La UE galvanizza il Wi-Fi

Disponibile la banda di frequenza a 5 GHz per le WAS/RLAN: moltiplicata la banda passante e moltiplicati i possibili servizi


Roma – La Commissione Europea ha dato il via libera alla possibilità per gli operatori di accedere ad una nuova frequenza radio, utile ad accelerare le prestazioni per la navigazione wireless in Internet in locali pubblici e aeroporti d’Europa.

Bruxelles, analogamente a quanto stanno facendo anche USA e Giappone, ha quindi dato il via libera ai collegamenti Wi-Fi di onde radio con frequenza da 5 Gigahertz (GHz) per le Radio Local Area Networks (WAS/RLANs), finora utilizzata esclusivamente dalle forze militari, che consentirà di ottenere collegamenti con velocità fino a 50 Megabit al secondo, contro i 10 megabit finora garantiti dalla radio banda a 2,4 GHz.

Il nuovo spettro di frequenza sarà fruibile da tutti i 25 paesi dell’Unione: a ciascun paese viene richiesto di implementare le infrastrutture necessarie entro la fine del mese di ottobre 2005.

“Dalle decisioni odierne ci aspettiamo lo sviluppo di economie di scala. Cittadini ed organizzazioni europee si avvantaggeranno così dalla possibilità di collegamento veloce ad internet” riferisce il portavoce della Commissione Europea Martin Selmayr.

DB

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti