Le fuel cell di Canon su stampanti e fotocamere

Il produttore giapponese sta sviluppando fuel cell di differenti misure in grado di adattarsi a vari tipi di dispositivi elettronici, tra cui stampanti, fotocamere e telefoni cellulari. Sul mercato nei prossimi anni


Tokyo (Giappone) – C’è anche Canon in quel nutrito gruppo di colossi del settore hi-tech impegnati a sviluppare fuel cell per i dispositivi elettronici di consumo. L’azienda giapponese sta infatti mettendo a punto alcuni modelli di pile a idrogeno adatte ad alimentare stampanti portatili e fotocamere digitali.

A differenza delle diffuse fuel cell basate sulla tecnologia DMFC (Cella a Combustibile con Alimentazione Diretta al Metanolo), che ricavano l’idrogeno dal metanolo, quelle di Canon si ricaricano direttamente per mezzo di cartridge contenenti idrogeno: questo sistema ha il vantaggio di essere più ecologico e di ridurre il costo e gli ingombri delle fuel cell ma, per contro, il costo delle ricariche potrebbe essere più elevato.

Canon ha realizzato tre prototipi: uno, relativamente grande, per le stampanti compatte; un altro, di medie dimensioni, per le macchine fotografiche digitali; l’ultimo, il più piccolo (3 x 4 cm), per i dispositivi mobili.

Il big giapponese dell’elettronica conta di commercializzare i primi modelli di fuel cell durante i prossimi tre anni: in questo arco di tempo prevede anche di installare appositi distributori di idrogeno presso alcuni negozi e centri commerciali giapponesi. Se l’iniziativa avrà successo, l’azienda la estenderà anche agli altri mercati.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    P.I.
    Il forum di punto informatico dovrebbe pullulare di gente che ci capisce, invece siamo qui a contare i megaerz come le cilindrate dei motorini, chi va più forte e chi va più piano...
  • Anonimo scrive:
    Ottimo!
    Contavo proprio di acquistare quanto prima un bel notebook con CPU Turion :p Adesso bisognerà aspettare che i produttori si adeguino (magari sotto Natale... :$ )
  • Anonimo scrive:
    Vogghio u Turion !
    Vorrei un Turion (almeno 3000+) con 1 Mb di cache... mizzica che prezzi !Marco Ravich
  • Anonimo scrive:
    frequenze di clock
    Trae in inganno il numerino nel nome del modello di CPU di AMD. Per i pentium rappresenta la frequenza di clock ma per gli AMD evidentemente no.Ero tutto contento perche' tra qualche giorno mi danno un AMD64 3000+ pensando che fosse sta gran macchina e invece .... i 64bit non li sfrutto perche' ho uso win2000 e il clock è circa 1600MHz.Praticamente, per il mio uso, equivale a un vecchio AMD 1600 ?
    • Anonimo scrive:
      Re: frequenze di clock

      Praticamente, per il mio uso, equivale a un
      vecchio AMD 1600 ?
      No, ad un 486/233 senza nemmeno le MMX.Ma và và...BrUtE AiD
    • Anonimo scrive:
      Re: frequenze di clock
      - Scritto da: Anonimo
      Trae in inganno il numerino nel nome del modello
      di CPU di AMD. Per i pentium rappresenta la
      frequenza di clock ma per gli AMD evidentemente
      no.

      Ero tutto contento perche' tra qualche giorno mi
      danno un AMD64 3000+ pensando che fosse sta gran
      macchina e invece .... i 64bit non li sfrutto
      perche' ho uso win2000 e il clock è circa
      1600MHz.
      Praticamente, per il mio uso, equivale a un
      vecchio AMD 1600 ?Ma LOL...3000+ vuol dire che va più o meno come un P4 3 ghz.Non sempre
      clock è indice di
      potenza .
      • Anonimo scrive:
        Re: frequenze di clock
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Trae in inganno il numerino nel nome del modello

        di CPU di AMD. Per i pentium rappresenta la

        frequenza di clock ma per gli AMD evidentemente

        no.



        Ero tutto contento perche' tra qualche giorno mi

        danno un AMD64 3000+ pensando che fosse sta gran

        macchina e invece .... i 64bit non li sfrutto

        perche' ho uso win2000 e il clock è circa

        1600MHz.

        Praticamente, per il mio uso, equivale a un

        vecchio AMD 1600 ?

        Ma LOL
        .
        .
        .
        3000+ vuol dire che va più o meno come un P4 3
        ghz.
        Non sempre
        clock è indice di
        potenza .A proposito di potenza il Pentium ,se non sbaglio , è leggermente migliore dell' Amd nelle applicazioni video però il margine , non vorrei sbagliarmi ,è talmente basso che alla fine è meglio un Amd che è economico e riscalda meno rispetto all' Intel!
      • Anonimo scrive:
        Re: frequenze di clock
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Trae in inganno il numerino nel nome del modello

        di CPU di AMD. Per i pentium rappresenta la

        frequenza di clock ma per gli AMD evidentemente

        no.



        Ero tutto contento perche' tra qualche giorno mi

        danno un AMD64 3000+ pensando che fosse sta gran

        macchina e invece .... i 64bit non li sfrutto

        perche' ho uso win2000 e il clock è circa

        1600MHz.

        Praticamente, per il mio uso, equivale a un

        vecchio AMD 1600 ?

        Ma LOL
        .
        .
        .
        3000+ vuol dire che va più o meno come un P4 3
        ghz.
        Non sempre
        clock è indice di
        potenza .Tanto è vero che in Intel hanno dovuto rivedere la classificazione delle CPU per far capire che un Pentium M a 1,6 GHz va veloce il doppio di un Celeron a 3 GHz
Chiudi i commenti