Le app WebOS si scrivono online

Palm ha rilasciato la versione preliminare di un ambiente di sviluppo integrato per WebOS che può essere utilizzato interamente via browser

Roma – Il giovane WebOS non smentisce la sua natura di sistema operativo web-centrico neppure quando si tratta di ambienti di sviluppo. Palm ha infatti svelato un integrated development environment (IDE), chiamato Ares, che gira interamente all’interno di un web browser.

Ares include tutto ciò che serve per creare applicazioni capaci girare su WebOS e gli smartphone Pre e Pixi di Palm: i tre componenti principali sono dati dal designer di form, dal debugger e dall’editor di codice basato sul software open source Mozilla Bespin . Tra le caratteristiche più interessanti si citano la possibilità di integrare l’IDE con i version control system e di uploadare i file semplicemente trascinandoli sulla finestra del browser.

Sebbene si trovi ancora nella fase iniziale di testing, Palm ha già messo a disposizione degli sviluppatori una prima beta pubblica di Ares. Chi l’ha provata afferma che l’IDE ha ancora ampi margini di miglioramento, soprattutto sotto il profilo della reattività e del supporto al drag and drop.

Per funzionare Ares richiede un browser capace di supportare HTML5, come le più recenti versioni di Firefox, Chrome e Safari.

Palm ha altresì annunciato di essere quasi pronta a rilasciare un aggiornamento a WebOS, l’1.3.5, che secondo Palm permetterà agli utenti di scaricare e archiviare un maggior numero di applicazioni, migliorerà il supporto a WiFi e le performance delle applicazioni, estenderà la durata delle batterie e incrementerà la velocità e la reattività degli smartphone Pixi.

Palm 1.3.5 dovrebbe essere rilasciato in occasione del CES di Las Vegas, in programma dal 7 al 10 gennaio 2010.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • paoloholzl scrive:
    Il closed dell' Open
    Cercatevi l'articolo che ho scritto tempo addietro.La risposta è lì!... Saresti disposto a costruire sul campo del vicino che per ora, e a sua totale discrezione, te lo presta gratis (poi un giorno deciderà se e quanto fartelo pagare) ?Per farci la cuccia del tuo cane sì, per costruirci la tua azienda dovresti essere un pazzo!
    • krane scrive:
      Re: Il closed dell' Open
      - Scritto da: paoloholzl
      Cercatevi l'articolo che ho scritto tempo
      addietro.
      La risposta è lì!Lo leggiamo solo se ci metti a disposizione un forum in cui trollare ! 8)
      • paoloholzl scrive:
        Re: Il closed dell' Open

        Lo leggiamo solo se ci metti a disposizione un
        forum in cui trollareC'è, solo il primo post è moderato (per evitare la schifezza..).E comunque rispondo anche a trollate qui.Rimando al titolo solo per non riscrivere sempre le stesse cose.Ogni commento costruttivo è sempre gradito, ovunque sia.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 dicembre 2009 12.49-----------------------------------------------------------
        • krane scrive:
          Re: Il closed dell' Open
          - Scritto da: paoloholzl

          Lo leggiamo solo se ci metti a disposizione un

          forum in cui trollare
          C'è, solo il primo post è moderato (per evitare
          la schifezza..).Se moderi non veniamo a leggere :D
          E comunque rispondo anche a trollate qui.
          Rimando al titolo solo per non riscrivere sempre
          le stesse cose.
          Ogni commento costruttivo è sempre gradito,
          ovunque sia.Se vuoi commenti costruttivi spero che tu abbia spammato anche altri forum oltre a questo.
          • paoloholzl scrive:
            Re: Il closed dell' Open

            - Scritto da: paoloholzl


            Lo leggiamo solo se ci metti a disposizione un


            forum in cui trollare


            C'è, solo il primo post è moderato (per evitare

            la schifezza..).

            Se moderi non veniamo a leggere :DSe vedi lo storico dei post ti renderai conto che tolgo esclusivamente le righe di chi scrive per imbrattare, non certo i punti di vista alternativi che anzi approfondiscono anche quando sono molto polemici (ma costruttivi).Non ho trovato un sistema migliore per tenere il tutto pulito.Putroppo i forum sono come una bacheca da università in cui tutti possono scrivere, ma ogni tanto passa qualcuno ad attaccare delle foto porno.Spesso su alcuni miei scritti troverai quello che è il mio modo di concepire il dialogo che trovi in questa frase ...Questo documento riflette puramente il mio punto di vista personale ed è in continuo divenire.Nei limiti delle mie disponibilità di tempo sono gradite le opinioni altrui sull' argomento, quando riterrò le opinioni dell' interlocutore migliori delle mie cambierà il mio punto di vista e di conseguenza anche questo documento.In ogni caso difenderò le mie idee fino in fondo pur senza avere delle certezze.
            Se vuoi commenti costruttivi spero che tu abbia
            spammato anche altri forum oltre a
            questo.Potevo riscrivere tutto il testo qui con l'effetto di dividere l'eventuale discussione.Potevo anche inserire il link diretto all'articolo, alla fine ho cercato una posizione di compromesso citandolo e riportando una piccola parte (è anche abbastanza lungo).E comunque se vedi i miei post storici su Punto Informatico ti renderai conto che sono sempre risposte a tema.Al momento non mi viene in mente un metodo migliore
    • pabloski scrive:
      Re: Il closed dell' Open
      il punto è che bisogna coniugare il capitalismo e l'avidità aziendale ( lasciami passare questo termine ) con la logica stallmaniana del free softwaretant'è che proprio da questo scontro nacque l'opensource, come mezzo per mettere d'accordo i due sfidantiil punto è che l'open ( non il free software dunque ) è fondamentalmente un metodo di standardizzazione del codice, tramite cui le aziende possono collaborare, evitare di reinventare ogni volta la ruota e nel contempo fare soldil'ultimo punto chiaramente impone un minimo di chiusura o almeno la fornitura di un servizio e/o prodotto derivato dall'open ma che open non è...almeno non dev'essere open subito, ma restare chiuso o per un limitato periodo o per sempre perchè magari è troppo di nicchia e non attira l'attenzione della comunità che potrebbe farne un fork o un clonedetto questo c'è il discorso cloud computing, che è una buona tecnologia ma non alle condizioni che google, yahoo, ms, amazon e soci stanno dettandomettere i miei in mano ad uno di questi soggetti è fuori discussione....lo so che i manager aziendali non saranno altrettanto lungimiranti e preoccupati, ma vabbè ragioniamo ipoteticamente e con un minimo di ottimismoe non è solo un problema di cosa google farà con i miei dati, ma anche di come e se google riuscirà ad evitare gravi blocchi della sua infrastrutturain questo senso il cloud lo vedo bene, ma come idea...cioè l'azienda X crea una sua infrastruttura cloud per gestire le sue cose...lì effettivamente c'è il vantaggio di risparmiare sul numero di macchine da comprare, sui software da comprare e installare, sulla manutenzione, ecc...ed inoltre se si blocca il cloud di FIAT non si blocca il mondo ;)
      • paoloholzl scrive:
        Re: Il closed dell' Open
        Quoto tutto.Una 'nuvola' all'interno dell'azienda ci sta e può portare vantaggi non indifferenti.L'intenzione mia era invece quella di sollevare la questione per chi, anche nel mondo dell'Open Source, sta ergendo Google (come in parte già fatto con IBM) a paladini del software libero.Un cloud in casa loro è come minimo uno straordinario atto di fiducia.(Dal mio punto di vista uno straordinario atto di incoscienza).Questo senza disconoscere benefici che queste aziende hanno portato al movimento del software libero.
        • pabloski scrive:
          Re: Il closed dell' Open
          - Scritto da: paoloholzl
          L'intenzione mia era invece quella di sollevare
          la questione per chi, anche nel mondo dell'Open
          Source, sta ergendo Google (come in parte già
          fatto con IBM) a paladini del software
          libero.penso che tu, come me e molti altri, sappia il perchè di questa cosa...google è l'anti-microsoft ed è un alleato pieno di soldiil fatto che gente come Stallman non dica nulla contro google, dovrebbe far capire qual'è la strategia ai piani alti dell'OSI e della FSF
          Un cloud in casa loro è come minimo uno
          straordinario atto di
          fiducia.beh, più che altro è un atto di folliaposso credere che loro non sbirceranno ( e posso criptare i dati per evitarlo ) ma credere che il loro cloud funzionerà sempre e senza blocchi è da irresponsabili...
          (Dal mio punto di vista uno straordinario atto di
          incoscienza).infatti, soprattutto in Italia, con Telecom che la sera improvvisamente taglia l'accesso alla rete fuori dall'Italia ( ed è capitato un bel pò di volte )
          Questo senza disconoscere benefici che queste
          aziende hanno portato al movimento del software
          libero.per loro è conveniente, quindi ringraziarli non è il caso....piuttosto sono utili in funzione anti-microsoft, a patto di "aiutare" molti di loro così che a livello di mercato si pestino i piedi gli uni con gli altri e si eviti di creare un nuovo, più grande, monopolio, che avvolgerebbe non solo i computer ma pure la rete
    • Africano scrive:
      Re: Il closed dell' Open
      - Scritto da: paoloholzl
      Cercatevi l'articolo che ho scritto tempo
      addietro.
      La risposta è lì!Compro una vocale.

      ... Saresti disposto a costruire sul campo del
      vicino che ‘per ora’, e a sua totale discrezione,
      te lo presta gratis (poi un giorno deciderà se e
      quanto fartelo pagare)
      ?
      Per farci la cuccia del tuo cane sì, per
      costruirci la tua azienda dovresti essere un
      pazzo!Il problema non è tanto cosa faccia google, ma cosa non fanno gli altri, in particolare Zio Bill e il suo modello che è inappropriato per fargli concorrenza. Se le aziende troveranno conveniente google, perché altri non potranno offrire soluzioni equivalenti, avranno tutto in mano loro.
      • paoloholzl scrive:
        Re: Il closed dell' Open

        Il problema non è tanto cosa faccia google, ma
        cosa non fanno gli altri, in particolare Zio Bill
        e il suo modello che è inappropriato per fargli
        concorrenza. Se le aziende troveranno conveniente
        google, perché altri non potranno offrire
        soluzioni equivalenti, avranno tutto in mano
        loro.Concordo, penso che Google ma anche Apple stiano creando sistemi di business che inevitabilmente intaccheranno (e hanno gia intaccato) M$.La chiave di volta con cui si convinceranno gli utenti è la parola 'Facile', il problema è che molti capiranno sulla propria pelle che la scelta facile non è quasi mai la migliore.M$ è una azienda che sembra dire 'non sbaglio mai' salvo poi sterzare quando capisce di aver preso una cantonata (sempre meglio di chi per principio continua sulla strada sbagliata), non staranno certo a guardare.Ad esempio Azure di cui non si sente che poco, dovrebbe essere la risposta al modello Iphone+AppleStore / Android+GoogleStore.In ogni caso forse arriveranno troppo tardi ...
  • MeX scrive:
    anche le persone...
    che partecipano ai progetti Open non lo fanno per beneficienza.Lo fanno per imparare, farsi esperienza, mettere nel loro CV un po' di sostanza... mi sembra tutto ovvio e banale
    • Whishper scrive:
      Re: anche le persone...
      IMHO tutti i progetti open non nascono, come qualcuno vuole far credere, perché uno si sveglia la mattina e pensa 'oggi faccio un programma OSS che mi dia gloria sempiterna'.In realtà nascono perché uno deve fare una cosa col computer, ma o il programma per farlo non esiste, o le alternativa costano troppo per lui, o perché non sono esattamente come le vuole fatte.Questa persona non ha nessun interesse a VENDERE il programma, in quanto il suo lavoro solitamente non è l'informatica, ma quello di cui il programma si applica (ad es, se un grafico potrà voler far un GIMP, o un animatore un Blender, o un programmatore un nuovo linguaggio..). Per cui dice: io questo programma lo devo fare. Se volessi venderlo, mi servirebbe un distributore, assistenza, marketing, pubblicità, una azienda, ecc.ecc.ecc. Pensa se tutti quelli che devono USARE un programma dovessero rivenderlo....! NO, lui deve solo usarlo, per cui non gliene frega nulla se anche altri lo usano, però qualunque aiuto gli diano per migliorarlo lo accetta ben volentieri.Ora, io capisco cosa pensano tutti quelli che parlano di sfruttamento dell'impegno altrui, ma sono veramente fuori strada. Io ho scritto un programma che mi aiuta ENORMEMENTE nel mio lavoro, e sono soddisfattissimo. Avrei potuto 'venderlo' ai miei colleghi, ma gliel'ho regalato. Non mi è costato nulla farlo. Loro ne hanno beneficiato enormemente, ma a me non è costato nulla regalarglielo. ERGO loro mi hanno sfruttato? No, perché contemporaneamente, ricevo feedback, segnalazione di errori, suggerimenti... aggratis. Non mi sento moralmente obbligato a fornire assistenza, ma ogni volta che lo faccio (sempre) il programma migliora un po'. E chi ne guadagna, secondo voi, se il programma migliora? Il maggiore beneficiario sono ovviamente io... quello che inizia un progetto OSS è molto probabilmente quello che ha più desiderio di tutti che il programma cresca, in quanto se è stato così frustrato dalle alternative da doversi riscrivere tutto da 0, allora probabilmente quel programma gli serviva DAVVERO, e sarà dunque un utilizzatore al massimo livello.Concludendo, secondo me chi più chi meno, dal OSS ci guadagnano tutti, soprattutto non ci perde nessuno. E dal momento che tutti ci guadagnano e nessuno ci perde, non ha alcun senso vedere chi fra le parti ci guadagna di più e chi meno.- Scritto da: MeX
      che partecipano ai progetti Open non lo fanno per
      beneficienza.

      Lo fanno per imparare, farsi esperienza, mettere
      nel loro CV un po' di sostanza... mi sembra tutto
      ovvio e
      banale
      • MeX scrive:
        Re: anche le persone...
        Gimp piú che da un grafico mi sembra fatto da un ingeniere :)Inoltre un grafico non sa programmare Gimp, cosí come un animatore non sa programmare Blender
        • Whishper scrive:
          Re: anche le persone...
          - Scritto da: MeX
          Gimp piú che da un grafico mi sembra fatto da un
          ingeniere
          :)
          Inoltre un grafico non sa programmare Gimp, cosí
          come un animatore non sa programmare
          BlenderOk, quindi secondo te si sono autocreati? Che azienda c'è dietro?Io sono un ingegnere informatico, personalmente i miei programmi sono autoreferenziali, ma non dubito che chi ha fatto GIMP lo abbia fatto non perché gli andasse di farlo, ne perché fosse pagato, ma perché doveva fare grafica ma non poteva/voleva comprare photoshop...
          • zuccox scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: Whishper
            - Scritto da: MeX

            Gimp piú che da un grafico mi sembra fatto da un

            ingeniere

            :)

            Inoltre un grafico non sa programmare Gimp, cosí

            come un animatore non sa programmare

            Blender

            Ok, quindi secondo te si sono autocreati? Che
            azienda c'è
            dietro?
            Io sono un ingegnere informatico, personalmente i
            miei programmi sono autoreferenziali, ma non
            dubito che chi ha fatto GIMP lo abbia fatto non
            perché gli andasse di farlo, ne perché fosse
            pagato, ma perché doveva fare grafica ma non
            poteva/voleva comprare
            photoshop...(rotfl)
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            Io sono un ingegnere informatico , personalmente i
            miei programmi sono autoreferenziali, ma non
            dubito che chi ha fatto GIMP lo abbia fatto non
            perché gli andasse di farlo, ne perché fosse
            pagato, ma perché doveva fare grafica ma non
            poteva/voleva comprare
            photoshop...Appunto! Se sei un ingeniere informatico allora puoi anche programmarti le cose da solo, se sei un grafico o un fotografo non ti metti di certo a programmare Gimp!http://en.wikipedia.org/wiki/GIMP#Development"GIMP is primarily developed by volunteers, however, the GIMP project has a development branch, unstable branches and stable branches. New features are added to the development branch of GIMP, when the developers decide that there are enough new features they begin the process of creating a release. The process starts off by creating an unstable branch from the development branch; this unstable branch will be stabilised and will receive bug-fixes until it is ready to replace the existing stable branch. GIMP has adopted a scheme used by many other free and open source software projects, the second number in a version, for example 2.6.6, denotes whether a GIMP release is stable or unstable, an odd number means an unstable version and an even number means a stable version. The final number represents the number of bug-fix releases after a stable or unstable branch is released. As of September 2009[update], the current stable version of GIMP is 2.6.7."
          • non sia offensivo scrive:
            Re: anche le persone...
            ma come cavolo lo fai un programma come gimp solo, di notte,ecc.Ma avete il senso di cosa dite?
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...
            infatti non sono io a sostenerlo! :)
          • non sia offensivo scrive:
            Re: anche le persone...
            scusa, non era per te ma per continuare il discorso
          • Whishper scrive:
            Re: anche le persone...
            Direi che non hai dimostrato nulla con quel quote, - Scritto da: MeX
            Appunto! Se sei un ingeniere informatico allora
            puoi anche programmarti le cose da solo, se sei
            un grafico o un fotografo non ti metti di certo a
            programmare
            Gimp!Non intendevo necessariamente dire (ma nemmeno escludo) che GIMP fosse creato da grafici con l'hobby dell'informatica, ma anche da informatici con l'hobby della grafica
            http://en.wikipedia.org/wiki/GIMP#Development

            "GIMP is primarily developed by volunteers,Appunto, volontari, non da programmatori professionisti assunti da una qualche azienda. QED.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: Whishper
            Direi che non hai dimostrato nulla con quel
            quote,ho dimostrato che non é il progetto autogestito da uno che si é fatto il programma per non comprare Photoshop
            Non intendevo necessariamente dire (ma nemmeno
            escludo) che GIMP fosse creato da grafici con
            l'hobby dell'informatica, ma anche da informatici
            con l'hobby della
            grafica
            eh infatti purtroppo si vede! :)
            Appunto, volontari, non da programmatori
            professionisti assunti da una qualche azienda.
            QED.non ho mai detto che l'open lo fanno solo professionisti!O appunto detto che cosa muove di solito il programmatore open é la partecipazione al progetto per fare esperienza e/o arricchire il CV
          • Whishper scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: Whishper
            Direi che non hai dimostrato nulla con quel
            quote,


            - Scritto da: MeX

            Appunto! Se sei un ingeniere informatico allora

            puoi anche programmarti le cose da solo, se sei

            un grafico o un fotografo non ti metti di certo
            a

            programmare

            Gimp!

            Non intendevo necessariamente dire (ma nemmeno
            escludo) che GIMP fosse creato da grafici con
            l'hobby dell'informatica, ma anche da informatici
            con l'hobby della
            grafica


            http://en.wikipedia.org/wiki/GIMP#Development



            "GIMP is primarily developed by volunteers,

            Appunto, volontari, non da programmatori
            professionisti assunti da una qualche azienda.
            QED.Anzi cito la stessa tua pagina, che in parte mi smentisce:GIMPs original creators, Spencer Kimball and Peter Mattis, began developing GIMP in 1995 as a semester-long project at the University of California, Berkeley. Non si trattava di appassionati di grafica, ma di un compito scolastico.D'altra parte, ci sono di mezzo anche i soldi di Google, giusto per tornare IT, e rispondere a chi negli altri threads rimprovera google di prendere senza ritornare (sempre nella stessa pag.):Each year GIMP applies for several positions in the Google Summer of Code (GSoC),[43][44] to date GIMP has participated in all years except 2007.[45] From 2006 to 2009 there have been 9 GSoC projects that have been listed as successful,[43] although not all successful projects have been merged into GIMP yet. The healing brush and perspective clone tools and Ruby bindings were created as part of the 2006 GSoC and can be used in the current version of GIMP, although there were three other projects that were completed and are not yet available in a stable version of GIMP; those projects being Vector Layers, a JPEG 2000 plug-in. Several projects were completed in 2008, but none are yet a part of a stable release of GIMP.
          • non sia offensivo scrive:
            Re: anche le persone...
            Certo!! uno lavora 2 anni la sera perchè gli serve la versione scarsa photoshop invece di spendere qualche centinaio di euro... è normale
        • maio scrive:
          Re: anche le persone...
          ed i marocchini sono ladri, ed i rumeni sono stupratori ;-) [ok il paradosso e' un poco forte, solo che dal'ovvio mi svieni nel banale ed io tuo fan da sempre ne soffro!]
        • Africano scrive:
          Re: anche le persone...
          - Scritto da: MeX
          Gimp piú che da un grafico mi sembra fatto da un
          ingeniere
          :)
          Inoltre un grafico non sa programmare Gimp, cosí
          come un animatore non sa programmare
          BlenderAlmeno gimp non si pappa la concorrenza, altri comprano e chiudono, e tanti saluti. Ogni riferimento a adobe è voluto.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...
            non capisco questo cosa centri con l'interfaccia inusabile di GimpSei hai fame di flames rivolgiti altrove.
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX
            non capisco questo cosa centri con l'interfaccia
            inusabile di
            Gimp

            Sei hai fame di flames rivolgiti altrove.Fame di flames? Che si beve dalle tue parti?Gimp ha una interfaccia così inusabile che riesco ad usare anche altri programmi, qualche programma invece, ha una interfaccia così usabile che non posso usare altri programmi. Quale è più usabile?
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...
            confondi usabilitá con interoperabilitá, l'argomento della MIA discussione non sono le politiche di Adobe, ma il perché un programmatore é spinto a partecipare a progetti opensource, se hai qualcosa da dire in merito dilla pure, altrimenti apriti un tuo topic sulle politiche commerciali di Adobe.
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            Buongiorno, mi sa che data l'ora, sei in vacanza lontano dall'atlantico.- Scritto da: MeX
            confondi usabilitá con interoperabilitá,No, non hai capito.Il tuo programma di grafica preferito, molto usabile per te, ha reso inusabile quello preferito mio, terminandolo. Alla faccia degli studi ergonomici.
            l'argomento della MIA discussione non sono le
            politiche di Adobe, Hai tirato fuori tu gimp, ti sto facendo notare che gimp, inusabile per quanto possa sembrare non termina, come altri, gli altri programmi concorrenti.
            ma il perché un programmatore
            é spinto a partecipare a progetti opensource,E su questo non ho nulla da contestarti.
            se
            hai qualcosa da dire in merito dilla pure,Non mi va, a parte le conclusioni che puoi trarre da questo post.
            altrimenti apriti un tuo topic sulle politiche
            commerciali di
            Adobe.Non mi interessa. Non si discute coi terminator.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            No, non hai capito.
            Il tuo programma di grafica preferito, molto
            usabile per te, ha reso inusabile quello
            preferito mio, terminandolo. Alla faccia degli
            studi
            ergonomici.continua a:1. non centrare nulla con l'usabilitá2. non centrare nulla con la discussione sul perché ci siano persone che partecipano a progetti open
            Hai tirato fuori tu gimp FAIL: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2776865&m=2777119#p2777119
            ti sto facendo notare
            che gimp, inusabile per quanto possa sembrare non
            termina, come altri, gli altri programmi
            concorrenti.Di Gimp se ne sta parlando come esempio di progetto Open Source e non l'ho tirato in ballo io e non é stato citato per parlare delle politiche commerciali di Adobe.
            Non mi va, a parte le conclusioni che puoi trarre
            da questo
            post.[...]
            Non mi interessa. Non si discute coi terminator.ottimo, allora direi che finisce qui.
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX

            No, non hai capito.

            Il tuo programma di grafica preferito, molto

            usabile per te, ha reso inusabile quello

            preferito mio, terminandolo. Alla faccia degli

            studi

            ergonomici.

            continua a:
            1. non centrare nulla con l'usabilitáSarebbe? Io non posso più usare il mio ex programma preferito a causa del tuo, particolarmente usabile programma preferito, e non c'entra l'usabilità? E come si dovrebbe usare un programma terminato?
            2. non centrare nulla con la discussione sul
            perché ci siano persone che partecipano a
            progetti
            openPerché? Chi assiste a certi sconci e sa programmare gli risulta difficile scegliere a chi dare apporto?


            Hai tirato fuori tu gimp

            FAIL:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2776865&m=277Ok, ma hai parlato tu di usabilità.


            ti sto facendo notare

            che gimp, inusabile per quanto possa sembrare
            non

            termina, come altri, gli altri programmi

            concorrenti.

            Di Gimp se ne sta parlando come esempio di
            progetto Open Source e non l'ho tirato in ballo
            io e non é stato citato per parlare delle
            politiche commerciali di
            Adobe.Ma tu ne hai tirato fuori l'usabilità, mediocre secondo te, rispetto ad altri, pessima quella dei tuoi altri. Per me almeno.


            Non mi va, a parte le conclusioni che puoi
            trarre

            da questo

            post.
            [...]

            Non mi interessa. Non si discute coi terminator.

            ottimo, allora direi che finisce qui.Ce l'hai con pi? Siamo in due qui per ora. :o
      • asdert scrive:
        Re: anche le persone...
        - Scritto da: Whishper
        IMHO tutti i progetti open non nascono, come
        qualcuno vuole far credere, perché uno si sveglia
        la mattina e pensa 'oggi faccio un programma OSS
        che mi dia gloria
        sempiterna'.

        In realtà nascono perché uno deve fare una cosa
        col computer, ma o il programma per farlo non
        esiste, o le alternativa costano troppo per lui,
        o perché non sono esattamente come le vuole
        fatte.

        Questa persona non ha nessun interesse a VENDERE
        il programma, in quanto il suo lavoro solitamente
        non è l'informatica, ma quello di cui il
        programma si applica (ad es, se un grafico potrà
        voler far un GIMP, o un animatore un Blender, o
        un programmatore un nuovo linguaggio..). Per cui
        dice: io questo programma lo devo fare. Se
        volessi venderlo, mi servirebbe un distributore,
        assistenza, marketing, pubblicità, una azienda,
        ecc.ecc.ecc. Pensa se tutti quelli che devono
        USARE un programma dovessero rivenderlo....! NO,
        lui deve solo usarlo, per cui non gliene frega
        nulla se anche altri lo usano, però qualunque
        aiuto gli diano per migliorarlo lo accetta ben
        volentieri.

        Ora, io capisco cosa pensano tutti quelli che
        parlano di sfruttamento dell'impegno altrui, ma
        sono veramente fuori strada. Io ho scritto un
        programma che mi aiuta ENORMEMENTE nel mio
        lavoro, e sono soddisfattissimo. Avrei potuto
        'venderlo' ai miei colleghi, ma gliel'ho
        regalato. Non mi è costato nulla farlo. Loro ne
        hanno beneficiato enormemente, ma a me non è
        costato nulla regalarglielo. ERGO loro mi hanno
        sfruttato? No, perché contemporaneamente, ricevo
        feedback, segnalazione di errori, suggerimenti...
        aggratis. Non mi sento moralmente obbligato a
        fornire assistenza, ma ogni volta che lo faccio
        (sempre) il programma migliora un po'. E chi ne
        guadagna, secondo voi, se il programma migliora?
        Il maggiore beneficiario sono ovviamente io...
        quello che inizia un progetto OSS è molto
        probabilmente quello che ha più desiderio di
        tutti che il programma cresca, in quanto se è
        stato così frustrato dalle alternative da doversi
        riscrivere tutto da 0, allora probabilmente quel
        programma gli serviva DAVVERO, e sarà dunque un
        utilizzatore al massimo
        livello.

        Concludendo, secondo me chi più chi meno, dal OSS
        ci guadagnano tutti, soprattutto non ci perde
        nessuno. E dal momento che tutti ci guadagnano e
        nessuno ci perde, non ha alcun senso vedere chi
        fra le parti ci guadagna di più e chi
        meno.
        hai perfettamente rappresentato il singolo sviluppatore di soluzioni open di passione, il che è ben diverso da cio che fa e pensa googleinsomma è una questione morale
        • Whishper scrive:
          Re: anche le persone...
          non volevo dire che google lo fa per passione, ma che chi intraprende la strada dell'OSS non è uno sfruttatore o uno sfruttato, ma il panorama è variegato. In ogni caso nessuno viene sfruttato, nel senso che nessuno ci perde nel OSS (a meno che non ti imbroglino, come hanno con me fatto nel caso DLink... :@)
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: Whishper...
            In ogni caso nessuno viene sfruttato,
            nel senso che nessuno ci perde nel OSS (a meno
            che non ti imbroglino, come hanno con me fatto
            nel caso DLink...
            :@)Con te?
          • Whishper scrive:
            Re: anche le persone...
            Si, mi ha VENDUTO software pirata.Ho fatto un abbonamento ad Infostrada. Mi hanno consegnato un modem Adsl Dlink. Nel quale c'era un foglietto che conteneva il testo della GPL, e una nota in cui diceva: siccome dentro c'è anche software GPL, dobbiamo consegnarti anche il testo della licenza. Ho tra l'altro pensato: che bello se qualcosa non funge, posso sempre riparala io..Peccato che:1) La connessione andava da schifo (tipo una volta a settimana, non riusciva ad agganciarsi alla linea, e rimanevo senza internet per 3-4 gg di seguito...), la assistenza di infostrada più che dirmi di riavviare il router non mi diceva (ma riavviandolo non cambiava alcunché...)2) Ho cercato di entrare nei log per cercare di capire che succedesse...3) Non essendo potuto entrare nei log, ho pensato che forse avere il sorgente dell'attrezzo mi avrebbe facilitato la visione dei log stessi.4) Infostrada non sa nulla di sorgenti (ho pensato: normale, nulla di scandaloso, ma in teoria per legge dovrebbero)5) Nemmeno Dlink però non dovrebbe: stando al testo della licenza, se non lo fanno, la licenza è revocata e allora il loro utilizzo è pirata (usa software protetto senza avere una licenza, perché la GPL PROTEGGE il software...). A questo punto OVVIAMENTE chi ha scritto il software originario è stato truffato, in quanto poteva farsi pagare, lui ha deciso di essere filantropico ma A PATTO CHE VENISSE RISPETTATA LA LICENZA CON CUI AVEVA FORNITO IL SW ma non lo è stato fatto. In ogni caso, la licenza dice esplicitamente che è MIO DIRITTO (utente finale) avere i sorgenti, tant'è che se io il modem lo regalassi a qualcuno sarebbe MIO DOVERE dargli i sorgenti, qualora li richiedesse. Quindi mi ritengo offeso dal comportamento di DLink in quanto mi ha privato di un mio dritto (deciso da chi ha sviluppato il software).Io privato di un diritto -
            ci ho perso ergo la mia affermazionep.s. ho rescisso il contratto con infostrada, ma non sono riuscito a farmi ridare in dietro i soldi :( , che è molto peggio...
          • pabloski scrive:
            Re: anche le persone...
            hahahaha infostrada, cestinato due anni fa :Dno sul serio, da quanto sono finiti in mano agli egiziani sono peggiorati di parecchiotelecom fa pena, ma è il meno peggio che si può avere in Italia....ok rompono di continuo telefonando a casa per proporre questa o quella promozione che io puntualmente rifiuto
          • Whishper scrive:
            Re: anche le persone...
            io ho fastweb, non male devo dire...
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            Non sono aggiornato, ma poi non li ha rilasciati i sorgenti?In ogni caso, la loro pratica mi sembra parecchio diversa dalla comune "pirateria" sulle copie.
          • Whishper scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: Africano
            Non sono aggiornato, ma poi non li ha rilasciati
            i
            sorgenti?
            In ogni caso, la loro pratica mi sembra parecchio
            diversa dalla comune "pirateria" sulle
            copie.Si è diversa, ma alla fine distribuiscono sw senza licenza, che è reato.So che qualcuno (credo l'UE ma non sono sicuro) li ha sanzionati per questa vicenda...
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: Whishper
            - Scritto da: Africano

            Non sono aggiornato, ma poi non li ha rilasciati

            i

            sorgenti?

            In ogni caso, la loro pratica mi sembra
            parecchio

            diversa dalla comune "pirateria" sulle

            copie.

            Si è diversa, ma alla fine distribuiscono sw
            senza licenza, che è
            reato.Muble, mumble, :)Il reato è la violazione della licenza, grave, quando la licenza ti permette di distribuirlo pure gratis, a patto che rispetti poche semplice regole e quando chi la viola non è un comune utente.
            So che qualcuno (credo l'UE ma non sono sicuro)
            li ha sanzionati per questa
            vicenda...Hai scritto un post particolareggiato, e c'è mancato poco che ne subisse le conseguenze il mio modem, e non sai come è finita?La sanzione ci sta, ma il sorgente lo devono fornire lo stesso o sostituire il software.
          • Whishper scrive:
            Re: anche le persone...
            http://gpl-violations.org/news/20060922-dlink-judgement_frankfurt.htmlAll'epoca parliamo di un anno fa era il primo hit in google cercando DLink e GPL. Ora invece il primo link è da dove si può scaricare il sorgente (lo apprendo solo ora)...tsd.dlink.com.tw/GPL.asp:DNon ho capito la parte relativa al tuo modem...
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: Whishper
            http://gpl-violations.org/news/20060922-dlink-judg
            All'epoca parliamo di un anno fa era il primo hit
            in google cercando DLink e GPL. Ora invece il
            primo link è da dove si può scaricare il sorgente
            (lo apprendo solo
            ora)...Quindi il torto è sanato e tu hai quello che chiedevi.
            tsd.dlink.com.tw/GPL.asp
            :D
            Non ho capito la parte relativa al tuo modem...Non avrei sopportato che il mio modem d-link ti avesse fatto tutto quello che lamentavi. :)
          • retinmox scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: Whishper
            ma il panorama è
            variegatoaggiungerei che il panorama è pieno di furbetti, sono dappertutto, basta togliere le fette di salame...google sfrutta la sua forza mediatica per spingere sull'ideologia open source a scapito di tanti giovani illusi ed eccitati... il mondo va cosìnon mi pare eticamente lodabile
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: retinmox
            - Scritto da: Whishper


            ma il panorama è

            variegato

            aggiungerei che il panorama è pieno di furbetti,
            sono dappertutto, basta togliere le fette di
            salame...

            google sfrutta la sua forza mediatica per
            spingere sull'ideologia open source a scapito di
            tanti giovani illusi ed eccitati... il mondo va
            cosìGrazie a tanti vecchi ancora illusi che si possano vendere solo copie. Google sfrutta massimamente la possibilità di duplicazione del digitale, non facendo pagare nulla per quello che non costa nulla o poco e sfruttando il traffico che così si genera.

            non mi pare eticamente lodabileVendere copie sarebbe lodabile?
      • non sia offensivo scrive:
        Re: anche le persone...
        Gimp non lo fanno degli hobbisti che si sono studiati le basi del BASIC la sera. E lo stesso vale per OpenOffice,Eclipse,Apache.E' una questione di donazioni e finanziamenti... ma prima o poi i finanziamenti possono sempre finire
        • angros scrive:
          Re: anche le persone...
          Una volta che il programma è fatto, e funziona, a che servono altri finanziamenti? Alcuni programmi sono cambiati relativamente poco, negli ultimi anni (e altri, che sono cambiati radicalmente, hanno scatenato le ire degli utenti, che si sono trovati tutti comandi spostati, e hanno dovuto pagare parecchio per un bloatwar, con un mucchio di funzioni che non interessavano).Comunque: quando un programma funziona bene, spesso l' unico lavoro consiste nei porting su piattaforme nuove e nei bugfix; non ti servono più finanziamenti enormi.
        • pabloski scrive:
          Re: anche le persone...
          è vero, ma è lo stesso problema che può accadere ad una divisione di un'azienda che si vede tagliare i finanziamenti perchè c'è la crisi o perchè il prodotto non è più ritenuto cruciale per il businessricordo quando fu smantellata la Olivetti e pensare che era un'azienda con i controattributiil pericolo è sempre in agguato e i miliardi sono spesso schizzoidi....beh del resto buttano fiumi di denaro in feisbook e tvitter :D
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: anche le persone...
        contenuto non disponibile
        • Whishper scrive:
          Re: anche le persone...
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Whishper

          IMHO tutti i progetti open non nascono, come

          qualcuno vuole far credere, perché uno si
          sveglia

          la mattina e pensa 'oggi faccio un programma OSS

          che mi dia gloria

          sempiterna'.



          In realtà nascono perché uno deve fare una cosa

          col computer, ma o il programma per farlo non

          esiste, o le alternativa costano troppo per lui,

          o perché non sono esattamente come le vuole

          fatte.

          Ho scritto centinaia di programmi/utility (da
          demo grafiche in assembly, a risolutori di sudoku
          con il vba di
          Excel).Quelli li ho fatti anche io...
          Parlo sempre e comunque di applicazioni piccole
          fatte da poche
          persone.
          I motivi per cui li ho fatti, non pagato da
          nessuno sono
          principalmente:

          1) mi diverto a pensare, implementare ed
          ottimizzare determinati algoritmi e volgio
          vederli
          realizzati.
          Con questa motivazione ho scirtto un piccolo
          motore 3d su Amiga, programmi di indicizzazione
          (con una variantem ia degli alberi red'n'black),
          il risolutore del sudoku (che ho perso :| ), le
          demo grafiche su amiga,
          ....Anche io mi diverto ad esercitare la tecnica e l'immaginazione, e scrivo per passione. Anche io ho amato Amiga alla follia, ma purtroppo non sono mai riuscito ad approdare alla sua programmazione. (il manuale C non mi aiutava molto alla compilazione col lattice (si chiamava così? tu lo sai di sicuro...))

          2) Ammirazione per i risultati raggiunti (es. le
          demo Amiga dalle quali ricevevo feedback da tutti
          i gruppi
          europei).
          Tenete conto che nella demo scene il codice
          sorgente non lo si faceva vedere quasi nemmeno ai
          componenti dello stesso gruppo, figurarsi a
          metterlo open
          source.
          Il motivo è che era una competizione 'personale'
          in cui bisognava dimostrare di avere gli
          algoritmi e le implementazioni più efficienti,
          frutto della propria testa e non di
          altri.
          In realtà, stiamo parlando di assembly ed una
          sbirciatina la codice altrui la si dava sempre
          (action replay
          FTW).
          Ma al massimo ci si ispirava, non si prendevano
          certo pezzi di codice (chi lo faceva veniva
          sistematicamente beccato e additato a lamer dalla
          comunità).UN GRANDE! Anche qua, fin da bambino, profondissima ammirazione per la demo scene Amiga (amiga)Per quanto riguarda me, RoboCode conta :)?
          3) Utilità personali.
          Ho scritto un centinaio di piccole applicazioni
          Windows che fanno in modo che sia il PC a
          lavorare per me e non
          viceversa.
          Ovviamente sono tanto specifiche che non
          esistevano già, o comunque, non posso
          controllarle alla perfezione (o facilmente) come
          quelle scritte da
          me.Anche qua, anche io scrivo applicazioni/script che mi agevolino il lavoro.Proprio per via di questo posso condividerle solo con i miei colleghi, al di fuori non avrebbe senso. Ma non gli nascondo certo i sorgenti (sono sul CVS aziendale)
          4) Il fattore prezzo del software non mi ha mai
          influenzato perché i giorni di lavoro impiegati a
          scrivere un software (e il tempo che devi
          attendere prima che sia utilizzabile) sono di
          gran lunga più rilevanti del costo di
          un'applicazione
          commerciale.

          una motivazione che io non ho mai avuto, ma che
          vedo in questi anni è avere un corrispettivo open
          di progetti chiusi (es. OO, mono,
          ...)Beh, per questo nemmeno io. Volevo solo affermare che i progetti open nascono non perché qualcuno dice "ora assumiamo qualcuno perché non c'è Oracle Open Source", ma piuttosto perchè per 'cavoli suoi' ha bisogno di un programma che nel suo sistema non esiste.
    • non sia offensivo scrive:
      Re: anche le persone...
      a forza di riempire il curriculum per poi fare il sistemista o il programmatore di applicazioni web (del resto ciò che avanza è gratis...) mi sono seriamente rotto.Sta storia di riempire il curriculum è una bufala
      • da_lontano scrive:
        Re: anche le persone...
        - Scritto da: non sia offensivo
        a forza di riempire il curriculum per poi fare il
        sistemista o il programmatore di applicazioni web
        (del resto ciò che avanza è gratis...) mi sono
        seriamente
        rotto.

        Sta storia di riempire il curriculum è una bufalaciao,quando vivevo in Italia era priorio la stessa cosa per me, parecchi contenuti a software "open" e "free" che venivano bollati da datori di lavoro come hobby da doposcuola.Poi, dopo anni di precariato, cococo, cocopro, XXXXX&lazzi vari, ho fatto fagotto e me ne sono andato: o la va o la spacca. Primo colloquio in Danimarca (avevo un amico che mi ha invitato 3 settimane a Copenaghen, tanto per farmi un idea): il datore di lavoro se ne fregava bellamente delle certificazioni websphere-microsoft-eccetera. Si è subito concentrato sulle mie collaborazioni con la Apache foundation. Secondo lui questo era un modo di dimostrare la mià capacità a lavorare da solo e in un team "remoto".Appuntamento la settimana dopo per un esame tecnico (ho detto esame, durata 3 ORE con 3 diversi engineers!!!).Contratto firmato 1 settimana dopo.Sono passati 10 anni, ho vissuto in Danimarca, UK, USA ed oggi in Lussemburgo: in Italia non ci torno neanche morto.ciao
        • MeX scrive:
          Re: anche le persone...
          QUOTO!- Scritto da: da_lontano
          - Scritto da: non sia offensivo

          a forza di riempire il curriculum per poi fare
          il

          sistemista o il programmatore di applicazioni
          web

          (del resto ciò che avanza è gratis...) mi sono

          seriamente

          rotto.



          Sta storia di riempire il curriculum è una
          bufala


          ciao,

          quando vivevo in Italia era priorio la stessa
          cosa per me, parecchi contenuti a software "open"
          e "free" che venivano bollati da datori di lavoro
          come hobby da
          doposcuola.

          Poi, dopo anni di precariato, cococo, cocopro,
          XXXXX&lazzi vari, ho fatto fagotto e me ne sono
          andato: o la va o la spacca. Primo colloquio in
          Danimarca (avevo un amico che mi ha invitato 3
          settimane a Copenaghen, tanto per farmi un idea):
          il datore di lavoro se ne fregava bellamente
          delle certificazioni
          websphere-microsoft-eccetera. Si è subito
          concentrato sulle mie collaborazioni con la
          Apache foundation. Secondo lui questo era un modo
          di dimostrare la mià capacità a lavorare da solo
          e in un team
          "remoto".
          Appuntamento la settimana dopo per un esame
          tecnico (ho detto esame, durata 3 ORE con 3
          diversi
          engineers!!!).
          Contratto firmato 1 settimana dopo.

          Sono passati 10 anni, ho vissuto in Danimarca,
          UK, USA ed oggi in Lussemburgo: in Italia non ci
          torno neanche
          morto.

          ciao
          • non sia offensivo scrive:
            Re: anche le persone...
            ma all'estero va meglio di base... anche senza il discorso open
      • MeX scrive:
        Re: anche le persone...
        cioé secondo te due neo laureati in ingenieria informatica.Un CV liscio, e un'altro con l'accenno a partecipazione ad un paio di progetti opern importanti... quale dei due pesa di piú?
      • angros scrive:
        Re: anche le persone...
        Tu lavori in progetti open o closed?
        • non sia offensivo scrive:
          Re: anche le persone...
          open ma anche perchè faccio applicazioni web che sono troppo specifiche.Chi vuoi che la apra una azienda di puro software senza consulenza? tanto c'e' un sacco di roba gratis
          • angros scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: non sia offensivo
            open ma anche perchè faccio applicazioni web che
            sono troppo
            specifiche.Che tipo di applicazioni, se posso chiedertelo?Comunque, se il software open ti permette di lavorare, perchè ne parli sempre male?Tu, in altri post, dicevi che lo vorresti eliminare: ma a quel punto come lavori?
            Chi vuoi che la apra una azienda di puro software
            senza consulenza? tanto c'e' un sacco di roba
            gratisSe esiste già un programma gratis, a cosa servirebbe riscriverlo? L'azienda farebbe un lavoro inutile; ovvio che nessuno apra aziende per fare lavori inutili.In passato esisteva molto meno software (non era ncora stato scritto), e perciò c' era bisogno di un mucchio di aziende che lo scrivessero; ma il software non si consuma, una volta che è fatto, non c' è bisogno di realizzarlo di nuovo; se io produco gomme per auto, quelle si consumano, e dopo un po' il cliente dovrà comprarne delle altre (quindi io posso continuare a produrre); se io produco software, una volta che il cliente ce l' ha, non ha mica bisogno di comprarlo di nuovo; devo produrre un software diverso (e una volta riempiti gli spazi principali, restano solo le nicchie più specializzate).E questo vale sia con il software open che con quello closed.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...
            penso che tu abbia una visione un po' troppo semplificata.Che bisogno c'é di un webdeveloper, tanto ci sono i CMS no?Giá... ma se ho bisogno di un plugin che non esiste? una funzionalitá non prevista?L'integrazione con un DB aziendale? etc etc...I programmi non sono "autosufficienti" serve sempre qualcuno che sa cosa sta facendo
          • non sia offensivo scrive:
            Re: anche le persone...
            ma sempre meno di prima, quando non c'era il cms gratuitoLe cose non sono bianche o nere, ma è meglio bianco che grigio
          • angros scrive:
            Re: anche le persone...
            Mi sembra che tu ti contraddica: prima dici che non ci sono posti di lavoro, poi dici che c' è più concorrenza: mi sembra che le due cose si escludano a vicenda (o c' è più gente che lavora nel settore IT, o ce n' è di meno, ma non possono essere vere entrambe le cose)
          • non sia offensivo scrive:
            Re: anche le persone...
            specchio specchio delle mie brame chi è il più arrampicatore del reame?
          • angros scrive:
            Re: anche le persone...
            Stai facendo dei ragionamenti molto contorti, lo sai vero?
          • non sia offensivo scrive:
            Re: anche le persone...
            ma che contorti e contorti. Son proprio semplici e fatti con la somma, la sottrazione, la moltiplicazione e la divisione.
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: non sia offensivo
            ma che contorti e contorti. Son proprio semplici
            e fatti con la somma, la sottrazione, la
            moltiplicazione e la
            divisione.Mi fai capire quanto è semplice per te?Sai fare 2 miliardi diviso zero?
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...
            ni... perhcé anche le esigenze sono cresciute.Nel 92 una paginetta statica con 4 informazioni bastavano... adesso no
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX
            penso che tu abbia una visione un po' troppo
            semplificata.

            Che bisogno c'é di un webdeveloper, tanto ci sono
            i CMS
            no?
            Giá... ma se ho bisogno di un plugin che non
            esiste? una funzionalitá non
            prevista?
            L'integrazione con un DB aziendale? etc etc...

            I programmi non sono "autosufficienti" serve
            sempre qualcuno che sa cosa sta
            facendoHo l'impressione che rispondete in modo opposto alla stessa questione, tu e non sia offensivo.Da cui: Non sia offensivo lamenta la carenza delle opportunità di una volta, angros suggerisce la ricerca di nuove opportunità e tu, le indichi.Per inciso, per il software, il fatto che non abbia limiti di copia incide anche più dell'open. E fino a quando l'open non raggiunge quel closed, lo stesso si può fare business con quel closed non vendendo semplici copie, e gli esempi non mancano certo.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...
            uhm... non puoi paragonare una gestionale ritagliato per un'azienda ad un Photoshop.Per il gestionale l'azienda ha bisogno e necessitá di un contratto di assistenza continuo, se io invece prendo Photoshop, non ho bisogno di chiamare l'Adobe una volta alla settimana.
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX
            uhm... non puoi paragonare una gestionale
            ritagliato per un'azienda ad un
            Photoshop.

            Per il gestionale l'azienda ha bisogno e
            necessitá di un contratto di assistenza continuo,
            se io invece prendo Photoshop, non ho bisogno di
            chiamare l'Adobe una volta alla
            settimana.Stai commentando l'inciso? Nell'inciso non mi riferivo ai gestionali. Ma ad opera per esempio, che è closed e non limita le copie, eppure guadagna. Ma occorre essere molto all'avanguardia.Senza contare google, che non vende semplici copie, quelle le usa per allargare la sua utenza, su quella poi fa business con chi fa business. E le sue copie, di software proprio non open, le regala, come se non gli costassero nulla le copie, che strani che sono però. :D
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            Stai commentando l'inciso? Nell'inciso non mi
            riferivo ai gestionali. Ma ad opera per esempio,
            che è closed e non limita le copie, eppure
            guadagna. Ma occorre essere molto
            all'avanguardia.no, occorre regalare agli utenti per avere una buona base di installato e popolaritá da "rivendere" per concedere in licenza il proprio software a operatori telefonici, distributori hardware etc etc...Opera fa soldi con revenue share:http://my.opera.com/chooseopera/blog/show.dml/3275280
            Senza contare google, che non vende semplici
            copie, quelle le usa per allargare la sua utenza,
            su quella poi fa business con chi fa business. E
            le sue copie, di software proprio non open, le
            regala, come se non gli costassero nulla le
            copie, che strani che sono però.
            :Danche Opera regala il suo software, perché GUADAGNA popolaritá, ERGO puó vendersi meglio al settore business chiedendo revenue sempre piú alte.Tu continui a non capire che il problema non é quanto costi una cosa al chilo, ma che OGNI cosa ha un costo sempre, e c'é SEMPRE bisogno di qualcuno che prima o poi faccia arrivare soldi.Guarda come sta messa Wikipedia per esempio.
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX

            Stai commentando l'inciso? Nell'inciso non mi

            riferivo ai gestionali. Ma ad opera per esempio,

            che è closed e non limita le copie, eppure

            guadagna. Ma occorre essere molto

            all'avanguardia.

            no, occorre regalare agli utenti per avere una
            buona base di installato e popolaritá da
            "rivendere" per concedere in licenza il proprio
            software a operatori telefonici, distributori
            hardware etc
            etc...
            Opera fa soldi con revenue share:
            http://my.opera.com/chooseopera/blog/show.dml/3275Intanto occorre prendere le giuste decisioni dopo che una guerra dei browser ha fatto morti e feriti e resuscitato i morti e inguaiato i vincitori. Poi Opera non pone limiti alle copie che distribuisce gratis, disponibili per una miriade di piattaforme, se poi ci tieni al loro browser e la tua piattaforma non è ancora supportata, Opera ti può regalare copie, quelle non gli costano niente, se vuoi il porting per la tua piattaforma, qualcosa la dovrai pagare, o ne dovrai fare a meno, quello gli costa eccome, e da solo non potrai fare granché. Hai solo dei binari compilati per certe piattaforme, moltissime, ma non tutte, specie se ne produci di nuove.


            Senza contare google, che non vende semplici

            copie, quelle le usa per allargare la sua
            utenza,

            su quella poi fa business con chi fa business. E

            le sue copie, di software proprio non open, le

            regala, come se non gli costassero nulla le

            copie, che strani che sono però.

            :D

            anche Opera regala il suo software, perché
            GUADAGNA popolaritá, ERGO puó vendersi meglio al
            settore business chiedendo revenue sempre piú
            alte.Ergo le copie si possono regalare e guadagnare lo stesso.

            Tu continui a non capire che il problema non é
            quanto costi una cosa al chilo, ma che OGNI cosa
            ha un costo sempre, e c'é SEMPRE bisogno di
            qualcuno che prima o poi faccia arrivare
            soldi.Io questo lo capisco benissimo, altri non capiscono che se non mancano i chili non conviene pesare a chilo, già la pesata potrebbe costare a copia cifre assurde, per copie senza costo. E serve sempre qualche pollo, che si faccia pesare ciò che non finisce, altri non lo usano proprio il peso, sfruttano la quantità offerta dal digitale per fare altro business, non dipendente da pesate arbitrarie, come hai rilevato tu stesso, regalando pure quello che costa, se è il caso, pur di incrementare il business serio.

            Guarda come sta messa Wikipedia per esempio.È il business il suo scopo? E poi non te l'ho detto che andrebbe riformato il diritto d'autore?
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            Intanto occorre prendere le giuste decisioni dopo
            che una guerra dei browser ha fatto morti e
            feriti e resuscitato i morti e inguaiato i
            vincitori. non mi sembra un business illuminato non far pagare un browser internet, é sempre stato cosí
            Poi Opera non pone limiti alle copie
            che distribuisce gratis, disponibili per una
            miriade di piattaforme, se poi ci tieni al loro
            browser e la tua piattaforma non è ancora
            supportata, Opera ti può regalare copie, quelle
            non gli costano niente, se vuoi il porting per la
            tua piattaforma, qualcosa la dovrai pagare, o ne
            dovrai fare a meno, quello gli costa eccome, e da
            solo non potrai fare granché. Hai solo dei binari
            compilati per certe piattaforme, moltissime, ma
            non tutte, specie se ne produci di
            nuove.Certo che Opera ti puó regalare copie, perché NON É IL SUO BUSINESS VENDERE UN BROWSER AGLI UTENTI!Ma prova a fare un telefonino e includerci opera e mettere il loro logo sulla scatola senza pagare l'obolo e vediamo che succede?
            Ergo le copie si possono regalare e guadagnare lo
            stesso.Se il tuo modello di business non deriva dalla vendita delle copie OVVIAMENTE
            Io questo lo capisco benissimo, altri non
            capiscono che se non mancano i chili non conviene
            pesare a chilo, già la pesata potrebbe costare a
            copia cifre assurde, per copie senza costo. E
            serve sempre qualche pollo, che si faccia pesare
            ciò che non finisce, altri non lo usano proprio
            il peso, sfruttano la quantità offerta dal
            digitale per fare altro business, non dipendente
            da pesate arbitrarie, come hai rilevato tu
            stesso, regalando pure quello che costa, se è il
            caso, pur di incrementare il business
            serio.il fatto é che per alcuni modelli di business funziona, per altri no.Se la Adobe iniziasse a regalare Photoshop, mi spieghi da dove arriverebbero i soldi?



            Guarda come sta messa Wikipedia per esempio.

            È il business il suo scopo? no, ma non penso che il suo scopo sia nemmeno far aprire debiti al fondatore per mantenerla
            E poi non te l'ho
            detto che andrebbe riformato il diritto
            d'autore?che con la situazione economica di Wikipedia che centra? Bah...
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX

            Intanto occorre prendere le giuste decisioni
            dopo

            che una guerra dei browser ha fatto morti e

            feriti e resuscitato i morti e inguaiato i

            vincitori.

            non mi sembra un business illuminato non far
            pagare un browser internet, é sempre stato
            cosíA te non sembra illuminato? E a chi lo vendevano se certe eula te ne facevano pagare già uno? Gli utenti buttano i soldi a casaccio? E safari è a pagamento per winzozz?


            Poi Opera non pone limiti alle copie

            che distribuisce gratis, disponibili per una

            miriade di piattaforme, se poi ci tieni al loro

            browser e la tua piattaforma non è ancora

            supportata, Opera ti può regalare copie, quelle

            non gli costano niente, se vuoi il porting per
            la

            tua piattaforma, qualcosa la dovrai pagare, o ne

            dovrai fare a meno, quello gli costa eccome, e
            da

            solo non potrai fare granché. Hai solo dei
            binari

            compilati per certe piattaforme, moltissime, ma

            non tutte, specie se ne produci di

            nuove.

            Certo che Opera ti puó regalare copie, perché NON
            É IL SUO BUSINESS VENDERE UN BROWSER AGLI
            UTENTI!E che hai da urlare? Non sembra chiaro che fanno business anche senza vendere le singole copie?

            Ma prova a fare un telefonino e includerci opera
            e mettere il loro logo sulla scatola senza pagare
            l'obolo e vediamo che
            succede?E perché non dovrebbe far pagare per questo il produttore del telefonino? Son padroni del loro logo? Non limitare la copia significa che le puoi pure vendere? Se poi la piattaforma è nuova vuoi il porting gratis? Opera mobile è scaricabile gratuitamente se sei utente. Si vede la differenza tra utenti e clienti? E chi sono i clienti?


            Ergo le copie si possono regalare e guadagnare
            lo

            stesso.

            Se il tuo modello di business non deriva dalla
            vendita delle copie
            OVVIAMENTEE non è pure ovvio che la vendita della copia non è il sacro graal? Quindi che cianciate che senza si deve chiudere bottega, quando altri invece le aprono proprio a partire da questo.


            Io questo lo capisco benissimo, altri non

            capiscono che se non mancano i chili non
            conviene

            pesare a chilo, già la pesata potrebbe costare a

            copia cifre assurde, per copie senza costo. E

            serve sempre qualche pollo, che si faccia pesare

            ciò che non finisce, altri non lo usano proprio

            il peso, sfruttano la quantità offerta dal

            digitale per fare altro business, non dipendente

            da pesate arbitrarie, come hai rilevato tu

            stesso, regalando pure quello che costa, se è il

            caso, pur di incrementare il business

            serio.

            il fatto é che per alcuni modelli di business
            funziona, per altri
            no.E quelli no, conviene che prima o poi si aggiornino, quel business non è garantito a lungo termine, e non te l'ho detto? Non è neppure regolare.
            Se la Adobe iniziasse a regalare Photoshop, mi
            spieghi da dove arriverebbero i
            soldi?Se cambi esempio potrei tentare, giusto quella non la digerisco.






            Guarda come sta messa Wikipedia per esempio.



            È il business il suo scopo?

            no, ma non penso che il suo scopo sia nemmeno far
            aprire debiti al fondatore per
            mantenerlaChe pensava di risolvere tutto con le donazioni, magari ci riesce, vedremo.


            E poi non te l'ho

            detto che andrebbe riformato il diritto

            d'autore?

            che con la situazione economica di Wikipedia che
            centra?
            Bah...C'entra che mangi e te lo scordi, non ti ricordi che ho proposto di premiare gli autori indipendentemente dalle vendite?Ma poi ti sei messo a guardare la tv. :p
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            A te non sembra illuminato? E a chi lo vendevano
            se certe eula te ne facevano pagare già uno? Gli
            utenti buttano i soldi a casaccio? E safari è a
            pagamento per
            winzozz?non hai capito lenza, non mi sembra illuminato non nel senso che mi sembra sbagliato!Ma che non mi sembra una novita il browser gratuito, essendo che ogni browser lo é sempre stato.
            E che hai da urlare? Non sembra chiaro che fanno
            business anche senza vendere le singole
            copie?scusa la prossima volta uso il grassetto, mi sembra chiarissimo che il loro modello di business lo consenta, cosí come il modello di business degli hotel consente di darti lo shampoo e il dentifricio gratis
            E perché non dovrebbe far pagare per questo il
            produttore del telefonino? Son padroni del loro
            logo? Non limitare la copia significa che le puoi
            pure vendere? Se poi la piattaforma è nuova vuoi
            il porting gratis? Opera mobile è scaricabile
            gratuitamente se sei utente. Si vede la
            differenza tra utenti e clienti? E chi sono i
            clienti?appunto.Opera fa scaricare gratis il suo browser agli utenti perché il suo business deriva da altro, non perché con il digitale duplicare le copie non costa niente
            E non è pure ovvio che la vendita della copia non
            è il sacro graal? Quindi che cianciate che senza
            si deve chiudere bottega, quando altri invece le
            aprono proprio a partire da
            questo.devo srcivertelo con che type face?Tutto dipende dal modello di business non tutti si adattano la concetto della free distribuition
            E quelli no, conviene che prima o poi si
            aggiornino, quel business non è garantito a lungo
            termine, e non te l'ho detto? Non è neppure
            regolare.finché non si troverá un'alternativa altettanto valida perdurerá con tutti i suoi difetti e le sue inefficienze, un po' come il motore a scoppio
            Se cambi esempio potrei tentare, giusto quella
            non la
            digerisco.Ininfluente, come vedi ci sono software che non possono prescindere dalla vendita della licenza
            Che pensava di risolvere tutto con le donazioni,
            magari ci riesce,
            vedremo.spero non faccia la fine delle donazioni ai radiohead
            C'entra che mangi e te lo scordi, non ti ricordi
            che ho proposto di premiare gli autori
            indipendentemente dalle
            vendite?e quindi? lo stato dovrebbe finanziare chi?Quelli che scrivono gli articoli? il fondatore? la fondazione Wikipedia?Chi paga? ogni stato per le varie localizzazioni? solo gli USA?
            Ma poi ti sei messo a guardare la tv. :pnon ce 'ho la TV inoltre ti inviterei a restare in topic con il mio thread: "perché le persone partecipano a progetti open source"
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX

            A te non sembra illuminato? E a chi lo vendevano

            se certe eula te ne facevano pagare già uno? Gli

            utenti buttano i soldi a casaccio? E safari è a

            pagamento per

            winzozz?

            non hai capito lenza,Non avevo capito, magari questo non fa di te una cima? Illuminato.
            non mi sembra illuminato
            non nel senso che mi sembra
            sbagliato!
            Ma che non mi sembra una novita il browser
            gratuito, essendo che ogni browser lo é sempre
            stato.Non per Netscape, che era all'avanguardia e che certe versioni "commercial" le voleva pagate. Non per opera, che passò dalla solenne promessa che sempre avrebbero fatto pagare la copia, alle copie free con pubblicità, a quelle free con nuovo business. Causa post guerra dei browser.


            E che hai da urlare? Non sembra chiaro che fanno

            business anche senza vendere le singole

            copie?

            scusa la prossima volta uso il grassetto, mi
            sembra chiarissimo che il loro modello di
            business lo consenta, cosí come il modello di
            business degli hotel consente di darti lo shampoo
            e il dentifricio
            gratisNon lo danno gratis, lo paghi comunque, e non è per quello che scegli l'hotel. E nel tuo esempio il browser è l'hotel, dentifricio e shampoo compreso.


            E perché non dovrebbe far pagare per questo il

            produttore del telefonino? Son padroni del loro

            logo? Non limitare la copia significa che le
            puoi

            pure vendere? Se poi la piattaforma è nuova vuoi

            il porting gratis? Opera mobile è scaricabile

            gratuitamente se sei utente. Si vede la

            differenza tra utenti e clienti? E chi sono i

            clienti?

            appunto.
            Opera fa scaricare gratis il suo browser agli
            utenti perché il suo business deriva da altro,
            non perché con il digitale duplicare le copie non
            costa
            nienteMa se gli costasse quanto voglion far credere certi markettari come farebbe a dar via a gratis tutte quelle copie? Questa possibilità, chi gliela concede? Il treno a vapore?


            E non è pure ovvio che la vendita della copia
            non

            è il sacro graal? Quindi che cianciate che senza

            si deve chiudere bottega, quando altri invece le

            aprono proprio a partire da

            questo.

            devo srcivertelo con che type face?
            Tutto dipende dal modello di business non
            tutti si adattano la concetto della free
            distribuitionIl modello che prevede polli ha sempre bisogno di polli per funzionare.Per carità, è sempre un modello di business, il più antico forse.


            E quelli no, conviene che prima o poi si

            aggiornino, quel business non è garantito a
            lungo

            termine, e non te l'ho detto? Non è neppure

            regolare.

            finché non si troverá un'alternativa altettanto
            validaValida? Nel senso che fa spennare così tanti polli? Se si aspettano i polli...
            perdurerá con tutti i suoi difetti e le
            sue inefficienze, un po' come il motore a
            scoppioInefficienze? Insufficienze e turbative direi.


            Se cambi esempio potrei tentare, giusto quella

            non la

            digerisco.

            Ininfluente, come vedi ci sono software che non
            possono prescindere dalla vendita della
            licenzaAl solito, ininfluente per te, per me un software che termina un mio programma preferito non è per nulla ininfluente. Scherzi? Neanche Zio Bill si è permesso tanto.


            Che pensava di risolvere tutto con le donazioni,

            magari ci riesce,

            vedremo.

            spero non faccia la fine delle donazioni ai
            radioheadspero non ci sia bisogno di donazioni in futuro per nessuno


            C'entra che mangi e te lo scordi, non ti ricordi

            che ho proposto di premiare gli autori

            indipendentemente dalle

            vendite?

            e quindi? lo stato dovrebbe finanziare chi?Non lo stato, il business che fa affari con materiale d'autore.
            Quelli che scrivono gli articoli? il fondatore?
            la fondazione
            Wikipedia?Il pubblico dovrebbe esprimere il gradimento.
            Chi paga? ogni stato per le varie localizzazioni?Ogni business nello stato in cui fa business.
            solo gli
            USA?Ogni stato che tiene agli autori.


            Ma poi ti sei messo a guardare la tv. :p

            non ce 'ho la TV inoltre ti inviterei a restare
            in topic con il mio thread: "perché le persone
            partecipano a progetti open
            source"Perché non partecipano a quelli closed non ti pare pertinente?Ti lascio al tuo 3ad.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            Con il software (duplicabile all' infinito),e daje... fate la setta della "duplicazione" che pensate che risolva ogni problema
            chiunque può fornire (teoricamente) tutto il
            mondo, certo, le lingue? e poi se fai metti un gestionale, tassazione specifica di ogni paese, gestione di magazzino che varia da azienda ad azienda etc etc...
            quindi a cosa serve aver due programmi che
            fanno esattamente la stessa cosa? ad avere concorrenza? ad avere funzionalitá migliori in un programma che in un altro?Perché ci sono Aperture e Lightroom? Uno si integra bene con OSX l'altro con Photoshop, uno a dei punti piú forti dell'altro e viceversa...
            A cosa serve
            realizzarne uno che è funzionalmente identico ad
            uno
            preesistente?serve sempre perché é sempre possibile migliorarsi ed evolversi, inoltre le esigenze delle persone e delle aziende variano nel tempo e nello spazio
          • non sia offensivo scrive:
            Re: anche le persone...
            lascia stare. Gli piacciono gli specchi
          • angros scrive:
            Re: anche le persone...
            Forse non ci siamo capiti; fondamentalmente sono d' accordo con te: tu infatti dici che un programmatore può lavorare con personalizzazioni, localizzazioni, adattamenti (ed i programmatori, e le aziende, basate sull' open campano esattamente così).Il punto di "non sia offensivo" riguardava il fatto che non ci sono più (o ci sono poche) aziende che sviluppano da zero, senza guardare il lavoro degli altri, limitandosi a pagare per usarlo (framework, librerie closed, ecc...); io sostenevo che lavorare in questo modo è inutile, perchè piuttosto che comprare da uno che ogni volta deve re-inventare la ruota, io mi copio una ruota già esistente.Spero che ci siamo capiti, adesso.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            io
            sostenevo che lavorare in questo modo è inutile,
            perchè piuttosto che comprare da uno che ogni
            volta deve re-inventare la ruota, io mi copio una
            ruota già
            esistente.

            Spero che ci siamo capiti, adesso.se sai copiartela da te indubbiamente... ma se saper copiare e adattare non é cosa da tutti... anche nel 94 c'era chi si faceva il sito da se in Frontpage e chi pagava qualcuno per farglierlo
          • angros scrive:
            Re: anche le persone...

            se sai copiartela da te indubbiamente... ma se
            saper copiare e adattare non é cosa da tutti...
            anche nel 94 c'era chi si faceva il sito da se in
            Frontpage e chi pagava qualcuno per
            farglierloInfatti: ma anche se io non sono capace di farmi il sito da solo, ho tutto l' interesse che ci siano strumenti in grado di rendere la realizzazione del sito molto semplice, così tanti saranno in grado di usarli, e mi sarà più facile trovare qualcuno che sia capace di realizzare un bel sito per me, dietro pagamento.Per questo dicevo che fa un lavoro più utile chi è capace di adattare una cosa già esistente, rispetto a chi ricomincia da zero ogni volta.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...
            beh é sempre stato cosí.Inventarsi le cose da 0 presuppone molta conoscenza e bravura, inoltre i posti "disponibili" sono meno di quelli per fare "manovalanza" come in tutti i lavori ;)
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX
            beh é sempre stato cosí.

            Inventarsi le cose da 0 presuppone molta
            conoscenza e bravura,E poca avvedutezza quando si è già arrivati al 2009, conviene partire da questo e inventarsi il 2010, piuttosto che il 3 o il 18 o anche il 1492.
            inoltre i posti
            "disponibili" sono meno di quelli per fare
            "manovalanza" come in tutti i lavori
            ;)Come dopo la scoperta dell'America, poi toccava scoprire qualcos'altro, i posti di Colombo non erano più disponibili, ne sorsero tanti altri, così i mozzi potevano lamentarsi che tanto non avrebbero potuto più scoprire l'America, e se solo avessero comprato prima della scoperta quelle mappe pagate una fortuna, sarebbero arrivati per primi, il prima delle mappe stesse non li sconvolge troppo, non farebbero i mozzi. ;)
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            E poca avvedutezza quando si è già arrivati al
            2009, conviene partire da questo e inventarsi il
            2010, piuttosto che il 3 o il 18 o anche il
            1492.la fruizione e distribuzione della musica é stata re-inventata da 0 con l'avvento del digitale, il mondo cambia e certe cose vanno "riscorperte" e "rivoluzionate"Certo ceh se devo fare un sito web "classico" mi prendo un CMS e non sto a scrivermi le righe di codice una per una... peró chi ha fatto MySpace Facebook o Twitter non ha certo preso un CMS ;)
            Come dopo la scoperta dell'America, poi toccava
            scoprire qualcos'altro, i posti di Colombo non
            erano più disponibili, ne sorsero tanti altri,
            così i mozzi potevano lamentarsi che tanto non
            avrebbero potuto più scoprire l'America, e se
            solo avessero comprato prima della scoperta
            quelle mappe pagate una fortuna, sarebbero
            arrivati per primi, il prima delle mappe stesse
            non li sconvolge troppo, non farebbero i mozzi.
            ;)una nave ha sempre piú posti per i mozzi che per i capitani, arrivare ad essere il capitano é piú difficile che fare il mozzo, e sará sempre cosí!Ci sono piú posti di lavoro per scrivere righe di codice che per fare l'anilista-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 dicembre 2009 08.33-----------------------------------------------------------
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX

            E poca avvedutezza quando si è già arrivati al

            2009, conviene partire da questo e inventarsi il

            2010, piuttosto che il 3 o il 18 o anche il

            1492.

            la fruizione e distribuzione della musica é stata
            re-inventata da 0 con l'avvento del digitale, il
            mondo cambia e certe cose vanno "riscorperte" e
            "rivoluzionate"Hai preso giusto un settore dove è sucXXXXX il contrario di quanto dici, è il digitale che ha rivoluzionato la musica, non certo quattro markettari che si sono immaginati un digitale inesistente. Certo sony e philips ci hanno messo del loro, e Zio Bill garantiva per tutti, sarebbe stato difficile non dargli credito, qualcuno avrebbe dovuto vedere un po' più lontano, ma i dollaroni facili annebbiano sempre un po' la vista.

            Certo ceh se devo fare un sito web "classico" mi
            prendo un CMS e non sto a scrivermi le righe di
            codice una per una... peró chi ha fatto MySpace
            Facebook o Twitter non ha certo preso un CMS
            ;)Non lo so, ma non ne sarei tanto sicuro, tanti cms, ovviamente open source, sono framework, hai tutto quello che ti serve per non partire da zero e sviluppare quello che ti pare. E se non ti basta puoi sempre modificare il framework.E poi avrei voluto vedere come sarebbero arrivati ai social che citi senza l'ondata dei cms tutto fare e di più, che sono arrivati al social molto prima, addirittura social nel loro stesso sviluppo.


            Come dopo la scoperta dell'America, poi toccava

            scoprire qualcos'altro, i posti di Colombo non

            erano più disponibili, ne sorsero tanti altri,

            così i mozzi potevano lamentarsi che tanto non

            avrebbero potuto più scoprire l'America, e se

            solo avessero comprato prima della scoperta

            quelle mappe pagate una fortuna, sarebbero

            arrivati per primi, il prima delle mappe stesse

            non li sconvolge troppo, non farebbero i mozzi.

            ;)

            una nave ha sempre piú posti per i mozzi che per
            i capitani, arrivare ad essere il capitano é piú
            difficile che fare il mozzo, e sará sempre
            cosí!
            Ci sono piú posti di lavoro per scrivere righe di
            codice che per fare
            l'anilistaMi sembrava lamentassi la scomparsa di certi posti disponibili, mentre io dico che per quelli che scompaiono, altri se ne creano, voler scoprire sempre la stessa America, diventa un posto senza alcun valore.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            Hai preso giusto un settore dove è sucXXXXX il
            contrario di quanto dici, è il digitale che ha
            rivoluzionato la musica, non certo quattro
            markettari che si sono immaginati un digitale
            inesistente. Certo sony e philips ci hanno messo
            del loro, e Zio Bill garantiva per tutti, sarebbe
            stato difficile non dargli credito, qualcuno
            avrebbe dovuto vedere un po' più lontano, ma i
            dollaroni facili annebbiano sempre un po' la
            vista.non mi interessa chi é l'attore della rivoluzione, mi interessa farti notare come dopo decenni di distribuzione di musica su supporto fisico ci sono realtá come Apple e Amazon che hanno crato un business milionario re-inventandosi da zero la ditribuzione.
            Non lo so, ma non ne sarei tanto sicuro, tanti
            cms, ovviamente open source, sono framework, hai
            tutto quello che ti serve per non partire da zero
            e sviluppare quello che ti pare. E se non ti
            basta puoi sempre modificare il
            framework.ottimo, ovvio che se devo fare un sito non vado in un negozio di elettronica a comprare i componenti per creare la mia scheda madre, anzi, che non vada in miniera a scavare per il silicio... l'utilizzo di altre tecnologie e invenzioni per migliorare o creare qualcosa di nuovo c'é sempre stato, anche prima dell'open source
            E poi avrei voluto vedere come sarebbero arrivati
            ai social che citi senza l'ondata dei cms tutto
            fare e di più, che sono arrivati al social molto
            prima, addirittura social nel loro stesso
            sviluppo.il concetto di "social network" é nato con quei siti, che poi il concetto non sia una novitá non ci piove, il concetto di "socialitá" esiste prima dell'informatica
            Mi sembrava lamentassi la scomparsa di certi
            posti disponibili, mentre io dico che per quelli
            che scompaiono, altri se ne creano, voler
            scoprire sempre la stessa America, diventa un
            posto senza alcun
            valore.ovvio, ma ci saranno sempre piú posti per i lavori meno "comlpessi" e le posizioni piú ambite resteranno sempre e come sempre é stato appannaggio di chi ha la "stoffa" per conquistarle.
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX

            Hai preso giusto un settore dove è sucXXXXX il

            contrario di quanto dici, è il digitale che ha

            rivoluzionato la musica, non certo quattro

            markettari che si sono immaginati un digitale

            inesistente. Certo sony e philips ci hanno messo

            del loro, e Zio Bill garantiva per tutti,
            sarebbe

            stato difficile non dargli credito, qualcuno

            avrebbe dovuto vedere un po' più lontano, ma i

            dollaroni facili annebbiano sempre un po' la

            vista.

            non mi interessa chi é l'attore della
            rivoluzione, mi interessa farti notare come dopo
            decenni di distribuzione di musica su supporto
            fisico ci sono realtá come Apple e Amazon che
            hanno crato un business milionario
            re-inventandosi da zero la
            ditribuzione.Business milionario lo fa pure Zio Bill, e lo ha inventato e affermato a scapito di concorrenti ben più attrezzati, servono sempre i polli però. E il primo pollo di Zio Bill, almeno non aveva proprio per niente l'aria di un pollo, per i comuni mortali, per Zio Bill era un pollo colossale ma sempre pollo.


            Non lo so, ma non ne sarei tanto sicuro, tanti

            cms, ovviamente open source, sono framework, hai

            tutto quello che ti serve per non partire da
            zero

            e sviluppare quello che ti pare. E se non ti

            basta puoi sempre modificare il

            framework.

            ottimo, ovvio che se devo fare un sito non vado
            in un negozio di elettronica a comprare i
            componenti per creare la mia scheda madre, anzi,
            che non vada in miniera a scavare per il
            silicio... l'utilizzo di altre tecnologie e
            invenzioni per migliorare o creare qualcosa di
            nuovo c'é sempre stato, anche prima dell'open
            sourceSei tu che parlavi di partire da zero.


            E poi avrei voluto vedere come sarebbero
            arrivati

            ai social che citi senza l'ondata dei cms tutto

            fare e di più, che sono arrivati al social molto

            prima, addirittura social nel loro stesso

            sviluppo.

            il concetto di "social network" é nato con quei
            siti, Quelli da te citati? Un po' prima con altri mi pare.
            che poi il concetto non sia una novitá non
            ci piove, il concetto di "socialitá" esiste prima
            dell'informaticaFuori dall'informatica, esiste pure tra tantissime specie.Dentro, pure pi mi è sempre sembrato molto social, forse un po' meno ristretto e costretto dei social di moda. Che tra parentesi alcuni mi sembrano molto asocial, che hanno da nascondere per chiedere la registrazione ai semplici visitatori? Li spaventa l'aria libera?


            Mi sembrava lamentassi la scomparsa di certi

            posti disponibili, mentre io dico che per quelli

            che scompaiono, altri se ne creano, voler

            scoprire sempre la stessa America, diventa un

            posto senza alcun

            valore.

            ovvio, ma ci saranno sempre piú posti per i
            lavori meno "comlpessi" e le posizioni piú ambite
            resteranno sempre e come sempre é stato
            appannaggio di chi ha la "stoffa" per
            conquistarle.Tutto regolare quindi, come sempre.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            Business milionario lo fa pure Zio Bill, e lo ha
            inventato e affermato a scapito di concorrenti
            ben più attrezzati, servono sempre i polli però.
            E il primo pollo di Zio Bill, almeno non aveva
            proprio per niente l'aria di un pollo, per i
            comuni mortali, per Zio Bill era un pollo
            colossale ma sempre
            pollo.Gates ha avuto l'intuizione giusta, come IBM si é fatta sfuggire il personal computer, Xerox si é fatta sfuggire la GUI, tutti possono sbagliare
            Sei tu che parlavi di partire da zero.Partire da zero non in senso assoluto, ma in ambito informatico.
            Quelli da te citati? Un po' prima con altri mi
            pare.tipo?
            Fuori dall'informatica, esiste pure tra
            tantissime
            specie.appunto.
            Dentro, pure pi mi è sempre sembrato molto
            social, forse un po' meno ristretto e costretto
            dei social di moda. é OVVIO che Internet é sempra stato basato sul "social" ma non esistevano i mezzi attuali che definiscono un "social network"
            Che tra parentesi alcuni mi
            sembrano molto asocial, che hanno da nascondere
            per chiedere la registrazione ai semplici
            visitatori? Li spaventa l'aria
            libera?no, il fuoco del social network é darti la possibilitá di interagire non con dei nicknames (tipica situazione del web 1.0) ma con delle PERSONE questa é stata la spinta al "social network" ora le vedi le differenze?E ora capisci perché non puoi considerare una mailinglist o un forum un "social network" ?
            Tutto regolare quindi, come sempre.esattamente.
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX

            Business milionario lo fa pure Zio Bill, e lo ha

            inventato e affermato a scapito di concorrenti

            ben più attrezzati, servono sempre i polli però.

            E il primo pollo di Zio Bill, almeno non aveva

            proprio per niente l'aria di un pollo, per i

            comuni mortali, per Zio Bill era un pollo

            colossale ma sempre

            pollo.

            Gates ha avuto l'intuizione giusta, come IBM si é
            fatta sfuggire il personal computer, Xerox si é
            fatta sfuggire la GUI, tutti possono
            sbagliare.Ibm come xerox? Ibm voleva comprarselo per intero Zio Bill. In più, non credo siano mai stati confrontabili come dimensioni, e Zio Bill fece il colpo due volte di fila. Xerox? Tu dovresti essere più informato.


            Sei tu che parlavi di partire da zero.

            Partire da zero non in senso assoluto, ma in
            ambito
            informatico.Giusto di quello si parlava.


            Quelli da te citati? Un po' prima con altri mi

            pare.

            tipo?Scusami, cercateli, ne ho visti parecchi.


            Fuori dall'informatica, esiste pure tra

            tantissime

            specie.

            appunto.Appunto che non serve parlare del fuori?


            Dentro, pure pi mi è sempre sembrato molto

            social, forse un po' meno ristretto e costretto

            dei social di moda.

            é OVVIO che Internet é sempra stato basato sul
            "social" Non è ovvio che ne servivano di nuovi social.
            ma non esistevano i mezzi attuali che
            definiscono un "social
            network"Non esistevano? E che gli mancava?


            Che tra parentesi alcuni mi

            sembrano molto asocial, che hanno da nascondere

            per chiedere la registrazione ai semplici

            visitatori? Li spaventa l'aria

            libera?

            no, il fuoco del social network é darti la
            possibilitá di interagire non con dei nicknames
            (tipica situazione del web 1.0)Per niente, il web 2.0 non è definito dalle nuove condizioni dei "social network", questi sono pure web 2.0, ma non solo questi, è l'interazione che lo definisce, nick o non nick.
            ma con delle
            PERSONE questa é stata la spinta al "social
            network" ora le vedi le
            differenze?Le vedo e le vedevo e non mi dicono granché, che ha un nome tanto più di un nick? Il nick ti impedisce di socializzare? O il nick ti impedisce di usare nomi veri? Fa sentire più sicuri non avere a che fare coi nick? I nomi garantiscono di più? È impossibile registrarsi con nomi fasulli? Guarda che non ho mai provato, ma mi sembrano tanto quelle false sicurezze che risultano tanto più rischiose delle certe insicurezze.
            E ora capisci perché non puoi considerare una
            mailinglist o un forum un "social network"
            ?Certamente, perché i bimbi non si fidano dei nick. Solo che io non mi fido dei bimbi, non m'interessa nemmeno tanto cosa si dicono tra loro che non vogliono far sapere a tutti. Se non lo vogliono far sapere nemmeno lo voglio sapere. Quando proprio gli scappa di farlo sapere, allora si può vedere che combinano. Io non aggiungerei una riga in posti dove chiedono la registrazione per solo leggere. Considero pi molto più social, che permette pure ai non registrati di scrivere quasi tutto quel che gli pare, altro che neanche leggere. Ora capisci perché quel tipo di social non mi pare granché social?
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            Ibm come xerox? IBM come Xerox non hanno investito in business molto profittevole... che poi é tutto da discutere se ci abbiano rimesso o meno.Sia IBM che Xerox non mi sembra piangano sangue ora ;)
            Giusto di quello si parlava.esatto, il mio punto é che non c'é bisogno dell'open source per non reinventare la ruota.
            Scusami, cercateli, ne ho visti parecchi.visto che tu sai giá quali sono fammi tu la tua lista
            Appunto che non serve parlare del fuori?allora non rispondere a parti del discorso che non ti interessano.
            Non è ovvio che ne servivano di nuovi social.Prima c'erano gli "user groups" poi le "community" e adesso i "social networks"
            Non esistevano? E che gli mancava?la visione e l'interazione dei social networks.Anche con la macchina da scrivere scrivevi le lettere, che gli mancava rispettoa Open Office?
            Per niente, il web 2.0 non è definito dalle nuove
            condizioni dei "social network", questi sono pure
            web 2.0, ma non solo questi, è l'interazione che
            lo definisce, nick o non
            nick.si, ho citato il web 2.0 per "inquadrare" il momento storico, non ho detto che il web 2.0 sono i social networks
            Le vedo e le vedevo e non mi dicono granché, che
            ha un nome tanto più di un nick? Il nick ti
            impedisce di socializzare? O il nick ti impedisce
            di usare nomi veri? Fa sentire più sicuri non
            avere a che fare coi nick? I nomi garantiscono di
            più? È impossibile registrarsi con nomi fasulli?
            Guarda che non ho mai provato , ma mi sembrano
            tanto quelle false sicurezze che risultano tanto
            più rischiose delle certe
            insicurezze.infatti a te "sembra" perché non hai mai provato, come sempre torni a parlare di cose di cui non hai esperienza? adesso capisco perché non ci arrivi.

            E ora capisci perché non puoi considerare una

            mailinglist o un forum un "social network"

            ?

            Certamente, perché i bimbi non si fidano dei
            nick. Solo che io non mi fido dei bimbi, non
            m'interessa nemmeno tanto cosa si dicono tra loro
            che non vogliono far sapere a tutti. Se non lo
            vogliono far sapere nemmeno lo voglio sapere.
            Quando proprio gli scappa di farlo sapere, allora
            si può vedere che combinano.stai farneticando?
            Io non aggiungerei
            una riga in posti dove chiedono la registrazione
            per solo leggere. la registrazione é necessaria per costruire "il network"
            Considero pi molto più social,
            che permette pure ai non registrati di scrivere
            quasi tutto quel che gli pare, altro che neanche
            leggere. Ora capisci perché quel tipo di social
            non mi pare granché
            social?l'unica cosa che capisco e che non hai capito cosa é un social network.
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX

            Ibm come xerox?

            IBM come Xerox non hanno investito in business
            molto profittevole... che poi é tutto da
            discutere se ci abbiano rimesso o
            meno.E Zio Bill è da discutere che ci guadagno parecchio?
            Sia IBM che Xerox non mi sembra piangano sangue
            ora
            ;)E per quanto avrebbero dovuto piangere? Ibm fece tutto un os per asciugarsi qualche lacrima, ma Zio Bill non lo commossero.


            Giusto di quello si parlava.

            esatto, il mio punto é che non c'é bisogno
            dell'open source per non reinventare la
            ruota.Puoi esplicarlo meglio?


            Scusami, cercateli, ne ho visti parecchi.

            visto che tu sai giá quali sono fammi tu la tua
            listaNon li so, ho visto una lista wikipediana, è la stessa cosa?


            Appunto che non serve parlare del fuori?

            allora non rispondere a parti del discorso che
            non ti
            interessano.Questo è sempre il tuo 3ad, dove dirigi tu? :)


            Non è ovvio che ne servivano di nuovi social.

            Prima c'erano gli "user groups" poi le
            "community" e adesso i "social
            networks"C'erano?


            Non esistevano? E che gli mancava?

            la visione e l'interazione dei social networks.
            Anche con la macchina da scrivere scrivevi le
            lettere, che gli mancava rispettoa Open
            Office?Non calzante.


            Per niente, il web 2.0 non è definito dalle
            nuove

            condizioni dei "social network", questi sono
            pure

            web 2.0, ma non solo questi, è l'interazione che

            lo definisce, nick o non

            nick.

            si, ho citato il web 2.0 per "inquadrare" il
            momento storico, non ho detto che il web 2.0 sono
            i social
            networksok, per dire che senza social net sarebbe lo stesso 2.0


            Le vedo e le vedevo e non mi dicono granché, che

            ha un nome tanto più di un nick? Il nick ti

            impedisce di socializzare? O il nick ti
            impedisce

            di usare nomi veri? Fa sentire più sicuri non

            avere a che fare coi nick? I nomi garantiscono
            di

            più? È impossibile registrarsi con nomi fasulli?

            Guarda che non ho mai provato , ma mi
            sembrano

            tanto quelle false sicurezze che risultano tanto

            più rischiose delle certe

            insicurezze.

            infatti a te "sembra" perché non hai mai provato,
            come sempre torni a parlare di cose di cui non
            hai esperienza? adesso capisco perché non ci
            arrivi.Secondo te occorrono tutte le esperienze per avere esperienza? A che ti servirebbe l'esperienza se poi devi provare lo stesso tutto prima? Non ti basta una porta blindata violata per dubitare di ogni blindatura sedicente inattaccabile? Poi mi risulta che ultimamente un certo social spostava truppe di utenti di qua e di là, figurati quanto possono essere affidabili. Magari non trovi i troll ma intere città troll, a insaputa dei suoi abitanti.



            E ora capisci perché non puoi considerare una


            mailinglist o un forum un "social network"


            ?Come dici tu, è evidente che sono diversi, come dico io, la loro chiusura è contraria allo spirito della rete stessa, non è tanto il nick ma la chiusura ai non registrati anche in lettura. Anche questa non proprio blindata.



            Certamente, perché i bimbi non si fidano dei

            nick. Solo che io non mi fido dei bimbi, non

            m'interessa nemmeno tanto cosa si dicono tra
            loro

            che non vogliono far sapere a tutti. Se non lo

            vogliono far sapere nemmeno lo voglio sapere.

            Quando proprio gli scappa di farlo sapere,
            allora

            si può vedere che combinano.

            stai farneticando?Sì


            Io non aggiungerei

            una riga in posti dove chiedono la registrazione

            per solo leggere.

            la registrazione é necessaria per costruire "il
            network"Cioè prima bisogna registrarsi e poi si può sapere cosa si sta costruendo, interessante.


            Considero pi molto più social,

            che permette pure ai non registrati di scrivere

            quasi tutto quel che gli pare, altro che neanche

            leggere. Ora capisci perché quel tipo di social

            non mi pare granché

            social?

            l'unica cosa che capisco e che non hai capito
            cosa é un social
            network.E fossi in te, non mi fiderei neanche troppo.BUON NATALE
          • pabloski scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: angros
            avranno speranza (anche StarOffice non aveva
            nessun sucXXXXX, prima che lo aprissero
            trasformandolo in
            OpenOffice)effettivamente questa cosa è poco consideratastaroffice non è certo l'unico software fallimentare che dopo l'apertura è diventato di sucXXXXXnetscape insegna del restoè molto probabile che il discorso dell'amico sopra sia fallato per questo motivo e cioè che taluni software closed sarebbero incapaci di competere col monopolio di ms ( e del resto chi potrebbe riuscirci )l'apertura ( che da un lato significa gratis, dall'altro significa farsi amare dai nerd e quindi il passaparola e tutto il resto ) è un metodo efficiente per avere sucXXXXXforse è questo che google ha capito e altri no
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: pabloski
            - Scritto da: angros


            avranno speranza (anche StarOffice non aveva

            nessun sucXXXXX, prima che lo aprissero

            trasformandolo in

            OpenOffice)

            effettivamente questa cosa è poco considerata

            staroffice non è certo l'unico software
            fallimentare che dopo l'apertura è diventato di
            sucXXXXX

            netscape insegna del resto

            è molto probabile che il discorso dell'amico
            sopra sia fallato per questo motivo e cioè che
            taluni software closed sarebbero incapaci di
            competere col monopolio di ms ( e del resto chi
            potrebbe riuscirci
            )

            l'apertura ( che da un lato significa gratis,
            dall'altro significa farsi amare dai nerd e
            quindi il passaparola e tutto il resto ) è un
            metodo efficiente per avere
            sucXXXXX

            forse è questo che google ha capito e altri noCi sei quasi, a parte che c'è polemica tra nerd e geek, pare dipenda dai posti, molto meno semplice che tra hacker e cracker.Il sucXXXXX di google non è dato dal sucXXXXX nella comunità open, ma tra gli utenti in primis, google rispetta le regole dell'open, usandolo e ricambiando quando può, riservandosi di avere strachiuso ciò con cui fa business, che in massima parte dipende dalla simpatia degli utenti comuni, coccolati da google con ogni genere di utilità a gratis, il gratis che permette il digitale, gratis usato da google per attrarre utenti e ingolosire clienti, golosi della sua simpatia.Simpatia, per gran parte merito dell'antipatia di altri, che continuano imperterriti ad avvantaggiarla.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...
            http://en.wikipedia.org/wiki/Nerdhttp://en.wikipedia.org/wiki/GeekNerd e Geek hanno due significati diversi ben precisi.Detto questo, Google puó offrire i suoi servizi gratis non perché il digitale non costa niente (secondo te GMAIL non gli costa niente???) ma perché Google vende PUBBLICITA su internet, i suoi servizi servono a farti usare internet il piú possibile, cosí che tu sia il piú possibile esposto alla loro pubblicitá.Inoltre, Google fa anche TANTI TANTI soldi VENDENDO i proprio servizi alle aziende
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            - Scritto da: MeX
            http://en.wikipedia.org/wiki/Nerd
            http://en.wikipedia.org/wiki/Geek

            Nerd e Geek hanno due significati diversi ben
            precisi.http://punto-informatico.it/2776547/PI/News/usa-mai-dire-nerd.aspxNon guardi dentro casa prima di domandare ai vicini? :D

            Detto questo, Google puó offrire i suoi servizi
            gratis non perché il digitale non costa nienteNon l'ho detto.
            (secondo te GMAIL non gli costa niente???) L'ho detto? Semmai gmail può offrirlo a tutti a gratis perché essendo digitale i costi non sono quelli di cui vaneggiano certi markettari, tanto che può pure offrirlo a gratis, senza fare bancarotta per questo.Ma non stiamo parlando di faccende standard alla vecchio Zio Bill o ibm. Non credo che ibm avrebbe intrapreso il business di google usando anche dischi rotti o difettosi e scartati, se però hai un buon sistema di correzione e ridondanza, sarebbe stato uno spreco usare dischi nuovi buoni e cari, e specie all'inizio ogni spreco può essere determinante in negativo.
            ma
            perché Google vende PUBBLICITA su internet, i
            suoi servizi servono a farti usare internet il
            piú possibile, cosí che tu sia il piú possibile
            esposto alla loro
            pubblicitá.E regala agli utenti le copie del suo software, che non gli costano niente, sempre per il motivo che rilevi, ma regalare quelle copie non gli costa niente a copia, anzi, più ne regala e più, indirettamente, ci guadagna. Se poi ti serve qualcosa di più di quello che offre a tutti, ti tocca diventare cliente, e pagare così anche per il gratis agli utenti.

            Inoltre, Google fa anche TANTI TANTI soldi
            VENDENDO i proprio servizi alle
            aziendeE non mi pare gli venda semplici copie. Ciò con cui guadagna maggiormente è la simpatia, che gli utenti coccolati a gratis non riescono a negargli, e che attira ogni genere di cliente ghiotto di quell'utenza tanta.Adesso poi google dà altri pensieri, almeno Zio Bill aveva i limiti del suo stesso modello a ridurne l'impatto, google non ce li ha, e chi dovrebbe fargli concorrenza non sa che pesci pigliare, o meglio, non sa quali vendere tra i pesci che piglia e come.
          • MeX scrive:
            Re: anche le persone...

            http://punto-informatico.it/2776547/PI/News/usa-ma

            Non guardi dentro casa prima di domandare ai
            vicini?
            :Ddentro casa? é un articolo sugli USA :)Inoltre nell'articolo si parla del bando di tali termini non della loro incerta definizione.Inoltre, se devo rifarmi alla definizione di un termine mi rifaccio al paese e lingua che l'ha originato, che tu, e in Italia in generale si faccia confusione tra nerd e geek (come tra hacker e cracker) non mi interessa piú di tanto.



            Detto questo, Google puó offrire i suoi servizi

            gratis non perché il digitale non costa niente

            Non l'ho detto.lo dici anche piú avanti...

            (secondo te GMAIL non gli costa niente???)

            L'ho detto? Semmai gmail può offrirlo a tutti a
            gratis perché essendo digitale i costi non sono
            quelli di cui vaneggiano certi markettari, tanto
            che può pure offrirlo a gratis, senza fare
            bancarotta per
            questo.quindi sostieni che il digitale di per se abbia un costo vicino allo 0 se non 0 proprio, perché offrire un servizio a MILIONI di utenti ti viene a costa MILIONI DI EURO all'anno anche se costasse 1 a persona all'anno mantenerlo.E solo di corrente e personale che gestisce i server spendi piú di un 1 all'anno per ogni utente.
            Ma non stiamo parlando di faccende standard alla
            vecchio Zio Bill o ibm. Non credo che ibm avrebbe
            intrapreso il business di google usando anche
            dischi rotti o difettosi e scartati, se però hai
            un buon sistema di correzione e ridondanza,
            sarebbe stato uno spreco usare dischi nuovi buoni
            e cari, e specie all'inizio ogni spreco può
            essere determinante in
            negativo.forse anche perché IBM É un produttore HW, e suo interesse primario é anche vendere HW nuovo ai suoi clienti
            E regala agli utenti le copie del suo software,
            che non gli costano niente, la duplicazione della copia non costa (quasi) niente, ma il lavoro per produrre quel software HA SEMPRE E COMUNQUE UN COSTO.Quando compri un DVD non lo paghi perhé fare il DVD ha un costo, lo paghi per pagare i soldi investiti nel realizzare il contenuto.
            sempre per il motivo
            che rilevi, ma regalare quelle copie non gli
            costa niente a copia, anzi, più ne regala e più,
            indirettamente, ci guadagna. perché la copia che ti regala é non e la fonte del loro guadagno, il software non é il loro business, il loro business é farti usare i loro servizi per esporti alla loro pubblicitá
            Se poi ti serve
            qualcosa di più di quello che offre a tutti, ti
            tocca diventare cliente, e pagare così anche per
            il gratis agli
            utenti.ovvio, perché quello che regala é solo lo specchietto per le allodole
            E non mi pare gli venda semplici copie. ovvio.Anche Adobe non ti vende la "copia di Photoshop"Ti vende la possibilitá (il servizio) di UTILIZZARLO, cosí come google vende il servizio di posta alla NASA
            Ciò con
            cui guadagna maggiormente è la simpatia, che gli
            utenti coccolati a gratis non riescono a
            negargli, e che attira ogni genere di cliente
            ghiotto di quell'utenza
            tanta.non é la simpatia il nocciolo, il nocciolo é il numero di utenti coinvolti.Molti degli utenti Windows non amano Windows o non le sta simpatica la Microsoft, peró finché é utilizzato da una cosa ampia massa di utenti il business regge.
            Adesso poi google dà altri pensieri, almeno Zio
            Bill aveva i limiti del suo stesso modello a
            ridurne l'impatto, google non ce li ha, e chi
            dovrebbe fargli concorrenza non sa che pesci
            pigliare, o meglio, non sa quali vendere tra i
            pesci che piglia e
            come.Ovvio, perche Google ci é arrivata per prima e meglio... non é il discorso della riscoperta dell'America?
          • pabloski scrive:
            Re: anche le persone...
            beh obiettivamente google tiene segreti gli algoritmi per il rankingper esempio hanno prodotto una notevole documentazione su bigtable, che è alla base del loro sistema di storage e ricerca...potevano risparmiarsela e tenere tutto segretogli algoritmi di ranking non è opportuno renderli pubblici, altrimenti sai lo spam che si vedrebbe in girohanno reso pubblico il codice di android e chromeosrimangono chiusi gli algoritmi per la targhetizzazione degli ads, ma lì è comprensibile visto che ms ne farebbe immediatamente il copia-incolla
          • Africano scrive:
            Re: anche le persone...
            Quindi ha trovato il modo per accontentare parecchi. Con la massima soddisfazione degli utenti. E con un modello che sta diventando un po' troppo autoreferenziale.Un os, che ha bisogno solo del loro browser, che punta ai loro servizi di rete e che userà il loro cloud, preferibilmente.E chissà chi glielo avrà detto a Zio Bill.
  • Simonr scrive:
    Google sfrutta i poveri polli
    Google sfrutta il lavoro di chi abbraccia la filosofia open.Il concetto Open è una filosofia interessante e "pura", chi lavora lo fa per il bene della comunità. Google è un lupo travestito da agnello, sfrutta il vostro/nostro lavoro per arricchire se stesso, andando contro la filosofia stessa. Ed è l'unico che può farlo, abusando della sua posizione dominante in ambito pubblicitario e web.
    • Mikhail scrive:
      Re: Google sfrutta i poveri polli
      mi sa che hai ragione..Considera che Chrome os è praticamente Linux al 90% .Google prende 1000 per dare 1 .Ne vengono fuori prodotti con il suo marchio sviluppati gratis da altri. che pena
      • pabloski scrive:
        Re: Google sfrutta i poveri polli
        altri che sono dipendenti ibm, redhat, novell, google, intel, stm, ecc... ecc...come vedi di utopistico e aggratis c'è ben poco nell'opensourceah già, credete ancora al mito del povero cantinaro che scrive codice nella sua cantina mentre i genitori lo nutrono e lo vestono
        • non sia offensivo scrive:
          Re: Google sfrutta i poveri polli
          In realtà si tratta di queste aziendone che prestano un paio di loro "sviluppatori capo" ad una comunità open che prende le donazioni.Quando vuole, l'aziendona smette di finanziare/donare e rimuove gli sviluppatori capo e non ha dovuto assumere nessuno
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            vabbè ma quelle aziende hanno bisogno di certi prodottiad esempio se sei un grosso isp ti fa comodo offrire 4-5 ingegneri a mysql, perchè poi mysql lo usi per tutte le tue necessitàlo stesso linux è voluto dai produttori di hardware ed è lo strumento tramite cui vogliono riprendersi il potere perso negli anni '80l'opensource è un modo semplice per standardizzare il software, visto che standardizzare è stato per 30 anni una bestemmia nel mondo IT
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            si ma c'era anche molto lavoro in più e questo non mi dispiace.Pensa se si facessero solo una decina di telai e motori standard compatibili tra loro. Lo sai la fiat quanta gente licenzierebbe? assumerebbe solo meccanici che assemblano e i progettisti andrebbero quasi tutti a casa (tranne quelli che prendono la donazione per fare i dieci motori standard). I progettisti andati a casa dovrebbero cambiare lavoro andando a riempire altri settori (ed ecco che se i panettieri aumentano il panettiere che scaricava gimp gratis ha più concorrenza...)L'open source è a vero vantaggio dei potenti, non del popolino come vuol far passare Stallman
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: non sia offensivo
            si ma c'era anche molto lavoro in più e questo
            non mi
            dispiace.
            questo dipende dall'industria come si muove....se l'opensource riuscirà a creare un ecosistema innovativo, allora vedremo spuntare startup come funghi che lavoreranno chi al riconoscimento vocale, chi ai computer intelligenti, chi a schermi olografici, ecc...del resto se pensi a internet ti rendi conto che oggi non sarebbe grande nemmeno la metà se non fossero esistiti apache e mysqlquesti due software hanno permesso di creare un'intera industria fatta di piccole società di hosting e web agency di vario calibrotutto questo è lavoro
            Pensa se si facessero solo una decina di telai e
            motori standard compatibili tra loro. Lo sai lanon dimentichiamo però che quei motori dovranno evolvere...mica fatti i 10 telati con i relativi motori ci fermiamo
            fiat quanta gente licenzierebbe? assumerebbe solo
            meccanici che assemblano e i progettisti
            andrebbero quasi tutti a casa (tranne quelli che
            prendono la donazione per fare i dieci motori
            standard). I progettisti andati a casa dovrebberonon direi....e le revisioni ai motori? nuove versioni? miglioramenti? ci sarebbe comunque un gruppo di persone che dovrebbe progettare, evolvere, riprogettare, ecc...
            L'open source è a vero vantaggio dei potenti, non
            del popolino come vuol far passare
            Stallmandipende da chi è il popolinose è il tipo che partendo dal software open ti crea il pc che capisce quello che gli dici, beh, direi che il tipo farà un bel pò di soldi
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli

            tutto questo è lavorodi basso livello. Meccanici come dicevo quando facevo l'esempio delle auto
            non dimentichiamo però che quei motori dovranno
            evolvere...mica fatti i 10 telati con i relativi
            motori ci
            fermiamo
            Certo... evolviamo quei 10. Uno standard è UNO e offre lavoro per UNO (se diventasse mille non sarebbe più standard)
            non direi....e le revisioni ai motori? nuove
            versioni? miglioramenti? ci sarebbe comunque un
            gruppo di persone che dovrebbe progettare,
            evolvere, riprogettare,
            ecc...
            UN gruppo perchè c'e' uno standard.. esatto
            se è il tipo che partendo dal software open ti
            crea il pc che capisce quello che gli dici, beh,
            direi che il tipo farà un bel pò di
            soldiOvviamente l'eccezione che conferma la regola. Ma solo una decina di persone riescono a fare questo. In pratica tutti gli strati intermedi son tagliati: o genio inventore o meccanico
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: non sia offensivo

            tutto questo è lavoro

            di basso livello. Meccanici come dicevo quando
            facevo l'esempio delle
            auto
            mica sempre...i motori chi li progetta?
            Certo... evolviamo quei 10. Uno standard è UNO e
            offre lavoro per UNO (se diventasse mille non
            sarebbe più
            standard)
            uno standard è un modo di fare le cose, se poi vuoi creare mille modelli tutti aderenti a quello standard puoi farlodel resto le distribuzioni linux sono proprio questo

            UN gruppo perchè c'e' uno standard.. esatto
            o 100 gruppi che lavorano a motori basati sul medesimo standard
            Ovviamente l'eccezione che conferma la regola. Ma
            solo una decina di persone riescono a fare
            questo. In pratica tutti gli strati intermedi soncosì come solo Bill è riuscito a creare l'impero del software
            tagliati: o genio inventore o
            meccanicoe perchè mai? ci vuole chi scrive il software, mica un sistema operativo lo immagini, lo progetti e lo scrivi da solo?
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli

            mica sempre...i motori chi li progetta?
            Un gruppo di 10 persone che lavoreranno a donazioni perchè poi il progetto di quel motore sarà gratis e scaricabile da internet per sempre e per tutti. E i grossi commerciali prenderanno il progetto e lo faranno realizzare a operai e meccanici
            uno standard è un modo di fare le cose, se poi
            vuoi creare mille modelli tutti aderenti a quello
            standard puoi
            farlo

            del resto le distribuzioni linux sono proprio
            questo
            e infatti il livello è sceso proprio perchè il "progetto linux" è fatto e servono solo più gli oeprai che "assemblano" la distribuzione (con qualche programmatore che crea il programmino di installazion)



            UN gruppo perchè c'e' uno standard.. esatto



            o 100 gruppi che lavorano a motori basati sul
            medesimo
            standard
            100 gruppi di operai. Era meglio 100 gruppi di progettisti e 100 di operai così avevano lavoro 200 gruppi

            così come solo Bill è riuscito a creare l'impero
            del
            software
            Ma altri ai tempi crearono altre realtà comunque grandi (ovviamente bill è il più famoso e quello che ha fatto di più)

            tagliati: o genio inventore o

            meccanico

            e perchè mai? ci vuole chi scrive il software,
            mica un sistema operativo lo immagini, lo
            progetti e lo scrivi da
            solo?no, ma non mi capisci proprio!! rileggi cosa ho detto. Interpreti tutto a modo tuo. Se prima servivano 100 sviluppatori, con l'open source ne bastano 10 perchè tutti copiano
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: non sia offensivo
            Un gruppo di 10 persone che lavoreranno a
            donazioni perchè poi il progetto di quel motoregià sulla questione donazioni c'è da vedere, perchè le donazioni possono ammontare a decine di milioni di euro e poi ciò che si vede nell'open è che i grossi software sono in mano a consorzi di aziende che mettono in comune ingegneri e programmatori loro dipendentise è fatto uno studio qualche anno fa ed è uscito fuori che gli sviluppatori open sono pagati meglio di quelli closed http://www.crn.com/it-channel/206900235;jsessionid=QICWBFPVOXPJJQE1GHRSKHWATMY32JVN
            sarà gratis e scaricabile da internet per sempre
            e per tutti. E i grossi commerciali prenderannoma richiederà comunque modifiche, aggiornamenti, ecc... che richiederanno l'intervento dei progettisti
            il progetto e lo faranno realizzare a operai e
            meccanici
            cosa che avviene anche oggi...il progettista progetta e il meccanico costruisce
            e infatti il livello è sceso proprio perchè il
            "progetto linux" è fatto e servono solo più gli
            oeprai che "assemblano" la distribuzione (con
            qualche programmatore che crea il programmino di
            installazion)
            falso, proprio in quest'anno linux è al centro di un revamp totale della sua architettura di base...kms, fastboot, gallium, ttm, solo per citare i più importanti aggiornamenti il tuo discorso è molto statico, tu vedi il software come qualcosa che una volta fatto sta fermo e viene solo usato, ma il software è in continuo cambiamento e questi cambiamenti richiedono ingegneri e programmatori per modificarne l'architettura e riscrivere le parti di codice necessarie
            100 gruppi di operai. Era meglio 100 gruppi di
            progettisti e 100 di operai così avevano lavoro
            200
            gruppi
            trattandosi di uno standard, occorrono progettisti più che operailo standard ti dice quali sono i vincoli da rispettare, non ti dice quali passi seguire per costruire il motore
            Ma altri ai tempi crearono altre realtà comunque
            grandi (ovviamente bill è il più famoso e quello
            che ha fatto di
            più)
            così come oggi ci sono programmatori opensource che partendo dalle loro cantine sono diventati dirigenti in aziende IT, altri hanno creato aziende ( Redhat ad esempio, Novell che è risorta dal fallimento ), alcuni sono pure azionisti ( Torvalds ha un patrimonio stimato di 10 milioni di dollari )
            no, ma non mi capisci proprio!! rileggi cosa ho
            detto. Interpreti tutto a modo tuo. Se prima
            servivano 100 sviluppatori, con l'open source ne
            bastano 10 perchè tutti
            copianocerto, ma non perchè copiano, bensì perchè si possono usare librerie e quant'altro necessario per sviluppare i propri softwarese devo creare il fantomatico software che capisce le parole del padrone, non partirò da zero ma lo costruirò su sphinx ad esempioquesto però non vuol dire che userò 10 sviluppatori invece di 100...il mio progetto potrebbe essere talmente complesso da richiedere 300 sviluppatorie non è detto che in qualche altra parte nel mondo non ci sia un'altra azienda che sta facendo un progetto simile al mio e impiega altri sviluppatoriquello che succede con l'opensource in realtà è che la centralizzazione è morta....invece di esserci una mega-azienda che fattura 30 miliardi di dollari l'anno ci sono tante aziende che fattura 300 milioni di dollari l'annoquello che voglio dire è che il numero di programmatori impiegati dipende dalle condizioni del mercato più che dall'open o dal closedil tuo discorso funzionerebbe se non ci fossero di mezzo i monopoli....se ci sono 300 word proXXXXXr di 300 aziende diverse, allora si che posso impiegare tantissimi sviluppatori, più dell'open perchè ovviamente dovrò riscrivere parti di codiceil problema è che ad oggi c'è un solo pacchetto office, un solo sistema operativo che ha in mano quasi tutto il mercato e questo ha significato decine di migliaia di licenziamenti e fallimenti di altrettante aziende
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli

            ma richiederà comunque modifiche, aggiornamenti,
            ecc... che richiederanno l'intervento dei
            progettisti
            o più spesso di semplici operai hce fanno la modifichina

            e infatti il livello è sceso proprio perchè il

            "progetto linux" è fatto e servono solo più gli

            oeprai che "assemblano" la distribuzione (con

            qualche programmatore che crea il programmino di

            installazion)



            falso, proprio in quest'anno linux è al centro di
            un revamp totale della sua architettura di
            base...

            kms, fastboot, gallium, ttm, solo per citare i
            più importanti aggiornamenti

            Per fortuna ogni tanto c'e' qualcosa da fare. Non ho detto che le cose sono nere, ma che prima erano bianche e grazie all'open si sono ingrigite (per il mio settore dico, per gli utenti è sicuramente meglio)
            il tuo discorso è molto statico, tu vedi il
            software come qualcosa che una volta fatto sta
            fermo e viene solo usato, ma il software è in
            continuo cambiamento e questi cambiamenti
            richiedono ingegneri e programmatori per
            modificarne l'architettura e riscrivere le parti
            di codice
            necessarie
            E una volta richiedeva ancora più personale!! ripeto.. le cose sono grigie

            100 gruppi di operai. Era meglio 100 gruppi di

            progettisti e 100 di operai così avevano lavoro

            200

            gruppi



            trattandosi di uno standard, occorrono
            progettisti più che
            operaiMa non hai proprio letto o hai interpretato a modo tuo...

            così come oggi ci sono programmatori opensource
            che partendo dalle loro cantine sono diventati
            dirigenti in aziende IT, altri hanno creato
            aziende ( Redhat ad esempio, Novell che è risorta
            dal fallimento ), alcuni sono pure azionisti (
            Torvalds ha un patrimonio stimato di 10 milioni
            di dollari
            )
            si peccato che torvalds il linux se lo è fatto programmare da una marea di persone che non ha visto 1000 lire. Spalma il guadagno di torvalds su tutti quelli che hanno lavorato a linux e vediamo quanto è stato redditizio
            certo, ma non perchè copiano, bensì perchè si
            possono usare librerie e quant'altro necessario
            per sviluppare i propri
            software
            librerie copiabili (adesso mi dirai che non sono copiabili ma scaricabili...)
            se devo creare il fantomatico software che
            capisce le parole del padrone, non partirò da
            zero ma lo costruirò su sphinx ad
            esempio

            questo però non vuol dire che userò 10
            sviluppatori invece di 100...il mio progetto
            potrebbe essere talmente complesso da richiedere
            300
            sviluppatori
            senza sphinx ne richiedeva non 300 ma 400.....
            quello che succede con l'opensource in realtà è
            che la centralizzazione è morta....invece di
            esserci una mega-azienda che fattura 30 miliardi
            di dollari l'anno ci sono tante aziende che
            fattura 300 milioni di dollari
            l'anno
            invece di esserci megaaziende che fanno mega cose a mega prezzi e piccole aziende che fanno piccole cose a piccoli prezzi per poi diventare grandi (se on bravi ovviamente), c'e' l'aziendona di hardware che fattura 30 miliardi e altre aziende che possono solo più fare consulenza
            quello che voglio dire è che il numero di
            programmatori impiegati dipende dalle condizioni
            del mercato più che dall'open o dal
            closed
            ma open e closed cambiano le condizioni del mercato
            il tuo discorso funzionerebbe se non ci fossero
            di mezzo i monopoli....se ci sono 300 word
            proXXXXXr di 300 aziende diverse, allora si che
            posso impiegare tantissimi sviluppatori, più
            dell'open perchè ovviamente dovrò riscrivere
            parti di
            codice
            bastava fare un prodotto migliore di word e venderlo allo stesso prezzo o a prezzo più basso invece di regalarlo
            il problema è che ad oggi c'è un solo pacchetto
            office, un solo sistema operativo che ha in mano
            quasi tutto il mercato e questo ha significato
            decine di migliaia di licenziamenti e fallimenti
            di altrettante
            aziendeil fatto è che nessuno è riuscito a fare un equivalente o questo non sarebbe sucXXXXX.Apple ha retto (anche prima di mac os x) anche con un sistema operativo differente.Il fatto è che nessuno ha veramente saputo fare qualcosa di meglio di office (e una volta le alternative a word erano molte... wordstar ad esempio)Buon Natale a tutti!
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: non sia offensivo
            o più spesso di semplici operai hce fanno la
            modifichina
            dipende da che tipo di modifica è richiesta...un operaio in genere fa quello che gli dicinel campo informatico, poi, la differenza tra ingegnere/progettista e programmatore è molto sfumata
            Per fortuna ogni tanto c'e' qualcosa da fare. Non
            ho detto che le cose sono nere, ma che prima
            erano bianche e grazie all'open si sono ingrigite
            (per il mio settore dico, per gli utenti è
            sicuramente
            meglio)
            non dico che alcuni settori non ne abbiano risentito, ma sono sorti altri settori che non sarebbero mai nati....l'hosting capillare che stiamo vedendo sul web non sarebbe nato senza apache e mysql
            E una volta richiedeva ancora più personale!!
            ripeto.. le cose sono
            grigie
            certo, ma pure il carroponte una volta era guidato da un uomo e oggi da un computer, quindi c'è un operaio in meno, ma questo fa parte dell'evoluzione tecnologicail discorso che fai è macroeconomico e va visto nella sua globalità....se l'opensource fa chiudere un settore ma crea altri 10 mercati, per me Stato o mercato in generale il trend è positivo, perchè avrò altri 10 settori in cui occupare i lavoratoribisogna vedere cosa l'open ha realmente portato, ma visto che pure gli analisti economici elogiano l'opensource forse ci sono molte positività...e non parlo solo di minori costi per le aziende ( del resto costa meno pagare una banda di indiani per sviluppare software closed che sviluppatori opensource americani ed europei ) ma di migliori rese dell'economia in generale
            si peccato che torvalds il linux se lo è fatto
            programmare da una marea di persone che non ha
            visto 1000 lire. Spalma il guadagno di torvaldsanche questo non è vero, perchè se così fosse queste persone non starebbero ancora lì a scrivere codice per linuxe infatti gli sviluppatori linux sono per la maggior parte le aziende stesse interessate ad usare linux...ultimamente si è aggiunta pure microsoft....addirittura vmware, logitech, stm
            su tutti quelli che hanno lavorato a linux e
            vediamo quanto è stato
            redditizio
            una statistica precisa ovviamente non ce l'ho, però a guardare le liste dei contributors si tratta di programmatori che hanno contributo a linux nell'ambito del loro lavoro e su mandato delle aziende per cui lavorano....Bridgman e Deucher che sono le due figure chiave dietro i driver open per le radeon, sono ingegneri amd e vengono pagati per scrivere codice opensource da destinare a linux
            librerie copiabili (adesso mi dirai che non sono
            copiabili ma
            scaricabili...)
            certo, sono librerie che chiunque può usare....in passato del resto si faceva molto uso e abuso del codice bsdma il punto è che in ogni caso l'esistenza di quelle librerie non implica che tu resterai necessariamente disoccupato...è solo che oggi non si premia più la capacità di imparare a risolvere gli integrali, ma la capacità di creare nuovi operatori matematici
            senza sphinx ne richiedeva non 300 ma 400.....
            certamente o magari il capitalista avrebbe fatto lavorare di più quei 300...come vedi è un discorso che più che riguardava l'open riguarda il capitalismo in generalema anche assumendo che si potevano impiegare 400 persone, ciò non toglie che partendo da una base di software open si possano creare nuovi mercati più rapidamente di quanto si possa fare col closed sourcedel resto l'esempio lampante della cultura closed ce l'abbiamo ed è microsoft...i risultati sono stati: outsourcing in Cina e India, monopolio, distruzione di migliaia di piccole aziende, stagnazione tecnologicae non ce nulla di peggio di un mondo che ristagna e non inventa più nulla
            invece di esserci megaaziende che fanno mega cose
            a mega prezzi e piccole aziende che fanno piccole
            cose a piccoli prezzi per poi diventare grandi
            (se on bravi ovviamente), c'e' l'aziendona di
            hardware che fattura 30 miliardi e altre aziende
            che possono solo più fare
            consulenza
            non vedo perchè....la piccola azienda con un'idea vincente in testa e una base open può creare un prodotto di grande sucXXXXXdel resto seguendo il tuo ragionamento, Redhat non sarebbe mai dovuta nemmeno nascere per non parlare di tutte quelle piccole aziende che fanno consulenza alla PA spesso su prodotti opensource
            ma open e closed cambiano le condizioni del
            mercato
            molto meno di quanto lo cambiano le innovazioni peròun mondo closed senza innovazione non pensare che possa arrivare lontano...del resto quando non c'è innovazione si ha recessione

            bastava fare un prodotto migliore di word e
            venderlo allo stesso prezzo o a prezzo più basso
            invece di
            regalarlo
            e infatti esistevano ed erano prodotti da corel, ibm, lotus....word non è migliore dei concorrenti, è solo stato veicolato tramite l'accoppiata vincente windows+formati chiusi

            il fatto è che nessuno è riuscito a fare un
            equivalente o questo non sarebbe
            sucXXXXX.openoffice non è peggiore di office, l'unico suo difetto è che non riesce a leggere i formati office al 100%
            Apple ha retto (anche prima di mac os x) anche
            con un sistema operativo
            differente.apple ha retto perchè ha proposto idee e tecnologie innovative
            Il fatto è che nessuno ha veramente saputo fare
            qualcosa di meglio di office (e una volta le
            alternative a word erano molte... wordstar ad
            esempio)
            openoffice è almeno al livello di office, ma non è interoperabile per via dei formati chiusi e questo ne limita la diffusione
          • Africano scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: pabloski
            - Scritto da: non sia offensivo


            o più spesso di semplici operai hce fanno la

            modifichina



            dipende da che tipo di modifica è richiesta...un
            operaio in genere fa quello che gli
            dici

            nel campo informatico, poi, la differenza tra
            ingegnere/progettista e programmatore è molto
            sfumataE pure hobbista, conta chi risolve, il titolo potrebbe non risolvere nulla, e non essere il miglior percorso di formazione. Zio Bill che titoli aveva? Studente mi pare, del resto quale titolo gli avrebbe insegnato a fare lo Zio Bill, se ancora doveva diventarlo?
            del resto costa meno pagare una banda di indiani L'espressione suona un po' cruda, costeranno poco ma non sono certo di scarso valore, necessariamente, piuttosto fanno sembrare noi parecchio indietro nell'istruzione.A Bangalore non scherzano, lì quei lavoretti li faranno a poco, hanno altro di più sofisticato da farsi pagare meglio, specie quello che non bastano bande e soldi e nemmeno solo informatici. Certi matematici, non solo informatici, siedono nei consigli delle aziende occidentali più innovative, con relativi emolumenti occidentali e quote occidentali. Poi si dovrebbe vedere quanta tecnologia americana made in usa deve all'India, anche escludendo la pratica che lamenti. C'è qualche statistica, non ricordo il dettaglio ma l'impressione.
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: Africano
            L'espressione suona un po' cruda, costeranno poco
            ma non sono certo di scarso valore,non intendo che siano di scarso valore, ma molti lì si accontentano di stipendi che sono una frazione di quelli occidentalipoi chiaramente ci sono quelli che migrano negli USA e ce ne sono una marea e che fanno funzionare le aziende occidentalinon a caso quando si parla di tecnologia spunta sempre qualche nome indianoeffettivamente l'apparato scolastico occidentale e italiano in particolare, dovrebbero guardarsi allo specchio e riflettere sulle loro deficienzesperiamo che un giorno si decidano ad abolire il latino :D
          • Africano scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: pabloski

            effettivamente l'apparato scolastico occidentale
            e italiano in particolare, dovrebbero guardarsi
            allo specchio e riflettere sulle loro
            deficienzeSe guardiamo a Bangalore, l'apparato scolastico non può farci nulla, si trovano a mal partito pure le più rinomate eccellenze di punta accademica.
            speriamo che un giorno si decidano ad abolire il
            latino
            :DChe ti ha fatto il latino? Mezzo inglese proviene dal latino, oltre tutte le lingue romanze, compresa la lingua che stai usando. Io l'ho usato pure mischiato all'inglese per un nuovo linguaggio!!!L'istruzione non è togliere, semmai aggiungere. Sapessi quanto è utile il greco! A volte basta conoscere quello per sapere il significato di termini mai sentiti prima. Ovvio che l'obbligatorietà non ci sarà mai, per tutti i corsi di studio, ma toglierlo perché? Ti piace di più il greco? :p
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: Africano
            Che ti ha fatto il latino? Mezzo inglese provieneio ho frequentato il liceo scientifico ai tempi in cui non c'erano i vari scientifico sperimentale o come altro si chiamaall'epoca ricorda che il latino te le trovavi tra i piedi un giorno si e l'altro pure, addirittura l'italiano era insegnato alla meno peggio per far spazio al latinoin tutta franchezza lo trovo una perdita di tempo colossale che impedisce lo studio approfondito della matematica e dell'informatica....poi ci lamentiamo perchè i nostri ragazzi sono ignoranti in matematicapensa che la prima volta che ho sentito parlare di dimostrazione per induzione è stato all'università durante il corso di programmazione lineare, relativamente allo studio della complessità delle ricorrenze
            corsi di studio, ma toglierlo perché? Ti piace di
            più il greco?
            :pno, ma per fortuna Dio l'ha tenuto lontano da me :D
          • Africano scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: pabloski
            - Scritto da: Africano

            Che ti ha fatto il latino? Mezzo inglese
            proviene

            io ho frequentato il liceo scientifico ai tempi
            in cui non c'erano i vari scientifico
            sperimentale o come altro si
            chiama

            all'epoca ricorda che il latino te le trovavi tra
            i piedi un giorno si e l'altro pure, addirittura
            l'italiano era insegnato alla meno peggio per far
            spazio al
            latinoAlle medie già l'avevo, serviva per il liceo, ma poi ne discende direttamente l'italiano, è la madre della tua madre lingua, è come farsi stare antipatica la nonna. :D

            in tutta franchezza lo trovo una perdita di tempo
            colossale che impedisce lo studio approfondito
            della matematica e dell'informatica....poi ci
            lamentiamo perchè i nostri ragazzi sono ignoranti
            in
            matematicaPer il latino?A me l'inglese è finito al ginnasio, cominciato alle medie, a scuola quanto il greco praticamente. Ma con il greco non impari solo una lingua.

            pensa che la prima volta che ho sentito parlare
            di dimostrazione per induzione è stato
            all'università durante il corso di programmazione
            lineare, relativamente allo studio della
            complessità delle
            ricorrenzeBe', all'uni io non avevo visto prima nemmeno i vettori che dal piano saltavano sull'asse z.E in effetti non è che c'era tutta questa fretta di conoscere ogni genere di numero possibile e immaginabile, e volendo se ne potevano aggiungere altri. Poi capita pure che più approfondisci e più ti serve la filosofia! Più filosofeggi e più ti serve la lingua, più usi la lingua e più ti torna utile latino, greco e ogni genere di lingua tu abbia la ventura di conoscere, oltre tutto quello che toccherebbe sapere, e che non basterebbe lo stesso.


            corsi di studio, ma toglierlo perché? Ti piace
            di

            più il greco?

            :p

            no, ma per fortuna Dio l'ha tenuto lontano da me
            :DStable release saltando le alfa e le beta? :p
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: Africano
            madre della tua madre lingua, è come farsi stare
            antipatica la nonna.
            :D
            così come il pallottoliere è l'antenato del computer :D
            praticamente. Ma con il greco non impari solo una
            lingua.infatti, il greco che insegnano a scuola non corrisponde nemmeno con quello attuale ;)
            Be', all'uni io non avevo visto prima nemmeno i
            vettori che dal piano saltavano sull'asse
            z.ecco, appunto....poi ci lamentiamo che gli indiani ci superano
            più ti serve la filosofia! Più filosofeggi e più
            ti serve la lingua, più usi la lingua e più ti
            torna utile latino, greco e ogni genere di lingua
            tu abbia la ventura di conoscere, oltre tutto
            quello che toccherebbe sapere, e che non
            basterebbe lo
            stesso.
            il problema è che la conoscenza non basta mai, ma siccome siamo limitati meglio selezionare quello che serve maggiormentesento sempre dire che il latino apre la mente e ti abitua a ragionare....e la matematica allora?




            corsi di studio, ma toglierlo perché? Ti piace

            di


            più il greco?


            :p



            no, ma per fortuna Dio l'ha tenuto lontano da me

            :D

            Stable release saltando le alfa e le beta? :pesatto, almeno evitiamo di distruggere i neuroni dei poveri studenti costretti a memorizzare miriadi di frasi di latino ;)
      • Ciccio scrive:
        Re: Google sfrutta i poveri polli
        Perchè hai pagato qualcosa per usare chrome os? Ecco chi è il pollo...
        • Simonr scrive:
          Re: Google sfrutta i poveri polli
          Ciccio, per Chrome non ho pagato nulla, semplicemente io (come altre migliaia di potenziali persone) abbiamo 0 possibilità di essere assunti da aziende o startup che vogliano sviluppare un browser.Se mai, e spero mai, esisterò una suite come office, migliore o esattamente uguale, GRATIS, microsoft dovrà chiudere la divisione office e licenziare 1000 dipendenti.Tu in che settore lavori? Sviluppo software? sviluppo siti web?Se domani mattina qualcuno con tempo da buttare e altri 100 programmatori della comunità sviluppasse un software identico a quello che tu vendi e lo distribuisse gratis, tu mangeresti i pezzi del tuo pc prima di morire di fame e licenziare tutti i tuoi dipendenti. Ed ovviamente chi ci va bene sono gli utenti che prima pagavano te, ora scaricano e ringraziano i fessi che hanno perso tempo per sviluppare il software come il tuo che prima veniva venduto ed ora regalato e a fanXXXX l'occupazione. E non dirmi che nascono nuove possibilità, sono tutte XXXXXXX.
          • Africano scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: Simonr
            Ciccio,Sembri usarlo come una offesa, ma se usa quel nick, non vedo cosa dovresti ottenere?
            per Chrome non ho pagato nulla,
            semplicemente io (come altre migliaia di
            potenziali persone) abbiamo 0 possibilità di
            essere assunti da aziende o startup che vogliano
            sviluppare un
            browser.Sviluppare da zero un browser e farsi pagare a copia?Non ti sei perso qualcosa? C'è stata una guerra dei browser, che qualcosa l'ha sancita. Puoi ancora fare business coi browser e pure closed, ma venderne le sole copie è diventato parecchio difficile.

            Se mai, e spero mai, esisterò una suite come
            office, migliore o esattamente uguale, GRATIS,
            microsoft dovrà chiudere la divisione office e
            licenziare 1000
            dipendenti.O seguire un altro modello e far vendere altro ai markettari, presto però, prima che l'open non gli tolga tutti gli spazi, o concorrenti solo un po' open e meglio organizzati ne creino di nuovi che rendano quelli superati.

            Tu in che settore lavori? Sviluppo software?
            sviluppo siti
            web?
            Se domani mattina qualcuno con tempo da buttare e
            altri 100 programmatori della comunità
            sviluppasse un software identico a quello che tu
            vendi e lo distribuisse gratis, Sei sicuro che lo venderebbe a copia? O che esista solo questo sistema di vendita?
            tu mangeresti i
            pezzi del tuo pc prima di morire di fame e
            licenziare tutti i tuoi
            dipendenti.Cambierebbe modello di business, più saggiamente, quello che magnifichi è fallato all'origine. Buono per arricchirsi un tempo, cattivo se si arriva per ultimi.

            Ed ovviamente chi ci va bene sono gli utenti che
            prima pagavano te, Quelli che erano polli, gli altri non ti avrebbero pagato mai, massimo una volta sola, il tempo di considerare l'arroganza e l'irrealizzabilità della pretesa. E tieni presente che Zio Bill con solo polli paganti non sarebbe andato da nessuna parte.
            ora scaricano e ringraziano i
            fessi che hanno perso tempo per sviluppare il
            software come il tuo che prima veniva venduto ed
            ora regalato e a fanXXXX l'occupazione. Ricordi quanto costavano i primi telefonini? Oggi quei modelli a quanto vorresti venderli? Li potresti vendere? Pure i fessi ne fanno di migliori a prezzi ridicoli.Agli operai racconteresti che sono cattivoni se vendono a pochissimo modelli più avanzati?Rimanendo nel software, hai presente Opera? Closed, all'antica diciamo, a parte che dopo la guerra dei browser, a te misconosciuta, non pretendono pagamenti per ogni copia, eppure fanno business, e non gli mancano certo i concorrenti.
            E non
            dirmi che nascono nuove possibilità, sono tutte
            XXXXXXX.Se per te offrire a un cliente un cms personalizzato senza doverne scriverne uno tu da zero a cifre impossibili per tantissimi ti sembra una bazzecola...Se ne possono fare tantissimi altri. E scordandoci che google sviluppa eppure tanto, non è certo tutta open e gratis e scaricabile e senza sviluppatori pagati anche bene.
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: Simonr
            Se mai, e spero mai, esisterò una suite come
            office, migliore o esattamente uguale, GRATIS,
            microsoft dovrà chiudere la divisione office e
            licenziare 1000
            dipendenti.
            beh a parte che microsoft ha fatto chiudere intere aziende che vivevano sui pacchetti di office automationma vabbè lasciamo perderein che modo openoffice farebbe chiudere la divisione office di ms?credi che le aziende si scaricano openoffice aggratis e vanno avanti felici e contente? e sa qualcosa va storto? se il programma ti rovina i dati? chi ne risponde?ecco che l'azienda sottoscrive un contratto di assistenza con una società che si occupa di assistenza su prodotti opensource....ed ecco che chiuso un mercato ( quello della vendita del software ) ne abbiamo creato un altro ( questo dell'assistenza software )
            Se domani mattina qualcuno con tempo da buttare e
            altri 100 programmatori della comunità
            sviluppasse un software identico a quello che tu
            vendi e lo distribuisse gratis, tu mangeresti i
            pezzi del tuo pc prima di morire di fame e
            licenziare tutti i tuoi
            dipendenti.
            a parte che un software non si impone in 48 ore, ma ci vogliono annipoi tu puoi sempre mantenere il tuo software sul mercato, rendendolo più avanzato di quello open, offrendo supporto per tale software, dandogli feature specifiche che sono irrinunciabili per alcuni clienti
            Ed ovviamente chi ci va bene sono gli utenti che
            prima pagavano te, ora scaricano e ringraziano i
            fessi che hanno perso tempo per sviluppare il
            software come il tuo che prima veniva venduto edaltro mito....non esistono i cantinari che lavorano aggratis....apache non viene sviluppato aggratis, mysql nemmeno, linux men che meno....ma pure software più semplici come yast, yum, sono frutto di lavoro pagato
            ora regalato e a fanXXXX l'occupazione. E non
            dirmi che nascono nuove possibilità, sono tutte
            XXXXXXX.non sono XXXXXXX, visto che società come redhat fanno utili....c'è una società di nome va linux systems....tale società all'indomani dell'IPO, vide crescere le quotazioni delle sue azioni del 700%...ecco anche questo è opensource, ovvero mercato, borsa, azioni e soldi free software != free beer, è questo che molti di voi non riescono a capire o fanno finta di non capire
          • Africano scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: pabloski

            free software != free beer, è questo che molti di
            voi non riescono a capire o fanno finta di non
            capireCapire Zio Bill è più semplice, ha tanti dollaroni per nascondere ogni incongruenza.
    • Qualcuno scrive:
      Re: Google sfrutta i poveri polli

      Google è un lupo travestito da agnello, sfrutta
      il vostro/nostro lavoro per arricchire se stesso,
      andando contro la filosofia stessa.La filosofia Open non è contro il fare soldi! Inoltre quello che produce Google è quasi sempre open, quindi può essere usato liberamente da tutti, quindi non vedo dove stia il problema. Forse che altri non possono fare la stessa cosa?
      • Simonr scrive:
        Re: Google sfrutta i poveri polli
        Non capisci:Google prende un pezzo di codice o un programma open sviluppato in anni di lavoro da altri.Lo prende, lo rielabora in meglio e lo dona alal comunità che ora ha un gran bel software gratis.Google fa soldi a palate ed allarga i suoi tentacoli, gli utenti sono felici. MA: le aziende, facciamo 100, che offrivano un prodotto uguale ma migliore, che prima vendevano, dopo l'arrivo di Google dovranno CHIUDERE. E così oltre alla fine di un settore, tutte le eventuali aziende concorrenti di queste fallite, non potranno proprio nascere.E non ditemi che nuov startup partendo dal sw open ne fanno uno a pagamento migliore o fanno le consulenze, XXXXXXX!!con un'alternativa free, NESSUNO pagherebbe un software simile seppur migliore.Google ha distrutto già decine di settori da solo, ora grazie alla community open, romperà le palle a decine di altri.Quando toccherà a voi chiudere la vostra azienda o essere licenziati perchè quello che prima facevate a pagamento qualche pazzo comunista lo offre gratis, voglio vedere cosa farete; era meglio pagare 100 euro un software e alimentare il mercato dove VOI stessi lavorate o finire licenziati? Certo se non lavorate nel settore IT allora è tutto a vostro vantaggio.Nascono nuovi settori e nuove opportunità ? certo, ma ne nasce 1 ogni 10mila aziende fallite.AMEN
        • Africano scrive:
          Re: Google sfrutta i poveri polli
          - Scritto da: Simonr
          Non capisci:
          Google prende un pezzo di codice o un programma
          open sviluppato in anni di lavoro da
          altri.
          Lo prende, lo rielabora in meglio e lo dona alal
          comunità che ora ha un gran bel software
          gratis.Detta così sembra una normale distro linux.Forse google fa anche altro? Tipo non guadagnare sulle semplici copie anche del software che non rilascia open? E a questo neanche google è arrivata da subito, ha fatto esperienza di cosa conveniva vendere e cosa no, e il cosa no era essenziale per il cosa sì.All'inizio il form di ricerca del loro motore non era libero, si suppone volessero venderlo, occorrevano dei codici speciali, aggirabili anche se non bastava non essere polli, ma non ti denunciavano, ti oscuravano nel loro motore fino a ravvedimento, poi si sono ravveduti loro, altri più li aggirano e più ci vedono peggio, e frignano che non ci sono più i polli di una volta.
    • LuNa scrive:
      Re: Google sfrutta i poveri polli
      XXXXXte. la filosofia open non ti impedisce di prendere quel prodotto e farci dei soldi. - ASSOLUTAMENTE - Lo stesso Stallman ti dice chiaramente e senza usare giri di parole che è giusto guadagnarci dei soldi, nel modo che preferisci, mantenendo la regoletta: devi distribuirlo con la stessa licenza e il codice deve essere di pubblico dominio.Google non sfrutta proprio nessuno, è nella piena regola dell' OSS e la rispetta a pieno, fino all'ultima goccia.smettetela di trollare senza nemmeno sapere cosa dite.
      • non sia offensivo scrive:
        Re: Google sfrutta i poveri polli
        prova a farlo in pratica con quelle regolette
        • LuNa scrive:
          Re: Google sfrutta i poveri polli
          lo ho già fatto, nel mio piccolo. anzi, non solo ho preso un prodotto, lo ho forkato, e ripubblicato con codice di pubblico dominio, come era l'originale, e con la stessa licenza. e nemmeno ho guadagnato ne mai chiesto dei soldi, con quel prodotto. proprio "cantinaro" all'ennesima potenza.
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            lasciamo stare il termine cantinaro.Stallman fa discorsi molto teorici ma poi bisogna vedere di metterli in pratica.
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            non si creda però che Stallman sia solo un chiacchieroneStallman è l'uomo dietro emacs, gcc e hurd ;)
          • Simonr scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            Stallman parla bene perchè ha una casa, è pieno di soldi ed ha le spalle coperte. I suoi discorsi mi ricordano quelli dei russi comunisti a capo dello stato, anche loro pieni di soldi.Se dovesse partire da zero si cagherebbe sotto dalla paura di arrivare a 40 anni con 2 figli , un mutuo ed essere licenziato grazie alle sue XXXXXXX comuniste.Fortunatmente i programmi open fanno spesso schifo e c'è ancora spazio per altre aziende che vogliono vendere e non regalare un prodotto. Quando interviene Google però, va tutto a puttane ed è la fine, (dal punto di vista economico) di un settore. Per tutti tranne che per Google e gli utenti che scaricano ed usano senza pagare chiaramente.Tra 10 anni vi mangerete le mani a morsi quando google avrà monopolizzato l'intero pianeta ( tra qualche anno l'automobile gratis con pubblicità via satellite, i motorini, motoscafi, e pure le mutande gratis con pubblicità stampata sopra)ed altre aziende IT non capiranno più in che business lanciarsi per fare soldi dato che tutto verrà ingoiato da Google e / o ci saranno alternative gratis per qualunque software di uso comune.Non credo che a questo si arriverà in quanto (e ne conosco tanti, credetemi), appena uno viene licenziato o crolla il suo business a causa dei software open, cambia subito filosofia.
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            si ma tanto tra poco arrivano i grigi e prendono il potere a colpi di phaser :D
          • Africano scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            - Scritto da: Simonr
            Stallman parla bene perchè ha una casa, è pieno
            di soldi ed ha le spalle coperte. I suoi discorsi
            mi ricordano quelli dei russi comunisti a capo
            dello stato, anche loro pieni di
            soldi.Mentre le loro politiche economiche svuotavano gli scaffali.Ti sembra che l'open svuoti scaffali? Non è il contrario piuttosto? Non trovi tutto certo, e lì ci sono ancora tante possibilità, ma di certe cose devi solo saper scegliere in mezzo a maree di opzioni, e anche se non paghi per quello che è disponibile a tutti, potrebbe da solo non bastare, e dover pagare per ciò che effettivamente è vendibile.
          • LuNa scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            sicuramente qui nessuno ne mette in dubbio le capacità tecniche e le conoscenze informatiche (sicuramente elevatissime e di spessore).si discuteva sulla bontà del pensiero rispetto al mercato globale, e li, volenti o nolenti, è un pensiero perdente, per quanto puro, sincero e sicuramente disinteressato
          • pabloski scrive:
            Re: Google sfrutta i poveri polli
            il pensiero di Stallman è quello che serve per creare il substrato su cui si è poi sviluppato in pratica l'opensourceil punto è che se ad un certo punto non prendi una mazza chiodata e cominci a sfasciare finestre ( fisicamente o intellettivamente a seconda dei casi e dei gusti ) non cambia mai nullaStallman ha fatto la rivoluzione, altri l'hanno mitigata per farla funzionare in praticaperò mi fanno ridere le sparate come quella del tipo più sopra che parli di google che domina il mondo, dell'opensource=gratis....insomma poche idee e ben confuse ;)
  • MAH scrive:
    Proprietà simmetrica
    Ma la domanda che mi pongo è:l'Open elogia Google?
    • LuNa scrive:
      Re: Proprietà simmetrica
      ma cosa pensi che Google lavora con licenze opensource perchè sono tanto buoni e vogliono far contento Stallman ? Servono per attirare sviluppatori da tutto il mondo, questo è lo scopo primario. Di conseguenza, fare un sacco di soldoni (e questo era ovvio senza nemmeno l'ammissione della stessa Google). Quindi, la risposta alla tua domanda: ci guadagna eccome l'OpenSource. Google sta dimostrando quanto è importante il lavoro organizzato, retribuito, e standardizzato. La "comunità" per quanto giusta eticamente (nessuno lo mette in dubbio) non può produrre risultati importanti e di larga scala perchè è l'impostazione pratica che è sbagliata.
      • Whishper scrive:
        Re: Proprietà simmetrica
        Ma linux secondo te non è un risultato importante????
        • Rainheart scrive:
          Re: Proprietà simmetrica
          Cosa c'entra?
        • LuNa scrive:
          Re: Proprietà simmetrica
          certo che lo è. ma esiste ed è quello che conosciamo grazie a società che hanno investito fior di soldi come redhat e novell, ibm sun e compagnia bella, organizzandosi e sinergizzandosi esattamente come ha fatto bigg
          • LuNa scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            gli innesti di aziende non sono importanti ? sono tutto.redhat è il maggior contributore al kernel, segue novell. canonical è all'ultimo (!!!) posto, ma ha il merito di avere un discreto sistema di marketing (ma non ottimale) che ha portato GNU/Linux in molte case.FF, MySQL, e compagnia: eccavolo, hai detto SOLO il secondo browser del mondo, e il database più usato del mondo (5 milioni di installazioni circa nell' IT, poi ovviamente sono molte di più)Certo che ogniuno ha benefici (come vuole l'amico Richard) ma la regola, e direi che possiamo confermare (vedi appunto google) è quella che ci vuole una struttura eterogenea e tanti tanti tanti dollaroni. nel "minestrone" del software community driven, per quanto buono (e di veramente VALIDO nel senso di diffuso a livello mondiale) cè pochetto. Quello che trovo sbagliato, nel senso che è quello che intuisco dai commenti qui e altrove, è credere (erroneamente) che software come mysql siano community driven. lo sono, ma è un CONTRIBUTO, che è diverso dal disporre l'ossatura e grande parte del codice (il che vuoldire programmatori di alto livello e ben pagati, ben organizzati e diretti) intendo dire che il sistema bazaar non porta a risultati fruibili dalla gran parte delle persone, nella stragrande maggioranza dei casi (il kernel linux e sviluppato a piramide e incima c'e' linus!). esempio lampante: il fic neo VS htc android, chi "vince" ? Non discuto (ripeto) assolutamente sulla bontà etica del concetto di comunità, ma che Richard è un visionario un pò pazzerello è altrettanto vero.
            Come vedi ognuno guadagna dal lavoro degli altri, ma in modo che ci
            guadagnino tutti.Sono d'accordo, ma questo è possibile solo ed esclusivamente combinando i due aspetti di cui si è parlato: appunto "il soldo" con il contributo dello "stallmanismo"
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: LuNa
            (erroneamente) che software come mysql siano
            community driven. lo sono, ma è un CONTRIBUTO,è importante pure capire il significato di quel "community driven"di quale comunità parliamo? negli ultimi 5-6 anni sicuramente parliamo di comunità di aziende piuttosto che del classico stereotipo di comunità composta da nerd che programmano nelle loro cantine
            parte del codice (il che vuoldire programmatori
            di alto livello e ben pagati, ben organizzati ealtra cosa importante...molti ( soprattutto i fanatici del win-pensiero ) credono che linux e compagnia siano sviluppati da gente che sa scrivere a malapena quattro istruzioni c in croce
            diretti) intendo dire che il sistema bazaar non
            porta a risultati fruibili dalla gran parte dellee infatti gnu hurd ne è la prova lampante
            (il kernel linux e sviluppato a piramide e incima
            c'e' linus!). esempio lampante: il fic neo VS htce se ci fai caso, sotto linus ci sono tutti personaggi di alto calibro, ingegneri strapagati che lavorano per le più importanti multinazionali del settore
            comunità, ma che Richard è un visionario un pò
            pazzerello è altrettanto
            vero.
            Stallman serve a tenere alla larga i lupi come Microsoft

            Come vedi ognuno guadagna dal lavoro degli
            altri, ma in modo che ci
            guadagnino
            tutti.esatto, infatti l'opensource ha lo scopo di rendere fruibili i blocchi tecnologici su cui innovare
            Sono d'accordo, ma questo è possibile solo ed
            esclusivamente combinando i due aspetti di cui si
            è parlato: appunto "il soldo" con il contributo
            dello
            "stallmanismo"hai ragione, del resto senza soldi non si va da nessuna parte....pure i cantinari hanno bisogno di cambiare le lampadine in cantina ogni tanto :D
          • Whishper scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: LuNa
            gli innesti di aziende non sono importanti ? sono
            tutto.
            redhat è il maggior contributore al kernel,più di Linus?
            segue
            novell. canonical è all'ultimo (!!!) posto,Non è vero. Sono io all'ultimo posto :D (sono uno sfruttatore?)
            ma ha
            il merito di avere un discreto sistema di
            marketing (ma non ottimale) che ha portato
            GNU/Linux in molte
            case.
            FF, MySQL, e compagnia: eccavolo, hai detto SOLO
            il secondo browser del mondo, e il database più
            usato del mondo (5 milioni di installazioni circa
            nell' IT, poi ovviamente sono molte di
            più)Scusa, ma ti infervori di più proprio nel punto in cui sposo le tue convinzioni? Btw, credo che con Apache facciamo un buco nell'acqua, da quel che so le licenze apache sono usate principalmente nel community driven. Per di più, FF, quando era closed, no se lo filava nessuno (o quasi, io sono in internet da poco prima che uscisse Netskiop 2 (lo chiamavamo così perché ogni tanto skioppava :D ... poi uscì Internet Exploder, che aveva bachi di magnitudo superiore :D), è stata l'apertura alla comunità che lo ha fatto fiorire..
            Certo che ogniuno ha benefici (come vuole l'amico
            Richard) ma la regola, e direi che possiamo
            confermare (vedi appunto google) è quella che ci
            vuole una struttura eterogenea e tanti tanti
            tanti dollaroni. nel "minestrone" del software
            community driven, per quanto buono (e di
            veramente VALIDO nel senso di diffuso a livello
            mondiale) cè pochetto. Quello che trovo
            sbagliato, nel senso che è quello che intuisco
            dai commenti qui e altrove, è credere
            (erroneamente) che software come mysql siano
            community driven. lo sono, ma è un CONTRIBUTO,
            che è diverso dal disporre l'ossatura e grande
            parte del codice (il che vuoldire programmatori
            di alto livello e ben pagati, ben organizzati e
            diretti) Vero, MySQL è open source solo nel senso che il codice è la, e basta..
            intendo dire che il sistema bazaar non
            porta a risultati fruibili dalla gran parte delle
            persone, nella stragrande maggioranza dei casi
            (il kernel linux e sviluppato a piramide e incima
            c'e' linus!). Ma un attimo fa non era Red Hat in cima alla piramide???? Parole tue...
            esempio lampante: il fic neo VS htc
            android, chi "vince" ? Non discuto (ripeto)
            assolutamente sulla bontà etica del concetto di
            comunità, ma che Richard è un visionario un pò
            pazzerello è altrettanto
            vero.Non è che sia enormemente lampante... fic neo non l'ho mai sentito nominare... (ne fic ne neo (escludiamo The Matrix...)) ma ammetto ignoranza in materia..
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: Whishper
            - Scritto da: LuNa

            gli innesti di aziende non sono importanti ?
            sono

            tutto.

            redhat è il maggior contributore al kernel,

            più di Linus?
            mmm si, più o meno di un fattore 1000 :D
          • LuNa scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            esatto, in un certo senso.linus è "il kapo" ma non controlla più nella sua totalità il suo stesso kernel, perchè è troppo grosso e perchè c'e' l'interesse di molte aziende dietro. e nel confronto diretto, linus è ormai una caccolina, certo che scrive codice, ma ormai una PICCOLA fetta di codice, data la cicciosità a cui è arrivato. sono milioni e milioni di righe di codice, puo' linus contribuire a tutto sto ben di dio ? no, anche lui ha un difetto congenito: è solo un uomo :D
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: LuNa
            esatto, in un certo senso.
            linus è "il kapo" ma non controlla più nella sua
            totalità il suo stesso kernel, perchè è troppoinfatti linus attualmente prendi file e li ficca nelle directoryil suo scopo è raccogliere tutti i contributi e le richieste di ingresso nel main branch e decidere se aggiungerli o meno
            una caccolina, certo che scrive codice, ma ormaimmm mi chiedo quanto ne scriva, visto che ha molto tempo per andare in giro a dare della scimmia masturbata a questo o a quello...
            cui è arrivato. sono milioni e milioni di righe
            di codice, puo' linus contribuire a tutto sto ben
            di dio ? no, anche lui ha un difetto congenito: è
            solo un uomo
            :Dlinus è fuori dal kernel 2.4 in poi, nel senso che ormai non ha tempo nè modo di intervenire sul codice
          • Shu scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: pabloski
            linus è fuori dal kernel 2.4 in poi, nel senso
            che ormai non ha tempo nè modo di intervenire sul
            codiceLinux sviluppa poco codice, ma non è affatto fuori dallo sviluppo del kernel.Ha l'ultima (e qualche volta anche la prima, vedi recente caso Noveau) parola su tutto.Analizza le patch, le approva o le respinge (o, spesso, lascia fare al "direttore" del particolare ramo del kernel).Come detto giustamente, è solo un uomo, e il kernel è sviluppato da migliaia di persone, ma non viene meno lo sviluppo "a bazaar". Semplicemente è un bazaar coordinato. Non è una cattedrale. Linus non dice "tu, tu e tu fate questo", ma semplicemente analizza cosa fa la gente e lo approva o meno. Le iniziative di sviluppo partono sempre dal basso, mai dall'alto.E` questa la differenza tra bazaar e cattedrale. il bazaar non è un wiki aperto in cui chiunque butta dentro roba senza controllo, ma un sistema in cui l'iniziativa parte dal basso (dagli sviluppatori) e non dall'alto (i dirigenti).Bye.
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: Shu
            Linux sviluppa poco codice, ma non è affatto
            fuori dallo sviluppo del
            kernel.per carità non fraintendiamoci, intendo fuori come programmatore
            Ha l'ultima (e qualche volta anche la prima, vedi
            recente caso Noveau) parola su
            tutto.appunto, ormai fa il burocrate
            Analizza le patch, le approva o le respinge (o,
            spesso, lascia fare al "direttore" del
            particolare ramo del
            kernel).
            si infatti, si occupa dell'inclusione delle patch al mainline
            Come detto giustamente, è solo un uomo, e il
            kernel è sviluppato da migliaia di persone, ma
            non viene meno lo sviluppo "a bazaar".più che bazaar direi distribuito....non sembrano una colonna di hippie ma una divisione della wehrmacht :D
            o meno. Le iniziative di sviluppo partono sempre
            dal basso, mai
            dall'alto.
            per fortuna ;) lo stiamo vedendo le iniziative dall'altro a cosa portano :Dsecondo gli analisti il 2010 sarà l'anno in cui salterà la capoccia di Ballmer
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: pabloski
            - Scritto da: Shu


            per carità non fraintendiamoci, intendo fuori
            come
            programmatoreMa cosa vuol dire? Se è a capo di un progetto grandissimo, cosa conta che sia lui stesso a continuare a scrivere il codice? Ha fatto molto di più che scrivere solo codice. Avrebbe fatto moltissimo meno se lo avesse scritto solo.Non giudicherai l'architetto da come usa la cazzuola? Magari la sa usare meglio di chiunque altro, ma da solo non costruirà né palazzi e ne quartieri, per quelli non bastano solo le cazzuole, né la loro somma.Zio Bill non ragionava in modo troppo diverso, da questo punto di vista, con qualche cazzuolata di codice, e pure comprato e arrangiato, costruì un impero basato non sulle cazzuole, altri ne potevano vantare a dismisura, tanto che a Zio Bill toccò inventarsi sistemi nuovi, con beffa annessa per l'esercito di cazzuole e scarsi architetti.
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: Africano
            Ma cosa vuol dire? Se è a capo di un progetto
            grandissimo, cosa conta che sia lui stesso a
            continuare a scrivere il codice? Ha fatto moltoinfatti non ho detto che non fa più nulla, ho risposto alle accese discussioni circa il bazaar, le aziende se c'entrano o meno con linux, ecc...
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: pabloski
            - Scritto da: Africano


            Ma cosa vuol dire? Se è a capo di un progetto

            grandissimo, cosa conta che sia lui stesso a

            continuare a scrivere il codice? Ha fatto molto

            infatti non ho detto che non fa più nulla, ho
            risposto alle accese discussioni circa il bazaar,
            le aziende se c'entrano o meno con linux,
            ecc...Non è che lo fai apposta? Io scrivo "ha fatto molto di più che scrivere solo codice" e tu quoti "ha fatto molto"?Se hai critiche circostanziate da fare a Torwalds le puoi fare, le fa lui stesso al progetto che dirige.Non le fare quotando male le mie frasi però.
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            critiche? non direi....potrebbe risparmiare di bollare chi non la penso come lui come scimmie che si masturbano :Driguardo il suo attuale operato, faccio solo notare che non ha il tempo nè il modo di partecipare come sviluppatore a linux attualmentedel resto non può stare al passo con miriadi richieste di inclusione....faccio notare che in questo momento linux è al centro di una rivoluzione enorme che non sta risparmiando nessun pezzo sistemachiaramente Torvalds ha già i suoi problemi a star dietro al codice degli altri, figuriamoci se potrebbe scriverne di suoma tutto il discorso è nato dal fatto che molti pensano ancora che linux è fatto dai cantinari e giustamente Luna faceva notare che invece adesso ci sono soprattutto aziende che sviluppano linux
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: pabloski
            critiche? non direi....

            potrebbe risparmiare di bollare chi non la penso
            come lui come scimmie che si masturbano
            :DAvrà perso la calma in un flame. :D

            riguardo il suo attuale operato, faccio solo
            notare che non ha il tempo nè il modo di
            partecipare come sviluppatore a linux
            attualmenteFaccio solo notare che la big big degli sviluppatori si perse l'affare del secolo, forse troppo intenta a sviluppare per guardarsi intorno. E non è solo questione di affari. Coi soli sviluppatori non ci farai mai tutto. E Torwalds fin dall'inizio ha dimostrato che non era solo la scrittura del codice il suo talento.

            del resto non può stare al passo con miriadi
            richieste di inclusione....faccio notare che in
            questo momento linux è al centro di una
            rivoluzione enorme che non sta risparmiando
            nessun pezzo
            sistema

            chiaramente Torvalds ha già i suoi problemi a
            star dietro al codice degli altri, figuriamoci se
            potrebbe scriverne di
            suoIo dico un altra cosa, perché dovrebbe? Fosse un progetto piccolo potrei capirlo, ma con quelle dimensioni cosa cambia uno sviluppatore in più o in meno? Incide molto di più la gestione dell'intero progetto. Altri saprebbero fare meglio?

            ma tutto il discorso è nato dal fatto che molti
            pensano ancora che linux è fatto dai cantinari e
            giustamente Luna faceva notare che invece adesso
            ci sono soprattutto aziende che sviluppano
            linuxMa gli date pure retta?
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: LuNa
            esatto, in un certo senso.
            linus è "il kapo" ma non controlla più nella sua
            totalità il suo stesso kernel, perchè è troppo
            grosso e perchè c'e' l'interesse di molte aziende
            dietro. e nel confronto diretto, linus è ormai
            una caccolina, certo che scrive codice, ma ormai
            una PICCOLA fetta di codice, data la cicciosità a
            cui è arrivato. sono milioni e milioni di righe
            di codice, puo' linus contribuire a tutto sto ben
            di dio ? no, anche lui ha un difetto congenito: è
            solo un uomo
            :DL'ammiraglio Nelson guidava un'intera flotta con un solo braccio, e l'ultima battaglia la vinse benché morto, chissà quanto caccola dovesse essere, non sarebbe stato in grado di issare nemmeno un velaccio.
          • LuNa scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            redhat è il più grosso contributore. non incima alla piramide.
            gli innesti di aziende non sono importanti ? sono
            tutto.
            redhat è il maggior contributore al kernel,(mi quoto) è il più grande "fornitore" di patch, scusa per l'incompresione (creata da me!)fic neo è uno smartphone, completamente progettato a livello hardware e software dalla community. un prodotto talmente vincente che non sai nemmeno cosa sia (ed è normale) ma è il più grande colabrodo di prodotto della storia dell'informatica modernahttp://wiki.openmoko.org/wiki/Neo1973olè :D
          • LuNa scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            ecco, il neo è proprio "cantinaro" ti arriva direttamente smontato e te lo assiemi. poi ci ficchi su linux (ad hoc) e se tutto va male telefoni pure.
          • Shu scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: LuNa
            ecco, il neo è proprio "cantinaro" ti arriva
            direttamente smontato e te lo assiemi. poi ci
            ficchi su linux (ad hoc) e se tutto va male
            telefoni
            pure.Hai le idee un po' confuse.Il Neo è progettato, costruito e assemblato da FIC, non dalla community.Ti arriva completamente assemblato, non te lo devi montare.La particolarità è che è stato progettato con solo hardware di cui erano disponibili le specifiche o i driver open source.Non è stato un fallimento perché era open source, ma perché è mancata una direzione seria dei lavori. E non parlo di cattedrale (vedi altro messaggio), ma proprio di incapacità a gestire il bazaar (o meglio, i 3 bazaar che sono riusciti a farci crescere intorno in meno di 2 anni).Bye.
          • Whishper scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            ok, ma se mi parlavi di openmoko quello lo conoscevo :)
          • Alessandro scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: LuNa
            ... software come mysql siano
            community driven. lo sono, ma è un CONTRIBUTO,
            che è diverso dal disporre l'ossatura e grande
            parte del codice (il che vuoldire programmatori
            di alto livello e ben pagati, ben organizzati e
            diretti) ...A mio avviso hai ragione.Infatti la domanda delle domande che fin'ora(IMHO) non ha avuto una risposta soddisfacente è:"Ma ora che MySQL è sostanzialmente di proprietàdella Oracle che fine farà? Oracle lo ibrideràcon XE o semplicemente lo seppellirà?"Alessandro
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            domanda prematura, visto che l'UE non è d'accordo con la fusionein ogni caso non è detto che oracle non mantenga mysql....oracle potrebbe decidere di trasformare mysql in un oracle db lite orientato al web, integrare i due prodotti, quindi far supportare ad entrambi l'sql di oracle, sul fronte enterprise fornire il suo mega dbms che tutti conosciamo + assistenza e magari estendere l'assistenza pure agli utenti mysqlse fossi in loro agirei così, in modo da guadagnare pure sull'assistenza mysql
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: pabloski
            domanda prematura, visto che l'UE non è d'accordo
            con la
            fusioneE, imho, a ragione, troppo facile comprare la concorrenza, e troppo dannoso per gli utenti.
          • LuNa scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            che lo seppellisca è difficile.è il database più usato in assoluto al mondo, ci gira una montagna di roba e non è detto che tutto quello che ci gira sia facilmente portabile (dipende ovviamente da come è scritto)
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            portabile direi di no, visto che tutti i dbms usano un mucchio di estensioni sql proprietarie e dialetti vari e mysql è uno dei membri di spicco della famiglia "mi faccio il mio dialetto"oracle vuole mettere le zampe pure su quel dialetto e rendere compatibile il suo oracle dbms
      • non sia offensivo scrive:
        Re: Proprietà simmetrica

        Google sta dimostrando quanto è
        importante il lavoro organizzato, retribuitoTalmente retibuito che sta spendendo un decimo di cosa dovrebbe. Per farsi fare le applicazioni per Android ha fatto un concorso dove ha premiato in soldi solo le migliori (spendendo così pochissimo e avendo parecchie applicazioni per iniziare)
        • pabloski scrive:
          Re: Proprietà simmetrica
          chiediti però chi c'è dietro quelle applicazionimagari aziende desiderose di farsi spazio e pubblicità o aziende interessanti a far soldi con la pubblicità più che con la vendita di softwarenessuno fa niente per nientepoi c'è pure lo smanettone che programma perchè non ha una vita, ma quella è una razza in via d'estinzione
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            Va bene ma a forza di tentare di farsi pubblicità senza guadagnare....Mi sembra sempre di più il mercato dei disperati
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            no è il mercato adatto alle multinazionali che hanno più bisogno di pubblicità che di introitise sei ibm non hai problemi a lanciare un prodotto gratis e aspettare 4-5 anni prima che cominci a fare utilidel resto siamo nell'era web 3.0, dove un sito che non vale un tubo come twitter è quotato 1 miliardo di dollari o l'altro tubo vuoto chiamato facebook vale 15 miliardi di dollarino dico 15 miliardi di dollari a fronte di un sito che non incassa nemmeno 15 milioni di dollari l'annoè evidente che dietro la nuova ondata hi-tech c'è gente che ha bisogno di liberarsi dei fiumi di denaro che ha in cassaforte e chissà come mai ;)
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            Al limite potresti dire che se sei una azienda di hardware aumenti i prezzi dei tuoi server,ecc. di 200/500 euro e ti fai pagare di più l'assistenza in modo da recuperare i soldi spesi in software che regali.Per una azienda che faccia solo software è molto diverso
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            e infatti il solo software sta morendo e sta vincendo il modello a la Apple per intenderciguarda chi sono i "produttori" di sistemi operativi oggi....google, intel, infineon, oracle, tutta gente che ha un proprio settore già sviluppato e ha bisogno di metterci un software di base vicinoe poi c'è il nocciolo della pirateria...questi signori hanno capito che fare la guerra all'utente domestico è inutile, tanto vale regalargli il software, mentre le aziende in ogni caso necessitano di supportare e quindi pagano comunque
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            il fatto che il solo software stia morendo è grave perchè prima ci sono state aziende di 4 persone che facendo piccole utility sono cresciute fino a diventare grandi aziende (ti ci voglio vedere a creare una azienda che faccia hardware... i macchinari per fare anche solo un chip sono costosissimi).Ora le grandi aziende rimarranno tali e le piccole potranno solo più fare consulenza da sistemisti o programmatori di applicazioni web. Prima al prezzo di qualche personal computer e qualche licenza per i tools di sviluppo si poteva iniziare a creare qualcosa.Di questo si ringrazia Stallman che ha aiutato i potenti a rimanere tali e i piccoli a restare piccoli
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo
            il fatto che il solo software stia morendo è
            grave perchè prima ci sono state aziende di 4
            persone che facendo piccole utility sono
            cresciute fino a diventare grandi aziende (ti ci
            voglio vedere a creare una azienda che faccia
            hardware... i macchinari per fare anche solo un
            chip sono
            costosissimi).
            utility che però erano realizzabili in una settimana da qualunque programmatore anche dilettante
            Ora le grandi aziende rimarranno tali e le
            piccole potranno solo più fare consulenza da
            sistemisti o programmatori di applicazioni web.
            Prima al prezzo di qualche personal computer e
            qualche licenza per i tools di sviluppo si poteva
            iniziare a creare
            qualcosa.
            però c'è anche un'altra strada e cioè innovare...nessuno può impedire ad un'azienda di 3 persone di creare un software fantastico di riconoscimento vocale che mette in condizioni il computer di capire cosa l'operatore umano gli dice
            Di questo si ringrazia Stallman che ha aiutato i
            potenti a rimanere tali e i piccoli a restare
            piccoliin ogni caso i potenti sarebbero rimasti potentimentre non è detto che i piccoli avrebbero posseduto i soldi per iniziare....il tuo discorso delle piccole aziende valeva all'inizio, quando un'azienda da 2 bit chiamata microsoft, con un os da quattro soldi chiamato dos, riuscì a fare soldi a palateoggi entrare nel settore vuol dire pagare milioni in strumenti di sviluppo e royalties di vario genereStallman ti permette di avere librerie, strumenti di sviluppo e sistemi operativi gratis su cui basare la tua attività....se sei bravo a creare un valore aggiunto ( magari crei il primo linux intelligente che capisce quello che dice il suo padrone ) può diventare grande con un investimento minimo
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            A questo aggiungo che il software IBM basato su eclipse, ecc. costa parecchio... vai a vedere i prezzi (ad esempio http://www-01.ibm.com/software/awdtools/developer/application/ )
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            e infatti il business è proprio quello e cioè creare valore basandosi su prodotti openbisogna vedere l'open in un'ottica dinamica e cioè oggi abbiamo librerie open su cui è costruito software a pagamento, domani l'open arriverà al livello di quel software ma intanto l'azienda dietro il software a pagamento avrà innovato ancora di più e così viain pratica c'è un mercato di dispositivi elettronici incompatibili tra di loro e tutti i player del settore hanno bisogno almeno di una base software da cui partire e che supporti questi dispositiviper ibm o intel creare un os da zero equivarrebbe a chiudere bottega per i costi troppo elevati e allora hanno pensato bene di saltare sul carro dell'opensource e così hanno salvato il business e nel contempo ridotto i costi e standardizzato il software di base
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            per ibm o intel creare un os da zero equivarrebbe
            a chiudere bottega per i costi troppo elevati e
            allora hanno pensato bene di saltare sul carro
            dell'opensource e così hanno salvato il business
            e nel contempo ridotto i costi e standardizzato
            il software di
            baseIBM lo ha il suo Unix. E' che invece di migliorare quello le conviene far lavorare gli altri spendendo un decimo. Son proprio furbi i programmatori
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo
            IBM lo ha il suo Unix. E' che invece di
            migliorare quello le conviene far lavorare gli
            altri spendendo un decimo.
            non è così semplicel'os va mantenuto, ci vogliono i driver, i programmi, ecc.... ibm faceva tutto in casa, perchè lo share dei suoi os non era tale da indurre altre software house a sviluppare softwarelinux per loro è chiaramente un risparmio, ma soprattutto è la garanzia di avere un sistema che tra un anno sarà ancora vivo e avrà più driver dell'anno precedente, più software e più aziende desiderose di sviluppare software
            Son proprio furbi i programmatoridirei di si, visto che partendo dalla cantina sono diventati dirigenti in aziende di software e hardware
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            direi di si, visto che partendo dalla cantina
            sono diventati dirigenti in aziende di software e
            hardwareuno su mille e man mano il sistema va a saturarsi.Normalmente i dirigenti sono esperti di economia più che di programmazione e spesso manco quello.....Adesso perchè uno vince al superenalotto quelli che giocano 500 euro la settimana al superenalotto son furbi vero???
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo

            direi di si, visto che partendo dalla cantina

            sono diventati dirigenti in aziende di software
            e

            hardware

            uno su mille e man mano il sistema va a saturarsi.beh pure Bill Gates è uno su milleriguardo la saturazione, beh, succede pure al capitalismo e si chiama recessione e per questo si creano i bailout, per finanziare le nuove idee e avviare nuovi settori industriali
            Normalmente i dirigenti sono esperti di economia
            più che di programmazione e spesso manco
            quello.....nel caso dell'open parlo di ingegneri che dirigono gruppi di sviluppo, le decisioni sul gioco d'azzardo restano agli economisti :D e ai mafiosi ovviamente ;)
            Adesso perchè uno vince al superenalotto quelli
            che giocano 500 euro la settimana al
            superenalotto son furbi
            vero???non vedo il nessoil superenalotto è un gioco di fortuna, la programmazione è un gioco di abilitàdel resto, come ti ho detto, pure Bill Gates è uno su mille, quindi perchè Mario Rossi dovrebbe avviare una sua azienda di software visto che comunque solo uno su mille ce la fa?l'open anzi ti permette di partire senza spendere una fortuna
          • LuNa scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            direi che ti quoto quasi per tutto nel seguito di questo thread.:)
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            beh pure Bill Gates è uno su mille
            Al limite Bill Gates era uno su 100 (i tempi erano migliori proprio perchè l'informatica era una novità,).Bill Gates è partito con una società di pochissime persone a fare interpreti Basic. Se ci fosse stato uno standard e un basic open source da scaricare, Bill avrebbe al massimo fondato una ditta di consulenza sparagestionali. Quando c'erano tanti computer non comaptibili,ecc. eri un esperto e valevi molto di più. E' vero che adesso è più facile ma si vale anche meno (di conseguenza)
            il superenalotto è un gioco di fortuna, la
            programmazione è un gioco di
            abilità
            Dai non saliamo gli specchi. L'esempio era chiaro e comprensibile!!
            l'open anzi ti permette di partire senza spendere
            una
            fortunaUNA FORTUNA? guarda che con 10.000-20.000 euro compri computer e software relativi per più persone. Non puoi ragionare com lo studente che deve spendere al massimo 10 euro per guadagnarne 100 e pagarsi la pizzata con gli amici!!
          • angros scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            Al limite Bill Gates era uno su 100 (i tempi
            erano migliori proprio perchè l'informatica era
            una
            novità,).Appunto, non perchè non esisteva il software open source
            Bill Gates è partito con una società di
            pochissime persone a fare interpreti Basic. Se ci
            fosse stato uno standard e un basic open source
            da scaricare, Bill avrebbe al massimo fondato una
            ditta di consulenza sparagestionali.Anche se ci fosse stato un basic closed source Bill non avrebbe avuto molto sucXXXXX con il suo. Ha avuto sucXXXXX perchè ha realizzato una cosa che non esisteva ancora.
            Quando
            c'erano tanti computer non comaptibili,ecc. eri
            un esperto e valevi molto di più. Ma, proprio perchè era più difficile, di esperti ce n' erano pochi.Un tempo, quando le automobili erano difficilissime da guidare, se avevi la patente trovavi facilmente lavoro come autista, adesso non più.
            E' vero che
            adesso è più facile ma si vale anche meno (di
            conseguenza)C' è più gente in grado di fare lo stesso lavoro (magari con il sistema vecchio tu non saresti neanche diventato un programmatore)
            UNA FORTUNA? guarda che con 10.000-20.000 euro
            compri computer e software relativi per più
            persone. Non puoi ragionare com lo studente che
            deve spendere al massimo 10 euro per guadagnarne
            100 e pagarsi la pizzata con gli
            amici!!Tu sei disposto a rischiare 10000 euro in un progetto originale, da cui magari non guadagni nulla? Se invece rischi poco o niente, puoi permetterti di provare qualcosa di veramente innovativo.Guarda che tutti i "grandi" che hanno realizzato qualcosa (Steve Jobs, Linus Torvalds, Bill Gates) sono partiti con investimenti (e con un personale) minimi.
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            Anche se ci fosse stato un basic closed source
            Bill non avrebbe avuto molto sucXXXXX con il suo.
            Ha avuto sucXXXXX perchè ha realizzato una cosa
            che non esisteva
            ancora.
            certo il basic non esisteva... lo ha inventato bill


            Quando

            c'erano tanti computer non comaptibili,ecc. eri

            un esperto e valevi molto di più.

            Ma, proprio perchè era più difficile, di esperti
            ce n' erano
            pochi.
            e pochi esperti cosa vuol dire? chi non era esperto era nella stessa situazione di ora. Il fatto è che chi vuol sforzarsi di diventare esperto non ci guadagna più nulla (almeno a grandi linee)
            C' è più gente in grado di fare lo stesso lavoro
            (magari con il sistema vecchio tu non saresti
            neanche diventato un
            programmatore)
            cioè parti dal presupposto che i mediocri devono poter fare i programmatori per forza?
            Tu sei disposto a rischiare 10000 euro in un
            progetto originale, da cui magari non guadagni
            nulla? Se invece rischi poco o niente, puoi
            permetterti di provare qualcosa di veramente
            innovativo.
            guarda se pensi che 10.000 euro siano tanti non hai idea di cosa vuol dire investire. Se credi con 10 euro di far qualcosa di buono.. beh giocali al win for life che hai più probabilità
            Guarda che tutti i "grandi" che hanno realizzato
            qualcosa (Steve Jobs, Linus Torvalds, Bill Gates)
            sono partiti con investimenti (e con un
            personale)
            minimi.Fidati che bill gates ha spesso almeno 10.000 euro. Con il software open dovrebbe spenderne 500.000 per comprare il robottino che gli faccia l'hardware da mettere insieme al software regalatoGiri tutte le cose a modo tuo? dai che se lo specchio si rompe mentre ti arrampichi sono 7 anni di sfortuna
          • Whishper scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo

            Anche se ci fosse stato un basic closed source

            Bill non avrebbe avuto molto sucXXXXX con il
            suo.

            Ha avuto sucXXXXX perchè ha realizzato una cosa

            che non esisteva

            ancora.


            certo il basic non esisteva... lo ha inventato
            billProprio ieri ho letto che Bill ha iniziato dal basic...Secondo me, invece, la fortuna di Bill è veramente stato qualcosa di innovativo (non ho detto positivo), la EULA!Se hai modo di vedere Revolution OS (mi pare così si chiami il documentario su Linux), spiega bene che l'OSS esiste da sempre, e la 'fortuna' di Bill è stata proprio quella di chiudere i sorgenti.
          • angros scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            certo il basic non esisteva... lo ha inventato
            billQuello per microcomputer, praticamente sì.
            e pochi esperti cosa vuol dire? chi non era
            esperto era nella stessa situazione di ora.No, perchè ora ha più possibilità di diventare esperto: è proprio per questo che ce ne posono essere di più.
            fatto è che chi vuol sforzarsi di diventare
            esperto non ci guadagna più nulla (almeno a
            grandi
            linee)Come è accaduto per la patente di guida: all' inizio, averla era una sicura fonte di guadagno (come autista, taxista...), adesso non più: ritieni però che la tua patente di guida sia inutile?
            cioè parti dal presupposto che i mediocri devono
            poter fare i programmatori per forza?Tu invece vorresti impedirlo? Vorresti impedire agli hobbisti di proframmare, ad esempio? Perchè, scusa? Che vantaggio ci sarebbe? Io, ad esempio, che vantaggio ne avrei?
            guarda se pensi che 10.000 euro siano tanti non
            hai idea di cosa vuol dire investire. Se credi
            con 10 euro di far qualcosa di buono.. beh
            giocali al win for life che hai più
            probabilitàTu (o qualche tuo collega) avete investito in questo modo?
            Fidati che bill gates ha spesso almeno 10.000
            euro.Link? Prove?
            Con il software open dovrebbe spenderne
            500.000 per comprare il robottino che gli faccia
            l'hardware da mettere insieme al software
            regalatoO comprare l' hardware direttamente, assemblarlo, metterci su il suo software, e rivendere il prodotto completo (come all' inizio aveva fatto la Apple)
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            No, perchè ora ha più possibilità di diventare
            esperto: è proprio per questo che ce ne posono
            essere di
            più.ma sei veramente convinto? non esiste in natura quello che dici.Ma tu che lavoro fai? o è un lavoro basato sui servizi o un lavoro che non richiede di essere esperti
            Come è accaduto per la patente di guida: all'
            inizio, averla era una sicura fonte di guadagno
            (come autista, taxista...), adesso non più:
            ritieni però che la tua patente di guida sia
            inutile?
            Se tutti sapessero sviluppare software il tuo esempio calzerebbe.Fai l'esempio parlando di taxisti che portano la gente gratis
            Tu invece vorresti impedirlo? Vorresti impedire
            agli hobbisti di proframmare, ad esempio? Perchè,
            scusa? Che vantaggio ci sarebbe? Io, ad esempio,
            che vantaggio ne
            avrei?
            non hai capito cosa intendevo. Lascia perdere
            Link? Prove?Beh uno o due computer (che ai tempi non costava due lire). Qualche librone. Qualche software primitivo per quel computer (probabile). Un ufficio con una segretaria (probabile). Una macchina da scrivere per documentare il lavoro.ecc.ecc.
            O comprare l' hardware direttamente, assemblarlo,
            metterci su il suo software, e rivendere il
            prodotto completo (come all' inizio aveva fatto
            la
            Apple)Cioè l'apple ][ era un pc assemblato come quelli che compri da CHL?insomma devo mettere un negozietto di computers dove ci metto il mio software gratis.... tanto vale mettere un semplice negozietto.E un negozietto non lo apri con le tue 10 euro... ti servono parecchi eurini... di più che a comprare un computer e due licenze per lavorare
          • angros scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            ma sei veramente convinto? non esiste in natura
            quello che
            dici.Scherzi? in tantissimi settori le conoscenze che un tempo erano prerogative di pochi eletti ora sono di pubblico dominio.
            Ma tu che lavoro fai? o è un lavoro basato sui
            servizi o un lavoro che non richiede di essere
            espertiIl mio lavoro richiede di essere esperto: e si tratta di un lavoro basato su servizi.
            Se tutti sapessero sviluppare software il tuo
            esempio
            calzerebbe.Ma anche se solo alcuni sono capaci, posso fare una copia di ciò che hanno fatto loro.
            Fai l'esempio parlando di taxisti che portano la
            gente
            gratisAutostop, e viaggi gratis (dove passano centinaia di auto, una che ti dà un passaggio si trova)


            non hai capito cosa intendevo. Lascia perdereCosa intendei, allora?




            Link? Prove?


            Beh uno o due computer (che ai tempi non costava
            due lire).Non ha caso Bill ha usato il PDP della sua scuola, invece di comprarselo.
            Qualche librone. Qualche software
            primitivo per quel computer (probabile). Un
            ufficio con una segretaria (probabile).Ma anche no, visto che era uno studente.
            Una
            macchina da scrivere per documentare il
            lavoro.Che in tutte le scuole c' era.

            ecc.ecc.



            O comprare l' hardware direttamente,
            assemblarlo,

            metterci su il suo software, e rivendere il

            prodotto completo (come all' inizio aveva fatto

            la

            Apple)

            Cioè l'apple ][ era un pc assemblato come quelli
            che compri da
            CHL?Apple II implica che prima sia esistito un Apple IGiudica tu: http://it.wikipedia.org/wiki/Apple_I
            insomma devo mettere un negozietto di computers
            dove ci metto il mio software gratis.... tanto
            vale mettere un semplice
            negozietto.
            E un negozietto non lo apri con le tue 10 euro...Ma con 10 euro vendi per posta.
            ti servono parecchi eurini... di più che a
            comprare un computer e due licenze per
            lavorareE il software commerciale, invece? Si vende da solo, senza negozietto?
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            Apple II implica che prima sia esistito un Apple I

            Giudica tu: http://it.wikipedia.org/wiki/Apple_I
            Cioè l'apple I era un assemblato come quelli che compri da CHL....credo che il robottino che saldava per fare i primi 200 esemplari lo avessero.scheda madre completamente assemblata: intende dire che era fatta con chip standard saldati alla scheda (ma anche iMac ha molti chip acquistabili da altri fornitori... forse tutti)
            E il software commerciale, invece? Si vende da
            solo, senza
            negozietto?Lascia stare... è che vuoi avere l'ultima parola a costo di farci la figuraccia Buon Natale
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo
            Al limite Bill Gates era uno su 100 (i tempi
            erano migliori proprio perchè l'informatica era
            una
            novità,).effettivamente è vero, all'epoca ce n'erano pochi di informatici
            Bill Gates è partito con una società di
            pochissime persone a fare interpreti Basic. Se ci
            fosse stato uno standard e un basic open source
            da scaricare, Bill avrebbe al massimo fondato unaecco il problema, stai ragionando dal punto di vista dell'utente...però già all'epoca c'erano degli interpreti basic gratis solo che pure apple preferì quello della microsoft e il motivo era che il loro interprete era di fatto un sistema operativo ( beh forse è una parola grossa ma era comunque installabile come firmware )
            ditta di consulenza sparagestionali. Quando
            c'erano tanti computer non comaptibili,ecc. eri
            un esperto e valevi molto di più. E' vero che
            adesso è più facile ma si vale anche meno (di
            conseguenza)
            dipende da cosa sai fare....gli esperti che sanno valgono, è chiaro che se Pippo vuole fare l'assemblatore di PC, è naturale che avrà una forte competizionee non è un problema di standard quanto piuttosto di cultura generale....oggi un ragazzino di 13 anni è in grado di padroneggiare un pc, una persona di 60 anni probabilmente chiamerà il tecnico/assemblatore per qualsiasi banalità e questa situazione ci sarebbe anche se ci fossero 10.000 architetture diverse di calcolatori...il ragazzino avrebbe comunque capacità, tempo e modo di padroneggiare quelle che gli interessano
            Dai non saliamo gli specchi. L'esempio era chiaro
            e
            comprensibile!!
            certo ma improprioe come ho detto il discorso fortuna vale in ogni caso...Meucci era un genio, inventò il telefono eppure morì poveroBell era un'affarista eppure morì miliardarioe all'epoca non c'era l'opensource
            UNA FORTUNA? guarda che con 10.000-20.000 euro
            compri computer e software relativi per più
            persone. Non puoi ragionare com lo studente chei computer e i software ok, ma le licenze per distribuire il tuo software?le royalties arrivano a milioni di euro....sviluppare un software middleware un tantino più complesso richiede il pagamento di 50.000-100.000 euro a Microsoft per esempio per avere la documentazione e tutto quanto
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            ecco il problema, stai ragionando dal punto di
            vista dell'utente...però già all'epoca c'erano
            degli interpreti basic gratis solo che pure apple
            preferì quello della microsoft e il motivo era
            che il loro interprete era di fatto un sistema
            operativo ( beh forse è una parola grossa ma era
            comunque installabile come firmware
            )
            Si ma c'erano parecchi computerini senza uno standard e con potenzialità moooolto differenti. Se ci fosse stato uno standard con un basic già fatto e gratis ....

            dipende da cosa sai fare....gli esperti che sanno
            valgono, è chiaro che se Pippo vuole fare
            l'assemblatore di PC, è naturale che avrà una
            forte
            competizione
            vali meno di una volta. E' ovvio che tra un esperto e uno smattone c'e' ancora un pochino di differenza, ma una volta l'esperto era moooolto meno sostituibile

            certo ma improprio

            e come ho detto il discorso fortuna vale in ogni
            caso...Meucci era un genio, inventò il telefono
            eppure morì
            povero

            Bell era un'affarista eppure morì miliardario

            e all'epoca non c'era l'opensource


            UNA FORTUNA? guarda che con 10.000-20.000 euro

            compri computer e software relativi per più

            persone. Non puoi ragionare com lo studente che

            i computer e i software ok, ma le licenze per
            distribuire il tuo
            software?

            le royalties arrivano a milioni di
            euro....sviluppare un software middleware un
            tantino più complesso richiede il pagamento di
            50.000-100.000 euro a Microsoft per esempio per
            avere la documentazione e tutto
            quantoNon puoi iniziare con un middleware. Ti serirebbe comunque una azienda di qualche centinaio di persone.Potresti iniziare da un programma che ti legge gli mp3... ah no non puoi perchè questi software sono gratuiti e scaricabili da internet. E' vero... resta solo il middleware
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo
            Si ma c'erano parecchi computerini senza uno
            standard e con potenzialità moooolto differenti.
            Se ci fosse stato uno standard con un basic già
            fatto e gratis ....
            certo, a parità di qualità il gratis avrebbe vintoma se già non ci fosse stata la possibilità di mettere in rom i basic gratis si sarebbe comunque potevo vendere quello di msoppure ms avrebbe potuto prendere un basic free e renderlo rom-abile, questo perchè colossi come apple non avevano tempo da perdere a sviluppare un inteprete basicquest'ultimo esempio fa capire le potenzialità dell'opensource, che può essere positivo a patto di voler essere innovativi

            vali meno di una volta. E' ovvio che tra un
            esperto e uno smattone c'e' ancora un pochino di
            differenza, ma una volta l'esperto era moooolto
            meno
            sostituibile
            beh anche oggi l'esperto è necessario....non puoi far fare la manutenzione di un db oracle ad un netturbinoil punto è che gli sparagestionali risultano di troppo, perchè di fatto reinventano cose disponibili in quantità industriali...il punto è che oggi si premia l'innovazione piuttosto che la rielaborazione e clonazione di tecnologie già esistentidel resto è un trend globale e non dovuto all'opensource, pure Berlusconi in campagna elettorale ha sempre detto che bisogna essere imprenditori di sè stessi, bisogna essere creativi, pensare fuori dagli schemi, creare cose nuove
            Potresti iniziare da un programma che ti legge
            gli mp3... ah no non puoi perchè questi software
            sono gratuiti e scaricabili da internet. E'a questo punto ti chiedo una cosa....perchè Pippo dovrebbe comprare il tuo programma quando puo scaricare l'ultimissimo fighissimo riproduttore di mp3 crakkato?alla fin fine l'utente domestico non fa mercato perchè in un modo o nell'altro trova sempre il modo di avere quello che gli serve gratis
            vero... resta solo il
            middlewaree tutte le applicazioni innovative che possono sfruttare l'opensource come base di partenza per non reinventare la ruota
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            a questo punto ti chiedo una cosa....perchè Pippo
            dovrebbe comprare il tuo programma quando puo
            scaricare l'ultimissimo fighissimo riproduttore
            di mp3
            crakkato?

            alla fin fine l'utente domestico non fa mercato
            perchè in un modo o nell'altro trova sempre il
            modo di avere quello che gli serve
            gratisEra un esempio ma si poteva parlare anche della piccola utility per l'azienda, che tendenzialmente tende a comprarla
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            e qui si inserisce il discorso del supporto che l'azienda sicuramente vuole, altrimenti se qualcosa va storto con chi deve prendersela?poi realisticamente le aziende hanno sempre necessità particolari, quindi è difficile che un software open senza customizzazione possa andare bene
          • Thescare scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo
            Non puoi iniziare con un middleware. Ti serirebbe
            comunque una azienda di qualche centinaio di
            persone.
            Potresti iniziare da un programma che ti legge
            gli mp3... ah no non puoi perchè questi software
            sono gratuiti e scaricabili da internet. E'
            vero... resta solo il
            middlewareScusa ma questa cosa non l'ha portata avanti anche Microsoft con applicativi preinstallati sul suo S.O. ? Ricordi la prima browser war? Per quale motivo e' fallito Netscape. E perche' sviluppare un lettore mp3 quando esiste gia' Windows Media Player preinstallato sul sistema operativo? Come vedi non e' colpa del software open source
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            ma era un esempio. Ma dovevo dire gimp? e poi questa cosa è talmente buona che proprio microsoft riceve parecchie denuncie perchè aggiungendo software in regalo assieme a windows fa crollare il mercato (e questo sarebbe vero anche se microsoft non fosse un monopolio)
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo
            ma era un esempio.Ne trovassi qualcuno buono, per una volta.
            Ma dovevo dire gimp?E chi ha fatto fallire gimp? Paint? Più che la pirateria di altri software tuttora in vendita a copie?
            e poi
            questa cosa è talmente buona che proprio
            microsoft riceve parecchie denuncie perchè
            aggiungendo software in regalo assieme a windows
            fa crollare il mercato (e questo sarebbe vero
            anche se microsoft non fosse un
            monopolio)Sicuro? Tanto per cambiare la storia a tua convenienza? E dove sarebbe il regalo di Zio Bill? Te lo dà gratis? A me no di sicuro. In più non ha fatto crollare un bel niente, a parte la pretesa di netscape di affrontarlo con una eula, Zio Bill? Il campione delle eula? Giusto quel tentativo arrogante di distruggere con ogni mezzo un concorrente ha dato corpo alla vera concorrenza.E non ti risulta strano applicare qualunque concetto di economia di beni materiali al digitale? Coi beni materiali non puoi buttare giù un mercato solo dando via a gratis la tua produzione, falliresti in un batter d'occhio, ti fermerebbero i creditori prima ancora di realizzare la tua follia.
          • Palloskydat tifoco scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: pabloski
            chiediti però chi c'è dietro quelle applicazioni

            magari aziende desiderose di farsi spazio e
            pubblicità o aziende interessanti a far soldi con
            la pubblicità più che con la vendita di
            software

            nessuno fa niente per niente

            poi c'è pure lo smanettone che programma perchè
            non ha una vita, ma quella è una razza in via
            d'estinzioneappunto, quando ti estingui? dopo che fai la beta del tuo nuovo os che sara' meglio di vista?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2774550&m=2775541#p2775541:D :D :D
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            cavolo, non sapevo che pi fosse diventato un giardino d'infanzia (rotfl)che c'è oggi la scuola è finita prima? siamo a Natale eh !?! :Ddai, vai dalla mamma adesso che deve mettermi la cremina contro l'acne e non dimenticare di schiacciare un paio di brufoli prima di andare a letto :D
          • colione scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: pabloski
            cavolo, non sapevo che pi fosse diventato un
            giardino d'infanzia
            (rotfl)

            che c'è oggi la scuola è finita prima? siamo a
            Natale eh !?!
            :D

            dai, vai dalla mamma adesso che deve mettermi la
            cremina contro l'acne e non dimenticare di
            schiacciare un paio di brufoli prima di andare a
            letto
            :DGuarda che sara' pure un troll ma ha ragione. Hai scritto che anche un informatico ubriaco potrebbe creare un os migliore di vista. A questo punto le cose sono due:1- Sei un pallonaro, e spari razzate2- Sei piu' scarso di un informatico ubriaco.A te la scelta.
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            bravo, continua a cambiare nick :D
          • Palloskydat tifoco scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: pabloski
            bravo, continua a cambiare nick :DOk, oltre alle manie di persecuzione, direi che la risposta al quesito di colione e' un misto delle due ovvero,sei piu' scarso di un informatico ubriaco che spara razzate.
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: Palloskydat tifoco
            sei piu' scarso di un informatico ubriaco che
            spara
            razzate.Se è ubriaco e spara razzate, potrebbero essere geniali, se da sobrio fa anche peggio.Anche tu, come troll, da ubriaco potresti diventare un troll serio, sempre una ciofeca insomma. (rotfl)Buon Natale, sai gli aperitivi.
          • Palloskydat tifoco scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: Africano
            - Scritto da: Palloskydat tifoco


            sei piu' scarso di un informatico ubriaco che

            spara

            razzate.

            Se è ubriaco e spara razzate, potrebbero essere
            geniali, se da sobrio fa anche
            peggio.
            Anche tu, come troll, da ubriaco potresti
            diventare un troll serio, sempre una ciofeca
            insomma.
            (rotfl)


            Buon Natale, sai gli aperitivi.e tu chi saresti? l'avvocato difensore open di pablosky, ho un suo clone? non è che state progettando insieme un os meglio di vista vero? (rotfl)
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: Palloskydat tifoco
            - Scritto da: Africano

            - Scritto da: Palloskydat tifoco




            sei piu' scarso di un informatico ubriaco che


            spara


            razzate.



            Se è ubriaco e spara razzate, potrebbero essere

            geniali, se da sobrio fa anche

            peggio.

            Anche tu, come troll, da ubriaco potresti

            diventare un troll serio, sempre una ciofeca

            insomma.

            (rotfl)





            Buon Natale, sai gli aperitivi.
            e tu chi saresti? l'avvocato difensore open di
            pablosky, ho un suo clone? Ma non è che conosci Sgabbio?
            non è che state
            progettando insieme un os meglio di vista vero?
            (rotfl)Ti ho fatto solo gli auguri, in linguaggio a te comprensibile.Poi che sarebbe sta storia che staremmo progettando os meglio di vistazozz?All'orizzonte, al momento, nonostante le critiche, è ancora Linus a progettare il kernel degli os migliori di tutti. E Pabloski non sembra voglia avanzare candidature. Per tutti gli altri migliori di vistazzoz, non saprei che dirti, e la copia che ho provato io mi ha suggerito che dovrebbero essere in parecchi. :p
        • angros scrive:
          Re: Proprietà simmetrica

          Talmente retibuito che sta spendendo un decimo di
          cosa dovrebbe.Cosa intendi dire? Quanto dovrebbe spendere? E quanto spende, realmente
          Per farsi fare le applicazioni per
          Android ha fatto un concorso dove ha premiato in
          soldi solo le migliori (spendendo così pochissimo
          e avendo parecchie applicazioni per
          iniziare)Un sistema efficiente, direi: così gli utenti (te compreso) possono avere un mucchio di applicazioni gratis.
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            Cosa intendi dire? Quanto dovrebbe spendere? E
            quanto spende,
            realmente
            dai non inizierai davvero con gli specchi??? compra almeno le ventose
            Un sistema efficiente, direi: così gli utenti (te
            compreso) possono avere un mucchio di
            applicazioni
            gratis.Io non mi rietengo un utente. E' ovvio che se il panettiere mi fornisse il pane al prezzo del materiale, io sarei contento, ma lui un pochino meno (e anche i suoi colleghi panettieri).Tu che lavoro fai? perchè non fai un concorso con altri dove viene pagato solo quello che fa meglio? l'azienda che premia il vincitore del concorso quanto risparmia? perchè non mi fai un lavoretto al solo prezzo del costo?ma per piacere dai!! puoi dire che ti piace scaricarti linux ma non esagerare
          • angros scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            dai non inizierai davvero con gli specchi???
            compra almeno le
            ventoseNon mi sembra di arrampicarmi sugli specchi: tu hai parlato di "cosa dovrebbe", ma come fai a stabilirlo? Cosa dovrebbe secondo te ? Perchè io potrei dire che dovrebbero pagarmi 100000 euro al mese, ad esempio, ma dubito che lo faranno.
            Io non mi rietengo un utente. E' ovvio che se il
            panettiere mi fornisse il pane al prezzo del
            materiale, io sarei contento, ma lui un pochino
            meno Se lo fa, vorrebbe dire che tanto scontento non è (mica gli ho puntato contro una pistola per costringerlo)
            (e anche i suoi colleghi panettieri).Magari è quello il suo obbiettivo (sbarazzarsi dei concorrenti)

            Tu che lavoro fai? perchè non fai un concorso con
            altri dove viene pagato solo quello che fa
            meglio? l'azienda che premia il vincitore del
            concorso quanto risparmia? perchè non mi fai un
            lavoretto al solo prezzo del
            costo?Se voi ti faccio un lavoro al solo prezzo di costo, ma non credo che tu lo vorresti; supponi che io faccia interventi chirurgici per il cambio di sesso: mi paga il servizio sanitario, a te faccio spendere poco o niente... quando vieni? Oppure supponi che io faccia il pompiere: se vengo a spegnerti un incendio, non mi faccio pagare da te... ma tu daresti fuoco alla tua casa solo per ottenere un lavoro gratis?Scherzi a parte, il mio lavoro è una cosa del genere: se ne hai bisogno, io te lo faccio, e non ti faccio pagare nulla (e magari te lo farò anche, in futuro... chissà), ma se tu sapessi in cosa consiste, pregheresti di non averne mai bisogno.
            ma per piacere dai!! puoi dire che ti piace
            scaricarti linux ma non
            esagerareCosa c' entra con il tuo lavoro se mi scarico linux?
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo...
            Io non mi rietengo un utente. E' ovvio che se il
            panettiere mi fornisse il pane al prezzo del
            materiale, io sarei contento, ma lui un pochino
            meno (e anche i suoi colleghi
            panettieri).Se il pane non costasse niente, è il caso delle semplici copie, non converrebbe venderlo, ci sarebbe sempre qualcuno che lo regalerebbe per vendere qualcos'altro di vendibile alla clientela sazia e grata.

            Tu che lavoro fai? Non glielo chiedere, è un consiglio.
            perchè non fai un concorso con
            altri dove viene pagato solo quello che fa
            meglio?E perché dovrebbero pagare il peggio?
            l'azienda che premia il vincitore del
            concorso quanto risparmia? E gli utenti che non devono pagare per delle semplici copie che quella azienda offre a prezzo zero quanto risparmiano?
            perchè non mi fai un
            lavoretto al solo prezzo del
            costo?Prima dovresti dimostrare di meritarlo, e non sei sulla buona strada.

            ma per piacere dai!! puoi dire che ti piace
            scaricarti linux ma non
            esagerareEsagerare? Tipo pretendere di vendere la stessa copia milioni e milioni di volte?
          • angros scrive:
            Re: Proprietà simmetrica


            Tu che lavoro fai?

            Non glielo chiedere, è un consiglio.Troppo tardi ;-)
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            lasciamo perdere. Per un qualche motivo voi ritenete che il mercato del lavoro sia tutto scollegato e che un danno economico in un mestiere (a vostro vantaggio magari) non vi tocchi.
          • pabloski scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo
            lasciamo perdere. Per un qualche motivo voi
            ritenete che il mercato del lavoro sia tutto
            scollegato e che un danno economico in un
            mestiere (a vostro vantaggio magari) non vi
            tocchi.no non è scollegato, ma il punto è che il mondo va avantiieri c'era l'operaio che azionava il carroponte, oggi c'è un computer che lo faquello pure è un danno quindi? a mio avviso no, perchè c'è qualcuno che quel carroponte l'ha sviluppato, costruito, lo mantiene e revisiona, ecc...anch'io ci vedo una diminuzione del guadagno dovuta al fatto che il carroponte si progetta una sola volta, però a conti fatti è anche un risparmio in termini di risorseil motivo del perchè il progettista del carroponte costa meno dell'operaio che muoveva il carroponte è una pecca del capitalismo più che della tecnologia
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo
            lasciamo perdere. Per un qualche motivo voi
            ritenete che il mercato del lavoro sia tutto
            scollegato Tutto il contrario.
            e che un danno economico in un
            mestiere (a vostro vantaggio magari) non vi
            tocchi.Il software è immateriale, non ha costi di riproduzione, se lo vendi come un qualunque bene materiale, che ha bisogno di fabbriche e lavoratori per la produzione in volume, non ti lamentare che altri possano offrire il tuo stesso software a zero, vendendo altro possibilmente, di realmente vendibile.
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            non mi lamento di questo ma delle persone che sviluppano questo software e comunque più che lamentarmi sto dicendo che questo software peggiora il mercato del lavoro e che i potenti con i soldoni veri (tipo ibm) sono gli unici che ne traggono un vero vantaggio economico
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo
            non mi lamento di questo ma delle persone che
            sviluppano questo software mi sembra pure peggio
            e comunque più che
            lamentarmi sto dicendo che questo software
            peggiora il mercato del lavoro Il peggioramento è sicuro per chi non tiene conto di che mercato sta facendo, che non è regolare.
            e che i potenti
            con i soldoni veri (tipo ibm) sono gli unici che
            ne traggono un vero vantaggio
            economicoGiusto ibm tiri fuori? Ibm è quella che ha messo il bollo a un mercato sui generis, quello delle eula, dove tutto è possibile, compreso che Zio Bill, quando non era niente rispetto a ibm, costruisse un impero sulle loro spalle.Il vantaggio economico è per tutti, pure quello per le grosse aziende ricade sugli utenti, se queste non devono inventare sempre la stessa ruota dovranno offrire qualcosa di nuovo, e fare business su quello eventualmente.
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            Se il pane non costasse niente, è il caso delle
            semplici copie, non converrebbe venderlo, ci
            sarebbe sempre qualcuno che lo regalerebbe per
            vendere qualcos'altro di vendibile alla clientela
            sazia e
            grata.

            A buon rendere per le grandi aziende di hardware
            Non glielo chiedere, è un consiglio.
            Ma cosa dici????? mamma mia
            E perché dovrebbero pagare il peggio?
            uuuu ma non hai proprio capito il senso del discorso. Perchè sarebbe un miglioramento, almeno secondo alcuni, il fatto che si lavori come in un concorso a premi (dove manco ti strapagano se vinci...)?Ti pare giusto che google faccia accordi guadagni milionate di euro a distribuire i suoi cellulari e che chi le ha fatto il software sia ridotto così? la mentalità dell'open è controproduttiva per chi lo fa
            E gli utenti che non devono pagare per delle
            semplici copie che quella azienda offre a prezzo
            zero quanto
            risparmiano?
            Supponiamo che tu faccia l'idraulico... (capisci che è un esempio? non mi rispondere dicendo che tu non fai l'ideaulico che non ci fai bella figura)Uno sviluppatore di software non trova più un buon lavoro perchè il mercato si è ristretto grazie agli standard e alla roba già fatta aggratissè. Quello sviluppatore si mette a fare l'idraulico come te e tu hai più concorrenza. Certo hai il programma che ti legge gli mp3 gratis ma forse era meglio pagare qualche euro quel programma e non avere concorrenza nel tuo campo
            Prima dovresti dimostrare di meritarlo, e non sei
            sulla buona
            strada.
            E perchè secondo te non merito????????
            Esagerare? Tipo pretendere di vendere la stessa
            copia milioni e milioni di
            volte?E cosa ci vedi di male? con quei soldi cresci ed investi in altro. Preferisci fare lo pseudointerinale a 4 lire per le altre aziende?la fiat vende la stessa auto milioni di volte e ti fa pagare moooolto di più del prezzo del materiale e della manodopera
          • angros scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            A buon rendere per le grandi aziende di hardwareChe, se ho ben capito, ti pagano lo stipendio, mentre le aziende software non lo fanno più.

            Non glielo chiedere, è un consiglio.



            Ma cosa dici????? mamma miaLOL! No, tu non puoi capire la battuta, perchè non hai letto altri miei post, dove la discussione si era fatta rovente, e dove era già venuta fuori tale domanda.Comunque, se leggi cosa ti ho risposto qui: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2776865&m=2777303#p2777303forse ti fai un' idea.Preferisco non dare informazioni personali, comunque credimi se ti dico che non vorresti mai aver bisogno del mio lavoro.
            uuuu ma non hai proprio capito il senso del
            discorso. Perchè sarebbe un miglioramento, almeno
            secondo alcuni, il fatto che si lavori come in un
            concorso a premi (dove manco ti strapagano se
            vinci...)?In realtà, mi sembra un discorso più simile ad una gara d' appalto: più persone mostrano come lavoro, e io scelgo chi lavora meglio.Si tratta di una pratica in uso in tantissimi settori.
            la mentalità dell'open è controproduttiva
            per chi lo
            faMa allora perchè hai scelto di sviluppare open? Me l' hai detto tu.Capisco che tu possa essere insddisfatto per ciò che guadagni, ma che alternativa proponi? Hai provato?
            Supponiamo che tu faccia l'idraulico... (capisci
            che è un esempio? non mi rispondere dicendo che
            tu non fai l'ideaulico che non ci fai bella
            figura)
            Uno sviluppatore di software non trova più un
            buon lavoro perchè il mercato si è ristretto
            grazie agli standard e alla roba già fatta
            aggratissè. Quello sviluppatore si mette a fare
            l'idraulico come te e tu hai più concorrenza.
            Certo hai il programma che ti legge gli mp3
            gratis ma forse era meglio pagare qualche euro
            quel programma e non avere concorrenza nel tuo
            campoIn base a questo ragionamento, potrei dire: tutti gli idraulici della città mi versano una quota mensile, e io non vado a fare l' idraulico (ti conviene di più pagarmi qualcosa o avere un concorrente in più?)Lo dico perchè, ragionando così, dovremmo anche incoraggiare lo spreco di soldi pubblici per pagare gente che fa lavori inutili ( non dico che chi programma fa un lavoro inutile, attenzione) , o che non fa nulla, per avere meno concorrenza negli altri settori.Capisci, vero, che con il progresso alcuni settori vengono ridimensionati? Che c' è gente che faceva lavori obsoleti, ed è costretta a cambiare?

            Prima dovresti dimostrare di meritarlo, e non

            sei sulla buona strada.



            E perchè secondo te non merito????????Visto che si parlava del mio lavoro, prima di chiederti se lo meriti o no faresti meglio a chiederti che lavoro è: se io facessi la guardia carceraria, ad esempio? Potrei lavorare per te gratis (se tu fossi un detenuto), ma ti dico che non te lo meriti (e penso che tu sia contento di questo)Te lo ripeto: spera di non aver mai bisogno dei miei servigi (o di quelli di un mio collega).
            E cosa ci vedi di male? con quei soldi cresci ed
            investi in altro.O ti ritiri alle Hawai, e ti fai mantenere da chi continua stupidamente a pagare.
            Preferisci fare lo
            pseudointerinale a 4 lire per le altre
            aziende?
            la fiat vende la stessa auto milioni di volte e
            ti fa pagare moooolto di più del prezzo del
            materiale e della
            manodoperaDa cosa è costituito il prezzo di un' auto? Materiale, manodopera (che costa cara), trasporto, immatricolazione, garanzia (tutte cose che vanno pagate per ogni esemplare).E comunque, il tuo esempio non calza per un motivo: se la fiat chiude, io non posso più procurarmi una punto, ad esempio; se la Canonical chiude, io posso ancora procurarmi Ubuntu (mi basta farne una copia)
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            In realtà, mi sembra un discorso più simile ad
            una gara d' appalto: più persone mostrano come
            lavoro, e io scelgo chi lavora
            meglio.
            Si tratta di una pratica in uso in tantissimi
            settori.
            In una gara d'appalto non fai il ponte e poi decidono se pagartelo perchè sei il migliore. Fai solo una proposta, un preventivo
            Ma allora perchè hai scelto di sviluppare open?
            Me l' hai detto
            tu.
            No è che facendo un altro lavoro non hai capito. Le applicazioni web sono solo open source, ma difficilmente si entra in una azienda di software perchè le piccole aziende non vogliono più produrre software a causa del software gratis (e anche della pirateria nel caso di software per privati). Adesso fanno tutti consulenza che è quasi un lavoro interinali
            Capisco che tu possa essere insddisfatto per ciò
            che guadagni, ma che alternativa proponi? Hai
            provato?
            ma mi lamento del fatto che questa gente si spara la zappa sui piedi e vuol far passare che è vantaggioso
            Capisci, vero, che con il progresso alcuni
            settori vengono ridimensionati? Che c' è gente
            che faceva lavori obsoleti, ed è costretta a
            cambiare?

            capisci che in nessun settore c'e' una truppa simile che fa un lavoro automaticamente duplicabile gratis e con il permesso legale di duplicare?
            Visto che si parlava del mio lavoro, prima
            di chiederti se lo meriti o no faresti meglio a
            chiederti che lavoro è: se io facessi la guardia
            carceraria, ad esempio? Potrei lavorare per te
            gratis (se tu fossi un detenuto), ma ti dico che
            non te lo meriti (e penso che tu sia contento di
            questo)
            non parlavo del tuo lavoro, ma del fatto che parli del mio e ne discuti come se fosse il tuo

            E comunque, il tuo esempio non calza per un
            motivo: se la fiat chiude, io non posso più
            procurarmi una punto, ad esempio; se la Canonical
            chiude, io posso ancora procurarmi Ubuntu (mi
            basta farne una
            copia)appunto. Va ancora più protetto questo tipo di lavoro
          • angros scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            In una gara d'appalto non fai il ponte e poi
            decidono se pagartelo perchè sei il migliore. Fai
            solo una proposta, un
            preventivoMa il progetto va fatto comunque, almeno in parte, per fare la proposta e il preventivo.



            Ma allora perchè hai scelto di sviluppare open?

            Me l' hai detto

            tu.



            No è che facendo un altro lavoro non hai capito.Questa frase mi sembrava molto chiara:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2776865&m=2777273#p2777273
            Le applicazioni web sono solo open source,Se usi una architettura client-server no.
            difficilmente si entra in una azienda di software
            perchè le piccole aziende non vogliono più
            produrre software a causa del software gratis (e
            anche della pirateria nel caso di software per
            privati).Potresti farmi qualche esempio? Non tanto nomi e cognomi, ma proprio le situazioni (un qualche progetto software cancellato a causa del software gratis)
            Adesso fanno tutti consulenza che è
            quasi un lavoro
            interinaliTempo fa avevo letto un post di uno che si lamentava dello stesso problema:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2680989&m=2681830#p2681830Eri per caso tu? O era un altro?
            ma mi lamento del fatto che questa gente si spara
            la zappa sui piedi e vuol far passare che è
            vantaggiosoNon hai risposto: che alternativa proponi?"Questa gente" magari ci guadagna, e grazie al software libero batte i concorrenti: il primo che inizia a sviluppare gratis, toglie i clienti agli altri, e anche se da ogni cliente in media prende poco (con le donazioni), se si accaparra tutti i clienti lui sarà quello che guadagna di più-
            capisci che in nessun settore c'e' una truppa
            simile che fa un lavoro automaticamente
            duplicabile gratis e con il permesso legale di
            duplicare?Se il contadino ti vende le mele, tu hai il permesso di piantare i semi e cercare di farli crescere: paghi il contadino non per le mele in sè, ma per il lavoro che ha fatto (e che continua a fare) innaffiando e potando l' albero; altrimenti, pianti i semi, se c' è qualche lavoro da fare lo fai tu, e ti mangi le tue mele (o le vendi, facendo concorrenza al contadino)


            non parlavo del tuo lavoro, ma del fatto che
            parli del mio e ne discuti come se fosse il
            tuoSei tu che sei venuto su PI e hai iniziato a parlare del tuo lavoro: visto che mi interessa, ti ho risposto, e ti sto dicendo come la penso.
            appunto. Va ancora più protetto questo tipo di
            lavoroEhmmm... è un discorso un po' spinoso: se io posso continuare ad avere i benefici del tuo lavoro anche se non lo fai più, potrebbe importarmi poco che tu continui a lavorare o no (un discorso un po' egoista, ma anche il tuo lo è).Non sei ancora riuscito a spiegare che vantaggio avrei io (come utente) se ci fossero più assunzioni nel tuo settore; hai detto solo che dovrei pagare di più (perchè dovrei pagare per programmi che adesso ho a disposizione gratis, come linux o openoffice); e che vantaggio ne ricaverei?
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Proprietà simmetrica

            Ma il progetto va fatto comunque, almeno in
            parte, per fare la proposta e il
            preventivo.
            fai un limitato calcolo dei materiali e una bozza. Non fai il progetto veramente. Comunque in questo caso hanno fatto i programmi finiti e testati quindi puoi dire quello che vuoi.A fare quei programmi ci hanno messo giorni/mesi, mentre a fare la bozza di cui parlo ci metti ore
            Se usi una architettura client-server no.HAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHA e questo lo hai letto su "io programmo la domenica"? secondo te posso usare cosa voglio e fare client server quando voglio??
            Eri per caso tu? O era un altro?

            il software open non mi "permette" di lavorare. Potrei lavorare anche con il closed come una volta, ma visto che i consulenti fanno praticamente gli interinali devono usare cosa dice il cliente che, ovviamente, vuole sempre roba gratis per non pagare.Il software open mi spinge (non dico obbliga per non esagerare) a fare questo lavoro e rende difficile la vita a chi vuol fare altro
            Non hai risposto: che alternativa proponi?
            che sta gente la smetta di darsi la zappa sui piedi. Ma non è questo il punto: io dico che sto software open non è REALMENTE vantaggioso per gli informatici come dicono in molti. In realtà non propongo nulla perchè non comando io il mondo
            "Questa gente" magari ci guadagna, e grazie al
            software libero batte i concorrenti: il primo che
            inizia a sviluppare gratis, toglie i clienti agli
            altri, e anche se da ogni cliente in media prende
            poco (con le donazioni), se si accaparra tutti i
            clienti lui sarà quello che guadagna di
            più-
            molto teorico perchè sul lungo periodo resti comunque fregato. Era meglio il modello closed comunque.
            Se il contadino ti vende le mele, tu hai il
            permesso di piantare i semi e cercare di farli
            crescere: paghi il contadino non per le mele in
            sè, ma per il lavoro che ha fatto (e che continua
            a fare) innaffiando e potando l' albero;
            altrimenti, pianti i semi, se c' è qualche lavoro
            da fare lo fai tu, e ti mangi le tue mele (o le
            vendi, facendo concorrenza al
            contadino)peccato che il seme lo devi piantare e far crescere prendendoti gli stessi rischi e avendo la stessa competenza del contadino.Con il software più prendi e meno ti serve competenza (e devi anche lavorare meno). E' più come se tu duplicassi la mela intera
            Ehmmm... è un discorso un po' spinoso: se io
            posso continuare ad avere i benefici del tuo
            lavoro anche se non lo fai più, potrebbe
            importarmi poco che tu continui a lavorare o no
            (un discorso un po' egoista, ma anche il tuo lo
            è).
            Non sei ancora riuscito a spiegare che vantaggio
            avrei io (come utente) se ci fossero più
            assunzioni nel tuo settore; hai detto solo che
            dovrei pagare di più (perchè dovrei pagare per
            programmi che adesso ho a disposizione gratis,
            come linux o openoffice); e che vantaggio ne
            ricaverei?Io sto facendo un discorso ai programmatori che si danno la zappa sui piedi. Per te utente posso solo dire che se non guadagno facendo software vengo a farti concorrenza nel tuo lavoro prima di morire di fame.Ad esempio (ed è solo un esempio) moltissimi negozi di compact disc si son trovati a dover chiudere poichè vendevano un bene duplicabile (e pensa che manco era legale!! per l'open source è addirittura legale).Sicuramente i proprietari di negozi di fiori (ad esempio..) erano contenti di prendersi la musica gratis, ma alcuni dei commessi e proprietari dei negozi di compact disc saranno entrati nel mercato dei fiori aumentando la concorrenza.Forse, al commerciante di fiori conveniva pagare due compact disc in più ma non avere il negozio di musica convertito in negozio di fiori a fargli concorrenza.Quello che dico è che l'open source distrugge parte del settore della produzione di software e l'esubero di informatici che si forma porta questi a fare altri lavori aumentando anche la concorrenza verso di te
          • angros scrive:
            Re: Proprietà simmetrica


            Se usi una architettura client-server no.

            HAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHA e
            questo lo hai letto su "io programmo la
            domenica"?Credevo che Google Maps, o Google Apps (che sono web app) fossero proprietarie; mi stai dicendo che sono open?
            secondo te posso usare cosa voglio e
            fare client server quando voglio??
            Come posso sapere cosa puoi fare tu? Non so neanche su cosa sviluppi.
            il software open non mi "permette" di lavorare.
            Potrei lavorare anche con il closed come una
            volta, ma visto che i consulenti fanno
            praticamente gli interinali devono usare cosa
            dice il cliente che, ovviamente, vuole sempre
            roba gratis per non
            pagare.Cioè: i tuoi clienti ti chiamano per sistemare programmi open fatti da altri, se ho capito bene?
            Il software open mi spinge (non dico obbliga per
            non esagerare) a fare questo lavoro e rende
            difficile la vita a chi vuol fare
            altroMi fai qualche esempio di "fare altro"? Se tu avessi fondi illimitati, e una azienda tua, cosa ti piacerebbe sviluppare?
            molto teorico perchè sul lungo periodo resti
            comunque fregato. Era meglio il modello closed
            comunque.
            Visto che parli con una sorta di rimpianto ("era meglio", mi fai pensare che tu abbia provato entrambe le cose), vorrei chiederti se hai anche lavorato in aziende software che producevano software closed.Da quello che racconti, mi sto facendo l' idea che tu lavorassi in una azienda di software closed, dove ti trovavi bene, e che tu abbia dovuto lasciare il lavoro a causa della crisi e della concorrenza open.
            peccato che il seme lo devi piantare e far
            crescere prendendoti gli stessi rischi e avendo
            la stessa competenza del
            contadino.Stavo facendo lo stesso discorso con Mex: non tutti sono in grado di duplicare ed adattare, e chi non è capace paga qualcuno che lo faccia al suo posto.
            Con il software più prendi e meno ti serve
            competenza (e devi anche lavorare meno). E' più
            come se tu duplicassi la mela
            interaQuesto è nella natura intrinseca del software: d' altra parte, quando basta fare una copia, anche se lo vieti, la gente lo farà lo stesso illegalmente; gli sviluppatori open in molti casi hanno semplicemente deciso che era inutile lottare contro la pirateria, e che conveniva di più farsi pagare in altri modi (anche i programmatori di shareware facevano così, finchè non si sono trovati a lottare contro un nuovo tipo di pirati, che invece di copiare realizzavano i crack: il software open è il passo successivo, elimina la pirateria e cerca altri sistemi di retribuzione)
            Io sto facendo un discorso ai programmatori che
            si danno la zappa sui piedi. Per te utente posso
            solo dire che se non guadagno facendo software
            vengo a farti concorrenza nel tuo lavoro prima di
            morire di
            fame.Guarda che anche il mio lavoro richiede competenze specifiche, dovresti rifare tutto il percorso di formazione.
            Ad esempio (ed è solo un esempio) moltissimi
            negozi di compact disc si son trovati a dover
            chiudere poichè vendevano un bene duplicabile (e
            pensa che manco era legale!! per l'open source è
            addirittura
            legale).
            Sicuramente i proprietari di negozi di fiori (ad
            esempio..) erano contenti di prendersi la musica
            gratis, ma alcuni dei commessi e proprietari dei
            negozi di compact disc saranno entrati nel
            mercato dei fiori aumentando la
            concorrenza.
            Forse, al commerciante di fiori conveniva pagare
            due compact disc in più ma non avere il negozio
            di musica convertito in negozio di fiori a fargli
            concorrenza.Anche qui... non sono quei due dischi che compra il fioraio a salvare il negozio di dischi: inoltre, magari a me se il venditore di dischi che c' è sotto casa mia si mette a fare il panettiere va pure bene (il negozio di dischi non mi interessa, perchè non li compro, ma il pane sì, e quindi sono contento di avere il panettiere sotto casa mia)
            Quello che dico è che l'open source distrugge
            parte del settore della produzione di software e
            l'esubero di informatici che si forma porta
            questi a fare altri lavori aumentando anche la
            concorrenza verso di
            teCambiare completamente lavoro non è una cosa così immediata (non tanto da far spaventare per la concorrenza).Tu puoi, di punto in bianco, decidere di fare l' architetto, o l' avvocato, o il medico?
          • angros scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            Scusa, mi è partito il messaggio per errore.
            mmm parlando di fondi illimitati: un qualunque
            software rivendibile di grafica, un sistema
            operativo, un sistema di CAE. Roba ad alto
            livello fatta da zero senza assemblare roba fatta
            da
            altriOK: prendiamo l' esempio del sistema operativo; una volta che l' hai sviluppato, come fai a venderlo? L' utente per prima cosa ti chiede che programmi puoi farci girare sopra: MS Office? No. Photoshop? No. Visual Studio? No.Perchè l' utente dovrebbe scegliere il tuo sistema piuttosto che Windows? Magari il tuo è anche fatto meglio, è più stabile, ma se non posso fare andare i programmi più diffusi userò Windows.
            Non sono arrivato per tempo ma lo so da altri che
            lo hanno
            fatto.Che però magari hanno anche lavorato nel periodo di boom: alla fine degli anni 90 tutti volevano un sito internet, e c' era poco software al riguardo (sia commerciale che libero); chiunque sapesse tirar giù un sito era richiestissimo.
            No. Semplicemente non ne trovo mezza per farmi
            assumere. Fan tutti
            consulenza
            E che fine hanno fatto quelli che ci lavoravano come sviluppatori? Perchè se tali aziende hanno abbandonato lo sviluppo, come fai a dire che il loro modello è migliore?
            Ma è comunque meglio dover fare tutto e non tutti
            sono capaci di fare tutto. Campare di modifiche
            fa schifo (a me
            almeno)Ma tu sei in grado di scriverti Office da solo? Perchè per un programma molto grande, devi comunque lavorare con pezzi di codice fatti da altri, non ce la fai materialmente a fare tutto (ho sentito di aziende software che ci provano, a fare tutto loro: il risultato è che sono ancora ferme al codice a 16 bit, e stanno ancora tentando di convertirlo a 32, e probabilmente ci saranno riusciti quando ormai ci saranno solo più proXXXXXri a 64)



            Questo è nella natura intrinseca del software:
            d'

            altra parte, quando basta fare una copia, anche

            se lo vieti, la gente lo farà lo stesso

            illegalmente;

            Basta fare software aziendaleCosì gli utenti domestici dovranno scriversi i loro programmi da soli, e poi magari se li portano in azienda, e siamo da capo.

            Preferirei cercare questi altri mezzi con il
            closedC' è chi lo fa: chi realizza software freeware (che è gratuito, ma chiuso) usa gli stessi mezzi di chi scrive software open (sponsor sul sito, donazioni, vendita del preinstallato ecc...).Il fatto è che se lavori così non ti fa più molta differenza usare software open o closed: se rilasci il sorgente offri ai tuoi utenti un valore aggiunto, che ti darà un certo vantaggio rispetto a chi non lo fa (se due programmi sono identici, entrambi gratuiti, ma uno è open e l' altro no, tu non preferiresti quello open?)
            boh ma mi formo nel tuo lavoro invece che nel mio
            o vado a rubarlo a gente che fa roba più semplice
            di
            teQuindi, a me non fai nessun danno; perchè dovrei preoccuparmi, allora?
            ma se anche tu facessi il panettiere? Aprire una panetteria da zero non è facile, richiede investimenti (e se tu hai appena lasciato un altro lavoro non so se puoi farli). Anzi, se vuoi metterti anche tu a fare il panettiere, ti assumo io, lavori per me(con uno stipendio basso), così io ingrandisco la mia panetteria, invece di avere concorrenti.
            e poi due
            dischi dal commerciante di fiori, due
            dall'impiegato di banca, due da..... fa parecchi
            dischi.All' impiegato di banca non importa nulla che tu gli faccia concorrenza (sa benissimo che non licenzieranno lui per assumere te); di certo non ti compra i dischi solo per evitare che tu cambi lavoro.
            Sei una persona che prende i discorsi proprio
            alla lettera, farai di sicuro un mestiere
            altamente
            praticoQuesto è vero ;-) Comunque, tu fai degli esempi un po' tirati per i capelli, e io cerco di usare quegli stessi esempi per mostrarti i punti deboli.Se vuoi, facciamo pure esempi diversi.
            no mi tocca cambiare in mestieri che non
            richiedano ulteriore formazione... ma lo vedi che
            il mercato del lavoro va in saturazione e se vado
            a fare l'avvocato c'e' un avvocato in più a far
            concorrenza agli
            avvocatiSono tanti i settori che vanno in saturazione: questo si verifica quando l' offerta è eccessiva (ci sono troppi a fare quel lavoro), o quando la domanda è insufficiente (a pochi interessa che quel lavoro venga fatto); in entrambi i casi i prezzi scelgono (se tu vuoi lavorare, devi farlo a un prezzopiù basso dei tuoi concorrenti, se a me interessa poco ciò che vendi, te lo compro solo ad un prezzo bassissimo)Inoltre, una volta che il lavoro è stato realizzato, resta molto meno da fare; per fare un esempio, pensa agli operai che costruiscono le strade: all' inizio hanno un mucchio di lavoro, ma poi, quando la rete stradale è stata realizzata, restano solo più gli interventi di manutenzione, e i ritocchi (e solo pochi operai continueranno ad avere il lavoro)
          • Africano scrive:
            Re: Proprietà simmetrica
            - Scritto da: non sia offensivo

            Se il pane non costasse niente, è il caso delle

            semplici copie, non converrebbe venderlo, ci

            sarebbe sempre qualcuno che lo regalerebbe per

            vendere qualcos'altro di vendibile alla
            clientela

            sazia e

            grata.




            A buon rendere per le grandi aziende di hardwareChe mi risulta paghino i loro sviluppatori, anche open.


            Non glielo chiedere, è un consiglio.



            Ma cosa dici????? mamma miaArrivato tardi, ma ti è finita bene.


            E perché dovrebbero pagare il peggio?




            uuuu ma non hai proprio capito il senso del
            discorso. Come vuoi, tu che ancora guardi alle imprese di Zio Bill, dopo che Zio Bill stesso ora non sa come uscirne, hai capito tutto.
            Perchè sarebbe un miglioramento, almeno
            secondo alcuni, il fatto che si lavori come in un
            concorso a premi (dove manco ti strapagano se
            vinci...)?Perché intanto è aperto a tutti e se ti ritieni il migliore non avrai difficoltà a dimostrarlo, sul pagamento, è sicuramente modesto, ma al contrario di altri sistemi, non esaurisce il tornaconto.Personalmente poi ritengo che occorra passare a un diverso sistema di premio economico per i diritti d'autore.
            Ti pare giusto che google faccia accordi guadagni
            milionate di euro a distribuire i suoi cellulari
            e che chi le ha fatto il software sia ridotto
            così? Non mi pare giusto, ma non me la prenderei con google per questo, ne ha più colpa Zio Bill.
            La mentalità dell'open è controproduttiva
            per chi lo
            fa.La mentalità del closed vendi copie è fallata all'origine, ibm ne sa qualcosa.

            E gli utenti che non devono pagare per delle

            semplici copie che quella azienda offre a prezzo

            zero quanto

            risparmiano?



            Supponiamo che tu faccia l'idraulico... (capisci
            che è un esempio? Io lo capisco che è un esempio, tu lo capisci che il lavoro di idraulico non può c'entrare niente con il software e il digitale in genere?
            non mi rispondere dicendo che
            tu non fai l'ideaulico che non ci fai bella
            figura)L'ho fatto pure l'idraulico, anche se non quello casalingo e non il lavoro manuale, diciamo che i tubi erano un po' più grandi.Chi l'ha fatta la brutta figura?
            Uno sviluppatore di software non trova più un
            buon lavoro perchè il mercato si è ristretto
            grazie agli standard e alla roba già fatta
            aggratissè. Quel gratis, è tutto il vantaggio offerto dal digitale, che non poteva rimanere all'infinito un segreto per pochi furboni, tocca inventarsi altro.
            Quello sviluppatore si mette a fare
            l'idraulico come te e tu hai più concorrenza.Uno sviluppatore closed che fa l'idraulico? Alla prima riparazione penserà di poter copiare tutte le altre. :D
            Certo hai il programma che ti legge gli mp3
            gratis ma forse era meglio pagare qualche euro
            quel programma e non avere concorrenza nel tuo
            campoO forse mi conviene non pagare per degli mp3 e non pagare le copie di quel lettore e non pagare proprio le sole copie e pagare per qualcos'altro.Per il fatto della concorrenza, mi pare che sia tu a soffrirla nel tuo stesso campo, non vedo come potresti avere più possibilità nel mio.


            Prima dovresti dimostrare di meritarlo, e non
            sei

            sulla buona

            strada.



            E perchè secondo te non merito????????Perché vorresti utilizzare un modello di business superato, ne ha arricchiti parecchi, nonostante facesse acqua da tutte le parti, Zio Bill docet, ma ora mostra tutti i suoi limiti, che tu non vedi, e in più vorresti apporto senza pagare, e non sei neanche Zio Bill, e neanche lui ci riesce al modo che vuoi tu. Ci vedi qualche merito nella tua richiesta?



            Esagerare? Tipo pretendere di vendere la stessa

            copia milioni e milioni di

            volte?

            E cosa ci vedi di male?Nulla, se sei indispensabile per quelle copie, copia per copia, tu o tuoi associati; tutto, quando lo stesso utente finale può farla al tuo posto.Che vuoi farci, banali regole di mercato sempre valide, a meno di non avere a che fare coi polli.
            con quei soldi cresci ed
            investi in altro. Peccato che quel business non sia più a lungo sostenibile, tranne qualche caso particolare, oltre che gli utenti, anche altri attori lo mettono in crisi, diffondendo a più non posso quello che lesini.
            Preferisci fare lo
            pseudointerinale a 4 lire per le altre
            aziende?Preferisco guadagnare per dei meriti che non sono intrinseci al digitale e che non appartengono solo a esso, come le copie. Se mi va di guadagnare.
            la fiat vende la stessa auto milioni di volte e
            ti fa pagare moooolto di più del prezzo del
            materiale e della
            manodoperaQuesti sono i tuoi esempi? Praticamente hai preso il lingotto per un masterizzatore? La prima ferrari che passa la copio, e se la sequestrano la ricopio?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 dicembre 2009 02.04-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti