scrive:
      Re: non si guadagna con l'open source
      - Scritto da:
      vorrei ricordare che la FSF è una associazione
      senza fini di
      lucro.
      secondo voi se un'associazione del genere riesce
      a sborsare cifre così considerevoli in un paese
      come l'italia (relativamente piccolo in confronto
      ad altri paesi) tutti i programmatori della FSF
      muoiono di fame come dite ogni
      giorno?
      Non so se muoiono di fame, non credo :) :)Comunque non offrono quella cifra in contanti, ma in servizi, consulenze e software...
      • bdm scrive:
        Re: non si guadagna con l'open source
        - Scritto da: baronz

        - Scritto da:

        vorrei ricordare che la FSF è una associazione

        senza fini di

        lucro.

        secondo voi se un'associazione del genere riesce

        a sborsare cifre così considerevoli in un paese

        come l'italia (relativamente piccolo in
        confronto

        ad altri paesi) tutti i programmatori della FSF

        muoiono di fame come dite ogni

        giorno?



        Non so se muoiono di fame, non credo :) :)
        Comunque non offrono quella cifra in contanti, ma
        in servizi, consulenze e
        software...quello che per altro fa microsoft, impegnandosi a pagare con terze parti , non con sonate moneta.
        • Anonimo scrive:
          Re: non si guadagna con l'open source
          - Scritto da: bdm

          - Scritto da: baronz



          - Scritto da:


          vorrei ricordare che la FSF è una associazione


          senza fini di


          lucro.


          secondo voi se un'associazione del genere
          riesce


          a sborsare cifre così considerevoli in un
          paese


          come l'italia (relativamente piccolo in

          confronto


          ad altri paesi) tutti i programmatori della
          FSF


          muoiono di fame come dite ogni


          giorno?






          Non so se muoiono di fame, non credo :) :)

          Comunque non offrono quella cifra in contanti,
          ma

          in servizi, consulenze e

          software...
          quello che per altro fa microsoft, impegnandosi a
          pagare con terze parti , non con sonate
          moneta.
          invece ti sbagli, MS paga con sonante moneta i servizi e prodotti venduti da terze partiin pratica, io (azienda mario) fornisco una stampante al centro di ricerca e microsoft mi paga con i suoi soldi per conto del centro di ricerca
          • Anonimo scrive:
            Re: non si guadagna con l'open source
            - Scritto da:
            invece ti sbagli, MS paga con sonante moneta i
            servizi e prodotti venduti da terze
            parti

            in pratica, io (azienda mario) fornisco una
            stampante al centro di ricerca e microsoft mi
            paga con i suoi soldi per conto del centro di
            ricerca Sebbene sia Microsoft ad impegnarsi con un milione di dollari per tre anni nel finanziare i centri - a cui si aggiungeranno risorse tecniche e personale - Governo e Regioni collaboreranno per aumentare queste disponibilità. http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1977688&r=PI
          • Anonimo scrive:
            Re: non si guadagna con l'open source
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            invece ti sbagli, MS paga con sonante moneta i

            servizi e prodotti venduti da terze

            parti



            in pratica, io (azienda mario) fornisco una

            stampante al centro di ricerca e microsoft mi

            paga con i suoi soldi per conto del centro di

            ricerca

            Sebbene sia Microsoft ad impegnarsi con un
            milione di dollari per tre anni nel finanziare i
            centri - a cui si aggiungeranno risorse tecniche
            e personale - Governo e Regioni collaboreranno
            per aumentare queste
            disponibilità.

            http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1977688&r=PILeggi bene tutto, microsoft in quel milione di dollari fornirà anche hardware e software tramite terze parti, che vuol dire che se al centro di ricerca xy serve mathematica o una macchina multiprocessore microsoft sgancia. Altra differenza che nessuno ha spiegato fino ad ora: se anche microsoft manda il suo omino per un mese, cosa succede?L'omino prende un mese di paga da microsoft, supponiamo 2000 euro, che vengono detratti dal milione. Bene, se l'associazione software libero manda il suo omino gratis per un mese toglie 5000 euro dai 50.000.000 e siamo pari?Ma nemmeno per idea!L'omino microsoft, che non lavora per sport, su quei 5000 euro PAGA LE TASSE. C'è stata una vera transazione finanziaria che GIUSTIFICA lo scalare dei 5.000 euro dal milione.L'associazione software libero non può quindi evitare di pagare le persone o il materiale che dona se dichiara di offrire 50.000.000 allo stato.Come paga il suo personale l'associazione software libero quando ha al bilancio 600.000 euro? Ne mancano 49.400.000!
          • Anonimo scrive:
            Re: non si guadagna con l'open source
            - Scritto da:
            Come paga il suo personale l'associazione
            software libero quando ha al bilancio 600.000
            euro? Ne mancano
            49.400.000!Cioè, l'attivo di quest'anno (dovuto al fatto che l'Associazione, dopo aver pagato gli "omini", luce, gas, acqua, tasse, materiale, quant'altro, di QUEST'ANNO, anzi dell'anno scorso) ha AVANZATO 600.000 euros, è l'unica voce di entrata per pagare qualcosa che è nel passivo del bilancio dell'anno prossimo?Ok, va bene... Mah...
      • Anonimo scrive:
        Re: non si guadagna con l'open source
        Ma ancora c'è chi crede a queste cazzate?
    • Anonimo scrive:
      Re: non si guadagna con l'open source
      - Scritto da:
      vorrei ricordare che la FSF è una associazione
      senza fini di
      lucro.Che c'entra FSF?Si parla di Assoli
      • Anonimo scrive:
        Re: non si guadagna con l'open source
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        vorrei ricordare che la FSF è una associazione

        senza fini di

        lucro.

        Che c'entra FSF?
        Si parla di Assolil'assoli è la branchia italiana della fsf quindi credo sia finanziata dalla stessa
        • Anonimo scrive:
          Re: non si guadagna con l'open source
          - Scritto da:
          l'assoli è la branchia italiana della fsf quindi
          credo sia finanziata dalla
          stessaLa branchia? E quindi respira sott'acqua? Beh sì, lìItalia è circondata per tre lati dal mare. Dall'altro, CONFINA con l'Europa. Ma Europa non è.Abbiamo quello che ci meritiamo. Pace, e chi non è d'accordo con la "vasta maggioranza degli utenti" emigrerà.Non vale la pena di combattere per questi.
        • Anonimo scrive:
          Re: non si guadagna con l'open source
          - Scritto da:
          l'assoli è la branchia italiana della fsf quindi
          credo sia finanziata dalla
          stessaAssoli fa parte di FSF europe, FSF Europe è l'organizzazione sorella, ma indipendente di FSF, ciò vuol dire che sono organizzazioni separate.
    • Anonimo scrive:
      Re: non si guadagna con l'open source
      - Scritto da:
      vorrei ricordare che la FSF è una associazione
      senza fini di
      lucro.
      secondo voi se un'associazione del genere riesce
      a sborsare cifre così considerevoli in un paese
      come l'italia (relativamente piccolo in confronto
      ad altri paesi) tutti i programmatori della FSF
      muoiono di fame come dite ogni
      giorno?
      l'associazione software libero è più un movimento politico anti-ms che una attività legata al softwaresolo un governo sciocco e senza memoria potrebbe dare corda a un'orda di ragazzini che a mala pena sono riusciti a mettere su un sitarello con qualche pulsante "donate with paypal" per pagarsi l'hostingma davvero l'italia crede che questa sia la strada giusta per fare ricerca e innovazione?
      • Anonimo scrive:
        Re: non si guadagna con l'open source
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        vorrei ricordare che la FSF è una

        associazione senza fini di lucro.

        secondo voi se un'associazione del genere

        riesce a sborsare cifre così considerevoli

        in un paese come l'italia (relativamente

        piccolo in confronto ad altri paesi) tutti

        i programmatori della FSF muoiono di fame

        come dite ogni giorno?
        l'associazione software libero è più un
        movimento politico anti-ms che una attività
        legata al softwareSai mica dirmi chi dei due e' nato prima ?
        solo un governo sciocco e senza memoria Perche' senza memoria ? A cosa alludi ?
        potrebbe dare corda a un'orda di ragazzini
        che a mala pena sono riusciti a mettere su un
        sitarello con qualche pulsante "donate with
        paypal" per pagarsi l'hostingTu hai fatto di meglio ? Racconta racconta...
        ma davvero l'italia crede che questa sia la
        strada giusta per fare ricerca e innovazione?E comunque cosa c'entra la FSF con l'uso di free software, che in quanto free non e' ad essa legato ?
      • Anonimo scrive:
        Re: non si guadagna con l'open source

        solo un governo sciocco e senza memoria potrebbe
        dare corda a un'orda di ragazzini che a mala pena
        sono riusciti a mettere su un sitarello con
        qualche pulsante "donate with paypal" per pagarsi
        l'hostingadire il vero qquest'ora di profossinisti ha tra le altre migrato tutta la provincia di bolzano...Trollata senza senso la tua
        • Anonimo scrive:
          Re: non si guadagna con l'open source
          - Scritto da:
          adire il vero qquest'ora di profossinisti ha tra
          le altre migrato tutta la provincia di
          bolzano...apt-get install aspell-it
          • Anonimo scrive:
            Re: non si guadagna con l'open source
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            adire il vero qquest'ora di profossinisti ha tra

            le altre migrato tutta la provincia di

            bolzano...

            apt-get install aspell-itEhm in effetti ;)Chiedo venia
    • Anonimo scrive:
      invece con ms si perde molto addirittura
      - Scritto da:
      vorrei ricordare che la FSF è una associazione
      senza fini di
      lucro.
      secondo voi se un'associazione del genere riesce
      a sborsare cifre così considerevoli in un paese
      come l'italia (relativamente piccolo in confronto
      ad altri paesi) tutti i programmatori della FSF
      muoiono di fame come dite ogni
      giorno?
      può offrire piu della miscerierfft, che non da nulla (un milione di euro sono spiccioli) e si insedia nei centri di ricerca (strutture pagate dallo stato con personale pubblico) con grande strombazzamento per inserire le sue schifezze
  • Anonimo scrive:
    Le guadagnano coi parcometri
    quelle cifre le raccoglie la municipale in un anno di bigliettini a 1 eurose ci mettono dietro un 3 zeri allora possono parlare200.000 euro per un comune sono briciole200.000.000 per una regione sono ciffre normali200.000.000.000 sono una ciffra ridicola per uno stato come l'italiaquanti posteggi a pagamento ci sono e sùono sempre occupati ?facciamogli i conti in tasca al governo poi vediamo quanto possono pagare per fare le cosenon facciamoci prendere per i fondelli certo una ciffra del genere per un privato sono MOLTI soldi ma per un governo per un comune non sono niente.ma ci cascate ancora con la finanziaria ?qunt'e' l'IVAS versata al giorn dall'ITALIAin tutti i settori?se hanno 45 milioni di euri per italia.it quanti ne hanno per il resto????????
    • Anonimo scrive:
      Re: Le guadagnano coi parcometri
      - Scritto da:
      quelle cifre le raccoglie la municipale in un
      anno di bigliettini a 1
      euro
      se ci mettono dietro un 3 zeri allora possono
      parlare

      200.000 euro per un comune sono bricioledipende le dimensioni del comuneper un comune da 50 mila abitanti circa, non sono briciole
      200.000.000 per una regione sono ciffre normalieh?200 milioni di euro è una cifra consistente, non normale
      200.000.000.000 sono una ciffra ridicola per uno
      stato come
      l'italiacifra ridicola?questa è buona, quanto hanni hai?lo sai che l'ultima finanziaria ha messo sul piatto circa 30 miliardi di eurosai cos'è una finanziaria?con 200 miliardi di euro gli italiani potrebbero evitare in massa di pagare le tasse per almeno 7-8 anni

      quanti posteggi a pagamento ci sono e sùono
      sempre occupati
      ?

      facciamogli i conti in tasca al governo poi
      vediamo quanto possono pagare per fare le
      cose
      non facciamoci prendere per i fondelli
      certo una ciffra del genere per un privato sono
      MOLTI soldi ma per un governo per un comune non
      sono
      niente.
      ma ci cascate ancora con la finanziaria ?
      qunt'e' l'IVAS versata al giorn dall'ITALIA
      in tutti i settori?
      se hanno 45 milioni di euri per italia.it quanti
      ne hanno per il
      resto????????
  • Anonimo scrive:
    Io vorrei capire...
    Allora, questi dell'associazione software libero hanno sparato questa proposta un paio di giorni dopo la notizia dell'accordo ms-governo. Quindi la loro proposta non può essere stata né particolarmente organizzata né concordata con enti esterni.Di concreto non offrono nulla, nel senso di soldi o hw. 10.000.000 in ore di lavoro, ad una media di facciamo 50 euro lordi a ora sono 200.000 ore di lavoro (sempre che non abbiano la faccia tosta di spacciare che una fedora costa 100 euro o appunti di informatica libera 50 euro). Spero tanto per loro che abbiano veramente a disposizione, grazie ad uno schiocco di dita, forza lavoro qualificata per qualche centinaio di migliaio di ore di lavoro gratuite all'anno, perchè non spereranno certo di mandare in un centro di ricerca l'ultimo smanettone trovato ai lug, vero?
    • Alessandrox scrive:
      Re: Io vorrei capire...
      - Scritto da:
      Allora, questi dell'associazione software libero
      hanno sparato questa proposta un paio di giorni
      dopo la notizia dell'accordo ms-governo. Quindi
      la loro proposta non può essere stata né
      particolarmente organizzata né concordata con
      enti
      esterni.
      Di concreto non offrono nulla, nel senso di soldi
      o hw. 10.000.000 in ore di lavoro, ad una media
      di facciamo 50 euro lordi a ora sono 200.000 ore
      di lavoro (sempre che non abbiano la faccia tosta
      di spacciare che una fedora costa 100 euro o
      appunti di informatica libera 50 euro).

      Spero tanto per loro che abbiano veramente a
      disposizione, grazie ad uno schiocco di dita,
      forza lavoro qualificata per qualche centinaio di
      migliaio di ore di lavoro gratuite all'anno,
      perchè non spereranno certo di mandare in un
      centro di ricerca l'ultimo smanettone trovato ai
      lug,
      vero?Quelli del lug della mia citta' sono o studenti di facolta' scientifica, o laureandi/laureati di fresco o laureati gia' impiegati in qualche azienda o ente di ricerca, quasi tutti con una certa esperienza all' estero. Smanettone e' una definizione un po' folkloristica... Quanto all' organizzazione delle proposte sono anni che collaborano con aziende e PA, che fanno conferenze, che creano delle alternative, devono solo applicare piu' in grande cio' che hanno sempre fatto
      • Anonimo scrive:
        Re: Io vorrei capire...
        Ecco, questo vuol dire veramente parlare dei lug per sentito dire.Complimenti!
        • Alessandrox scrive:
          Re: Io vorrei capire...
          - Scritto da:
          Ecco, questo vuol dire veramente parlare dei lug
          per sentito
          dire.
          Complimenti!E tu che ne sai? Ci sei passato?
        • Anonimo scrive:
          Re: Io vorrei capire...
          - Scritto da:
          Ecco, questo vuol dire veramente parlare dei lug
          per sentito
          dire.
          Complimenti!Che c'entra l'Open Source con le Lesbians Until Graudation?
        • Anonimo scrive:
          Re: Io vorrei capire...
          - Scritto da:
          Ecco, questo vuol dire veramente parlare dei lug
          per sentito
          dire.
          Complimenti!Io sono stata una LUG (Lesbian Until Graduation) e ci sono tanti preconcetti su di noi, tipo che facciamo sesso con le altre ragazza solo per non rischiare malattie sessualmente trasmesse o gravidanze indesiderate.Qualcuna lo fa. La maggior parte di noi è semplicemente bi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            Interessante! Quindi è prevista anche una cosa a tre?Fammi sapere... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Io vorrei capire...
        - Scritto da: Alessandrox
        - Scritto da:

        Allora, questi dell'associazione software libero

        hanno sparato questa proposta un paio di giorni

        dopo la notizia dell'accordo ms-governo. Quindi

        la loro proposta non può essere stata né

        particolarmente organizzata né concordata con

        enti

        esterni.

        Di concreto non offrono nulla, nel senso di
        soldi

        o hw. 10.000.000 in ore di lavoro, ad una media

        di facciamo 50 euro lordi a ora sono 200.000
        ore

        di lavoro (sempre che non abbiano la faccia
        tosta

        di spacciare che una fedora costa 100 euro o

        appunti di informatica libera 50 euro).



        Spero tanto per loro che abbiano veramente a

        disposizione, grazie ad uno schiocco di dita,

        forza lavoro qualificata per qualche centinaio
        di

        migliaio di ore di lavoro gratuite all'anno,

        perchè non spereranno certo di mandare in un

        centro di ricerca l'ultimo smanettone trovato ai

        lug,

        vero?

