La video email si autodistrugge

Mail tracciate, con tanto di video e che si autodistruggono. Lo promette BigString.com. Un servizio gratuito per l'utente domestico

Roma – In una rete telematica in cui forme di comunicazione più dirette e partecipative come le chat, i blog e i forum hanno preso il sopravvento sullo storico media delle missive elettroniche, i mail provider sono portati ad inventarsi di tutto per distinguersi ed offrire feature che li rendano ancora competitivi. Ultima novità in ordine di tempo è l’email con video allegato che si auto-cancella secondo le modalità stabilite dal mittente.

A prevedere il nuovo servizio è la piccola dot.com BigString.com , società specializzata nel fornire quanto più controllo possibile agli utenti sulle proprie comunicazioni digitali. “Quello che dici oggi, non vuoi che ti ritorni indietro domani”, dice Adam Kotkin, chief operating officer di BigString.

L’affermazione ben esemplifica lo spirito che guida la società: già da tempo BigString.com prevede la possibilità di inviare mail che si autocancellano in maniera automatica, inclusi i messaggi che sono stati inoltrati a terzi, che possono essere letti solo un numero limitato di volte e viaggiano sotto stretto controllo grazie ad un sistema di tracking avanzato su chi le legge e quando.

Il notevole controllo a disposizione del mittente, finora disponibile per un buon numero di tipologie di contenuti inviati come allegato, comprende ora anche i video-messaggi: secondo Kotkin, con la nuova tecnologia approntata da BigString.com l’utente può estendere il livello di controllo che aveva finora sui messaggi testuali anche ai contenuti visivi, e in più i suddetti non possono in alcun modo venire registrati sull’hard disk del destinatario.

Caratteristica encomiabile del servizio è il suo essere disponibile all’utente domestico senza costo alcuno , con 1 Gigabyte di spazio e la possibilità di inviare video lunghi fino a 5 minuti. È inoltre disponibile un servizio premium , dal costo di 30 dollari al mese, per il doppio dello spazio e video-allegati di 30 minuti.

Diverso il trattamento per l’utenza business: alle piccole e medie imprese che cercassero una piattaforma tecnologica conveniente per gestire la sicurezza della propria corrispondenza elettronica, BigString.com offre la possibilità di gestire e monitorare gli indirizzi email degli impiegati : in questo caso, il servizio base prevede il controllo di 10 indirizzi per 150 dollari mensili di spesa, con la possibilità per il cliente di utilizzare il proprio nome di dominio.

Un servizio interessante che non è però l’unico nel suo genere: si ricordi a titolo di esempio Vaporstream , il messaging a prova di spia, non a caso definito recordless , recentemente lanciato dall’americana Void Communications.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Dipende
    Dipende da come intendono procedere, ossia dal grado di facilita' di accesso incrociato ai dati.In Italia gia' e' prevista dalle norme sulla semplificazione amministrativa la possibilita' di tale accesso. Ossia: e' fatto divieto alla PA richiedere all'utente dati che siano gia' in suo possesso.La cosa nasce dalla giusta obiezione che finora l'utente veniva trattato da impiegato, da galoppino che veniva inviato di qua e di la' per trasportare i dati.Un conto e' il caso dell'amministrazione A che richiede i dati in possesso alla B, altro e' quello in cui A puo' accedere direttamente ai dati di B, senza che questa possa valutare la liceita' del caso.Insomma, il problema sta tutto nell'evitare che tutti possano accedere a tutto senza controlli, ma limitare l'accesso solo a chi deve e a quello che serve e solo quando serve, possibilmente tenendone traccia per rilevare eventuali abusi. k1
  • Enzo4510 scrive:
    scusate ma l' anagrafe da noi..
    non è proprio questo?E poi noi le carte d' identità ce le abbiamo sempre avute, mentre in inghilterra e in america quando qualcuno le propone ci sono sempre proteste.Quindi che sono tutti questi commenti contro gli inglesi?
    • Anonimo scrive:
      Re: scusate ma l' anagrafe da noi..
      - Scritto da: Enzo4510
      Quindi che sono tutti questi commenti contro gli
      inglesi?Sono i soliti commenti da ciberminchioni, sai la roba trita e ritrita tipo AmericaniDiMInglesiDiMNoiItalianiSiamoMiglioriSiamoSolariECiAbbiamoLaDietaMediterraneaEIlLeonardoDaVinciTuttoIlMondoCiInvidiaESiamoCampioniDelMondoPopopopopopooopo.
      • castigo scrive:
        Re: scusate ma l' anagrafe da noi..
        - Scritto da:
        - Scritto da: Enzo4510


        Quindi che sono tutti questi commenti contro gli

        inglesi?

        Sono i soliti commenti da ciberminchioni, sai la
        roba trita e ritrita tipo
        AmericaniDiMInglesiDiMNoiItalianiSiamoMiglioriSiam

        ECiAbbiamoLaDietaMediterraneaEIlLeonardoDaVinciTut

        ESiamoCampioniDelMondoPopopopopopooopo.
        allora, visto che loro sono meglio, aspettiamo con ansia che, anche qui come in usa, venga abolito l'habebas corpus, o che tu, se accusato di "terrorismo", possa essere incarcerato a tempo indeterminato senza processo, proprio come in america ed in uk :Dpoi, dopo questa bella trafila, potremo anche discutere su chi sia più ciberminchione ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: scusate ma l' anagrafe da noi..
          - Scritto da: castigo
          allora, visto che loro sono meglio, aspettiamo
          con ansia che, anche qui come in usa, venga
          abolito l'habebas corpusDovremmo averlo per abolirlo, l'habeas corpus.
          o che tu, se accusato
          di "terrorismo", possa essere incarcerato a tempo
          indeterminato senza processo, proprio come in
          america ed in uk A quanta gente innocente è successo? Vogliamo fare il confronto con quanti poveri cristi mettiamo NOI in carcere preventivo, e ce li lasciamo a vita?
          :D
          poi, dopo questa bella trafila, potremo anche
          discutere su chi sia più ciberminchione
          ;)Potremmo anche discutere sul fatto che in USA o UK, una volta che mi hanno assolto resto assolto, e non rimango ostaggio del PM che mi riprocessa per i prossimi 40 anni.
          • castigo scrive:
            Re: scusate ma l' anagrafe da noi..
            - Scritto da:

            - Scritto da: castigo


            allora, visto che loro sono meglio, aspettiamo

            con ansia che, anche qui come in usa, venga

            abolito l'habebas corpus

            Dovremmo averlo per abolirlo, l'habeas corpus.ma LOL.... l'habeas corpus è il diritto di conoscere le accuse che ci vengono mosse, in modo da poterci difendere, e che queste non siano arbitrarie.e secondo te noi non l'abbiamo, vero??


            o che tu, se accusato

            di "terrorismo", possa essere incarcerato a
            tempo

            indeterminato senza processo, proprio come in

            america ed in uk

            A quanta gente innocente è successo? Vogliamo
            fare il confronto con quanti poveri cristi
            mettiamo NOI in carcere preventivo, e ce li
            lasciamo a
            vita?scusa, sono stato impreciso, ho dimenticato di aggiungere che non puoi nemmeno vedere un avvocato, o conoscere il nome di chi ti accusa e sulla base di quali prove sei stato incarcerato.... insomma, l'arbitrarietà totale.

            :D

            poi, dopo questa bella trafila, potremo anche

            discutere su chi sia più ciberminchione

            ;)

            Potremmo anche discutere sul fatto che in USA o
            UK, una volta che mi hanno assolto resto assolto,
            e non rimango ostaggio del PM che mi riprocessa
            per i prossimi 40
            anni.è l'unica cosa ancora intelligente presente in quei paesi.... ma se poi salta fuori che eri colpevole davvero?? bella fregatura per le vittime ;)e comunque, come dicevo sopra, occorre conoscere le accuse, avere un avvocato e occorre anche che il processo abbia luogo, cosa che, in molti casi, non è consentita dalle nuove norme "antiterrorismo"....inoltre hanno anche reintrodotto, indirettamente, la tortura e stanno cercando di uscire dalla convenzione di ginevra per quanto riguarda le garanzie dovute ai prigionieri di guerra.... quante belle cose fanno in usa ed uk... c'è davvero da augurarsi di finire in galera lì :D
          • Anonimo scrive:
            Re: scusate ma l' anagrafe da noi..
            - Scritto da: castigoPremetto che non sono un avvocato ma ho visto tutte le puntate di JAG e mi sarebbe piaciuto trombarmi Sarah MacKenzie, quindi sono abbastanza qualificato per parlare di legge su un forum internet...

            Dovremmo averlo per abolirlo, l'habeas corpus.

            ma LOL.... l'habeas corpus è il diritto di
            conoscere le accuse che ci vengono mosse, in modo
            da poterci difendere, e che queste non siano
            arbitrarie.
            e secondo te noi non l'abbiamo, vero??
            Chiedilo agli stranieri in "detenzione amministrativa" grazie alla legge Turco-Napolitano e alla legge Bossi-Fini.Chiedilo a chi é in "carcere preventivo" da anni, se conosce le sue accuse e i suoi accusati.
            scusa, sono stato impreciso, ho dimenticato di
            aggiungere che non puoi nemmeno vedere un
            avvocato, o conoscere il nome di chi ti accusa e
            sulla base di quali prove sei stato
            incarcerato.... insomma, l'arbitrarietà
            totale.
            Se ti informassi un tantino meglio sapresti che nella sentenza Hamdi VS Rumsfeld (2004) la Corte Suprema ha stabilito che ha nessun cittadino americano possono essere negati i diritti garantiti dall'Habeas Corpus Act. Puoi guardare qui per i dettagli: http://caselaw.lp.findlaw.com/scripts/getcase.pl?court=US&vol=000&invol=03-6696&friendNel 2006 la sentenza del procedimento Hamdan VS Rumsfeld (sempre per ricorso alla Corte Suprema) ha stabilito che i tribunali militari costituiti per i detenuti di Guantanamo violano lo Universal Code of Military Justice (UCMJ) e le Convenzioni di Ginevra. Il testo della decisione lo trovi qui: http://www.law.cornell.edu/supct/html/05-184.ZS.htmlBush è solo il capo dell'esecutivo, la Corte Suprema può anche avere convalidato la sua elezione nel 2000 ma non è necessariamente d'accordo con lui. Anche con la MCA (Military Commissions Act) del 2006 che LIMITA (non sospende) i diritti di Habeas Corpus ai combattenti illegali (definizione delle Convenzioni di Ginevra, che definiscono tali i combattenti non facenti parte di eserciti regolari e privi di uniforme) e che NON siano cittadini USA, la Corte Suprema potrebbe invalidare anche questa legge. La Costituzione USA ha i denti, e se non stai attento ti morde le chiappe.

            Potremmo anche discutere sul fatto che in USA o

            UK, una volta che mi hanno assolto resto
            assolto,

            e non rimango ostaggio del PM che mi riprocessa

            per i prossimi 40

            anni.

            è l'unica cosa ancora intelligente presente in
            quei paesi.... ma se poi salta fuori che eri
            colpevole davvero?? bella fregatura per le
            vittime Ecco perchè il DA (District Attorney) si guarderà bene dall'accusarti PRIMA di avere le prove per inchiodarti. L'importante é che il sistema, per quanto imperfetto, è comunque garantista nei confronti dell'accusato.Inoltre l'onere della prova è a carico dell'accusa che DEVE mostrare gli elementi alla difesa. Non esiste che un "collaboratore di giustizia" ti accusa senza prova e tu passi 20 anni della tua vita dentro e fuori dai tribunali.
            quante belle cose fanno in usa ed uk... c'è
            davvero da augurarsi di finire in galera lì Scusa se ho tagliato, ma aspetto di conoscere le decisioni della Corte Suprema prima di gridare al complotto.Nel frattempo, torno a visitare i siti su Catherine Bell. ^_^
          • castigo scrive:
            Re: scusate ma l' anagrafe da noi..
            - Scritto da:

            - Scritto da: castigo

            Premetto che non sono un avvocato ma ho visto
            tutte le puntate di JAG e mi sarebbe piaciuto
            trombarmi Sarah MacKenzie, quindi sono
            abbastanza qualificato per parlare di legge su un
            forum
            internet...personalmente non mi è mai piaciuto jag...



            Dovremmo averlo per abolirlo, l'habeas corpus.



            ma LOL.... l'habeas corpus è il diritto di

            conoscere le accuse che ci vengono mosse, in
            modo

            da poterci difendere, e che queste non siano

            arbitrarie.

            e secondo te noi non l'abbiamo, vero??



            Chiedilo agli stranieri in "detenzione
            amministrativa" grazie alla legge
            Turco-Napolitano e alla legge
            Bossi-Fini.

            Chiedilo a chi é in "carcere preventivo" da anni,
            se conosce le sue accuse e i suoi
            accusati.ci possono anche essere delle eccezioni, ma in linea di massima, si.


            scusa, sono stato impreciso, ho dimenticato di

            aggiungere che non puoi nemmeno vedere un

            avvocato, o conoscere il nome di chi ti accusa e

            sulla base di quali prove sei stato

            incarcerato.... insomma, l'arbitrarietà

            totale.



            Se ti informassi un tantino meglio sapresti che
            nella sentenza Hamdi VS Rumsfeld (2004) la Corte
            Suprema ha stabilito che ha nessun cittadino
            americano possono essere negati i diritti
            garantiti dall'Habeas Corpus Act. Puoi guardare
            qui per i dettagli:
            http://caselaw.lp.findlaw.com/scripts/getcase.pl?c

            Nel 2006 la sentenza del procedimento Hamdan VS
            Rumsfeld (sempre per ricorso alla Corte Suprema)
            ha stabilito che i tribunali militari costituiti
            per i detenuti di Guantanamo violano lo Universal
            Code of Military Justice (UCMJ) e le Convenzioni
            di Ginevra. Il testo della decisione lo trovi
            qui:
            http://www.law.cornell.edu/supct/html/05-184.ZS.htdimentichi il patriot act, recentemente confermato, che erode tutti questi diritti.un pò quello che fece hitler in germania, dove non sostituì/abolì mai leggi e garanzie.semplicemente le sospese.... causa incendio del reichstag (ottimo esempio di terrorismo di stato).

            Bush è solo il capo dell'esecutivo, la Corte
            Suprema può anche avere convalidato la sua
            elezione nel 2000 ma non è necessariamente
            d'accordo con lui. Anche con la MCA (Military
            Commissions Act) del 2006 che LIMITA (non
            sospende) i diritti di Habeas Corpus ai
            combattenti illegali (definizione delle
            Convenzioni di Ginevra, che definiscono tali i
            combattenti non facenti parte di eserciti
            regolari e privi di uniforme) e che NON siano
            cittadini USA, la Corte Suprema potrebbe
            invalidare anche questa legge. potrebbe, ma non l'ha ancora fatto.e il passo di definire "combattente illegale" anche un cittadino usa è molto breve.La Costituzione
            USA ha i denti, e se non stai attento ti morde le
            chiappe.mi sa che ultimamente li hanno limati un bel pò, quei denti.....


            Potremmo anche discutere sul fatto che in USA
            o


            UK, una volta che mi hanno assolto resto

            assolto,


            e non rimango ostaggio del PM che mi
            riprocessa


            per i prossimi 40


            anni.



            è l'unica cosa ancora intelligente presente in

            quei paesi.... ma se poi salta fuori che eri

            colpevole davvero?? bella fregatura per le

            vittime

            Ecco perchè il DA (District Attorney) si guarderà
            bene dall'accusarti PRIMA di avere le prove per
            inchiodarti. L'importante é che il sistema, per
            quanto imperfetto, è comunque garantista nei
            confronti
            dell'accusato.

            Inoltre l'onere della prova è a carico
            dell'accusa che DEVE mostrare gli elementi alla
            difesa. Non esiste che un "collaboratore di
            giustizia" ti accusa senza prova e tu passi 20
            anni della tua vita dentro e fuori dai
            tribunali.vero, e questo è mediamente un vantaggio per chi si difende.mediamente, perchè ci sono stati casi di errori giudiziari che continuano ad essere portati avanti perchè qualche procuratore sulla cresta dell'onda non vuole ammettere di essersi sbagliato.un po come avvenne qui da noi con il caso di carlotto il quale, pur innocente, non fu mai assolto ma graziato.


            quante belle cose fanno in usa ed uk... c'è

            davvero da augurarsi di finire in galera lì

            Scusa se ho tagliato, ma aspetto di conoscere le
            decisioni della Corte Suprema prima di gridare al
            complotto.ci sta mettendo troppo a decidere su una questione che non lascia spazio a molti dubbi.mi chiedo se non sia un ritardo funzionale.....

            Nel frattempo, torno a visitare i siti su
            Catherine Bell.
            ^_^buona visione.
  • Anonimo scrive:
    UK. Un' isola di schiavi
    Li compatisco.
    • Anonimo scrive:
      Re: UK. Un' isola di schiavi

      Li compatisco.Perchè? Stanno meglio di noi. Piaccia o non piaccia, i tuoi dati sono a disposizione dello Stato da quando nasci a quando muori, e così deve essere.Sanno chi sei, che lavoro fai, dove vivi. Sai i questionari del censimento? I moduli delle tasse? Ecco.Quello che fanno gli Inglesi (e che TUTTI faranno prima o poi perchè economicamente ha più senso) è evitare che tutti questi dati siano dispersi per centomila enti.Ti è mai capitato di dover andare in comune a spiegare che no, accidenti, tu non abiti più lì, per l'ennesima volta? Quante volte hai fatto la trafila da un ufficio all'altro per il cambio di residenza? Lo stato civile?Così, finalmente, i tuoi dati (che sei obbligato a fornire per legge, quindi basta con questa fandonia della privacy) saranno sincronizzati ed eviteremo di buttare via tempo.Se non vedi i vantaggi, vuol dire che non lavori.
      • Anonimo scrive:
        Re: UK. Un' isola di schiavi
        - Scritto da:
        Sanno chi sei, che lavoro fai, dove vivi. Sai i
        questionari del censimento? I moduli delle tasse?
        Ecco.

        Ti è mai capitato di dover andare in comune a
        spiegare che no, accidenti, tu non abiti più lì,
        per l'ennesima volta? Quante volte hai fatto la
        trafila da un ufficio all'altro per il cambio di
        residenza? Lo stato
        civile?

        Così, finalmente, i tuoi dati (che sei obbligato
        a fornire per legge, quindi basta con questa
        fandonia della privacy) saranno sincronizzati ed
        eviteremo di buttare via
        tempo.

        Se non vedi i vantaggi, vuol dire che non lavori.Se non capisci che c'è differenza tra pochi dati giustamente pubblici (chi sei, cosa fai, dove abiti) e i dati non sensibili ma privati (come ti vesti, cosa mangi, dove vai in vacanza) e i dati sensibili (cosa pensi, per chi voti, la tua anamnesi, la tua predisposizione genetica a certe patologie) allora si vede che lavori troppo e non ti rimane tempo per pensare.Tutte quelle informazioni sono desumibili da database già esistenti (dai pagamenti con carta di credito alle tue cartelle ospedaliere ai numeri di telefono che hai chiamato).Mettere tali informazioni in un database unico (fosse anche solo un in sieme di database con una chiave unica, il tuo codice fiscale), unito con le tecniche di data mining e gli studi di correlazione (certi tuoi comportamenti presi a gruppi ti classificano per un certo tipo di personalità, per un certo tipo di pensiero, e così via) è un pericolo per la libertà di tutti.
        • Anonimo scrive:
          Re: UK. Un' isola di schiavi
          Hai letto la notizia o cosa? Si tratta di sincronizzare i dati già in possesso dello Stato in un database unificato.Se vogliono sapere dove vai in vacanza non ci sono problemi: in ogni hotel d'Europa devi mostrare un documento per registrarti, e la cosa ti dà forse problemi? Eppure sono dati in possesso di una catena alberghiera (privati). Sanno chi sei, da dove vieni, se sei sposato, se hai figli e presumibilmente qual'è il tuo reddito. Sanno anche se hai l'amante o no.E quei dati, volenti o nolenti, sono a disposizione delle autorità giudiziarie. Senza bisogno di troppi mandati.Per chi voti? Il voto è segreto. Si può dedurre, certo, si possono conoscere le simpatie politiche se sei iscritto ad un partito. Se hai la tessera del Partito dei Facoceri, loro lo sanno e presumibilmente non sono gli unici. Che il governo non abbia il diritto di schedarti é un altro discorso, ma non dirmi che è un'informazione riservata.Il tuo conto in banca? Se nel tuo paese il segreto bancario non esiste, il problema è già risolto. Se vogliono sapere cos'hai sul conto, lo sanno. Punto. E se c'è, non durerà a lungo.Lo Stato ha già i tuoi dati, accettalo. Si tratta solo di ridurre il numero di database incompatibili. La tecnologia lo permette, e si farà.
          • Anonimo scrive:
            Re: UK. Un' isola di schiavi
            - Scritto da:
            Hai letto la notizia o cosa? Si tratta di
            sincronizzare i dati già in possesso dello Stato
            in un database
            unificato.
            [...]
            Lo Stato ha già i tuoi dati, accettalo. Si tratta
            solo di ridurre il numero di database
            incompatibili. La tecnologia lo permette, e si
            farà.Credo che tu non abbia per nulla afferrato il problema: qui non si tratta di impedire "allo Stato" di accedere a dati che ha già, si tratta di impedire a singoli organi dello Stato di accedere ad informazioni che sono al di fuori delle loro specifiche necessità .Esempio: perchè mai il Fisco dovrebbe avere la possibilità di conoscere la tua cartella sanitaria?Perchè la Motorizzazione dovrebbe conoscere i tuoi versamenti fiscali?Perchè la ASL dovrebbe poter avere accesso ad eventuali tuoi dossier personali conservati dalle Forze dell'Ordine (dico pudicamente "eventuali", ma suppongo che i Carabinieri abbiano realmente un dossier, piccolo o grande, su ciascuno di noi ...)?Ecc., ecc.Ovvio che se c'è effettiva e giustificata necessità, quei dati devono poter essere chiesti (con gli opportuni controlli e le autorizzazioni del caso).Qui invece si usa una incredibile storia (i 44 "contatti" in sei mesi) per affermare la necessità dell'unificazione.Io farei così: tutti i cittadini che vogliono che i loro dati vengano unificati , in modo da "semplificare" la loro vita, dovrebbero chiederlo esplicitamente , per gli altri verrebbero lasciati separati (silenzio = dissenso).Così si vedrebbe quanta gente è convinta da questa ennesima "bella pensata" del governo Blair ...Ah, per inciso: dov'è finito quel bel tipo che qui diceva che il Regno Unito era la terra della libertà, perchè uno non è obbligato ad avere la Carta di Identità in tasca ? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: UK. Un' isola di schiavi

