Larry Flynt: il cybersesso è innovazione

Il fondatore dell'impero pornografico di Hustler sostiene che l'industria del porno ha spinto lo sviluppo della pubblicità, del marketing e dell'interattività del Web. Gli danno ragione Sex.com e gli analisti di Ovum

Las Vegas (USA) – L’industria della pornografia sulla rete rappresenta il 25 per cento del volume d’affari complessivo di questo “settore”, un vero e proprio record. Secondo Larry Flynt, celeberrimo editore di pornografia e fondatore dell’impero di Hustler magazine, chi opera su Web deve molto all’industria del porno.

Nel corso di una breve intervista rilasciata alla ABC, Flynt ha affermato che chi opera nel settore “è un esperto nel dare ai propri clienti quello che vogliono, e nel fare soldi”.

Flynt si dice convinto che si debba al business a luci rosse portato sulla rete se si sono sviluppate rapidamente tecnologie di streaming video ma anche soluzioni per aumentare l’interattività dell’utenza, dalle chat alle webcam. Il tutto condito da quello che considera un fiore all’occhiello: l’individuazione delle nuove forme di pubblicità più efficaci, ivi compresi banner, annunci pop-up e strategie di marketing.

Ad appoggiare le tesi di Flynt c’è anche Gary Kremen, il gestore del portalone pornografico Sex.com, secondo cui l’industria della pornografia è assolutamente interessata alla sperimentazione delle nuove strategie e delle nuove tecnologie ed è in una continua fase di ricerca, perché c’è una diretta relazione tra l’adozione di nuovi sistemi e l’aumento di clienti e redditività.

Larry Flynt “Se si tratta di un numero maggiore di sistemi di pagamento internazionali – ha affermato Kremen – oppure di modi per velocizzare la visualizzazione di contenuti online, qualunque cosa vogliano i nostri clienti è quanto intendiamo realizzare”. Al centro, per Kremen, le strategie per catturare il traffico, trattenere l’utente su certi siti, migliorare i sistemi di pagamento e via dicendo.

A dar ragione ad entrambi sono gli analisti di Ovum, secondo cui “si può utilizzare la pornografia o l’intrattenimento adulto online come modo per apprendere le tecnologie emergenti perché queste sono aziende che hanno i fondi per sperimentarle e metterle all’opera”.

Un esempio, in questo senso, sono i servizi di streaming che rappresentano, secondo Ovum, il cuore dell’industria a luci rosse sulla rete. “Al fine di spingere i clienti a ritornare, siti come Playboy e Larry Flynt Online investono in tecnologie innovative che offrono nuove esperienze a chi è già cliente e attirano nuovi clienti”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    non male...
    la mia distro preferita ha già messo i pacchetti aggiornati sui suoi mirror! scaricati e upgradati.
    • Anonimo scrive:
      Re: non male...
      - Scritto da: errepiemme
      la mia distro preferita ha già messo i
      pacchetti aggiornati sui suoi mirror!
      scaricati e upgradati.perche' secondo te gli altri che hanno fatto?
      • Anonimo scrive:
        Re: non male...
        credo la stessa cosa. ma visto che non lo so, non lo dico. - Scritto da: Opino
        - Scritto da: errepiemme

        la mia distro preferita ha già messo i

        pacchetti aggiornati sui suoi mirror!

        scaricati e upgradati.

        perche' secondo te gli altri che hanno fatto?
  • Anonimo scrive:
    Con l'Open Source le trappole le eviti
    OpenSSL.org ha già reso disponibili nuove versioni non vulnerabili di OpenSSL, la 0.9.6.e e la 0.9.7-beta3, e due patch per la 0.9.6d e la 0.9.7-beta2.Una sollecitudine simile ve la scordate, se siete clienti del monopolista microsoft
    • Anonimo scrive:
      Re: Con l'Open Source le trappole le eviti

      OpenSSL.org ha già reso disponibili nuove
      versioni non vulnerabili di OpenSSL, la
      0.9.6.e e la 0.9.7-beta3, e due patch per la
      0.9.6d e la 0.9.7-beta2.

      Una sollecitudine simile ve la scordate, se
      siete clienti del monopolista microsoftinfatti con la patch devo prendere i sorgenti, patcharli e ricompilarli...il monopolista mi fornisce patch in binario che mi fanno perdere al massimo 2 minuti per installarle..
      • Anonimo scrive:
        Re: Con l'Open Source le trappole le eviti
        un piccolo FUD, niente di preoccupante...- Scritto da: petulante....
        infatti con la patch devo prendere i
        sorgenti, patcharli e ricompilarli...Se il pacchetto serve agli amministratori di sistema per loro non e' un problema prendere i sorgenti, patcharli e ricompilarli
        il monopolista mi fornisce patch in binario
        che mi fanno perdere al massimo 2 minuti per
        installarle..Se il pacchetto serve ad un utente normale la sua distribuzione preferita gli mettera' a disposizione il pacchetto gia' patchato e compilatoSaluti
        • Anonimo scrive:
          Re: Con l'Open Source le trappole le eviti
          gia, stamattina l'apt-get dist-upgrade quotidiano mi ha portato anche la versione corretta di openssl, prima ancora che potessi leggere la notizia...
          • Anonimo scrive:
            Re: Con l'Open Source le trappole le eviti
            - Scritto da: qweasdzxc
            gia, stamattina l'apt-get dist-upgrade
            quotidiano mi ha portato anche la versione
            corretta di openssl, prima ancora che
            potessi leggere la notizia...Esselo e' arrivato il debianazzo thunderfire :DIo invece ho fattorpm -Uvh openssl e mi ha scritto segmentation fault :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Con l'Open Source le trappole le eviti
            scrivo una cosa, arriva un insulto... lui ha detto che ci pensano le distro a fornire le patch binarie, io ho confermato, sottolineando che fanno anche presto, e te insulti... ok...
          • Anonimo scrive:
            Re: Con l'Open Source le trappole le eviti
            - Scritto da: qweasdzxc
            scrivo una cosa, arriva un insulto... lui ha
            detto che ci pensano le distro a fornire le
            patch binarie, io ho confermato,
            sottolineando che fanno anche presto, e te
            insulti... ok...Si va bene che vuoi la rissa :D dai su su che scherzavo :PLONK
          • Anonimo scrive:
            Re: Con l'Open Source le trappole le eviti
            Cambia browser o curati il parkinson per evitare di postare due volte :P
          • Anonimo scrive:
            Re: Con l'Open Source le trappole le eviti
            FOTTITI AMEBA :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Con l'Open Source le trappole le eviti
            - Scritto da: Cucuzza
            - Scritto da: qweasdzxc

            gia, stamattina l'apt-get dist-upgrade

            quotidiano mi ha portato anche la versione

            corretta di openssl, prima ancora che

            potessi leggere la notizia...

            Esselo e' arrivato il debianazzo thunderfire
            :D
            Io invece ho fatto
            rpm -Uvh openssl e mi ha scritto
            segmentation fault :D a me invece l'ha fatto con rpm -hiv ... chissa' perche'? :))))
    • Anonimo scrive:
      Re: Con l'Open Source le trappole le eviti
      - Scritto da: zap
      OpenSSL.org ha già reso disponibili nuove
      versioni non vulnerabili di OpenSSL, la
      0.9.6.e e la 0.9.7-beta3, e due patch per la
      0.9.6d e la 0.9.7-beta2.

      Una sollecitudine simile ve la scordate, se
      siete clienti del monopolista microsofte che cazzo c'entra microsoft
      • Anonimo scrive:
        Re: Con l'Open Source le trappole le eviti

        e che cazzo c'entra microsoftper zap c'entra sempre..anche se gli si scuoce la pasta..se non fosse stato per il monopolio oggi avremmo le pentole che scolano la pasta da sole quando e' al dente...ciao
  • Anonimo scrive:
    open source è una trappola...
    come da topic...
    • Anonimo scrive:
      Re: open source è una trappola...
      No, la vera trappola è M$: ti fa pagare un sacco di soldi che potresti risparmiarti, sei loro prigioniero e schiaccia le aziende concorrenti. Poi, c'è tutto il sistema chiuso che ti costringe ad attendere anni per vedere corrette certe falle che in Open Source sarebbero già morte e sepolte.
    • Anonimo scrive:
      Re: open source è una trappola...
      hai ragione, appena esegui un programma open source, tutto il codice che hai scritto viene pubblicato su code.gnu.org e tutti possono prenderselo e copiarselo.
  • Anonimo scrive:
    Era leggete bene l'articolo
    0.9.bxcjd 0.9.efg 0.9echepalleintanto red hat 7.2 ha quelle sbuciate :) ha haMe ne sbatto dell'ssl ora faccio le transazioniin chiaro hahaha
    • Anonimo scrive:
      Re: Era leggete bene l'articolo
      Se utilizzi vers. "macchiate" del suffisso letterale o BETA, dovresti sapere che può succedere.Utilizza ad esempio la vers. 0.9.5, ha più tempo sulle spalle e difficilmente sarà bug-ata.
      • Anonimo scrive:
        Re: Era leggete bene l'articolo
        - Scritto da: BSD_like
        Se utilizzi vers. "macchiate" del suffisso
        letterale o BETA, dovresti sapere che può
        succedere.
        Utilizza ad esempio la vers. 0.9.5, ha più
        tempo sulle spalle e difficilmente sarà
        bug-ata.Gia e' vero,comunque sto levando definitivamentedalle palle quella ciofeca di redhat ogni volta che vado nell'area errata.redhat.com mi prende il panico :)Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Era leggete bene l'articolo
      Se utilizzi vers. "macchiate" del suffisso letterale o BETA, dovresti sapere che può succedere.Utilizza ad esempio la vers. 0.9.5, ha più tempo sulle spalle e difficilmente sarà bug-ata.
  • Anonimo scrive:
    inizia a diventare straziante
    Tutti questi rilasci prematuri senza un'adeguatoQA interno inevitabilmente portano a bug grossolanidi questo tipo.sarebbe il caso di imparare a scrivere codice in maniera corretta piuttosto che fare i semideiper un'applicazione critica come le SSL.Sono un accanito utilizzatore di programmi GNU e open source,tuttavia mi dispiace perdere un ora o piu del mio lavoro per riparare a falledi questo tipo.l'altro giorno php l'altro ancora apache poi il bind e che cazzo :)
  • Anonimo scrive:
    Leggete bene l'articolo
    prima di postare inutilmente, leggete bene: le versioni incriminate sono delle pre-relase; addirittura una in BETA.Quindi da delle pre-relase adirittura in BETA, ci si può aspettare dei bug.Non vedo il motivo giustificatore quindi dell'enfasi di PI nel riportare la notizia.Grave sarebbe se erano delle versioni considerate stabili e collaudate da tempo.Solo nei server di test dovrebbero esistere delle pre-relase.Le distro Linux come Debian e Slack, destinate generalmente ai server, non implementano delle pre-relase, se non quando costrette dalla mancanza di sw a coprire quella fascia.Ma anche i *BSD non le implementano, soprattutto OpenBSD. Rammentare che qualche mese fà sulle ultime pre-relase e BETA vers. di OpenSSH vi era un bug che permetteva attacchi da remoto. Eppure OpenBSD non ne è afflito in nesuna vers.: la versione distribuita di default con il sistema è collaudata da tempo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene l'articolo
      Esattamente.Ad alcuni può sembrare strano ma l'assioma per cui la versione più "nuova" è la migliore e quella da installare non vale.Semplicemente: alcune software house vogliono beta-tester paganti e non è questo il caso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene l'articolo
        che bisogno c'era di mettere così in evidenza un articolo riguardante falle su sw beta...
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene l'articolo
          - Scritto da: chiiiiiiii
          che bisogno c'era di mettere così in
          evidenza un articolo riguardante falle su sw
          beta...ma chiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene l' ADVISORY
      - Scritto da: BSD_like
      prima di postare inutilmente, leggete bene:
      le versioni incriminate sono delle
      pre-relase; addirittura una in BETA.
      Quindi da delle pre-relase adirittura in
      BETA, ci si può aspettare dei bug.
      Non vedo il motivo giustificatore quindi
      dell'enfasi di PI nel riportare la notizia.
      Grave sarebbe se erano delle versioni
      considerate stabili e collaudate da tempo.
      Solo nei server di test dovrebbero esistere
      delle pre-relase.
      Le distro Linux come Debian e Slack,
      destinate generalmente ai server, non
      implementano delle pre-relase, se non quando
      costrette dalla mancanza di sw a coprire
      quella fascia.
      Ma anche i *BSD non le implementano,
      soprattutto OpenBSD. Rammentare che qualche
      mese fà sulle ultime pre-relase e BETA vers.
      di OpenSSH vi era un bug che permetteva
      attacchi da remoto. Eppure OpenBSD non ne è
      afflito in nesuna vers.: la versione
      distribuita di default con il sistema è
      collaudata da tempo.hai finito di sproloquiare ?pensaci bene prima di dire che tutto va bene ..qualche fesso potrebbe anche crederti !tratto da:http://www.openssl.org/news/secadv_20020730.txtWho is affected?----------------Everyone using OpenSSL 0.9.6d or earlier, or 0.9.7-beta2 or earlier orcurrent development snapshots of 0.9.7 to provide SSL or TLS isvulnerable, whether client or server. 0.9.6d servers on 32-bit systemswith SSL 2.0 disabled are not vulnerable.SSLeay is probably also affected.Recommendations---------------Apply the attached patch to OpenSSL 0.9.6d, or upgrade to OpenSSL0.9.6e. Recompile all applications using OpenSSL to provide SSL orTLS.A patch for 0.9.7 is available from the OpenSSL website(http://www.openssl.org/).io non uso ssl , ma se lo usassi patcherei subito...
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene l' ADVISORY
        - Scritto da: illegalinstruction
        - Scritto da: BSD_like

        prima di postare inutilmente, leggete
        bene:

        le versioni incriminate sono delle

        pre-relase; addirittura una in BETA.

        Quindi da delle pre-relase adirittura in

        BETA, ci si può aspettare dei bug.
        hai finito di sproloquiare ?
        pensaci bene prima di dire che tutto va bene
        ..
        qualche fesso potrebbe anche crederti !
        tratto da:
        http://www.openssl.org/news/secadv_20020730.t

        Who is affected?
        ----------------

        Everyone using OpenSSL 0.9.6d or earlier, or
        0.9.7-beta2 or earlier or
        current development snapshots of 0.9.7 to
        provide SSL or TLS is
        vulnerable, whether client or server. 0.9.6d
        servers on 32-bit systems
        with SSL 2.0 disabled are not vulnerable.Appunto sono prerelease di cui una in beta.
        io non uso ssl , ma se lo usassi patcherei
        subito... Certo se usassi una di quelle versioni patcherei anche io, e credo anche lui che significa?resta il fatto che stai utilizzando una prerelease.Se questa ha dei bachi di cui ti forniscono pure le patch di cosa ti lamenti?
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene l' ADVISORY


          Everyone using OpenSSL 0.9.6d or earlier,
          or

          0.9.7-beta2 or earlier or

          current development snapshots of 0.9.7 to

          provide SSL or TLS is

          vulnerable, whether client or server.
          0.9.6d

          servers on 32-bit systems

          with SSL 2.0 disabled are not vulnerable.

          Appunto sono prerelease di cui una in beta.ehmm.. forse non hai capito. *TUTTE* le versioni *PRECEDENTI* a queste (e quindi, *TUTTE* le versioni di openSSL, beta e non) sono vulnerabili.
          Certo se usassi una di quelle versioni
          patcherei anche io, e credo anche lui che
          significa?
          resta il fatto che stai utilizzando una
          prerelease.
          Se questa ha dei bachi di cui ti forniscono
          pure le patch di cosa ti lamenti?leggi quello che ho scritto prima
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l' ADVISORY
            - Scritto da: ciccio


            Everyone using OpenSSL 0.9.6d or
            earlier,

            or


            0.9.7-beta2 or earlier or


            current development snapshots of 0.9.7
            to


            provide SSL or TLS is


            vulnerable, whether client or server.

            0.9.6d


            servers on 32-bit systems


            with SSL 2.0 disabled are not
            vulnerable.



            Appunto sono prerelease di cui una in
            beta.

            ehmm.. forse non hai capito. *TUTTE* le
            versioni *PRECEDENTI* a queste (e quindi,
            *TUTTE* le versioni di openSSL, beta e non)
            sono vulnerabili.No l'earlier si riferisce all'ultima cifra cioè al d quindi anche la c la b e la a.
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l' ADVISORY

            No l'earlier si riferisce all'ultima cifra
            cioè al d quindi anche la c la b e la a.
            allora la 0.96 liscia e' affetta anche se non e' una prerelease....o sbaglio?certo e' facile dire "questo software e' una prerelease"...sono 5 anni che e' in giro openssl... quando uscira' una versione stable?nel 2080?ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l' ADVISORY (tra la'ltro)

            allora la 0.96 liscia e' affetta anche se
            non e' una prerelease....
            o sbaglio?
            certo e' facile dire "questo software e' una
            prerelease"...
            sono 5 anni che e' in giro openssl... quando
            uscira' una versione stable?
            nel 2080?
            tra l'altro...la 0.9.6 e' datata 24 settembre 2000....quasi due anni fa...e la 0.9.6a aprile 2001.. un anno e mezzo faciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l' ADVISORY
            IGNORANTI, IGNORANTI, IGNORANTI!SCUSATE LO SFOGO.Quell'erlaier è riferito alle vers. precedenti (fissatelo bene in mente: precedenti) ma sempre per-relase della vers. 0.9.6.x; rispetto alla vers. 0.9.6.d.Lo stesso per quanto riguarda la vers. 0.9.7 (che è solo nelle varie BETA), rispetto alla vers. 0.9.7.BETA1.Difatti come ha tradotto bene PI:I buffer overflow interessano tutte le versioni di OpenSSL più recenti della 0.9.6.e o, per quanto riguarda le pre-release, più recenti della 0.9.7-beta3. I server che adottano la versione 0.9.6d su sistemi a 32 bit con SSL 2.0 disabilitato non sono invece vulnerabili. Il bug nella codifica ASN.1 riguarda invece tutti i programmi OpenSSL che si avvalgono della libreria ASN.1 per analizzare i dati untrusted, fra cui le varie implementazioni dei protocolli SSL, TLS, S/MIME e PKCS#7.OpenSSL.org ha già reso disponibili su questa pagina nuove versioni non vulnerabili di OpenSSL, la 0.9.6.e e la 0.9.7-beta3, e due patch per la 0.9.6d e la 0.9.7-beta2.Dove sarebbero le patch per le vers. antecedenti (es: 0.9.5)?Che scopo avrebbe riportare "l'erlaier" sia riferendosi alla vers. 0.9.6.d e alla vers. 0.9.7-BETA, quando basterebbe riferirsi alla vers. 0.9.7-BETA and erlaier (se volessi dire tutte)?
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene l' ADVISORY
        - Scritto da: illegalinstruction


        - Scritto da: BSD_like

        ..............
        hai finito di sproloquiare ?
        pensaci bene prima di dire che tutto va beneChi dice che va tutto bene!
        ..
        qualche fesso potrebbe anche crederti !


        tratto da:
        http://www.openssl.org/news/secadv_20020730.t

        Who is affected?
        ----------------

        Everyone using OpenSSL 0.9.6d or earlier, or
        0.9.7-beta2 or earlier or
        current development snapshots of 0.9.7 to
        provide SSL or TLS is
        vulnerable, whether client or server. 0.9.6d
        servers on 32-bit systems
        with SSL 2.0 disabled are not vulnerable.

        SSLeay is probably also affected.

        Recommendations
        ---------------

        Apply the attached patch to OpenSSL 0.9.6d,
        or upgrade to OpenSSL
        0.9.6e. Recompile all applications using
        OpenSSL to provide SSL or
        TLS.

        A patch for 0.9.7 is available from the
        OpenSSL website
        (http://www.openssl.org/).


        io non uso ssl , ma se lo usassi patcherei
        subito... Io non sò se un fesso mi ascolta, però di sicuro l'ha fatto un'ignorante: tu!Sai cosa vogliono dire quelle lettere, d, etc; sai a cosa si riferisce l'erlaier, e perchè è riportata per ogni versione dalla 0.9.6.x alla 0.9.7.BETA?Quelle lettere stanno ad indicare delle pre-relase della vers. 0.9.6 per la futura vers. 0.9.7. Le BETA della 0.9.7 inutile evidenziarlo.L'erlaier sta a dire per ogni vers. 0.9.6 pre-relase (difatti sono riportate solo quelle che il team ha individuato come bug-ate, e per prudenza consiglia cmq anche le pre-relase precedenti di patchare), e ogni vers. 0.9.7BETA antecedenti a quelle riportate.Non sono afflitte, per esempio la vers. 0.9.5; per il quale non si applica "l'erlaier"; difatti se fossero tutte le vers. delle OpenSSL incriminate, era sufficiente scrivere: 0.9.7.BETA2 and erlaier.Ma sapete come si lavora in UNIX e open source, o no?
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene l' ADVISORY
          Ehm, nell'utime 2 righe: 0.9.7.BETA2 è incorretto. è 0.9.7-BETA1.
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene l' ADVISORY
          - Scritto da: BSD_like
          Sai cosa vogliono dire quelle lettere, d,
          etc; sai a cosa si riferisce l'erlaier, e
          perchè è riportata per ogni versione dalla
          0.9.6.x alla 0.9.7.BETA?
          Quelle lettere stanno ad indicare delle
          pre-relase della vers. 0.9.6 per la futura
          vers. 0.9.7. Le BETA della 0.9.7 inutile
          evidenziarlo.
          L'erlaier sta a dire per ogni vers. 0.9.6
          pre-relase (difatti sono riportate solo
          quelle che il team ha individuato come
          bug-ate, e per prudenza consiglia cmq anche
          le pre-relase precedenti di patchare), e
          ogni vers. 0.9.7BETA antecedenti a quelle
          riportate.
          Non sono afflitte, per esempio la vers.
          0.9.5; per il quale non si applica
          "l'erlaier"; difatti se fossero tutte le
          vers. delle OpenSSL incriminate, era
          sufficiente scrivere: 0.9.7.BETA2 and
          erlaier.
          Ma sapete come si lavora in UNIX e open
          source, o no?Io veramente non lo so,non avendoci mai lavorato e mai usato. Però avevo capito lo stesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene l'articolo
      Mi sa tanto che la news la devi leggere bene tu ;-) In ogni caso non vedo perché ogni volta che esce un baco per un software open source ne dovete fare un dramma e dovete incolpare i media di allarmismo. Credo che se volete vivere in un mondo senza bachi dovrete espatriare in qualche altro universo... ;-)- Scritto da: BSD_like
      prima di postare inutilmente, leggete bene:
      le versioni incriminate sono delle
      pre-relase; addirittura una in BETA.
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene l'articolo
        Mettevo solo in evidenza, che da vers. BETA e pre-relase, c'è d'aspettarsi questo.Quindi è inutile postare sulle capacità "taumaturgiche" dei team open ad evitare i bug, riferendosi all'avvenimento.Potremmo parlare di quanto tempo occorre perchè un sw open venga dichiarato stable, ma ciò è un'altra cosa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene l'articolo

          Mettevo solo in evidenza, che da vers. BETA
          e pre-relase, c'è d'aspettarsi questo.la 0.9.6 come si considera?beta?pre-release?ti ricordo che e' datata 24 settembre 2000fa un po' te...
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene l'articolo
        Mettevo solo in evidenza, che da vers. BETA e pre-relase, c'è d'aspettarsi questo.Quindi è inutile postare sulle capacità "taumaturgiche" dei team open ad evitare i bug, riferendosi all'avvenimento.Potremmo parlare di quanto tempo occorre perchè un sw open venga dichiarato stable, ma ciò è un'altra cosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene l'articolo

      prima di postare inutilmente, leggete bene:
      le versioni incriminate sono delle
      pre-relase; addirittura una in BETA.ahahahhahama che hai fatto un corso da Schifani?"Negare tutto, negare sempre, anche l'evidenza" :)))ma hai letto l'advisory?secondo te 0.96d or earlier vuol dire beta? o vuol dire tutte le versioni fino alla 0.96d?fossi in te chiederei scusa :)))ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene l'articolo
        - Scritto da: maks


        prima di postare inutilmente, leggete
        bene:

        le versioni incriminate sono delle

        pre-relase; addirittura una in BETA.
        ahahahhaha
        ma che hai fatto un corso da Schifani?
        "Negare tutto, negare sempre, anche
        l'evidenza" :)))
        ma hai letto l'advisory?
        secondo te 0.96d or earlier vuol dire beta?
        o vuol dire tutte le versioni fino alla
        0.96d?No ma sono delle pre release.
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene l'articolo
        Io fossi in te chiederei scusa.Prima di tutto lascia fuori la politica; una delle cose che non mi piace del popolo della SX dei paesi latini, è proprio l'attaccamento cosi vivo alla politica. Non dico d'arrivare al menefreghismo della parte di DX, però, comportarsi come i popoli anglosassoni inglesi e statunitensi, mi sembra accettabile.A parte questa parentesi, come detto lasciamo la politica.Da te, però non mi sarei aspettato una caduta di conoscenza sul tema.La BETA che tu dici non esserci, è una (rileggi l'articolo) la 0.9.7.Le altre sono le prerelase alla 0.9.7 cioè le 0.9.6.d, 0.9.6.a, etc; dovresti sapere cosa significano quelle lettere a,b,d, ... significano pre-relase.Ora che è chiarito, attendo le tue scuse.
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene l'articolo

          Io fossi in te chiederei scusa.
          Prima di tutto lascia fuori la politica; una
          delle cose che non mi piace del popolo della
          SX dei paesi latini, è proprio
          l'attaccamento cosi vivo alla politica. Non
          dico d'arrivare al menefreghismo della parte
          di DX, però, comportarsi come i popoli
          anglosassoni inglesi e statunitensi, mi
          sembra accettabile.l'ho preso ad esempio di mistificatore...la sua parte politica non mi interessa...avrei potuto dire parolaio come Bertinotti...
          A parte questa parentesi, come detto
          lasciamo la politica.
          Da te, però non mi sarei aspettato una
          caduta di conoscenza sul tema.
          La BETA che tu dici non esserci, è una
          (rileggi l'articolo) la 0.9.7.
          Le altre sono le prerelase alla 0.9.7 cioè
          le 0.9.6.d, 0.9.6.a, etc; dovresti sapere
          cosa significano quelle lettere a,b,d, ...
          significano pre-relase."Everyone using OpenSSL 0.9.6d or earlier" per me significa tutte le versioni precedenti...compresa la 0.96 liscia...ma se tu hai dati per interpretare diversamente quella frase...cosi' come e' scritta vuol dire che anche la 0.95 e' affetta
          Ora che è chiarito, attendo le tue scuse.se ti sei offeso, mi dispiace..certo senso dell'umorismo zero eh :))))
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l'articolo
            Ci scommettevo che avresti fatto anche tu quell'errore.Eppure ho già risposto nei post precedetni sull'erlaier. Lo riporto: Quell'erlaier è riferito alle vers. precedenti (fissatelo bene in mente: precedenti) ma sempre per-relase della vers. 0.9.6.x; rispetto alla vers. 0.9.6.d. Lo stesso per quanto riguarda la vers. 0.9.7 (che è solo nelle varie BETA), rispetto alla vers. 0.9.7.BETA1. Difatti come ha tradotto bene PI: I buffer overflow interessano tutte le versioni di OpenSSL più recenti della 0.9.6.e o, per quanto riguarda le pre-release, più recenti della 0.9.7-beta3. I server che adottano la versione 0.9.6d su sistemi a 32 bit con SSL 2.0 disabilitato non sono invece vulnerabili. Il bug nella codifica ASN.1 riguarda invece tutti i programmi OpenSSL che si avvalgono della libreria ASN.1 per analizzare i dati untrusted, fra cui le varie implementazioni dei protocolli SSL, TLS, S/MIME e PKCS#7. OpenSSL.org ha già reso disponibili su questa pagina nuove versioni non vulnerabili di OpenSSL, la 0.9.6.e e la 0.9.7-beta3, e due patch per la 0.9.6d e la 0.9.7-beta2. Dove sarebbero le patch per le vers. antecedenti (es: 0.9.5)? Che scopo avrebbe riportare "l'erlaier" sia riferendosi alla vers. 0.9.6.d e alla vers. 0.9.7-BETA, quando basterebbe riferirsi alla vers. 0.9.7-BETA and erlaier (se volessi dire tutte)?E cmq leggile le traduzioni di PI, dovrebbero avere per lo scopo, gente laureata in lingue e lettere straniere.Se poi vuoi provare, utilizza la 0.9.5 per la quale non c'è patch (visto che non è afflitta dal problema). Molto probabilmente il problema si è aperto, per qualche nuova funzionalità da introdurre nella futura vers. 0.9.7.
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l'articolo

            Ci scommettevo che avresti fatto anche tu
            quell'errore.
            Eppure ho già risposto nei post precedetni
            sull'erlaier.
            Lo riporto:

            Quell'erlaier è riferito alle vers.
            precedenti (fissatelo bene in mente:ti ho gia' risposto...se earlier si riferisce solo al ramo 0.9.6x allora anche la 0.9.6 e' buggatae risale a settembre 2000, non all'altro ieri, alla faccia della pre-release...ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l'articolo
            Non sò se riguardi anche la stable 0.9.6; sicuramente riguarda tutte le pre-relase che discendono da questa e sono destinate alla vers. 0.9.7.Credo cmq di no; perchè non riportata esplicitamente, e perchè non vi è la patch, mentre c'è per l'ultima pre-relase e per la BETA della 0.9.7; mi sembrerebbe più urgente la patch per la vers. stable allora.Cmq sicuramente la 0.9.6a non è del mese scorso; ma sempre di pre-relase si tratta.Daltronde prima di rilasciare una vers. dichiarata stable di un protocollo di sicurezza, di acqua sotto i ponti ne dovrebbe scorrere; soprattutto la fà scorrere l'open source.
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene l'articolo
      Il problema e' che i pinguinari appiccicano la scritta "BETA" anche alla carta igienica che hanno in bagno, per poter giustificare qualunque porcheria. Basta guardare il disclaimer che sta sotto la distribuzione binaria di mozilla per rendersi conto di quanto abbiano paura anceh della loro ombra. La disconoscono peggio di un figlio illegittimo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene la licenza EULA
        Tu hai letto invece la EULA? No? leggitela! A me sembra che abbiano più paura le software house di come scrivono il loro codice...Ti cosiglio dal paragrafo "7. DESCRIPTION OF OTHER RIGHTS AND LIMITATIONS" in poi.END-USER LICENSE AGREEMENT IMPORTANT-READ CAREFULLY: This End-UserLicense Agreement ("EULA") is a legal agreement between you(either an individual or a single entity) and MicrosoftCorporation for the Microsoft software product identified above,which includes computer software and may include associatedmedia, printed materials, "online" or electronic documentation,and Internet-based services ("Product"). An amendment oraddendum to this EULA may accompany the Product. YOU AGREE TO BEBOUND BY THE TERMS OF THIS EULA BYINSTALLING, COPYING, OR OTHERWISE USING THEPRODUCT. IF YOU DO NOT AGREE, DO NOT INSTALLOR USE THE PRODUCT; YOU MAY RETURN IT TO YOURPLACE OF PURCHASE FOR A FULL REFUND. 1. GRANT OF LICENSE. Microsoft grants you the following rights provided that you comply with all terms and conditions of this EULA: * Installation and use. You may install, use, access, display and run one copy of the Product on a single computer, such as a workstation, terminal or other device ("Workstation Computer"). The Product may not be used by more than two (2) processors at any one time on any single Workstation Computer. You may permit a maximum of ten (10) computers or other electronic devices (each a "Device") to connect to the Workstation Computer to utilize the services of the Product solely for File and Print services, Internet Information Services, and remote access (including connection sharing and telephony services). The ten connection maximum includes any indirect connections made through "multiplexing" or other software or hardware which pools or aggregates connections. Except as otherwise permitted by the NetMeeting, Remote Assistance, and Remote Desktop features described below, you may not use the Product to permit any Device to use, access, display or run other executable software residing on the Workstation Computer, nor may you permit any Device to use, access, display, or run the Product or Product's user interface, unless the Device has a separate license for the Product. * Mandatory Activation. The license rights granted under this EULA are limited to the first thirty (30) days after you first install the Product unless you supply information required to activate your licensed copy in the manner described during the setup sequence of the Product. You can activate the Product through the use of the Internet or telephone; toll charges may apply. You may also need to reactivate the Product if you modify your computer hardware or alter the Product. There are technological measures in this Product that are designed to prevent unlicensed or illegal use of the Product. You agree that we may use those measures. * Storage/Network Use. You may also store or install a copy of the Product on a storage device, such as a network server, used only to install or run the Product on your other Workstation Computers over an internal network; however, you must acquire and dedicate an additional license for each separate Workstation Computer on or from which the Product is installed, used, accessed, displayed or run. A license for the Product may not be shared or used concurrently on different Workstation Computers. * Reservation of Rights. Microsoft reserves all rights not expressly granted to you in this EULA. 2. UPGRADES. To use a Product identified as an upgrade, you must first be licensed for the product identified by Microsoft as eligible for the upgrade. After upgrading, you may no longer use the product that formed the basis for your upgrade eligibility. 3. ADDITIONAL SOFTWARE/SERVICES. This EULA applies to updates, supplements, add-on components, or Internet-based services components, of the Product that Microsoft may provide to you or make available to you after the date you obtain your initial copy of the Product, unless we provide other terms along with the update, supplement, add-on component, or Internet-based services component. Microsoft reserves the right to discontinue any Internet-based services provided to you or made available to you through the use of the Product. This EULA does not grant you any rights to use the Windows Media Format Software Development Kit ("WMFSDK") components contained in the Product to develop a software application that uses Windows Media technology. If you wish to use the WMFSDK to develop such an application, visit http://msdn.microsoft.com/workshop/imedia/windowsmedia/sdk/wmsdk.asp, accept a separate license for the WMFSDK, download the appropriate WMFSDK, and install it on your system. 4. TRANSFER-Internal. You may move the Product to a different Workstation Computer. After the transfer, you must completely remove the Product from the former Workstation Computer. Transfer to Third Party. The initial user of the Product may make a one-time transfer of the Product to another end user. The transfer has to include all component parts, media, printed materials, this EULA, and if applicable, the Certificate of Authenticity. The transfer may not be an indirect transfer, such as a consignment. Prior to the transfer, the end user receiving the transferred Product must agree to all the EULA terms. No Rental. You may not rent, lease, lend or provide commercial hosting services to third parties with the Product. 5. LIMITATION ON REVERSE ENGINEERING, DECOMPILATION, AND DISASSEMBLY. You may not reverse engineer, decompile, or disassemble the Product, except and only to the extent that it is expressly permitted by applicable law notwithstanding this limitation. 6. TERMINATION. Without prejudice to any other rights, Microsoft may cancel this EULA if you do not abide by the terms and conditions of this EULA, in which case you must destroy all copies of the Product and all of its component parts. 7. DESCRIPTION OF OTHER RIGHTS AND LIMITATIONS. * NetMeeting/Remote Assistance/Remote Desktop Features. The Product contains NetMeeting, Remote Assistance, and Remote Desktop technologies that enable the Product or other applications installed on the Workstation Computer to be used remotely between two or more computers, even if the Product or application is installed on on
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene la licenza EULA
          ESATTO! E li' e' scritto nero su bianco. Non invece, come nell'esempio di mozilla, che prima si declama di essere tanto belli e fighi e poi si ha paura anche della propria ombra.
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene la licenza EULA
            ma piantala! perchè invece la ms non dichiara che i suoi prodotti sono "belli e fighi"? bambinoni!(scusate la volgarità...)- Scritto da: Lol
            ESATTO! E li' e' scritto nero su bianco. Non
            invece, come nell'esempio di mozilla, che
            prima si declama di essere tanto belli e
            fighi e poi si ha paura anche della propria
            ombra.
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene l'articolo
      ehm..scusa.. ma hai detto una cazzata. leggi bene l'advisory *prima* di scrivere qualsiasi cosa.ps: sia slackware che debian (da te citati) hanno reso pubblici i pacchetti aggiornati.pps: per quanto riguarda openBSD.. leggiti i post del bug di openssh su buqtraq ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene l'articolo
        I casi sono 3: o parlo arabo (scuse con la gente di cultura araba, ma è solo in senso figurativo, senza disprezzo) o spiego male; oppure ho davanti gente troppo ignorante.Vada per la 2° ipotesi.Non ho detto che Slack e Deb fanno a meno di pre-relase e pacchetti in BETA. Ho detto che cercano di farne a meno il più possibile, cioè non li inseriscono nelle loro distribuzioni, se non lo ritengono strettamente necessario, cioè se non hanno sw a coprire quella fascia di funzionalità.Cmq il fatto che hanno rilasciato i patch, non significa cmq che quelle versioni incriminate stiano nelle distro ufficiali (non ho controllato ancora, cmq); possono sempre distribuire quei pacchetti incriminati fuori dalla distro ufficiale (se li vuoi, non vedo perchè non dovrebbero farlo), e nel caso cmq, dare le patch nei rispettivi formati per la loro distro.Per OpenBSD non ho detto nulla di diverso.Difatti ho detto che il bug delle OpenSSH di qualche mese fà (che guarda caso erano sempre pre-relase) non c'era nella distro (nelle distro) ufficiali rilasciate dal team, perchè nella distro ufficiale viene messo solo sw testato da tempo e ritenuto quindi sicuro e stabile. Ciò non evita cmq il rilascio in modo separato, degli stessi pacchetti per OpenBSD, o cmq di qualsiasi altro *BSD e quindi il rilascio delle patch per il sistema.Ma questi e quei pacchetti, non sono presenti nelle distro dichiarate stabili e rilasciate dai team *BSD (solo sw con time sulle spalle, vi è).
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene l'articolo

          Non ho detto che Slack e Deb fanno a meno di
          pre-relase e pacchetti in BETA. Ho detto che
          cercano di farne a meno il più possibile,
          cioè non li inseriscono nelle loro
          distribuzioni, se non lo ritengono
          strettamente necessario, cioè se non hanno
          sw a coprire quella fascia di funzionalità.
          Cmq il fatto che hanno rilasciato i patch,
          non significa cmq che quelle versioni
          incriminate stiano nelle distro ufficiali
          (non ho controllato ancora, cmq); possono
          sempre distribuire quei pacchetti
          incriminati fuori dalla distro ufficiale (se
          li vuoi, non vedo perchè non dovrebbero
          farlo), e nel caso cmq, dare le patch nei
          rispettivi formati per la loro distro.ok. inizio a chiarire.la versione attualmente *ufficiale* (e quindi NON beta) di openSSL + recente è la 0.9.6e, uscita il 30 di Luglio dopo il famoso advisory.la versione attualmente *beta* di openSSL è la 0.9.7beta3, uscita anch'essa il 30 di Luglio e anch'essa dopo il famoso advisory.Questa cosa va specificata.Ma al di là di ciò (che puoi verificare cmq su www.openssl.org), l'advisory dice *chiaramente* che *TUTTE* le versioni precedenti (quindi dalla 0.0.1 alla 0.9.6d) sono affetti dal bug.quindi, chi ha una distribuzione linux,*bsd o *nix in generale su cui gira openssl (e programmi che usano l'engine di openssl) sono affetti, compreso la slackware 8.0 e 8.1 (quindi non devel,ma ufficiali) e le debian potato e woody (quindi ufficiali e non devel) e così via (e infatti su qualsiasi ML di sicurezza puoi notare tutti gli advisory delle maggior distribuzioni di *nix).
          Per OpenBSD non ho detto nulla di diverso.
          Difatti ho detto che il bug delle OpenSSH di
          qualche mese fà (che guarda caso erano
          sempre pre-relase) non c'era nella distro
          (nelle distro) ufficiali rilasciate dal
          team, perchè nella distro ufficiale viene
          messo solo sw testato da tempo e ritenuto
          quindi sicuro e stabile. Ciò non evita cmq
          il rilascio in modo separato, degli stessi
          pacchetti per OpenBSD, o cmq di qualsiasi
          altro *BSD e quindi il rilascio delle patch
          per il sistema.la questione è ben più lunga, per questo ti ho rimandato su sulla ML bugtraq.Cmq openBSD ha i suoi security fix (che siano + rari è un conto.. ma è curioso che l'ultimo sia di openssh.)Nota curiosa: slackware 8 non era affetta (nonostante sia stato cmq consigliato l'update )anche se è stata dichiarata con l'umiltà dovuta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l'articolo
            ah."Greetings,Just want to inform you that the OpenSSH package op ftp.openbsd.org(and probably all its mirrors now) it trojaned:ftp://ftp.openbsd.org/pub/OpenBSD/OpenSSH/portable/openssh-3.4p1.tar.gzThe OpenBSD people have been informed about it (via email toderaadt@openbsd.org and via irc.openprojects.org/#openbsd)"
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l'articolo
            Quando uscì quel bug, era uscito OpenBSD 3.0; il bug riguardava una vers. rilasciata pochi giorni prima:http://punto-informatico.it/p.asp?i=40697È stato lo stesso Team di OpenBSD e OpenSSH a fornire la notizia.La vers. 3.0 di OpenBSD non è costruita per quella relase; ma una più vecchia; se poi vuoi metterci l'ultima .....La vers. successiva di OpenBSD la 3.1 è uscita dopo qualche settimana dall'advisor, quindi era a "conoscenza" del problema e non ne è sicuramente afflitta. ma cmq non lo sarebbe stato, perchè ha una vers. più vecchia; leggo testualmente da OpenBSD 3.1 che ho scaricato interamente: il sw per lo scan delle OpenSSH è :scanssh-1.6b.tgz.Come puoi vedere si tratta della vers. 1.6b del sw di scan complementare alle OpenSSH, quindi è relativo a quelle vers. o poco più.La vers. incriminata è la 3.3p, che non è consigliata con scanssh-1.6b (in questo caso una pre-relase, che il team ha deciso di mettere nella distro).
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l'articolo
            Ma che centra che è la vers. ufficiale, non è dichiarata stable, visto che è classificata come pre-relase.Anche se vai su FreeBSD (www.freebsd.org) esiste la vers. stable, la current e la unstable.Tu sul server ci metti l'unstable? Allora sai a cosa vai incontro.Se ci metti la current sai che puoi avere qualche problema.Se ci metti la stable sai che praticamente non avrai problemi.Per fare un'esempio FreeBSD è alla current vers. 4.6; la stable è la 4.0.Fino a qualche mese fà, la stable era la 3.3, nonostante ci fosse la 4.4 come current.
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l'articolo
            Dimenticavo; come già ho postato, sono afflitte solo le pre-relase della vers. 0.9.6 e le BETA della 0.9.7.Difatti sono disponibili solo le patch per le pre-relase (l'ultima, daltronde essendo una pre-relase) e per le BETA.Se fossero afflitte anche le vers. precedenti, non credi che sarebbe più urgente le patch per quelle dichiarate stable, invece che per le pre-relase?Rileggi la traduzione di PI dell'advisor!
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete bene l'articolo
            - Scritto da: BSD_like
            Dimenticavo; come già ho postato, sono
            afflitte solo le pre-relase della vers.
            0.9.6 e le BETA della 0.9.7.Systems AffectedOpenSSL prior to 0.9.6e, up to and including pre-release 0.9.7-beta2 OpenSSL pre-release 0.9.7-beta2 and prior with Kerberos enabled SSLeay library http://www.cert.org/advisories/CA-2002-23.htmlprior = precedente = qualsiasi versione PRECEDENTE alla 0.9.6e
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene l'articolo
      - Scritto da: BSD_like
      prima di postare inutilmente, leggete bene:
      le versioni incriminate sono delle
      pre-relase; addirittura una in BETA.
      Quindi da delle pre-relase adirittura in
      BETA, ci si può aspettare dei bug.
      Non vedo il motivo giustificatore quindi
      dell'enfasi di PI nel riportare la notizia.
      Grave sarebbe se erano delle versioni
      considerate stabili e collaudate da tempo.
      Solo nei server di test dovrebbero esistere
      delle pre-relase.
      Le distro Linux come Debian e Slack,
      destinate generalmente ai server, non
      implementano delle pre-relase, se non quando
      costrette dalla mancanza di sw a coprire
      quella fascia.
      Ma anche i *BSD non le implementano,
      soprattutto OpenBSD. Rammentare che qualche
      mese fà sulle ultime pre-relase e BETA vers.
      di OpenSSH vi era un bug che permetteva
      attacchi da remoto. Eppure OpenBSD non ne è
      afflito in nesuna vers.: la versione
      distribuita di default con il sistema è
      collaudata da tempo.Ma non avete ancora capito che l'obiettivo principale di PI è creare zizzania tra gli utenti Win e quelli Linux al fine di aumentare gli accessi al sito?
      • Anonimo scrive:
        [OT] Re: Leggete bene l'articolo
        noooooo?!- Scritto da: Alberto
        Ma non avete ancora capito che l'obiettivo
        principale di PI è creare zizzania tra gli
        utenti Win e quelli Linux al fine di
        aumentare gli accessi al sito?
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene l'articolo

        Ma non avete ancora capito che l'obiettivo
        principale di PI è creare zizzania tra gli
        utenti Win e quelli Linux al fine di
        aumentare gli accessi al sito?assolutamente vero
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete bene l'articolo
          Mi sfugge il concetto... sarà che sono stanco...Ma la gente non viene a leggere le notizie per poi leggere anche il forum e rolleggiare un po' se non ha nulla da fare ?Voglio dire: se tolgono il forum io alla mattina quando non sono ancora capace di intendere e volere una sbirciatina la do... tempo di bere il caffè :P
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene l'articolo
        - Scritto da: Alberto
        Ma non avete ancora capito che l'obiettivo
        principale di PI è creare zizzania tra gli
        utenti Win e quelli Linux al fine di
        aumentare gli accessi al sito?Beh anche se lo facessero per questo secondo fine, rimane che la cosa interessante di PI è proprio che c'è questo confronto fra utilizzatori di varie piattaforme. Per esempio per me utilizzatore windows (mai pagato però) che sta pensando di valutare altre alternative è molto utile sapere che cosa ne pensa chi le utilizza di già sensa andare sui loro forum specializzati.Peccato che le discussioni vengano sempre inquinate da polemiche sterili, fatue e pretestuose,che molti ne fanno una guerra dogmatica e di appartenenza simile a quella delle tifoserie di calcio, che chi fà parte di nicchie venga deriso.Se si cercasse di più lo scambio sensa stare a difendere gli interessi di chi se li fà molto bene per conto suo ne avremmo più tutti da guadagnare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete bene l'articolo
      - Scritto da: BSD_like
      prima di postare inutilmente, leggete bene:
      le versioni incriminate sono delle
      pre-relase; addirittura una in BETA.Nel pietoso caso in questionenon mi sembra c'è ancora ci sia stata una versione stable.
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete bene l'articolo
        Vero, se intendi che non vi è una 1.0.0.Però vedi la vers. 1.0.0 non vuol affatto dire che un sw open source la raggiunge quando è dichiarato stable.Ma quando è stable e quando implementa tutte le funzionalità che i progettisti si erano imposti per una vers. 1.0.0.Quindi le vers. 0.x.y, non hanno tutto quello che avrà la vers. 1.0.0 (oddio, la 0.9.x, si; ma proprio per quel "9", si tratta in quest'ultimo caso di affinamento).Non solo poi il team valuta se ha raggiunto gli scopi che si era prefissato e la stabilità ovviamente per rilasciare la vers. 1.0.0; ma anche se il sw è sufficientemente affinato: velocità, tempi di risposta ai cambiamenti, alle richieste, etc.Per concludere, 1.0.0 non vuol solo, semplicemente dire stable. Anche.
  • Anonimo scrive:
    Il bello dell'open source...
    E' la velocità con cui le falle vengono scoperte e tappate. La M$ non potrà mai essere così!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il bello dell'open source...
      ZzzzZZzzZZZzzZZz...Uh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il bello dell'open source...
      - Scritto da: freeboy
      E' la velocità con cui le falle vengono
      scoperte e tappate. La M$ non potrà mai
      essere così!il problema è: da quanto tempo esistevano queste falle?Facile far scoprire la falla quando la patch è pronta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il bello dell'open source...
        - Scritto da: Divertito
        - Scritto da: freeboy

        E' la velocità con cui le falle vengono

        scoperte e tappate. La M$ non potrà mai

        essere così!


        il problema è: da quanto tempo esistevano
        queste falle?
        Da poco, sono delle pre-relase e una BETA; è ovvio aspettarsi da queste versioni possibili bug, mica sono dichiarate stabili e collaudate da tempo. Altrimenti a che serve la dichiarazione BETA?
        Facile far scoprire la falla quando la patch
        è pronta.Vecchia solfa: Gli hack Open Source o meglio UNIX fanno scoprire immediatamente il bug se si tratta di sw M$ o cmq che gira su win*, la fanno scoprire solo a patch pronta per i sistemi UNIX e collaborano tra loro in modo fitto attivandosi per risolverla.la verità è che generalmente il bug viene rivelato dopo 10 gg - 2 settimane dalla scoperta, e dopo aver avvertito la sw house di competenza. Se questa non ha pronto la patch di chi è colpa? Se il mondo UNIX è più veloce (per i motivi che vuoi), di chi è colpa?
        • Anonimo scrive:
          Re: Il bello dell'open source...
          - Scritto da: BSD_like


          il problema è: da quanto tempo esistevano

          queste falle?


          Da poco,hahahahahahaha se esistono in tutte le versioni di openssl c'e' poco da dire: "da poco"


          Facile far scoprire la falla quando la
          patch

          è pronta.

          Vecchia solfa: Gli hack Open Source o meglio
          UNIX fanno scoprire immediatamente il bug se
          si tratta di sw M$ o cmq che gira su win*,
          la fanno scoprire solo a patch pronta per i
          sistemi UNIX e collaborano tra loro in modo
          fitto attivandosi per risolverla.ma che ti fumi ? ma perche' ti metti a dare questefalse notizie ? secondo te i bug hunter fannoqueste diversificazioni ?
          la verità è che generalmente il bug viene
          rivelato dopo 10 gg - 2 settimane dalla
          scoperta, e dopo aver avvertito la sw house
          di competenza.si! purtroppo ora e' cosi' .. alla faccia della full-disclosure ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Il bello dell'open source...
          - Scritto da: BSD_like
          Da poco, sono delle pre-relase e una BETA; è
          ovvio aspettarsi da queste versioni
          possibili bug, dhu?
          mica sono dichiarate stabili
          e collaudate da tempo. Altrimenti a che
          [...]eccallà, lo sapevo: se c'è un baco in linux è del tutto normale perchè è dichiarata "unstable"...follia pura.... e meno male che dovrebbe essere un SO serio.auguri a tutti i sistemisti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: windrak

            mica sono dichiarate stabili

            e collaudate da tempo. Altrimenti a che

            [...]

            eccallà, lo sapevo: se c'è un baco in linux
            è del tutto normale perchè è dichiarata
            "unstable"...Altrimenti l'avrebbero dichiarate "stable", non credi ? Ti sfugge il significato della parola "unstable" ?
            follia pura.... e meno male che dovrebbe
            essere un SO serio.E' un SO serio. Diciamo, piu' serio di un certo OS il quale ha ancora 20 falle aperte nel suo Browser giunto ormai alla versione 6 (Ultra-stable ?).
            auguri a tutti i sistemisti.I quali non possono dormire sugli allori e aspettare 3 settimane per la patch da Redmond.
          • Anonimo scrive:
            Re: [un po' OT] Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: gsam
            [...]
            E' questione di preferenza, ognuno sceglie
            per se (e si prende i suoi rischi).concordo :)

            Quindi si puo' dire che l'open esiste
            grazie

            al closed? assolutamente si.

            Questo concetto francamente non mi è chiaro.in effetti il discorso era un po' contorto...più o meno era questo:tendenzialmente chi mette le mani nel codice delle varie librerie open di linux è un programmatore "advanced" (diciamo cosi') che nella vita reale (un po' come in Matrix) fa lo sviluppatore all'interno di una società che, a sua volta, fattura sul codice prodotto (direttamente o indirettamente).nel modello attuale di mercato (probabilmente nel futuro cambierà) una società per fatturare sviluppa codice closed per applicazioni closed.Da qui il mio ragionamento: sostanzialmente chi contribuisce all'open è il programmatore closed, ergo: l'open sopravvive grazie al closed.
            [...]
            Un'azienda di Hosting (semplice esempio) può
            aiutare il team Apache con un bug_fix anche
            se i suoi web server sono sotto Win2k,
            pagano le licenza a MS per avere il prodotto
            che preferiscono e hanno un Apache
            performante, questo non per "aiutare la
            comunità" ma perchè sono i primi a
            rimetterci con un Apache fallato.giusto, pero' è difficile che un'azienda che fa hosting sopravviva solo grazie all'hosting e se lo fa avrà margini molto bassi (ma veramente bassi), tali da non potersi permettere che il suo sistemista/programmatore sprechi ore uomo per sviluppare per terzi, avrà di sicuro tante altre belle cosette da fare (configurare domini, mantenere il dns, creare/modificare/gestire accounts ftp, accounts mails, fixare, fixare, fixare, etc... etc...)
            In che modo il software closed avrebbe
            aiutato lo sviluppo del software open ?perche' il closed è una realtà che finanzia l'open (che ad oggi non è ancora una realtà commerciale pari al closed).
            L'azienda di Hosting commercia grazie a
            entrambi e avere del software performante
            (come Apache in questo caso) le da un
            ritorno in immagine e in soldi.
            Aiuta anche solo come tester il team Apache,
            paga le licenze a MS e crea lavoro
            dall'unione dei due prodotti: manca solo il
            Lucano.bello sarebbe eh? :)))
          • Anonimo scrive:
            Re: [un po' OT] Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: windrak
            in effetti il discorso era un po' contorto...
            più o meno era questo:
            tendenzialmente chi mette le mani nel codice
            delle varie librerie open di linux è un
            programmatore "advanced" (diciamo cosi') che
            nella vita reale (un po' come in Matrix) fa
            lo sviluppatore all'interno di una società
            che, a sua volta, fattura sul codice
            prodotto (direttamente o indirettamente).
            nel modello attuale di mercato
            (probabilmente nel futuro cambierà) una
            società per fatturare sviluppa codice closed
            per applicazioni closed.
            Da qui il mio ragionamento: sostanzialmente
            chi contribuisce all'open è il programmatore
            closed, ergo: l'open sopravvive grazie al
            closed.Che io sappia no. Ovviamente non si può generalizzare in un contesto così ampio ma da come la so io alcune società pagano (e profumatamente) alcuni sviluppatori per creare questi software per poi avere un guadagno.Molti software sono os perchè frutto del lavoro di università o ricercatori o governi vari (BSD e Apache ad esempio). Altri sviluppatori trovano posto in società come HP o IBM che effettivamente hanno un guadagno vendendo hardware. Le distribuzioni fanno molto e soprattutto lavorano spesso e volentieri insieme (GCC 3.1.1 è frutto di una collaborazione SuSe-Red Hat ed è un *gran* bel lavoro). Altre sono frutto del gruppo GNU, altre ancora vengono portate avanti per hobby. Insomma il panorama è sufficientemente variegato da non poter avvallare senza dubbio una tesi o l'altra, è appunto un metodo di sviluppo spontaneo (a volte più a volte meno).
            giusto, pero' è difficile che un'azienda che
            fa hosting sopravviva solo grazie
            all'hosting e se lo fa avrà margini molto
            bassi (ma veramente bassi), tali da non
            potersi permettere che il suo
            sistemista/programmatore sprechi ore uomo
            per sviluppare per terzi, avrà di sicuro
            tante altre belle cosette da fare
            (configurare domini, mantenere il dns,
            creare/modificare/gestire accounts ftp,
            accounts mails, fixare, fixare, fixare,
            etc... etc...)Era un semplice esempio :) Le piccole aziende possono dare supporto in testing che è altrettanto importante.
            perche' il closed è una realtà che finanzia
            l'open (che ad oggi non è ancora una realtà
            commerciale pari al closed).Sul fatto che non sia una realtà commerciale pari al closed non ci piove. C'è anche da dire che il sistema di commercio closed ha dimostrato negli anni diverse falle: la pirateria innanzitutto.L'OS muove però parecchi capitali e non è affatto detto che il sfw closed finanzi il sfw open: probabilmente è ANCHE così ma non in larga misura come credi. Piuttosto è l'unione di tutti i più svariati fattori che crea questo fenomeno.
            bello sarebbe eh? :)))Il lucano ? Uh si non male :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Il bello dell'open source...
      - Scritto da: freeboy
      E' la velocità con cui le falle vengono
      scoperte e tappate. La M$ non potrà mai
      essere così!Il bello dell'opensource e' che attira tutti i piantagrane che inventano qualsiasi scusa per giustificare le mancanze dello stesso, rendendolo poco credibile agli occhi delle aziende dove lo vai a proporre. Continuate cosi' mi raccomando.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il bello dell'open source...
        Tu, invece rileggiti bene l'art.: si tratta di vers. pre-relase e BETA, dove puoi aspettarti ciò, altrimenti la dizione BETA che ce la mettono a fare.Poi, se si considera che per M$ allo stadio BETA già è sw rilasciabile, è un'altra cosa!
        • Anonimo scrive:
          Re: Il bello dell'open source...
          - Scritto da: BSD_like
          Tu, invece rileggiti bene l'art.: si tratta
          di vers. pre-relase e BETA, dove puoi
          aspettarti ciò, altrimenti la dizione BETA
          che ce la mettono a fare.
          Poi, se si considera che per M$ allo stadio
          BETA già è sw rilasciabile, è un'altra cosa!Ma chi ha iniziato storicamente a denominare il software in prerilacio con appelativi tipo alfa, beta, candidate realese etc?
        • Anonimo scrive:
          Re: Il bello dell'open source...
          - Scritto da: BSD_like
          Tu, invece rileggiti bene l'art.: si tratta
          di vers. pre-relase e BETA, dove puoi
          aspettarti ciò, altrimenti la dizione BETA
          che ce la mettono a fare.
          Poi, se si considera che per M$ allo stadio
          BETA già è sw rilasciabile, è un'altra cosa!svegliatihttp://www.punto-informatico.it/pol.asp?mid=242405&fid=41133
      • Anonimo scrive:
        Re: Il bello dell'open source...
        Sempre le solite cazzate eh ?Chi si installa una beta ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Il bello dell'open source...
          Tutti perche' M$ te la rivende senza dirti che e' una beta, tanto poi ti da le pathc ! pero' nei mesi a seguire i bug te li sorbisci tutti !
      • Anonimo scrive:
        Re: Il bello dell'open source...
        Sarai tu che sei poco credibile in generale, il software Open Source è decisamente credibile soprattutto per le aziende, altro che balle...
        • Anonimo scrive:
          Re: Il bello dell'open source...
          - Scritto da: Flavio
          Sarai tu che sei poco credibile in generale,
          il software Open Source è decisamente
          credibile soprattutto per le aziende, altro
          che balle...Sicuro, per quei 4 software non beta che ci sono, e che sono gli stessi da 10 anni ormai.Saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            Non preoccuparti tra poco esce il service pack per XP e smetterà di essere una beta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            Ah, dimenticavo...I software open source sono TUTTI beta per definizione, credo sia sufficientemente semplice da capire.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: gsam
            Ah, dimenticavo...
            I software open source sono TUTTI beta per
            definizione, credo sia sufficientemente
            semplice da capire.uhm... non sarei così drastico. Se si ammette che ogni software ha dei bug, allora ogni SW può essere considerato beta, no?penso che una definizione di software stabile sia "ragionevolmente al riparo da bug tanto da poterne permettere un utilizzo continuativo in diversi tipi di configurazioni"..DarkStaR
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            Sulla porta principale dell'R&D di una GROSSA ditta di software :Software is debugged when the last user is dead.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: jj
            Sulla porta principale dell'R&D di una
            GROSSA ditta di software :

            Software is debugged when the last user is
            dead.
            :-DDDDDDDDDDDDDgrande!DarkStaR
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: gsam
            Ah, dimenticavo...
            I software open source sono TUTTI beta per
            definizione, credo sia sufficientemente
            semplice da capire.No, non credo proprio. Ti sei tirato una zappa sui piedi con questa scemenza, ma te la levo io.Ci sono le versioni stabili e non.Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: gsam
            Non preoccuparti tra poco esce il service
            pack per XP e smetterà di essere una beta.Lo sara' per te, a me va benissimo fin dall'anno scorso. In ogni caso solo gli sfigati aspettano il service pack.Saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: Sarge

            Sicuro, per quei 4 software non beta che ci
            sono, e che sono gli stessi da 10 anni
            ormai.
            e che usa ormai mezzo mondo internet (apache & c) e che sono continuamente in evoluzione (sarebbe ora che ti documentassi un po'...)e poi dai tempo anche agli altri progetti (vedi openoffice) di diffondersi e poi ne riparliamo..

            Saluti.salve,DarkStaR
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: DarKStaR
            e che usa ormai mezzo mondo internet (apache
            & c) e che sono continuamente in evoluzione
            (sarebbe ora che ti documentassi un po'...)E chi se ne frega del mezzo mondo internet.I desktop quanti sono, e su quanti di questi gira apache? E su quanti di questi gira Gimp invece di programmi come paintshop pro o photoshop?

            e poi dai tempo anche agli altri progetti
            (vedi openoffice) di diffondersi e poi ne
            riparliamo..Vedremo, intanto vedo solo dei cloni, senza nessuna novita' di rilievo.Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Il bello dell'open source...

        Il bello dell'opensource e' che attira tutti
        i piantagrane che inventano qualsiasi scusa
        per giustificare le mancanze dello stesso,first:read well the article! è una versione beta! chiaro che ci siano dei bug. Se poi tu ti installi un server SSL con una versione beta,te lo meriti che ti buchino.
        rendendolo poco credibile agli occhi delle
        aziende dove lo vai a proporre. Continuate
        cosi' mi raccomando.mi fai qualche esempio di 'mancanze'?DarKStaR
        • Anonimo scrive:
          Re: Il bello dell'open source...
          - Scritto da: DarKStaR
          mi fai qualche esempio di 'mancanze'?Vatti a vedere le distribuzioni linux che fanno tutte schifo e sono bacate (e mal supportate) tranne gentoo che è una cosa un po' più seria.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            Non è vero che le distro Linux fanno tutte schifo, lo dimostra il gran numero di utenti che le scelgono e le usano con soddisfazione da tempo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: freeboy
            Non è vero che le distro Linux fanno tutte
            schifo, lo dimostra il gran numero di utenti
            che le scelgono e le usano con soddisfazione
            da tempo.anche windows si usa da tempo e con soddisfazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: palabra
            anche windows si usa da tempo e con
            soddisfazione.Dipende dal motivo per cui si usa. A casa o nelle piccole aziende può andar bene (e non ho mai sostenuto il contrario) ma altrove...P.S.: Oggi, Lin è un'alternativa a Win anche a casa (a meno che non hai HW particolarmente raro)
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            ROTFL
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            purtroppo in passato le distro linux "facili" tipo mandrake, redhat e suse uscivano con molti pacchetti bacati (sopratutto i window manager e le util. di configurazione), ma ora le cose sono molto migliorate. inoltre non è che la concorrenza sia molto meglio. :)riguardo al supporto: ho una copia originale di windows... quando mi si "rompe" (ogni 4 mesi) chi mi supporta? mi arrangio e lo reinstallo.inoltre, ti posso capire se parli del supporto a distro comprate, ma non se pretendi supporto per quelle che trovi in edicola o ti scarichi!- Scritto da: Opino
            Vatti a vedere le distribuzioni linux che
            fanno tutte schifo e sono bacate (e mal
            supportate) tranne gentoo che è una cosa un
            po' più seria.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il bello dell'open source...
            - Scritto da: Opino
            - Scritto da: DarKStaR


            mi fai qualche esempio di 'mancanze'?

            Vatti a vedere le distribuzioni linux che
            fanno tutte schifo e sono bacate (e mal
            supportate) tranne gentoo che è una cosa un
            po' più seria.su gentoo non posso dire nulla, non l'ho ancora vista. Però ho installato SUSE sul pc di casa ed ha rilevato tutto al primo colpo....boh.. penso dipenda molto dalle periferiche. Cmq una cosa del genere succede anche su winZ..DarkstaR
Chiudi i commenti