La7 finisce nel Tubo

Accordo tra YouTube e il canale televisivo per la distribuzione di programmi completi e servizi di live streaming. Una strada già battuta da altri in Italia: ma non da tutti
Accordo tra YouTube e il canale televisivo per la distribuzione di programmi completi e servizi di live streaming. Una strada già battuta da altri in Italia: ma non da tutti

YouTube e La7 hanno annunciato una partnership che renderà gradualmente disponibili i programmi di proprietà dell’emittente sulla piattaforma di video-sharing.

Ad essere interessati dall’accordo saranno inizialmente i programmi di proprietà del canale che troveranno spazio sul Tubo nella loro forma integrale: tuttavia, se l’esperimento dovesse andare bene e il modello di business basato sulla pubblicità offerta da YouTube dimostrarsi efficace, La7 avrebbe intenzione di estendere l’offerta anche ai contenuti ottenuti da emittenti straniere (che non ha prodotto direttamente ma per cui ha acquistato i diritti di trasmissione) e produzione di prodotti pensati appositamente per il Web.

Ad ospitare i contenuti televisivi sarà il canale di YouTube di La7 , rinnovato per l’occasione. Tecnicamente per il controllo dei contenuti la televisione di proprietà di Telecom Italia Media adotterà il sistema di identificazione dei contenuti (Content ID), come già gli altri produttori di contenuti professionali che decidono di distribuire tramite GoogleTube.

La7, che ha già un sito in cui offre in streaming diversi contenuti del proprio palinsesto, dal 2005 ad oggi ha raggiunto le 17 milioni di visualizzazioni online . E continua a dimostrare con il nuovo accordo l’ interesse per le possibilità di distribuzione fornite dalla Rete.

Tra i programmi che potranno essere visti sul Tubo quelli di maggior successo dell’emittente: Otto e Mezzo , L’Infedele , Exit , Le Invasioni Barbariche e Victor Victoria , e in seguito verranno caricati anche filmati d’archivio. Il nuovo servizio esordirà il 30 agosto con la diretta del TgLa7 delle 20: la trasmissione sarà inoltre per tutta la settimana in live streaming.

Con questo accordo e con quello siglato con SIAE , YouTube dimostra si stare cercando di crearsi dei partner commerciali in un paese come l’Italia dove, con altri soggetti come Mediaset , ha un rapporto conflittuale già arrivato in tribunale.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti