Le major lanciano Epix, lo streaming via TV

Film in anteprima, un sito con vocazione social e un vasto campionario di titoli in HD: queste le carte messe in tavola dal progetto che riunisce tre nomi noti dell'industria cinematografica

Roma – Qualcosa sta cambiando: dopo anni di crociate intraprese dalle major che hanno sempre visto di cattivo occhio la distribuzione online, un gruppo formato da cineasti ha messo su una nuova idea volta all’introduzione di un nuovo business model che sembra essere un ibrido tra la netTV e la TV on demand. Il tutto, in salsa quasi HD e condito da una serie di blockbuster dati in pasto agli utenti ben prima dell’uscita in DVD o affini.

Denominato Epix, il servizio vede coinvolte Lionsgate , Paramount e MGM , e si configura come un modello alternativo alla distribuzione classica. La qualità proposta è pari all’HD, nonostante si abbia un valore di soli 720p. Secondo più voci appare molto interessante , invece, la filosofia che si cela dietro al nuovo progetto, che propone di far arrivare sul piccolo schermo di casa i titoli appena ritirati delle sale ben prima dell’uscita del DVD, cavallo di battaglia di ogni palinsesto della tradizionale payTV. A livello tecnico, Epix punta alla distribuzione adatta a tutte le forme di connettività, creando varie copie del film adatte a soddisfare tutte le esigenze di banda.

Molto particolare il business model ideato dalle menti dietro al progetto: nonostante Epix costituisca un vero e proprio canale digitale destinato alla payTV, non sarà possibile per i normali utenti sottoscrivere l’inclusione del pacchetto contenente i contenuti offerti dal sito. L’offerta è rivolta ai vari fornitori di servizi televisivi on demand: quindi, se l’operatore sottoscriverà un accordo con il team di Epix, l’utente potrà aggiungere ai propri servizi i film offerti dalle tre major.

I titoli sono a disposizione in maniera ininterrotta sul canale, quindi non soggetti ad un orario prestabilito. Molto interessante appare invece la funzione della versione online, raggiungibile all’indirizzo EpixHD.com . Stando a quanto dichiarato dallo staff che si cela dietro ad Epix, qui convergeranno numerosi titoli, siano essi appena usciti dal circuito dei cinema o siano essi delle chicche risalenti alla sezione dei classici.

Come prevedibile, è molto stretta la simbiosi che le tre major hanno voluto per la convivenza di sito e canale TV tradizionale: al canale online avranno accesso solo ed esclusivamente gli utenti che avranno attivo il pacchetto nel loro abbonamento con il provider di TV on demand. L’accesso è infatti garantito dall’account fornito all’utente al momento dell’aggiunta del pacchetto, ma va detto che nei piani futuri della joint venture potrebbe pensare all’introduzione di account liberi dallo schema appena citato.

Attualmente il sito online figura come beta privata, ma stando a quanto dichiarato da chi ha avuto l’onore di ricevere un invito a curiosare sembra fornire una user experience davvero gradevole: una volta all’interno è possibile visualizzare l’elenco dei titoli a disposizione e bastano due click per selezionare e visualizzare il titolo scelto, che viene proposto su un’interfaccia in Flash visualizzabile praticamente da tutti i browser in circolazione.

Ad arricchire il tutto, una discreta dose di funzioni social che permettono in pochi click di approfondire le informazioni a disposizione per il film: EpixHD permette quindi di scaricare wallpaper, sbirciare la trama del film utilizzando le apposite review di Wikipedia. Interessante, secondo il parere di chi ha avuto modo di vedere all’opera il sito, la funzione Private Screening che consente a quattro utenti di vedere in contemporanea il film e di interagire utilizzando una chat integrata in un ambiente molto simile alla platea della sala cinematografica. Altro dato degno di nota è il fatto che al momento su tutti i film messi a disposizione degli utenti non è prevista la presenza di spot che caratterizzano spesso esperimenti simili.

Al momento il progetto è alle fasi iniziali, quindi non sono disponibili molte informazioni a riguardo. Di sicuro Epix potrebbe rendere molto appetibile, se integrato nell’offerta della TV on demand, la sottoscrizione di un abbonamento, ma va anche ricordato che non sono specificati i costi necessari per i vari provider di contenuti per la payTV utili ad accaparrarsi il canale nel loro palinsesto. Difficile, inoltre, sapere al momento se e quando l’intero ecosistema sarà disponibile per l’Europa. Inoltre, va sottolineato che il business model scelto potrebbe essere soggetto a numerose critiche, dal momento che risulterebbe essere molto restrittivo, vista la sua particolare attitudine ad esistere solo in via di accordi stipulati con i vari provider e del conseguente abbonamento ai servizi TV a pagamento.

Vincenzo Gentile

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ilsistemace scrive:
    Internet
    Il sistema c'è: abolire berlusconi e la sua cricca. Poi rifare le leggi tenendo ben presente la costituzione non modificata dai leghisti che sono come i testimoni di geova. Il pappa digitale comunque vi ascolta sempre ... attenti che c'è la galera ... e gli sbirri, cc e vigili,e poliziotti che sono pagati dal regime... presto li toglieremo di mezzo e allora ... )))))
  • djebel scrive:
    il vero futuro
    Il futuro è sul satellite e sulla rete elettrica.
    • ninjaverde scrive:
      Re: il vero futuro
      - Scritto da: djebel
      Il futuro è sul satellite e sulla rete elettrica.Satellite e rete elettrica non è il futuro, ma il presente.Tuttavia la rete elettrica non la si è usata per le scelte delle compagnie telefonice; l'ENEL la usa per la telelettura dei contatori. Il satellite si sa che è in uso dove non è possibile ricevere a larga banda, ma si abbina ad una linea telefonica analogica che serve per l'upload (chiamate dell'utente).Tuttavia la banda larga non è possibile farla viaggiare sui cavi di rame che determinano caduta di segnale se si va oltre una certa frequenza (quindi "larghezza" di banda): sia cavi telefonici che rete elettrica.Il futuro è la linea ottica ed in una certa misura anche i satelliti.
  • pippo75 scrive:
    Bloccare il P2P e semplice.
    Abolisci le flat e sistemi il tutto, rimarrebbe in vita il minimo.Ci sarebbe anche il vantaggio di avere linee meno intasate.Chissa, ma da dopo ottobre quanta sete di cultura assorbirà la nuova versione di Windows :)Una voglia di acculturarsi con Windows7+Photoshop+MsOffice.
    • aPenguin scrive:
      Re: Bloccare il P2P e semplice.
      Bravo... mi dispiace ma non ho nessuna voglia di tornare alle tariffe a consumo come quando con il vecchio modem 56k dovevi star li a guardare quanto ci stavi collegato...e no, non mi interessa minimamente una connessione dove invece di guardare quanto tempo sei connesso devi star li a guardare quanti mega passano per la tua linea.Tariffe a consumo, NO GRAZIE.
      • chinderdeli s scrive:
        Re: Bloccare il P2P e semplice.
        Grande idea..perchè non abbassare anche le velocità di trasmissione anche?Tanto per essere sicuri....
    • Luca Zanda scrive:
      Re: Bloccare il P2P e semplice.
      Si, si....ma li vedreste, voi, tutti i siti che hanno investito una marea di denaro in grafica e contenuti streaming? la gente non ci andrebbe per non pagare "in piu'"... quanto mi costerebbe un video di youtube? 1 o 2 centesimi? e l'autoaggiornamento delle pagine? ed i contenuti interattivi? no no... nemmeno PI si salverebbe... via il banner-video pubblicitario!!
    • -HCK- scrive:
      Re: Bloccare il P2P e semplice.
      Già che ci sei potremmo abolire internet giusto? Anzi sai che ti dico...aboliamo i CD e eliminiamo la musica digitale...tuttavia potrebbero tornare ad usare le cassette...ABOLIAMO LE AUDIOCASSETTE! Torniamo al vinile eh...ma aboliamo anche le piastre e i nastri magnetici per essere sicuri che non vengano usati per registrare materiale protetto dal diritto di rubare.Aboliamo la ricerca e lo studio, così che nessuno saprà più costruire un mezzo per archiviare dati. Ripristiniamo l' inquisizione e poniamo la Warner a capo di questa. Quadra tutto no?Ah comunque...Windows lo evito come la peste bubbonica, non scaricherei mai una simile immondizia.
      • ipersphera scrive:
        Re: Bloccare il P2P e semplice.
        - Scritto da: -HCK-
        Già che ci sei potremmo abolire internet giusto?
        Anzi sai che ti dico...aboliamo i CD e eliminiamo
        la musica digitale...tuttavia potrebbero tornare
        ad usare le cassette...ABOLIAMO LE AUDIOCASSETTE!
        Torniamo al vinile eh...ma aboliamo anche le
        piastre e i nastri magnetici per essere sicuri
        che non vengano usati per registrare materiale
        protetto dal diritto di
        rubare.

        Aboliamo la ricerca e lo studio, così che nessuno
        saprà più costruire un mezzo per archiviare dati.
        Ripristiniamo l' inquisizione e poniamo la Warner
        a capo di questa. Quadra tutto
        no?

        Ah comunque...Windows lo evito come la peste
        bubbonica, non scaricherei mai una simile
        immondizia.quoto tutto al 100%...ridicolo la cosa di togliere le flat...mah
        • -HCK- scrive:
          Re: Bloccare il P2P e semplice.
          Grazie ;-)Avrei potuto continuare per molto tempo, mettendo in evidenza la perversione logica dell' affermazione riguardo l' abolizione delle flat PER PARARE IL XXXX ai grandi ricconi come al solito.
        • Rover scrive:
          Re: Bloccare il P2P e semplice.
          Aoounto...Non siamo un poplo di genii???Delle proposte da bar, dopo un par di birre.
        • pippo75 scrive:
          Re: Bloccare il P2P e semplice.

          quoto tutto al 100%...ridicolo la cosa di
          togliere le
          flat...mahIn un certo senso la cosa più giusta sarebbe pagare per quello che si invia/riceve.In base a quello che occupa la linea paghi, molto facilmente ci sarebbe un ottimizzazione dei protocolli.( l'idea non è mia, ma di uno che lavora delle T.C. ).Fare in modo che anche quelli che inviano spam, debbano pagare in proporzione al numeri di messaggi inviati.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Bloccare il P2P e semplice.
            Si ma se scarico 10GB di mp3 i soldi dovrebbero andare agli artisti non agli ISPAltrimenti a consumo si arricchiscono sempre e comunque solo gli ISP e gli artisti, o meglio le major, continuerebbero a lamentarsi che non si fa abbastanza
      • pippo75 scrive:
        Re: Bloccare il P2P e semplice.

        Aboliamo la ricerca e lo studio, così che nessuno
        saprà più costruire un mezzo per archiviare dati.
        Ripristiniamo l' inquisizione e poniamo la Warner
        a capo di questa. Quadra tutto
        no?

        Ah comunque...Windows lo evito come la peste
        bubbonica, non scaricherei mai una simile
        immondizia.mi spieghi in base a quale logica fai questi esempi?mi sfugge cosa c'entra l'abolizione della ricerca con le tariffe flat.Forse pari di ricerca di programmi da scaricare con il P2P?
        • -HCK- scrive:
          Re: Bloccare il P2P e semplice.
          Perchè é un ritorno al passato, un anticaglia, un costo ingiustificato che va contro le esigenze della società moderna che ormai si proietta online per ogni tipo di servizio e per la fruizione di qualsivoglia bene.
          • pippo75 scrive:
            Re: Bloccare il P2P e semplice.
            - Scritto da: -HCK-
            Perchè é un ritorno al passato, un anticaglia, un
            costo ingiustificato che va contro le esigenze
            della società moderna che ormai si proietta
            online per ogni tipo di servizio e per la
            fruizione di qualsivoglia
            bene.E cosa c'entra con abolire lo studio?dopotutto quanto leggi cose simili, cosa ti aspetti.http://www.universita.it/inchiesta-tesi-laurea-copiate/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 giugno 2009 20.35-----------------------------------------------------------
          • -HCK- scrive:
            Re: Bloccare il P2P e semplice.
            XD ovviamente, la mia è un iperbole. Non penso certo che un giorno si annullerà tutta la società civilizzata. In definitiva, l' unico messaggio da cogliere è che eliminare le flat è una cosa anacronistica, non si può tornare a contare i secondi per ogni cosa quando si è navigato con una flat, così come...ecco me ne viene in mente un' altra: non si è potuto tornare zitti e buoni sotto le dinastie dispotiche dopo la rivoluzione francese. Non so se mi spiego...
          • pippo75 scrive:
            Re: Bloccare il P2P e semplice.
            - Scritto da: -HCK-
            XD ovviamente, la mia è un iperbole. Non penso
            certo che un giorno si annullerà tutta la società
            civilizzata. In definitiva, l' unico messaggio da
            cogliere è che eliminare le flat è una cosa
            anacronistica,ma la voce gira, gente che lavora nel settore ( tecnico e non commerciale ) di diceva che il futuro sarà a pacchetti.( cause del troppo traffico ).
          • -HCK- scrive:
            Re: Bloccare il P2P e semplice.
            Se è per questo ci sono provider australiani che hanno tentato di abolire le flat causando un malcontento di considerevoli dimensioni.Riguardo al protocollo a pacchetti: Dubito si tratti di un reale bisogno di diminuire il traffico internet, ci sono nuovi sistemi studiati in giappone per garantire una banda MOLTO maggiore dell' ADSL. Interpreterei una mossa simile come un metodo per spillare ulteriore denaro dalle nostre tasche, magari ricavando dei profitti da chi usa il P2P, facendo da sanguisuga.
          • tardi per logare scrive:
            Re: Bloccare il P2P e semplice.
            il futuro sarà a pacchetti?...e per fortuna pensavo fossi adulto.ti chiarisco il discorso....il protocollo di trasferimento dati su cui poggia internet(da quando e nato come tale) è sempre stato a pacchetti...le diatribe sul metodo per eliminare i rischi di riverbero e di "rumore" spero siano finite ormai(sepur l'innovazione ci deve essere sempre)ergo..sarò stupido io, ma non riesco a capire di cosa diavolo parli?!(che stai dicendo assurdità l'avevo capito, ma tutto qui?)
          • pippo75 scrive:
            Re: Bloccare il P2P e semplice.
            - Scritto da: tardi per logare
            il futuro sarà a pacchetti?...non lo dico io, me lo ha detto una che lavora in una ditta telefonica.
            sarò stupido io, ma non riesco a capire di cosa
            diavolo parli?!(che stai dicendo assurdità
            l'avevo capito, ma tutto
            qui?)Stavo dicendo quello che mi hanno detto ( se poi sono bestialità, possiamo anche parlarne ).Mi dicevano che il futuro potrebbe essere con l'addio della flat e pagare per quanto si muove sulla rete.Mi ha parlato di questi "pacchetti", ma non so dirti cosa intendeva di preciso, magari ha usato un termine non troppo esatto.Tu parli di protocollo, magari lui parlava a livello di rete fisica ( che se non sbaglio dovrebbe essere il suo ramo ).Poi magari mi prendeva per i fondelli :)
          • Draikan scrive:
            Re: Bloccare il P2P e semplice.
            - Scritto da: pippo75
            dopotutto quanto leggi cose simili, cosa ti
            aspetti.

            http://www.universita.it/inchiesta-tesi-laurea-copBeh io ci leggo:"la metà delle tesi di laurea discusse in Germania, Spagna, Francia e Italia risulterebbero per il 5% copiate da altri documenti."Quanto fa il 5% della metà??? Cioè tipo 2 pagine e mezza ogni 100? Cavoli è tantissimo chissà prima quando era tutto scritto a macchina. Per me è solo che se ne sono accorti ora, prima si faceva molto di più visto che uno doveva obbligatoriamente leggersi tutte le pubblicazioni e le tesi per scoprirlo mentre ora basta un programma per comparare. Fra parentesi vorrei sapere secondo che parametri visto che il 5% di una tesi di 200 pagine mi suona più come un'uguaglianza casuale fra due testi.
        • ninjaverde scrive:
          Re: Bloccare il P2P e semplice.
          Ma forse non hai afferrato un concetto.La tecnologia va avanti quindi o si sceglie una vita tipo quella degli Amis rinunciando alla tecnologia (si vive lo stesso no?), oppure si va avanti con la tecnologia.Le tariffe Flat ci consentono un collegamento di 24 ore al giorno senza pagare una tariffa enorme.Il materiale via internet aumenta sempre di più, e non si scarica solo materiale illegalmente poichè credo che il 90% del traffico sia legale, non solo, ma anche film e musica protetta dai diritti si può scaricare pagando un prezzo.Quindi il problema non è se la Flat possa aiutare la pirateria, semmai il problema è come disciplinare l'utenza per fare in modo che il mezzo tecnologico possa essere usato legalmente da tutti Flat o non Flat.
          • pippo75 scrive:
            Re: Bloccare il P2P e semplice.
            - Scritto da: ninjaverde
            Ma forse non hai afferrato un concetto.
            La tecnologia va avanti quindi o si sceglie una
            vita tipo quella degli Amis rinunciando allala tecnologia va avanti, il rispetto per gli altri no.Un industria che vive sul lavoro degli altri non è progresso.L'altro giorno volevo comperare un film su DVD, costava troppo ( per me ), quando il prezzo scende lo prondero'.Ma non lo copio.
            Il materiale via internet aumenta sempre di più,
            e non si scarica solo materiale illegalmente
            poichè credo che il 90% del traffico sia legale,
            non solo, ma anche film e musica protetta dai
            diritti si può scaricare pagando un
            prezzo.e qualcuno spinge contro quste cose ( a ragione ).
            Quindi il problema non è se la Flat possa aiutare
            la pirateria, semmai il problema è come
            disciplinare l'utenza per fare in modo che il
            mezzo tecnologico possa essere usato legalmente
            da tutti Flat o non Flat.Se un giorno dovesse succedere la fine della flat secondo te quanta colpa avranno avuto quelli che scaricano da mattina a sera?E non credo che scarichino solo versioni di ubuntu e famiglia.
          • tardi per logare scrive:
            Re: Bloccare il P2P e semplice.

            Se un giorno dovesse succedere la fine della flat secondo
            te quanta colpa avranno avuto quelli che scaricano da
            mattina a sera?e se un giorno finisse la benzina, i ghiacciai si sciogliessero per colpa della auto e stare al aperto diventasse pericoloso per colpa delle radiazioni solari????si cambierebbe...a fatica, ma si cambierebbe, e non mi pare che (a parte greenpeace, al gore e bla bla bla) la benzina (per auto o per elettricità) si inizi ad usarla meno...QUINDI?scassa prima quelli che mettono in pericolo la vita, e poi a quelli che ti fanno rischiare di non vedere i pornazzi..sempre se il primo, per te, vale più del secondo XD
          • ninjaverde scrive:
            Re: Bloccare il P2P e semplice.

            Un industria che vive sul lavoro degli altri non
            è
            progresso.Ma se tu hai un milione di €; da investire e hai un'idea brillante che ti permette di fondare una azienda... poi visto che non ce la fai da solo assumi dipendenti o no?Poi rinunci al reddito del denaro investito perchè vuoi fare beneficenza?Ovviamente darai tutto ai dipendenti?E vivrai la tua vecchiaia in ospizio o diventerai frate?Non credo che molti facciano simili scelte, se investono vogliono guadagnarci qualcosa, se non altro gli interessi leciti del denaro speso.Di conseguenza il prodotto va pagato sia prodotto materiale che immateriale come il software o le canzoni o i film.Ciò detto è ovvio che ci vuole una equità di sistema, va pagato il produttore e sopratutto l'autore (che spesso viene bidonato o la sua invenzione o lavoro non viene ricompensato, magari gli si ruba l'idea o si aspetta che il suo brevetto scada).Se non si accetta questo principio, gli inventori non inventeranno alcunchè ed i produttori faranno altri investimenti.Ripeto, ciò detto, è anche vero che se il mercato cambia, e una canzone, film, software, possono essere distribuiti in rete abbattendo i costi di distribuzione, quindi i prezzi di vendita vanno riveduti.

            L'altro giorno volevo comperare un film su DVD,
            costava troppo ( per me ), quando il prezzo
            scende lo
            prondero'.
            Ma non lo copio.Beh, tanti che non possono acquistare copiano.Non è lecito, ma se i prezzi sono esagerati, vi saranno sempre più persone che ricorrono alla pirateria.
            Se un giorno dovesse succedere la fine della flat
            secondo te quanta colpa avranno avuto quelli che
            scaricano da mattina a
            sera?Non credo che la Flat sia prossima alla sua fine, vi sono ormai sempre più servizi in rete, anche i siti sono ormai piuttosto "pesanti" e pensati appunto per la larga banda e la Flat. Non non è la Flat che vogiono colpire, per ora la tendenza è la minaccia sulla disconnessione.Misura che ritengo inutile, casomai dannosa per i diritti dei clienti, e c'è la possibilità di occultare le connessioni P2P
            E non credo che scarichino solo versioni di
            ubuntu e
            famiglia.Certo, visto che sul P2P si trova di tutto...Ma è anche vero che le ditte che lavorano alla luce del sole, non scaricano certo software piratato, poichè sono sotto controllo della Finanza, e se beccati pagano fior di multe. Vi è solo il privato che può usufruire di questo, ed il danno reale non è per il software (che casomai il privato impara ad usare e diventa potenziale cliente), ma è la musica ed i film (intrattenimento) a preoccupare le Major.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 giugno 2009 13.42-----------------------------------------------------------
    • atamata scrive:
      Re: Bloccare il P2P e semplice.
      puoi anche bombardare con bombe nucleari tutta l'italia
    • barbanonno scrive:
      Re: Bloccare il P2P e semplice.
      - Scritto da: pippo75
      Abolisci le flat e sistemi il tutto, rimarrebbe
      in vita il
      minimo.
      no.. la mia soluzione per bloccare il p2p e' innondare la rete di fake.Un programma chiamato Scorrent, vedra' i file in rete e automaticamente creera' dei fake usando un file bello grosso autogenerato inapribile o un file scelto dall'utente.Adesso scrivo sto programma e lo vendo alle major, faro i soldiiiii e poi innondero' la rete del video di Maurizia Paradiso che sviene e Wanna Marchi che piange da vespa rinominato Adobe.Photoshop.CS4. Full.Warez.zip
      • krane scrive:
        Re: Bloccare il P2P e semplice.
        - Scritto da: barbanonno
        - Scritto da: pippo75

        Abolisci le flat e sistemi il tutto, rimarrebbe

        in vita il minimo.
        no.. la mia soluzione per bloccare il p2p e'
        innondare la rete di fake.E' gia pieno di fake, ma non sembra essere un problema.
        Un programma chiamato Scorrent, vedra' i file in
        rete e automaticamente creera' dei fake usando un
        file bello grosso autogenerato inapribile o un
        file scelto dall'utente.
        Adesso scrivo sto programma e lo vendo alle
        major, faro i soldiiiii e poi innondero' la rete
        del video di Maurizia Paradiso che sviene e Wanna
        Marchi che piange da vespa rinominato
        Adobe.Photoshop.CS4.Full.Warez.zip
    • caponord scrive:
      Re: Bloccare il P2P e semplice.
      quello che proporrei io sarebbe,disdire le nostre adsl tutti in massa.quando si vedrebbero recapitare centinaia di disdette alla volta,forse ci penserebbero due volte prima di procedere. Settimanalmente vengo contattato da vari provider che mi offrono banda "non filtrata e garantita" per p2p,quindi ce' che cerca di acchiappare i clienti p2p.Alla fine non dovremmo avere paura di restare senza connessione , Wind(esempio) come altri offre valide soluzioni per la navigazione a ore con pochi euro al mese
  • 01234 scrive:
    e se ci chiudono il p2p
    torneremo a scambiarci le cose a manella :-)basta mettere su un gruppo di 20 amici e un cd costa d'incanto 1,30 (ci metto anche il cd vergine)
    • pippo75 scrive:
      Re: e se ci chiudono il p2p
      - Scritto da: 01234
      torneremo a scambiarci le cose a manella :-)

      basta mettere su un gruppo di 20 amici e un cd
      costa d'incanto € 1,30 (ci metto anche il cd
      vergine)In quel caso nessuno rompe le scatole, si è sempre fatto e sempre si farà.Le ditte si consolano, almeno uno su 20 lo compra.Pero' si ti metti a fare ditte di scambio programmi ( con tanto di sponsor ), qualcosa potrebbe dare fastidio.Coindicenza nessuno rompe le scatole a sourceforge, usano materiale con licenza disponibile allo scambio.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 giugno 2009 12.55-----------------------------------------------------------
  • atamata scrive:
    $$$$$$$$$$$$$$
    criptare incapsulare proxare tunnellare reindirizzare backdoorarema infettare non per il p2p ma anche solo per dire ciao via email solo per il gusto di farli lavorare
  • Pino scrive:
    Però in Cina ci riescono piuttosto bene
    C'è da dire che in Cina i filtri sui contenuti funzionano piuttosto bene, per cui penso che anche se non riusciranno a bloccare tutto, un buon 90% degli utenti verrà filtrato con sucXXXXX.Ma che fine ha fatto freenet?
    • atamata scrive:
      Re: Però in Cina ci riescono piuttosto bene
      freenet ha appena rilasciato una nuova versione e in cina c'è la pena di morte
    • CoreDump scrive:
      Re: Però in Cina ci riescono piuttosto bene
      - Scritto da: Pino
      C'è da dire che in Cina i filtri sui contenuti
      funzionano piuttosto bene, per cui penso che
      anche se non riusciranno a bloccare tutto, un
      buon 90% degli utenti verrà filtrato con
      sucXXXXX.
      Ma che fine ha fatto freenet?Freenet e vivo e vegeto, cosi come i programmi like user che usano tanto in giappone come perfect darkciao
      • RObba scrive:
        Re: Però in Cina ci riescono piuttosto bene
        - Scritto da: CoreDump
        - Scritto da: Pino

        C'è da dire che in Cina i filtri sui contenuti

        funzionano piuttosto bene, per cui penso che

        anche se non riusciranno a bloccare tutto, un

        buon 90% degli utenti verrà filtrato con

        sucXXXXX.

        Ma che fine ha fatto freenet?Da utilizzatore manca ancora il numero critico di persone che facendone parte formino una reale alternativa ad internet(imho)Per il resto il protocollo mi pare migliorare ogni aggiornamento...
      • Luca Zanda scrive:
        Re: Però in Cina ci riescono piuttosto bene
        un bell'articoletto al riguardo di freenet e degli altri bei programmi?... per adesso mi informerò per conto mio....
        • krane scrive:
          Re: Però in Cina ci riescono piuttosto bene
          - Scritto da: Luca Zanda
          un bell'articoletto al riguardo di freenet e
          degli altri bei programmi?... per adesso mi
          informerò per conto mio....http://en.wikipedia.org/wiki/GNUnet
        • 01234 scrive:
          Re: Però in Cina ci riescono piuttosto bene
          occhio che PI se ne è occupato molto a fondo (così come di TOR)
  • mik.ud scrive:
    Gradiremmo i link alla fonte in chiaro..
    Non si capisce perche' il PI ha questa abitudine... L'articolo parla di una fonte, perche' non mettere subito all'inizio in chiaro il link? Avete paura che il lettore scappi? Allora non siete meglio di chi crede nel protezionismo e la chiusura, invece che nella condivisione e l'apertura...
    • Matteo scrive:
      Re: Gradiremmo i link alla fonte in chiaro..
      Penso che molti vedano complotti dove non esistano....sai che i link sono alla fine e ti interessano subito? vai direttamente alla fine....
      • orcodiavul scrive:
        Re: Gradiremmo i link alla fonte in chiaro..
        ehm son veramente un perdente io il link alla fonte non l'ho trovato, me lo riposti qui?? Trovo solo crosslink interni a pi su parole improbabili
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Gradiremmo i link alla fonte in chiaro..
      Tu clicca tutto quello che è blu.Vedrai che la trovi la fonte che vai cercando. ;)L
      • Complotti Ovunque scrive:
        Re: Gradiremmo i link alla fonte in chiaro..
        Epperchè proprio il blu? Fate pubblicità occulta a Forza Italia?(newbie)
      • Complotti Ovunque scrive:
        Re: Gradiremmo i link alla fonte in chiaro..
        Uè complimenti eh? E' la prima volta che un mio post viene fulminato così presto. Annunziata, chattiamo un pò?
  • kimj scrive:
    2 cose:
    1-alcuni isp italiani lo fanno già, penso per risparmiare sull'affitto della banda a Telecom.2-il p2p è un protocollo legale, diventa illegale se scarichi cose sbagliate. non mi sembra giusto limitarlo a priori (ah già, è in grado di saturare la banda che ti vendono ma che in realtà non hanno)e poi, come XXXXX fa a sapere il mio isp se sto scaricando via torrent l'ultima versione della mia distro gnu/linux preferita o l'ultimo spider man?
    • klez scrive:
      Re: 2 cose:
      - Scritto da: kimj
      e poi, come XXXXX fa a sapere il mio isp se sto
      scaricando via torrent l'ultima versione della
      mia distro gnu/linux preferita o l'ultimo spider
      man?tramite improbabili filtri basati sui nomi dei file. tipo se c'è un tizio che si fa chiamare spiderMan e ha messo in condivisione un file linux-2.6.30-modified-by-spiderman tracchete che te lo bloccano. giusto per fare un esempio improbabile ma non impossibile
      • kimj scrive:
        Re: 2 cose:
        - Scritto da: klez
        - Scritto da: kimj


        e poi, come XXXXX fa a sapere il mio isp se sto

        scaricando via torrent l'ultima versione della

        mia distro gnu/linux preferita o l'ultimo spider

        man?

        tramite improbabili filtri basati sui nomi dei
        file. tipo se c'è un tizio che si fa chiamare
        spiderMan e ha messo in condivisione un file
        linux-2.6.30-modified-by-spiderman tracchete che
        te lo bloccano. giusto per fare un esempio
        improbabile ma non
        impossibileche XXXXXXX... i veri pirati prendernno spiderman 3.avi e lo rinomineranno video al mare... creeranno una seconda rete dove inviare i veri nomi.
        • YellowT scrive:
          Re: 2 cose:
          Davvero pensate che la deep packet inspection si basi sul nome del file e basta.SOgnate pure, i pacchetti vengono controllati all'interno...
          • 01234 scrive:
            Re: 2 cose:
            se non trovano un mezzo economico per monitorare e bloccare, le cose potrebbero effettivamente andare a finire come dici tuovviamente io spererei che le major rinsaviscano, ma temo di no
          • mrauha scrive:
            Re: 2 cose:
            haahaha guarda che il deep packet inspection che hai tu non è come quello del provider che analizza e compara milioni di dati (infatti i rallentamenti di banda sono notevoli) XDDDDDDD haahahahahh!
          • kimj scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: mrauha
            haahaha guarda che il deep packet inspection che
            hai tu non è come quello del provider che
            analizza e compara milioni di dati (infatti i
            rallentamenti di banda sono notevoli) XDDDDDDD
            haahahahahh!se i dati fossero cifrati cosa fanno, radunano tutti i supercomputer della terra per impedirti di scaricare?
          • Get Real scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: kimj
            se i dati fossero cifrati cosa fanno, radunano
            tutti i supercomputer della terra per impedirti
            di
            scaricare?No: guardie private a casa tua, lacrimogeni privati in faccia, manganelli privati sulle ossa.Il mondo è stato messo in vendita e acquistato dal miglior offerente. La tua vita era compresa nel pacchetto.
          • -HCK- scrive:
            Re: 2 cose:
            La tua affermazione potrebbe ben presto diventare una triste verità...
          • krane scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: -HCK-
            La tua affermazione potrebbe ben presto diventare
            una triste verità...Piu' aumenta la pressione e piu' rischiano che la pentola gli esploda in faccia...
          • Get Real scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: krane
            Piu' aumenta la pressione e piu' rischiano che la
            pentola gli esploda in
            faccia...E come? Come popolo, siamo disarmati. Non abbiamo le risorse economiche e politiche per contrastare una concertazione tra politica ed economia che si è costituita sotto il nostro naso negli ultimi anni senza che potessimo evitarla.Il futuro è delineato: organizzazioni private che gestiranno ordine e legge nell'interesse delle forze economiche maggiori, traendo grandi profitti da multe e repressione, come giâ succede con le società private di incasso. Soprusi e minacce alla luce del sole, con il consenso delle autorità ormai asservite agli interessi privati.Noi, capo chino e sguardo mesto, a obbedire e lavorare per un tozzo di pane sotto l'occhio severo dei nostri padroni.
          • krane scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: krane

            Piu' aumenta la pressione e piu' rischiano che

            la pentola gli esploda in faccia...
            E come? Come popolo, siamo disarmati. Non abbiamo
            le risorse economiche e politiche per contrastare
            una concertazione tra politica ed economia che si
            è costituita sotto il nostro naso negli ultimi
            anni senza che potessimo evitarla.
            Il futuro è delineato: organizzazioni private che
            gestiranno ordine e legge nell'interesse delle
            forze economiche maggiori, traendo grandi
            profitti da multe e repressione, come giâ succede
            con le società private di incasso. Soprusi e
            minacce alla luce del sole, con il consenso delle
            autorità ormai asservite agli interessi privati.
            Noi, capo chino e sguardo mesto, a obbedire e
            lavorare per un tozzo di pane sotto l'occhio
            severo dei nostri padroni.Ti rispondero' con una frase degli Assalti Frontali :Noi possiamo vivere senza padroni mentre i padroni non possono vivere senza di noi.
          • geppo scrive:
            Re: 2 cose:


            Noi possiamo vivere senza padroni mentre i
            padroni non possono vivere senza di
            noi.E' un peccato che poi la musica non si possa ascoltare perche' fa pena.
          • krane scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: geppo

            Noi possiamo vivere senza padroni mentre i

            padroni non possono vivere senza di

            noi.
            E' un peccato che poi la musica non si possa
            ascoltare perche' fa pena.Veramente quella e' la situazione attuale.
          • Get Real scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: krane
            Noi possiamo vivere senza padroni mentre i
            padroni non possono vivere senza di
            noi.Davvero?Puoi vivere senza uno stipendio? No.Puoi avere casa senza mezzi? No.Puoi mangiare senzo soldi? No.Ora, chi decide se puoi avere uno stipendio? Chi è che controlla i mezzi? Chi controlla il flusso del denaro?Risposta: non tu.Frasi ad effetto vuote e ingenue non possono cambiare la realtà: siamo stati resi schiavi e non possiamo affrancarci da questa condizione.
          • krane scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: krane

            Noi possiamo vivere senza padroni mentre i

            padroni non possono vivere senza di

            noi.
            Davvero?
            Puoi vivere senza uno stipendio? No.

            Puoi avere casa senza mezzi? No.

            Puoi mangiare senzo soldi? No.

            Ora, chi decide se puoi avere uno stipendio? Chi
            è che controlla i mezzi? Chi controlla il flusso
            del
            denaro?

            Risposta: non tu.

            Frasi ad effetto vuote e ingenue non possono
            cambiare la realtà: siamo stati resi schiavi e
            non possiamo affrancarci da questa
            condizione.Quindi secondo te le rivoluzioni non sono mai potute accadere ?O semplicemente per qualche misterioso motivo credi semplicemente che queste cose non possano succedere adesso perche' vivi tu ?
          • elio scrive:
            Re: 2 cose:
            guarda che se tu non vai a lavorare,mettendoti in sciopero... certo al "padrone" fai un grosso danno,ma ricordati che c'è sempre qualcuno che ha più bisogno di te e che prende il tuo posto...dopotutto è vero,lui ha bisogno di te,ma tu hai bisogno di lui,se vuoi metterti a lavorare in proprio ti rendi conto che ci vogliono soldi e che da solo non riesci a combinare molto,se ti associ con qualcuno questo cercherà sempre di "fregarti", se prendi dei dipendenti che ti costano più del doppio di quel che ricevono di stipendio,loro sono scontenti come lo sei tu adesso ma ti costano tanto,troppo,ci sono mesi in cui vai in pari,tu vivi per lavorare e loro arrivano belli tranquilli e rilassati il lunedi,dopo essersi goduti il week-end,alle 5 del pomeriggio schizzano via come dei fulmini... e tu devi fare quel che hanno lasciato a metà... prova tutto questo,poi mi dirai quale delle due parti è la meno scomoda...le rivoluzioni hanno sempre tolto un dittatore per metterne un'altro,spesso peggiore!se fosse semplice come la fai tu... non esisterebbe la fame nel mondo!la soluzione non c'è!quindi rimboccati le maniche e non ti lamentareson daccordo,tutte frasi vuote,solo utopia!
          • krane scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: elio
            guarda che se tu non vai a lavorare,mettendoti in
            sciopero... certo al "padrone" fai un grosso
            danno,ma ricordati che c'è sempre qualcuno che ha
            più bisogno di te e che prende il tuo posto...Questo solo finche' la maggioranza esplode, e' gia' accaduto tante volte in passato; non vedo perche' non dovrebbe accadere in futuro.
            dopotutto è vero,lui ha bisogno di te,ma tu hai
            bisogno di lui,se vuoi metterti a lavorare in
            proprio ti rendi conto che ci vogliono soldi e
            che da solo non riesci a combinare molto,se ti
            associ con qualcuno questo cercherà sempre di
            "fregarti", se prendi dei dipendenti che ti
            costano più del doppio di quel che ricevono di
            stipendio,loro sono scontenti come lo sei tu
            adesso ma ti costano tanto,troppo,ci sono mesi in
            cui vai in pari,tu vivi per lavorare e loro
            arrivano belli tranquilli e rilassati il
            lunedi,dopo essersi goduti il week-end,alle 5 del
            pomeriggio schizzano via come dei fulmini... e tu
            devi fare quel che hanno lasciato a metà...
            prova tutto questo,poi mi dirai quale delle due
            parti è la meno scomoda...
            le rivoluzioni hanno sempre tolto un dittatore
            per metterne un'altro,spesso peggiore!se fosse
            semplice come la fai tu... non esisterebbe la
            fame nel mondo!Quando l'ho messa semplice ? Ho solo detto che e' gia' accaduto in passato, la sociologia e la psicologia di massa studiano questi eventi ed i percorsi che li portano.
            la soluzione non c'è!quindi rimboccati le maniche
            e non ti lamentareUn sacco di gente lo dice di un evento prima che questo accada.
            son daccordo,tutte frasi vuote,solo utopia!Si, come lo erano "libertè egalitè fraternitè" prima della rivoluzione francese.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 giugno 2009 20.50-----------------------------------------------------------
          • pippo75 scrive:
            Re: 2 cose:

            Quindi secondo te le rivoluzioni non sono mai
            potute accadere
            ?una rivoluzione per scaricare canzoni e programmi a scrocco?d'accordo, poi tutti quelli che hanno scaricato windows+office l'hanno preso originale ( o sono passati ad ubuntu ).Salvo poi piagnucolare quando arriva l'articolo di Cubasia a dire che chi sviluppa è pagato poco.
          • krane scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: pippo75

            Quindi secondo te le rivoluzioni non sono mai

            potute accadere ?
            una rivoluzione per scaricare canzoni e programmi
            a scrocco ?Genericamente la pressione sociale, e' infleenzata da migliaia di elementi, se la pentola a pressione esplode e' un guaio per una minoranza di solito.
            d'accordo, poi tutti quelli che hanno scaricato
            windows+office l'hanno preso originale ( o sono
            passati ad ubuntu ).
            Salvo poi piagnucolare quando arriva l'articolo
            di Cubasia a dire che chi sviluppa è pagato poco.Anche essere pagati poco influenza la pressione sociale ovviamente.
          • Get Real scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: krane
            Quindi secondo te le rivoluzioni non sono mai
            potute accadere
            ?Le rivoluzioni storicamente accadono perché una classe abbastanza potente riesce a manovrare la popolazione allo scopo di ottenere il potere per se. Fatto questo si autoproclama "amica del popolo" mentre di fatto lo sfrutta. La Rivoluzione Francese è stata voluta dalla Borghesia, e attuata dalla popolazione che ne ha subito le conseguenze.Allo stato attuale delle cose, le classi con il potere e le capacità per sovvertire l'ordine costituito e rimpiazzarlo con uno di loro gradimento non hanno interesse a farlo perchè É GIÀ COSì.
            O semplicemente per qualche misterioso motivo
            credi semplicemente che queste cose non possano
            succedere adesso perche' vivi tu
            ?No, perchè i tempi sono cambiati. Ammesso che la popolazione veramente volesse ribellarsi, come potrebbe farlo? Un tempo le forze fedeli all'ordine costituito avevano armi da taglio e moschetti, e la popolazione aveva armi da taglio e moschetti. Ora le forze leali all'ordine dispongono di armi potenti e, presto, anche non-letali come i fasci di microonde, così scomparirà ogni remora ad usarle.La popolazione, invece, è disarmata per legge e non ha alcuna chance. Inoltre, mentre un tempo i capi della rivolta avrebbero potuto darsi alla macchia ora la tecno-sorveglianza lo rende impossibile. Presto non esisterà un solo centimetro quadrato non sorvegliato dallo Stato o da enti privati interessati a mantenere le cose esattamente come sono.Quante rivolte sono andate a segno nell'ex-URSS? Quante in Cina? Nessuna. Il futuro è una scarpa firmata che calpesta un volto umano, per sempre.
          • krane scrive:
            Re: 2 cose:
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: krane

            Quindi secondo te le rivoluzioni non sono mai

            potute accadere ?
            Le rivoluzioni storicamente accadono perché una
            classe abbastanza potente riesce a manovrare la
            popolazione allo scopo di ottenere il potere per
            se. Fatto questo si autoproclama "amica del
            popolo" mentre di fatto lo sfrutta. La
            Rivoluzione Francese è stata voluta dalla
            Borghesia, e attuata dalla popolazione che ne ha
            subito le conseguenze.Quindi non essendoci piu' interessata la borghesia siamo tutti tranquilli ?
            Allo stato attuale delle cose, le classi con il
            potere e le capacità per sovvertire l'ordine
            costituito e rimpiazzarlo con uno di loro
            gradimento non hanno interesse a farlo perchè É
            GIÀ COSì.Se ne sei sicuro tu...

            O semplicemente per qualche misterioso motivo

            credi semplicemente che queste cose non possano

            succedere adesso perche' vivi tu ?
            No, perchè i tempi sono cambiati. Ammesso che la
            popolazione veramente volesse ribellarsi, come
            potrebbe farlo? Un tempo le forze fedeli
            all'ordine costituito avevano armi da taglio e
            moschetti, e la popolazione aveva armi da taglio
            e moschetti. Ora le forze leali all'ordine
            dispongono di armi potenti e, presto, anche
            non-letali come i fasci di microonde, così
            scomparirà ogni remora ad usarle.E' interessante allora che sia stato di recente costituito un gruppo interforze contro le infiltrazioni nelle forze dell'ordine, militari e servizi; dici che volevano solo buttare un po' di soldi e non c'e' nessun pericolo ?
            La popolazione, invece, è disarmata per legge e
            non ha alcuna chance. Inoltre, mentre un tempo i
            capi della rivolta avrebbero potuto darsi alla
            macchia ora la tecno-sorveglianza lo rende
            impossibile. Presto non esisterà un solo
            centimetro quadrato non sorvegliato dallo Stato o
            da enti privati interessati a mantenere le cose
            esattamente come sono.
            Quante rivolte sono andate a segno nell'ex-URSS?
            Quante in Cina? Nessuna. Il futuro è una scarpa
            firmata che calpesta un volto umano, per sempre.Quanta sicurezza e quanto conosci bene i giorni che verranno...Non so se trovarla un'idea consolante o desolante
          • Draikan scrive:
            Re: 2 cose:
            Discorso interessante. Personalmente ritengo che siamo ancora lontani sa una rivoluzione, intesa alla francese. Per avere un evento di questa portata bisogna considerare che l'interconnessione globale ha alzato il livello necessario come la maggior sorveglianza, parallelamente rimane il fatto che di base le rivoluzioni si fanno per una sola ragione: fame. Non mi sembra ci siano tutti questi morti di fame nei paesi occidentali, diverso è se parliamo dell'africa ma li ci sono rivoluzioni tutti i giorni.Se invece ci puntiamo solo sull'economia è evidente che l'attuale modello di sviluppo stà raggiungendo i suoi limiti, alcuni settori prima altri dopo. Di fatto si può vedere lo sviluppo della logica di condivisione come un nuovo modello di mercato che stà prendendo piede nel settore delle informazioni e dei contenuti digitali (insieme a opensorce e altro). Dall'altro lato è evidente che anche un minimo sviluppo di ampie popolazioni del pianeta, Cina in testa, passa per una ridefinizione del paradigma consumista semplicemente perchè le risorse non sono sufficienti.In ultima analisi però ritengo che comunque il sistema economico di libero mercato, con le sue varianti europee statunitensi e giapponesi, abbia dimostrato un discreto grado di adattamento. In fondo anche la crisi attuale è una delle avvisaglie della necessità di adattamento, importante ma non certo il crollo; bisognerà vedere come si comporteranno governi ed economia nei prossimi 30-50 anni. L'acqua è solo calda non ancora in ebollizione.
          • 01234 scrive:
            Re: 2 cose:
            ROTFL(anche se in realtà se prendiamo questa visione e la diluiamo, è la realtà)
          • 01234 scrive:
            Re: 2 cose:
            trolloncio', che ne dici 'na volta tanto di rispondere a tono? tanto ormai s'è capito come la pensi in generale :-)la verità è che sì, gli ISP hanno macchine potentissime, ma se MOLTI utenti cifrano temo che anche loro avrebbero delle difficoltà ad analizzare tutto...
          • elio scrive:
            Re: 2 cose:
            si ma a loro non interressa beccarli (o beccarci) tutti... gli basta beccarne alcuni,possibilmente molti,farli pagare anche per tutti quelli che non hanno beccato pubblicando sui giornali e telegiornali multe record (che tanto non verranno mai pagate)
  • maxrainato scrive:
    tonitru...che?
    Tonitruanti ...tonitruanti ...Perdonate l'ignoranza ma si poteva usare un termine meno aulico?
    • Sono Io scrive:
      Re: tonitru...che?
      perche "aulico" e' meglio ????
      • maxrainato scrive:
        Re: tonitru...che?
        Infatti, era per rendere l'idea. Almeno Aulico in 40 anni l'ho sentito una ventina di volte, tonitruanti se lo sento alla radio lo scambio per il nome di una persona.. :o) Sarà parente d toni ficcanti, chettidevo diì.
    • Davidino scrive:
      Re: tonitru...che?
      Tonitruanti tonitruanti tonitruanti tonitruanti ... per fare i gargarismi va bene.KrrrrrSput!Bon! Adesso mi infilo il pigiamino e poi vado a dormire cercando di conciliare il sonno pensando alla mia fatina Gaia.[img]http://c.punto-informatico.it/l/community/avatar/d9109bfdfb57afd5a20cc008820a49d0/Avatar.jpg[/img] :$
Chiudi i commenti