La PA italiana si scopre digitale

Molte le cose da fare ma il quadro 2005 tracciato dal CNIPA è tutt'altro che deludente. Si alfabetizzano i dipendenti pubblici, sale l'email, si continua a spendere sul DTT. E c'è una sorpresina sulla banda larga

Roma – Un’Italia digitale che avanza, quella che il CNIPA , il braccio informatico del Governo, ha tracciato per il 2005: il suo rapporto annuale non nasconde una serie di problemi e ostacoli, anche culturali, che vanno ancora risolti, non dimentica il problema dei finanziamenti all’innovazione e delle procedure da ottimizzare ma non rinuncia a ricordare che la Pubblica Amministrazione e l’informatica nella sua accezione più ampia non sono più mondi lontani .

A crescere, ha spiegato il CNIPA, non è soltanto l’uso di computer e soluzioni avanzate nei processi della PA ma anche, e forse è questo il dato più importante, la consapevolezza tra dirigenti e dipendenti delle opportunità sottese dall’era digitale.

Tra i dati spiccioli che indicano un processo in divenire ma ormai irreversibile, come ha sottolineato il presidente CNIPA Livio Zoffoli, si evidenziano: “Nelle amministrazioni e negli enti centrali il rapporto tra caselle di posta elettronica e dipendenti informatizzabili negli ultimi tre anni è quasi raddoppiato, dal 48% del 2002 all’86% del 2005. Lo scorso anno sono state avviate 30 iniziative di applicazione di posta elettronica in 300 procedimenti amministrativi, con un investimento di 50 milioni di euro, innescando un risparmio a regime di 150 milioni di euro l’anno”.

Cresce dunque sia la diffusione che l’uso della posta elettronica nella PA, non più alieno agli uffici della PA: il numero di caselle di posta da 392 mila nel 2004 è diventato di 471 mila nel 2005; il numero dei messaggi scambiati all’interno passa dai 280 milioni nel 2004 a 335 milioni nel 2005; come pure cresce il numero dei messaggi scambiati con l’esterno della PA: da 170 milioni nel 2004 a 240 milioni nel 2005.

In realtà, nella relazione del CNIPA talvolta si respira un ottimismo che non è condiviso da tutti: viene infatti visto come un grande successo la diffusione della firma digitale : l’Italia sarebbe ai primi posti in Europa con 2,3 milioni di smart card. Ma non è un settore dove son tutte rose e fiori, come ben sanno gli osservatori più attenti oltre alle imprese che, tenute all’utilizzo della firma, spesso si scontrano con normative e procedure poco atte alle esigenze della produttività.

Ad ogni modo ci si muove. Nonostante le fortissime polemiche che ne hanno accompagnato l’introduzione, si va componendo la posta elettronica certificata (PEC), alternativa alla tradizionale raccomandata: entro il 2006 il CNIPA prevede che i dieci gestori certificati rilascino mezzo milione di caselle email abilitate alla PEC.

Tra i 134 progetti di e-government co-finanziati dal Governo nella scorsa legislatura, che riguardano un totale di 4mila amministrazioni locali, 62 sono operativi e hanno portato in rete 2mila servizi: per gli altri lo stato di avanzamento è al 92 per cento e, secondo il CNIPA, le amministrazioni interessate valutano un risparmio annuale di 700 milioni di euro una volta chiusi i lavori.

Accanto a tutto questo, ad una maggiore “visibilità” dell’amministrazione digitale per il cittadino ma anche per i processi interni alle PA, si registrano problemi e ritardi anche di grave entità. Il CNIPA non lo cita esplicitamente ma la roadmap per la costruzione del portale del turismo, un “coso” da 45 milioni di euro , è saltata da tempo e il sito, Italia.it , è emblema di un metodo che non convince nemmeno i più vivaci sostenitori dell’e-government all’italiana.

Gli ostacoli sulla via della Società dell’Informazione, secondo il CNIPA, sono peraltro alti come muraglie. Primo tra tutti il progetto della Carta di Identità elettronica , ormai considerato defunto tra polemiche e veti incrociati . “Serve saggezza e un ripensamento in chiave politica – ha dichiarato a questo proposito Zoffoli – che promuova un’azione tempestiva per assicurare un quadro di riferimento chiaro, coerente, efficace, indirizzato alla rapida diffusione e integrazione fra i vari strumenti di accesso in rete disponibili, ossia Carta d’Identità Elettronica, Carta Nazionale dei Servizi e Tessera Sanitaria”.

Si tratta di passi fondamentali, non certo per erodere definitivamente la privacy dei cittadini ma per consentire alla PA di riconoscere il cittadino , unica via per la fornitura di servizi personalizzati da remoto e per la velocizzazione dei processi che riguardano il singolo. Nessun ripensamento, invece, per quanto riguarda la televisione digitale terrestre (DTT) che, secondo Zoffoli, pone l’Italia “come leader in Europa”. Sul DTT, il CNIPA ha co-finanziato 29 progetti e 15 amministrazioni hanno attivato i propri servizi. A maggio si è chiuso il secondo bando, che coinvolge 22 enti, “a dimostrazione – secondo Zoffoli – dell’elevato interesse di questa applicazione”.

Il CNIPA, d’altra parte, aveva già dimostrato di recente grande ottimismo sul DTT delineando il profilo dell’utente medio , un ottimismo che non è però condiviso dai consumatori.

Semaforo verde anche per il cosiddetto Sistema pubblico di Connettività (SPC), destinato a collegare tra loro tutte le amministrazioni pubbliche, centrali e locali. La Rete telematica pubblica si estende all’estero: collega oltre 250 uffici pubblici (ambasciate, consolati, uffici Ice etc.) ed entro l’anno ne annetterà altri 200.

Proprio sull’SPC, Zoffoli ha formulato una interessante proposta per fare della banda larga in dotazione al pubblico uno strumento di riduzione del digital divide . “L’enorme capacità di banda larga pubblica – ha spiegato – il cui costo è fisso, potrebbe essere resa disponibile ai cittadini nelle ore in cui gli uffici pubblici non la usano”. L’idea, dunque, è di “aprire l’SPC anche all’uso dei cittadini: ciò può rappresentare un atto concreto per ridurre il divario digitale e rendere più facile l’accesso al crescente numero di servizi in rete della PA, sia centrale che locale, consentendo una miglior utilizzazione di questa nuova risorsa”.

Altro nodo chiave dell’attività del CNIPA è la riduzione dell’uso della carta , il processo noto come dematerializzazione . L’uso dell’email e il protocollo informatico, che consente alle amministrazioni di far girare i documenti su via telematica, non solo si traduce in efficienza ma anche in un risparmio netto e crescente nell’uso della carta. Il costo di gestione della carta vale oggi oltre 2 punti del Pil ed una digitalizzazione di appena il 10% della documentazione cartacea comporterebbe risparmi per 3 miliardi di euro l’anno.

Il CNIPA poi sembra venire incontro alle richieste dei produttori IT italiani , che in più occasioni hanno lamentato la riduzione della spesa in innovazione : su questo Zoffoli ha parlato di tagli preoccupanti in Finanziaria. “Pur non ignorando i problemi della finanza pubblica – ha sottolineato – è evidente che non si possono ottenere risparmi con l’uso delle tecnologie digitali se non dopo aver effettuato gli investimenti necessari”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Soluzione alternativa
    E se su un altro pianeta ci mandassimo chiunque si ammali di politica e imprenditoria?Magari su un uno senza acqua e ossigeno?Non elimineremmo tutti i mali, ma almeno quelli più pericolosi di sicuro.
  • Anonimo scrive:
    Re: The End
    My only friend.this is the endbeatiful friendthe endno safety and surprisethe endi never look into your eyesagainPuoi immaginare come saràcosì libero e senza limiticol bisogno di una mano estraneaperso in una romana landa di doloree i bambini piangono nell'attesa delle pioggia estiva.Sì, se in venti anni siamo passati da simili canzoni a musica senza musica in cui quattro deficenti fanno risse in rima tra bulli di quartiere, non c'è dubbio: this is the end (e ce la meritiamo tutta st'estinzione!!!).L'arte non è che il volto del nostro degrado.
  • Anonimo scrive:
    La soluzione è un'altra
    Ma mi sa che si è un po' allargato. Come ce li mandiamo nello spazio 2 o 3 miliardi di persone?Non sarebbe stato più logico fare un appello a non SMERDARE questo qui, di pianeta, che è l'UNICO che abbiamo? Le guerre stellari le fanno al cinema...
  • Anonimo scrive:
    Re: _The Truth_
    Contenere l'incremento demografico?Facilissimo portate il nostro benessere in Africa ed Asia... ovviamente rinunciando a parte del nostro e soprattutto di quello degli AMERICANI!E vedrete che le nascite andranno in pochi anni a 1,5 come le nostre....
  • Anonimo scrive:
    Re: La colonizzazione dello spazio ?
    Modificato dall' autore il 16 giugno 2006 04.06
    --------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Re: La colonizzazione dello spazio ?
    Comunque il link relativo al pianeta Iapetus è interessante... artificiale o meno, è un satellite davvero singolare.
  • Gabryel scrive:
    To boldly go...
    ...where someone has gone before (dicono).
  • Anonimo scrive:
    il mondo che verrà
    Ovviamente è normale che il spirito di sopravivenza di una specie sia molto elevata, visto che viene fortemente favorita dalla selezione naturale. Secondo me però il futuro puo prevedere soltanto 2 scenari:1. Qualche catastrofe fermerà per sempre la possibilità di una ulteriore crescita significativa tecnologica dell'uomo.2. L'uomo come specie predominante verrà rimpiazzato o dalle macchine (robot) o da una specie superiore creata con l'ingegneria genetica, che si riprodurrà sempre con la stessa tecnologia.Devo dire che nessuno di questi scenari sia esattamente rassicurante, se non altro la prima non distruggerebbe i principi morali ed etici che ora abbiamo. Ma anche questi sono soltanto frutto della selezione naturali, e non hanno assulutamente un valore di "giustezza", a parte ovviamente che definiamo giusto ciò che molte persone sentono come principio morale. Non si potrà mai dimostrare che uccidere e torturare qualcuno solo per il gusto di farlo sia "sbagliato" in senso assoluto, ma va contro gli interessi della specie quindi è chiaramente vantaggioso se gli individui di una specie abbiano una avversione verso questo tipo di comportamente, ed è esattamente nell'uomo.Spero di non aver offeso o ferito nessuno con queste parole, perché anche se per me molto di ciò che ho detto è assolutament ovvio e ragionevole, so che molti non saranno d'accordo con me. Inoltre una grossa parte della popolazione umana preferisce non sapere molte cose che sono troppo in contrasto con il mondo che noi ci immaginiamo o che vorremmo che fosse. E probabilmente in un certo senso è anche "giusto" (per certe definizioni di giusto) che sia così. Da lí in fondo sono nate le religioni.
  • Ugo Limone scrive:
    Lo smacco per Hawking
    Essere battuto da Ugo Limone a Civilization 4 online!!!Lui stava costruendo la prima lampadina quando gli è arrivata in testa la prima testata nucleare, non vi dico la sua faccia quando i miei bombardieri gli hanno sbriciolato i suoi "cannoncini" da parata del 1700.Cmq alla fine era ridotto ad un ammasso di macerie e l'ho lasciato vivere. Così sono andato a colonizzare Alpha Centauri e ho vinto!Ricordate:IL LIMONE, VINCE SEMPRE!
  • Anonimo scrive:
    ANTIMATERIA? HI HI
    ...anche se esistesse un motore capace di erogare energia fingiamo infinita (qualcuno ha postato qualche link a fantomatici progetti di motori ad antimateria...), questo motore dovrebbe accelerare la massa della nave e quella dei suoi occupanti a velocità prossime a c giusto?Bè, fatevi due conti e vedrete che per arrivare a quelle velocità in tempi "ragionevoli" (sarebbe antipatico partire per una stella e morire prima di arrivarci no?) il corpo umano dovrebbe subire un'accelerazione costante di parecchi g per anni... Sapete che significa, vero? Non solo, arrivando a velocità sempre più prossime a c, il tempo dei navigatori si dilaterebbe rispetto a quello delle basi di partenza facendo si che quando questi arrivano quelli alla base sono già morti e sepolti da generazioni...Oppure Hawaking è a conoscenza di studi NASA anche su un generatore di campo antinerziale? Amici miei, dall'inerzia non si scappa, l'unico modo per ovviare al problema potrebbe essere quello di usare in qualche modo una quantità di energia immensa (che non potrebbe che derivare da una quantità immensa di massa, materia o antimateria che sia, (una stima dei dati numerici esiste in molte pubblicazioni) per incurvare lo spazio tempo su se stesso attorno alla nave, ma serebbe come dire che se io potessi sollevare con una mano una montagan voncerei il campionato del mondo di sopllevamnto pesi... ...questi articoli fanno tenerezza e ancor più la massa di creduloni (non per colpa loro, putroppo la materia è ostica e si presta a molti slanci fantasiosi e consiglio a tutti la lettura del libro "la fisica di Star Teek") che vi si attacca :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ANTIMATERIA? HI HI
      Sì vabbè. Se fosse per discorsi come i tuoi staremmo ancora alle valvole. Le tecnologie ci sono, il motore ad antimateria sicuramente esiste già da decenni ma è celato all'umanità assieme a tante altre invenzioni, non a torto visto quanto persone come te credono di sapere tutto. - Scritto da:
      ...anche se esistesse un motore capace di erogare
      energia fingiamo infinita (qualcuno ha postato
      qualche link a fantomatici progetti di motori ad
      antimateria...), questo motore dovrebbe
      accelerare la massa della nave e quella dei suoi
      occupanti a velocità prossime a c
      giusto?

      Bè, fatevi due conti e vedrete che per arrivare a
      quelle velocità in tempi "ragionevoli" (sarebbe
      antipatico partire per una stella e morire prima
      di arrivarci no?) il corpo umano dovrebbe subire
      un'accelerazione costante di parecchi g per
      anni... Sapete che significa, vero? Non solo,
      arrivando a velocità sempre più prossime a c, il
      tempo dei navigatori si dilaterebbe rispetto a
      quello delle basi di partenza facendo si che
      quando questi arrivano quelli alla base sono già
      morti e sepolti da
      generazioni...

      Oppure Hawaking è a conoscenza di studi NASA
      anche su un generatore di campo antinerziale?


      Amici miei, dall'inerzia non si scappa, l'unico
      modo per ovviare al problema potrebbe essere
      quello di usare in qualche modo una quantità di
      energia immensa (che non potrebbe che derivare da
      una quantità immensa di massa, materia o
      antimateria che sia, (una stima dei dati numerici
      esiste in molte pubblicazioni) per incurvare lo
      spazio tempo su se stesso attorno alla nave, ma
      serebbe come dire che se io potessi sollevare con
      una mano una montagan voncerei il campionato del
      mondo di sopllevamnto pesi...


      ...questi articoli fanno tenerezza e ancor più la
      massa di creduloni (non per colpa loro, putroppo
      la materia è ostica e si presta a molti slanci
      fantasiosi e consiglio a tutti la lettura del
      libro "la fisica di Star Teek") che vi si attacca
      :)
      • Anonimo scrive:
        Re: ANTIMATERIA? HI HI

        Le tecnologie ci sono, il motore ad antimateria
        sicuramente esiste già da decenni ma è celato
        all'umanità assieme a tante altre invenzioni, non
        a torto visto quanto persone come te credono di
        sapere tutto.certo, è ovvio. Ti dirò di più: sono teconologie naturalmente rubate a una antica civiltà aliena che ha costruito le piramidi... Ssssst, non dirlo però troppo in giro, ci spiano....
        • Anonimo scrive:
          Re: ANTIMATERIA? HI HI
          - Scritto da:


          Le tecnologie ci sono, il motore ad antimateria

          sicuramente esiste già da decenni ma è celato

          all'umanità assieme a tante altre invenzioni,
          non

          a torto visto quanto persone come te credono di

          sapere tutto.

          certo, è ovvio. Ti dirò di più: sono teconologie
          naturalmente rubate a una antica civiltà aliena
          che ha costruito le piramidi... Ssssst, non dirlo
          però troppo in giro, ci
          spiano....Lo dici per scherzo ma non sai quanto ci sei andato vicino...Ed io non scherzo.
      • Anonimo scrive:
        Re: ANTIMATERIA? HI HI
        Quale dei punti che ho cercato di spiegare con parole semplici non ti è chiaro? Vorrei una critica costruttiva oppure immagino che sei in grado di dimostrare l'esistenza di queste fantomatiche scoperte tenute segrete apposta (e che comunque non permetterebbero i viaggi a prossimi a c perchè proibiti dalla teoria di base)
        • Anonimo scrive:
          Re: ANTIMATERIA? HI HI
          - Scritto da:
          Quale dei punti che ho cercato di spiegare con
          parole semplici non ti è chiaro? Vorrei una
          critica costruttiva oppure immagino che sei in
          grado di dimostrare l'esistenza di queste
          fantomatiche scoperte tenute segrete apposta (e
          che comunque non permetterebbero i viaggi a
          prossimi a c perchè proibiti dalla teoria di
          base)Proibiti da che ? Dalla teoria di base ? Esistevano anche teorie fino a pochi anni fa che dicevano che sul cavo in rame non saremmo potuti andare oltre i limiti di ISDN, che oltre 4-5KHz di banda non si sarebbero mai potuti avere, che il passaggio alla fibra ottica era necessario per avere banda larga... Ed invece ? Le tecnologie xDSL "apparvero" all'improvviso... Ehhh! Smontando tutte le teorie ed i libri universitari degli anni passati, propinati al pubblico cieco e sordo come la verità assoluta. E fino ad allora chi ha usato le xDSL ? Nessuno? Sì, sicuro! Come minimo erano in uso dagli anni '70 a livello militare e servizi segreti. Poi essendo diventate obsolete per quei livelli sono state scelte come modo per aumentare la tecnologia civile e creare profitto.Ed addio alle teorie.
        • Anonimo scrive:
          Re: ANTIMATERIA? HI HI
          Sono abbastanza schokkato che uno scienziato del calibro di Hawkins abbia dichiarato una menata del genere...Colonizzare Marte per salvarci in un mezzo secolo?....È ora di dire le cose come stanno e di smettere di fare le guerre per far fare i soldi ai ricchi produttori di armi (potete leggere un articolo di oggi su beppegrillo.it!).È ora di energia solare ed altre fonti rinnovabili e di andare a civilizzare le popolazioni come gli indiani, e gli asiatici... Investire per ridurre le loro emissioni ed invertire l'andamento demografico...In pochi anni l'aumento della popolazione mondiale deve essere fermato ed invertito!La riduzione della popolazione e lo sfruttamento delle risorse rinnovabili secondo me sono l'unico modo di salvare la terra e l'umanità dal disastro, come anche di progredire come civiltà che è ormai ferma da circa 1000 anni a livello "reale" sociale!Io ho un amico che ha pannelli foto voltaici sul tetto di casa =
          8 m quadri producono 1 Khw (con 32 m (8x4) si è oltre che autosufficienti e si risparmierebbero milioni di euro in petrolio e carbone all'anno!)Basta solo volerlo!
          • Anonimo scrive:
            Re: ANTIMATERIA? HI HI

            Io ho un amico che ha pannelli foto voltaici sul
            tetto di casa =
            8 m quadri producono 1 Khw (con
            32 m (8x4) si è oltre che autosufficienti e si
            risparmierebbero milioni di euro in petrolio e
            carbone
            all'anno!)

            Basta solo volerlo!
            E quindi ritieni idioti tutti quelli che non lo fanno te incluso.
          • Anonimo scrive:
            Re: ANTIMATERIA? HI HI
            Si ritengo idioti tutti quelli che non lo fanno pur conoscendone i vantaggi, io non c'entro nulla visto che non ho una casa e non vivo in Italia ma in Norvegia che sono i primi produttori al mondo di pannelli solari, e che ho deciso che la mia casa sarà pannellata!Non ritengo idiota nessuno solo ignoranti e disinformati da forze governative e da quelli che lucrano sull'utilizzo delle fonti energetiche attuali!Poi con chi ostacola il progresso vedi i muratori e quelli che se metti i pannelli sul tetto quando lo ristrutturi non ti possono vendere gli accessori per il tetto e non ti ci possono lavorare sopra come vorrebbero poiché parte dei soldi andrebbero alla ditta che ti istalla i pannelli solari!Poi mi vergogno dei nostri governi i quali per questioni monetarie stanno mandando l'Italia e l'Europa al diavolo senza capire che i soldi senza un posto dove vivere non servono a niente!È ora di fare vera informazione su queste cose!
      • Anonimo scrive:
        Re: ANTIMATERIA? HI HI
        mah vedi, non e' tanto la natura del motore, se ad antimateria o a scoregge, qualunque sistema di propulsione basato sulla legge ACTIO=REACTIO e' fallito in partenza.
    • squeock scrive:
      Re: ANTIMATERIA? HI HI
      mi dispiace ma le tue argomentazioni sono obsolete e a meno che tu non sia all'interno dei progetti di ricerca attuali sulla propulsione o comunque su la colonizzazione di altri pianeti in generale ti inviterei ad essere più cauto nell'esprimerti con questo filo di arroganza, certo, chiunque può dire la sua e io allora ti dico che la tecnologia per fare quello che dice mr. Hawking può saltar fuori tra qualche annetto. Quello che non mi convince è il fatto di andarmene dalla terra, io quasi quasi resterei a godermi lo spettacolo...Ciao. ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: ANTIMATERIA? HI HI
      basta fare come Farnsworth, per risolvere questo problema ti e' sufficiente tenere ferma la navetta e muovere tutto l'universoFuturama







      Simpson ^_^
    • avvelenato scrive:
      Re: ANTIMATERIA? HI HI
      parti da un presupposto sbagliato, anzi due:uno, che ci si debba per forza ritrovare con la base. Non è detto. Si parte in comunità autonome e addio. Di conseguenza non è neanche obbligatorio raggiungere velocità prossime a C, che tra l'altro non t'aiutano mica, sia perché l'universo è comunque vasto anche in relazione alla velocità della luce, sia perché comunque non sapremmo dove andare, non conoscendo ancora una destinazione terraformabile o in altri modi colonizzabile. Né è necessario farlo velocemente, seppur decidessimo di viaggiare a velocità 1/4 o 1/3 c, potremmo arrivarci con tutta la calma del mondo.due, che sia per forza necessario lasciare il pianeta per qualche destinazione lontana. Si può iniziare da marte per passarsi tutti gli altri pianeti.Supponendo di possedere la tecnologia per poter costruire una nave spaziale in grado di gestire una colonia umana autonoma (e autarchica), immagino che a quel punto la tecnologia per vivere su di un qualsiasi pianeta, anche totalmente dissimile da quello terrestre, sarebbe piuttosto triviale.La tecnologia cruciale secondo me sarà quella di estrarre l'energia direttamente dalla materia, quindi liberandoci definitivamente o quasi del problema energetico. Inutile dire che nell'anno in cui io sto scrivendo queste appaiono come mere speculazioni fantascientifiche. Invece la colonizzazione di marte potrebbe essere più a breve tempo realizzabile, e potrebbe aiutare nella ricerca di tecnologie base essenziali per i viaggi interplanetari.
  • Cavallo GolOso scrive:
    ahccheffigata!!! ^___^
    mi ha dato delle idee grandiose :o)
  • Anonimo scrive:
    Secondo studiosi degli anni '50 ...
    ... oggi, nel 2000 (e ormai oltre), in teoria dovremmo poter vivere in megalopoli alimentate da centrali a fusione nucleare. Dovremmo poter viaggiare su auto con motori antigravitazionali. Dovremmo aver tutti il nostro robot-maggiordomo in casa che fa le pulizie 24 ore su 24. Dovremmo vivere sui 200 anni circa (anzi, qualcuno parlava di probabile raggiungimento dell'Immortalità) senza invecchiare e senza malattie. Dovremmo aver la possibilità di fare le vacanze sulle famosissime colonie lunari e marziane e fare le notissime crociere low cost facendo il giro del sistema solare. Noi dovremmo abitare in una pianeta pulitissimo perché tutte le industrie inquinanti sono sugli asteroidi ricchi di minerali.Dovremmo, dovremmo dovremmo ...ma siamo nel 2006 ... e tra poco ci toccherà andare a piedi e fare le scale perchè la fusione nucleare non esiste ancora. Al massimo c'hai la badante al posto del robot, chi se lo puo' permettere. La vita media si sta incrementando, ma gli ultimi anni di un 80enne sono i più penosi della sua vita e poi probabilmente non scoperai nemmeno piu' per il resto dei giorni perché ti avranno tolto la prostata. Il pianeta è in una condizione generale penosa e trovi cumuli di sporcizia ovunque. Tra poco avremmo i soldi solo per farci le vancanze all'idroscalo. Ahhahahahah ...non ci resta che morire:)
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo studiosi degli anni '50 ...
      - Scritto da:
      La vita media si sta incrementando,
      ma gli ultimi anni di un 80enne sono i più penosi
      della sua vita
      Questo perché molto probabilmente la nostra vita non doveva andare molto oltre i 50. Quei 30 e più anni sono tempo preso a prestito. Siamo come criceti che vivono 5 anni invece di 2.
      non ci resta che morire
      Bé, grazie al progresso almeno in questo abbiamo una scelta incredibilmente ampia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo studiosi degli anni '50 ...
      Terzo studiosi degli anni '60
  • Garson Poole scrive:
    Re: _The Truth_
    Questo è un bel problema ma abbiamo visto con Hitler come risolverlo. Dai tempo al tempo :D
  • puffetta scrive:
    fantascienza o no
    guardate questo:http://www.tg5.mediaset.it/video/2006/06/vedivideo_7196.shtmlbyeMi sono dimenticata di dire che prima o poi tutti finiremo e quello che avverrà è già avvenuto!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 giugno 2006 15.05-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: fantascienza o no
      Che dire? MORIREMO TUTTI! Sono rimasto colpito dalla notizia "Franzoni seminferma di mente" ...
    • Garson Poole scrive:
      Re: fantascienza o no
      - Scritto da: puffetta[...]
      Mi sono dimenticata di dire che prima o poi tutti
      finiremo e quello che avverrà è già
      avvenuto! Sei sicura!(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 giugno 2006 15.07-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    mentre...
    Mentre Hawking indica l'unica via possibile per il futuro, l'interfaccia tra intellegenze biologiche e non biologiche, in Italia abbiamo un tizio vestito di bianco che biascica "no ricerka su emprioni che essere kosa tanto tanto katifa"...
    • Anonimo scrive:
      Re: mentre...
      Nessuno ti obbliga ad ascoltarlo
    • Anonimo scrive:
      Re: mentre...
      - Scritto da:
      Mentre Hawking indica l'unica via possibile per
      il futuro, l'interfaccia tra intellegenze
      biologiche e non biologiche, in Italia abbiamo un
      tizio vestito di bianco che biascica "no ricerka
      su emprioni che essere kosa tanto tanto
      katifa"...Veramente non sono convinto che tra i due le abbia sparate più grosse il papa.
    • Anonimo scrive:
      Re: mentre...
      Fare un saccone di entrambi e mandarli su Marte a scannarsi a vicenda? (cylon)
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutti su Beatitonia!
    Ciambelle... D'oh!
  • Anonimo scrive:
    IMPOSSIBILE
    Andando in un pianeta che ha il cielo rosso impazziremmo.
  • Anonimo scrive:
    questa è la verità..
    a me non interessa niente se siamo destinati alla fine domani, basta che ci lasci il tempo oggi di vincere i MONDIALI!!il resto non contaforza Del Piero.. sei davanti a tutti noiviva Moggi for everjuventino nel cuore e nel culo
  • Anonimo scrive:
    Perchè dovremmo fermarci ?
    La specie umana è riuscito a colonizzare in tempi brevi tutti i continenti, perchè *adesso* dovremmo fermarci ?Non iniziamo con le vaccate delle limitazioni tecniche, la tecnologia dei viaggi spaziali è ferma da decenni per un semplice motivo: non c'è più nessuno disposto ad investire.Grazie alla guerra fredda gli USA e l'URSS hanno investito ingenti risorse ma con la caduta dell'ex unizione sovietica tutto si è fermato perchè gli USA avevano conquistato dall'egemonia dello spazio, semplicemente non ci sono più avversari e quindi non c'è più motivo di investire.Il futuro della specie umana è nello spazio, quando questo avverrà è impossibile dirlo, fra 10-100-10000-10000 anni, quando ritroveremo la giusta motivazione per ritornare ad esplorare.In passato la giusta motivazione è stata la guerra fredda, per il futuro non abbiamo che l'imbarazzo della scelta:- cambiamenti climatici- guerre- visite sgradite (http://en.wikipedia.org/wiki/Chicxulub_crater http://en.wikipedia.org/wiki/Wilkes_Land_crater)- esaurimento delle risorse naturali- eccessivo incremento demograficoCiao a tuttiDoc
    • Garson Poole scrive:
      Re: Perchè dovremmo fermarci ?
      il futuro della specie umana?chi può saperlo?ma alla fine sarà quella di tutti.sì, prorio quella lì! quella di tutti gli esseri e di tutte le cose.ma con la fantasia si può volare, sì! fino a raggiungere universi paralleli e universi alternativi.espandiamo la coscienza nel cosmo!(un pò di mezcal aiuta; oppure peyotl) :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè dovremmo fermarci ?
      l'unica fine concreta e auspicabile per la specie umana è l'estinzione.perkè andare a sfruttare fino al midollo altri pianeti? solo per il gusto di dire "lo sappiamo fare?"beh prima impariamo a rispettare il pianeta su cui siamo nati e a tutelare la natura, o non saremo mai degni di posare un piede su altri pianeti.- Scritto da:
      La specie umana è riuscito a colonizzare in tempi
      brevi tutti i continenti, perchè *adesso*
      dovremmo fermarci
      ?
      Non iniziamo con le vaccate delle limitazioni
      tecniche, la tecnologia dei viaggi spaziali è
      ferma da decenni per un semplice motivo: non c'è
      più nessuno disposto ad
      investire.
      Grazie alla guerra fredda gli USA e l'URSS hanno
      investito ingenti risorse ma con la caduta
      dell'ex unizione sovietica tutto si è fermato
      perchè gli USA avevano conquistato dall'egemonia
      dello spazio, semplicemente non ci sono più
      avversari e quindi non c'è più motivo di
      investire.

      Il futuro della specie umana è nello spazio,
      quando questo avverrà è impossibile dirlo, fra
      10-100-10000-10000 anni, quando ritroveremo la
      giusta motivazione per ritornare ad
      esplorare.

      In passato la giusta motivazione è stata la
      guerra fredda, per il futuro non abbiamo che
      l'imbarazzo della
      scelta:

      - cambiamenti climatici
      - guerre
      - visite sgradite
      (http://en.wikipedia.org/wiki/Chicxulub_crater
      http://en.wikipedia.org/wiki/Wilkes_Land_crater)
      - esaurimento delle risorse naturali
      - eccessivo incremento demografico

      Ciao a tutti
      Doc
      • Garson Poole scrive:
        Re: Perchè dovremmo fermarci ?
        - Scritto da:
        l'unica fine concreta e auspicabile per la specie
        umana è
        l'estinzione.
        perkè andare a sfruttare fino al midollo altri
        pianeti? solo per il gusto di dire "lo sappiamo
        fare?"
        beh prima impariamo a rispettare il pianeta su
        cui siamo nati e a tutelare la natura, o non
        saremo mai degni di posare un piede su altri
        pianeti.
        Quoto e straquotoCiao :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Perchè dovremmo fermarci ?
          Perchè dovremmo fermarci?Perchè, non abbiamo fatto abbastanza danni?E poi a che pro? Non ti basta il salotto di casa tua per vedere la televisione? O forse pensi che su un altro pianeta cominceremmo a vivere veramente?Dai ammettiamolo, abbiamo fallito miseramente. Non riusciamo a parlare veramente neanche con la persona con cui abbiamo deciso di condividere la vita...figurati il resto...dove ci andrebbero un pò di palle.Per il bene dell'universo non sarebbe male un suicidio collettivo.E già mi vedo il coglione che quota dicendo: "comincia tu!" sentendosi VIVO!
  • Anonimo scrive:
    eminenti sciocchezze
    Massimo rispetto per lo scienziato. (Premesso che sono laureato in fisica).Massimo rispetto per l'uomo.Il suo però è un punto di vista che non si basa sui fatti.Il nostro pianeta può, tecnicamente parlando, sostenere potenzialmente, solo con le conoscenze attuali e senza ipotizzare nuove scoperte, una popolazione almeno di un ordine di grandezza superiore a quella attuale. E' chiaro che se noi abbiamo in mente il nostro modello di vita occidentale attuale con i suoi assurdi sprechi in ogni settore ce lo scordiamo. Il motore che ci spinge nella direzione sbagliata è l'EGOISMO mascherato da necessità economiche, ovvero mettere il $ al primo posto nella vita, ovvero pestarci i piedi a vicenda invece di darci una mano... E' l'INDIVIDUALISMO esasperato che ci viene inculcato "mors tua vita mea" che ci fa dimenticare che in questa direzione c'è la morte della specie. E' la miopia di persone che non sanno o non vogliono vedere al di là del loro naso, hanno dimenticato che sono in un certo posto per SERVIRE, l'interesse del genere umano prima, del loro paese, dei loro familiari, di loro stessi poi. Noi non siamo fatti per vivere soli, altrimenti non saremo fatti così. Esiste il bene ed esiste il male. Il bene è bene per tutti, anche se non sembra subito, e così pure il male. Guardiamo i frutti. Colonizziamo altri pianeti con questa mentalità, arriveremo a espandere solo i nostri guai, pensiamoci un attimo: guerre tra mondi? Pianeti discariche? Andiamo, basta un po' di fantasia.Il Cristo crocifisso raccontava a Don Camillo la storiella di un contadino che buttava la zizzania nel campo del vicino poi il vicino faceva altrettanto e così via.. Quale sarà stato il raccolto di entrambi? E se uno non avesse risposto almeno un raccolto sarebbe sopravvissuto, no? Il contadino pensava che il male del vicino sarebbe stato un bene suo, invece è male per tutti.Cambiamo prima noi stessi, ognuno, quel poco che pensa di potere, nella propria vita di ogni giorno, con un po' di fatica e di pesci in faccia anche, con sacrifici... quello che non costa sacrificio non rende nulla, nemmeno gioia per quello che si fa, anche questo abbiamo dimenticato.E' per amore che dobbiamo cambiare. Guardiamo le cose in faccia, guardiamo i fatti. I cambiamenti che hanno avuto origine da una scelta di amore sono state le più grandi rivoluzioni, quelle che hanno portato buoni frutti.I cambiamenti che hanno avuto origine dall'odio verso qualcuno o qualcosa hanno fruttato i più grandi disastri.E qualcuno pensa anche di costruire qualcosa senza un perchè.. senza la religione un uomo non è più un uomo. Senza una risposta ai perchè della vita la vita non è. Il cardinale Biffi ripeteva che molti oggi smettono di essere credenti (se mai lo sono stati, aggiungerei io) per diventare creduloni.Al di là del rispetto per chi ha un'altra fede religiosa, basta guardare alla marea di sciocchezze (oroscopi sono il meno) in cui crede un sacco di gente che dovrebbe essere perlomeno colta... in che senso poi non so. Costruiamo, guardiamo chi ci sta di fronte come un amico. Neanche a noi piace essere visti come nemici. Capisco, per chi si sente amato prima è più facile amare...Umberto
    • Anonimo scrive:
      Re: eminenti sciocchezze
      tu che sei laureto in fisica, che ne pensi di questo post? è sensato?--------------------------.. poter colonizzare nuovi mondi lontani, ma non è un problema tecnologico, ma di teoria base della relatività... ...la via delle alte velocità (prossime a c) per coprire grandi distanze non è praticabile sia perchè sarebbe comunque troppo bassa, sia per i costi energetici sia perchè implicherebbe effetti inerziali insostenibili per il nostro corpo per essere raggiunta con accelerazioni ragionevoli. Per quanto riguarda la la via della curvatura, le energie in gioco richieste per curvare eventualmente lo spazio attorno a noi per eludere l'inerzia o per contrarre lo spazio è immensa e non praticabile. Resteremo per sempre su questo sasso temo...----------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: eminenti sciocchezze
        No, non è sensata.Si basa sul presupposto che la nostra idea attuale di come gira l'universo si quella assoluta e definitiva. Anche Aristotele probabilmente la pensava così, ma la fisica di Aristotele era un po' diversa dalla nostra. Chi pensa così, anche come scienziato, ha smesso di avere una mentalità aperta alle nuove scoperte, quindi di essere veramente uno scienziato.Molti dimenticano che la fisica (come ogni altra scienza) costruisce modelli della realta, ma un modello non è la realtà. Umberto
        • Anonimo scrive:
          Re: eminenti sciocchezze
          - Scritto da:
          No, non è sensata.

          Si basa sul presupposto che la nostra idea
          attuale di come gira l'universo si quella
          assoluta e definitiva. Anche Aristotele
          probabilmente la pensava così, ma la fisica di
          Aristotele era un po' diversa dalla nostra. Chi
          pensa così, anche come scienziato, ha smesso di
          avere una mentalità aperta alle nuove scoperte,
          quindi di essere veramente uno
          scienziato.

          Molti dimenticano che la fisica (come ogni altra
          scienza) costruisce modelli della realta, ma un
          modello non è la realtà.




          Umbertook, tralasciamo pure la questione della dilatazione dei tempi o dell'energia necessaria, poi spiegaci ad esempio come conecettualmente elimini le forza d'inerzia che ci schiaccerebbero per arrivare a c, o a velocità maggiori di c in tempi ragionavoli?oppure dove (non ti chiedo poi come...) trovi l'energia (tanta tanta tanta tanta) per curvare lo spazio tempo attorno alla tua nave per non subire le forze inerziali?
          • Anonimo scrive:
            Re: eminenti sciocchezze
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            No, non è sensata.



            Si basa sul presupposto che la nostra idea

            attuale di come gira l'universo si quella

            assoluta e definitiva. Anche Aristotele

            probabilmente la pensava così, ma la fisica di

            Aristotele era un po' diversa dalla nostra. Chi

            pensa così, anche come scienziato, ha smesso di

            avere una mentalità aperta alle nuove scoperte,

            quindi di essere veramente uno

            scienziato.



            Molti dimenticano che la fisica (come ogni altra

            scienza) costruisce modelli della realta, ma un

            modello non è la realtà.









            Umberto

            ok, tralasciamo pure la questione della
            dilatazione dei tempi o dell'energia necessaria,
            poi spiegaci ad esempio come conecettualmente
            elimini le forza d'inerzia che ci schiaccerebbero
            per arrivare a c, o a velocità maggiori di c in
            tempi
            ragionavoli?

            oppure dove (non ti chiedo poi come...) trovi
            l'energia (tanta tanta tanta tanta) per curvare
            lo spazio tempo attorno alla tua nave per non
            subire le forze inerziali?
            Prego pensare bene a quello che si legge prima di rispondere. Con tutto il rispetto. Umberto
          • Anonimo scrive:
            Re: eminenti sciocchezze
            - Scritto da:

            oppure dove (non ti chiedo poi come...) trovi
            l'energia (tanta tanta tanta tanta) per curvare
            lo spazio tempo attorno alla tua nave per non
            subire le forze inerziali?

            Se non sbaglio le ultime teorie sulla curvatura prevedono l'interazione tra campi magnetici di intensita' estrema e lo spazio-tempo per un corpo che viaggi a frazioni di c almeno maggiori di 0.5. il problema non e' piu' l'inerzia, il problema e' l'energia.Una volta creato, tipicamente un campo non richiede ulteriore energia per persistere.La difficolta' sta tutta nel creare un campo con la sua densita' energetica ed evitare che trasformi in marmellata la materia solida nelle sue vicinanze.Qui si parla di campi paragonabili a quelli che generano i getti di plasma dalla crosta di ferro ipercompresso (peso specifico circa 100000000000000000000) delle stelle neutroniche.
          • Anonimo scrive:
            Re: eminenti sciocchezze
            - Scritto da:

            Qui si parla di campi paragonabili a quelli che
            generano i getti di plasma dalla crosta di ferro
            ipercompresso (peso specifico circa
            100000000000000000000) delle stelle
            neutroniche.
            Domanda un po banale , ma come intendi confinare il campo così creato ? Finiamola di dire sciocchezze teoriche e cerchiamo di affrontare i problemi reali .
      • Anonimo scrive:
        per esser più precisi
        per esser più precisi sono errate le conclusioni.Da un punto di vista matematico è impossibile per un oggetto con massa a riposo non nulla viaggiare ALLA velocità della luce (v=c). Matematicamente non ci sono problemi nelle equazioni per v
        c. Certo, ci sono altre difficoltà "concettuali", ovvero di interpretazione di quei numeri che vengono fuori. Ma come ho detto a volte questi sono solo problemi di un modello che abbiamo per descrivere certe cose, che per quanto bello e utile e aderente a quello che possiamo ora osservare, è probabilmente destinato ad essere sostituito quando/dove non più adeguato.Umberto
    • Anonimo scrive:
      Re: eminenti sciocchezze
      - Scritto da:
      Massimo rispetto per lo scienziato. (Premesso che
      sono laureato in
      fisica).
      Massimo rispetto per l'uomo.
      Il suo però è un punto di vista che non si basa
      sui
      fatti.
      Il nostro pianeta può, tecnicamente parlando,
      sostenere potenzialmente, solo con le conoscenze
      attuali e senza ipotizzare nuove scoperte, una
      popolazione almeno di un ordine di grandezza
      superiore a quella attuale. E' chiaro che se noi
      abbiamo in mente il nostro modello di vita
      occidentale attuale con i suoi assurdi sprechi in
      ogni settore ce lo scordiamo.

      Il motore che ci spinge nella direzione sbagliata
      è l'EGOISMO mascherato da necessità economiche,
      ovvero mettere il $ al primo posto nella vita,
      ovvero pestarci i piedi a vicenda invece di darci
      una mano... E' l'INDIVIDUALISMO esasperato che ci
      viene inculcato "mors tua vita mea" che ci fa
      dimenticare che in questa direzione c'è la morte
      della specie. E' la miopia di persone che non
      sanno o non vogliono vedere al di là del loro
      naso, hanno dimenticato che sono in un certo
      posto per SERVIRE, l'interesse del genere umano
      prima, del loro paese, dei loro familiari, di
      loro stessi poi. Noi non siamo fatti per vivere
      soli, altrimenti non saremo fatti così.

      Esiste il bene ed esiste il male. Il bene è bene
      per tutti, anche se non sembra subito, e così
      pure il male. Guardiamo i frutti.Quindi secondo te lo scopo ultimo dell'umanità è quello di massimizzare la propria presenza sulla terra in termini di kilogrammi di massa vivente, sostituendo progressivamente tutte le altre forme di vita animale, fino a raggiungere il limite teorico di sostenibilità?Nel tuo modello quando saremo all'apice del nostro sviluppo vivremo una vita completamente regolata dall'esterno, ammmassati uno sull'altro e nutrendoci dei nostri stessi escrementi opportunamente trattati?E a che serve il cervello per fare questo? una muffa è già in grado di vivere così.Complimentoni! meno male che hai dichiarato che sei laureato in fisica. --p
      • Anonimo scrive:
        Re: eminenti sciocchezze
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Massimo rispetto per lo scienziato. (Premesso
        che

        sono laureato in

        fisica).

        Massimo rispetto per l'uomo.

        Il suo però è un punto di vista che non si basa

        sui

        fatti.

        Il nostro pianeta può, tecnicamente parlando,

        sostenere potenzialmente, solo con le conoscenze

        attuali e senza ipotizzare nuove scoperte, una

        popolazione almeno di un ordine di grandezza

        superiore a quella attuale. E' chiaro che se noi

        abbiamo in mente il nostro modello di vita

        occidentale attuale con i suoi assurdi sprechi
        in

        ogni settore ce lo scordiamo.



        Il motore che ci spinge nella direzione
        sbagliata

        è l'EGOISMO mascherato da necessità economiche,

        ovvero mettere il $ al primo posto nella vita,

        ovvero pestarci i piedi a vicenda invece di
        darci

        una mano... E' l'INDIVIDUALISMO esasperato che
        ci

        viene inculcato "mors tua vita mea" che ci fa

        dimenticare che in questa direzione c'è la morte

        della specie. E' la miopia di persone che non

        sanno o non vogliono vedere al di là del loro

        naso, hanno dimenticato che sono in un certo

        posto per SERVIRE, l'interesse del genere umano

        prima, del loro paese, dei loro familiari, di

        loro stessi poi. Noi non siamo fatti per vivere

        soli, altrimenti non saremo fatti così.



        Esiste il bene ed esiste il male. Il bene è bene

        per tutti, anche se non sembra subito, e così

        pure il male. Guardiamo i frutti.


        Quindi secondo te lo scopo ultimo dell'umanità è
        quello di massimizzare la propria presenza sulla
        terra in termini di kilogrammi di massa vivente,
        sostituendo progressivamente tutte le altre forme
        di vita animale, fino a raggiungere il limite
        teorico di
        sostenibilità?
        Nel tuo modello quando saremo all'apice del
        nostro sviluppo vivremo una vita completamente
        regolata dall'esterno, ammmassati uno sull'altro
        e nutrendoci dei nostri stessi escrementi
        opportunamente
        trattati?
        E a che serve il cervello per fare questo? una
        muffa è già in grado di vivere
        così.

        Complimentoni! meno male che hai dichiarato che
        sei laureato in fisica.


        --p
        E giusto per curiosità, che ci stai al mondo a fare tu, qual'è l'apice del nostro sviluppo, e a quale titolo e su quali basi critichi così un discorso che a leggerlo bene mi sembra piuttosto sensato?
        • Anonimo scrive:
          Re: eminenti sciocchezze
          - Scritto da: [...]
          E giusto per curiosità, che ci stai al mondo a
          fare tu, qual'è l'apice del nostro sviluppo, e a
          quale titolo e su quali basi critichi così un
          discorso che a leggerlo bene mi sembra piuttosto
          sensato?Ti sembra sensato perche nel tuo QI contano anche i decimaliciao pirla
    • Anonimo scrive:
      Re: eminenti sciocchezze
      Il titolo "eminenti sciocchezze" è il più appropriato per il contenuto del tuo post.
  • Anonimo scrive:
    Re: The End
    Ogni Stato sovrano è potenzialmente sia una bomba sia un'oasi. Rendiamo l'Italia un'oasi.
  • gerry scrive:
    La terra prima o poi va abbandonata
    Se non altro perchè fra qualche milione di anni il nostro simpatico sole chiuderà i battenti."ma noi non ci saremo" (cit.)
    • Anonimo scrive:
      Re: La terra prima o poi va abbandonata
      - Scritto da: gerry
      Se non altro perchè fra qualche milione di anni
      il nostro simpatico sole chiuderà i
      battenti.

      "ma noi non ci saremo" (cit.)ma perchè continuate a parlare quando su un argomento siete ignoranti? abbiate un pò di umiltà....il sole diventerà una gigante rossa fra 4-5 miliardi di anni, non milioni !
      • gerry scrive:
        Re: La terra prima o poi va abbandonata
        - Scritto da:

        "ma noi non ci saremo" (cit.)
        ma perchè continuate a parlare quando su un
        argomento siete ignoranti? abbiate un pò di
        umiltà....il sole diventerà una gigante rossa fra
        4-5 miliardi di anni, non milioni
        !Vabbè, volevo solo dire che mica siamo eterni... Ok, miliardi, non milioni. Gomen
        • Anonimo scrive:
          Re: La terra prima o poi va abbandonata
          - Scritto da: gerry
          - Scritto da:



          "ma noi non ci saremo" (cit.)

          ma perchè continuate a parlare quando su un

          argomento siete ignoranti? abbiate un pò di

          umiltà....il sole diventerà una gigante rossa
          fra

          4-5 miliardi di anni, non milioni

          !

          Vabbè, volevo solo dire che mica siamo eterni...
          Ok, miliardi, non milioni.
          Gomenmilioni o miliardi poco importa. quando il sole diventerà una gigante rossa ingloberà tutti i pianeti, terra compresa, fino a marte...
          • Garson Poole scrive:
            Re: La terra prima o poi va abbandonata
            - Scritto da:

            - Scritto da: gerry

            - Scritto da:





            "ma noi non ci saremo" (cit.)


            ma perchè continuate a parlare quando su un


            argomento siete ignoranti? abbiate un pò di


            umiltà....il sole diventerà una gigante rossa

            fra


            4-5 miliardi di anni, non milioni


            !



            Vabbè, volevo solo dire che mica siamo eterni...

            Ok, miliardi, non milioni.

            Gomen

            milioni o miliardi poco importa. quando il sole
            diventerà una gigante rossa ingloberà tutti i
            pianeti, terra compresa, fino a
            marte...
            Una vera tragedia...altro che essere mollati dalla fidanzata o morire in iraq(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: La terra prima o poi va abbandonata
        - Scritto da:

        - Scritto da: gerry

        Se non altro perchè fra qualche milione di anni

        il nostro simpatico sole chiuderà i

        battenti.



        "ma noi non ci saremo" (cit.)
        ma perchè continuate a parlare quando su un
        argomento siete ignoranti? abbiate un pò di
        umiltà....il sole diventerà una gigante rossa fra
        4-5 miliardi di anni, non milioni
        !uffff...per un attimo mi ero preoccupato !
    • Anonimo scrive:
      Re: La terra prima o poi va abbandonata
      Allora quando decidi di fare qualcosa non la fai perché alla fine l'avrai fatta? Che ne sai di cos'è il sole, se vive di vita propria o vive di vita altra? Se la fine e l'inizio sono necessari o contingenti? L'osservazione del passato non dice tutto del futuro. "Tutti gli altri muoiono, ma io non sono gli altri."
      • Garson Poole scrive:
        Re: La terra prima o poi va abbandonata
        ma soprattutto: "ma chi se ne fregaaaaa....".... afferra l'istante e...fffotti te ne!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Garson Poole scrive:
      Re: La terra prima o poi va abbandonata
      - Scritto da: gerry
      Se non altro perchè fra qualche milione di anni
      il nostro simpatico sole chiuderà i
      battenti.

      "ma noi non ci saremo" (cit.)carpe diem!
    • Anonimo scrive:
      Re: La terra prima o poi va abbandonata
      fra qualche milione di anni probabilmente non saremo neanche in questa dimensione O)
    • Anonimo scrive:
      Re: La terra prima o poi va abbandonata
      Ma che cacchio te ne frega? Grasso che cola se tra 30 anni sei ancora vivo...
  • Anonimo scrive:
    LA SITUAZIONE E' QUESTA...
    Eh magari l'umanita' spendesse risorse ed intelligenza in ricerca e sviluppo... ma troppo in pochi capiscono che la ricerca e' l'unica via per affrontare il futuro... siamo in un mondo dove nonostante l'incremento vertiginoso della conoscenza sia teorica che applicata... l'oscurantismo avanza!!Un livello fisiologico di oscurantismo ed avversita' a qualunque evoluzione del progresso c'e' sempre stata... si andava da quelli che negli anni 60 protestavano contro la creazione di una rete autostradale in Italia (oggi sono professionisti di mezza eta' che hanno smesso il passamontagna e passano il weekend nella casa di villeggiatura)... a quelli che criticavano il progetto Apollo per la spesa inutile e che oggi indossano abiti, usano lenti a contatto, si fanno impiantare valvole cardiache, vedono sky ed usano internet e sono immersi in mille altre ricadute della ricerca spaziale... Oggi pero' la situazione e' peggiorata per 2 motivi principalmente...1) L'aumento esplosivo delle possibilita' di comunicazione, internet in primis!2) Il crollo vertiginoso dell'istruzione!In definitiva sono tutti liberi di comunicare la propria ignoranza, diffonderla ai 4 venti, trovare simpatizzanti e via dicendo...Risultato: nascono fobie di massa contro tecnologia, biotecnologie, scienza applicata e perfino scienza teorica... il tutto condito dai fautori del complotto...Ovviamente all'ignoranza si accompagna spesso la violenza, unico modo per rivendicare le proprie "ragioni", ... ed ecco comparire i giovani, il futuro, armati di solida cultura (lettura del quotidiano in classe) e soprattutto di spranghe e mattoncini di porfido per dare l'assalto ad ogni congresso di biotecnologia, di economia, di politica...Hawkings e' un sognatore, uno scienziato, una persona animata da curiosita', non puo' forse capire la malafede e la mediocrita' che lo circonda...
    • Anonimo scrive:
      Re: LA SITUAZIONE E' QUESTA...
      - Scritto da:
      Eh magari l'umanita' spendesse risorse ed
      intelligenza in ricerca e sviluppo... ma troppo
      in pochi capiscono che la ricerca e' l'unica via
      per affrontare il futuro... siamo in un mondo
      dove nonostante l'incremento vertiginoso della
      conoscenza sia teorica che applicata...
      l'oscurantismo
      avanza!!

      Un livello fisiologico di oscurantismo ed
      avversita' a qualunque evoluzione del progresso
      c'e' sempre stata... si andava da quelli che
      negli anni 60 protestavano contro la creazione di
      una rete autostradale in Italia (oggi sono
      professionisti di mezza eta' che hanno smesso il
      passamontagna e passano il weekend nella casa di
      villeggiatura)... a quelli che criticavano il
      progetto Apollo per la spesa inutile e che oggi
      indossano abiti, usano lenti a contatto, si fanno
      impiantare valvole cardiache, vedono sky ed usano
      internet e sono immersi in mille altre ricadute
      della ricerca spaziale...
      Fino a qui sono d'accordo, non è altro che la chiara fotografia della realtà attuale...
      Oggi pero' la situazione e' peggiorata per 2
      motivi
      principalmente...

      1) L'aumento esplosivo delle possibilita' di
      comunicazione, internet in
      primis!

      2) Il crollo vertiginoso dell'istruzione!

      In definitiva sono tutti liberi di comunicare la
      propria ignoranza, diffonderla ai 4 venti,
      trovare simpatizzanti e via
      dicendo...Su questo sono meno d'accordo.Internet in fondo è solo un mezzo, e se tutti sono liberi di comunicare la propria ignoranza è anche vero che si è più liberi di comunicare la propria conoscenza...Il crollo vertiginoso della qualità dell'istruzione invece è un dato di fatto, storicamente è un fenomeno che si ripresenta ogni qual volta c'è un cambio nei paradigmi della struttura della società...
      Hawkings e' un sognatore, uno scienziato, una
      persona animata da curiosita', non puo' forse
      capire la malafede e la mediocrita' che lo
      circonda...
      E di sicuro non ha alcun interesse nè politico nè economico dietro di sè, come qualcuno qui dentro ha ridicolmente insinuato (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: LA SITUAZIONE E' QUESTA...
      Descrivi qualcosa iniziato molto prima di internet. Comunicare la propria ignoranza è stata prerogativa deli scienziati, dopo esserlo stata dei chierici. Ora, internet non fa che mettere a disposizione di tutti questa ignoanza. E non è il danno maggiore, anzi è un bell'attenuamento, una bella inflazione dell'ignoranza medesima. L'ignoranza pericolosa è quella dei fatti della scienza, che sono semplici esperimenti. Chi usa la tecnologia non è pericoloso, è pericoloso chi crea tecnologie pericolose e le diffonde. Internet è la tecnologia meno pericolosa attualmente, perché è solo un'applicazione positiva di una tecnologia potenzialmente pericolosa, quella dei computer. Troppi fatti elevati a status di concetti. La scienza che parla da un pulpito facendosi forza non di concetti ma delle sue scoperte e delle sue creazioni tecnologiche è la prima ignoranza da debellare. L'oscurantismo è certamente verso la scienza. Infatti la maggiorparte della scienza è oscurata. Ma l'oscurantismo è anche da parte del mondo della scienza (non da parte della scienza in sé stessa, leggi bene) che vorrebbe negare quel poco di pensiero che passa in mezzo a milioni di chiacchiere, come l'acqua passa nel fango, che quel mondo stesso ha permesso creando potere tecnologico su basi sbagliate di ignoranza soprattutto: Ma è qualcosa che va avanti da secoli non da decenni. Oggi siamo soltanto al punto di saturazione
    • Garson Poole scrive:
      Re: LA SITUAZIONE E' FRESCA...
      Neanche noi(rotfl)(rotfl)
    • Alessandrox scrive:
      Re: LA SITUAZIONE E' QUESTA...
      Scusami non ho capito il nesso con il fatto che questo mondo e' sull' orlo della disfatta...Vuoi forse dire che e' colpa dei maghi in TV se il mondo e' sovrapopolato e utrasfruttato, pieno di guerre ecc. ecc.?- Scritto da:
      Eh magari l'umanita' spendesse risorse ed
      intelligenza in ricerca e sviluppo... ma troppo
      in pochi capiscono che la ricerca e' l'unica via
      per affrontare il futuro... siamo in un mondo
      dove nonostante l'incremento vertiginoso della
      conoscenza sia teorica che applicata...
      l'oscurantismo
      avanza!!Strano... allora mi domando un paio di cose:Tutta quelle conoscenza teorica e applicata dove risiede? Chi la usa? Se la usa...
      Un livello fisiologico di oscurantismo ed
      avversita' a qualunque evoluzione del progresso
      c'e' sempre stata... si andava da quelli che
      negli anni 60 protestavano contro la creazione di
      una rete autostradale in Italia (oggi sono
      professionisti di mezza eta' che hanno smesso il
      passamontagna e passano il weekend nella casa di
      villeggiatura)... a quelli che criticavano il
      progetto Apollo per la spesa inutile e che oggi
      indossano abiti, usano lenti a contatto, si fanno
      impiantare valvole cardiache, vedono sky ed usano
      internet e sono immersi in mille altre ricadute
      della ricerca spaziale...
      Oggi pero' la situazione e' peggiorata per 2
      motivi
      principalmente...Quello che dici e' un' altra faccenda e riguarda l' incoerenza di certe persone che spesso e volentieri e' calcolata ed interessata.Quindi vuoi dire che non si sono costruite abbastanza autostrade, che non si sono fatte abbastanza "missioni apollo" ecc. ecc. ? Pensi che la causa e la soluzione dei problemi sia tutta qui?Non credi che, se alla fine tutto cio' per cui gli oscurantisti si sono oppopsti e' stato comunque realizzato, non c' entri una beata fava con le cause della situazione attuale oppure ne sia proprio la causa?Complimenti. Hawking allora ha proprio ragione.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 giugno 2006 17.13-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Re: Il Futuro piu' probabile?
    Non facciamo prima a sterilizzarci tutti dopo il primo figlio per contenere l'aumento demografico?? Prima di discutere di criminalità, inquinamento, flussi migratori, ecc. dovremmo risolvere il problema alla radice.. stabilizzare la popolazione mondiale per esempio sui 6 miliardi, poi si discute di tutto il resto.
  • Anonimo scrive:
    Il futuro non deve far paura
    Hawking ci parla di probabili disastri che potrebbero farci fuori....e della limitatezza delle risorse a nostra disposizione.Propone di cercare di fare ESATTAMENTE quello che abbiamo sempre fatto.La lotta per le risorse si fà troppo dura in un certo territorio?Prendo bagagli e famiglia e nè cerco da altre parti.Non abbiamo gli artigli, le ali o le pinne?Le costruiamo.lo abbiamo sempre fatto (come specie) perchè adesso non và bene?Di fronte alla possibilità di una catastrofe più o meno naturale, l'unica soluzione per evitare l'estinzione è la colonizzazione di nuovi territori.Le guerre ci saranno sempre , ma non dappertutto...Riguardo al problema dell'interfaccia uomo-macchina, o uomo-dati...vi stupite veramente che un tipo che è diventato paraplegico per una malattia degenerativa spera che un giorno si possa dare la liberta a chi è prigioniero del proprio corpo?E' anche vero che Hawking cita la possibilità che le AI del futuro possano farci le scarpe....per ora è vero solo in UT ;) :
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro non deve far paura
      A me sembra pià il folle tentativo di un'azienda in crisi di recuperare liquidi giocando tutto quello che rimane all'enalotto
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro non deve far paura
      - Scritto da:
      Hawking ci parla di probabili disastri che
      potrebbero farci fuori....e della limitatezza
      delle risorse a nostra
      disposizione.
      Propone di cercare di fare ESATTAMENTE quello che
      abbiamo sempre
      fatto.
      La lotta per le risorse si fà troppo dura in un
      certo
      territorio?
      Prendo bagagli e famiglia e nè cerco da altre
      parti.
      Non abbiamo gli artigli, le ali o le pinne?
      Le costruiamo.
      lo abbiamo sempre fatto (come specie) perchè
      adesso non và
      bene?
      Di fronte alla possibilità di una catastrofe più
      o meno naturale, l'unica soluzione per evitare
      l'estinzione è la colonizzazione di nuovi
      territori.
      Le guerre ci saranno sempre , ma non
      dappertutto...
      Riguardo al problema dell'interfaccia
      uomo-macchina, o uomo-dati...vi stupite veramente
      che un tipo che è diventato paraplegico per una
      malattia degenerativa spera che un giorno si
      possa dare la liberta a chi è prigioniero del
      proprio
      corpo?
      E' anche vero che Hawking cita la possibilità che
      le AI del futuro possano farci le scarpe....per
      ora è vero solo in UT ;)
      :Il fatto che lo abbiamo sempre fatto perché siamo rimasti primitivi ed incivili non significa che dobbiamo continuare a farlo in eterno!Ritengo molto più intelligente e sicuro vivere in pace in un mondo che viene rispettato e mantenuto in "salute" visto che non è affatto detto che continueremo in eterno a trovare nuovi mondi da distruggere e consumare per la nostra "inciviltà"!Se hai notato tutte le popolazioni più ricche riducono il numero delle nascite (fatto conseguente al benessere), è quindi prevedibile se riuscissimo a sopravvivere altri 100 anni che la popolazione mondiale inizi e decrementare e che si impari a fruttare meglio le risorse rinnovabili assicurando la sopravvivenza di tutti compresi gli ANIMALI!Ma sono estremamente preoccupato per il potere detenuto da pochi che sembra fregarsene di tutti e persino del mondo dove loro stessi vivono!Che idiozia totale!
  • Anonimo scrive:
    Re: _The Truth_
    e' chiaro che non hai la benche' minima idea di chi stai parlando.
    • deltree scrive:
      Re: _The Truth_
      - Scritto da:
      e' chiaro che non hai la benche' minima idea di
      chi stai
      parlando.L'idolatria è il primo segnale di pochezza. Ricordiamoci che stiamo parlando di Hawking, che è un uomo e che, in passato, non ha lesinato ad ammettere di aver sbagliato un sacco di cosucce.Forse sei tu che non sai di chi stai parlando. Uno dei pochi uomini rimasti a far scienza che non si crede un dio (a differenza dei saccentoni che si riempiono la bocca delle sue parole, anche di quelle che ormai, neanche lui ritiene più valide).Per il resto, la critica mossa mi pare del tutto pertinente. Difficilmente in 100 anni avremmo colonie e navi in grado di colonizzare l'universo. Negli anni 80 si facevano gli stessi (seri) discorsi circa una base marziana. A casa ho articoli di giornale in cui i portavoce della NASA affermavano che per il 2000 avremmo avuto un processo di colonizzazione di Marte ampiamente avviato ed operativo.Dagli anni 80 ad oggi sulla Terra è cambiato TUTTO (il sistema economico-sociale in primis, notevolmente peggiorato). Panem et circensem. I sudditi prosperano nell'illusione, nell'ignoranza e nel culto delle personalità e l'aristocrazia se la gode e ride della grossa, conscia che semmai ci sarà un cataclisma, saranno loro gli ultimi a morire, alla faccia di tutto e tutti. E a molti, questo basta.Mi domando se vedremo il 2100. E non certo per le condizioni climatiche o per le minacce di guerra globale.
      • Anonimo scrive:
        Re: _The Truth_
        - Scritto da: deltree

        - Scritto da:

        e' chiaro che non hai la benche' minima idea di

        chi stai

        parlando.

        L'idolatria è il primo segnale di pochezza.
        Ricordiamoci che stiamo parlando di Hawking, che
        è un uomo e che, in passato, non ha lesinato ad
        ammettere di aver sbagliato un sacco di
        cosucce.

        Forse sei tu che non sai di chi stai parlando.
        Uno dei pochi uomini rimasti a far scienza che
        non si crede un dio (a differenza dei saccentoni
        che si riempiono la bocca delle sue parole, anche
        di quelle che ormai, neanche lui ritiene più
        valide).

        Per il resto, la critica mossa mi pare del tutto
        pertinente. Difficilmente in 100 anni avremmo
        colonie e navi in grado di colonizzare
        l'universo. Negli anni 80 si facevano gli stessi
        (seri) discorsi circa una base marziana. A casa
        ho articoli di giornale in cui i portavoce della
        NASA affermavano che per il 2000 avremmo avuto un
        processo di colonizzazione di Marte ampiamente
        avviato ed
        operativo.

        Dagli anni 80 ad oggi sulla Terra è cambiato
        TUTTO (il sistema economico-sociale in primis,
        notevolmente peggiorato). Panem et circensem. I
        sudditi prosperano nell'illusione, nell'ignoranza
        e nel culto delle personalità e l'aristocrazia se
        la gode e ride della grossa, conscia che semmai
        ci sarà un cataclisma, saranno loro gli ultimi a
        morire, alla faccia di tutto e tutti.

        E a molti, questo basta.
        Mi domando se vedremo il 2100.
        E non certo per le condizioni climatiche o per le
        minacce di guerra
        globale.Ben detto. Oggi chiunque ha la patente da scienziato anche se dice cose demenziali trova subito migliaia di persone pronte a dargli ragione, come questo forum dimostra.
      • Garson Poole scrive:
        Re: _The Truth_
        Il pericolo di non arrivare al 2100 è serio :o
        • Anonimo scrive:
          Re: _The Truth_
          - Scritto da: Garson Poole
          Il pericolo di non arrivare al 2100 è serio :oMa si sa benissimo che non ci arriveremo. Dimenticate che il mondo finirà il 24 dicembre 2012? 8)The X-Files Timeline:http://www.themareks.com/xf/conspiracy.shtmlCheersErwin
  • Anonimo scrive:
    Estinzione della specie umana
    Visto il livello di certi commenti, la prospettiva dell'estinzione appare non solo inevitabile ma assolutamente auspicabile.L'ignoranza arrogante ormai impera sul pianeta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il Futuro piu' probabile?
    Hai piú o meno lo stesso attegiamento di quelli che dicevano:- L'automobile? Una curiositá che non durerá.- L'uomo non viaggerá mai nello spazio.- Il telefono non ha nessuna applicazione pratica, abbiamo giá il telegrafo.- La terra gira intorno al sole ?! Eresia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Futuro piu' probabile?
      - Scritto da:
      forse è vero, E
      lasciamo perdere la Luna ,perché , non siamo
      ancora sicuri di esserci stati per
      davvero.Puar viar
  • Anonimo scrive:
    La via di Asimov
    Ho letto in un commento che l'unica via é quella di Star Trek. Affascinante ma troppo inverosimile secondo me. Invece il futuro dell'umanitá descritto da Asimov mi sembra molto piú concreto. Asimov non cerca di cambiare la natura umana, che non puó cambiare, ma immagina uno scenario possibie.
    • Anonimo scrive:
      Re: La via di Asimov
      - Scritto da:
      Ho letto in un commento che l'unica via é quella
      di Star Trek. Affascinante ma troppo inverosimile
      secondo me. Invece il futuro dell'umanitá
      descritto da Asimov mi sembra molto piú concreto.
      Asimov non cerca di cambiare la natura umana, che
      non puó cambiare, ma immagina uno scenario
      possibie.Meglio Heinlein, allora: tute potenziate, intelligenze artificiali, sesso & violenza e, soprattutto, donne con i controattributi (Wyoming Knott solo per fare un nome).
    • Anonimo scrive:
      Re: La via di Asimov
      mi manca giusto un metodo per entrare nell'iperspazio. Dammi questo, e io ti inizio la conquista della galassia.
  • Anonimo scrive:
    L'UNICA ALTERNATIVA!
    Eh si! L'unica alternativa è nel progresso costruttivo e sinergico, parlo da un punto di vista mondiale. Solo in questo modo possiamo asservire il progresso tecnologico allo scopo della salvezza dell'umanità. Se non ci fossero (io li indico erroneamente "disturbi" nel processo di avanzamento tecnologico) le guerre, le faide, il nazionalismo, le religioni, l'egoismo etc etc, allora e solo in quel caso possiamo pensare ad un innovazione tecnologica "costruttiva".
    • Anonimo scrive:
      Re: L'UNICA ALTERNATIVA!
      - Scritto da:
      Eh si! L'unica alternativa è nel progresso
      costruttivo e sinergico, parlo da un punto di
      vista mondiale. Solo in questo modo possiamo
      asservire il progresso tecnologico allo scopo
      della salvezza dell'umanità. Se non ci fossero
      (io li indico erroneamente "disturbi" nel
      processo di avanzamento tecnologico) le guerre,
      le faide, il nazionalismo, le religioni,
      l'egoismo etc etc, allora e solo in quel caso
      possiamo pensare ad un innovazione tecnologica
      "costruttiva".
  • Anonimo scrive:
    come buttarsi da un grattacielo
    Che senso ha colonizzare l'universo se poi qui tutto va a catafascio? E se qui si riesce a vivere, (di nuovo) a cosa serve colonizzare l'universo? La soluzione più sensata è investire soldi (tanti) e tempo (tanto)in una cultura razionale e pensare tutti in modo più planetario e meno regionalistico.
    • Garson Poole scrive:
      Re: come buttarsi da un grattacielo
      - Scritto da:


      Che senso ha colonizzare l'universo se poi qui
      tutto va a catafascio? E se qui si riesce a
      vivere, (di nuovo) a cosa serve colonizzare
      l'universo? La soluzione più sensata è investire
      soldi (tanti) e tempo (tanto)in una cultura
      razionale e pensare tutti in modo più planetario
      e meno
      regionalistico.E imparare a vivere in armonia qua su questo pianeta che ci ospita insieme a tanti altri esseri che non rispettiamo ?
  • pescenaufrago scrive:
    Tutto finisce...
    Certo la continuazione della specie è una consolazione, un bel palliativo per così dire, dell'ineluttabilità della morte (per chi non crede in altre consolazioni metafisiche). Ma in fondo tanto vale ridimensionarne l'utilità visto che di risorse non ce ne sono. E comunque, anche con l'utilizzo di risorse rinnovabili, allo stato attuale sia demografico sia delle conoscenze, finiremmo con un pianeta ricoperto di pannelli solari, o completamente ricoperto di canna da zucchero per far biomasse. E addio montagne verdi.A meno che non ci si organizzi per un arresto o un'inversione di sviluppo, diventando tutti dei bonzi soddisfatti del nostro equilibrio psicofisico e propugnatori dell'estetica della misura, in senso classico; ma è ancora impossibile, se no niente margini di guadagno (il profitto fa girare le cose, perché portatore di benessere e potere, chi remerebbe contro?).Alla fine torneremo invece al nucleare e getteremo le scorie sottoterra e nello spazio, e la cosa migliore in cui potremo sperare sarà di riuscire a produrre acqua da idrogeno e ossigeno e raggiungere l'equilibrio planetario come una muffa gigante... (geek)
  • Anonimo scrive:
    E' IMPOSSIBILE
    .. poter colonizzare nuovi mondi lontani, ma non è un problema tecnologico, ma di teoria base della relatività... ...la via delle alte velocità (prossime a c) per coprire grandi distanze non è praticabile sia perchè sarebbe comunque troppo bassa, sia per i costi energetici sia perchè implicherebbe effetti inerziali insostenibili per il nostro corpo per essere raggiunta con accelerazioni ragionevoli. Per quanto riguarda la la via della curvatura, le energie in gioco richieste per curvare eventualmente lo spazio attorno a noi per eludere l'inerzia o per contrarre lo spazio è immensa e non praticabile. Resteremo per sempre su questo sasso temo...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' IMPOSSIBILE
      - Scritto da:
      .. poter colonizzare nuovi mondi lontani, ma non
      è un problema tecnologico, ma di teoria base
      della relatività...


      ...la via delle alte velocità (prossime a c) per
      coprire grandi distanze non è praticabile sia
      perchè sarebbe comunque troppo bassa, sia per i
      costi energetici sia perchè implicherebbe effetti
      inerziali insostenibili per il nostro corpo per
      essere raggiunta con accelerazioni ragionevoli.


      Per quanto riguarda la la via della curvatura, le
      energie in gioco richieste per curvare
      eventualmente lo spazio attorno a noi per eludere
      l'inerzia o per contrarre lo spazio è immensa e
      non praticabile.


      Resteremo per sempre su questo sasso temo...Ma guarda... Le stesse cose di quando si e' scoperto il fuoco : "Bruceremo tutti!", "non riusciremo mai a controllarlo!".
      • Anonimo scrive:
        Re: E' IMPOSSIBILE
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        .. poter colonizzare nuovi mondi lontani, ma non

        è un problema tecnologico, ma di teoria base

        della relatività...





        ...la via delle alte velocità (prossime a c) per

        coprire grandi distanze non è praticabile sia

        perchè sarebbe comunque troppo bassa, sia per i

        costi energetici sia perchè implicherebbe
        effetti

        inerziali insostenibili per il nostro corpo per

        essere raggiunta con accelerazioni ragionevoli.





        Per quanto riguarda la la via della curvatura,
        le

        energie in gioco richieste per curvare

        eventualmente lo spazio attorno a noi per
        eludere

        l'inerzia o per contrarre lo spazio è immensa e

        non praticabile.





        Resteremo per sempre su questo sasso temo...

        Ma guarda... Le stesse cose di quando si e'
        scoperto il fuoco : "Bruceremo tutti!", "non
        riusciremo mai a
        controllarlo!".ma guarda, non ci crederai, ma mi aspettavo proprio questo genere di replica da qualcuno... La fisica di oggi non è quella di duecento anni fa, e ci sono cose che oggi la fisica ci può dire con certezza assoluta... cosa che non era vero in passato, dove non c'era una dimostrazione simblica rigorosa ma "si pensava" o si deduceva astraendo da "esperimenti" empirici. Ecco perchè le stesse leggi di newton ad esempio non sono universali e si sono poi rivelate solo una buona approssimazione per velocità non relativistiche....guarda, facciamo così, studiati un può di fisica e poi ne riparliamo :)
        • Anonimo scrive:
          Re: E' IMPOSSIBILE
          il fatto che un fisico abbia detto che bisogna trovare e colonizzare altri mondi forse vuol dire che lui pensa che in base alle leggi della fisica cosmologica che si presume lui conosca bene, esista una tale possobilità... anche se non alla portata della nostra tecnologia attuale.
          • Anonimo scrive:
            Re: E' IMPOSSIBILE
            - Scritto da:
            il fatto che un fisico abbia detto che bisogna
            trovare e colonizzare altri mondi forse vuol dire
            che lui pensa che in base alle leggi della fisica
            cosmologica che si presume lui conosca bene,
            esista una tale possobilità... anche se non alla
            portata della nostra tecnologia
            attuale.Anche colui che è stato un grande fisico può dire castronerie!Sai che Einstein è stato il più grande nemico della meccanica quantistica? Che pensava fosse una sciocchezza? Non era un grande fisico Einstein?
        • Anonimo scrive:
          Re: E' IMPOSSIBILE
          - Scritto da:
          La fisica di oggi non è quella di duecento
          anni fa, e ci sono cose che oggi la fisica
          ci può dire con certezza assoluta... cosa
          che non era vero in passato, dove non c'era
          una dimostrazione simblica rigorosa ma "si
          pensava" o si deduceva astraendo da
          "esperimenti" empirici. Ecco perchè le
          stesse leggi di newton ad esempio non sono
          universali e si sono poi rivelate solo una
          buona approssimazione per velocità non
          relativistiche.
          ...guarda, facciamo così, studiati un può di
          fisica e poi ne riparliamo
          :)Senti facciamo cosi', visto che ne sai cosi' tanto parlane direttamente con Hawking, sonoconvinto che lo saprai convincere della correttezza delle tue teorie.Io, fino a smentita ufficiali da parte sua credo che continuero' a credere alle sue teorie, pur rispettando le tue.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' IMPOSSIBILE
      - Scritto da:
      .. poter colonizzare nuovi mondi lontani, ma non
      è un problema tecnologico, ma di teoria base
      della relatività...


      ...la via delle alte velocità (prossime a c) per
      coprire grandi distanze non è praticabile sia
      perchè sarebbe comunque troppo bassa, sia per i
      costi energetici sia perchè implicherebbe effetti
      inerziali insostenibili per il nostro corpo per
      essere raggiunta con accelerazioni ragionevoli.


      Per quanto riguarda la la via della curvatura, le
      energie in gioco richieste per curvare
      eventualmente lo spazio attorno a noi per eludere
      l'inerzia o per contrarre lo spazio è immensa e
      non praticabile.


      Resteremo per sempre su questo sasso temo...---------------http://www.nasa.gov/mission_pages/exploration/mmb/antimatter_spaceship.htmlNew and Improved Antimatter Spaceship for Mars Missions04.14.06 ----------
    • Anonimo scrive:
      Re: E' IMPOSSIBILE
      Ma che cazzo ne sai che non e' praticabile?L'hai letto su Focus?O hai una laurea in fisica teorica ed hai lavorato al Cern?La prima mi pare, come il 99% dei postanti a questo forum...
  • pppaolo scrive:
    Un figlio per coppia
    Se ogni coppia facesse un figlio, avrebbe la soddisfazione di avere prole (ammesso che sia una soddisfazione), e nel giro di una generazione si passerebbe da 6 a 3 miliardi di essere umani sulla Terra.Meno inquinamento (inutile pensare a Euro 30 o esortare a andare a piedi, 6 miliardi inquinano molto piu' di 6 milioni!), doppia casa per tutti (compresi i barboni), tanti problemi in meno e si vivrebbe meglio.Avevano ragione in Occidente, come in India e nella Cina di Mao, occorre limitare le nascite, altro che piagnucolare perche' le italiane fanno solo 1,.. figli a testa, meglio se ne facessero 0,5, e vada a quel paese la lobby dlle levatrici e delle badanti, o preti che ci quadagnano un tanto su ogni battesimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un figlio per coppia
      Mi scusi ma dalle sue affermazioni non posso dire altro che... Lei è un folle!
      • Anonimo scrive:
        Re: Un figlio per coppia
        - Scritto da:
        Mi scusi ma dalle sue affermazioni non posso dire
        altro che... Lei è un
        folle!Mi spiace contraddirti, ma secondo me è uno dei pochi che ha centrato il punto.. bisogna raggiungere un equilibrio sensato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un figlio per coppia
      Sono pienamente d'accordo!! :)- Scritto da: pppaolo
      Se ogni coppia facesse un figlio, avrebbe la
      soddisfazione di avere prole (ammesso che sia una
      soddisfazione), e nel giro di una generazione si
      passerebbe da 6 a 3 miliardi di essere umani
      sulla
      Terra.
      Meno inquinamento (inutile pensare a Euro 30 o
      esortare a andare a piedi, 6 miliardi inquinano
      molto piu' di 6 milioni!), doppia casa per tutti
      (compresi i barboni), tanti problemi in meno e si
      vivrebbe
      meglio.
      Avevano ragione in Occidente, come in India e
      nella Cina di Mao, occorre limitare le nascite,
      altro che piagnucolare perche' le italiane fanno
      solo 1,.. figli a testa, meglio se ne facessero
      0,5, e vada a quel paese la lobby dlle levatrici
      e delle badanti, o preti che ci quadagnano un
      tanto su ogni
      battesimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un figlio per coppia
      - Scritto da: pppaolo
      Se ogni coppia facesse un figlio, avrebbe la
      soddisfazione di avere prole (ammesso che sia una
      soddisfazione)No, in effetti avere un figlio come te non lo è. Gia solo questa tua frase ci indica chiaramente il tuo livello umano.Più in generale, e come volevasi dimostrare, la maggior parte delle persone di questo forum, dopo aver letto l'appello "fanta-apocalittico" dell'insigne studioso apparentemente in pena per i destini dell'umanità, è inconsapevolmente caduta nella trappola e si pone ora la questione demografica. Rifletteteci, gente!
      • Anonimo scrive:
        Re: Un figlio per coppia

        Rifletteteci, gente!Io sto riflettendo sul fatto che non hai capito nulla nè dell' articolo nè delle opinioni corette di questo 3d.In primo luogo perchè si contraddice proprio quello che afferma Hawking, in secondo luogo perchè offendi inutilmente.Adesso torna in chiesa in ginocchioni davanti al prete, e già che ci sei stringiti un cilicio sulle gonadi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un figlio per coppia
      - Scritto da: pppaolo
      Se ogni coppia facesse un figlio, avrebbe la
      soddisfazione di avere prole (ammesso che sia una
      soddisfazione), e nel giro di una generazione si
      passerebbe da 6 a 3 miliardi di essere umani
      sulla
      Terra.
      Meno inquinamento (inutile pensare a Euro 30 o
      esortare a andare a piedi, 6 miliardi inquinano
      molto piu' di 6 milioni!), doppia casa per tutti
      (compresi i barboni), tanti problemi in meno e si
      vivrebbe
      meglio.
      Avevano ragione in Occidente, come in India e
      nella Cina di Mao, occorre limitare le nascite,
      altro che piagnucolare perche' le italiane fanno
      solo 1,.. figli a testa, meglio se ne facessero
      0,5, e vada a quel paese la lobby dlle levatrici
      e delle badanti, o preti che ci quadagnano un
      tanto su ogni
      battesimo.Quoto tutto. Ma le religioni, che campano sulle sofferenze e sulle miserie dell'umanità, non lo permetteranno, Ratzinger in testa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un figlio per coppia
      Concordo pienamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un figlio per coppia
      - Scritto da: pppaolo
      Se ogni coppia facesse un figlio, avrebbe la
      soddisfazione di avere prole (ammesso che sia una
      soddisfazione), e nel giro di una generazione si
      passerebbe da 6 a 3 miliardi di essere umani
      sulla
      Terra.
      Meno inquinamento (inutile pensare a Euro 30 o
      esortare a andare a piedi, 6 miliardi inquinano
      molto piu' di 6 milioni!), doppia casa per tutti
      (compresi i barboni), tanti problemi in meno e si
      vivrebbe
      meglio.
      Avevano ragione in Occidente, come in India e
      nella Cina di Mao, occorre limitare le nascite,
      altro che piagnucolare perche' le italiane fanno
      solo 1,.. figli a testa, meglio se ne facessero
      0,5, e vada a quel paese la lobby dlle levatrici
      e delle badanti, o preti che ci quadagnano un
      tanto su ogni
      battesimo.I cattolici devono fare sesso senza anticoncezionali e solo per fini riproduttivi, quindi scoperebbero una sola volta in tutta la loro vita?
      • Anonimo scrive:
        Re: Un figlio per coppia

        I cattolici devono fare sesso senza
        anticoncezionali e solo per fini riproduttivi,
        quindi scoperebbero una sola volta in tutta la
        loro
        vita?Che io sappia la dottrina vieta l'aborto l'uso di anticoncezionali come pillole, preservativi, ecc. ma ammette tecniche 'naturali' come calcolare i tempi di ovulazione o l'interruzione del coito. O almeno non le condanna più di tanto, tre avemarie e sei casto come prima.
        • avvelenato scrive:
          Re: Un figlio per coppia
          - Scritto da:


          I cattolici devono fare sesso senza

          anticoncezionali e solo per fini riproduttivi,

          quindi scoperebbero una sola volta in tutta la

          loro

          vita?

          Che io sappia la dottrina vieta l'aborto l'uso di
          anticoncezionali come pillole, preservativi, ecc.
          ma ammette tecniche 'naturali' come calcolare i
          tempi di ovulazione o l'interruzione del coito. O
          almeno non le condanna più di tanto, tre avemarie
          e sei casto come
          prima.'sti cazzi, sai quante di gravidanze indesiderate vengono cagate fuori con 'sti metodi qua?Sono anche io per un figlio a testa: il secondo figlio concesso solo se il primo è morto, se ha gravi difetti genetici o se ha incurabili problemi di sterilità. Aborto coatto a chi sgarra. Multa e sterilizzazione coatta in caso di recidiva.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 giugno 2006 17.35-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Un figlio per coppia
            - Scritto da: avvelenato
            Aborto coatto a chi
            sgarra. Multa e sterilizzazione coatta in caso di
            recidiva.
            Sarai mica un drone della Men-Tel Corporation, vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: Un figlio per coppia
            Anche perchè vasectomia e chiusura delle tube non sono poi interventi rischiosi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un figlio per coppia
          - Scritto da:


          I cattolici devono fare sesso senza

          anticoncezionali e solo per fini riproduttivi,

          quindi scoperebbero una sola volta in tutta la

          loro

          vita?

          Che io sappia la dottrina vieta l'aborto l'uso di
          anticoncezionali come pillole, preservativi, ecc.
          ma ammette tecniche 'naturali' come calcolare i
          tempi di ovulazione o l'interruzione del coito. O
          almeno non le condanna più di tanto, tre avemarie
          e sei casto come
          prima.No!!!! Il seme va usato solo per fini riproduttivi =
          niente seghe o pratiche anticoncezionali!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Un figlio per coppia
          Ma se la metà della gente che gira per il mondo è figlia di Ogino Knaus! (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Un figlio per coppia

          Che io sappia la dottrina vieta l'aborto l'uso di
          anticoncezionali come pillole, preservativi, ecc.
          ma ammette tecniche 'naturali' come calcolare i
          tempi di ovulazione o l'interruzione del coito. O
          almeno non le condanna più di tanto, tre avemarie
          e sei casto come
          prima.poracci...
          • Anonimo scrive:
            Re: Un figlio per coppia
            - Scritto da:


            Che io sappia la dottrina vieta l'aborto l'uso
            di

            anticoncezionali come pillole, preservativi,
            ecc.

            ma ammette tecniche 'naturali' come calcolare i

            tempi di ovulazione o l'interruzione del coito.
            O

            almeno non le condanna più di tanto, tre
            avemarie

            e sei casto come

            prima.

            poracci gli imbecilli
      • avvelenato scrive:
        Re: Un figlio per coppia
        - Scritto da:

        - Scritto da: pppaolo

        Se ogni coppia facesse un figlio, avrebbe la

        soddisfazione di avere prole (ammesso che sia
        una

        soddisfazione), e nel giro di una generazione si

        passerebbe da 6 a 3 miliardi di essere umani

        sulla

        Terra.

        Meno inquinamento (inutile pensare a Euro 30 o

        esortare a andare a piedi, 6 miliardi inquinano

        molto piu' di 6 milioni!), doppia casa per tutti

        (compresi i barboni), tanti problemi in meno e
        si

        vivrebbe

        meglio.

        Avevano ragione in Occidente, come in India e

        nella Cina di Mao, occorre limitare le nascite,

        altro che piagnucolare perche' le italiane fanno

        solo 1,.. figli a testa, meglio se ne facessero

        0,5, e vada a quel paese la lobby dlle levatrici

        e delle badanti, o preti che ci quadagnano un

        tanto su ogni

        battesimo.

        I cattolici devono fare sesso senza
        anticoncezionali e solo per fini riproduttivi,
        quindi scoperebbero una sola volta in tutta la
        loro
        vita?E quella volta soltanto fanno cilecca e vengono troppo presto (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Un figlio per coppia
        E per i testimoni di Geova e i Musulmani che ci stanno colonizzando come e' vissuta la questione seghe?una vita senza seghe... che palle !
    • Anonimo scrive:
      Re: Un figlio per coppia
      L'idea di consentire un solo figlio per coppia allo scopo di realizzare un decremento demografico sarebbe economicamente sostenibile solo se contemporaneamente si abolissero l'istituto del pensionamento (comprese le trattenute in busta paga) e lo si sostituisse con l'eutanasia gratuita per chi non è più in grado di mantenersi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un figlio per coppia
        - Scritto da:
        l'eutanasia gratuita per chi non è più in grado
        di
        mantenersi.Perché non eutanasizzare tutti a 30 anni tipo Logan's Run? Tanto se resti disoccupato a 30 anni meglio che ti spari...
      • pppaolo scrive:
        Re: Un figlio per coppia
        La pensione viene pagata in base ai contributi versati nel corso della vita lavorativa, non sono i giovani che ti mantengono, sei tu che ti mantieni con i contributi previdenziali che hai versato.L'essere mantenuto dai figli e' il sistema "previdenziale" del terzo mondo, non esiste previdenza, non si pagano contributi, si fanno 10 figli, meta' o piu' muoiono, gli altri ti mantengono, e il tutto in natura, senza che debba circolare denaro.
  • sonountoro scrive:
    BATTLESTAR...
    "Il destino dell'umanità dipende dalla sua capacità di essere in grado, nel prossimo futuro, di abbandonare la Terra e di partire alla volta di nuovi mondi che siano compatibili, almeno in parte, con le nostre esigenze.""Il grande scienziato è tornato su un tema a lui caro: suggerisce di trovare al più presto il modo per interfacciare intelligenza biologica e intelligenza sintetica, unica via, sostiene, per sottrarre ai computer del futuro la capacità di autodeterminazione e assicurare un impiego su tutti i fronti delle macchine più evolute."E FU COSI' CHE:nacquero le 12 colonie in fuga dall'esercito dei Cylon, da noi stessi creati...
    • Anonimo scrive:
      Re: BATTLESTAR...
      - Scritto da: sonountoro

      E FU COSI' CHE:
      nacquero le 12 colonie in fuga dall'esercito dei
      Cylon, da noi stessi
      creati...I Cylon sono stati creati dall'Uomo.Si sono ribellati.Si sono evoluti.Hanno assunto il nostro aspetto.Alcuni di loro non sanno neppure di essere dei Cylon.Ci sono molte copie.E hanno un piano.... Però da Numero 6 non scapperei. :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: BATTLESTAR...
        - Scritto da:

        - Scritto da: sonountoro




        E FU COSI' CHE:

        nacquero le 12 colonie in fuga dall'esercito dei

        Cylon, da noi stessi

        creati...

        I Cylon sono stati creati dall'Uomo.
        Si sono ribellati.
        Si sono evoluti.
        Hanno assunto il nostro aspetto.
        Alcuni di loro non sanno neppure di essere dei
        Cylon.
        Ci sono molte copie.

        E hanno un piano.

        ... Però da Numero 6 non scapperei. :-)Ne voglio dieci copie!!! @^(atari)
      • Anonimo scrive:
        Re: BATTLESTAR...


        E hanno un piano.

        ... Però da Numero 6 non scapperei. :-)Tranne quando dice "Are you even listening to me ?" ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: BATTLESTAR...
      Battlestar Galactica!! Grande!!- Scritto da: sonountoro
      "Il destino dell'umanità dipende dalla sua
      capacità di essere in grado, nel prossimo futuro,
      di abbandonare la Terra e di partire alla volta
      di nuovi mondi che siano compatibili, almeno in
      parte, con le nostre
      esigenze."

      "Il grande scienziato è tornato su un tema a lui
      caro: suggerisce di trovare al più presto il modo
      per interfacciare intelligenza biologica e
      intelligenza sintetica, unica via, sostiene, per
      sottrarre ai computer del futuro la capacità di
      autodeterminazione e assicurare un impiego su
      tutti i fronti delle macchine più
      evolute."

      E FU COSI' CHE:
      nacquero le 12 colonie in fuga dall'esercito dei
      Cylon, da noi stessi
      creati...
  • Anonimo scrive:
    hawking e' il + grande fisico/cosmologo
    vivente.. quindi un po' di rispetto!Con la sua mente ha immaginato e risolto problemi assurdi... come la possibilita' che alcuni tipi di buchi neri potessero emettere particelle nei pressi dell'orizzonte degli eventi, notevolissimo il suo contributo nella spiegazione di cio' che successe subito dopo il big bang ecc... Hawking SA quel che dice ed e' forse l'unico ad avere le palle per parlare visto che non ha nulla da perdere, essendo un povero paraplegico per niente interessato a soldi e potere. Se hawking non e' stato chiaro e' solo per non spaventare nessuno e probabilmente e' stato anche troppo largo con i tempi. Domanda: cosa sta succedendo di strano alla terra che gli scienziati cominciano a non potere ignorare e insabbiare? La risposta e' su Internet, basta cercare e non ha nemmeno a che vedere con l'inquinamento! E poi imparate a leggere tra le righe "molti non potranno piu' vivere sulla terra" . E' un Genio senza tempo quest'uomo
    • Anonimo scrive:
      Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
      Sono d'accordo con te al 100% bisogna avere un po di rispetto!! non penso ke questo appello sia arrivato in tutto il mondo ,come invece è successo, se non fosse rispettabile come le sue idee e opinioni(per altro fondate)
    • marcoweb scrive:
      Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol

      Domanda: cosa sta succedendo di strano alla terra
      che gli scienziati cominciano a non potere
      ignorare e insabbiare? La risposta e' su
      Internet, basta cercare e non ha nemmeno a che
      vedere con l'inquinamento!


      E poi imparate a leggere tra le righe "molti non
      potranno piu' vivere sulla terra" . E' un Genio
      senza tempo
      quest'uomoQual'è la risposta ? La fine delle risorse energetiche?non ho capito...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 giugno 2006 08.32-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
      - Scritto da:
      vivente.. quindi un po' di rispetto!
      Con la sua mente ha immaginato e risolto problemi
      assurdi... come la possibilita' che alcuni tipi
      di buchi neri potessero emettere particelle nei
      pressi dell'orizzonte degli eventi, Non puoi immaginare quante gente al mondo oggi viva meglio proprio grazie a questa scoperta...! notevolissimo
      il suo contributo nella spiegazione di cio' che
      successe subito dopo il big bang ecc... Quanti di noi possono andare a verificare se quello che dice è vero? Se è così intelligente ci faccia capire come si formano i cerchi nel grano ORA (che possiamo verificare). Quello che è accaduto al big bang nessuno di noi può sperimentarlo.
      Hawking SA quel che dice ed e' forse l'unico ad avere le
      palle per parlare visto che non ha nulla da
      perdere, essendo un povero paraplegico per niente
      interessato a soldi e potere. Chiediti a chi giova la paura folle che cerca di creare nella gente con certe sue dichiarazioni ridicole. Lui parla per conto di qualcun altro.
      Se hawking non e'
      stato chiaro e' solo per non spaventare nessuno e
      probabilmente e' stato anche troppo largo con i
      tempi.


      Domanda: cosa sta succedendo di strano alla terra
      che gli scienziati cominciano a non potere
      ignorare e insabbiare? La risposta e' su
      Internet, basta cercare e non ha nemmeno a che
      vedere con l'inquinamento!
      Succede che l'elite anglo americana che governa in modo più o meno occulto tutto il pianeta e di cui Hawking è insospettabile portavoce, ha deciso di passare all'azione con il piano di eliminazione delle razze "inferiori", spargendo a tutti i livelli la paura che siamo in troppi e che bisogna eliminare qualche miliardo di persone.

      E poi imparate a leggere tra le righe "molti non
      potranno piu' vivere sulla terra" .
      E' un Genio senza tempoA giudicare da post come il tuo DIREI INVECE CHE QUESTO SIA UN TEMPO SENZA GENI
      • Anywhere scrive:
        Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol

        Quanti di noi possono andare a verificare se
        quello che dice è vero? Se è così intelligente ci
        faccia capire come si formano i cerchi nel grano
        ORA (che possiamo verificare). Quello che è
        accaduto al big bang nessuno di noi può
        sperimentarlo.

        eh beh...se ti spiega i cerchi nel grano allora si che un sacco di gente vive meglio!Se a te dei buchi neri non te ne frega niente,e preferisci fantasticare con stronzate da x files...liberissimo,ma non abbassare hawking al livello di uno squallido segretario di bush che parla per suo conto.... significa che tu di quest'uomo sai meno di 0
        • Anonimo scrive:
          Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
          - Scritto da: Anywhere


          Quanti di noi possono andare a verificare se

          quello che dice è vero? Se è così intelligente
          ci

          faccia capire come si formano i cerchi nel grano

          ORA (che possiamo verificare). Quello che è

          accaduto al big bang nessuno di noi può

          sperimentarlo.





          eh beh...se ti spiega i cerchi nel grano allora
          si che un sacco di gente vive
          meglio!
          Se a te dei buchi neri non te ne frega niente,e
          preferisci fantasticare con stronzate da x
          files...liberissimo,ma non abbassare hawking al
          livello di uno squallido segretario di bush che
          parla per suo conto.... significa che tu di
          quest'uomo sai meno di
          0Sono tutte favolette le chiacchiere e le formule che blaterano di quello che avviene ai buchi neri, dopo il big bang.. Ehhh! La cosa triste è che questo circo è spacciato per scienza.
          • Anonimo scrive:
            Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol

            Sono tutte favolette le chiacchiere e le formule
            che blaterano di quello che avviene ai buchi
            neri, dopo il big bang.. Ehhh! La cosa triste è
            che questo circo è spacciato per
            scienza.Hai ragione.. i buchi neri esistono solo nella tua testa..
        • Anonimo scrive:
          Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol

          Scrivi dal manicomio?Io credo che se c'è qualcuno che merita il manicomio questi sono coloro che ascoltano Hawking sparare caxxate così grosse e non fanno caso all'enormità di quello che ha detto. E insieme a loro lo merita Hawking, in caso le abbia dette perchè è uscito di senno. Se invece (come spero e credo) egli è ancora savio occorre trovare una spiegazione razionale al perchè un eminente astrofisico si mette a fare un appello all'umanità, secondo lui sull'orlo dell'autodistruzione, proponendo come soluzione una via d'uscita irrealizzabile, impensabile e improponibile per i prossimi secoli.Tu fai presto a dare del matto agli altri, ma a te quadra tutto?
      • Anonimo scrive:
        Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
        Si è verò, l'unico genio sei assolutamente tu.. mi inchino alla tua saggezza.. su quale rivista scientifica scrivi?? O sei un filosofo?? Ancora complimenti.. :'(- Scritto da:

        - Scritto da:

        vivente.. quindi un po' di rispetto!

        Con la sua mente ha immaginato e risolto
        problemi

        assurdi... come la possibilita' che alcuni tipi

        di buchi neri potessero emettere particelle
        nei

        pressi dell'orizzonte degli eventi,


        Non puoi immaginare quante gente al mondo oggi
        viva meglio proprio grazie a questa scoperta...!



        notevolissimo

        il suo contributo nella spiegazione di cio' che

        successe subito dopo il big bang ecc...


        Quanti di noi possono andare a verificare se
        quello che dice è vero? Se è così intelligente ci
        faccia capire come si formano i cerchi nel grano
        ORA (che possiamo verificare). Quello che è
        accaduto al big bang nessuno di noi può
        sperimentarlo.



        Hawking SA quel che dice ed e' forse l'unico ad
        avere
        le

        palle per parlare visto che non ha nulla da

        perdere, essendo un povero paraplegico per
        niente

        interessato a soldi e potere.


        Chiediti a chi giova la paura folle che cerca di
        creare nella gente con certe sue dichiarazioni
        ridicole. Lui parla per conto di qualcun
        altro.



        Se hawking non e'

        stato chiaro e' solo per non spaventare nessuno
        e

        probabilmente e' stato anche troppo largo con i

        tempi.





        Domanda: cosa sta succedendo di strano alla
        terra

        che gli scienziati cominciano a non potere

        ignorare e insabbiare? La risposta e' su

        Internet, basta cercare e non ha nemmeno a che

        vedere con l'inquinamento!



        Succede che l'elite anglo americana che governa
        in modo più o meno occulto tutto il pianeta e di
        cui Hawking è insospettabile portavoce, ha deciso
        di passare all'azione con il piano di
        eliminazione delle razze "inferiori", spargendo a
        tutti i livelli la paura che siamo in troppi e
        che bisogna eliminare qualche miliardo di
        persone.




        E poi imparate a leggere tra le righe "molti non

        potranno piu' vivere sulla terra" .

        E' un Genio senza tempo


        A giudicare da post come il tuo DIREI INVECE CHE
        QUESTO SIA UN TEMPO SENZA
        GENI

    • Anonimo scrive:
      Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol

      Con la sua mente ha immaginato e risolto problemi
      assurdi... Se puoi capirlo, vuol dire che sei un genio anche tuHawking
      SA quel che dice E tu lo sai quel che dice? O ci credi?
      E poi imparate a leggere tra le righe "molti non
      potranno piu' vivere sulla terra" . E' un Genio
      senza tempo
      quest'uomoAllora tu che lo sai devi essere un genio almeno quanto lui.
      • Anonimo scrive:
        Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
        - Scritto da:


        Con la sua mente ha immaginato e risolto
        problemi

        assurdi...
        Se puoi capirlo, vuol dire che sei un genio anche
        tu

        Hawking

        SA quel che dice

        E tu lo sai quel che dice? O ci credi?



        E poi imparate a leggere tra le righe "molti non

        potranno piu' vivere sulla terra" . E' un Genio

        senza tempo

        quest'uomo

        Allora tu che lo sai devi essere un genio almeno
        quanto
        lui.FINALMENTE UNO CHE RISPONDE COME SI DEVE!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
          - Scritto da:

          - Scritto da:




          Con la sua mente ha immaginato e risolto

          problemi


          assurdi...

          Se puoi capirlo, vuol dire che sei un genio
          anche

          tu



          Hawking


          SA quel che dice



          E tu lo sai quel che dice? O ci credi?






          E poi imparate a leggere tra le righe "molti
          non


          potranno piu' vivere sulla terra" . E' un
          Genio


          senza tempo


          quest'uomo



          Allora tu che lo sai devi essere un genio almeno

          quanto

          lui.


          FINALMENTE UNO CHE RISPONDE COME SI DEVE!!!


          Ecco un altro fior fiore dell'intelligenza umana.. ci stiamo superando oggi...
      • Anonimo scrive:
        Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
        - Scritto da:


        Con la sua mente ha immaginato e risolto
        problemi

        assurdi...
        Se puoi capirlo, vuol dire che sei un genio anche
        tu

        Hawking

        SA quel che dice

        E tu lo sai quel che dice? O ci credi?



        E poi imparate a leggere tra le righe "molti non

        potranno piu' vivere sulla terra" . E' un Genio

        senza tempo

        quest'uomo

        Allora tu che lo sai devi essere un genio almeno
        quanto
        lui.Prima di screditarlo ironicamente, informati su quello che ha fatto.. espandi le tue conoscenze perchè da quello che hai scritto non mi sembri molto informato.. torna a guardare il grande fratello, dai..
        • Anonimo scrive:
          Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
          - Scritto da:

          - Scritto da:




          Con la sua mente ha immaginato e risolto

          problemi


          assurdi...

          Se puoi capirlo, vuol dire che sei un genio
          anche

          tu



          Hawking


          SA quel che dice



          E tu lo sai quel che dice? O ci credi?






          E poi imparate a leggere tra le righe "molti
          non


          potranno piu' vivere sulla terra" . E' un
          Genio


          senza tempo


          quest'uomo



          Allora tu che lo sai devi essere un genio almeno

          quanto

          lui.

          Prima di screditarlo ironicamente, informati su
          quello che ha fatto.. espandi le tue conoscenze
          perchè da quello che hai scritto non mi sembri
          molto informato.. torna a guardare il grande
          fratello,
          dai..Informarsi è sufficiente per sapere?
    • Anonimo scrive:
      Re: hawking e' il + grande fisico/cosmologo
      E' un grande!!
    • Anonimo scrive:
      Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
      Risolto ? Risolto cosa ? Nessuno ha provato nulla sui buchi neri. Nessuno ci è mai andato vicino, neppure sonde. Quindi...- Scritto da:
      vivente.. quindi un po' di rispetto!
      Con la sua mente ha immaginato e risolto problemi
      assurdi... come la possibilita' che alcuni tipi
      di buchi neri potessero emettere particelle nei
      pressi dell'orizzonte degli eventi, notevolissimo
      il suo contributo nella spiegazione di cio' che
      successe subito dopo il big bang ecc... Hawking
      SA quel che dice ed e' forse l'unico ad avere le
      palle per parlare visto che non ha nulla da
      perdere, essendo un povero paraplegico per niente
      interessato a soldi e potere. Se hawking non e'
      stato chiaro e' solo per non spaventare nessuno e
      probabilmente e' stato anche troppo largo con i
      tempi.


      Domanda: cosa sta succedendo di strano alla terra
      che gli scienziati cominciano a non potere
      ignorare e insabbiare? La risposta e' su
      Internet, basta cercare e non ha nemmeno a che
      vedere con l'inquinamento!


      E poi imparate a leggere tra le righe "molti non
      potranno piu' vivere sulla terra" . E' un Genio
      senza tempo
      quest'uomo
    • Anonimo scrive:
      Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
      Insomma aria fritta e mitologia in linguaggio matematico.Qualcosa di verificabile con il metodo scientifico?
      • Anonimo scrive:
        Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
        Ti viene mai il dubbio che esistono alcune cose che non possono essere provate sperimentalmente con i mezzi attuali? Ciò non significa che qualcuno non possa già oggi indagare con mezzi matematici o concettuali di altro genere...Mi ricordi coloro che, nel primo '900, si scagliarono acriticamente contro alcune ardite teorie di Einstein, perché non immediatamente verificabili all'epoca della loro formulazione, e come te le consideravano pure e semplici "mitologie matematiche"...
    • Garson Poole scrive:
      Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
      - Scritto da:
      E poi imparate a leggere tra le righe "molti non
      potranno piu' vivere sulla terra" .Quindi moriranno! 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: hawking e' il + grande fisico/cosmol
      Ti correggo: è il più grande divulgatore vivente, quello che scrive più libri ed è più conosciuto ma non per questo è il più grande fisico vivente.
    • Anonimo scrive:
      Re: hawking e' il + grande fisico/cosmologo
      Il più grande forse no, ma comunque è un fisico di primo piano.Spero bene per noi tuttavia che si possa continuare il nostro stile di vita per ben più di 40 anni, altrimenti altro che viaggi spaziali e colonie stellari, il rischio è di una guerra per le risorse naturali che farà impallidire gli orrori delle ultime due guerre mondiali. Spero solo che arrivino in fretta a darci la fusione nucleare, in modo da disinnescare la polveriera medio orientale, alimentata da troppi anni di petroldollari facili. Vedrete come d'incanto tutte le rivendicazioni/ricatti terroristici del mondo islamico si dissolveranno come ghiaccio al sole. il segreto è sempre lo stesso... ...tagliare i finanziamenti: niente soldi = niente armi e niente terroristi.
      • Anonimo scrive:
        Re: hawking e' il + grande fisico/cosmologo
        L'analisi che hai fatto è acuta e coincide con la mia, però devi ammettere che ci sono almeno tre piccolissimi particolari che fanno crollare il pur savio ragionamento:1) se ci sono tensioni in medioriente, il prezzo del petrolio sale e le compagnie petrolifere ci lucrano molto. Per la cronaca, Bush proviene da una famiglia di petrolieri...2) una delle lobby più forti negli USA è proprio quella dei produttori di armi. Se il mondo venisse pacificato, sarebbero proprio loro a rimetterci...3) Bush e le lobby dei petrolieri/armieri sono quelle che detengono il potere negli USA e, di riflesso, hanno la maggiore influenza nella polica mondiale con le decisioni che prendono.
        • Anonimo scrive:
          Re: hawking e' il + grande fisico/cosmologo
          - Scritto da: ERRATA CORRIGE:
          3) Bush e le lobby dei petrolieri/armieri sono
          quelle che detengono il potere negli USA e, di
          riflesso, hanno la maggiore influenza nella
          poliTIca mondiale con le decisioni che
          prendono.Sorry...
  • Anonimo scrive:
    Che ballerino!!!
    [img]http://supsteve.20megsfree.com/ddrhawking.swf[/img]
  • Anonimo scrive:
    Appello a Hawking
    Per favore, Steven, non cominciare anche tu con le caxxate. (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Appello a Hawking
      - Scritto da:
      Per favore, Steven, non cominciare anche tu con
      le caxxate.
      (rotfl)http://www.digitalend.com/flash/hawkingskaterad.swf
      • Anonimo scrive:
        Re: Appello a Hawking
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Per favore, Steven, non cominciare anche tu con

        le caxxate.

        (rotfl)

        http://www.digitalend.com/flash/hawkingskaterad.swPatetico
      • Anonimo scrive:
        Re: Appello a Hawking
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Per favore, Steven, non cominciare anche tu con

        le caxxate.

        (rotfl)

        http://www.digitalend.com/flash/hawkingskaterad.swTi farei fare quelle acrobazie dopo averti spezzato le gambine, e poi vediamo se fai ancora(rotfl)
  • AranBanjo scrive:
    Alternativa
    Una buona alternativa all'esodo sarebbe quella di non investire soldi in armamenti ma in ricerca per fonti energetiche rinnovabili. Oramai si fanno guerre solamente per approvigionamenti di petrolio. Dovrebbero trovare fonti energetiche a basso costo e rinnovabili in modo tale da non concentrare così tanto potere in mano di pochi individui dalle dubbie idee.Inoltre, non usando più combustibili fossili, si riddurrebbero le emissioni nocive nell'atmosfera, consentendo all'ecosistema di riassestarsi.
    • AndreaMilano scrive:
      Re: Alternativa
      - Scritto da: AranBanjo
      Una buona alternativa all'esodo sarebbe quella di
      non investire soldi in armamenti ma in ricerca
      per fonti energetiche rinnovabili. Oramai si
      fanno guerre solamente per approvigionamenti di
      petrolio. Dovrebbero trovare fonti energetiche a
      basso costo e rinnovabili in modo tale da non
      concentrare così tanto potere in mano di pochi
      individui dalle dubbie
      idee.
      Inoltre, non usando più combustibili fossili, si
      riddurrebbero le emissioni nocive nell'atmosfera,
      consentendo all'ecosistema di
      riassestarsi.piacerebbe anche a me ma invece? invece verranno le guerre per l'acqua e poi per lo spazio vitale e poi?e poi Apocalisse 6-11:6 I sette angeli che avevano le sette trombe si accinsero a suonarle.7 Appena il primo suonò la tromba, grandine e fuoco mescolati a sangue scrosciarono sulla terra. Un terzo della terra fu arso, un terzo degli alberi andò bruciato e ogni erba verde si seccò.8 Il secondo angelo suonò la tromba: come una gran montagna di fuoco fu scagliata nel mare. Un terzo del mare divenne sangue, 9 un terzo delle creature che vivono nel mare morì e un terzo delle navi andò distrutto.10 Il terzo angelo suonò la tromba e cadde dal cielo una grande stella, ardente come una torcia, e colpì un terzo dei fiumi e le sorgenti delle acque. 11 La stella si chiama Assenzio; un terzo delle acque si mutò in assenzio e molti uomini morirono per quelle acque, perché erano divenute amare.12 Il quarto angelo suonò la tromba e un terzo del sole, un terzo della luna e un terzo degli astri fu colpito e si oscurò: il giorno perse un terzo della sua luce e la notte ugualmente.13 Vidi poi e udii un'aquila che volava nell'alto del cielo e gridava a gran voce: «Guai, guai, guai agli abitanti della terra al suono degli ultimi squilli di tromba che i tre angeli stanno per suonare!».perepe perepe perepeppepeppepè[chissà quanti finti credenti siamo mai arrivati a leggere "Giò"]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 giugno 2006 02.46-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Alternativa
      - Scritto da: AranBanjo
      Una buona alternativa all'esodo sarebbe quella di
      non investire soldi in armamenti ma in ricerca
      per fonti energetiche rinnovabili. Oramai si
      fanno guerre solamente per approvigionamenti di
      petrolio. Dovrebbero trovare fonti energetiche a
      basso costo e rinnovabili in modo tale da non
      concentrare così tanto potere in mano di pochi
      individui dalle dubbie
      idee.
      Inoltre, non usando più combustibili fossili, si
      riddurrebbero le emissioni nocive nell'atmosfera,
      consentendo all'ecosistema di
      riassestarsi.http://www.ecplanet.com/canale/ecologia-6/fonti_alternative-133/0/0/19460/it/ecplanet.rxdf
      • Anonimo scrive:
        Re: Alternativa
        - Scritto da:

        - Scritto da: AranBanjo

        Una buona alternativa all'esodo sarebbe quella
        di

        non investire soldi in armamenti ma in ricerca

        per fonti energetiche rinnovabili. Oramai si

        fanno guerre solamente per approvigionamenti di

        petrolio. Dovrebbero trovare fonti energetiche a

        basso costo e rinnovabili in modo tale da non

        concentrare così tanto potere in mano di pochi

        individui dalle dubbie

        idee.

        Inoltre, non usando più combustibili fossili, si

        riddurrebbero le emissioni nocive
        nell'atmosfera,

        consentendo all'ecosistema di

        riassestarsi.

        http://www.ecplanet.com/canale/ecologia-6/fonti_al[img]http://www.britishcouncil.org/usa-330x270-science-stephen-hawking.jpg[/img]
        • Anonimo scrive:
          Re: Alternativa
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da: AranBanjo


          Una buona alternativa all'esodo sarebbe quella

          di


          non investire soldi in armamenti ma in ricerca


          per fonti energetiche rinnovabili. Oramai si


          fanno guerre solamente per approvigionamenti
          di


          petrolio. Dovrebbero trovare fonti
          energetiche
          a


          basso costo e rinnovabili in modo tale da non


          concentrare così tanto potere in mano di pochi


          individui dalle dubbie


          idee.


          Inoltre, non usando più combustibili fossili,
          si


          riddurrebbero le emissioni nocive

          nell'atmosfera,


          consentendo all'ecosistema di


          riassestarsi.




          http://www.ecplanet.com/canale/ecologia-6/fonti_al

          [img]http://www.britishcouncil.org/usa-330x270-sci'mazza, che faccia de 'cecato! (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Alternativa
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da: AranBanjo



            Una buona alternativa all'esodo sarebbe
            quella


            di



            non investire soldi in armamenti ma in
            ricerca



            per fonti energetiche rinnovabili. Oramai si



            fanno guerre solamente per approvigionamenti

            di



            petrolio. Dovrebbero trovare fonti

            energetiche

            a



            basso costo e rinnovabili in modo tale da
            non



            concentrare così tanto potere in mano di
            pochi



            individui dalle dubbie



            idee.



            Inoltre, non usando più combustibili
            fossili,

            si



            riddurrebbero le emissioni nocive


            nell'atmosfera,



            consentendo all'ecosistema di



            riassestarsi.








            http://www.ecplanet.com/canale/ecologia-6/fonti_al




            http://www.britishcouncil.org/usa-330x270-sci

            'mazza, che faccia de 'cecato! (rotfl)[img]http://www.dp4u.ae/E_REH2004/images/Steph%20Hawking.jpg[/img]
    • riddler scrive:
      Re: Alternativa
      I pochi individui dotati di molto potere e dubbie idee non sono d'accordo a mollare quello che hanno :s
    • Anonimo scrive:
      Re: Alternativa
      Ci sono tante energie alternative convenzionali , eolico , solare che stentano a decollare e tante un pò esotiche vedi il magnegas , la fusione fredda per dirne alcune . E stai sicuro che queste strade saranno battute quando le grandi compagnie avranno trovato il modo di mettere dei determinati paletti per lo sfruttamento esclusivo delle fonti . Insomma il vento sarà di loro proprietà come il Sole e così via . Penso che quando avverrà ti faranno pagare anche la tintarella :D
  • Anonimo scrive:
    Che ci vada lui su marte!
    Hawking non conosce il Vangelo e se lo conosce, probabilmente ne ha una conoscenza distorta.
    • AndreaMilano scrive:
      Re: Che ci vada lui su marte!
      - Scritto da:
      Hawking non conosce il Vangelo e se lo conosce,
      probabilmente ne ha una conoscenza
      distorta....idiosincrasia nei confronti di un pensiero razionale e logico che si nasconde, facendo vilipendio di chi ne è estraneo, dietro il "libero arbitrio" che ci viene risposto ad ogni richiesta di perché
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ci vada lui su marte!
      - Scritto da:
      Hawking non conosce il Vangelo e se lo conosce,
      probabilmente ne ha una conoscenza
      distorta.a parte che vorrei sapere da cosa tiri fuori questa sicurezza. me lo spieghi che diavolo ha a che fare il tuo commento con le questioni discusse nell'articolo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Che ci vada lui su marte!

        a parte che vorrei sapere da cosa tiri fuori
        questa sicurezza. me lo spieghi che diavolo ha a
        che fare il tuo commento con le questioni
        discusse
        nell'articolo?Hawking parla di Marte come possibile rifugio per l'umanità. Quindi, come il Vangelo parla di salvezza dell'umanità, proponendo la conoscenza di Gesù, mandato da Dio, "conoscere Te come unico vero Dio e conoscere colui che tu hai mandato ... ", così Hawking propone come salvezza dell'uomo la fuga su Marte. Non è evangelico. La storia della Salvezza è un'altra cosa, per chi è credente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che ci vada lui su marte!
          - Scritto da:
          Hawking parla di Marte come possibile rifugio per
          l'umanità. Quindi, come il Vangelo parla di
          salvezza dell'umanità, proponendo la conoscenza
          di Gesù, mandato da Dio, "conoscere Te come unico
          vero Dio e conoscere colui che tu hai mandato ...
          ", così Hawking propone come salvezza dell'uomo
          la fuga su Marte. Non è evangelico. La storia
          della Salvezza è un'altra cosa, per chi è
          credente.PROOOOOTTTT!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ci vada lui su marte!
      - Scritto da:
      Hawking non conosce il Vangelo e se lo conosce,
      probabilmente ne ha una conoscenza
      distorta.Te c'hai seri problemi curati
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ci vada lui su marte!
      - Scritto da:
      Hawking non conosce il Vangelo e se lo conosce,
      probabilmente ne ha una conoscenza
      distorta.Ueh ragasso, il forum "God, no thank" è da questa partehttp://punto-informatico.it/f/hp.aspx?f_id=3761&o=0
  • Anonimo scrive:
    Ha ragione lui!!!
    Si vede a occhio nudo che è un alieno.
  • Anonimo scrive:
    E' tutto inutile.
    L'uomo è un inutile essere, un errore, una pura fatalità.E' inutile tentare di salvarsi o fantasticare su come fuggire da qui. Non ci riusciremo mai, siamo deboli e insignificanti. Ogni giorno dobbiamo bere, mangiare, dormire almeno 8 ore, lavarci, andare in bagno.Siamo delle fogne , facciamo schifo.Credo sia giusto andare avanti finchè non scompariremo definitivamente come i dinosauri a causa di qualche cataclisma, o un meteorite, o per stronzaggine umana, e poi forse fra qualche miliardo di anni se la vita sulla terra esisterà ancora, qualche essere intelligente simile a noi ricomincerà, ma dubito arrivi al nostro livello di coscienza di sè.Leggendo i post in questo forum e interagendo con le persone in generale nella vita di tutti i giorni, mi rendo conto che solo un 10% delle persone del mondo (almeno di quelle civilizzate), hanno la mentalità per una civiltà duratura e solida. Il resto sono mele marce che come virus immondi popolano la terra e vanno avanti grazie al quel 10%.Persone ignoranti, pettegole, cattive, invidiose, saccenti ed IPOCRITE, SEZA ALCUNA UMILTA' popolano questo mondo, credendosi eroi, speciali, divini, senza rendersi conto che sono delle fogne con le gambe ed un cervello marcio.Purtroppo...sigh...Aspetto l'ipocrita superuomo, che dall'alto della sua sapienza (beata ignoranza) mi dica:"E tu sei di quel 90%!! heheheheeeeee"Ha-ha-ha.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' tutto inutile.
      Mi associo con tutte le mie forze mentre un pensiero si fa strada in questo senso!Perché non investire i tanti soldoni per raggiungere altri lidi extraterrestri, mentre con i medesimi "soldoni", non ripuliamo questa nostra povera Terra!Eppure dalle vette è bella!Quanta megnificenza...Povera Terra mia!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' tutto inutile.
      - Scritto da:
      L'uomo è un inutile essere, un errore, una pura
      fatalità.
      E' inutile tentare di salvarsi o fantasticare su
      come fuggire da qui.

      Non ci riusciremo mai, siamo deboli e
      insignificanti. Ogni giorno dobbiamo bere,
      mangiare, dormire almeno 8 ore, lavarci, andare
      in
      bagno.
      Siamo delle fogne , facciamo schifo.

      Credo sia giusto andare avanti finchè non
      scompariremo definitivamente come i dinosauri a
      causa di qualche cataclisma, o un meteorite, o
      per stronzaggine umana, e poi forse fra qualche
      miliardo di anni se la vita sulla terra esisterà
      ancora, qualche essere intelligente simile a noi
      ricomincerà, ma dubito arrivi al nostro livello
      di coscienza di
      sè.

      Leggendo i post in questo forum e interagendo con
      le persone in generale nella vita di tutti i
      giorni, mi rendo conto che solo un 10% delle
      persone del mondo (almeno di quelle civilizzate),
      hanno la mentalità per una civiltà duratura e
      solida.Concordo con te. Però il problema è che tutti abbiamo la nostra mentalità, e ognuno la pensa in modo diverso. Il tuo discorso è giusto, ma è troppo soggettivo per poterlo concretizzare.

      Il resto sono mele marce che come virus immondi
      popolano la terra e vanno avanti grazie al quel
      10%.Purtroppo è così, ma se fai parte di quei 10%, non lamentartene, e continua felicemente e nobilmente a portare avanti i tuoi ideali.

      Persone ignoranti, pettegole, cattive, invidiose,
      saccenti ed IPOCRITE, SEZA ALCUNA UMILTA'
      popolano questo mondo, credendosi eroi, speciali,
      divini, senza rendersi conto che sono delle fogne
      con le gambe ed un cervello
      marcio.Sono quelli che vivranno di più.
      Purtroppo...sigh...
      Aspetto l'ipocrita superuomo, che dall'alto della
      sua sapienza (beata ignoranza) mi
      dica:

      "E tu sei di quel 90%!! heheheheeeeee"

      Ha-ha-ha.Arriverà il momento, arriverà.... tutti quanti dovremo unirci e stare bene insieme TUTTI se non vorremo deperire TUTTI come in un nido di formiche.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' tutto inutile.
      Piu' che cataclisma a me piace l'idea di una razza aliena che ci spazzi via dal pianeta, non per mangiarci o altro, ma perche' abbiamo ridotto questa terra a un cesso, questa perla di unica bellezza nel cosmo noi l'abbiamo stuprata, maledetta, umiliata, squartata.Non posso sopportare di sapere che nel 2006 viene praticata l'infibulazione, che un fiume in Cina e' stato dichiarato cancerogeno, che il ricco pensi solo a godere, che per comprare il pane bisogna parcheggiare in 3 fila, che il paio di scarpe che io compro a 100 Euro hanno reso 10 cts all'operaio che le ha fabbricate.Questo e tanto altro mi fanno sognare un'invasione purificatrice. Perche' la terra non ha bisogno di noi.
  • Anonimo scrive:
    Ma non si fa prima a convincere...
    non si fa prima a convincere l'opinione pubblica che la guerra è una puttanata esclusivamente dannosa?La difficoltà nella sospensione delle guerre su questo pianeta penso sia minore di quella del trovare ed arrivare ad un pianeta sostitutivo di questo.Secondo me è meglio salvagardare questo pianeta piuttosto che perdere tempo in ricerche che impiegherebbero generazioni e con risultati di dubbia utilità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non si fa prima a convincere...
      Più che a fare meno guerre, sarebbe il caso di convincere le persone a fare meno figli.Dalla 2) discenderebbe come conseguenza logica anche la 1).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non si fa prima a convincere...
        - Scritto da:
        Più che a fare meno guerre, sarebbe il caso di
        convincere le persone a fare meno
        figli.
        Dalla 2) discenderebbe come conseguenza logica
        anche la
        1).E' sempre una questione di "comunismo"... una distribuzione equa dei figli (propri) possibili sarebbe la cosa giusta.Uno o due penso che chiunque vorrebbe averli, 6 o 7 attualmente sarebbero "dannosi" per l'umanità.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non si fa prima a convincere...
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Più che a fare meno guerre, sarebbe il caso di

          convincere le persone a fare meno

          figli.

          Dalla 2) discenderebbe come conseguenza logica

          anche la

          1).

          E' sempre una questione di "comunismo"... una
          distribuzione equa dei figli (propri) possibili
          sarebbe la cosa
          giusta.
          Uno o due penso che chiunque vorrebbe averli, 6 o
          7 attualmente sarebbero "dannosi" per
          l'umanità.Il problema è anche economico: i modelli ecnomici attuali non gradiscono una riduzione della popolazione, o anche una sua stabilizzazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non si fa prima a convincere...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Più che a fare meno guerre, sarebbe il caso di


            convincere le persone a fare meno


            figli.


            Dalla 2) discenderebbe come conseguenza logica


            anche la


            1).



            E' sempre una questione di "comunismo"... una

            distribuzione equa dei figli (propri) possibili

            sarebbe la cosa

            giusta.

            Uno o due penso che chiunque vorrebbe averli, 6
            o

            7 attualmente sarebbero "dannosi" per

            l'umanità.

            Il problema è anche economico: i modelli ecnomici
            attuali non gradiscono una riduzione della
            popolazione, o anche una sua
            stabilizzazione.è già ma quegli stessi modelli cosa dicono in merito alla scarsità delle risorse?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non si fa prima a convincere...
            Che gli economisti sono tutti miopi e oltre la punta del loro naso vedono un orizzonte sfocato e indefinito di cui non gliene frega nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non si fa prima a convincere...
            guarda che un abbandono del pi8aneta non è mica dovuton alle guerre.. ma alla fine delle risorse nonchè la fine del nostro sistema solare.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Ma non si fa prima a convincere...
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Più che a fare meno guerre, sarebbe il caso di


            convincere le persone a fare meno


            figli.


            Dalla 2) discenderebbe come conseguenza logica


            anche la


            1).

            E' sempre una questione di "comunismo"... una

            distribuzione equa dei figli (propri) possibili

            sarebbe la cosa

            giusta.

            Uno o due penso che chiunque vorrebbe averli, 6
            o

            7 attualmente sarebbero "dannosi" per

            l'umanità.
            Il problema è anche economico: i modelli ecnomici
            attuali non gradiscono una riduzione della
            popolazione, o anche una sua
            stabilizzazione.Allora faremo meglio a cambiare modello o ci ritroveremo come tanti criceti in una gabbia: lo sapete che succede vero?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non si fa prima a convincere...
          Diciamo che la decisione di NON FARE figli è esclusivamente individuale, quella di FARE figli crea ripercussioni molto più ampie sull' intera società, talmente ampie che diviene inaccettabile che sia la famiglia a decidere allegramente che può avere 6 o 7 figli.Che la singola famiglia abbia o -ancora peggio- non abbia i mezzi per provvedere al loro sostentamento, in ogni caso l' intera collettività mondiale alla fine si trova a dover affrontare il problema delle risorse da destinare a queste persone.Risorse che, finalmente si comincia ad accorgersi, sono tutt' altro che illimitate.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non si fa prima a convincere...
        - Scritto da:
        Più che a fare meno guerre, sarebbe il caso di
        convincere le persone a fare meno
        figli.
        Dalla 2) discenderebbe come conseguenza logica
        anche la
        1).Sono tutti miopi da questo punto di vista. Ho paura che finirà come la storiella sulla ninfee nello stagno, con i governi mondiali che si renderanno conto troppo tardi che la soluzione al problema non è rinviabile. Ci vogliono decenni per formare e far cambiare mentalità ad un'intera popolazione, non credo abbiamo tanto tempo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non si fa prima a convincere...
        Attualmente le uniche nazioni in cui si fanno molti figli sono quelle piu` povere, dove da un lato piu` figli=piu` braccia per lavorare e dall'altro l'arretratezza della popolazione non permette un'adeguata politica di prevenzione delle gravidanze.Se il tenore di vita medio si alzasse si arriverebbe naturalmente alla media dei paesi piu` industrializzati dove le nascite sono in calo.Bisogna vedere se ci sara` il tempo per arrivare a questa soglia di stabilita`...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non si fa prima a convincere...
          - Scritto da:
          Attualmente le uniche nazioni in cui si fanno
          molti figli sono quelle piu` povere, dove da un
          lato piu` figli=piu` braccia per lavorare e
          dall'altro l'arretratezza della popolazione non
          permette un'adeguata politica di prevenzione
          delle
          gravidanze.
          Se il tenore di vita medio si alzasse si
          arriverebbe naturalmente alla media dei paesi
          piu` industrializzati dove le nascite sono in
          calo.

          Bisogna vedere se ci sara` il tempo per arrivare
          a questa soglia di
          stabilita`...L' equazione + figli = + braccia per lavorare era valida nelle società tradizionali.Ti faccio notare che nei paesi del terzo mondo i contadini sono ormai del tutto sradicati dalla terra e affollano le immense bidonville alle periferie di megalopoli come Rio o Lagos.Infatti dati ONU indicano un 60% della popolazione mondiale inurbata e una tendenza a crescere tale percentuale.E i figli di questa gente non vanno a lavorare la terra o a pascolare il bestiame ma vengono abbandonati per la strada ad arrangiarsi per sopravvivere.Per cui ti rendi conto che questo ragionamento non ha più senso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non si fa prima a convincere...
      - Scritto da:
      non si fa prima a convincere l'opinione pubblica
      che la guerra è una puttanata esclusivamente
      dannosa?
      Purtroppo tutti i popoli meno guerrafondai si sono, stranamente, estinti mentre quelli più guerrafondai si sono espansi. Succede così anche nei cosiddetti animali inferiori.
  • Anonimo scrive:
    Cosa voleva realmente dire?
    La soluzione prospettata da Hawking, se presa alla lettera, risulta essere talmente fantascientifica da farmi pensare che il suo sia un qualche tipo di messaggio cifrato, che cerca di giustificare la tesi che occorra ridurre la popolazione mondiale. (Cominciando dagli altri, s'intende!)E poi... "trovare al più presto il modo per interfacciare intelligenza biologica e intelligenza sintetica"... cosa è, l'apologia del microchip sottocutaneo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa voleva realmente dire?
      Di sicuro se si pensasse di fare pulizia lui non avrebbe da preoccuparsi perchè com'era in quel film dell'asteroide ci sarebbe sempre un posto per certe teste, gli altri possono giocarsi il biglietto per l'arca alla lotteria
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa voleva realmente dire?
      - Scritto da:
      La soluzione prospettata da Hawking, se presa
      alla lettera, risulta essere talmente
      fantascientifica da farmi pensare che il suo sia
      un qualche tipo di messaggio cifrato, che cerca
      di giustificare la tesi che occorra ridurre la
      popolazione mondiale. (Cominciando dagli altri,
      s'intende!)

      E poi...

      "trovare al più presto il modo per interfacciare
      intelligenza biologica e intelligenza
      sintetica"...


      cosa è, l'apologia del microchip sottocutaneo?

      Io la potrei anche leggere come: "chi sarà in grado e disposto ad evolvere potrà pensare di lasciare la terra per altri lidi, gli altri... che si arrangino".
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa voleva realmente dire?


        Io la potrei anche leggere come: "chi sarà in
        grado e disposto ad evolvere potrà pensare di
        lasciare la terra per altri lidi, gli altri...
        che si
        arrangino".E tu ci credi? Pensi che egli intendeva realmente proporre una soluzione così oltre il limite della demenza?
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa voleva realmente dire?
          Lui propone, gli altri fanno e sicuramente fanno modifiche al progetto/scopo originale
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa voleva realmente dire?

        Io la potrei anche leggere come: "chi sarà in
        grado e disposto a spendere quattrini e usare la
        forza potrà pensare di lasciare la terra per
        altri lidi, gli altri...
        che si arrangino".Intanto si dissanguerà la Terra di ogni risorsa rimanente per perseguire questo ambizioso obiettivo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa voleva realmente dire?
          - Scritto da:


          Io la potrei anche leggere come: "chi sarà in

          grado e disposto a spendere quattrini e usare
          la
          forza potrà pensare di lasciare la terra
          per


          altri lidi, gli altri...

          che si arrangino".

          Intanto si dissanguerà la Terra di ogni risorsa
          rimanente per perseguire questo ambizioso
          obiettivo.Già, molto meglio dissanguarla come stiamo facendo ora...
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa voleva realmente dire?
            Magari applicare una terza via? Non sarebbe il caso? No?
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa voleva realmente dire?
      E invece no, mio caro...E' una grande verità da non prendere a cuor leggero!!!Essì!Eggià!Siamo o non siamo i soliti italiani!!!
  • Anonimo scrive:
    Ma perkè quella foto?
    sto[img]http://usuarios.lycos.es/resak/vomito.jpg[/img]
    • AlphaC scrive:
      Re: Ma perkè quella foto?
      perchè razza di un ignorante irrispettoso, Hawking è affetto dal morbo di Lou Gehrig, che lo rende sostanzialmente un paralizzato totale. Vorrei vedere te nelle sue condizioni cosa saresti in grado di fare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perkè quella foto?
        - Scritto da: AlphaC
        perchè razza di un ignorante irrispettoso,
        Hawking è affetto dal morbo di Lou Gehrig, che lo
        rende sostanzialmente un paralizzato totale.

        Vorrei vedere te nelle sue condizioni cosa
        saresti in grado di
        fare.Se fosse affetto dal morbo di Gehrig (detta anche sclerosi laterale amiotrofica) sarebbe morto da un bel pezzo... ha il morbo di Parkinson. Malattia degenerativa ma non mortale.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma perkè quella foto?
          Se la gente invece di parlare avesse l'accortezza di informarsi......Non sempre è mortale e comunque Hawking non ha il parkinson ma l'ALS...http://www.alsa.org/als/facts.cfm?CFID=2303828&CFTOKEN=82007007
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma perkè quella foto?
          - Scritto da:

          - Scritto da: AlphaC

          perchè razza di un ignorante irrispettoso,

          Hawking è affetto dal morbo di Lou Gehrig, che
          lo

          rende sostanzialmente un paralizzato totale.



          Vorrei vedere te nelle sue condizioni cosa

          saresti in grado di

          fare.

          Se fosse affetto dal morbo di Gehrig (detta anche
          sclerosi laterale amiotrofica) sarebbe morto da
          un bel pezzo... ha il morbo di Parkinson.
          Malattia degenerativa ma non
          mortale.Mi spiace, ma non ha il morbo di Parkinson, ha proprio la sclerosi amiotrofica laterale, una malattia che provoca la disintegrazione delle cellule nervose e conduce inevitabilmente alla morte. Gli fu diagnosticata qualche anno dopo la laurea, a poco piu` di 20 anni.Le sue condizioni sono in costante peggioramento, infatti da qualche anno non dispone più nemmeno della voce ed è costretto a comunicare servendosi di un sofisticato computer che gli consente di esprimersi con grande lentezza: praticamente non può digitare più di quindici parole al minuto.Non penso che uno nelle sue condizioni parli tanto per parlare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma perkè quella foto?
      - Scritto da:
      sto
      Hai meno di 15 anni? Sei un deficiente? Bene, occupa il tuo tempo da un'altra parte, divertiti, lascia fare le cose utili ad altre persone.Questa tua uscita mi ha fatto venire un po' di rabbia nei tuoi confronti.....mi passerà fra due minuti, nel frattempo segui il mio consiglio.
    • AndreaMilano scrive:
      Re: Ma perkè quella foto?
      - Scritto da:
      sto
      [img]http://usuarios.lycos.es/resak/vomito.jpg[/imvile e stoltohttp://en.wikipedia.org/wiki/Stephen_Hawkinghttp://it.wikipedia.org/wiki/Stephen_Hawking
  • Anonimo scrive:
    L'unica via è quella trekkiana
    L'unica strada percorribile è quella alla star-trek, di un'umanità che messasi dietro le spalle conflitti, denaro e lotte per il potere, collabora per il bene generale.Dove il concetto di lavoro così come lo intendiamo noi non ha alcun senso, così come non ce l'ha quello di ricchezza e di denaro.Solo così sarà possibile affrontare le nuove immani sfide che la scienza e la tecnologia ci prospettano.Solo così, con la partecipazione di tutti con l'unico scopo di garantire il bene di tutti, sarà possibile riuscire in imprese che altrimenti nessun privato, nessuna multinazionale, nessuno stato o naziona da sola potrà mai pensare di risolvere.Solo così sarà possibile evitare di distruggere il pianeta.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unica via è quella trekkiana
      Spero di morire prima di dovermi trasformare in un pupazzo in pigiama con scopa infilata in cu.o a sparare caXXate in inglese ad alieni che universalmente parlano la mia stessa lingua...
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unica via è quella trekkiana
        - Scritto da:
        Spero di morire prima di dovermi trasformare in
        un pupazzo in pigiama con scopa infilata in cu.o
        a sparare caXXate in inglese ad alieni che
        universalmente parlano la mia stessa
        lingua...Si pure noi speriamo che tu lo faccia prima.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unica via è quella trekkiana
        a me starebbe benecmq rispondo coon una frase di einsein "Ci sono piu cose nella realta che nella fantasia"il che puo' cambiare anche l'idea di divertirsiil modo di lavorare il modo di produrre
        • Anonimo scrive:
          Re: L'unica via è quella trekkiana

          il che puo' cambiare anche l'idea di divertirsiFare il locomotore nel trenino non è il mio sogno
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unica via è quella trekkiana
      Ultime notizie: Star Trek é SOLO UN TELEFILM.Sai, di quelli prodotti dalle major (Viacom). Lo scopo della sua esistenza é fare soldi grazie ai fan, tant'é vero che la prima serie é stata cancellata perché non ne faceva abbastanza, come l'ultima.Chiedi un po' ai fan che si sono trovati le lettere di diffida per aver aperto un sito, dove sono gli ideali da trekker nella dura, vera realtà.Solo un altro modo per far quattrini. E basta.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unica via è quella trekkiana
        Non è esatto. Star Trek è stata una serie di fantascienza voluta per inculcare negli esseri umani il semplice concetto che gli alieni sono già attorno a noi. Le verità nascoste sono state distorte ed edulcorate ma la presenza degli alieni è certa.Basta vedere la nostra Luna.. o le lune di Saturno... di naturale non hanno nulla.- Scritto da:
        Ultime notizie: Star Trek é SOLO UN TELEFILM.

        Sai, di quelli prodotti dalle major (Viacom). Lo
        scopo della sua esistenza é fare soldi grazie ai
        fan, tant'é vero che la prima serie é stata
        cancellata perché non ne faceva abbastanza, come
        l'ultima.

        Chiedi un po' ai fan che si sono trovati le
        lettere di diffida per aver aperto un sito, dove
        sono gli ideali da trekker nella dura, vera
        realtà.

        Solo un altro modo per far quattrini. E basta.


    • Anonimo scrive:
      Re: L'unica via è quella trekkiana
      - Scritto da:
      L'unica strada percorribile è quella alla
      star-trek, di un'umanità che messasi dietro le
      spalle conflitti, denaro e lotte per il potere,
      collabora per il bene
      generale.
      Dove il concetto di lavoro così come lo
      intendiamo noi non ha alcun senso, così come non
      ce l'ha quello di ricchezza e di
      denaro.

      Solo così sarà possibile affrontare le nuove
      immani sfide che la scienza e la tecnologia ci
      prospettano.

      Solo così, con la partecipazione di tutti con
      l'unico scopo di garantire il bene di tutti, sarà
      possibile riuscire in imprese che altrimenti
      nessun privato, nessuna multinazionale, nessuno
      stato o naziona da sola potrà mai pensare di
      risolvere.

      Solo così sarà possibile evitare di distruggere
      il
      pianeta.In pratica, il comunismo.Intendiamoci... è una battuta, eh :D
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unica via è quella trekkiana
        - Scritto da:


        In pratica, il comunismo.


        Intendiamoci... è una battuta, eh :DMica tanto, la Federazione é una dittatura paramilitare. O sei di Starfleet o non sei nessuno.
        • avvelentani scrive:
          Re: L'unica via è quella trekkiana
          - Scritto da:

          - Scritto da:






          In pratica, il comunismo.





          Intendiamoci... è una battuta, eh :D


          Mica tanto, la Federazione é una dittatura
          paramilitare. O sei di Starfleet o non sei
          nessuno.Tra l'altro credo che in 600 puntate non si sia mai visto niente della federazione che non fosse starfleet. Secondo me la federazione non esiste proprio. Per me è una dittatura militare e basta.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'unica via è quella trekkiana
            Questo non è vero, ti ricordi proprio poco di Star Trek temo.Bocciato senza rinvio.
          • avvelentani scrive:
            Re: L'unica via è quella trekkiana
            - Scritto da:
            Questo non è vero, ti ricordi proprio poco di
            Star Trek
            temo.
            Bocciato senza rinvio.Allora fammi ripetizione. Intanto sono andato a vedere cosa c'è su hypertrek a proposito della federazione e ho scoperto che la sede ce l'ha accanto alla sede della starfleet. La maggior parte della sezione è dedicata a trattati militari. Tutto gioca a favore della tesi della dittatura militare.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unica via è quella trekkiana
      Sì, la visione noglobal ... carestia e morte, ecco a cosa porta, non alle favolette di Star Trek !- Scritto da:
      L'unica strada percorribile è quella alla
      star-trek, di un'umanità che messasi dietro le
      spalle conflitti, denaro e lotte per il potere,
      collabora per il bene
      generale.
      Dove il concetto di lavoro così come lo
      intendiamo noi non ha alcun senso, così come non
      ce l'ha quello di ricchezza e di
      denaro.

      Solo così sarà possibile affrontare le nuove
      immani sfide che la scienza e la tecnologia ci
      prospettano.

      Solo così, con la partecipazione di tutti con
      l'unico scopo di garantire il bene di tutti, sarà
      possibile riuscire in imprese che altrimenti
      nessun privato, nessuna multinazionale, nessuno
      stato o naziona da sola potrà mai pensare di
      risolvere.

      Solo così sarà possibile evitare di distruggere
      il
      pianeta.
    • avvelentani scrive:
      Re: L'unica via è quella trekkiana
      - Scritto da:
      L'unica strada percorribile è quella alla
      star-trek,di un'umanità che messasi dietro le spalle conflitti, denaro e lotte per il potere, partecipa a noiose avventure spaziali autoconclusive (in quaranta minuti), dotata di una tecnologia internamente inconsistente e di personaggi principali immuni alle leggi della probabilità. In un universo di alieni antropomorfi senza coda distinguibili dalla forma della fronte dal comportamento stereotipato per razze.Bello.
  • Anonimo scrive:
    Aveva ragione l'Agente Smith
    Ricordate, nel primo matrix ?diceva più o meno così:"Il genere umano è un virus, popola le zone ricche di risorse, le sfrutta fino all'ultimo e poi si sposta in nuove zone a sfruttare"Caro Hawking, mi permetta: lo scenario che descrive sarà probabilmente realtà tra qualche secolo, per ora non possiamo fare altro che cercare di innalzare il grado di sostenibilità della nostra civiltà, per rinviare il nostro esodo il più possibile. Se l'ora della Grande Fuga dallla Terra in fiamme dovesse arrivare troppo presto, prima del 2100-2200, saremmo certamente spacciati ( a meno di non inventare nel frattempo il teletrasporto di massa (rotfl))
    • Anonimo scrive:
      Re: Aveva ragione l'Agente Smith
      Quindi il parassitismo elevato allo status di modello etico di riferimento.
      • AndreaMilano scrive:
        [OT]Re: Aveva ragione l'Agente Smith
        - Scritto da:
        Quindi il parassitismo elevato allo status di
        modello etico di
        riferimento.peccato non ci si firmi, come la copio sulla moleskine? dal Forum di PI, anonimo? peccato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Aveva ragione l'Agente Smith
      - Scritto da:
      Ricordate, nel primo matrix ?

      diceva più o meno così:

      "Il genere umano è un virus, popola le zone
      ricche di risorse, le sfrutta fino all'ultimo e
      poi si sposta in nuove zone a
      sfruttare"



      Caro Hawking, mi permetta: lo scenario che
      descrive sarà probabilmente realtà tra qualche
      secolo, per ora non possiamo fare altro che
      cercare di innalzare il grado di sostenibilità
      della nostra civiltà, per rinviare il nostro
      esodo il più possibile. Se l'ora della Grande
      Fuga dallla Terra in fiamme dovesse arrivare
      troppo presto, prima del 2100-2200, saremmo
      certamente spacciati ( a meno di non inventare
      nel frattempo il teletrasporto di massa
      (rotfl))Lo stesso agente Smith che piazza bombe a Londra con una maschera da V? (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Aveva ragione l'Agente Smith
        - Scritto da:
        Lo stesso agente Smith che piazza bombe a Londra
        con una maschera da V?Lo stesso che fa il Signore di Gran Burrone con la coroncina anni '80 e le orecchie di Spock.Ogni tanto fa anche la drag queen in giro per l'outback su un pullman di nome Priscilla.
  • Anonimo scrive:
    Hawking, appello all' INumanità
    Belle proposte che porta avanti il "grande" scienziato (che in ogni caso per il benessere e il progresso dell' umanità non mi risulta abbia mai prodotto nulla se non teorie e risme di equazioni relative a teorie non verificabili sulla base del metodo galileiano).Per il resto che dice?1) non affrontate i casini che avete creato qui sulla Terra ma preparatevi a battervela con la coda fra le gambe.2) borghizzatevi tutti, che magari se trovano un modo per rimettermi sulle mie gambe non dovrò sentirmi comunque diverso dagli altri.Insomma fantascienza da quattro soldi e proposte fondate su una assoluta mancanza di etica.Se Hawkings è questo, allora è meglio che la natura si sbarazzi in fretta del peso morto che rappresenta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Hawking, appello all' INumanità
      mi fai schifo, vergognati
      • Anonimo scrive:
        Re: Hawking, appello all' INumanità
        Sei di quelli che fuggiranno con la coda fra le gambe?
        • Anonimo scrive:
          Re: Hawking, appello all' INumanità
          Potresti iniziare ad alleggerire la Terra del tuo inutile peso, perchè no?E comunque1) non ho mai mangiato nel piatto di Hawking, quindi sono autorizzato a dire di lui e delle sue teorie, INUTILI per il progresso umano, quanto mi pare.2) Non sono il primo e non sarò l' ultimo a sostenere che l' astrofisica sta assumendo i connotati di una mitologia scritta in linguaggio matematico e non poetico.3) le soluzioni sono state proposte nelle varie risposate e sono più sensate delle proposte di Haeking, quindi leggitele.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hawking, appello all' INumanità
            Per alcuni individui "inutile" è tutto ciò che non riiescono a comprendere.Presumo che questo sia il tuo caso.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Hawking, appello all' INumanità
      - Scritto da:
      Belle proposte che porta avanti il "grande"
      scienziato (che in ogni caso per il benessere e
      il progresso dell' umanità non mi risulta abbia
      mai prodotto nulla se non teorie e risme di
      equazioni relative a teorie non verificabili
      sulla base del metodo
      galileiano).cut..ci vai giu' un po' pesante mi pare.In fin dei conti che ti ha fatto?Se poi viene considerato un assoluto genio nel suo campo, un motivo ci deve essere non credi?E lascia stare i suoi libri best-seller di divulgazione scientifica, hai mai letto qualcosa di suo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Hawking, appello all' INumanità

      1) non affrontate i casini che avete creato qui
      sulla Terra ma preparatevi a battervela con la
      coda fra le
      gambe.io lo farei volentieri se solo ne avessi la possibilita e non ho creato io i casini quindi
      2) borghizzatevi tutti,terminator non e solo una leggenda tutto qui
    • Anonimo scrive:
      Re: Hawking, appello all' INumanità
      - Scritto da:
      Belle proposte che porta avanti il "grande"
      scienziato (che in ogni caso per il benessere e
      il progresso dell' umanità non mi risulta abbia
      mai prodotto nulla se non teorie e risme di
      equazioni relative a teorie non verificabili
      sulla base del metodo
      galileiano).Tu cosa hai pubblicato per poter giudicare inutili le sue pubblicazioni scientifiche? Forza, tira fuori le tue pubblicazioni e confrontiamole con quelle di hawking.
      Per il resto che dice?
      1) non affrontate i casini che avete creato qui
      sulla Terra ma preparatevi a battervela con la
      coda fra le
      gambe.Iniziamo con quello della poplazione: il problema della crescita iperbolica della popolazione umana come la affronti? Abbiamo pochi decenni per limitare la popolazione umana prima che sia la natura a farlo per conto nostro. Nessun governo, nessuna religione, nessun economista ci sente da questo orecchio. Tu cosa proponi?
      Se Hawkings è questo, allora è meglio che la
      natura si sbarazzi in fretta del peso morto che
      rappresenta.Complimenti. Tu invece l'etica ce l'hai nel sangue.
      • Anonimo scrive:
        Re: Hawking, appello all' INumanità
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Belle proposte che porta avanti il "grande"

        scienziato (che in ogni caso per il benessere e

        il progresso dell' umanità non mi risulta abbia

        mai prodotto nulla se non teorie e risme di

        equazioni relative a teorie non verificabili

        sulla base del metodo

        galileiano).

        Tu cosa hai pubblicato per poter giudicare
        inutili le sue pubblicazioni scientifiche? Forza,
        tira fuori le tue pubblicazioni e confrontiamole
        con quelle di
        hawking.Lui cosa ha pubblicato di utile per l' umanità? Rispondi a questa domanda.

        Per il resto che dice?

        1) non affrontate i casini che avete creato qui

        sulla Terra ma preparatevi a battervela con la

        coda fra le

        gambe.

        Iniziamo con quello della poplazione: il problema
        della crescita iperbolica della popolazione umana
        come la affronti? Abbiamo pochi decenni per
        limitare la popolazione umana prima che sia la
        natura a farlo per conto nostro. Nessun governo,
        nessuna religione, nessun economista ci sente da
        questo orecchio. Tu cosa
        proponi?Quindi la soluzione è parassitare fino a che l' ospite non schiatta e poi cercare un nuovo ospite.Bella soluzione.Direi che è sulla stessa lunghezza d' onda di religiosi ed economisti.

        Se Hawkings è questo, allora è meglio che la

        natura si sbarazzi in fretta del peso morto che

        rappresenta.

        Complimenti. Tu invece l'etica ce l'hai nel
        sangue.Dovrei sperare che viva ancora a lungo per continuare a propalare simili farneticazioni?
        • Anonimo scrive:
          Re: Hawking, appello all' INumanità
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Belle proposte che porta avanti il "grande"


          scienziato (che in ogni caso per il benessere
          e


          il progresso dell' umanità non mi risulta
          abbia


          mai prodotto nulla se non teorie e risme di


          equazioni relative a teorie non verificabili


          sulla base del metodo


          galileiano).



          Tu cosa hai pubblicato per poter giudicare

          inutili le sue pubblicazioni scientifiche?
          Forza,

          tira fuori le tue pubblicazioni e confrontiamole

          con quelle di

          hawking.

          Lui cosa ha pubblicato di utile per l' umanità?
          Rispondi a questa
          domanda.
          A partire dai suoi teoremi sulle singolarità, direi molto.Il problema comunque rimane: considerando che hawking è reputato dai suoi pari uno dei più grandi fisici teorici viventi, mi aspetterei che per giudicare le sue pubblicazioni come "inutili" tu sia un suo pari. Quindi forza, tira fuori il tuo CV, così lo possiamo confrontare con quello di Hawking.


          Per il resto che dice?


          1) non affrontate i casini che avete creato
          qui


          sulla Terra ma preparatevi a battervela con la


          coda fra le


          gambe.



          Iniziamo con quello della poplazione: il
          problema

          della crescita iperbolica della popolazione
          umana

          come la affronti? .....
          Tu cosa

          proponi?

          Quindi la soluzione è parassitare fino a che l'
          ospite non schiatta e poi cercare un nuovo
          ospite.
          Bella soluzione.
          Direi che è sulla stessa lunghezza d' onda di
          religiosi ed
          economisti.
          Ti ho chiesto come risolvi tu il problema. Non hai risposto alla domanda.

          Complimenti. Tu invece l'etica ce l'hai nel

          sangue.

          Dovrei sperare che viva ancora a lungo per
          continuare a propalare simili
          farneticazioni?E' assolutamente ininfluente. Ti sei già qualificato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hawking, appello all' INumanità
            - Scritto da:


            A partire dai suoi teoremi sulle singolarità,
            direi
            molto.
            I suoi teoremi danno da mangiare a qualcuno? Non mi pare proprio. Il panettiere all'angolo é più utile di lui.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hawking, appello all' INumanità

            I suoi teoremi danno da mangiare a qualcuno? Non
            mi pare proprio. Il panettiere all'angolo é più
            utile di
            lui.che ignoranza bruttase tutti la pensassero come te oggi non avremmo neanche il fuoco.Ogni teoria matematica e fisica prepara le basi per le tecnologie futuresenza gente come lui non avremmo nulla oggi
          • Anonimo scrive:
            Re: Hawking, appello all' INumanità
            - Scritto da:

            I suoi teoremi danno da mangiare a qualcuno? Non

            mi pare proprio. Il panettiere all'angolo é più

            utile di

            lui.
            che ignoranza brutta
            se tutti la pensassero come te oggi non avremmo
            neanche il
            fuoco.
            Ogni teoria matematica e fisica prepara le basi
            per le tecnologie
            future
            senza gente come lui non avremmo nulla oggiE' proprio questo il punto.La TOTALE mancanza di applicazioni pratiche possibili delle sue teorie.Zero nulla nada.Anche al CERN svolgono ricerche relative alla fisica teorica ma la possibilità che un giorno servano a qualcosa c' è.Le teorie di Hawking sono prossime alla masturbazione mentale o alla mitologia che usa equazioni invece di poemi conditi di divinità eroiche.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hawking, appello all' INumanità
            - Scritto da:

            lui.
            che ignoranza brutta
            se tutti la pensassero come te oggi non avremmo
            neanche il
            fuoco.Si, certo. Ci sono voluti i fisici teorici per scoprire il fuoco. Guarda caso, non esistevano nemmeno i fisici teorici, sono bastati gli uomini primitivi.
            Ogni teoria matematica e fisica prepara le basi
            per le tecnologie
            future
            senza gente come lui non avremmo nulla oggiSicuramente non avremmo la bomba atomica, sai che perdita.La scienza é riuscita solo a dimostrare la propria futilità: ci ha dimostrato che non esiste dio, che la morte é la fine di tutto, che alla fine morirà anche l'Universo e che noi siamo solo macchine organiche che servono solo a propagare il proprio DNA.A che ti serve sapere com'era l'Universo 1 microsecondo dopo il Big Bang? A che serve buttare miliardi per quattro foto di una luna di Saturno su cui non metterai mai piede e non potrai mai vivere, quando ci sono bocche da sfamare sulla Terra?Quando muori, sparisce tutto. Finito. Tutte le idee, i sogni e i pensieri marciscono con il tuo cervello. Prima o poi la razza umana si estinguerà e lascerà solo rovine. Ancora qualche miliardo di anni e ogni cosa sarà vaporizzata dal Sole in espansione. Fine.C'é solo questo mondo, e c'é solo questa vita. Tutto il resto é una perdita di tempo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hawking, appello all' INumanità

            La scienza é riuscita solo a dimostrare la
            propria futilità: ci ha dimostrato che non
            esiste dio,Errore, ha solo dimostrato che non se ne può dimostrare l' esistenza con argomenti razionali.Chi sostiene il contrario non ha capito nulla nè di scienza nè di epistomologia.Come corollario si può affermare che neppure zichichi capisce nulla.
            che la morte é la fine di tutto,Vedi sopra.
            che alla fine morirà anche l'UniversoGli astrofisici hanno proposto modelli, non hanno dimostrato un bel nulla.Manca sempre quel piccolo insignificante particolare della verifica sperimentale che distingue la ricerca scientifica dalla mitologia basata sulla matematica anzichè sul linguaggio poetico.
            e che noi siamo solo macchine organiche che
            servono solo a propagare il proprio DNA.Questo è un interessante esempio di feedback culturale nichilista.
        • Garson Poole scrive:
          Re: Hawking, appello all' INumanità
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Belle proposte che porta avanti il "grande"


          scienziato (che in ogni caso per il benessere
          e


          il progresso dell' umanità non mi risulta
          abbia


          mai prodotto nulla se non teorie e risme di


          equazioni relative a teorie non verificabili


          sulla base del metodo


          galileiano).



          Tu cosa hai pubblicato per poter giudicare

          inutili le sue pubblicazioni scientifiche?
          Forza,

          tira fuori le tue pubblicazioni e confrontiamole

          con quelle di

          hawking.

          Lui cosa ha pubblicato di utile per l' umanità?
          Rispondi a questa
          domanda.



          Per il resto che dice?


          1) non affrontate i casini che avete creato
          qui


          sulla Terra ma preparatevi a battervela con la


          coda fra le


          gambe.



          Iniziamo con quello della poplazione: il
          problema

          della crescita iperbolica della popolazione
          umana

          come la affronti? Abbiamo pochi decenni per

          limitare la popolazione umana prima che sia la

          natura a farlo per conto nostro. Nessun governo,

          nessuna religione, nessun economista ci sente da

          questo orecchio. Tu cosa

          proponi?

          Quindi la soluzione è parassitare fino a che l'
          ospite non schiatta e poi cercare un nuovo
          ospite.
          Bella soluzione.
          Direi che è sulla stessa lunghezza d' onda di
          religiosi ed
          economisti.



          Se Hawkings è questo, allora è meglio che la


          natura si sbarazzi in fretta del peso morto
          che


          rappresenta.



          Complimenti. Tu invece l'etica ce l'hai nel

          sangue.

          Dovrei sperare che viva ancora a lungo per
          continuare a propalare simili
          farneticazioni? Quoto in toto
    • AlphaC scrive:
      Re: Hawking, appello all' INumanità
      io ho letto un libro di hawking (dai big bang ai buchi neri) ed è stato molto interessante, devo dire però che questa teoria che vede il genere umano come una cavalletta che si sposta succhia e se ne va ha un che di orribile.Preferirei un out out magari meno ottimista:o convivere o morire.
      • pentolino scrive:
        Re: Hawking, appello all' INumanità
        - Scritto da: AlphaC
        Preferirei un out out magari meno ottimista:
        o convivere o morire.'Out out'? Non era 'aut aut'?O ho capito male?
      • Garson Poole scrive:
        Re: Hawking, appello all' INumanità
        - Scritto da: AlphaC
        io ho letto un libro di hawking (dai big bang ai
        buchi neri) ed è stato molto interessante, devo
        dire però che questa teoria che vede il genere
        umano come una cavalletta che si sposta succhia e
        se ne va ha un che di
        orribile.
        Preferirei un out out magari meno ottimista:
        o convivere o morire.Condivido.Sembra la visione dei bacelloni giganti (Invasion of the Bodysnatcher) :)
        • avvelenato scrive:
          Re: Hawking, appello all' INumanità
          - Scritto da: Garson Poole

          - Scritto da: AlphaC

          io ho letto un libro di hawking (dai big bang ai

          buchi neri) ed è stato molto interessante, devo

          dire però che questa teoria che vede il genere

          umano come una cavalletta che si sposta succhia
          e

          se ne va ha un che di

          orribile.

          Preferirei un out out magari meno ottimista:

          o convivere o morire.

          Condivido.
          Sembra la visione dei bacelloni giganti (Invasion
          of the Bodysnatcher)
          :)Eppure è così.Gli uomini sono una bolla di entropia positiva (chiamala estropia se vuoi) che per vivere devono aumentare l'entropia del sistema esterno al loro. E' inevitabile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Hawking, appello all' INumanità
            Oh avve ristudiati fisica vah che se no non passi la maturità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Hawking, appello all' INumanità
      LOL chi dice cosa è giusto o sbagliato? il Vaticano?
      • Anonimo scrive:
        Re: Hawking, appello all' INumanità
        Loro meno di tutti questo è sicuro.In ogni caso questa è la risposta tipica di chi non ha mai studiato una ceppa di filosofia.Studiati un attimo Kant e la Critica della Ragion Pratica e capirai.
  • Anonimo scrive:
    gli umani sono deboli
    w i dinosauri
  • Davz scrive:
    Sinceramente
    il genere umano ha fatto così tanti casini sulla Terra che la metà è già più che sufficiente: spero che gli altri pianeti vengano risparmiati, dato che uno lo stiamo già distruggendo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Sinceramente
      - Scritto da: Davz
      il genere umano ha fatto così tanti casini sulla
      Terra che la metà è già più che sufficiente:
      spero che gli altri pianeti vengano risparmiati,
      dato che uno lo stiamo già
      distruggendo....Come non quotare? Non basta 1, addirittura ne vogliono distruggere quanti più possibile. Certe volte mi vergnogno di appartenere alla razza più ipocrita e egoista che esista.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sinceramente

        Come non quotare? Non basta 1, addirittura ne
        vogliono distruggere quanti più possibile. Certe
        volte mi vergnogno di appartenere alla razza più
        ipocrita e egoista che
        esista.
        Vi vergognate e scommetto che avete auto che inquina, elettrodomestici vari che sono indispensabili per non faticare, casa preferibilmente spaziosa con riscaldamento e magari aria condizionata, pc sicuramente visto che siete qui e via dicendo. In fondo tutte cose che la natura fornisce spontaneamente, la benzina esce dal distributore e non ha niente a che vedere con gli impianti petroliferi, i mobili nascono nell'ikea e non hanno niente a che vedere con il disboscamento, cinture, scarpe e accessori vari nascono nei negozi e non hanno niente a che vedere con lo sfruttamentoo della natura. Tutto normale, l'importante è venire qui a dire che non è giusto inquinare e la coscenza è a posto.
        • AlphaC scrive:
          Re: Sinceramente
          hai toccato un punto scottante, ma vedo che tu sei qui a scrivere come noi
        • Anonimo scrive:
          Re: Sinceramente
          - Scritto da:

          Come non quotare? Non basta 1, addirittura ne

          vogliono distruggere quanti più possibile. Certe

          volte mi vergnogno di appartenere alla razza più

          ipocrita e egoista che

          esista.


          Vi vergognate e scommetto che avete auto che
          inquina, elettrodomestici vari che sono
          indispensabili per non faticare, casa
          preferibilmente spaziosa con riscaldamento e
          magari aria condizionata, pc sicuramente visto
          che siete qui e via dicendo. In fondo tutte cose
          che la natura fornisce spontaneamente, no che non non sappiamo come usare, la natura fornisce anche l'energia elettrica dai mirtilli(si i frutti di bosco)la benzina
          esce dal distributore e non ha niente a che
          vedere con gli impianti petroliferi, appunto ma chi la vuola la benzina quando si puo andare a diesel che non inquina (se lo fai andare con la colza) e in piu metti in crescita quei contadini rovinati dalle quote lattei mobili
          nascono nell'ikea e non hanno niente a che vedere
          con il disboscamento, cinture, scarpe e accessori
          vari nascono nei negozi e non hanno niente a che
          vedere con lo sfruttamentoo della natura. c'e tutto per fare tutto, il fatto di non inquinare vuol dire avere delle cose che duranoTutto
          normale, l'importante è venire qui a dire che non
          è giusto inquinare e la coscenza è a
          posto.fai causa al governo allora perche ha l'obbligo di garantire la salute (prima degli interessi del petrolio)detto che esistono le tecnologie a bassissimo impatto o ad impatto nullo il primo a dover fare qualcosa siamo noi bloccando tutto cio che fa comodo ai pochiDRM petrolio tasse
          • Anonimo scrive:
            Re: Sinceramente
            - Scritto da: [...]
            appunto ma chi la vuola la benzina quando si puo
            andare a diesel che non inquina (se lo fai andare
            con la colza) e in piu metti in crescita quei
            contadini rovinati dalle quote
            latte[...]Questa storia dell'olio di colza mi fa ridere.E` mai stato calcolato quale superficie del pianeta bisognerebbe impiegare a coltivazione di colza se davvero fosse usata al posto del petrolio in modo massiccio invece che da 4 gatti che fanno gli alternativi a tutti i costi?Altro che disboscare la foresta amazzonica!
          • Anonimo scrive:
            Re: Sinceramente

            Questa storia dell'olio di colza mi fa ridere.buon per te!
            E` mai stato calcolato quale superficie del
            pianeta bisognerebbe impiegare a coltivazione di
            colza se davvero fosse usata al posto del
            petrolio in modo massiccio invece che da 4 gatti
            che fanno gli alternativi a tutti i
            costi?ti sembrerà strano, ma sì! é uscito che ci vuole tanto spazio almeno quanto il vuoto nel tuo cranio...
            Altro che disboscare la foresta amazzonica!ti sembra così difficile far convivere due sistemi o magari addirittura tre?? magari un mezzo di trasporto (l'auto é insostenibile, non si può pensare ad un futuro con un trasporto privato) che va ad energia solare, quando non ne ha abbastanza va a colza, quando é stufo fa anche a benzina, che problema c'é? oppure una parte dei mezzi va a benzina, ed un'altra a colza, non sarebbe solo un guadagno per tutti?
  • Anonimo scrive:
    Scotti....
    ...ci porti a curvatura 4.3Ma perfavore.... se sulla luna non ci mettiamo piede da 30 anni per i costi spropositati delle missioni con uomini... in 30 anni vogliamo farci una colonia?? Forse il progetto..
    • Anonimo scrive:
      Re: Scotti....
      - Scritto da:
      ...ci porti a curvatura 4.3

      Ma perfavore.... se sulla luna non ci mettiamo
      piede da 30 anni per i costi spropositati delle
      missioni con uomini... in 30 anni vogliamo farci
      una colonia?? Forse il
      progetto..Ma ci sono realmente andati sulla luna?
      • Anonimo scrive:
        Re: Scotti....
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...ci porti a curvatura 4.3



        Ma perfavore.... se sulla luna non ci mettiamo

        piede da 30 anni per i costi spropositati delle

        missioni con uomini... in 30 anni vogliamo farci

        una colonia?? Forse il

        progetto..

        Ma ci sono realmente andati sulla luna?Si ma il sabato sera era un mortorio.
  • Anonimo scrive:
    non è che niente niente
    Hawking sà qualcosa che noi non sappiamo?Scherzi a parte, se badiamo bene alle proporzioni noi siamo formiche che vivono su uno strato di polvere di un sasso nello spazio.L'abbandono del pianeta Terra da parte del genere umano segnerebbe l'ultimo passo verso l'evoluzione dell'umanità, non più in grado solamente di abitare in ogni luogo del pianeta ma in ogni luogo dell'universo conosciuto.Beato chi vedrà questo futuro
    • Anonimo scrive:
      Re: non è che niente niente
      - Scritto da:
      Hawking sà qualcosa che noi non sappiamo?
      Scherzi a parte, se badiamo bene alle proporzioni
      noi siamo formiche che vivono su uno strato di
      polvere di un sasso nello
      spazio.
      L'abbandono del pianeta Terra da parte del genere
      umano segnerebbe l'ultimo passo verso
      l'evoluzione dell'umanità, non più in grado
      solamente di abitare in ogni luogo del pianeta ma
      in ogni luogo dell'universo
      conosciuto.
      Beato chi vedrà questo futuroMai visto letto Gundam? Finirà esattamente così. Conflitti tra colonie e pianeti, lotte per l'indipendenza ecc. ecc. E' inutile cambiare pianeta senza prima cambiare mentalità.
      • Anonimo scrive:
        Re: non è che niente niente
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Hawking sà qualcosa che noi non sappiamo?

        Scherzi a parte, se badiamo bene alle
        proporzioni

        noi siamo formiche che vivono su uno strato di

        polvere di un sasso nello

        spazio.

        L'abbandono del pianeta Terra da parte del
        genere

        umano segnerebbe l'ultimo passo verso

        l'evoluzione dell'umanità, non più in grado

        solamente di abitare in ogni luogo del pianeta
        ma

        in ogni luogo dell'universo

        conosciuto.

        Beato chi vedrà questo futuro

        Mai visto letto Gundam? Finirà esattamente così.
        Conflitti tra colonie e pianeti, lotte per
        l'indipendenza ecc. ecc. E' inutile cambiare
        pianeta senza prima cambiare
        mentalità.concetto non privo di senso
      • Anonimo scrive:
        Re: non è che niente niente

        E' inutile cambiare
        pianeta senza prima cambiare
        mentalità. FANTASTICA! Una frasetta di 8 parole che rende ridicolo il più illustre astrofisico del mondo!COMPLIMENTI! SE PERMETTI ME LA SEGNO!
        • Anonimo scrive:
          Re: non è che niente niente
          - Scritto da:


          E' inutile cambiare

          pianeta senza prima cambiare

          mentalità.

          Una frasetta di 8 parole che rende ridicolo il
          più illustre astrofisico del
          mondo!veramente mette in ridicolo te...
          COMPLIMENTI! SE PERMETTI ME LA SEGNO!ecco bravo!
Chiudi i commenti