            Se vogliono sapere dove vai in vacanza non ci
            sono problemi: in ogni hotel d'Europa devi
            mostrare un documento per registrarti, e la
            cosa
            ti dà forse problemi?SI SONO LI PER DORMIRE MICA PER FARMI SCHEDARE QUINDI
            governo non abbia il diritto di schedarti é un
            altro discorso, ma non dirmi che è
            un'informazione
            riservata.e questa la cosa sbagliata sapere che non puoi cambiare le cose o che cambiarle sarebbe forse anche peggio
      • castigo scrive:
        Re: UK. Un' isola di schiavi
        - Scritto da:


        Li compatisco.

        Perchè? Stanno meglio di noi. Piaccia o non
        piaccia, i tuoi dati sono a disposizione dello
        Stato da quando nasci a quando muori, e così deve
        essere.

        Sanno chi sei, che lavoro fai, dove vivi. Sai i
        questionari del censimento? I moduli delle tasse?
        Ecco.

        Quello che fanno gli Inglesi (e che TUTTI faranno
        prima o poi perchè economicamente ha più senso) è
        evitare che tutti questi dati siano dispersi per
        centomila
        enti.

        Ti è mai capitato di dover andare in comune a
        spiegare che no, accidenti, tu non abiti più lì,
        per l'ennesima volta? Quante volte hai fatto la
        trafila da un ufficio all'altro per il cambio di
        residenza? Lo stato
        civile?non so tu dove abiti, ma io non ho mai avuto problemi di questo genere, nemmeno quando l'anagrafe funzionava con le placchette di metallo.

        Così, finalmente, i tuoi dati (che sei obbligato
        a fornire per legge, quindi basta con questa
        fandonia della privacy) saranno sincronizzati ed
        eviteremo di buttare via
        tempo.

        Se non vedi i vantaggi, vuol dire che non lavori.lavoro ormai da tempo e non vedo proprio i problemi che tu sollevi, se non come una scusa per entrare ancora più in profondità nella mia vita privata cosa che, francamente, trovo eccessiva e, soprattutto, sospetta.
  • Anonimo scrive:
    eppure sostengo che Orwell in 1984....
    eppure sostengo che Orwell in 1984 voleva metter in guardia gli inglesi da sè stessi ! I risultati si vedono ! (anonimo)(anonimo)
    • Anonimo scrive:
      Re: eppure sostengo che Orwell in 1984..

      eppure sostengo che Orwell in 1984 voleva metter
      in guardia gli inglesi da sè stessi !
      Immagino che tu i questionari per i censimenti li cestini, e butti la dichiarazione dei redditi nella stufa.I dati che lo Stato vuole su di te, te li chiede e tu glieli dai. Discorso chiuso. Non ho mai ricevuto spam per aver compilato un questionario per il censimento, nè per aver dichiarato di avere due TV per la riscossione del canone.Come vedi, sono solo fantasie paranoiche di gente che pensa che X-Files sia un documentario.Wake up and smell the coffee.
      • bt scrive:
        Re: eppure sostengo che Orwell in 1984..
        - Scritto da:
        Come vedi, sono solo fantasie paranoiche di gente
        che pensa che X-Files sia un
        documentario.

        Wake up and smell the coffee.Questo quindi è del tutto irrilevante:http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1847922
  • Anonimo scrive:
    soluzione burocratica
    a un problema di m**** che schifo
Chiudi i commenti