Lazada: data breach per la controllata Alibaba

La società ha confermato l'incidente: esposte anche le informazioni parziali relative alle carte di credito utilizzate per i pagamenti online.
La società ha confermato l'incidente: esposte anche le informazioni parziali relative alle carte di credito utilizzate per i pagamenti online.

Violazione confermata ai danni di Lazada, realtà con sede a Singapore controllata dal gigante cinese Alibaba e operante nel territorio e-commerce. Quanto reso noto parla di un data breach e di un conseguente leak per le informazioni appartenenti a 1,1 milioni di account.

Esposti i dati per 1,1 milioni di account Lazada

Secondo i dettagli sull’incidente ufficializzati la responsabilità sarebbe da attribuire a un database gestito da RedMart, divisione del gruppo che si occupa della commercializzazione di generi alimentari. Un archivio contenente dati aggiornati a 18 mesi fa. Riportiamo di seguito in forma tradotta la breve dichiarazione di un portavoce della società affidata alla redazione di Reuters.

Le informazioni degli utenti alle quali è stato effettuato l’accesso in modo illegale includono nomi, numeri di telefono, email, indirizzi di residenza, password cifrate e numeri parziali delle carte di credito.

Dopo aver scoperto l’accaduto, Lazada afferma di essersi immediatamente messa al lavoro al fine di bloccare l’accesso al database, comunicando agli utenti interessati l’esposizione delle informazioni. Come sempre accade in questi casi, per loro c’è il rischio di finire nel mirino dei cybercriminali con campagne di phishing mirate.

Fondata nel 2011 dalla tedesca Rocket Internet, la società è passata nel 2016 sotto il controllo di Alibaba. In alcuni paesi asiatici come Indonesia, Malesia, Filippine, Singapore, Thailandia e Vietnam è tra i principali protagonisti del settore e-commerce.

Fonte: Reuters
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti