Lamborghini: realtà virtuale per la nuova Huracàn

Lamborghini sceglie Apple per lanciare con realtà virtuale la nuova Huracàn Evo Spyder: la si potrà vedere direttamente in garage con un iPhone.
Lamborghini sceglie Apple per lanciare con realtà virtuale la nuova Huracàn Evo Spyder: la si potrà vedere direttamente in garage con un iPhone.

Come poter mettere assieme tutti gli appassionati del marchio Lamborghini pur garantendo la loro incolumità ed il distanziamento sociale imposto dall’attuale emergenza sanitaria? La risposta è nella realtà virtuale, che il brand utilizzerà per il lancio virtuale del suo nuovo modello, ossia la Huracàn EVO RWD Spyder.

Huracàn EVO RWD Spyder in realtà virtuale

L’appuntamento è per il 7 maggio, quando per la prima volta l’annuncio sarà effettuato (non senza medesima dose di fascino) attraverso i display dei dispositivi Apple (Apple Watch, Apple iPhone e Apple iPad): “Grazie alla funzione AR Quick Look di Apple, Lamborghini porterà la sua ultimissima supersportiva V10 direttamente sullo schermo dell’iPhone o dell’iPad degli appassionati di tutto il mondo“. Spiega il gruppo Automobili Lamborghini che non si potrà visionare soltanto online, ma direttamente nel proprio garage come se la si possedesse già. Per assaporarne, così, le sensazioni:

Sarà sufficiente aprire il sito di Lamborghini dal proprio iPhone o iPad e con un semplice tocco su “See in AR” la nuova open air a trazione posteriore della Casa del Toro potrà essere ammirata da vicino nel proprio vialetto di casa, giardino o salotto. L’esperienza virtuale permette di ruotare e aumentare le dimensioni della vettura, anche in scala 1:1, di guardare i dettagli degli interni e di fotografarla con un elevato livello di fotorealismo. Una funzionalità che sarà resa presto disponibile su tutta la gamma.

Il progetto cerca di trarre il meglio dall’esperienza passata per cercare di consegnare all’utente una vera esperienza di contatto con l’automobile, restituendo sensazioni visive (quasi tattili) tali da poter stimolare la passione dei fan del marchio. Spiega Stefano Domenicali, Presidente e CEO Lamborghini:

In un momento di sfide per il business, abbiamo deciso ancora una volta di innovare nell’esplorazione di nuovi modi di comunicazione. In un processo di accelerazione di nuove tecnologie in seguito a questa fase di emergenza mondiale, Lamborghini è pioniera nell’aprire nuove possibilità. Da domani la Lamborghini entrerà nelle case di tutti e questo grazie alla tecnologia di realtà aumentata di Apple, disponibile su milioni di dispositivi in tutto il mondo […]. Apple è particolarmente legata agli italiani e agli amici di Lamborghini. Il loro impegno per un ritorno al lavoro in sicurezza in questa fase così critica è di grande ispirazione per tutti noi. Apple e Lamborghini sono accomunate da una profonda passione per il design e per l’innovazione. Siamo entusiasti di supportare il lancio della nuova Lamborghini Huracán EVO RWD Spyder mettendo a disposizione la tecnologia di realtà aumentata di Apple e di consentire così ai fan della Casa del Toro di tutto il mondo di vivere questa esperienza in completa sicurezza stando a casa.

La realtà virtuale per andare oltre gli eventi di prossimità, insomma: non è facile, ma Lamborghini può permettersi assieme ad Apple di cercare quell’alchimia che fino ad oggi era stata sperimentata come efficace soltanto nell’alveo della realtà e della presenza. Per poterne usufruire è necessario un device compatibile con iOS 11 o superiore e con un processore A9 o superiore (dunque da iPhone 6 in poi).

Il virtuale consente di abbattere gli spazi, ma non è detto che ne restituiscano tutte le sensazioni: l’esperimento Lamborghini sarà sicuramente molto interessante e potrebbe fare da apripista per una lunga serie di altra opportunità similari. Se la realtà virtuale metterà definitivamente un piede nel mondo business, del resto, potrà fare un passo molto più lungo di quanto non sia accaduto finora laddove i visori hanno zoppicato e le soluzioni software non son decollate.

Fonte: Lamborghini
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 06 2020
Link copiato negli appunti