        Quelli del lug della mia citta' sono o studenti
        di facolta' scientifica, o laureandi/laureati di
        fresco o laureati gia' impiegati in qualche
        azienda o ente di ricerca, quasi tutti con una
        certa esperienza all' estero. Sarà, quelli dei lug che conosco io sono in larga misura semplici smanettoni che non saprebbero mettere in piedi nemmeno un piccolo dominio tramite samba. Comunque ciò non toglie che i lug non sono stati presi in considerazione prima di avvanzare questa proposta (lo so per certo, non è pervenuta nessuna comunicazione né è stato richiesto una qualche forma di parere), quindi, se anche fossero tutti professori universitari, rimane il punto della questione: dove tirano fuori quell'incredibile numero di ore lavoro se saranno al massimo riusciti a contattare qualche piccola azienda (se fosse stato un accordo, che ne so, con IBM l'avrebbero scritto a chiare lettere)?
    • Anonimo scrive:
      Re: Io vorrei capire...
      Riporto il punto 3 del "patto con microsoft":" Al fine di realizzare quanto sopra indicato, Microsoft si rende disponibile afinanziare, per un periodo di tre anni, ciascuno dei tre Centri per lInnovazione,attraverso lerogazione di fondi e la messa a disposizione, anche tramite terze parti,sulla base delle necessità specifiche di prodotti hardware, software, servizi disupporto tecnico, attività formative, materiale didattico nonché il coinvolgimento dipersonale, per un impegno complessivo dellordine di 1.000.000 di dollari in treanni. Allo stesso fine, il MUR e il DIT, in relazione al valore delliniziativa, sirendono disponibili ad attivare adeguati e congrui strumenti di cooperazionefinanziaria con i Centri in questione nei limiti delle rispettive disponibilità di bilancioe nel pieno rispetto delle procedure previste dai rispettivi ordinamenti. Resta intesoche loperatività dei Centri per lInnovazione dipenderà dalle disponibilità dellerisorse di cui sopra."Ossia L'Associazione per Il Software Libero ha fatto la stessa proposta di microsoft ampliandola e adattando i prezzi al servizio proposto.Quanto costerebbe una licenza per un Server IIS allo stato? e per office? e per gli altri software di sviluppo che il software libero offre gratuitamente? Bene quei spese "virtuali" sono effettivamente da contare... e poi devi pensare alle ore da dedicare al centro che sono comunque. ovviamente se vuoi puoi fare anche tu un'offerta... siamo in un paese dove dovrebbe vigere la concorrenza.Per quanto riguarda sul come garantiranno il servizio... non ti preoccupare che a livello accademico e aldilà della cerchia di windowsiani c'è molta gente molto competente ed alcune aziende che stanno aspettando che lo stato si decida a liberalizzare (nel senso economico del termine) il settore informatico.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io vorrei capire...
        il problema è sempre "cosa succede se ci sono casini?" perchè ovviamente ci deve essere qualcuno dietro competente a risolverli...è più facile trovare spacciatori di assistenza win che linuxdetto questo, il costo finale è ovviamente più basso con un sistema open source, ma il problema principale sono sempre gli operatori, bisogna farli capire che no, non ci sono virus, e che no, il computer non si impalla; loro non capiranno, e boicotteranno tutto...
        • Anonimo scrive:
          Re: Io vorrei capire...

          Che il software OpenSource costi meno è una
          chimera: il costo è solo spostato sulle
          consulenze.Esatto : se i costi delle consulenze opensource sono gli stessi che andrei a spendere acquistando licenze microsoft ... scusami tanto ma preferisco la prima soluzione alimentando l'economia locale che regalando dollari oltreoceano ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Io vorrei capire...
          - Scritto da:
          il problema è sempre "cosa succede se ci sono
          casini?" perchè ovviamente ci deve essere
          qualcuno dietro competente a
          risolverli...
          è più facile trovare spacciatori di assistenza
          win che
          linuxGuarda, per esperienza è più difficile trovare invece un consulente WIn di alto livello che uno unix.Non mi è chiaro poi il discorso, ricorente, del perchè le installazioni windows dovrebbero andare avnti senza assistenza.Magari è vero per uno studio professionale (e nemmeno cosi tanto vero) ma al crescere della compelssità il bisogno di assistenza esterna e qualificata grosso modo è lo stesso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            il problema è sempre "cosa succede se ci sono

            casini?" perchè ovviamente ci deve essere

            qualcuno dietro competente a

            risolverli...

            è più facile trovare spacciatori di assistenza

            win che

            linux

            Guarda, per esperienza è più difficile trovare
            invece un consulente WIn di alto livello che uno
            unix.
            Non mi è chiaro poi il discorso, ricorente, del
            perchè le installazioni windows dovrebbero andare
            avnti senza
            assistenza.
            Magari è vero per uno studio professionale (e
            nemmeno cosi tanto vero) ma al crescere della
            compelssità il bisogno di assistenza esterna e
            qualificata grosso modo è lo
            stesso.Ma che stai dicendo ? Trovare consulenti che capiscano davvero qualcosa di informatica è più che difficile.. che sappiano cosa è Unix poi e quindi sappiano installare e fare manutenzione su Linux... ehhh!
        • Anonimo scrive:
          Re: Io vorrei capire...
          Il costo più basso non è a vantaggio dell'open ma d'altronde oramai nelle teste si è inculcata questa credenza popolare e allora amen!
      • Anonimo scrive:
        Re: Io vorrei capire...
        Emh ... tu lo sai che le licenze un ente statale non le paga vero?
        • Anonimo scrive:
          Re: Io vorrei capire...
          - Scritto da:
          Emh ... tu lo sai che le licenze un ente statale
          non le paga
          vero?Maddai, le riceve aGGratis da Maicrosoft :o ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Io vorrei capire...
          Davvero? e in base a quale legge?Essendo dipendente statale ti posso garantire che le licenze le paghiamo tranquillamente (in convenzione si risparmia qualche euro... ma sono tante).Ovviamente essendo un ente pubblico le licenze le DOBBIAMO avere... fai un po di calcoli e rifletti... Quanti uffici publici ci sono in italia? Quanto stai pagando di microsoft tax?
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            - Scritto da:
            Davvero? e in base a quale legge?
            Essendo dipendente statale ti posso garantire che
            le licenze le paghiamo tranquillamente (in
            convenzione si risparmia qualche euro... ma sono
            tante).
            Ovviamente essendo un ente pubblico le licenze le
            DOBBIAMO avere... fai un po di calcoli e
            rifletti... Quanti uffici publici ci sono in
            italia? Quanto stai pagando di microsoft
            tax?Come per le grandi aziende Microsoft vende le versioni Enterprise/Corporate dei propri prodotti. Le licenze si pagano a blocchi di migliaia di installazioni a quel punto, pagamento forfait, lo sconto è ben più di pochi euro.. di fatto centinaia e centinaia di installazioni diventano gratis.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Davvero? e in base a quale legge?

            Essendo dipendente statale ti posso garantire
            che

            le licenze le paghiamo tranquillamente (in

            convenzione si risparmia qualche euro... ma sono

            tante).

            Ovviamente essendo un ente pubblico le licenze
            le

            DOBBIAMO avere... fai un po di calcoli e

            rifletti... Quanti uffici publici ci sono in

            italia? Quanto stai pagando di microsoft

            tax?

            Come per le grandi aziende Microsoft vende le
            versioni Enterprise/Corporate dei propri
            prodotti. Le licenze si pagano a blocchi di
            migliaia di installazioni a quel punto, pagamento
            forfait, lo sconto è ben più di pochi euro.. di
            fatto centinaia e centinaia di installazioni
            diventano
            gratis.Ma quanti milioni di licenze devi avere per avere "centinaia e centinaia di postazioni gratis" ???Noi qui lottiamo contro la fuffa microsoft: provano sempre a mandarti qualcosa che non ti serve al posto di scontarti le licenze.Noi lavoriamo per una multinazionale francese che compra in modo centralizzato dalla francia tutte le licenze per le sedi europee, se riesci a fare affari migliori dillo che li avvero, ma dacci dei numeri PRECISI, non banfare di centinaia di postazioni aggratis che non vuol dire niente, soprattutto se non lo rapporti alle fascie di volume di licenze acquistate.
        • Anonimo scrive:
          Re: Io vorrei capire...
          - Scritto da:
          Emh ... tu lo sai che le licenze un ente statale
          non le paga
          vero?Ma questa favoletta dove l'hai letta?Microsoft ha un listino dedicato agli enti statali che ha il 30% di sconto rispetto al listino ad utente finale.In pratica un software che a te costa 100 lo stato lo paga circa 70.Documentati se vuoi parlare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io vorrei capire...
        - Scritto da:
        l’erogazione di fondi e la messa a
        disposizione, anche tramite terze
        parti,
        sulla base delle necessità specifiche di prodotti
        hardware, software
        Ossia L'Associazione per Il Software Libero ha
        fatto la stessa proposta di microsoft ampliandola
        e adattando i prezzi al servizio
        proposto.Dove sta scritto esplicitamente che l'associazione software libero offre hardware? O software secondo necessità anche di TERZE PARTI (cioè se ti serve matlab o mathematica o osx te lo paga la microsoft)?Continuo a non trovarle proprio uguali le due proposte
    • Anonimo scrive:
      Re: Io vorrei capire...
      - Scritto da:
      Allora, questi dell'associazione software libero
      hanno sparato questa proposta un paio di giorni
      dopo la notizia dell'accordo ms-governo. Quindi
      la loro proposta non può essere stata né
      particolarmente organizzata né concordata con
      enti
      esterni.
      Di concreto non offrono nulla, nel senso di soldi
      o hw. 10.000.000 in ore di lavoro, ad una media
      di facciamo 50 euro lordi a ora sono 200.000 ore
      di lavoro (sempre che non abbiano la faccia tosta
      di spacciare che una fedora costa 100 euro o
      appunti di informatica libera 50 euro).

      Spero tanto per loro che abbiano veramente a
      disposizione, grazie ad uno schiocco di dita,
      forza lavoro qualificata per qualche centinaio di
      migliaio di ore di lavoro gratuite all'anno,
      perchè non spereranno certo di mandare in un
      centro di ricerca l'ultimo smanettone trovato ai
      lug,
      vero?Certo che quando si sentono certi commenti ti fan cadere le braccia (per non dire di peggio)
      • Anonimo scrive:
        Re: Io vorrei capire...
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Allora, questi dell'associazione software libero

        hanno sparato questa proposta un paio di giorni

        dopo la notizia dell'accordo ms-governo. Quindi

        la loro proposta non può essere stata né

        particolarmente organizzata né concordata con

        enti

        esterni.

        Di concreto non offrono nulla, nel senso di
        soldi

        o hw. 10.000.000 in ore di lavoro, ad una media

        di facciamo 50 euro lordi a ora sono 200.000
        ore

        di lavoro (sempre che non abbiano la faccia
        tosta

        di spacciare che una fedora costa 100 euro o

        appunti di informatica libera 50 euro).



        Spero tanto per loro che abbiano veramente a

        disposizione, grazie ad uno schiocco di dita,

        forza lavoro qualificata per qualche centinaio
        di

        migliaio di ore di lavoro gratuite all'anno,

        perchè non spereranno certo di mandare in un

        centro di ricerca l'ultimo smanettone trovato ai

        lug,

        vero?

        Certo che quando si sentono certi commenti ti fan
        cadere le braccia (per non dire di
        peggio)http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1982356&id=1981110
    • Anonimo scrive:
      Re: Io vorrei capire...
      (idea)Per capire bisogna avere un cervello attivo e funzionante, dai tuoi commenti il tuo sembra essersi spento nell'era giurassica... sempre ammesso che sia mai stato attivato!Prima di parlare è bene documentarsi e guardare oltre il proprio naso...(linux) Non prenderla a male...
      • Anonimo scrive:
        Re: Io vorrei capire...
        - Scritto da:
        (idea)Per capire bisogna avere un cervello attivo
        e funzionante, dai tuoi commenti il tuo sembra
        essersi spento nell'era giurassica... sempre
        ammesso che sia mai stato
        attivato!
        Prima di parlare è bene documentarsi e guardare
        oltre il proprio
        naso...
        (linux)
        Non prenderla a male...Non hai risposto in cosa consistono questi 10.000.000 di euro visto che non si parla di hw nè sw che non sia opensoruce (e quindi tirearanno fuori sw gratuito) né soldi. Può consistere solamente in 10.000.000 in ore lavorative. Se non sei d'accordo controbatti sulle argomentazioni o stai zitto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Io vorrei capire...
          - Scritto da:


          Non hai risposto in cosa consistono questi
          10.000.000 di euro visto che non si parla di hw
          nè sw che non sia opensoruce (e quindi tirearanno
          fuori sw gratuito) né soldi. Può consistere
          solamente in 10.000.000 in ore lavorative."l'Associazione Software Libero si rende disponibile ad apportare, per un periodo di cinque anni, a ciascuno dei suddetti Centri, attività formative, materiale didattico, soluzioni tecnologiche e software, direttamente o delegando aziende italiane che lavorano nell'ambito del software libero, tali da offrire al Centro e/o ad altre Pubbliche Amministrazioni un profitto, anche in forma di risparmio, del valore di almeno 10.000.000,00 (dieci milioni) di euro l'anno".http://www.softwarelibero.it/progetti/proposta_governoSarà forse un bene sottolinearela frase "sotto forma di risparmio", ergo è incluso nella cifra anche il risparmio rispetto alle licenze proprietarie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            Non hai risposto in cosa consistono questi

            10.000.000 di euro visto che non si parla di hw

            nè sw che non sia opensoruce (e quindi
            tirearanno

            fuori sw gratuito) né soldi. Può consistere

            solamente in 10.000.000 in ore lavorative.

            "l'Associazione Software Libero si rende
            disponibile ad apportare, per un periodo di
            cinque anni, a ciascuno dei suddetti Centri,
            attività formative, materiale didattico,
            soluzioni tecnologiche e software, direttamente o
            delegando aziende italiane che lavorano
            nell'ambito del software libero, tali da offrire
            al Centro e/o ad altre Pubbliche Amministrazioni
            un profitto, anche in forma di risparmio, del
            valore di almeno 10.000.000,00 (dieci milioni) di
            euro
            l'anno".
            http://www.softwarelibero.it/progetti/proposta_gov

            Sarà forse un bene sottolinearela frase "sotto
            forma di risparmio", ergo è incluso nella cifra
            anche il risparmio rispetto alle licenze
            proprietarie.
            Questa è fuffa. Il risparmio non è qualcosa che puoi offrire. Si offrono prodotti o servizi che hanno dei costi, non risparmio. Loro non offrono nulla, se non volontariato, che per definizione non ha costo. I 50.000.000 se li potevano risparmiare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            - Scritto da:
            Questa è fuffa. Il risparmio non è qualcosa che
            puoi offrire. Si offrono prodotti o servizi che
            hanno dei costi, non risparmio. Loro non offrono
            nulla, se non volontariato, che per definizione
            non ha costo. I 50.000.000 se li potevano
            risparmiare.Ascolta, genio della finanza, fermati, che non riescoi a starti dietro, perché devo anche ridere delle banfate che spari!Questa del "volontariato che non ha costo" registrala, che se no la London School of Economics te la brucia!Proseguiamo. Si offrono prodotti e servizi che hanno VALORE, piccolo asino. Non costi. Il costo è una parte del valore di un bene o servizio (la semplifico un po', ma mi pare il caso eh...).Ma perché fingi di capire di economia? Guarda che ci si diverte di più a fingere di capire di pallone. Non c'è nessuna teoria di base lì, libri di testo sai, quelle cose con le definizioni, che usano tutti tutte uguali...Lo sai che esistono vero? Lo sai che non le puoi inventare tu vero?Basta comicità involontaria, ti prego... O alla definizione che darai di "capitalismo" e "stato sociale" soffoco!Grazie per avere reso più leggera la mia serata, in questi tempi di dichiarazioni dei redditi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Questa è fuffa. Il risparmio non è qualcosa che

            puoi offrire. Si offrono prodotti o servizi che

            hanno dei costi, non risparmio. Loro non offrono

            nulla, se non volontariato, che per definizione

            non ha costo. I 50.000.000 se li potevano

            risparmiare.

            Ascolta, genio della finanza, fermati, che non
            riescoi a starti dietro, perché devo anche ridere
            delle banfate che
            spari!

            Questa del "volontariato che non ha costo"
            registrala, che se no la London School of
            Economics te la
            brucia!
            Il volontariato è prestare servizio senza nulla in cambio, genio. Definizione di volontariato. Non ha costo PER DEFINIZIONE in quanto non c'è NESSUNA REGOLA DELLA DOMANDA E DELL'OFFERTA CHE NE REGOLA IL PREZZO e NON C'E' NESSUNO SCAMBIO MONETARIO.
            Proseguiamo. Si offrono prodotti e servizi che
            hanno VALORE, piccolo asino. Non costi. Peccato che se parli di mercato per valore si intende il PREZZO alla quale la domanda e l'offerta si incontrano. Lo trovi su qualunque libro di economia. Quindi l'associazione software libero sta offrendo cose che secondo definizioni di mercato NON HANNO VALORE.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            - Scritto da:
            Il volontariato è prestare servizio senza nulla
            in cambio, genio. Definizione di volontariato.
            Non ha costo PER DEFINIZIONE in quanto non c'è
            NESSUNA REGOLA DELLA DOMANDA E DELL'OFFERTA CHE
            NE REGOLA IL PREZZO e NON C'E' NESSUNO SCAMBIO
            MONETARIO.Ti ho già detto che non sono un genio, banfone. Ti faccio un esempio, piccolo kamikaze, poi ti lascio esposto al pubblico ludibrio. Hai presente quelle cose con 4 ruoe e le luci blu, che traportano i malati, chiamate... sì pucci, dai... ambulanze, bravo puccetto.Ecco: quelle appartengono tutte (o quasi) a Associazioni di volontariato. Che hanno costi (resto sul carburante per renderti la comprensione agevole). Che offrono servizi per un prezzo. Hanno un bilancio. Una cassa. A volte 40 ambulanze e 10 euro in cassa.
            Peccato che se parli di mercato per valore si
            intende il PREZZO alla quale la domanda e
            l'offerta si incontrano. Lo trovi su qualunque
            libro di economia. Quindi l'associazione software
            libero sta offrendo cose che secondo definizioni
            di mercato NON HANNO
            VALORE.
            E' quasi tutto sbagliato. Persino usando lo schema di pagina 7.Il prezzo e il valore di un bene non coincidono mai. Vabbè lascia stare, se hai problemi con Smith...Adesso basta però. Continua da solo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Il volontariato è prestare servizio senza nulla

            in cambio, genio. Definizione di volontariato.

            Non ha costo PER DEFINIZIONE in quanto non c'è

            NESSUNA REGOLA DELLA DOMANDA E DELL'OFFERTA CHE

            NE REGOLA IL PREZZO e NON C'E' NESSUNO SCAMBIO

            MONETARIO.

            Ti ho già detto che non sono un genio, banfone.
            Ti faccio un esempio, piccolo kamikaze, poi ti
            lascio esposto al pubblico ludibrio. Hai presente
            quelle cose con 4 ruoe e le luci blu, che
            traportano i malati, chiamate... sì pucci, dai...
            ambulanze, bravo
            puccetto.

            Ecco: quelle appartengono tutte (o quasi) a
            Associazioni di volontariato. Che hanno costi
            (resto sul carburante per renderti la
            comprensione agevole). Che offrono servizi per un
            prezzo. Hanno un bilancio. Una cassa. A volte 40
            ambulanze e 10 euro in
            cassa.
            La croce rossa non è COMPLETAMENTE un'associazione di volontariato. Nemmeno Emergency. C'è anche scritto NERO SU BIANCO. Vai sul sito di Emergency, bello, e vedrai CHE FANNO DIFFERENZA TRA PROFESSIONISTI STIPENDIATI E VOLONTARI. Croce Rossa ed Emergency sono onlus che fanno ANCHE E SOPRATTUTTO volontariato. Ma non solo. E poi il buffone (non hai nemmeno il coraggio di andare fino in fondo con i termini?) sarei io?

            Peccato che se parli di mercato per valore si

            intende il PREZZO alla quale la domanda e

            l'offerta si incontrano. Lo trovi su qualunque

            libro di economia. Quindi l'associazione
            software

            libero sta offrendo cose che secondo definizioni

            di mercato NON HANNO

            VALORE.



            E' quasi tutto sbagliato. Persino usando lo
            schema di pagina
            7.
            Il prezzo e il valore di un bene non coincidono
            mai. Vabbè lascia stare, se hai problemi con
            Smith...http://it.wikipedia.org/wiki/Valore_(economia)
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            - Scritto da:
            La croce rossa non è COMPLETAMENTE
            un'associazione di volontariato. Nemmeno
            Emergency. C'è anche scritto NERO SU BIANCO. Vai
            sul sito di Emergency, bello, e vedrai CHE FANNO
            DIFFERENZA TRA PROFESSIONISTI STIPENDIATI E
            VOLONTARI. Croce Rossa ed Emergency sono onlus
            che fanno ANCHE E SOPRATTUTTO volontariato. Ma
            non solo. E poi il buffone (non hai nemmeno il
            coraggio di andare fino in fondo con i termini?)
            sarei
            io?Sì, decisamente. Io non ho mai parlato di croce rossa. O sei convinto che tutte le ambulanze là fuori appartengano a un'associazione chiamata "Croce Rossa"? Temo di sì...Il volontariato non ha costi, dicesti. Io su quello ti invitavo a riflettere. Con un paio di esempi. Ma ho sprecato il mio tempo (libero).Va bene, sono un buffone. Va bene, le ambulanze sono la croce rossa. Va bene, un associazione di volontariato non può avere dipendenti. E' tutto giusto come dici tu.
            http://it.wikipedia.org/wiki/Valore_(economia)
            Da cui incollo (però poi basta col sapere da Google, che si fanno figure...):Quantunque si possa registrare una certa confusione nel parlare comune, retaggio di un'antica indifferenziata considerazione anche presso gli economisti di qualche secolo fa, il valore non è affatto coincidente con il prezzo, che rappresenta solo la quantificazione iniziale dell'offerta da parte del venditore, bensì è il frutto della composizione della curva della domanda con quella dell'offerta. Tale composizione può essere del tutto teorica e potrebbe anche non produrre, nei fatti, uno scambio.Uè, era due righe sotto il punto dove ti sei fatto una pippa, e hai urlato: MAMMA! GUARDA! HO RAGIONE!!Poi, la voce su Wiki procede per centinaia di righe...Ciao stella. Studia. Vivi. E lascia stare Google.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            La croce rossa non è COMPLETAMENTE

            un'associazione di volontariato. Nemmeno

            Emergency. C'è anche scritto NERO SU BIANCO. Vai

            sul sito di Emergency, bello, e vedrai CHE FANNO

            DIFFERENZA TRA PROFESSIONISTI STIPENDIATI E

            VOLONTARI. Croce Rossa ed Emergency sono onlus

            che fanno ANCHE E SOPRATTUTTO volontariato. Ma

            non solo. E poi il buffone (non hai nemmeno il

            coraggio di andare fino in fondo con i termini?)

            sarei

            io?

            Sì, decisamente. Io non ho mai parlato di croce
            rossa. O sei convinto che tutte le ambulanze là
            fuori appartengano a un'associazione chiamata
            "Croce Rossa"? Temo di
            sì...
            Siccome sottintendi esempi concreti ma non li citi, ho tirato in causa quella più famosa.
            Il volontariato non ha costi, dicesti. Io su
            quello ti invitavo a riflettere. Con un paio di
            esempi. Ma ho sprecato il mio tempo
            (libero).
            Non ha costi non per il volontario, ma il servizio offerto ha prezzo ZERO.
            Va bene, sono un buffone. Vedo che te lo dai da solo, visto che non te l'ho mai dato io. Semplicemente notavo come non avevi nemmeno il coraggio di scriverlo, ma ti limitavi a darmi del banfone o non ricordo cosa.Va bene, le ambulanze
            sono la croce rossa. Potevi fare un esempio concreto di associazione di ambulanze.Va bene, un associazione di
            volontariato non può avere dipendenti. E' tutto
            giusto come dici
            tu.
            Una Onlus può avere dipendenti CHE NON SONO VOLONTARI E NON FANNO VOLONTARIATO. Mi sembravi così attento ai termini che scrivevo fino a poco fa, e ora distorci le mie affermazioni

            http://it.wikipedia.org/wiki/Valore_(economia)



            Da cui incollo (però poi basta col sapere da
            Google, che si fanno
            figure...):

            Quantunque si possa registrare una certa
            confusione nel parlare comune, retaggio di
            un'antica indifferenziata considerazione anche
            presso gli economisti di qualche secolo fa, il
            valore non è affatto coincidente con il prezzo,
            che rappresenta solo la quantificazione iniziale
            dell'offerta da parte del venditore, bensì è il
            frutto della composizione della curva della
            domanda con quella dell'offerta. Tale
            composizione può essere del tutto teorica e
            potrebbe anche non produrre, nei fatti, uno
            scambio.
            Bene genio, traccia la curva dell'offerta nel caso di free software come debian o openoffice e poi ne riparliamo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io vorrei capire...
            - Scritto da:
            Sarà forse un bene sottolinearela frase "sotto
            forma di risparmio", ergo è incluso nella cifra
            anche il risparmio rispetto alle licenze
            proprietarie.
            Ma come, non stavamo a dire che è una cifra irrisoria (cito da almeno 20 post Microsoft)? Adesso sottilizziamo su un mero 2% (cito da post di sedicente ben informato)?Suvvia, fate i signori...
    • Anonimo scrive:
      Re: Io vorrei capire...
      Non glielo dire, per carità, che poi li svegli dal torpore del bel sogno e diventano maligni...
  • Anonimo scrive:
    Anche la compagine open...
    ...non si sta dimostrando meglio di M$.Tutti bravi a fare beneficenza con la roba degli altri...
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche la compagine open...
      - Scritto da:
      ...non si sta dimostrando meglio di M$.

      Tutti bravi a fare beneficenza con la roba degli
      altri...Sono un branco di esaltati vicini a Rifondazione e Comunisti Italiani e Verdi e Sinistra DS, l'ala più a sinistra della sinistra in Italia ed hanno sete di denaro tanto quanto il '68ino Bill Gates con la sua Microsoft amica di Rutelli e D'Alema.Chiunque la spunti alla fine è un bello schifo di magna magna delle nostre tasse per produrre un cavolo di concreto, solo spreco di denaro pubblico e tanti del giro che si compreranno auto di lusso e ville.. sai com'è.. devono pur magnà, eh! "poverini" ..
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche la compagine open...
        arguta ed elaborata visione socio politica dei tempi nostri.don't feed the trolland even worse don't feed the dumb
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche la compagine open...

      ...non si sta dimostrando meglio di M$.

      Tutti bravi a fare beneficenza con la roba degli
      altri...Quale sarebbe questa roba di altri?
  • Anonimo scrive:
    ma i ricercatori non contano nulla?
    possibile che queste cose le debbano scegliere o il governo o questo gruppo di esaltati open source?perchè non chiediamo ai ricercatori?idem per pubblica amministrazione, dovrebbero scegliere gli uffici.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma i ricercatori non contano nulla?
      - Scritto da:
      possibile che queste cose le debbano scegliere o
      il governo o questo gruppo di esaltati open
      source?

      perchè non chiediamo ai ricercatori?
      idem per pubblica amministrazione, dovrebbero
      scegliere gli
      uffici.In Itaglia esistono solo "ricercatori" di soldi. Null' altro.Quindi, meglio perderli che trovarli simili "ricercatori".
      • Anonimo scrive:
        Re: ma i ricercatori non contano nulla?
        - Scritto da:
        In Itaglia esistono solo "ricercatori" di soldi.
        Null'
        altro.Come sei pessimista...Si ricercano anche i partecipanti all'ennesima futura edizione del grande fratello, calciatori, veline, creativi di sfondi e suonerie per cellulari...Hai voglia quanta roba si cerca in Italia...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma i ricercatori non contano nulla?
        Il fatto che la situazione della ricerca in italia sia nera non dipende certo dai ricercatori, che ti assicuro sono tutte persone che lavorano per passione e con passione, e con i pochi mezzi che hanno si fanno il culo quadro per pochi spicci al mese per salvare il mondo. Credimi, ti parlo per quello che vedo tutti i giorni al lavoro, in un centro di ricerca
    • riddler scrive:
      Re: ma i ricercatori non contano nulla?
      Chiedi pure ai ricercatori: a parte qualche esaltato che vede open=comunismo e ne e' estasiato oppure alcuni (rari) illuminati, gli altri non sono poi cosi' pro-linux o pro-open.Perlomeno quelli con i budget in mano. Tanto per capirci: linux e' ottimo (non fa spendere soldi) ma solo finche' sta sui server che amministri TU, sui loro pc sta tanto bene windows.Credimi.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma i ricercatori non contano nulla?
        oppure su un lamp mission criticaloppure su un firewalloppure su dieci macchine virtuali per sviluppare in phpoppure in livecd per le demo dai clientipoi se non sei capace di far girare le cose sta pure su mac o windowsabbia rispetto per chi sa arrangiarsi, sia buonoe pensa che la mia unica obiezione verso linux è che l'utenza solitamente è di sinistra, io no.io promuovo l'open per far lavorare gli italiani non per mandare i soldi in paesi dove mi possono far espatriare perchè scoreggio fuori sincroe cerca di essere meno troll
        • Anonimo scrive:
          Re: ma i ricercatori non contano nulla?
          - Scritto da:
          oppure su un lamp mission critical
          oppure su un firewall
          oppure su dieci macchine virtuali per sviluppare
          in
          php
          oppure in livecd per le demo dai clienti
          poi se non sei capace di far girare le cose sta
          pure su mac o
          windows
          abbia rispetto per chi sa arrangiarsi, sia buono

          e pensa che la mia unica obiezione verso linux è
          che l'utenza solitamente è di sinistra, io
          no.

          io promuovo l'open per far lavorare gli italiani
          non per mandare i soldi in paesi dove mi possono
          far espatriare perchè scoreggio fuori
          sincro

          e cerca di essere meno trollCerca di essere meno troll? Ha detto la pura verità. Mi sto ancora chiedendo chi usa php o i livecd in ambito di ricerca... comunque ciò non toglie che quello a cui hai risposto ha solo riportato cosa viene comunemente utilizzato dai ricercatori. Che avranno pure linux in dual boot sui loro computer, ma che non lo usano mai.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            la mia personale esperienza invece e'che perfino le massaie se gli metti ubuntu in dual-boot a poco a poco smettono di usare windows. E parlo davvero per esperienza, personale, non per illazione o per sentito dire.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:
            la mia personale esperienza invece e'che perfino
            le massaie se gli metti ubuntu in dual-boot a
            poco a poco smettono di usare windows. E parlo
            davvero per esperienza, personale, non per
            illazione o per sentito
            dire.Sì, come no. Finchè non vogliono usare un gioco, un programma multimediale, vedere un video, vedersi un DVD, installarsi un programma comprato o copiato che sia. Cioè meno di 24 ore dopo aver preso il PC.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            la mia personale esperienza invece e'che

            perfino le massaie se gli metti ubuntu in

            dual-boot a poco a poco smettono di usare

            windows. E parlo davvero per esperienza,

            personale, non per illazione o per sentito

            dire.
            Sì, come no. Finchè non vogliono usare un
            gioco,Heee si,mia nonna se non si spara un doom 3 in rete prima di andare a dormire ha l'insonnia !!
            un programma multimediale, vedere un video,
            vedersi un DVD, E che problema c'e' con un pc preinstallato e preconfigurato ?
            installarsi un programma comprato o copiato
            che sia. Heeee, si anche mia nonna colleziona mod per doom3, per fortuna che doom3 gira su linux.
            Cioè meno di 24 ore dopo aver preso il PC.Dipende dall'uso che fai del pc, certo che se non trovi altro scopo che trollare sui forum e installarti la spazzatura da rivista (che ormai piu' nessuno compra peraltro), in questo caso non solo usi windows, ma te lo meriti pure.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:
            Sì, come no. Finchè non vogliono usare un gioco,http://www.ubuntugames.org/http://www.transgaming.com/Consiglio una console, magari wii.
            un programma multimediale, totem
            vedere un video,vedi sopra
            vedersi un DVD,vedi sopra
            installarsi un programma comprato
            o copiato che sia.aptitude, scarichi installi con un clickTu Linux non l'hai mai visto, (troll1) !!
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Sì, come no. Finchè non vogliono usare un gioco,

            http://www.ubuntugames.org/
            http://www.transgaming.com/
            Consiglio una console, magari wii.


            un programma multimediale,

            totem


            vedere un video,

            vedi sopra


            vedersi un DVD,

            vedi sopra


            installarsi un programma comprato

            o copiato che sia.

            aptitude, scarichi installi con un click

            Tu Linux non l'hai mai visto, (troll1) !!Ma sì, tutto facile, tutto bello, c'è tutto in Linux, eh !Sarà per questo che chi lo prova ad usare si rende conto di quanto tempo deve perdere per installare un solo programma, che i programmi disponibili fanno pena, che non vi sono programmi commerciali, lettori multimediali seri, giochi seri. Che la roba non funziona come sotto Windows o non funziona proprio. D'altronde.. come fa ad essere anche solo un OS multimediale se non ha un set di API standard e funzionante come le DirectX e non ha alcun reale supporto dei produttori hardware se non dei driver bacati e super limitati ?
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:
            Sarà per questo che chi lo prova ad usare si
            rende conto di quanto tempo deve perdere per
            installare un solo programma,Synaptic, scegli il programma e con un click si installa.E con un click fai anche l'update di tutto il sistema e tutti i programmi installati.Robe che windows se le sogna !!
            che i programmi disponibili fanno pena,Quali non ti piacciono ?
            che non vi sono programmi
            commerciali,E questo dovrebbe essere uno svantaggio :D ?Se proprio vuoi il programma commerciale, compralo e usalo con wine.
            lettori multimediali seri,Definisci "serio". Totem non e' serio ? VLC ?
            giochi seri.Su questo ti do ragione, ma non tutti usano il PC per giocare, molti ci lavorano (E per giocare usano PS3, XBox360 o Wii)
            Che la roba non funziona come sotto Windows
            o non funziona proprio.Qualche esempio concreto ? No, Virus, dialer, spyware e soci non sono un esempio valido ;)
            D'altronde.. come fa ad
            essere anche solo un OS multimediale se non ha un
            set di API standardDefinsici API standard. ALSA non e' standard ? OpenGL ?
            e non ha alcun reale supporto dei produttori
            hardware se non dei driver bacati e super
            limitati
            ?Qualche esempio ?Tanto per dirne una, con i drivers wireless di Linux posso andare in "monitor mode", cosa che con Windows non e' possibile ;)Ah, dimenticavo i lettori DVD code-free (E poi tu parlavi di multimedialita' :D ?!?)
          • zerouno scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            Non parlare (straparlare) di cose che non conosci...Windows -
            Giocattolo per chi non ha voglia di sbattersi o di capire. Unix/Linux -
            Per chi ha voglia di cimentarsi con un sistema serio e per chi sa cosa sta facendo.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da: zerouno
            Non parlare (straparlare) di cose che non
            conosci...

            Windows -
            Giocattolo per chi non ha voglia di
            sbattersi o di capire.


            Unix/Linux -
            Per chi ha voglia di cimentarsi con
            un sistema serio e per chi sa cosa sta
            facendo.Sì, certo.. allora le multinazionali sono tutte idiote visto che hanno migliaia e migliaia di postazioni sotto Windows 2003 Enterprise Server principalmente...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:
            Sì, certo.. allora le multinazionali sono tutte
            idiote visto che hanno migliaia e migliaia di
            postazioni sotto Windows 2003 Enterprise Server
            principalmente...Briciole se confrontate a chi usa UNIX
          • zerouno scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            Scelte di comodo
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:

            - Scritto da: zerouno

            Non parlare (straparlare) di cose che non

            conosci...



            Windows -
            Giocattolo per chi non ha voglia di

            sbattersi o di capire.





            Unix/Linux -
            Per chi ha voglia di cimentarsi
            con

            un sistema serio e per chi sa cosa sta

            facendo.

            Sì, certo.. allora le multinazionali sono tutte
            idiote visto che hanno migliaia e migliaia di
            postazioni sotto Windows 2003 Enterprise Server
            principalmente...Sara' che gli veniva accollato insieme al pc e un SO vale l'altro per il lavoro da ufficio ?M$Mafia Power
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            mMigliaia di multinazioinali stanno passando a llinux e costatato questo fatto anche microsoft ha iniziato a venderlo... ve lo ricordate l`accordo con novell? siete dei dinosauri... anche microsoft si è resa conto che windows non èè più competitivo!!! svegliatevi!
        • Anonimo scrive:
          Re: ma i ricercatori non contano nulla?
          Come ho già detto in molti post il software non ha colore...Il concetto di condivisione della conoscienza non è di sinistra, è un concetto intrinseco nella natura della scienza.I libri si scrivono per essere letti e la stessa "filosofia" che sta dietro il software libero. l'obiettivo non è il "comunismo" dei materiali ma il concetto liberale di dare la possibilità a tutti di conoscere. Si chiama Software Libero proprio per questo. Finitela di politicizzare il software. Non serve a nulla.P.S. I ricercatori conterebbero di più tra una ricerca e l'altra sapessero dedicarsi un pò di più all'attivismo sociale (e associativo)...
          • Alessandrox scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:
            Finitela di politicizzare il software. Non serve
            a
            nulla.
            P.S. I ricercatori conterebbero di più tra una
            ricerca e l'altra sapessero dedicarsi un pò di
            più all'attivismo sociale (e
            associativo)...Che in ultima analisi e'... politica
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?

            Come ho già detto in molti post il software non
            ha
            colore...Saggio.Mi viene un brivido quando sento "linux=comunismo". COMUNISTA SARÀ LEI, CO.....E!Io credo nella libera circolazione delle idee, PUNTO.
          • zerouno scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:
            Come ho già detto in molti post il software non
            ha
            colore...
            Il concetto di condivisione della conoscienza non
            è di sinistra, è un concetto intrinseco nella
            natura della
            scienza.
            I libri si scrivono per essere letti e la stessa
            "filosofia" che sta dietro il software libero.
            l'obiettivo non è il "comunismo" dei materiali ma
            il concetto liberale di dare la possibilità a
            tutti di conoscere. Si chiama Software Libero
            proprio per questo.

            Finitela di politicizzare il software. Non serve
            a
            nulla.

            P.S. I ricercatori conterebbero di più tra una
            ricerca e l'altra sapessero dedicarsi un pò di
            più all'attivismo sociale (e
            associativo)...Quoto...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da: zerouno

            - Scritto da:

            Come ho già detto in molti post il software non

            ha

            colore...

            Il concetto di condivisione della conoscienza
            non

            è di sinistra, è un concetto intrinseco nella

            natura della

            scienza.

            I libri si scrivono per essere letti e la stessa

            "filosofia" che sta dietro il software libero.

            l'obiettivo non è il "comunismo" dei materiali
            ma

            il concetto liberale di dare la possibilità a

            tutti di conoscere. Si chiama Software Libero

            proprio per questo.



            Finitela di politicizzare il software. Non serve

            a

            nulla.



            P.S. I ricercatori conterebbero di più tra una

            ricerca e l'altra sapessero dedicarsi un pò di

            più all'attivismo sociale (e

            associativo)...
            Quoto...Dovrebbero attivarsi a muovere le chiappe e lavorare invece di trovare espedienti politici e zampate varie per poltrire.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma i ricercatori non contano nulla?
          - Scritto da:
          oppure su un lamp mission critical
          oppure su un firewall
          oppure su dieci macchine virtuali per sviluppare
          in
          php
          oppure in livecd per le demo dai clienti
          poi se non sei capace di far girare le cose sta
          pure su mac o
          windows
          abbia rispetto per chi sa arrangiarsi, sia buono

          e pensa che la mia unica obiezione verso linux è
          che l'utenza solitamente è di sinistra, io
          no.

          io promuovo l'open per far lavorare gli italiani
          non per mandare i soldi in paesi dove mi possono
          far espatriare perchè scoreggio fuori
          sincro

          e cerca di essere meno trollTu promuovi solo che Cina ed India ci assimilino tutti. Ecco cosa proponi, come tutti i fanatici dell'open-source. Siete schiavi di una megatruffa mondiale ai nostri stessi danni e ne andate fieri.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?

            Tu promuovi solo che Cina ed India ci assimilino
            tutti. Ecco cosa proponi, come tutti i fanatici
            dell'open-source. Siete schiavi di una megatruffa
            mondiale ai nostri stessi danni e ne andate
            fieri.È il punto di vista ufficiale dei circoli di forza italia? ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:

            Tu promuovi solo che Cina ed India ci assimilino

            tutti. Ecco cosa proponi, come tutti i fanatici

            dell'open-source. Siete schiavi di una
            megatruffa

            mondiale ai nostri stessi danni e ne andate

            fieri.

            È il punto di vista ufficiale dei circoli di
            forza italia?
            ;)Secondo me ha proprio messo li' parole a caso: non riesco a trovare nessun nesso logico in quello che dice !!
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Tu promuovi solo che Cina ed India ci
            assimilino


            tutti. Ecco cosa proponi, come tutti i
            fanatici


            dell'open-source. Siete schiavi di una

            megatruffa


            mondiale ai nostri stessi danni e ne andate


            fieri.



            È il punto di vista ufficiale dei circoli di

            forza italia?

            ;)

            Secondo me ha proprio messo li' parole a caso:
            non riesco a trovare nessun nesso logico in
            quello che dice
            !!Troppe canne ed acidi annebbiano la mente...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:

            Tu promuovi solo che Cina ed India ci assimilino

            tutti. Ecco cosa proponi, come tutti i fanatici

            dell'open-source. Siete schiavi di una
            megatruffa

            mondiale ai nostri stessi danni e ne andate

            fieri.

            È il punto di vista ufficiale dei circoli di
            forza italia?
            ;)Non di "Forza Italia" ma di "Forza Nuova"
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:

            Tu promuovi solo che Cina ed India ci assimilino

            tutti. Ecco cosa proponi, come tutti i fanatici

            dell'open-source. Siete schiavi di una
            megatruffa

            mondiale ai nostri stessi danni e ne andate

            fieri.

            È il punto di vista ufficiale dei circoli di
            forza italia?
            ;)Uhm, non direi proprio, visto che usano Apache+Unix...Prova a fare un bel telnet www.forzaitalia.it 80 e, dopo aver premuto un paio di volte invio, leggi cosa risponde: a volte si hanno delle sorprese...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma i ricercatori non contano nulla?
            - Scritto da:
            Uhm, non direi proprio, visto che usano
            Apache+Unix...

            Prova a fare un bel telnet www.forzaitalia.it 80
            e, dopo aver premuto un paio di volte invio,
            leggi cosa risponde: a volte si hanno delle
            sorprese...Sorprese? Quando una cosa è gratis (oltreché free, ma non hanno capito la differenza), quelli non si tirano mai indietro! Sarebbero stati dei perfetti sudditi dell'impero sovietico, che ora disprezzano in cambio dell'altro. Sudditi si nasce, e c'è gente che pagherebbe se non lo fosse! (thanks to Victor Hugo).Ah! Scordavo... E Forza Italia!!! :D
        • riddler scrive:
          Re: ma i ricercatori non contano nulla?
          Non ho capito da dove esce il troll...Per il resto stiamo gia' uscendo dal seminato. Le mie sono semplici constatazioni di un dato di fatto, non mie opinioni inventate sul momento e a sentire gli altri commenti mi pare di non essere l'unico a contatto con questo tipo di realta'.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma i ricercatori non contano nulla?
        Nei centri con budget che conosco io vanno tanto bene Irix e Solaris.Il fatto poi che Linux si integri con tali sistemi meglio di windows gli consente di avere a disposizione più postazioni grazie ai costi di licenza/assistenza risparmiati e re-investiti in hw.Poi, come al solito, dipende dalla finalità della ricerca che compi e dal software che ti serve per adempiere a tale compito.Se, faccio un esempio assurdo, l'unico sw decente per fare simulazione mollecolare gira su Amiga non è che hai molto spazio per le scelte di religione.Mauro
        • riddler scrive:
          Re: ma i ricercatori non contano nulla?
          Siamo perfettamente d'accordo. Anche dove lavoro io spesso chi fa simulazioni usa solaris o linux ma si tratta di piccoli gruppi.Nel mio piccolo cerco di promuovere l'open e qualche risultato (risicato) l'ho avuto.
      • apertuscus scrive:
        Re: ma i ricercatori non contano nulla?
        Se hai bisogno di fare controlli real time usi,ad esempio RTAI......qui c'e' un live cd...http://www-lar.deis.unibo.it/people/cmelchiorri/CALS-INFO.html
      • Anonimo scrive:
        Re: ma i ricercatori non contano nulla?
        - Scritto da: riddler
        Chiedi pure ai ricercatori: a parte qualche
        esaltato che vede open=comunismo e ne e'
        estasiato oppure alcuni (rari) illuminati, gli
        altri non sono poi cosi' pro-linux o
        pro-open.
        Perlomeno quelli con i budget in mano. Tanto per
        capirci: linux e' ottimo (non fa spendere soldi)
        ma solo finche' sta sui server che amministri TU,
        sui loro pc sta tanto bene
        windows.
        Credimi.Università di Bologna: Corso di Laurea in Ingegneria Informatica: tutti i computer hanno solo software libero, si ritiene una stupidaggine fare ricerca e sviluppo su sistemi proprietari e questo da parecchi anni ormaiNon è certo una situazione unica al mondo
        • Anonimo scrive:
          Re: ma i ricercatori non contano nulla?
          - Scritto da:

          - Scritto da: riddler

          Chiedi pure ai ricercatori: a parte qualche

          esaltato che vede open=comunismo e ne e'

          estasiato oppure alcuni (rari) illuminati, gli

          altri non sono poi cosi' pro-linux o

          pro-open.

          Perlomeno quelli con i budget in mano. Tanto per

          capirci: linux e' ottimo (non fa spendere soldi)

          ma solo finche' sta sui server che amministri
          TU,

          sui loro pc sta tanto bene

          windows.

          Credimi.

          Università di Bologna: Corso di Laurea in
          Ingegneria Informatica: tutti i computer hanno
          solo software libero, si ritiene una stupidaggine
          fare ricerca e sviluppo su sistemi proprietari e
          questo da parecchi anni
          ormai
          Quelli delle aule didattiche o quelli dei ricercatori? Son due cose diverse
        • riddler scrive:
          Re: ma i ricercatori non contano nulla?
          Onore al merito ma non e' la regola :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma i ricercatori non contano nulla?
      - Scritto da:
      possibile che queste cose le debbano scegliere o
      il governo o questo gruppo di esaltati open
      source?

      perchè non chiediamo ai ricercatori?
      idem per pubblica amministrazione, dovrebbero
      scegliere gli
      uffici.Lascia stare la PA, l'impiegato medio e' tanto se capisce che allontanando il mouse da se' il puntatore sullo schermo va in su.Per quanto attiene gli "esperti IT", ti riporto un aneddoto.Una tale Amministrazione doveva fare un sitino informativo, con a valore aggiunto dei filmati in streaming. L'"esperto IT" propone di gestire la cosa in casa (oggi va di moda "internalizzazione"); detto fatto, fa comprare i software per creare flash e il resto, registra il dominio, sottoscrive l'hosting.Sei mesi dopo, il sito contiene si' e no un menu laterale in flash.Il capintesta, andato a verificare come andavano le cose, s'incazza di brutto e decide di incaricare una ditta esterna. Ma, sorpresa, l'"esperto IT" si era intestato il dominio e pretendeva una cifra decuplicata per cederlo.Fanculizzato anche il dominio, il boss se ne fa registrare un altro e la storia non finisce qui.Ora, pensate che tale "esperto" sia stato mandato a spazzare il cortile nei giorni di vento? Enno', illo e' piu' o meno sempre allo stesso posto.k1
      • Anonimo scrive:
        Re: ma i ricercatori non contano nulla?
        E' un aneddoto che non vale nulla, non puoi applicarlo se non localmente al caso specifico, una persona scorretta non è certo lo specchio di una categoria. Siam bravi tutti a fare i furbi, ma fortunatamente non tutti lo facciamo.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma i ricercatori non contano nulla?
          - Scritto da:
          E' un aneddoto che non vale nulla, non puoi
          applicarlo se non localmente al caso specifico,
          una persona scorretta non è certo lo specchio di
          una categoria. Siam bravi tutti a fare i furbi,
          ma fortunatamente non tutti lo
          facciamo.Non credo che l'amico sopra intendesse questo. Credo intendesse che quelli come quel tipo sono un problema per una categoria. Purtroppo, non li ritengo come te casi isolati. Ho sentito decine di aneddoti assimilabili. E conosco pure qualcuno che gli farebbe i complimenti.Lascia stare, che macellaro o "Ai Ti Tecniscian", è sempre questione di onestà. E il sistema butta male per chi non fa frollare...
        • Anonimo scrive:
          Re: ma i ricercatori non contano nulla?
          - Scritto da:
          E' un aneddoto che non vale nulla, non puoi
          applicarlo se non localmente al caso specifico,
          una persona scorretta non è certo lo specchio di
          una categoria. Siam bravi tutti a fare i furbi,
          ma fortunatamente non tutti lo
          facciamo.Ehm, forse mi sono lasciato andare sull'aspetto "scorrettezza"; quel che volevo puntualizzare era come l'"esperto" in sei mesi non fosse riuscito a mettere su un sitino funzionante, facendo sprecare all'Amministrazione tempo e denaro.Quasi certamente all'interno dell'Ufficio c'era qualcuno in grado di fare meglio in tutti i sensi, MA l'"esperto" agli occhi del capo era lui. La struttura a compartimenti stagni di una PA permette di queste assurdita': sei stato assunto per fare il passacarte ma sapresti ristrutturare l'intero apparato burocratico, facendo risparmiare enormi risorse e ottimizzando al meglio il processo burocratico? Beh, fai il passacarte.k1P.S.: ma c'e' qualcuno che va a leggere i thread dei giorni precedenti? ^_^;;
Chiudi i commenti