La UE blinda le proprietà intellettuali

Scoppia la polemica intorno alla direttiva europea che colpisce la violazione della proprietà intellettuale. Gli esperti: soffoca la competizione ed è dannosa per i consumatori. Pene dure, come quelle per i terroristi


Londra – I membri della Foundation for Information Policy Research hanno utilizzato parole forti per denunciare l’ inasprimento generalizzato delle misure a tutela della proprietà intellettuale nell’Unione Europea. La nuova bozza della cosiddetta direttiva IPRE è nuovamente al centro delle polemiche , accusata di soffocare l’innovazione e la competizione in tutti i settori che ruotano intorno alle nuove tecnologie: dall’informatica allo sviluppo di nuovi sistemi per le telecomunicazioni.

“La nuova direttiva costringerà gli stati UE ad arrestare chiunque violi un brevetto di qualche tipo”, sostiene Ross Anderson , professore di scienze informatiche presso l’ Università di Cambridge e presidente di FIPR. I portavoce di FIPR, vicini alle posizioni dei sostenitori del software open source, pensano che l’approvazione della direttiva costituisca un brutto colpo alle libertà civili . “Se passerà”, si legge in una nota ufficiale, “un’azienda IT dovrà mettere in preventivo qualsiasi tipo di spesa legale per tutelarsi da accuse su violazioni di brevetti”.

La situazione in Europa è prossima ad una svolta : le pressioni della Gran Bretagna stanno accelerando ulteriormente l’avvicinamento di Bruxelles a Washington, patria della lotta senza quartiere alla violazione dei brevetti. Il governo britannico, attualmente alla guida dell’Unione Europea, ha convocato esponenti di spicco dell’industria internazionale in occasione della Creative Economy Conference .

I partecipanti, tra cui svettano TimeWarner , British Telecom , Microsoft e BBC , discuteranno dell’agenda europea per combattere fenomeni come pirateria e contraffazione. “Modernizzeremo il sistema del copyright e qualsiasi altra forma di garanzia per la proprietà intellettuale”, sostiene il ministero dell’industria britannico.

“La direttiva IPRE non può che nuocere ai consumatori”, continua Anderson, “farà salire i prezzi, proprio adesso che c’è aria di crisi: nuoce alle imprese, alla ricerca ed alle università”. L’Europa, secondo l’esperto, sta per adottare direttive più dure in materia di proprietà intellettuale di quanto non siano le norme contro il terrorismo internazionale .

Anderson è dell’avviso che la direttiva IPRE sarà un colpo basso per il software libero : l’eventuale inasprimento del quadro normativo complessivo porterà “i nemici dell’open-source ad approfittarne in maniera predatoria, così che faranno di tutto per colpire con enormi battaglie legali”. FIPR riflette l’umore dell’iniziativa CODE , Campaign for an Open Digital Environment , dedicata alla difesa della cosiddetta libertà digitale.

Infatti IPRED pone sullo stesso piano la violazione dei brevetti con quella del diritto d’autore. In caso di una sua approvazione, allo studio dei deputati europei, secondo i più critici potrebbe innestare un approccio di iper-protezione a cascata sulla produzione digitale nella sua interezza, così come su quella farmaceutica, biochimica e persino agroalimentare.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ilmusico scrive:
    Ma lo volete capire ...
    Ma lo volete capire che è questa, esattamente questa, la democrazia americana? Il concetto base è questo e poi viene applicato nei vari settori decisi NON dal governo americano MA dalle Multinazionali!Il governo americano è pilotato da loro.L' America del Nord, fin dal 1776 , con Presidente George Washington, più che su DIO , si basa principalmente su DIO DOLLARO tanto da scrivere sulle monete e banconote: "In God we trust" : tutto il resto non è che conseguenza di questa materialistica forma mentis.Preso atto di questa realtà, l' Europa deve svegliarsi e non seguire pedissequamente gli USA, i quali fanno i loro interessi, spesso a danno di moltissimi altri paesi. Tanto più che il nostro continente , non attraversa certamente , una esaltante fase storico-politico-economica...
  • Anonimo scrive:
    Italiani o no?

    nella paper distribuitaCosa costava scrivere "nel documento distribuito"?
    • Anonimo scrive:
      Re: Italiani o no?
      - Scritto da: Anonimo

      nella paper distribuita

      Cosa costava scrivere "nel documento distribuito"?per chi traduce regolarmente la parola pack con pacco dici......
  • The_GEZ scrive:
    Re: Il probema è serio.
    Ciao Alessandrox !
    Tuttavia, almeno da un punto di vista
    etico//morale/legale trovo molto difficile che
    qualcuno possa impormi di passare per forza
    attraverso i suoi servizi...Per quanto riguarda il punto di vista etico/morale/legale posse essere d'accordo con te, ma non sottovalutare il lato "tecnico", ovvero queste lobby sono talmente potenti da poter imporre "tecnicamente" i loro sistemi.Io utilizzo Open Office, ma se provo a spedire per e-mail un file .SXW mi viene risposto "Che cavolo mi hai mandato ? Con Word non si apre !".Ecco sosa intendo per "imposizione tecnica".Ovviamente è solo un esempio non ha la prestesa di coprire l' intera casistica.==================================Modificato dall'autore il 07/10/2005 11.12.36
    • Anonimo scrive:
      Re: Il probema è serio.
      - Scritto da: The_GEZ
      Io utilizzo Open Office, ma se provo a spedire
      per e-mail un file .SXW mi viene risposto "Che
      cavolo mi hai mandato ? Con Word non si apre !".Mandalo in .rtf.Sul resto concordo "accièntopecciènto"
    • Anonimo scrive:
      Re: Il probema è serio.
      - Scritto da: The_GEZ
      Io utilizzo Open Office, ma se provo a spedire
      per e-mail un file .SXW mi viene risposto "Che
      cavolo mi hai mandato ? Con Word non si apre !".e tu rispondi "cos'e' word?"
      • Anonimo scrive:
        Re: Il probema è serio.
        - Scritto da: munehiro

        - Scritto da: The_GEZ

        Io utilizzo Open Office, ma se provo a spedire

        per e-mail un file .SXW mi viene risposto "Che

        cavolo mi hai mandato ? Con Word non si apre !".

        e tu rispondi "cos'e' word?"così ti danno del pirla
        • Anonimo scrive:
          Re: Il probema è serio.
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: munehiro



          - Scritto da: The_GEZ


          Io utilizzo Open Office, ma se provo a spedire


          per e-mail un file .SXW mi viene risposto "Che


          cavolo mi hai mandato ? Con Word non si apre
          !".



          e tu rispondi "cos'e' word?"

          così ti danno del pirlacapirai, ti da del pirla quello che aveva detto che con word non si apre....
          • Anonimo scrive:
            Re: Il probema è serio.
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: munehiro





            - Scritto da: The_GEZ



            Io utilizzo Open Office, ma se provo a
            spedire



            per e-mail un file .SXW mi viene risposto
            "Che



            cavolo mi hai mandato ? Con Word non si apre

            !".





            e tu rispondi "cos'e' word?"



            così ti danno del pirla

            capirai, ti da del pirla quello che aveva detto
            che con word non si apre....Diciamo che è vero che ti danno del pirla, non è bellissimo perchè te sai di essere più "colto" informaticamente di loro. Ma ahimè è così :(
  • Anonimo scrive:
    E' il caso di dire: viva Linux!
    Sempre che continui ad esistere una comunità che sviluppa in modo indipendente, esisteranno cose come il Dreambox, che se ne infischieranno dei flag.Ovviamente la diffusione dei firmware sarà "sottobanco" come al solito...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' il caso di dire: viva Linux!
      - Scritto da: Anonimo
      Sempre che continui ad esistere una comunità che
      sviluppa in modo indipendente, esisteranno cose
      come il Dreambox, che se ne infischieranno dei
      flag.
      Ovviamente la diffusione dei firmware sarà
      "sottobanco" come al solito...Certo, certo.Poi però il tuo sito lo vedranno soltanto coloro che avranno questo firmware sottobanco. (il DRM ahimé comprende anche questo)
    • lb2004 scrive:
      Re: E' il caso di dire: viva Linux!
      http://www.eff.org/broadcastflag/EFF propone mythtv come sistema per evitare il broadcast flag.Io ho riciclato un vecchio pc con scheda DTT e knoppmyth. Grane di configurazione a tonnellate (però io di Linux so poco) ma soddisfazioni molte. E adesso il broadcast flag mi causa poco timore; non perché così posso pirateggiare a mio piacimento, ma perché se ho una cena e, per caso assai improbabile, c'è in TV un film interessante posso registrarmelo senza problemi e riguardarmelo con i miei tempi.Questo senza contare che il broadcast flag bloccherebbe il time-shift che è la miglior invenzione che potevano fare per la fruizione dei programmi televisivi.
      • Sparrow scrive:
        Re: E' il caso di dire: viva Linux!
        - Scritto da: lb2004
        http://www.eff.org/broadcastflag/

        EFF propone mythtv come sistema per evitare il
        broadcast flag.

        Io ho riciclato un vecchio pc con scheda DTT e
        knoppmyth. Grane di configurazione a tonnellate
        (però io di Linux so poco) ma soddisfazioni
        molte.

        E adesso il broadcast flag mi causa poco timore;
        non perché così posso pirateggiare a mio
        piacimento, ma perché se ho una cena e, per caso
        assai improbabile, c'è in TV un film interessante
        posso registrarmelo senza problemi e
        riguardarmelo con i miei tempi.

        Questo senza contare che il broadcast flag
        bloccherebbe il time-shift che è la miglior
        invenzione che potevano fare per la fruizione dei
        programmi televisivi.Anch'io sto riciclando un Athlon1800 per farne un HTPC con Knoppmyth !Ancora non ho riformattato il tutto.In una mia segnalazione avevo chiesta alla redazione una recensione di Knoppmyth, senza risposta.Per accelerare la diffusione di Linux è essenziale diffondere le esperienze sulla configurazione del sistema !Magari chiederò lumi a te che l'hai già provato ! :)
        • lb2004 scrive:
          Re: E' il caso di dire: viva Linux!
          - Scritto da: Sparrow

          Magari chiederò lumi a te che l'hai già provato !
          :)Permettimi di suggerirti chi è ben + bravo di mehttp://www.htpcpoint.it/Ottimi forum in italiano, il gestore del sito è molto capace imho.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' il caso di dire: viva Linux!
      E' il caso di risponderti: e che palle !
  • Anonimo scrive:
    informazione
    L'importante è che, sulle confezioni dei nuovi televisori ecc., venga scritto chiaro e tondo quali limitazioni il prodotto causa in modo che i consumatori possano evitare di comprarlo. Non ho dubbi d'altra parte che, in caso contrario, la stragrande maggioranza dei giudici di pace darebbe ragione all'acquirente-truffato, perchè il prodotto non sarebbe idoneo all'uso che l'acquirente intendeva farne.
    • Anonimo scrive:
      Re: informazione
      - Scritto da: Anonimo
      L'importante è che, sulle confezioni dei nuovi
      televisori ecc., venga scritto chiaro e tondo
      quali limitazioni il prodotto causa in modo che i
      consumatori possano evitare di comprarlo. Non ho
      dubbi d'altra parte che, in caso contrario, la
      stragrande maggioranza dei giudici di pace
      darebbe ragione all'acquirente-truffato, perchè
      il prodotto non sarebbe idoneo all'uso che
      l'acquirente intendeva farne.Si tratta di stabilire se sia davvero necessario il "chiaro e tondo" oppure no: nel manuale del mio VCR Thompson è nel secondo frontespizio il disclaimer circa l'uso "illegale" dell'apparecchio...
      • Alessandrox scrive:
        Re: informazione
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        L'importante è che, sulle confezioni dei nuovi

        televisori ecc., venga scritto chiaro e tondo

        quali limitazioni il prodotto causa in modo che
        i

        consumatori possano evitare di comprarlo. Non ho

        dubbi d'altra parte che, in caso contrario, la

        stragrande maggioranza dei giudici di pace

        darebbe ragione all'acquirente-truffato, perchè

        il prodotto non sarebbe idoneo all'uso che

        l'acquirente intendeva farne.
        Si tratta di stabilire se sia davvero necessario
        il "chiaro e tondo" oppure no: nel manuale del
        mio VCR Thompson è nel secondo frontespizio il
        disclaimer circa l'uso "illegale"
        dell'apparecchio...Sono 2 cose diverse:Un conto e' non permettere tecnicamente di fare alcune cose, un altro e' scrivere che e' illegale fare determinate cose..nel primo caso DEVO esserne informato, non tanto per *quelle cose che legittimamente non si possono fare* ma per le possibili conseguenze e ripercussioni su cio' che LEGITTIMAMENTE potrei fare... perche' sempre piu' spesso certe limitazioni non sono e non saranno cosi' selettive.... o peggio ancora potrebbero limitarci proprio in cio' che ci spetterebbe di diritto, come ad esempio produrre e diffondere contenuti *propri*.==================================Modificato dall'autore il 07/10/2005 11.00.27
        • Anonimo scrive:
          Re: informazione
          Non ci sperare. Al limite sara' scritto nel manuale, in qualche appendice. Non certo vicino al cartellino del prezzo.E quasi nessuno, purtroppo, compra un televisore chiedendo prima di visionarne il manuale.
          • Anonimo scrive:
            Re: informazione
            No, ma per fortuna da qualche anno a questa parte abbiamo la possibilità di verificare le caratteristiche del prodotto su internet prima di comprare :)
  • Anonimo scrive:
    E allora?
    Tanto in Italia cosa dovremmo registrare, L'Isola dei Famosi o La Talpa, oppure Amici o L'Italia sul Due, o ancora Buona Domenica oppure Contro Campo?Questa è la qualità della TV italiana. Lucchettino pure, che il mio VHS ha smesso di registrare almeno da 10 anni.
    • Anonimo scrive:
      [OT] Re: E allora?
      "Mi Manda RaiTre" o per esempio: almeno qualcuno si ricorda anche in TV, e non solo nei forum, dei consumatori...
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Re: E allora?
        - Scritto da: Anonimo
        "Mi Manda RaiTre" o per esempio: almeno qualcuno
        si ricorda anche in TV, e non solo nei forum, dei
        consumatori...Te lo puoi scaricare tranquillamente da RaiClick :)
        • Alessandrox scrive:
          Re: [OT] Re: E allora?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          "Mi Manda RaiTre" o per esempio: almeno qualcuno

          si ricorda anche in TV, e non solo nei forum,
          dei

          consumatori...

          Te lo puoi scaricare tranquillamente da RaiClick
          :)OK ma non ci sono solo le trasmissioni Rai... e vioglio be n sperare che anche in futuro sara' cosi'...E se un giorno decidessero di tagliare a posteriori pezzetti di trasmissioni un po' scomode? O se smettessero di fornirle pubblicamente?
    • Anonimo scrive:
      Re: E allora?
      Io invece rippo da DVB-T a tutto spiano.Oggi pomeriggio su LA7 hanno passato "38° Parallelo - Missione Compiuta", con Gregory Peck. Un film che mette a tacere milioni di talpe, grandi fratelli e merdate simili. Tu lo hai visto ?Saluti,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: E allora?
        - Scritto da: Anonimo
        Io invece rippo da DVB-T a tutto spiano.

        Oggi pomeriggio su LA7 hanno passato "38°
        Parallelo - Missione Compiuta", con Gregory Peck.
        Un film che mette a tacere milioni di talpe,
        grandi fratelli e merdate simili. Tu lo hai visto
        ?

        Saluti,
        PiwiIo ho un decoder PVR satellitare e non so perché ma ora sia mediaset che la rai non criptano più i film e i telefilm e posso registrare su disco fisso tutto quanto.Però non lo faccio perché a me di stare lì ad archiviare roba che non riguarderò mai non frega niente.
  • Anonimo scrive:
    Guerra di secessione
    Ancora una volta si propone all'Europa di impotare un'altra follia americana, sicuramente con enormi pressioni del governo USA e delle major che lo controllano, direttamente, o tramite le ambasciate nei vari paesi europei.Le colonie d'oltreoceano fecero la guerra di secessione per liberarsi dell'Inghilterra.Ora ci vorrebbe una guerra di secessione europea per riprenderci la nostra libertà e porre fine alla dominazione economica, culturale, e politica degli USA.
    • Anonimo scrive:
      Re: Guerra di secessione
      Quanto hai ragione...purtoppo però il potere politico è sempre più nella mani del potere economico...Ai politici (tutti) manca il coraggio di opporsi...e si che i cittadini è proprio questo che vorrebbero.Se poi pensiamo che in Italia il potere economico è anche "fisicamente" al governo....
      • Anonimo scrive:
        Re: Guerra di secessione
        - Scritto da: Anonimo
        Quanto hai ragione...purtoppo però il potere
        politico è sempre più nella mani del potere
        economico...Ai politici (tutti) manca il coraggio
        di opporsi...e si che i cittadini è proprio
        questo che vorrebbero.

        Se poi pensiamo che in Italia il potere economico
        è anche "fisicamente" al governo....Vota Bertinotti
      • Anonimo scrive:
        Re: Guerra di secessione
        Chi fa girare i soldi a livello mondiale sono poche persone , e questi saltano tutte le barriere e nazioni .
    • Anonimo scrive:
      Re: Guerra di secessione
      L'unica soluzione? Arrivare ad avere prodotti tecnologici di largo consumo frutto della ricerca e degli investimenti di aziende italiane e comprare solo quelli.Ma ho come l'impressione che, nel settore tecnologico consumer, Italia non faccia rima con ricerca come avviene invece in altri ambiti :'( Il patriota
      • The_GEZ scrive:
        Re: Guerra di secessione
        Ciao Anonimo !
        L'unica soluzione? Arrivare ad avere prodotti
        tecnologici di largo consumo frutto della ricerca
        e degli investimenti di aziende italiane e
        comprare solo quelli.???????Cioè ?Controllo totale si, purchè italiano ?Scusa lo scetticismo ....
        • Anonimo scrive:
          Re: Guerra di secessione
          L'autore del thread (un po' OT) dice:"Ora ci vorrebbe una guerra di secessione europea per riprenderci la nostra libertà e porre fine alla dominazione economica, culturale, e politica degli USA."Io ho solo immaginato come si potrebbe limitare la dominiazione USA in campo economico qui in Italia, nella fattispecie nel ramo tecnologico. Non mi pare infatti che ci sia molto "Designed in Italy" dentro un PC o sbaglio?Il patriota
    • Anonimo scrive:
      Re: Guerra di secessione
      Guarda, che questa tecnologia serve più per difendere la produzione TV nostrana (cioè Europea) che quella USA, captabile qui solo via satellite.Certo ci sono i film USA (insieme a quelli EU) che può trasmettere la TV; ma insomma oltre ad essere una minoranza in questo caso (tra spettacoli e cogli*nerie varie) vorrei ricordarvi che farsi una copia pirata di un film dato alla TV (USA, EU, Russo o cmq sia) è un reato. E non c'è copia di backup che tenga visto che qui non siamo in presenza d'acquisto di CD/DVD; hai solo diritto alla visione del film quando lo trasmette la TV.Quindi .... non tiriamo in ballo gli USA quando non c'entrano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Guerra di secessione
        Va bene ... questo mi viene detto dopo 25 anni di vendite di VCR !Saluti,Piwi
        • Anonimo scrive:
          Re: Guerra di secessione
          Tratto da:http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=2636&forum=4&viewmode=flat&order=ASC&start=0Egr. Sig. Siddi, in relazione alla Sua e-mail La informiamo che l?attività da Lei descritta è consentita solo se effettuata per uso personale purché senza scopo di lucro e senza fini direttamente o indirettamente commerciali.Le precisiamo infatti che in base alla legge sul diritto d?autore n. 633/1941, è considerato reato la riproduzione di opere dell?ingegno per uso non personale e a scopo di lucro.Con i migliori saluti.Ufficio per le Relazioni con il Pubblico ? SIAE
          • Anonimo scrive:
            Re: Guerra di secessione
            E cosa c'entra ?Ma statevene a dormire, alle 5:01, invece di tirar fuori sta roba !
          • Anonimo scrive:
            Re: Guerra di secessione
            - Scritto da: Anonimo
            E cosa c'entra ?

            Ma statevene a dormire, alle 5:01, invece di
            tirar fuori sta roba !Ma svegliati te che non sai manco seguire un discorso semplicissimo.Era in risposta a questo:"vorrei ricordarvi che farsi una copia di un film dato alla TV è un reato"
          • Anonimo scrive:
            Re: Guerra di secessione
            È un reato.la copia di backup per uso personale la puoi fare solo se hai l'originale: CD o DVD.Una copia di qualcosa o parte di essa dal libro al film è permessa per legge solo se strettamente indispensabile ma tale da non pregiudicare l'acquisto dell'originale (cioè se ti fai la copia deve essere tale che l'uso della copia è opzionale, "in più"); in parole povere puoi solo fare una copia di una parte di un film.Ma per far questo non hai bisogno della TV: mandi un fax, lettera, email all'editore dell'originale (o a chi ne detiene i diritti in Italia) e/o alla SIAE in cui motivi e chiedi la copia di una parte dell'opera.
          • Anonimo scrive:
            Re: Guerra di secessione
            - Scritto da: Anonimo
            È un reato.Sì buonanotte...
          • Anonimo scrive:
            Re: Guerra di secessione
            ARIDAJE !Postami legge, articolo, comma.Così mi convinco e la facciamo finita.Saluti,Piwi
          • Anonimo scrive:
            Re: Guerra di secessione
            Un sito di giuristi va bene, NO?Poi questa storia di elencare siti deve terminare: come riferimento libri e media hanno lo stesso valore!http://www.diritto.it/articoli/dir_tecnologie/buccarella9.htmlSotto disposizioni normative leggiamo: 1. E' consentita la riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi su qualsiasi supporto,effettuata da una persona fisica per uso esclusivamente personale, purché senza scopo dilucro e senza fini direttamente o indirettamente commerciali, nel rispetto delle misuretecnologiche di cui all'articolo 102-quater.2. La riproduzione di cui al comma 1 non può essere effettuata da terzi.La prestazione di servizi finalizzata a consentire la riproduzione difonogrammi e videogrammi da parte di persona fisica per uso personalecostituisce attività di riproduzione soggetta alle disposizioni di cuiagli articoli 13, 72, 78-bis, 79 e 80.Più interessanti sono i commenti del giurista:"L'art 13 lda dispone che "Il diritto esclusivo di riprodurre ha peroggetto la moltiplicazione in copie diretta o indiretta, temporanea opermanente, in tutto o in parte dell'opera, in qualunque modo o forma,come la copiatura a mano, la stampa, la litografia, l'incisione, lafotografia, la fonografia, la cinematografia ed ogni altro procedimento diriproduzione". Per diritto esclusivo si intende diritto proprio edesclusivo dell'autore - qui generalmente la casa discografica. Quindiposso duplicare solo dietro licenza della casa discografica, una copia ole più copie che mi verrano consentite.""Ciò significa che dovrò richiedere al fonografico - ergo casa discografica- l'autorizzazione alla copia o alle copie - ed anche a poter prestare onoleggiare esemplari dei fonogrammi. Il prestito del cd originaleall'amico non è consentito, se non vi è autorizzazione nelle note dicopyright sulla copertina del disco o autorizzazione espressa delfonografico. Ergo non posso prestare il disco all'amico perche' se nefaccia copia; si viola il diritto esclusivo di riproduzione che è propriodel titolare del copyright.""4. Fatto salvo quanto disposto dal comma 3, i titolari dei diritti sonotenuti a consentire che, nonostante l'applicazione delle misuretecnologiche di cui all'articolo 102-quater, la persona fisica che abbiaacquisito il possesso legittimo di esemplari dell'opera o del materialeprotetto, ovvero vi abbia avuto accesso legittimo, possa effettuare unacopia privata, anche solo analogica, per uso personale, a condizione chetale possibilità non sia in contrasto con lo sfruttamento normaledell'opera o degli altri materiali e non arrechi ingiustificatopregiudizio ai titolari dei diritti."Cioè puoi farti una copia, purchè non arrecchi danno ai detentori del copyright, ergo la copia non deve pregiudicare l'acquisto dell'originale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Guerra di secessione
            - Scritto da: Anonimo
            ergo la copia
            non deve pregiudicare l'acquisto dell'originale.Una registrazione dalla tv non pregiudica l'acquisto dell'originale, quindi alla fine avevi torto marcio.
      • Sparrow scrive:
        Re: Guerra di secessione
        - Scritto da: Anonimo
        vorrei ricordarvi
        che farsi una copia pirata di un film dato alla
        TV (USA, EU, Russo o cmq sia) è un reato. E non
        c'è copia di backup che tenga visto che qui non
        siamo in presenza d'acquisto di CD/DVD; hai solo
        diritto alla visione del film quando lo trasmette
        la TV.Guarda che TI SBAGLI.E' perfettamente lecito farsi, PER USO PRIVATO, la videocassetta o la copia su DVD-R o HDD di un programma o di un film trasmesso in TV, perchè i diritti d'autore sono stati assolti al'origine dall'emittente che ha trasmesso il programma al pubblico domestico.Ma quanta disinformazione circola, uffa !
        • Anonimo scrive:
          Re: Guerra di secessione
          È vero solo se l'emittente paga per i diritti d'autore all'editore e non solo per quelli di trasmissione; e consente la copia dell'opera trasmettendola (visto che ne ha i diritti).ma quale film viene trasmesso in questa forma???All'emittente costerebbe di più!D'altronde se ti consente di copiarla, i lucchetti l'emittente li disabilita.
          • Anonimo scrive:
            Re: Guerra di secessione
            - Scritto da: Anonimo
            È vero solo se l'emittente paga per i diritti
            d'autore all'editore e non solo per quelli di
            trasmissione; e consente la...Ma che stai a dì? In Italia le televisioni mica pagano i diritti all'autore e poi quelli di trasmissione. Pagano la SIAE e basta, è poi quest'ultima che girerà i soldi agli autori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Guerra di secessione
            Infatti!Nessuna vieta ad una emittente TV di pagare (in ITA o in altre zone d'UE) i diritti di copyright: basta che pagano di più (ovviamente).Poi se lo trasmettono con lic. di copia ..... puoi copiare!
    • Anonimo scrive:
      Re: Guerra di secessione
      - Scritto da: Anonimo
      Le colonie d'oltreoceano fecero la guerra di
      secessione per liberarsi dell'Inghilterra.Ehmm quella si chiamava "Guerra d'Indipendenza" :)Comunque sono d'accordo: dobbiamo dare un calcio in culo agli americani e, tanto per cominciare, chiudere tutte le loro fottute basi nel nostro paese.
    • Anonimo scrive:
      Re: Guerra di secessione? BAMBA!
      Era la guerra d'indipendenza. Bamba!Quella che chiamiamo guerra di secessione era la guerra civile, 1861-1865.Bamba due volte!- Scritto da: Anonimo
      Le colonie d'oltreoceano fecero la guerra di
      secessione per liberarsi dell'Inghilterra.
      • Anonimo scrive:
        Re: Guerra di secessione? BAMBA!
        - Scritto da: Anonimo
        Era la guerra d'indipendenza. Bamba!
        Quella che chiamiamo guerra di secessione era la
        guerra civile, 1861-1865.
        Bamba due volte!
        Uno indica la luna e altri vedono solo il dito...Il concetto era chiaro, l'amico ha fatto confusione.Non e' davvero il caso di aggredirlo per un nonnulla, vista la gravita' della situazione.A meno che tu non sia venuto qui per trollare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Guerra di secessione? BAMBA!
          - Scritto da: Anonimo
          A meno che tu non sia venuto qui per trollare.Ma su PI la gente viene anche per altre ragioni?
  • Anonimo scrive:
    SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
    Hanno gia' messo le mani avanti sul manuale d'istruzioni del loro patetico decoder dicendo che alcune trasmissioni "potrebbero" non essere registrabili quando esiste una legge che garantisce la legalità della copia privata.Adesso stanno publicizzando un sistema chiuso, un HD recorder (e quindi, badare bene, SENZA masterizzatore di DVD) per registrare i contenuti da Sky che non permette di archiviarli permanentemente su un supporto registrabile. In futuro si appoggerano al broadcast flag per introdurre dei decoder / HD recorder senza interfaccia di rete dove la registrazione dei programmi televisivi non sarà piu' una prerogativa dei telespettatori ma una gentile concessione dell'emittente. Ovvero, sempre piu' poteri a questi magnaccia dei media di interferire nei nostri diritti.
    • Anonimo scrive:
      Re: SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
      Si, mi raccomando fatevi Sky per via del Calcio, mi raccomando date ragione ai potenti!   :@
    • Anonimo scrive:
      Re: SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
      - Scritto da: Anonimo
      Hanno gia' messo le mani avanti sul manuale
      d'istruzioni del loro patetico decoder dicendo
      che alcune trasmissioni "potrebbero" non essere
      registrabili quando esiste una legge che
      garantisce la legalità della copia privata.

      Adesso stanno publicizzando un sistema chiuso, un
      HD recorder (e quindi, badare bene, SENZA
      masterizzatore di DVD) per registrare i contenuti
      da Sky che non permette di archiviarli
      permanentemente su un supporto registrabile. In
      futuro si appoggerano al broadcast flag per
      introdurre dei decoder / HD recorder senza
      interfaccia di rete dove la registrazione dei
      programmi televisivi non sarà piu' una
      prerogativa dei telespettatori ma una gentile
      concessione dell'emittente.

      Ovvero, sempre piu' poteri a questi magnaccia dei
      media di interferire nei nostri diritti.pazienza non si sottoscrivono i contratti a sky e via, passiamo oltre
      • Anonimo scrive:
        Re: SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
        - Scritto da: Anonimo
        pazienza non si sottoscrivono i contratti a sky e
        via, passiamo oltreMica tanto, a quanto pare la prospettiva è che tutti i prossimi apparecchi di registrazione non funzioneranno quando c'è il flag.
        • xWolverinex scrive:
          la soluzione e'...
          .. informare piu' persone possibile ed evitare di comprare questi aggeggi. informare sul sistema palladium ed evitare di comprare computer e apparecchi carichi di drm e tcpa. evitare di sottoscrivere abbonamenti a emittenti che supportano sto' flag. Perche' nessuno ne parla ? ne di drm ne di palladium ne di questo ? perche' se la gente non e' informata compra quello che passa il convento. il potere lo hanno nelle mani i consumatori, che comprando o non comprando scelgono la sorte del mercato (ad es. il vhs e' diventato standard perche' pur inferiore come qualita' c'era cio' che la gente voleva.. ossia il porno...) Se la gente non vuole queste cose non le compra. Ma deve essere informata. E onestamente e' quello che faccio x quello che riguarda palladium et similia. EVITIAMO DI COMPRARE. (ah.. e occhio al futuro SP3 per XP)
      • Anonimo scrive:
        Re: SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
        non credo sia così semplice: si parla di flag letti dall'hardware. Questo vuol dire che un flusso non firmato come previsto potrebbe non essere riprodotto, il che mi va bene se si tratta di contenuti extra a pagamento ma non mi va per niente bene se questo serve per censurare contenuti provenienti da certe fonti. Significherebbe impedirti di accedere a tutta l'informazione che desideri.A questo punto mi potresti dire che ti tieni il tuo vecchio lettore, che non legge la firma. Ma se dovessero bandire le trasmissioni non firmate? Un po' come quando si passa da uno standard ad un altro? E' di pochi giorni fa che il TACS è andato in pensione, si legge spesso che il tal software/tecnologia è obsoleta e non sarà più supportata/usata, e quindi non saranno più reperibili contenuti nel vecchio formato. Quindi con il tuo vecchio attrezzo non ci sarebbe nulla da vedere e saresti costretto a passare al nuovo con i rischi che ti ho detto sopra.Se poi ci si mette Palladium-TCPA allora stiamo freschi :'( MicP.S.: certo che con tutte ste brutte cose che si leggono sul digitale viene voglia di analogico... no?
        • Anonimo scrive:
          Re: SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
          - Scritto da: Anonimo
          A questo punto mi potresti dire che ti tieni il
          tuo vecchio lettore, che non legge la firma. MaIl flag ai vecchi apparecchi non cambia nulla.Saranno i nuovi apparecchi che non registreranno quando una trasmissione avrà il flag che lo impedisce.Le leggi che vogliono fare sono appunto per obbligare i produttori ad inserire la tecnologia che vede i flag. Anche perché i produttori non hanno nessun vantaggio da ciò.
          • Anonimo scrive:
            Re: SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            A questo punto mi potresti dire che ti tieni il

            tuo vecchio lettore, che non legge la firma. Ma

            Il flag ai vecchi apparecchi non cambia nulla.Ok
            Saranno i nuovi apparecchi che non registreranno
            quando una trasmissione avrà il flag che lo
            impedisce.Ok
            Le leggi che vogliono fare sono appunto per
            obbligare i produttori ad inserire la tecnologia
            che vede i flag.Appunto è pericoloso! Se dovessero trasmettere con una nuova tecnologia non retrocompatibile, ovvero, come ti ho detto io prima, il tuo vecchio lettore lo devi buttare nel cesso perchè non c'è più nulla da vedere, sarebbe da preoccuparsi. Anche perchè un riproduttore può essere un banale decoder digitale terrestre, non per forza una cosa che "videoregistra". E non so quanto duri ancora l'analogico terrestre...M
          • Anonimo scrive:
            Re: SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
            - Scritto da: Anonimo
            Appunto è pericoloso! Se dovessero trasmettere
            con una nuova tecnologia non retrocompatibile,
            ovvero, come ti ho detto io prima, il tuo vecchio
            lettore lo devi buttare nel cesso perchè non c'èQuesto non succederà e non è in progetto per svariate ragioni di carattere pratico ed economico, vogliono solo far passare il flag.
          • Anonimo scrive:
            Re: SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
            E allora si tengono gli apparecchi vecchi e si manda a donne di malaffare tutto il comparto tecnologico.Per il futuro prevedo un florido mercato dell' usato.
          • Anonimo scrive:
            Re: SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
            Il Flag farà semplicemente la fine del Macrovision e della regionalizzazione per i DVD... quasi tutti i lettori DVD in commercio si deregionalizzano con una semplice combinazione di tasti sul telecomando, la stessa cosa accadrà con i nuovi VCR digitali e tutto il resto. I produttori adottano queste tecnologie solo perché sono costretti, ma sanno bene che è sempre meglio offrire una scappatoia.
    • Anonimo scrive:
      Re: SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
      - Scritto da: Anonimo
      Hanno gia' messo le mani avanti sul manuale
      d'istruzioni del loro patetico decoder dicendo
      che alcune trasmissioni "potrebbero" non essere
      registrabili quando esiste una legge che
      garantisce la legalità della copia privata.DTT gli fa compagnia!Aspetta ancora qualche anno, abbi fiducia, e non potrai + vedere nemmeno i filmini che ti fai nelle vacanze senza pagare le royalty!Dovrai pagare per vedere la roba tua!
    • Anonimo scrive:
      Re: SKY TV IN PRIMISSIMA LINEA
      Pare che per ricevere SKY si possa usare un decoder diverso dallo skycess(box) fornito con l'abbonamento quindi si potrebbe usare un decoder con HD personale.Per i dettagli cerca su www.afdigitale.it
Chiudi i commenti