LG GSA-4167B Super Multi

L'ultimo masterizzatore LG, per gestire tutti i tipi di media


LG sforna l’ennesimo masterizzatore con compatibilità Super Multi, e anche in questo caso si tratta di uno dei prodotti più completi attualmente presenti sul mercato. Con velocità di scrittura pari a 16x per supporti a strato singolo DVD+R/-R, 8x per supporti riscrivibili DVD+RW e 6x per i DVD-RW, compatibilità per i poco noti DVD-RAM con possibilità di scrittura fino a 5x e rispettivamente 6x e 4x per i supporti a doppio strato di tipo DVD+R Double Layer e DVD-R Dual Layer, il nuovo drive LG si pone tra i masterizzatori più veloci.

Il masterizzatore è disponibile nelle tre colorazioni avorio, argento e nero. Il frontalino è nel solito stile LG, con i loghi DVD Alliance in evidenza ed un solo led verde per segnalare sia l’attività di lettura che di scrittura.

All’interno della confezione retail è presente, oltre al drive e alla cavetteria per il montaggio, un cd contenente la suite Nero 6 in versione OEM ed un ulteriore cd contenente i software PowerDVD PowerProducer Gold da Cyberlink, Nero Express ed il plugin per la scrittura a pacchetti InCD ed Acrobat Reader, necessario per la lettura del manuale. Quest’ultimo è presente infatti solo in versione elettronica, seppur si presenti poi piuttosto curato.

Test e conclusioni
Uno dei più noti siti che si occupano di supporti ottici e masterizzatori, CDFreaks , ha recensito il drive GSA-4167B Super Multi in versione Retail. Dai test per verificare le caratteristiche è possibile vedere che il drive supporta tutti i media in scrittura (a parte ovviamente i Blue Ray Disk), e soprattutto permette di rilevare errori di tipo C2 dalla superficie dei CD o DVD. Caratteristica che ne fa idealmente un buon prodotto per l’estrazione dell’audio digitale, anche se poi è da valutare anche la velocità di estrazione.

In fase di lettura il drive si è comportato egregiamente, anche se ha dimostrato le reali velocità, e non le generiche “16x maximum” dichiarate dal produttore per tutti i supporti di tipo DVD.

Il masterizzatore ha esibito ottime velocità di scrittura, che sovrastano senza problemi quelle rilevate con drive Sony DRU-810A, NEC ND-3540A e Plextor PX-716A. Si parla di 5 minuti e 31 secondi per completare la scrittura di un supporto completo di tipo DVD+R a strato singolo (4,7 GB di dati), 5 minuti e 33 per un media di tipo DVD-R, 7 minuti e 20 secondi per un riscrivibile di tipo DVD+RW e appena meno di 10 minuti (9 minuti e 59) per un supporto DVD-RW. La compatibilità con i supporti di produttori diversi è ottima, con tempi di masterizzazione che variano dai 6 minuti e 38 ai 5 minuti e mezzo per i media DVD+R, mentre per i DVD-R si parte dai 7 minuti e 55 per scendere fino a 5 minuti e 33 secondi.

Anche CDRLabs ha testato il drive in questione, dandone ottimi giudizi. Il prezzo di listino è di 44 dollari, un motivo in più per dare una chance a questo masterizzatore full-optional.

Giovanni Fedele <

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    gnome su slackware?
    ma non sarebbe meglio KDE su slackware?
    • wowbagger scrive:
      Re: gnome su slackware?
      - Scritto da: Anonimo
      ma non sarebbe meglio KDE su slackware?Perché?E' indifferente.
    • francescor82 scrive:
      Re: gnome su slackware?
      - Scritto da: Anonimo
      ma non sarebbe meglio KDE su slackware?In realtà Gnome su KDE è una delle caratteristiche di questa distro (una delle prime a fornire direttamente Gnome e non KDE).
      • Anonimo scrive:
        Re: gnome su slackware?
        Come detto da Francescor82 How-Tux nasce proprio per dare agli amanti di Slack la possibilita' di avere Gnome come Desktop Environment di default, anziche' KDE...Fabio Viola
    • TADsince1995 scrive:
      Re: gnome su slackware?
      - Scritto da: Anonimo
      ma non sarebbe meglio KDE su slackware?Il maintainer di Slackware, Patrick Volkerding, ha deciso di togliere Gnome dalla sua distribuzione in quanto afferma che la manutenzione di gnome sia più lenta e difficoltosa che quella dell'intera distribuzione. Così ha deciso di lasciare KDE.Meno male che esiste sempre il modo di installare Gnome con facilità, Dropline per Slackware, Freerock per Slamd64.E' una sua scelta, ma nessuno vieta a chi fa una derivata di Slackware di mettere Gnome come desktop di default! ;) TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: gnome su slackware?
      - Scritto da:
      ma non sarebbe meglio KDE su slackware?Certo che sì. Gnome è un errore in sé e per sé, indipendentemente da dove lo installi.
  • Anonimo scrive:
    Linux per tutti: ci devo credere ?
    Se è davvero un linux per tutti dovrebbe risolvere questi punti:Si riesce utilizzando LA SOLA interfaccia grafica a configurare TUTTO il sistema SENZA passare dalla shell ? Visto che dubito che gnome ci riesca da solo hanno provveduto i due programmatori ad aggiungere fior di tools grafici in grado di configurare tutto tutto tutto ?Se si vuole installare/configurare/rimuovere un programma ci sono fior di programmi grafici che aiutano a tal scopo senza passare dalla shell ?Idem per la gestione di tutte le periferiche ?E per finire: il filesystem è riformato in maniera che un utente normale (senza manie da sistemista masochista) possa comprenderlo senza impazzire ?Se sono stati rispettati questi punti allora per linux c'è ancora una speranza di inserirsi tra gli utenti home
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
      - Scritto da: Anonimo
      Se è davvero un linux per tutti dovrebbe
      risolvere questi punti:

      Si riesce utilizzando LA SOLA interfaccia grafica
      a configurare TUTTO il sistema SENZA passare
      dalla shell ? Visto che dubito che gnome ci
      riesca da solo hanno provveduto i due
      programmatori ad aggiungere fior di tools grafici
      in grado di configurare tutto tutto tutto ?Dipende cosa intendi per configurare tutto il sistema... Se intendi metterlo in grado di funzionare alla meno peggio allora può essere. Se invece intendi configurarlo al meglio allora ne dubito...Ma neppure Windows lo si configura al meglio con qualche colpo di click...
      Se si vuole installare/configurare/rimuovere un
      programma ci sono fior di programmi grafici che
      aiutano a tal scopo senza passare dalla shell ?Da una vita...
      Idem per la gestione di tutte le periferiche ?Se una periferica funziona solo grazie ad un driver proprietario perchè il produttore non ne divulga le specifiche, e se questo driver per l'installazione richiede un ballo di maccarena in tuta da sci e scarponi in mezzo ad una piazza non te la puoi prendere con Linux...
      E per finire: il filesystem è riformato in
      maniera che un utente normale (senza manie da
      sistemista masochista) possa comprenderlo senza
      impazzire ?Perchè gli utenti normali cosa capiscono del filesystem di Windows ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
        - Scritto da: Anonimo
        Ma neppure Windows lo si configura al meglio con
        qualche colpo di click...
        Qualche colpo di click più un paio. L'uso del prompt per configurare windows è pure e semplice follia: non ce n'è bisogno. Il prompt esiste proprio per pochi e limitati casi.

        Se si vuole installare/configurare/rimuovere un

        programma ci sono fior di programmi grafici che

        aiutano a tal scopo senza passare dalla shell ?

        Da una vita... Se ti riferisci a synaptic è un passo avanti ma ancora largamente insufficiente
        Se una periferica funziona solo grazie ad un
        driver proprietario perchè il produttore non ne
        divulga le specifiche, e se questo driver per
        l'installazione richiede un ballo di maccarena in
        tuta da sci e scarponi in mezzo ad una piazza non
        te la puoi prendere con Linux...
        Non è una questione di trovare i driver ma di come si gestisce tutto l'hardware. Se sotto windows voglio gestire l'hardware con 4 click arrivo dove voglio con linux posso cominciare a navigare in etc previa maxi sfogliata di un po' di guide ed how to. Non è proprio la stessa cosa.
        Perchè gli utenti normali cosa capiscono del
        filesystem di Windows ?
        A livello psicologico già la semplice differenza di essere "chiusi" in una cartella mentre il sistema è sparso è qualcosa di devastante. La consapevolezza che un programma quando si installa si sparpaglia secondo una logica molte volte oscura (esempio: se /sbin è la cartella con i programmi di root perchè ne esiste un'altra sotto /usr/ ? root non è un utente qualunque però possiede di fatto due cartelle analoghe: questo è dispersivo) e non si dispone in un'unica e (teoricamente) controllabile cartella è anche peggio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Ma neppure Windows lo si configura al meglio con

          qualche colpo di click...
          Qualche colpo di click più un paio. L'uso del
          prompt per configurare windows è pure e semplice
          follia: non ce n'è bisogno. Il prompt esiste
          proprio per pochi e limitati casi.Anche con il promp di windows fai cose che non puoi fare con interfacce grafiche, ad esempio una gestione molto piu' avanzata degli utenti.


          Se si vuole installare/configurare/rimuovere


          un programma ci sono fior di programmi grafici


          che aiutano a tal scopo senza passare dalla shell


          ?

          Da una vita...
          Se ti riferisci a synaptic è un passo avanti ma
          ancora largamente insufficienteChe cos'ha di insufficente ?? (Premetto che non lo conosco, uso gentoo o slackware)

          Se una periferica funziona solo grazie ad un

          driver proprietario perchè il produttore non ne

          divulga le specifiche, e se questo driver per

          l'installazione richiede un ballo di maccarena

          in tuta da sci e scarponi in mezzo ad una piazza

          non te la puoi prendere con Linux...
          Non è una questione di trovare i driver ma di
          come si gestisce tutto l'hardware. Se sotto
          windows voglio gestire l'hardware con 4 click
          arrivo dove voglio con linux posso cominciare a
          navigare in etc previa maxi sfogliata di un po'
          di guide ed how to. Non è proprio la stessa cosa.Questo e' causa dei produttori hardware, sai come si installano i driver della Nvidia sotto linux ?? Ti scarichi l'eseguibile ci cliccki sopra e cliccki avanti finche' non ha finito.Se i produttori hardware non si uniformano al sistema di installazione standard o non forniscono ne' driver ne' specifiche... E' come voler installare una scheda video della Sun su un Pc con windows... Come faresti passando per i wizard ???

          Perchè gli utenti normali cosa capiscono del

          filesystem di Windows ?
          A livello psicologico già la semplice differenza
          di essere "chiusi" in una cartella mentre il
          sistema è sparso è qualcosa di devastante. La
          consapevolezza che un programma quando si
          installa si sparpaglia secondo una logica molte
          volte oscura (esempio: se /sbin è la cartella con
          i programmi di root perchè ne esiste un'altra
          sotto /usr/ ? root non è un utente qualunque però
          possiede di fatto due cartelle analoghe: questo è
          dispersivo) e non si dispone in un'unica e
          (teoricamente) controllabile cartella è anche
          peggio.Sono daccordo che windows nasconde meglio le cose, ma certo non e' piu' ordinato, basta guardare dentro alla dir di Windows e vedere quanti file spargono i programmi quando si installano.Anche a me piacerebbe che un linux appena installato fosse diviso in :/linux/home/tmpMa pultroppo linux risente dei pliestocenici standard Posisx.
          • wowbagger scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            ..........................
            Quindi dire che e' adatto a tutti e' quantomeno
            azzardato. Vero!Lo vado dicendo da anni.L'unica cosa che forse non viene detta abbastanza spesso è che nessun sistema, neppure Windows, è adatto a tutti. MS dichiara che lo è, ma è ovvio che l'oste ti dice che il suo vino è buono, anzi il migliore.In realtà Windows è difficile per l'utente novizio, ma per lo meno non deve installarselo da solo. Un lavoro in meno, se dovesse farlo, probabilmente rinuncerebbe.Il problema è che dovrà comunque farlo prima o poi, perché non passano tre mesi senza che: "ahhhh, ma qui bisogna riformattare tutto, eh!"In realtà "il sistema per tutti" è un concetto puramente teorico. In questo senso comunque Linux ci si avvicina di più, perché tra le tante varietà di distro è più facile che uno trovi qualcosa di più adatto alle proprie esigenze. Windows esiste in un solo "flavour", praticamente: è ovvio che non può accontentare tutti. E' come se la Fiat Panda venisse venduta solo con motore 1000, solo bianca, solo con cambio automatico.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            In realtà "il sistema per tutti" è un concetto
            puramente teorico.
            In questo senso comunque Linux ci si avvicina di
            più, perché tra le tante varietà di distro è più
            facile che uno trovi qualcosa di più adatto alle
            proprie esigenze. Windows esiste in un solo
            "flavour", praticamente: è ovvio che non può
            accontentare tutti. E' come se la Fiat Panda
            venisse venduta solo con motore 1000, solo
            bianca, solo con cambio automatico.Questo mi fa pensare che tu di windows non abbia mai letto un manuale (come del resto la stragrande maggioranza di quelli che lo usano, e dei linuxari) ... la differenza tra windows e linux e' che il primo effettivamente puoi usarlo tranquillamente senza leggerti mai un manuale, il secondo no non importa quanto facile sia la distribuzione, appena si devia un pochino dal preinstallato, ci muori dietro. Un nuovo dispositivo e' sempre un'incognita, un cambiamento alla configurazione un terno al lotto.
          • francescor82 scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Questo mi fa pensare che tu di windows non abbia
            mai letto un manuale[CUT]
            la differenza tra windows e
            linux e' che il primo effettivamente puoi usarlo
            tranquillamente senza leggerti mai un manualeBeh, se non è necessario, perchè dici che l'autore del post sopra non ha mai letto un manuale? Stai facendo confusione, mi sa. :) Comunque se vuoi continuare sulla tua strada, fai pure. Solo non stare lì a criticare chi lavora ed offre un prodotto libero, nella maggior parte dei casi gratuito, ed usabilissimo, a prescindere da quello che tu pensi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: francescor82

            Questo mi fa pensare che tu di windows non abbia

            mai letto un manuale
            [CUT]

            la differenza tra windows e

            linux e' che il primo effettivamente puoi usarlo

            tranquillamente senza leggerti mai un manuale

            Beh, se non è necessario, perchè dici che
            l'autore del post sopra non ha mai letto un
            manuale? Stai facendo confusione, mi sa. :) Proprio perche' non e' necessario, mi sa che la confusione la stai facendo tu. Non necessario = puo' non leggerlo.
            Comunque se vuoi continuare sulla tua strada, fai
            pure. Solo non stare lì a criticare chi lavora ed
            offre un prodotto libero, nella maggior parte dei
            casi gratuito, ed usabilissimo, a prescindere da
            quello che tu pensi.Certo mi chiedo perche' se e' usabilissimo continuino a uscire distro (ubuntu per ultima) che parlano di linux for human beings...
          • francescor82 scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Proprio perche' non e' necessario, mi sa che la
            confusione la stai facendo tu. Non necessario =
            puo' non leggerlo. http://punto-informatico.it/forum/poc.asp?tfid=1&fid=10Fatti un giro qui, e guarda quanta gente non legge i manuali ma è comunque qui a chiedere aiuto. Che ipocrisia.Ah, e ovviamente quello è solo uno dei tanti link che ti posso dare. E non uscirtene con i forum per Linux: all'utente medio, Linux è sconosciuto anche di nome, quindi un minimo di aiuto lo vorrai dare, no? Ma se Windows è così semplice, perchè vengono a chiedere aiuto?==================================Modificato dall'autore il 19/12/2005 15.36.28
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            vorrai dare, no? Ma se Windows è così semplice,
            perchè vengono a chiedere aiuto?339 thread? Ti sembra un numero degno di nota che oltretutto va depurato da tutti quelli che chiedono aiuto su cose che vanno oltre windows (tipo configurare router o wi-fi) ... non trovi molti messaggi di gente che dice "non mi va il mouse" oppure "non mi vede la scheda ethernet" ... mentre se vado sul forum di ubuntu (perche' mai non dovrei tirarli fuori, chi sta sul forum non e' un utente normale e' uno fico che sa cos'e' linux) la musica cambia un po'...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            vorrai dare, no? Ma se Windows è così

            semplice, perchè vengono a chiedere aiuto?
            339 thread? Ti sembra un numero degno di
            nota che oltretutto va depurato da tutti quelli
            che chiedono aiuto su cose che vanno oltre
            windows (tipo configurare router o wi-fi) ...
            non trovi molti messaggi di gente che dice
            "non mi va il mouse" oppure "non mi vede
            la scheda ethernet"Quando reinstalli un XP su un portatile la scheda ethernet non viene quasi mai rilevata, bisogna scaricare i driver del produttore; quindi avere un computer funzionante o averci pensato prima.Ma quante su quante macchine hai installato windows tu ??? 1 ?
            ... mentre se vado sul forum di ubuntu (perche'
            mai non dovrei tirarli fuori, chi sta sul forum
            non e' un utente normale e' uno fico che sa
            cos'e' linux) la musica cambia un po'...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Quando reinstalli un XP su un portatile la scheda
            ethernet non viene quasi mai rilevata, bisogna
            scaricare i driver del produttore; quindi avere
            un computer funzionante o averci pensato prima.E' una boiata. I chipset per schede di rete sono 3 e XP li supporta tutti, al massimo non avrai qualche settaggio particolare ma la scheda ti funziona. Se mi parli di schede PCMCIA particolari puo' darsi che ci siano dei problemi ma con le schede integrate windows parte sempre. Del resto anche linux ha ben pochi problemi con le ethernet integrate ... paradossalmente e' piu' facile far funzionare la rete del mouse. Cmq i driver te li danno assieme al portatile... per windows ovviamente.
            Ma quante su quante macchine hai installato
            windows tu ??? 1 ?Piu' di te evidentemente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            Quando reinstalli un XP su un portatile la

            scheda ethernet non viene quasi mai

            rilevata, bisogna scaricare i driver del

            produttore; quindi avere un computer

            funzionante o averci pensato prima.
            E' una boiata. I chipset per schede di rete
            sono 3 e XP li supporta tutti, al massimo
            non avrai qualche settaggio particolare ma
            la scheda ti funziona. Se mi parli di schede
            PCMCIA particolari puo' darsi che ci siano
            dei problemi ma con le schede integrate
            windows parte sempre.Io installo diversi computer alla settimana, tra cui vari portatili, posso dirti che le schede di rete dei portatili non vengono quasi mai riconosciute, ovvio che non posso partire da un CD di ripristino ma installo un CD di windows standard.Da come parli si direbbe che hai sempre e solo reinstallato utilizzando i CD di ripristino comprensivi di driver della macchina.
            Del resto anche linux ha ben pochi problemi
            con le ethernet integrate ... paradossalmente
            e' piu' facile far funzionare la rete del mouse. Infatti mai avuto problemi con le schede di rete con linux, al contrario di XP.
            Cmq i driver te li danno assieme al portatile...
            per windows ovviamente. Ha ecco... Cosi' e' facile, vedi che non hai capito quello che sto dicendo...Quando arrivano da me il CD dei drive e' scparito da un po' :(

            Ma quante su quante macchine hai installato

            windows tu ??? 1 ?
            Piu' di te evidentemente. Con i cd dei driver a fianco dici che XP li comprende ... Bravo :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Io installo diversi computer alla settimana, tra
            cui vari portatili, posso dirti che le schede di
            rete dei portatili non vengono quasi mai
            riconosciute, ovvio che non posso partire da un
            CD di ripristino ma installo un CD di windows
            standard.Marca e modello?
            Da come parli si direbbe che hai sempre e solo
            reinstallato utilizzando i CD di ripristino
            comprensivi di driver della macchina.Che di solito e' quello che si fa... installi il portatile con il CD che ti viene fornito.
            Infatti mai avuto problemi con le schede di rete
            con linux, al contrario di XP.Boom... ci vorrebbe la X del moderatore.
            Con i cd dei driver a fianco dici che XP li
            comprende ... Bravo :DVedi sopra, marca e modello di un portatile per cui XP non ti ha riconosciuto la scheda di rete.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            Io installo diversi computer alla settimana, tra

            cui vari portatili, posso dirti che le schede di

            rete dei portatili non vengono quasi mai

            riconosciute, ovvio che non posso partire da un

            CD di ripristino ma installo un CD di windows

            standard.
            Marca e modello? Azz, dovevo leggerti prima... Ti rospondero' con precisione domani dall'ufficio.

            Da come parli si direbbe che hai sempre e solo

            reinstallato utilizzando i CD di ripristino

            comprensivi di driver della macchina.
            Che di solito e' quello che si fa... installi il
            portatile con il CD che ti viene fornito. Ma non si stava parlando di quelli interni a windows ?

            Infatti mai avuto problemi con le schede di rete

            con linux, al contrario di XP.
            Boom... ci vorrebbe la X del moderatore. Marca e modello delle schede che ti hanno dato problemi con linux ?

            Con i cd dei driver a fianco dici che XP li

            comprende ... Bravo :D
            Vedi sopra, marca e modello di un portatile per
            cui XP non ti ha riconosciuto la scheda di rete.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Marca e modello delle schede che ti hanno dato
            problemi con linux ?ma avrà avuto un winmodem e non conosce la differenzae poi usava anche un winmodem come mouse, per questo non gli funzionava (in un post dice che funziona, in un altro dice che non va... è schizofrenico)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            Marca e modello delle schede che ti hanno dato

            problemi con linux ?
            ma avrà avuto un winmodem e non conosce la
            differenza
            e poi usava anche un winmodem come mouse, per
            questo non gli funzionava (in un post dice che
            funziona, in un altro dice che non va... è
            schizofrenico)O piu' probabilmente e' solo un (troll) :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?



            Infatti mai avuto problemi con le schede di
            rete


            con linux, al contrario di XP.

            Boom... ci vorrebbe la X del moderatore.

            Marca e modello delle schede che ti hanno dato
            problemi con linux ?digicom PCI10/100 su slackware 8 ad esempio non mi ha mai funzionato. Digicom palladio pcmcia, tutt'ora non funziona. Vallo a sapere che cosa bisogna settare... questa sotto windows almeno chiede i driver.
          • wowbagger scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimotico.

            Questo mi fa pensare che tu di windows non abbia
            mai letto un manuale (come del resto la
            stragrande maggioranza di quelli che lo usano, e
            dei linuxari) ... Ad ogni modo, che c'è scritto di bello nel manuale?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: wowbagger

            - Scritto da: Anonimo
            tico.



            Questo mi fa pensare che tu di windows non abbia

            mai letto un manuale (come del resto la

            stragrande maggioranza di quelli che lo usano, e

            dei linuxari) ...

            Ad ogni modo, che c'è scritto di bello nel
            manuale?How-to seguito da quello che ti interessa fare...
          • wowbagger scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: wowbagger



            Ad ogni modo, che c'è scritto di bello nel

            manuale?

            How-to seguito da quello che ti interessa fare...
            No, mi riferivo al manuale o manuali di Windows che secondo quello di prima io non ho letto, perché se l'avessi letto, pare, capirei che non è vero che Linux esce in varie distribuzioni diverse mentre di Windows esce una sola versione alla volta (o due con differenze risibili).Ero curioso di sapere quale sia la rivelazione che non ho avuto, tutto qua.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Ma neppure Windows lo si configura al meglio con

          qualche colpo di click...



          Qualche colpo di click più un paio. L'uso del
          prompt per configurare windows è pure e semplice
          follia: non ce n'è bisogno. Il prompt esiste
          proprio per pochi e limitati casi.Io mica parlavo della shell, che fra il resto quella di Windows fa schifo... Non sai quante volte mi sono ritrovato a dover ravanare con il Regedit...


          Se si vuole installare/configurare/rimuovere
          un


          programma ci sono fior di programmi grafici
          che


          aiutano a tal scopo senza passare dalla shell
          ?



          Da una vita...

          Se ti riferisci a synaptic è un passo avanti ma
          ancora largamente insufficienteA parte il fatto che non è il solo, ma se per te un programma che ti permette di ricercare un applicativo e poi, in maniera del tutto automatica, scaricarlo da internet, installarlo, configurarlo, fare lo stesso per tutte le eventuali dipendenze, disinstallarlo TOTALMENTE, se non ti piace oppure mantenerlo aggiornato se invece ti interessa, vuol dire che è largamente insufficiente allora spiegami cosa dovrebbe fare in più. Comunque se trovi qualche cosa di lontanamente paragonabile in Windows fammi un fischio...

          Se una periferica funziona solo grazie ad un

          driver proprietario perchè il produttore non ne

          divulga le specifiche, e se questo driver per

          l'installazione richiede un ballo di maccarena
          in

          tuta da sci e scarponi in mezzo ad una piazza
          non

          te la puoi prendere con Linux...



          Non è una questione di trovare i driver ma di
          come si gestisce tutto l'hardware. Se sotto
          windows voglio gestire l'hardware con 4 click
          arrivo dove voglio con linux posso cominciare a
          navigare in etc previa maxi sfogliata di un po'
          di guide ed how to. Non è proprio la stessa cosa.Appunto. Non è questione di driver ma di capire quello che si legge. Non è il tuo caso e quindi passiamo oltre...

          Perchè gli utenti normali cosa capiscono del

          filesystem di Windows ?



          A livello psicologico già la semplice differenza
          di essere "chiusi" in una cartella mentre il
          sistema è sparso è qualcosa di devastante. LaIo trovo molto più devastante il marmocchio di 6 anni che va a ravanare a spasso dell'HD dove il padre tiene importanti documenti di lavoro... ma non sono uno psicologo infantile e quindi non posso neppure pensare ai gravi traumi infantili che possono sorgere quando il comando per spianare la directory radice restituisce un messaggio di errore...
          consapevolezza che un programma quando si
          installa si sparpaglia secondo una logica molte
          volte oscura (esempio: se /sbin è la cartella con
          i programmi di root perchè ne esiste un'altra
          sotto /usr/ ? root non è un utente qualunque però
          possiede di fatto due cartelle analoghe: questo è
          dispersivo) e non si dispone in un'unica e
          (teoricamente) controllabile cartella è anche
          peggio.Già... allora già che ci sei spiegami perchè sotto Windows alcuni programmi sono in c:winnt, altri in c:winntsystem32, altri in c:programmi, altri in c:program files, altri magari in directory pensate per altre localizzazioni e altri ancora sparsi per la c: ...Senza contare la configurazione dei medesimi, che a volte è in un file contenuto nella stessa direcory del programma, a volte è un file in una non meglio precisata directory della home dell'utente, a volte in un file nella directory destinata alle configurazioni di tutti gli utenti e a volte nel registro di configurazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: [dimenticavo]
            - Scritto da: Anonimo
            ...

            consapevolezza che un programma quando si

            installa si sparpaglia secondo una logica molte

            volte oscura (esempio: se /sbin è la cartella
            con

            i programmi di root perchè ne esiste un'altra

            sotto /usr/ ? root non è un utente qualunque
            però

            possiede di fatto due cartelle analoghe: questo
            è

            dispersivo) e non si dispone in un'unica e

            (teoricamente) controllabile cartella è anche

            peggio.Dimenticavo...Esiste un motivo ben preciso per i quale alcuni programmi non li trovi in sottodirectory della /usr (per la precisione la /usr/bin e la /usr/sbin) ma direttamente in sottodirectory della / (cioè /bin e /sbin). Ma ovviamente (e non ne faccio una colpa...) chi ha sempre utilizzato Windows difficilmente arriverà ad intuirlo da solo... Detto in altri termini, se non si capisce l'utilità di una cosa non è detto che la tal cosa sia inutile, più semplicemente può essere che si è ignoranti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
        - Scritto da: Anonimo


        E per finire: il filesystem è riformato in

        maniera che un utente normale (senza manie da

        sistemista masochista) possa comprenderlo senza

        impazzire ?

        Perchè gli utenti normali cosa capiscono del
        filesystem di Windows ?
        Credo si riferisse agli astrusi nomi per le directory/cartelle.In Windows è semplice: c'è una cartella 'Documents and Settings' che contiene i documenti e le impostazioni personali degli utenti, una cartella 'Program Files' che contiene i programmi e una cartella 'Windows' che contiene il sistema operativo. I nomi delle cartelle rispecchiano i contenuti.In linux, tutte le directory presenti appena installato il sistema operativo (e non sono poche) hanno nomi di tre lettere, ovvero abbreviazioni ai limiti dell'illeggibile di scritte che forse per esteso sarebbero molto più comprensibili.Personalmente ho ancora difficoltà a capire cosa contenga ciascuna delle directory, il che certamente non mi facilità l'apprendimento di Linux.Lieutenant
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo




          E per finire: il filesystem è riformato in


          maniera che un utente normale (senza manie da


          sistemista masochista) possa comprenderlo


          senza impazzire ?



          Perchè gli utenti normali cosa capiscono del

          filesystem di Windows ?

          Credo si riferisse agli astrusi nomi per le
          directory/cartelle.

          In Windows è semplice: c'è una cartella
          'Documents and Settings' che contiene i documenti
          e le impostazioni personali degli utenti, una
          cartella 'Program Files' che contiene i programmi
          e una cartella 'Windows' che contiene il sistema
          operativo. I nomi delle cartelle rispecchiano i
          contenuti.Ti sei scordato di dire che molti programmi installano una caterba di file anche sotto windowssystem32, che molti programmi non hanno come installazione standard programminomeprogramma ma programminomesoftwarehousenomeprogramma, che molte parti di un programma si trovano sotto programmi"file comuni".Questo solo per i file del programma.Passando alla configurazione di un programma alcune informazioni sono nel registro, altre sono in file sotto la cartella di installazione, altri sono dentro la cartella "documents and settingsnomeutentedati applicazioni" .Comunque la maggior parte degli utenti non va mai in giro per le cartelle. Moltissime volte viene solo usata la cartella documenti sul dekstop e basta e la comprensione di come è strutturato un filesystem non dovrebbe importare ad un utente normale.
          In linux, tutte le directory presenti appena
          installato il sistema operativo (e non sono
          poche) hanno nomi di tre lettere, ovvero
          abbreviazioni ai limiti dell'illeggibile di
          scritte che forse per esteso sarebbero molto più
          comprensibili.Hai ragione, ma cosa cambia per un utente normale?Cosa importa ad un utente normale di andare a leggere sotto /usr/share/programma?I suoti file li metterà, come fa in windows, nella sua cartella documenti presente nel desktop.
          Personalmente ho ancora difficoltà a capire cosa
          contenga ciascuna delle directory, il che
          certamente non mi facilità l'apprendimento di
          Linux.Eccoti una guida:http://www.tldp.org/LDP/Linux-Filesystem-Hierarchy/html/
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
        - Scritto da:

        - Scritto da: Anonimo

        Se è davvero un linux per tutti dovrebbe

        risolvere questi punti:



        Si riesce utilizzando LA SOLA interfaccia
        grafica

        a configurare TUTTO il sistema SENZA passare

        dalla shell ? Visto che dubito che gnome ci

        riesca da solo hanno provveduto i due

        programmatori ad aggiungere fior di tools
        grafici

        in grado di configurare tutto tutto tutto ?

        Dipende cosa intendi per configurare tutto il
        sistema... Se intendi metterlo in grado di
        funzionare alla meno peggio allora può essere. Se
        invece intendi configurarlo al meglio allora ne
        dubito...

        Ma neppure Windows lo si configura al meglio con
        qualche colpo di
        click...


        Se si vuole installare/configurare/rimuovere un

        programma ci sono fior di programmi grafici che

        aiutano a tal scopo senza passare dalla shell ?

        Da una vita...


        Idem per la gestione di tutte le periferiche ?

        Se una periferica funziona solo grazie ad un
        driver proprietario perchè il produttore non ne
        divulga le specifiche, e se questo driver per
        l'installazione richiede un ballo di maccarena in
        tuta da sci e scarponi in mezzo ad una piazza non
        te la puoi prendere con
        Linux...


        E per finire: il filesystem è riformato in

        maniera che un utente normale (senza manie da

        sistemista masochista) possa comprenderlo senza

        impazzire ?

        Perchè gli utenti normali cosa capiscono del
        filesystem di Windows
        ?
        QUOTAZZO!
    • frog scrive:
      Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
      - Scritto da: Anonimo
      E per finire: il filesystem è riformato in
      maniera che un utente normale (senza manie da
      sistemista masochista) possa comprenderlo senza
      impazzire ?Si chiama abitudine, per me tutte le volte che devo pacioccare win e' una pena.
    • wowbagger scrive:
      Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
      - Scritto da: Anonimo
      Se è davvero un linux per tutti dovrebbe
      risolvere questi punti:

      Si riesce utilizzando LA SOLA interfaccia grafica
      a configurare TUTTO il sistema SENZA passare
      dalla shell ? Visto che dubito che gnome ci
      riesca da solo hanno provveduto i due
      programmatori ad aggiungere fior di tools grafici
      in grado di configurare tutto tutto tutto ?

      Se si vuole installare/configurare/rimuovere un
      programma ci sono fior di programmi grafici che
      aiutano a tal scopo senza passare dalla shell ?

      Idem per la gestione di tutte le periferiche ?

      E per finire: il filesystem è riformato in
      maniera che un utente normale (senza manie da
      sistemista masochista) possa comprenderlo senza
      impazzire ?




      Se sono stati rispettati questi punti allora per
      linux c'è ancora una speranza di inserirsi tra
      gli utenti homeAllora, la risposta IMHO è: non devi crederci, Linux non è per tutti, e non lo sarà mai.Se sei un utente Win, rassegnati: Linux non sarà mai uguale a Windows, quindi non usarlo e non abbandonare Windows. Se Windows ti piace, se sei disposto a imparare vita morte e miracoli su virus, spyware, malware vario, e aggiornarti costantemente su ogni uscita di nuovo software anti quello e anti quell'altro, mentre trovi pesante dover studiare almeno un poco un sistema diverso, allora tieniti stretto Windows. Se a te Windows sembra facile, mentre ti sembra che il filesystem in Linux sia difficile, che sia difficile installare e disinstallare applicazioni, se non ti sembra una buona idea dover usare la linea di comando, allora ragione di più per non passare a Linux e tenerti Windows.Dico questo per motivi egoistici: intanto a me Linux piace com'è, non vorrei mai che per colpa di utenti che pretendono di mantenere la mentalità da utente Win ed usare un sistema uguale a Win senza pagare licenze (o senza dover piratare), non vorrei, dicevo, ritrovarmi un domani con un Linux banalizzato e monco, senza linea di comando, con un "filesystem riformato" e chissà che altra amenità.Inoltre, finché win resta in maggioranza, vermi virus e trojan se li becca lui, te li tieni te, ed io sono più contento.In sintesi: Linux NON è per tutti, ed è meglio così.==================================Modificato dall'autore il 16/12/2005 10.53.01
      • francescor82 scrive:
        Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

        Allora, la risposta IMHO è: non devi crederci,
        Linux non è per tutti, e non lo sarà mai.
        Se sei un utente Win, rassegnati: Linux non sarà
        mai uguale a Windows, quindi non usarlo e non
        abbandonare Windows. Sante parole!!!Quoto tutto il post!
        • bischero scrive:
          Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
          - Scritto da: francescor82

          Allora, la risposta IMHO è: non devi crederci,

          Linux non è per tutti, e non lo sarà mai.

          Se sei un utente Win, rassegnati: Linux non sarà

          mai uguale a Windows, quindi non usarlo e non

          abbandonare Windows.

          Sante parole!!!
          Quoto tutto il post!Quando?
          • francescor82 scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: bischero

            - Scritto da: francescor82


            Allora, la risposta IMHO è: non devi crederci,


            Linux non è per tutti, e non lo sarà mai.


            Se sei un utente Win, rassegnati: Linux non
            sarà


            mai uguale a Windows, quindi non usarlo e non


            abbandonare Windows.



            Sante parole!!!

            Quoto tutto il post!

            Quando?La data e l'ora ci sono, che domande. :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
          - Scritto da: francescor82

          Allora, la risposta IMHO è: non devi crederci,

          Linux non è per tutti, e non lo sarà mai.

          Se sei un utente Win, rassegnati: Linux non sarà

          mai uguale a Windows, quindi non usarlo e non

          abbandonare Windows.

          Sante parole!!!
          Quoto tutto il post!Ma allora perche' ci devono spappolare i marroni con linux days e linux installation fest, con distro per tutti e piu' linux per tutti... statevene nel vostro ghetto di slashdot e basta.
          • francescor82 scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            Complimenti per la tolleranza. Io mi chiedo perchè ci devono dare fastidio con le pubblicità di Windows XP, ma statevene nel vostro getto di Redmond.Sei liberissimo di non leggere le notizie sull'Install Fest, se non ti interessano. Sei liberissimo di ignorare le notizie su nuove distro, se non ti interessano. Ti senti anche libero di criticare a priori qualcosa che non ti interessa?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: francescor82
            Complimenti per la tolleranza. Io mi chiedo
            perchè ci devono dare fastidio con le pubblicità
            di Windows XP, ma statevene nel vostro getto di
            Redmond.
            Sei liberissimo di non leggere le notizie
            sull'Install Fest, se non ti interessano. Sei
            liberissimo di ignorare le notizie su nuove
            distro, se non ti interessano. Ti senti anche
            libero di criticare a priori qualcosa che non ti
            interessa?Chi ha detto che non mi interessa... io linux a casa l'ho installato con tutti i suoi problemi perche' tutto sommato fa quello che mi serve, windows lo farebbe meglio e con meno sforzo ma ne approfitto per imparare qualcosa di nuovo... ci metto una settimana a installare il mouse va bene, tanto in TV non c'e' mai niente la sera.Critico pero' chi viene qui a dire che linux e' semplice, adatto a tutti, che tante distro sono una espressione di liberta', che windows fa schifo, che linux e' la soluzione ai mali del mondo e cosi' via...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            Chi ha detto che non mi interessa... io linux a
            casa l'ho installato con tutti i suoi problemi
            perche' tutto sommato fa quello che mi serve,
            windows lo farebbe meglio e con meno sforzo ma ne
            approfitto per imparare qualcosa di nuovo...
            ci metto una settimana a installare il mouse va
            bene,Va bene? Io avrei seri dubbi sulle mie capacità :D .
            Critico pero' chi viene qui a dire che linux e'
            semplice, adatto a tutti,La Mandriva a la Suse sono a prova di incapace.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?


            Critico pero' chi viene qui a dire che linux e'

            semplice, adatto a tutti,

            La Mandriva a la Suse sono a prova di incapace.
            L'installer di Suse sul mio portatile si pianta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo


            Critico pero' chi viene qui a dire che linux
            e'


            semplice, adatto a tutti,



            La Mandriva a la Suse sono a prova di incapace.



            L'installer di Suse sul mio portatile si pianta.E a me si pianta Windows, e siamo pari
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            Evidentemente windows non e' a prova di incapace... - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Critico pero' chi viene qui a dire che linux

            e'



            semplice, adatto a tutti,





            La Mandriva a la Suse sono a prova di
            incapace.






            L'installer di Suse sul mio portatile si pianta.

            E a me si pianta Windows, e siamo pari
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            Evidentemente windows non e' a prova di
            incapace... Neanche Suse a Mandriva, con te non funzionano.

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Critico pero' chi viene qui a dire che
            linux


            e'




            semplice, adatto a tutti,







            La Mandriva a la Suse sono a prova di

            incapace.









            L'installer di Suse sul mio portatile si
            pianta.



            E a me si pianta Windows, e siamo pari
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            Evidentemente windows non e' a prova di
            incapace... strano, qualcuno diceva che qualsiasi utente lo poteva usare
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Evidentemente windows non e' a prova di

            incapace...

            strano, qualcuno diceva che qualsiasi utente lo
            poteva usareUtente... non linuxaro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            Evidentemente windows non e' a prova di


            incapace...



            strano, qualcuno diceva che qualsiasi utente lo

            poteva usare

            Utente... non linuxaro. cioè? un linuxaro è meno capace? che strano, credevo che i linuxari avessero risolto i problemi che incontravano con linux, mentre i winzozzari continuassero ad avere problemi
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            cioè? un linuxaro è meno capace? che strano,
            credevo che i linuxari avessero risolto i
            problemi che incontravano con linux, mentre i
            winzozzari continuassero ad avere problemiIl problema di un linuxaro e' linux... lo risolve, e torna normale, solo dopo un po' di purgatorio e almeno 5 distro diverse.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo


            cioè? un linuxaro è meno capace? che strano,

            credevo che i linuxari avessero risolto i

            problemi che incontravano con linux, mentre i

            winzozzari continuassero ad avere problemi

            Il problema di un linuxaro e' linux... lo
            risolve, e torna normale, solo dopo un po' di
            purgatorio e almeno 5 distro diverse.
            il problema di un winzozzaro è winzozz, e non c'è speranza che possa cambiare.ma aspetta, con vista avranno ben 7 edizioni diverse! anche loro potranno vagabondare alla ricerca dell'edizione perduta
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            il problema di un winzozzaro è winzozz, e non c'è
            speranza che possa cambiare.
            ma aspetta, con vista avranno ben 7 edizioni
            diverse! anche loro potranno vagabondare alla
            ricerca dell'edizione perdutaCosi' si sentiranno tanto linuxari anche loro, una volta rese incompatibili tra loro le 7 versioni finalmente windows potra' fare concorrenza a linux come sistema operativo per nerd.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo


            il problema di un winzozzaro è winzozz, e non
            c'è

            speranza che possa cambiare.

            ma aspetta, con vista avranno ben 7 edizioni

            diverse! anche loro potranno vagabondare alla

            ricerca dell'edizione perduta

            Cosi' si sentiranno tanto linuxari anche loro,
            una volta rese incompatibili tra loro le 7
            versioni finalmente windows potra' fare
            concorrenza a linux come sistema operativo per
            nerd. sbagli, linux è per nerd, ma winzozz e' per... beh, sostituisci la n con la m
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: francescor82

            Complimenti per la tolleranza. Io mi chiedo

            perchè ci devono dare fastidio con le

            pubblicità di Windows XP, ma statevene

            nel vostro getto di Redmond.

            Sei liberissimo di non leggere le notizie

            sull'Install Fest, se non ti interessano. Sei

            liberissimo di ignorare le notizie su nuove

            distro, se non ti interessano. Ti senti anche

            libero di criticare a priori qualcosa che non

            ti interessa?
            Chi ha detto che non mi interessa... io linux a
            casa l'ho installato con tutti i suoi problemi
            perche' tutto sommato fa quello che mi serve,
            windows lo farebbe meglio e con meno sforzo
            ma ne approfitto per imparare qualcosa di
            nuovo... ci metto una settimana a installare il
            mouse va bene, tanto in TV non c'e' mai
            niente la sera.The hai problemi :|
            Critico pero' chi viene qui a dire che linux e'
            semplice, adatto a tutti, che tante distro sono
            una espressione di liberta', che windows fa
            schifo, che linux e' la soluzione ai mali del
            mondo e cosi' via...Io critico gli utenti windows, che manco sono capaci ad installare windows e pretendono di diventare sistemisti linux.Ma se non sai installarti un SO, fattelo installare da quacluno che e' capace, poi mi vieni a parlare di uso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            The hai problemi :| The? Si parlava proprio di problemi con la tastiera.
            Io critico gli utenti windows, che manco sono
            capaci ad installare windows e pretendono di
            diventare sistemisti linux.Agli utenti windows non puo' fregare di meno di diventare sistemisti linux, non gliene puo' fregare di meno di linux per la verita'. Sentono parlare di linux solo ed esclusivamente quando gente con problemi alla tastiera gli consiglia di seguire la loro strada...
            Ma se non sai installarti un SO, fattelo
            installare da quacluno che e' capace, poi mi
            vieni a
            parlare di uso.Installare un software non e' usarlo. Quando lo capirete sarete a meta' strada per diventare persone normali...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Agli utenti windows non puo' fregare di meno di
            diventare sistemisti linux, non gliene puo'
            fregare di meno di linux per la verita'.Agli utenti windows importa solo stare qui a trollare. Se non ti interessa di Linux, non postare, no? O non hai niente di meglio da fare?
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

        piratare), non vorrei, dicevo, ritrovarmi un
        domani con un Linux banalizzato e monco, senza
        linea di comando, con un "filesystem riformato" e
        chissà che altra amenità.Basterebbe poter impostare una modalità "base" ed una "avanzata" con tutti i controlli sbloccati.Non è che ci voglia molto arrivarci...
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

          Basterebbe poter impostare una modalità "base" ed
          una "avanzata" con tutti i controlli sbloccati.
          Non è che ci voglia molto arrivarci...Controlli? Che controlli?Se intendi i permessi, ti ricordo che li ha anche NTFS
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Controlli? Che controlli?
            Se intendi i permessi, ti ricordo che li ha anche
            NTFSNon i permessi ma la possibilità di gestire il sistema così come lo si può fare adesso, oppure in modalità "winzoz" ovvero, molto limitata ma facile, con auto impostazioni, ecc. per utenti entry-level.Faccio un banalissimo esempio.All'utente entry-level per esempio non hli frega nulla poter modificare i premessi dei files, eliminiamo questa features (presente però nell'impostazione del sistema in modalità avanzata).
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Faccio un banalissimo esempio.
            All'utente entry-level per esempio non hli frega
            nulla poter modificare i premessi dei files,
            eliminiamo questa features (presente però
            nell'impostazione del sistema in modalità
            avanzata).Sì, così basta chiamare un file .exe e diventa automaticamente eseguibile... Ma vai, vai!
        • wowbagger scrive:
          Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
          - Scritto da: Anonimo

          Basterebbe poter impostare una modalità "base" ed
          una "avanzata" con tutti i controlli sbloccati.
          Non è che ci voglia molto arrivarci...Basterebbe aver voglia di imparare quattro cosette che già di per sé non sono così complicate.Complicato, invece, è capire cosa sarebbero questi "controlli" che nella "modalità avanzata" sarebbero "sbloccati", e in quella "base", invece "bloccati".Stiamo parlando di sistemi operativi?
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Complicato, invece, è capire cosa sarebbero
            questi "controlli" che nella "modalità avanzata"
            sarebbero "sbloccati", e in quella "base", invece
            "bloccati".Penso intenda dire che la versione o distribuzione base sarebbe preconfigurata nascondendo i tool di configurazione di cui disporrebbe la versione avanzata.
          • francescor82 scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Penso intenda dire che la versione o
            distribuzione base sarebbe preconfigurata
            nascondendo i tool di configurazione di cui
            disporrebbe la versione avanzata.Mah, già allo stato attuale molte distribuzioni permettono un'installazione "comune" ed una "expert", e quella comune in genere chiede veramente poco.
          • wowbagger scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: francescor82

            Penso intenda dire che la versione o

            distribuzione base sarebbe preconfigurata

            nascondendo i tool di configurazione di cui

            disporrebbe la versione avanzata.

            Mah, già allo stato attuale molte distribuzioni
            permettono un'installazione "comune" ed una
            "expert", e quella comune in genere chiede
            veramente poco.Può essere.D'altra parte, se ha una buona idea e dice che "non ci vuole tanto ad arrivarci", può fare la sua distribuzione e via.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            D'altra parte, se ha una buona idea e dice che
            "non ci vuole tanto ad arrivarci", può fare la
            sua distribuzione e via.Tra arrivare ad un'idea e realizzarla passa un po' di strada.
          • wowbagger scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            Tra arrivare ad un'idea e realizzarla passa un
            po' di strada.L'idea era sua, mica mia.A me il sistema funziona e piace così com'è:)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            Windows non potete neppure biasimarla, in fondo
            Windows è nato ben 15 anni fà mentre linux si può
            dire che è appena arrivato, o almeno, come lo
            conosciamo ora.Linux è nato nel 1992, dopo Win3.x ma prima di Win95. E comunque pensato per essere compatibile POSIX e con Unix un sistema operativo che ha dato prova di potenza e versatilità fin dal 1970.
            Insomma, voglio dire, vediamo di avere un po' di
            elasticità mentale da entrambe le parti per
            favore.Elasticità mentale per fare cosa?L'informatica è una scienza non è una disciplina ginnica e neppure un gioco di società. Linux ne rispetta i canoni più importanti.Win ne maschera le inevitabili difficoltà e la natura tecnica, per cercare di vendere informatica a persone che non ne vogliono sapere di impararne almeno le basi.Questo sta creando dei gravi problemi, creando quelle aberrazioni provenienti dall'aver messo in mano uno strumento così potente in mano a degli incapaci, phishing, virus, malware, truffe, spam, ecc.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Linux è nato nel 1992, dopo Win3.x ma prima di
            Win95. Guarda che Linux non ha avuto alcuna interfaccia grafica fino a pochissimi anni fa, o quantomeno, fino a pochissimi anni fa non era assolutamente usabile e non esistevano procedure guidate per l'installazione.Apposta ho fatto riferimnto al linux di ora perchè prima, l'unico paragone era quello al DOS o al CP/M!
            Elasticità mentale per fare cosa?
            L'informatica è una scienza non è una disciplina
            ginnica e neppure un gioco di società.Ma che dici ???
            Win ne maschera le inevitabili difficoltà e la
            natura tecnica, per cercare di vendere
            informatica a persone che non ne vogliono sapere
            di impararne almeno le basi.E bravo! Se non l'hai ancora capito è questo che richiede la massa, se vuoi che Linux si espanda sui desktop devi creare una distribuzione che rispetti questi criteri per poi potersi trasformare all'occorrenza, tramite un'impostazione avanzata (una spunta, chiamala come ti pare) il linux che conosci te.
            Questo sta creando dei gravi problemi, creando
            quelle aberrazioni provenienti dall'aver messo in
            mano uno strumento così potente in mano a degli
            incapaci, phishing, virus, malware, truffe, spam,
            ecc.Hai capito tutto dalla vita tu...
          • wowbagger scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            Guarda che Linux non ha avuto alcuna interfaccia
            grafica fino a pochissimi anni fa, o quantomeno,
            fino a pochissimi anni fa non era assolutamente
            usabile e non esistevano procedure guidate per
            l'installazione.
            Apposta ho fatto riferimnto al linux di ora
            perchè prima, l'unico paragone era quello al DOS
            o al CP/M!
            ......................Mi dispiace, quello che dici non ha senso.Credo che ci sia qualche malinteso. Gli Unix esistevano quando ancora billgheits era un pupetto, e Linux ha una storia sua, particolare, che non ha niente a che fare con quella dei prodotti commerciali. Ma comunque sia, che importanza ha?
            E bravo! Se non l'hai ancora capito è questo che
            richiede la massa, Parlo per me, naturalmente: ma chissenefrega di quello che vuole la massa? Se faccio un prodotto commerciale lo faccio come vuole la massa, se la massa vuole calci in bocca gli dò calci in bocca. Oh, mi rovinerò le scarpe, ma devo vendere per campare.Se il prodotto non è commerciale, rispondera ad altre logiche, no? E comunque sia, non è detto che i prodotti debbano per forza essere per la massa: non ti aspetterai che tutti gli scrittori del mondo buttino al cesso la letteratura per scrivere testi pornografici, l'unica cosa che piace alla massa, no?Ancora: gli utenti Windows capiscono Windows, vogliono Windows, si tengono Windows o qualunque cosa MS deciderà di spacciare loro: dietro adeguata campagna propagandistica, crederanno sempre di avere in mano il top dei top. Per me, Linux non dovrebbe cercare neanche per sbaglio di accapparrarsi questo genere di utenza: serve a chi deve far soldi, ma in un ambito in cui ad essere determinanti non sono i soldi ma idee come Open Source e robe così, utenza del genere è meglio tenerla fuori.==================================Modificato dall'autore il 17/12/2005 12.33.34
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Parlo per me, naturalmente: ma chissenefrega di
            quello che vuole la massa? Se faccio un prodotto
            commerciale lo faccio come vuole la massa, se la
            massa vuole calci in bocca gli dò calci in bocca.
            Oh, mi rovinerò le scarpe, ma devo vendere per
            campare.Ok visto che la logica di linux e dei suoi utenti è di non mischiarsi alla massa plebea allora tutti gli utenti di linux sono calorosamente invitati a non commentare più news dove risulta che la penetrazione di linux tra gli utenti home non aumenta a favore di windows.Visto che Winz e linux sono due mondi separati con storie separate che non vogliono mischiarsi tra di loro (uno perchè ci rimetterebbe il suo cavallo di battaglia: la semplicità e l'altro per puro campanilismo) NON VOGLIO PIU' LEGGERE TROLLATE PARANOICHE dove si dà la colpa della scarsa penetrazione tra gli utenti home a win x utonti, a microsoft monopolista ed a ballmer/bill gatto e volte del panorama informatico.Prima di cercare lo sporco ed i problemi in casa d'altri guardatevi il vostro che oramai ci siete seduti sopra. :@
          • wowbagger scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            Ok visto che la logica di linux e dei suoi utenti
            è di non mischiarsi alla massa plebea allora
            tutti gli utenti di linux sono calorosamente
            invitati a non commentare più news dove risulta
            che la penetrazione di linux tra gli utenti home
            non aumenta a favore di windows.
            Gli utenti Linux partecipano a loro piacere ai forum nei modi che ritengono più opportuni: non ho parlato a nome loro ma a titolo personale.A me personalmente non interessa molto se Linux penetra o meno il mercato home: non ne faccio un discorso commerciale, per me sarebbe più importante che sia il discorso sull'Open Source, quello, chiamiamolo "ideologico", a prendere piede. Il prodotto in sé non ha importanza: potrebbe anche piacermi un Windows Open Source, per dire, non faccio di Linux un feticcio. Gli altri utenti Linux la pensano ovviamente a modo loro, e quando hanno tempo e voglia si esprimeranno nonostante il tuo anatema. Se gli utenti Win provano fastidio a sentirsi chiamare "massa ignorante" o "utonti", potrebbero cominciare, per motivi di buon gusto, a smettere di criticare gente che fa un lavoro volontario per dare loro un sistema operativo alternativo. Se non ti piace il regalo non prenderlo e dici "no grazie"; mi sembra fuori luogo invece criticare chi il regalo te lo fa.
            Visto che Winz e linux sono due mondi separati
            con storie separate che non vogliono mischiarsi
            tra di loro (uno perchè ci rimetterebbe il suo
            cavallo di battaglia: la semplicità e l'altro per
            puro campanilismo) NON VOGLIO PIU' LEGGERE
            TROLLATE PARANOICHE dove si dà la colpa della
            scarsa penetrazione tra gli utenti home a win x
            utonti, a microsoft monopolista ed a ballmer/bill
            gatto e volte del panorama informatico.
            La colpa della scarsa penetrazione tra gli utenti home di Linux è dovuta a MS monopolista e ad una sua propaganda sporca che ha portato il mercato informatico ad essere una anomalia ridicola.In qualunque altro ambito commerciale, un prodotto offerto gratuitamente in alternativa ad uno a pagamento attirerebbe file di utenti, anche se il prodotto avesse caratteristiche inferiori. Un prodotto, peraltro, che rappresenta certi valori di libertà e di libera circolazione delle idee dovrebbe avere un qualche impatto sui ggiovani idealisti, ma a quanto pare gli utenti Windows si ricordano degli "ideali di libertà" solo quando si parla di attacchi delle major al P2P. Bella scenetta, penosa veramente. Tutti paladini della libertà di parola quando si vedono minacciato il pornazzo gratuito.
            Prima di cercare lo sporco ed i problemi in casa
            d'altri guardatevi il vostro che oramai ci siete
            seduti sopra. :@Lo sporco in casa Windows lo posso criticare a volontà perché Windows lo pago, come tutti. Parte delle mie tasse se ne va in licenze MS per le pubbliche amministrazioni, parte del mio lavoro consiste nel mettere a posto macchine infette o bloccate a causa di quel sistema che ho pagato, e spesso se torno a casa più tardi è perché quel sistema che ho pagato funziona male, e se non ho un aiuto per metterle a posto è perché i soldi che potrebbero servire ad assumere una decina di persone se ne vanno in licenze.Quindi, critico quanto mi pare.==================================Modificato dall'autore il 17/12/2005 13.11.33
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            Ecco bravo parla per te, che io mi riferisco alla situazione generale.Ogni volta e dico OGNI (non ne scappa una) una che si parla di windows o di un confronto di preferenza degli utenti home ci scappano sempre i soliti post dove ci si rifiuta categoricamente di constatare che linux non è un os per gli utenti comuni (e non bastano tutti i kde e gnome di sto mondo a cambiarne il concetto). Sembra che tutti i problemi di linux siano colpa di microsoft quando invece è linux stesso (o meglio i suoi utenti) a non volersi adattare a quello che la gente comune cerca: un os semplice e potente. Ma cosa credi ? Che se non ci fossero più windows e microsoft che la gente accorrerebbe in massa a farsi un pinguino ? Piuttosto spendono 1000 euro in più di un pc normale e si comprano un mac, ci sono fior di bilanci e studi sociali che confermano questo: piuttosto che imparare si spende di più !L'unica maniera che ha attualmente linux di conquistare posizioni tra gli utenti home è di chiuderli in una stanza, impedendo loro di vedere altrove ed obbligarli a studiarlo. Guarda caso quello che fa microsoft adesso ma allora tanto vale: salta una dittatura per metterne un'altra.Quindi non voglio più leggere post fogna dove si scaricano tutte le colpe ed i limiti del pinguino su microsoft piuttosto invito questa gente che si crede tanto geniale perchè ha imparato la "filosofia di apt-get " ed ha tempo da perdere a digitare sciocchezze (che agli occhi della gente produttiva hanno nomi ben peggiori) di scrivere tante belle righe di codice e rendere linux più vicino alle necessità dell'utente comune rendendolo utilizzabile senza dover più prendere in considerazione "guide pratiche" da 500 pagine. Quando avranno creato un os veramente vicino all'utente comune e non solo al sistemista allora saranno anche autorizzati a lamentarsi di microsoft e del suo monopolio prima no !
          • wowbagger scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            Ecco bravo parla per te, che io mi riferisco alla
            situazione generale.
            Ogni volta e dico OGNI (non ne scappa una) una
            che si parla di windows o di un confronto di
            preferenza degli utenti home ci scappano sempre i
            soliti post dove ci si rifiuta categoricamente di
            constatare che linux non è un os per gli utenti
            comuni (e non bastano tutti i kde e gnome di sto
            mondo a cambiarne il concetto). Sembra che tuttiAllora, provo a spiegarlo: linux È un sistema per utenti comuni. Per molti versi è più semplice di Windows, MA gli utenti on lo sanno.L'utente comune va in negozio, compra il suo PC, lo porta a casa con Windows già installato. Non sa che esistono alternative, e non gli interessa comunque.Dopo aver imparato a fatica quattro rudimenti di uso del sistema e essersi fatto dare una mano a configurare la posta elettronica dal vicino di casa smanettone "che se ne intende", il PC lo tiene lì. Non passerà mai a Linux e neanche a nessun altro sistema perché già imparare Windows è stato traumatico. Ti piaccia o meno, questa è la realtà: inutile che ti riempia la bocca con uscite da linguaggio aziendale come "l'utente vuole un sistema così" o "la gente sceglie un sistema colì". La gente non sceglie, trova installato volente o nlente, e comunque non sa di avere alternative. Quello ha, quello si tiene: se fosse stato Linux ad essere obbligatorio, terrebbe Linux e non passerebbe a Windows.
            i problemi di linux siano colpa di microsoft
            quando invece è linux stesso (o meglio i suoi
            utenti) a non volersi adattare a quello che la
            gente comune cerca: un os semplice e potente.
            Ma cosa credi ? Che se non ci fossero più windows
            e microsoft che la gente accorrerebbe in massa a
            farsi un pinguino ? Piuttosto spendono 1000 euro
            in più di un pc normale e si comprano un mac, No, non sanno che esiste Mac. Xomprerebbero quello che trovano in negozio.Ma tu ci parli con la gente? Conosci qualche persona reale?
            sono fior di bilanci e studi sociali che
            confermano questo: piuttosto che imparare si
            spende di più !Parti sempre dall'idea che con Windows non ci sia niente da imparare e con Linux ci siano insormontabili difficoltà. Una credenza classica da utonto che non ha mai provato Linux se non per sentito dire.Installa da zero Win XP, con stampante, rete, scanner, office eccetera. Poi installa una Ubuntu, stesse funzionalità: fatti un confronto dei tempi e delle difficoltà che incontri, poi torna qui a discuterne. Fino ad allora, evita di dire banalità per sentito dire.
            L'unica maniera che ha attualmente linux di
            conquistare posizioni tra gli utenti home è di
            chiuderli in una stanza, impedendo loro di A mio avviso Linux non dovrebbe sentire il bisogno di conquistare posizioni tra gli utenti home: non ha nessuna possibilità di conquistarne, perché è un mercato completamente in mano a MS. È l'azienda ad orientare le scelte degli utenti, non viceversa. E se l'azienda MS dice che Linux è difficile, gli utenti ci credono, e vengono anche a dirlo in giro per i forum.
            altrove ed obbligarli a studiarlo. Guarda caso
            quello che fa microsoft adesso ma allora tanto
            vale: salta una dittatura per metterne un'altra.
            Ma che dittatura? Ma chi ti ha obbligato a comperare un computer?
            Quindi non voglio più leggere post fogna dove si
            scaricano tutte le colpe ed i limiti del pinguino
            su microsoft piuttosto invito questa gente che Per quanto riguiarda le cose che tu non vuoi leggere, è semplice: non leggerle. Anch'io non vorrei leggere post fogna di winari che parlano di Linux senza saperne niente, ma le leggo lo stesso: è una sorta di studio sociale, è interessante vedere fino a che punto l'influenza di una azienda costringe gente, che in altri ambiti è intelligente e normale, a dire amenità senza senso.
            crede tanto geniale perchè ha imparato la
            "filosofia di apt-get " ed ha tempo da perdere a
            digitare sciocchezze (che agli occhi della gente
            produttiva hanno nomi ben peggiori) di scrivere
            tante belle righe di codice e rendere linux più
            vicino alle necessità dell'utente comune
            ................E daje con questo utente comune!L'utente comune è perso. È andato. È legato al primo sistema operativo che ha visto, non è in grado di cambiare e cambierà solo quando dovrà subirsi la nuova versione, obbligatoriamente installata sul prossimo PC che comprerà. Non c'è modo di fargli cambiare sistema. Non passerà a Linux, né a niente altro. Se anche gli venisse il dubbio di poter cambiare, si troverebbe davanti uno come te che gli spiega che Linux è tanto difficile, è roba per gente cattiva che si crede tanto geniale, che è impossibile da usare, non come Windows. E torneranno ad installare tre antivirus e quattro antispyware da far girare contemporaneamente, studiando complicati volumi da 500 pagine per capire come ripulire il registry dalle cazzate che ci finiscono dentro, e continueranno ad imparare in mezza giornata il nuovo sistema P2P, ché quello vale la pena imparare e Linux no. sempre convinti che Windows sia facile.Vuoi sentirti dire che l'utente Linux è un genio superiore? Non lo credo: ma per lo meno è uno che ha qualche interesse tecnico, qualche curiosità in ambito informatico. Generalmente non usa Linux in esclusiva, conosce anche Windows e spesso lo conosce meglio del famoso "utente comune". Il quale "utente comune" non sa, non gli interessa, non gliene frega niente, non si capisce neanche per cosa ha comperato il piccì.Ora: un'azienda ha bisogno per campare di accapparrarsi questo genere di utente, ma Linux non è un'azienda. A mio avviso non solo non ha bisogno di accapparrarselo, ma deve tenere gente così ben lontana. Tanto, la gente che per curiosità, per passione informatica o per adesione alle idee di sorgente aperto prova Linux arriverà comunque. Ci sarà poi chi professionalmente o per passione preferirà Linux, chi per gli stessi motivi preferirà Windows, chi preferisce altri sistemi ancora. Quello che tu chiami "utente normale" e che è semplicemente un consumatore da spennare, che se lo tenga pure MS.Perché sia chiaro: Linux È VERAMENTE il sistema operativo per la massa plebea: libero, open source, gratuito, configurabile per le esigenze più diverse, distribuito in distro di portata internazionale come in distro locali, o regionali.È Windows ad essere un sistema per l'elite. Solo che in questo caso è l'elite a rappresentare la maggioranza. Tu l'hai vista la pubblicità? La signorina che va in Cina, in Madagascar, in Australia, e da lì manda foto tramite il portatile a tutti gli amici del mondo? Quello è utente Windows, è elite. Io non ho né tempo né soldi per andare in giro per il mondo come quella là: non sono èlite, mi tocca tenere il mio PC autocostruito ed ilmio Linux.==================================Modificato dall'autore il 18/12/2005 13.32.15
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            Linux più semplice di windows ? Stai cercando un posto a zelig per caso ?Il mac non esiste perchè l'utente non sa che esiste ? Fatti un giretto a mediaworld e saturn i centri pro utonto per antonomasia italiani e vedi se non ci sono 2/3 mac sempre in bella mostra con tanto di inserviente dedicato mentre altrove in due devono gestirsi 10 file di scafali inseguiti da clienti inferociti.Poi che storia è installa ubuntu e sai usare linux. Prendi il famoso utente al quale hai rifilato ubuntu e digli di aggiornarsi qualcosa poi vedi quando sa usare linux. Fino a questo punto un utente che s'è preso un windoz pulito (notare la parola "pulito" niente distro incasinate con l'impossibile per ogni genere immaginabile) e s'è messo le cose da solo (rinotare che ad installare qualcosa sotto windoz non c'è necessità di tenere aperta una shell) saprà anche gestirsele. Voglio vedere lo stesso cosidetto utonto perso con ubuntu o una distro completa: la prima volta che ha un problema s'attacca.
          • francescor82 scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            Linux più semplice di windows ? Stai cercando un
            posto a zelig per caso ?

            Il mac non esiste perchè l'utente non sa che
            esiste ? Fatti un giretto a mediaworld e saturn i
            centri pro utonto per antonomasia italiani e vedi
            se non ci sono 2/3 mac sempre in bella mostra con
            tanto di inserviente dedicato mentre altrove in
            due devono gestirsi 10 file di scafali inseguiti
            da clienti inferociti.E che cosa fanno i clienti quando l'inserviente dice loro che i Mac non sono PC-compatibili? Quando scopriranno che tutti i programmi che usano normalmente non funzionano con un Mac? Tentano lo stesso oppure si affidano a quello che hanno usato (e passivamente) per tanto tempo?
            Poi che storia è installa ubuntu e sai usare
            linux. Prendi il famoso utente al quale hai
            rifilato ubuntu e digli di aggiornarsi qualcosa
            poi vedi quando sa usare linux.Gli dici che Synaptic è il programma per installare, cancellare e aggiornare programmi, e che nel tale menu c'è la voce per cercare i programmi in mezzo a quella lista.E che c'è il pulsante "Aggiornamento intelligente" se non vuoi neanche sapere cosa sta facendo Synaptic purchè lo faccia.
            Fino a questo
            punto un utente che s'è preso un windoz pulito
            (notare la parola "pulito" niente distro
            incasinate con l'impossibile per ogni genere
            immaginabile) e s'è messo le cose da solo
            (rinotare che ad installare qualcosa sotto windoz
            non c'è necessità di tenere aperta una shell)Vero, i virus passano anche da interfaccia grafica, purchè ci sia l'ingegneria sociale. Almeno si spera che chi installi Linux all'utente in questione gli spieghi le basi della sicurezza, visto che nessun tecnico che ti installa Windows lo fa.A proposito, hai notato il verbo che hai usato tu? "Un utente che s'è preso un windoz pulito"... L'ha preso, non l'ha installato lui. Ti fa pensare ad un atteggiamento passivo e non ad una scelta, o no?
            saprà anche gestirsele. Voglio vedere lo stesso
            cosidetto utonto perso con ubuntu o una distro
            completa: la prima volta che ha un problema
            s'attacca.La prima volta che l'utente ha un problema (con l'antivirus, con il firewall o con l'accesso a qualche cartella) si attacca lo stesso, oppure conosci utenti che da soli fanno miracoli con Windows?
          • wowbagger scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: francescor82

            Gli dici che Synaptic è il programma per
            installare, cancellare e aggiornare programmi, e
            che nel tale menu c'è la voce per cercare i
            programmi in mezzo a quella lista.
            E che c'è il pulsante "Aggiornamento
            intelligente" se non vuoi neanche sapere cosa sta
            facendo Synaptic purchè lo faccia.

            .................................Credo che siano cose che è praticamente inutile cercare di spiegare. Puoi spiegarlo e rispiegarlo più volte, ma non verrai capito. Dopo tre secondi che hai spiegato come funziona Synaptic, ti ritroverai di nuovo il fuoco di fila di frasi fatte del tipo "ma con linux devi ricompilare il kernel ma devi scrivere i drivere a mano in esadecimale ma devi usare la tastiera ma devi usare il mouse ma non è pronto per il desktop ma l'utente comune non ce la fa ma ci sono troppe distro ma ci sono troppe GUI ma è difficile da installare ma ..."e ad ogni ma ti rendi conto di avere a che fare con gente che sta ripetendo frasi fatte sentite da altri anni fa. E che non solo non ha mai provato Linux, ma non conosce un granché neanche Windows.
          • wowbagger scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            Linux più semplice di windows ? Stai cercando un
            posto a zelig per caso ?
            Non so, dimmi tu se gestire antivirus e antispyware, i loro aggiornamenti periodi, i loro messaggi di warning eccetera è semplice. O se credi che maneggiare il registry sià più semplice che gestire gli /etc/*.conf.
            Il mac non esiste perchè l'utente non sa che
            esiste ? Fatti un giretto a mediaworld e saturn i
            centri pro utonto per antonomasia italiani e vedi
            se non ci sono 2/3 mac sempre in bella mostra con
            tanto di inserviente dedicato mentre altrove in
            due devono gestirsi 10 file di scafali inseguiti
            da clienti inferociti.
            Non lo sa: che abbia visto il Mac in esposizione può essere, ma il fatto che i personal computer possano essere basati su architetture diverse e magari, a parità di architettura, avere sistemi operativi diversi, è una cognizione estranea a quello che tu chiami utente comune. La stessa idea di sistema operativo lo è.Lo ripeto: quello che gli passa uil venditore, quello compra, purché ce la faccia col portafogli. Se il venditore gli dà un Sun con Solaris a mile euro, si porta a casa quello. Salvo poi scoprire che non può far girare i crack passati dall'amico "che se ne intende" e riportarlo in negozio per prendere un PC con Windows.
            Poi che storia è installa ubuntu e sai usare
            linux. Prendi il famoso utente al quale hai
            rifilato ubuntu e digli di aggiornarsi qualcosa
            poi vedi quando sa usare linux. Fa un click su un'icona in alto a destra, si apre una finestra in cui inserisce una password, aspetta un minuto e si ritrova aggiornato tutto il software per il quale erano disponibili degli aggiornamenti.Sai che difficoltà. Per questo dico che utenti che non riescono neppure a fare questo è meglio che si tengano il loro Win e stiano contenti: sono puri acquirenti, non utenti. Utente è quello che usa qualcosa, chi non ha nessuna voglia di farlo ma vuole lo stesso il computer è solo una tasca da cui estrarre soldi.
            punto un utente che s'è preso un windoz pulito
            (notare la parola "pulito" niente distro
            incasinate con l'impossibile per ogni genere
            immaginabile) e s'è messo le cose da solo
            (rinotare che ad installare qualcosa sotto windoz
            non c'è necessità di tenere aperta una shell)Neanche sotto la maggior parte delle distro Linux.Ma cos'ha che non va, la shell, comunque? Ti dà fastidio usare la tastiera? Un mio collega, informatico, usa Windows e lo preferisce a Linux: ha i suoi motivi, e come professionista saranno di certo buoni motivi. Comunque usa in modo molto intenso la linea di comando, ed in effetti gli farebbe comodo una shell più efficente di quella di Win.
            saprà anche gestirsele. Voglio vedere lo stesso
            cosidetto utonto perso con ubuntu o una distro
            completa: la prima volta che ha un problema
            s'attacca.S'attacca e chiama il vicino di casa, l'amico, il parente chi capita, per farsi dare una mano, esattamente come fa l'utente Windows. La differenza sta nel fatto che l'utente Windows ha pagato una licenza, ed in cambio non ha ricevuto alcuna assistenza dalla casa. Un aneddoto, come aneddoto ha il valore che ha. Un mio amico con ditta ha deciso di prendere un PC. Non aveva assolutamente nessuna esperienza informatica. Gli ho venduto un mio PC di seconda mano, con Linux installato, per evitare licenze eccetera. Con mezza giornata di corso, era in grado di fare quel che doveva fare: scrivere e stampare fatture, controllare la posta, navigare in Rete. E' andato avanti così per due anni, poi ha comperato un PC nuovo, con Win installato. In poco tempo ha imparato a fare quello che faceva prima: scrivere e stampare fatture, controllare la posta, eccetera. Solo che con Linux andava avanti da sé: ogni giorno, accendendo la macchina, questa funzionava esattamente come il giorno prima. Non mi è mai capitato di dover andare a mettere a posto niente, dopo l'installazione. Con Windows non vanno così le cose: si è beccato un dialer, ogni tanto un software del menga gli cambia la home page di explorer, l'antivirus fornito all'acquisto richiede aggiornamenti che non si è capito bene come fare e come pagare, e comunque i virus se li ritrova lo stesso. Bella figata, il tuo sistema per tutti. A chi mette in conto i tempi di fermo macchina? E le spese telefoniche impreviste?Meglio Linux? Per certi utenti di certo sì, altri preferiscono Windows, altri Mac. Si parla sempre, comunque, di utenti che in qualche modo hanno avuto modo di confrontare e scegliere. Non è il caso dell'utente comune, che ha comprato e basta, e che se anche volesse provare Linux verrebbe sconsigliato da gente che gli dice che è troppo difficile. Visto che già Windows è difficile da gestire, l'idea di dover a che fare con roba ancora più difficile non li alletta.Ma il bello è che la questione non è rinunciare per sempre a Windows per passare definitivamente a Linux: uno può provare Linux gratuitamente e senza rinunciare a niente in dual boot sulla propria macchina. Può sempre continuare ad usare Windows ed imparare poco a poco ad usare Linux, o magari usarlo solo per certe cose tipo la navigazione in Rete, che con windows è un suicidio. Il fatto che la gente non prenda neanche gratis il prodotto Linux è un chiaro sintomo dell'anomalia di un mercato pilotato da un monopolista, che manipola non solo le vendite ma anche il buon senso. Immagina se nel mercato dell'automobile la gente non prendesse auto offerte gratis, magari come seconda auto o per riserva. Chi non lo farebbe sarebbe considerato stupido.Comunque, mettiamo che Linux sia troppo difficile per l'utente comune. E allora? facciamo tutte le bici con tre ruote perché la gente non ha voglia di imparare a stare in equilibrio con due?Certo che se ho un'azienda e voglio vendere alla massa le bici le faccio anche con sei ruote: non mi interessa della bontà del prodotto che faccio mi interessa venderlo. Ma Linux non è il prodotto di un'azienda: può essere che venga commercializzato da aziende che hanno interesse a renderlo più semplice, ma in linea di principio, secondo me, Linux va fatto come piace a chi lo sviluppa, il quale non deve niente a nessuno perché nessuno lo paga per farlo in un modo piuttosto che in un altro.Non ti piace? Nessuno ti obbliga, è un regalo che puoi accettare o meno. Se non lo accetti avrai buoni motivi, ma nessun buon motivo esiste per criticare, prendere in giro ed accusare di non meglio precisati sporchi comportamenti chi il regalo te lo fa. Esiste anche il buon gusto. E' incredibile che il mondo dell'informatica amatoriale sia degenerato al punto che ci sia gente che passa il tempo a criticare un sistema operativo che nessuno gli impone, che nessuno gli fa pagare, che non gli impone di rinunciare a nessun altro prodotto. Rimpiango i tempi del C64 e dello Spectrum: si facevano guerre sante, ma a farle era gente che sapeva almeno di cosa stava parlando. ==================================M
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Allora, provo a spiegarlo: linux È un sistema per
            utenti comuni. Per molti versi è più semplice di
            Windows, MA gli utenti on lo sanno.Questa E' una cavolata.
            L'utente comune va in negozio, compra il suo PC,
            lo porta a casa con Windows già installato. Non
            sa che esistono alternative, e non gli interessa
            comunque.L'utente NORMALE che prova a installare linux sul pc cancellando il windows pre-installato si trova una marea di problemi che con windows non aveva e dopo pochi minuti re-installa windows.
            Dopo aver imparato a fatica quattro rudimenti di
            uso del sistema e essersi fatto dare una mano a
            configurare la posta elettronica dal vicino di
            casa smanettone "che se ne intende", il PC lo
            tiene lì. Non passerà mai a Linux e neanche a
            nessun altro sistema perché già imparare Windows
            è stato traumatico.
            Ti piaccia o meno, questa è la realtà: inutile
            che ti riempia la bocca con uscite da linguaggio
            aziendale come "l'utente vuole un sistema così" o
            "la gente sceglie un sistema colì". La gente non
            sceglie, trova installato volente o nlente, e
            comunque non sa di avere alternative. Quello ha,
            quello si tiene: se fosse stato Linux ad essere
            obbligatorio, terrebbe Linux e non passerebbe a
            Windows.Quale studio psicologico porti a sostegno della tesi? Secondo te tutti gli utenti sono o a livello zero (si fanno configurare il sistema da un amico smanettone) o smanettone (che ovviamente preferisce linux) ...

            i problemi di linux siano colpa di microsoft

            quando invece è linux stesso (o meglio i suoi

            utenti) a non volersi adattare a quello che la

            gente comune cerca: un os semplice e potente.

            Ma cosa credi ? Che se non ci fossero più
            windows

            e microsoft che la gente accorrerebbe in massa a

            farsi un pinguino ? Piuttosto spendono 1000 euro

            in più di un pc normale e si comprano un mac,

            No, non sanno che esiste Mac. Xomprerebbero
            quello che trovano in negozio.Ma tu ci parli con
            la gente? Conosci qualche persona reale?Tu lo fai? Sai quanta gente ha buttato il mac perche' esasperata dai problemi di macosx?

            sono fior di bilanci e studi sociali che

            confermano questo: piuttosto che imparare si

            spende di più !

            Parti sempre dall'idea che con Windows non ci sia
            niente da imparare e con Linux ci siano
            insormontabili difficoltà. Una credenza classica
            da utonto che non ha mai provato Linux se non per
            sentito dire.Con windows puoi inserire il cd nel 99% delle macchine e avrai un sistema che fa tutto quello di cui hai bisogno senza neanche aprire il manuale.
            Installa da zero Win XP, con stampante, rete,
            scanner, office eccetera. Poi installa una
            Ubuntu, stesse funzionalità: fatti un confronto
            dei tempi e delle difficoltà che incontri, poi
            torna qui a discuterne. Fino ad allora, evita di
            dire banalità per sentito dire.Fatto... windows 0 problemi installazione da 40 minuti liscia come l'olio, ubuntu ... ricerca sul forum (questo gia presuppone un altro computer funzionante e connesso a internet) per trovare le giuste impostazioni solo per far partire l'installazione (che sul mio portatile si pianta) alla fine scopro che quelle giuste sono acpi=off noacpi il perche' resta un mistero. Dopo due ore mi ritrovo col portatile installato e una cifra di problemi ad esempio il power saving non mi da alcun controllo sullo spegnimento degli HD che girano in eterno, dopo essere riuscito a configurare synaptic per vedere universe e multiverse ho scaricato fiducioso gnome-power-manager che oltre a una finestra in cui mi dice che il mio screensaver non ha controllo DPMS mi mostra una simpatica finestra di opzioni completamente vuota (sul sito per ora nessuna informazione sul perche'). Non c'e' alcun tool di configurazione del touchpad (che incredibilmente funziona).La password di root non mi e' stata richiesta in fase di installazione (perche'?), esasperato dal forum sono entrato in modalita' recovery per settarla.Il modem adsl connesso all'usb non funziona, fortunatamente ho potuto spostarlo sulla presa ethernet.Samba e' installato ma non riesco a vedere le risorse condivise con il mio fisso. Inoltre un milione di applicazioni doppie, inutili e non richieste (non ho il masterizzatore che me ne faccio di serpentine?). Debian sul portatile e' durata 3 settimane, poi visto che X ha deciso di non partire piu' e non avevo voglia di perdere tempo con forum e howto ho installato speranzoso ubuntu (speranze disattese) ... vediamo quanto dura ...
            A mio avviso Linux non dovrebbe sentire il
            bisogno di conquistare posizioni tra gli utenti
            home: non ha nessuna possibilità di conquistarne,
            perché è un mercato completamente in mano a MS. È
            l'azienda ad orientare le scelte degli utenti,
            non viceversa. E se l'azienda MS dice che Linux è
            difficile, gli utenti ci credono, e vengono anche
            a dirlo in giro per i forum.Sara' che gli utenti provano e trovano linux difficile?
            Vuoi sentirti dire che l'utente Linux è un genio
            superiore? Non lo credo: ma per lo meno è uno che
            ha qualche interesse tecnico, qualche curiosità
            in ambito informatico. Generalmente non usaE un sacco di tempo da perdere...
            accapparrarsi questo genere di utente, ma Linux
            non è un'azienda. A mio avviso non solo non haInfatti distribuzioni come ubuntu, mandriva e la stessa debian lo dimostrano...
            bisogno di accapparrarselo, ma deve tenere gente
            così ben lontana. Tanto, la gente che perCerto certo, infatti suppongo che tu abbia una slackware installata.
            Perché sia chiaro: Linux È VERAMENTE il sistema
            operativo per la massa plebea: libero, open
            source, gratuito, configurabile per le esigenze
            più diverse, distribuito in distro di portata
            internazionale come in distro locali, o
            regionali.La massa plebea non puo' perdere una settimana per configurare un pc perche' ha bisogno di mangiare. Al contrario dell'utente linux tipico fa altro nella vita e il computer lo usa per compiti da massa plebea che sono scrivere lettere, navigare e fare quattro conti col foglio elettronico non per imparare phyton o come diavolo funzionano gli eventi di acpd.
          • francescor82 scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            L'utente NORMALE che prova a installare linux sul
            pc cancellando il windows pre-installato si trova
            una marea di problemi che con windows non aveva e
            dopo pochi minuti re-installa windows. E si trova di fronte agli stessi problemi!Windows non lo ha installato lui prima, e durante (o subito dopo) l'installazione farà casini. Oppure l'utente "nasce imparato"?

            No, non sanno che esiste Mac. Xomprerebbero

            quello che trovano in negozio.Ma tu ci parli con

            la gente? Conosci qualche persona reale?

            Tu lo fai? Sai quanta gente ha buttato il mac
            perche' esasperata dai problemi di macosx? Io no, e da quello che ho visto di MacOS X, c'è poco da buttare il Mac, anzi! C'è piuttosto da buttare via il PC.
            Con windows puoi inserire il cd nel 99% delle
            macchine e avrai un sistema che fa tutto quello
            di cui hai bisogno senza neanche aprire il
            manuale.Il CD quale? Spiegati meglio, per favore.Il CD di Windows? Non credo.Il CD di altre applicazioni? Beh sì, perchè molti programmi sono scritti per Windows. Ma questo non è un merito di Windows in sé.
            Fatto... windows 0 problemi installazione da 40
            minuti liscia come l'olio, Beato te! Io ho passato tutto sabato scorso per installare Windows su un computer, perché le schede video (2 Radeon 9200) non veniva riconosciuta correttamente.
            La password di root non mi e' stata richiesta in
            fase di installazione (perche'?), esasperato dal
            forum sono entrato in modalita' recovery per
            settarla.Ma a che ti serve? Stai usando Ubuntu, usa sudo!
            Il modem adsl connesso all'usb non funziona,
            fortunatamente ho potuto spostarlo sulla presa
            ethernet.Colpa di Ubuntu? Colpa di Linux? O colpa di chi scrive i driver?E poi, che modem è?
            Samba e' installato ma non riesco a vedere le
            risorse condivise con il mio fisso.Tiro ad indovinare: forse perchè non parte di default? O preferisci che tutti i servizi partano all'avvio, come per Windows?In ogni caso, per te il sistema avrebbe sbagliato, eh?
            Inoltre un milione di applicazioni doppie,
            inutili e non richieste (non ho il masterizzatore
            che me ne faccio di serpentine?).Guarda che XP ha il suo tool di masterizzazione! Però non te ne lamenti, eh?
            Sara' che gli utenti provano e trovano linux
            difficile? Sarà che gli utenti sono abituati ad usare un certo sistema operativo (e ho detto usarlo, non installarlo).

            accapparrarsi questo genere di utente, ma Linux

            non è un'azienda. A mio avviso non solo non ha

            Infatti distribuzioni come ubuntu, mandriva e la
            stessa debian lo dimostrano... Debian non è fatta per l'utente desktop che si avvicina a Linux, il fatto che tu la stia tirando in ballo dimostra la tua mala fede. O è solo ignoranza?
            La massa plebea non puo' perdere una settimana
            per configurare un pc perche' ha bisogno di
            mangiare. Al contrario dell'utente linux tipicoAh eccolo qui con i luoghi comuni.
            fa altro nella vita e il computer lo usa per
            compiti da massa plebea che sono scrivere
            lettere, navigare e fare quattro conti col foglio
            elettronico non per imparare phyton o come
            diavolo funzionano gli eventi di acpd.Io uso felicemente Linux da 3 anni, e scrivo lettere, navigo e faccio 4 conti con il foglio elettronico. Allora è proprio mala fede.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            E si trova di fronte agli stessi problemi!
            Windows non lo ha installato lui prima, e durante
            (o subito dopo) l'installazione farà casini.
            Oppure l'utente "nasce imparato"?Quante cose ti chiede l'installazione di windows? Timezone? Nome della macchina? Quanti dispositivi generalmente non funzionano dopo un'installazione windows? Di quanti non hai il CD?
            Io no, e da quello che ho visto di MacOS X, c'è
            poco da buttare il Mac, anzi! C'è piuttosto da
            buttare via il PC.Io invece conosco parecchia gente che l'ha felicemente eliminato e ora ne parla malissimo (prima non poteva per non ammettere di aver buttato soldi).

            Con windows puoi inserire il cd nel 99% delle

            macchine e avrai un sistema che fa tutto quello

            di cui hai bisogno senza neanche aprire il

            manuale.

            Il CD quale? Spiegati meglio, per favore.
            Il CD di Windows? Non credo.Perche' no? Non hai mai visto il CD di windows? Installato windows tutte le periferiche funzionano, sei in grado di andare su internet a prendere altre applicazioni, volendo anche opensource, comprarle, registrarle online. Con linux se ti va di culo puoi fare lo stesso, altrimenti comincia il calvario degli how-to, dei forum (sempre se hai avuto fortuna e ti e' partito il modem, la scheda di rete, il mouse, ecc).
            Beato te! Io ho passato tutto sabato scorso per
            installare Windows su un computer, perché le
            schede video (2 Radeon 9200) non veniva
            riconosciuta correttamente.E in questo caso e' colpa di windows? E comunque i problemi che scrivo sotto non li ho avuti con un'installazione esotica come una doppia scheda grafica ma con un semplice portatile, vecchiotto e di marca.

            La password di root non mi e' stata richiesta in

            fase di installazione (perche'?), esasperato dal

            forum sono entrato in modalita' recovery per

            settarla.

            Ma a che ti serve? Stai usando Ubuntu, usa sudoA che mi serve la password di root? Bella domanda... Mi aspetto che per settare i sudoers serva la password di root o no? Senza contare che la password di root dovrebbe servirti per cambiare i vari host.allow/deny ecc ecc... o il sicurissimo ubuntulinux me lo fa fare coi privilegi da utente?

            Il modem adsl connesso all'usb non funziona,

            fortunatamente ho potuto spostarlo sulla presa

            ethernet.

            Colpa di Ubuntu? Colpa di Linux? O colpa di chi
            scrive i driver?
            E poi, che modem è?A me non frega nulla di chi e' la colpa, il risultato e' che il mio modem connesso alla USB non funziona. I produttori possono avere milioni di motivi per non scrivere i driver per linux (primo fra tutti l'esiguo numero di utenti)... comunque io sono convinto che non sia nemmeno un problema di driver, semplicemente non ho ne tempo ne voglia di leggermi how-to in inglese.

            Samba e' installato ma non riesco a vedere le

            risorse condivise con il mio fisso.

            Tiro ad indovinare: forse perchè non parte di
            default? O preferisci che tutti i servizi partano
            all'avvio, come per Windows?
            In ogni caso, per te il sistema avrebbe
            sbagliato, eh?Ammesso che sia per questo motivo visto che lo installa allora lo faccia anche partire di default. Il sistema ha sbagliato (o meglio e' fatto male) perche' io vedo l'icona "rete" e non funziona niente, non esce una finestra che dice "ricordati di attivare il servizio" o meglio ancora "hai richiesto l'esplorazione della rete, devo attivare il servizio?".

            Inoltre un milione di applicazioni doppie,

            inutili e non richieste (non ho il
            masterizzatore

            che me ne faccio di serpentine?).

            Guarda che XP ha il suo tool di masterizzazione!
            Però non te ne lamenti, eh?Sara' perche' non me l'ha installato?
            Sarà che gli utenti sono abituati ad usare un
            certo sistema operativo (e ho detto usarlo, non
            installarlo).Non c'e' alcuna differenza pratica dall'usare linux o windows, volendo xfce o anche gnome possono essere resi praticamente identici dal punto di vista dell'interfaccia. La differenza sta nel come si installa e come si mantiene il sistema. Se cambio scheda grafica e ho windows so che il sistema va se lo faccio con linux prego.
            Debian non è fatta per l'utente desktop che si
            avvicina a Linux, il fatto che tu la stia tirando
            in ballo dimostra la tua mala fede. O è solo
            ignoranza?Ubuntu e' basata (copiata) su debian ed e' praticamente identica. L'unica differenza a parte lo sfondo di gnome che con ubuntu mi funziona il touchpad con debian no, con debian mi funzionava bene acpi con ubuntu no.

            La massa plebea non puo' perdere una settimana

            per configurare un pc perche' ha bisogno di

            mangiare. Al contrario dell'utente linux tipico

            Ah eccolo qui con i luoghi comuni.Eggia' ... questi luoghi cosi' comuni che tutti li hanno sperimentati.

            fa altro nella vita e il computer lo usa per

            compiti da massa plebea che sono scrivere

            lettere, navigare e fare quattro conti col
            foglio

            elettronico non per imparare phyton o come

            diavolo funzionano gli eventi di acpd.

            Io uso felicemente Linux da 3 anni, e scrivo
            lettere, navigo e faccio 4 conti con il foglio
            elettronico. Allora è proprio mala fede.E immagino tu sia ancora un perfetto ignorante, che 3 anni fa abbia installato rigorosamente redhat o mandrake senza sapere nulla di ip, di ifconfig, di host, di init.d ... senza leggere un howto ...
          • francescor82 scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            [CUT]
            Perche' no? Non hai mai visto il CD di windows?
            Installato windows tutte le periferiche
            funzionano, sei in grado di andare su internet a
            prendere altre applicazioni, volendo anche
            opensource, comprarle, registrarle online. Con
            linux se ti va di culo puoi fare lo stesso,
            altrimenti comincia il calvario degli how-to, dei
            forum (sempre se hai avuto fortuna e ti e'
            partito il modem, la scheda di rete, il mouse,
            ecc). [CUT]
            E in questo caso e' colpa di windows? E comunque
            i problemi che scrivo sotto non li ho avuti con
            un'installazione esotica come una doppia scheda
            grafica ma con un semplice portatile, vecchiotto
            e di marca. Due pesi e due misure, eh? Le cose che vanno male in Linux, sono colpa di Linux. Le cose che vanno male in Windows non sono colpa di Windows.Il resto del post è tutto basato su "sentito dire" o su casi particolari (il mouse che non funziona? USB, PS/2 o seriale che sia, funziona eccome). Non merita ulteriore perdita di tempo da parte mia. Se vuoi continuare ad usare Windows, fai pure.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Due pesi e due misure, eh? Le cose che vanno maleDue pesi e due misure si, visto che in un caso si parla di far partire due schede grafiche in connessione parallela in un altro di far andare uno straccio di mouse o modem usb.
            in Linux, sono colpa di Linux. Le cose che vanno
            male in Windows non sono colpa di Windows.
            Il resto del post è tutto basato su "sentito
            dire" o su casi particolari (il mouse che non
            funziona? USB, PS/2 o seriale che sia, funziona
            eccome). Non merita ulteriore perdita di tempo da
            parte mia. Se vuoi continuare ad usare Windows,
            fai pure.Sei decisamente in malafede. Devo citarti distro che hanno problemi con touchpad (debian sarge)? Devo recuperarti i link dal forum di ubuntu dove si lamentano problemi banali su mouse e dispositivi vari di puntamento?
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Ubuntu e' basata (copiata) su debian ed e'
            praticamente identica. L'unica differenza a parte
            lo sfondo di gnome che con ubuntu mi funziona il
            touchpad con debian no, con debian mi funzionava
            bene acpi con ubuntu no. Ok, mi hanno icsato, ma il concetto rimane.Sei solo un troll se sostieni che Ubuntu e Debian siano la stessa cosa. Se stai zitto, fai una figura migliore, professorone.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Ok, mi hanno icsato, ma il concetto rimane.
            Sei solo un troll se sostieni che Ubuntu e Debian
            siano la stessa cosa. Se stai zitto, fai una
            figura migliore, professorone.Dai lammah se ti hanno icsato il motivo c'e' no? Il moderatore ti vede, ti capisce e ti punisce. L'hai installato Debian almeno una volta? Mi dici dove stanno le differenze con ubuntu?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            L'hai installato Debian almeno una volta? Mi dici
            dove stanno le differenze con ubuntu?Povero troll.Inutile chiedere spiegazioni, vuoi solo trollare per far perdere tempo agli altri.E dire che Ubuntu è uguale a Debian è solo una penosa trollata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Dai lammah se ti hanno icsato il motivo c'e' no?
            Il moderatore ti vede, ti capisce e ti punisce.Sì, ed è che il T-1000 (e non il moderatore) non gradice che io ti dica in faccia quello che penso di te, mio caro ignorante.
            L'hai installato Debian almeno una volta? Mi dici
            dove stanno le differenze con ubuntu?Ho installato Debian, Ubuntu, Mandrake/Mandriva, Red Hat (non la enterprise), Fedora, Gentoo. E prima che tu possa fare ironia, ti dico che lo faccio per professione e non perchè fa fico.Quanto alle differenze, prova a farti un giretto sui due siti, e poi torna qui a chiedere scusa della tua ignoranza, mio caro professorone. E possibilmente leggi quello che c'è scritto sul sito, non guardare soltanto le figure!
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            Ho installato Debian, Ubuntu, Mandrake/Mandriva,
            Red Hat (non la enterprise), Fedora, Gentoo. E
            prima che tu possa fare ironia, ti dico che lo
            faccio per professione e non perchè fa fico.E cosa fai di bello? Il prova-distro?
            Quanto alle differenze, prova a farti un giretto
            sui due siti, e poi torna qui a chiedere scusa
            della tua ignoranza, mio caro professorone. E
            possibilmente leggi quello che c'è scritto sul
            sito, non guardare soltanto le figure!E' vero il sito di ubuntu e' proprio carino. La distro e' identica ma il sito e' tutta un'altra cosa anche se non ha l'elenco dei pacchetti di debian (o almeno non l'ho trovato)che era cosi' utile. Ma perche' ci tenete a rendervi ridicoli? http://www.ubuntulinux.org/ubuntu/relationship/document_viewUbuntu and Debian are closely related. Ubuntu builds on the foundations of Debian architecture and infrastructure, with a different community and release process.Lo scrivono loro, tra ubuntu e debian cambiano la strategia di rilascio (ovvero e' una debian unstable o experimental) e la community (nerd diversi).
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            La distro e' identicaEvvai, altre trollate su Ubuntu=Debian, ne sentivo la mancanza.
            Ubuntu and Debian are closely related.Traduci "related", trolletto.
            Ubuntu builds on the foundations of Debian
            architecture and infrastructure, with a different
            community and release process.Quindi non sono uguali. Ci sei, ce la fai, ci arrivi?
            Lo scrivono loro, tra ubuntu e debian cambiano la
            strategia di rilascio (ovvero e' una debian
            unstable o experimental) e la community (nerd
            diversi).Appunto, bel ragionamento: sono diverse.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?



            Ubuntu and Debian are closely related.

            Traduci "related", trolletto.Traduci "closely" lammah.

            Ubuntu builds on the foundations of Debian

            architecture and infrastructure, with a
            different

            community and release process.

            Quindi non sono uguali. Ci sei, ce la fai, ci
            arrivi?Quindi sono identiche... cambia la strategia di rilascio dei package. Setti la tua debian come experimental e hai ubuntu ne piu' ne meno...

            Lo scrivono loro, tra ubuntu e debian cambiano
            la

            strategia di rilascio (ovvero e' una debian

            unstable o experimental) e la community (nerd

            diversi).

            Appunto, bel ragionamento: sono diverse.Ah beh ... se i nerd differenti fanno una distro diversa potrebbe uscire anche domani la punto-informatico-linux...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            OT: ma tu hai qualcosa contro i nerd? ti hanno forse picchiato da piccolo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo
            OT: ma tu hai qualcosa contro i nerd? ti hanno
            forse picchiato da piccolo?Lasciano sempre le macchie di unto sugli specchi degli ascensori...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            OT: ma tu hai qualcosa contro i nerd? ti hanno

            forse picchiato da piccolo?

            Lasciano sempre le macchie di unto sugli specchi
            degli ascensori... fossero gli unici...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo




            Ubuntu and Debian are closely related.



            Traduci "related", trolletto.

            Traduci "closely" lammah.Traduci lammah, maleducato.


            Ubuntu builds on the foundations of Debian


            architecture and infrastructure, with a

            different


            community and release process.



            Quindi non sono uguali. Ci sei, ce la fai, ci

            arrivi?

            Quindi sono identiche... cambia la strategia di
            rilascio dei package.Sì, solo quelle, come no.Ottima argomentazione.Mi hai convinto.
            Setti la tua debian come
            experimental e hai ubuntu ne piu' ne meno... Altra cazzata, non sai come vengono messi i pacchetti nei vari rami. Una voragine di ignoranza, ma continui a parlare....


            Lo scrivono loro, tra ubuntu e debian cambiano


            la strategia di rilascio (ovvero e' una debian


            unstable o experimental) e la community (nerd


            diversi).



            Appunto, bel ragionamento: sono diverse.

            Ah beh ... se i nerd differenti fanno una distro
            diversa potrebbe uscire anche domani la
            punto-informatico-linux... Sempre più convincente con le tue penose trollate......
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            E' vero il sito di ubuntu e' proprio carino. La
            distro e' identica ma il sito e' tutta un'altra
            cosa anche se non ha l'elenco dei pacchetti di
            debian (o almeno non l'ho trovato)che era cosi'
            utile.http://packages.ubuntu.com/Devo chiamarti incapace?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            http://packages.ubuntu.com/
            Devo chiamarti incapace?P.S.: Mi sa di sì, viste le cose che scrivi nel post.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            http://packages.ubuntu.com/

            Devo chiamarti incapace?

            P.S.: Mi sa di sì, viste le cose che scrivi nel
            post.E non hanno messo il link nella home perche' essendo identico a packages.debian.org lo ritenevano superfluo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            http://packages.ubuntu.com/


            Devo chiamarti incapace?



            P.S.: Mi sa di sì, viste le cose che scrivi nel

            post.

            E non hanno messo il link nella home perche'
            essendo identico a packages.debian.org lo
            ritenevano superfluo? Se tu non riesci a trovarlo... continua a cercare, se non ci riesci torna che ti dò un indizio. che incompetente
          • francescor82 scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            massa plebeaUna dichiarazione, un programma.E' arrivato il troll che rivolta completamente il significato del post di wowbagger, complimenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux per tutti: ci devo credere ?

            più semplice e moderno, era OS/2 Warp: ma laOltretutto non aveva la limitazione dei 640KB in dos.Ma piuttosto, ti è mai capitata per le mani una delle prime Alpha version di windows 95?Io l'ho vista a casa di un mio amico... sembrava di lavorare su OS/2... poi win è stato rifinito graficamente (ha cambiato il nome, perchè la prerelease aveva un nome di battaglia) ed è diventato quello che siamo abituati a vedere adesso, ma le prime alpha avevano una somiglianza impressionante con OS/2 !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux per tutti: ci devo credere ?
      - Scritto da:
      Se è davvero un linux per tutti dovrebbe
      risolvere questi
      punti:

      Si riesce utilizzando LA SOLA interfaccia grafica
      a configurare TUTTO il sistema SENZA passare
      dalla shell ? Visto che dubito che gnome ci
      riesca da solo hanno provveduto i due
      programmatori ad aggiungere fior di tools grafici
      in grado di configurare tutto tutto tutto
      ?

      Se si vuole installare/configurare/rimuovere un
      programma ci sono fior di programmi grafici che
      aiutano a tal scopo senza passare dalla shell
      ?

      Idem per la gestione di tutte le periferiche ?

      E per finire: il filesystem è riformato in
      maniera che un utente normale (senza manie da
      sistemista masochista) possa comprenderlo senza
      impazzire
      ?




      Se sono stati rispettati questi punti allora per
      linux c'è ancora una speranza di inserirsi tra
      gli utenti
      homeHai ragione.Eccolo: http://gpstudio.com/stux/http://gpstudio.com/stux/stepguide.html
  • Anonimo scrive:
    Ci mancava proprio una nuova distro!
    Ce ne sono talmente poche in giro.Forse gli sviluppatori di distro (a cui va anche il mio plauso, intendiamoci bene) non hanno ancora capito che l'unica cosa che non ha decretato la morte Winzoz è semplicemente la difficoltà ad installare i drivers. Ma dico, è mai possibile che avete sviluppato qualsiasi cosa per Linux, e a nessuno sia mai venuto in mente di perdere un po' di tempo a sviluppare un sistema che permetta di installare il software come su Windows, ed a cercare il nuovo hardware installato con relativo caricamento dei drivers, esattamente come Win?Una volta fatto questo avreste un mare di utenti Windows che migrerebbero verso la vostra distro, anche perchè, di windows potete dire quello che vi pare, ma lo saprebbe usare anche un bambino, ormai fa tutto da solo, Linux, per quanto bello, versatile, e leggero possa essere è ancora molto ostico, soprattutto sulle installzioni dei nuovi software, drivers compresi.Se poi fosse uscita a mia insaputa una distro che colma questo gap indicatemi che distro è che la testo immediatamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
      - Scritto da: Anonimo
      Ce ne sono talmente poche in giro.
      Forse gli sviluppatori di distro (a cui va anche
      il mio plauso, intendiamoci bene) non hanno
      ancora capito che l'unica cosa che non ha
      decretato la morte Winzoz è semplicemente la
      difficoltà ad installare i drivers. Ma dico, è
      mai possibile che avete sviluppato qualsiasi cosa
      per Linux, e a nessuno sia mai venuto in mente di
      perdere un po' di tempo a sviluppare un sistema
      che permetta di installare il software come su
      Windows, ed a cercare il nuovo hardware
      installato con relativo caricamento dei drivers,
      esattamente come Win?Il sistema di installazione del softweare e' gia' migliore di quello di win, il problema dei driver e' proprio che le case non li scrivono, quindi bisogna inventarseli quando va bene.
      Una volta fatto questo avreste un mare di utenti
      Windows che migrerebbero verso la vostra distro,
      anche perchè, di windows potete dire quello che
      vi pare, ma lo saprebbe usare anche un bambino,
      ormai fa tutto da solo, Linux, per quanto bello,
      versatile, e leggero possa essere è ancora molto
      ostico, soprattutto sulle installzioni dei nuovi
      software, drivers compresi.Vorrei vederti a installare una cosa che non esiste... E' un po' come provare a fan andare una scheda video di una Sun x windows.
      Se poi fosse uscita a mia insaputa una distro che
      colma questo gap indicatemi che distro è che la
      testo immediatamente.Quando i produttori hw si decideranno a fare hw standard oppure a fare i driver per linux ti chiamiamo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

        Il sistema di installazione del softweare e' gia'
        migliore di quello di win, il problema dei driver
        e' proprio che le case non li scrivono, quindi
        bisogna inventarseli quando va bene.Giustissimo!E non tutti hanno le capacità di scrivere un driver, mentre chiunque, come utente, sa cosa può piacere ad altri utenti, per cui che c'è di male nel creare una nuova distro personalizzata?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

          E non tutti hanno le capacità di scrivere un
          driver, mentre chiunque, come utente, sa cosa può
          piacere ad altri utenti, per cui che c'è di male
          nel creare una nuova distro personalizzata?Nulla, questo non toglie il fatto che però ci siano già diverse distribuzioni (Debian, Ubuntu, Gentoo...e chi ne ha più ne metta) che offrono sostanzialmente le stesse caratteristiche di How-Tux. Dunque la domanda è la seguente: perché gli sviluppatori non si aggregano a questi progetti al fine di migliorarli (e credetemi, c'è ancora tanto da fare in questo campo)?Il numero di distribuzioni ha ormai superato quello degli utenti Linux :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

        Il sistema di installazione del softweare e' gia'
        migliore di quello di win, il problema dei driver
        e' proprio che le case non li scrivono, quindi
        bisogna inventarseli quando va bene.
        Vorrei vederti a installare una cosa che non
        esiste... E' un po' come provare a fan andare una
        scheda video di una Sun x windows.Guarda che di drivers per Linux ne esistono, solo che personalmente non ho mai capito come si installano.Certo la procedura non è automatica come con Windows, o almeno credo.Però non dire che le aziende non hanno prodotti con drivers linux, non costringermi a riportarti dei links con gli esempi per cortesia.Non tutti producono drivers per Linux, io quando compro un device hardware verifico che ci siano anche i drivers linux, non si sa mai.
        Quando i produttori hw si decideranno a fare hw
        standard oppure a fare i driver per linux ti
        chiamiamo.Questa è la classica risposta arrogante tipica dei 18enni, ergo se evitavi sta ca**ata facevi più bella figura... tanto la lista dei prodotti con drivers Linux non te la posto ugualmente! ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
          - Scritto da: Anonimo

          Il sistema di installazione del softweare e'

          gia' migliore di quello di win, il problema dei

          driver e' proprio che le case non li scrivono,

          quindi bisogna inventarseli quando va bene.

          Vorrei vederti a installare una cosa che non

          esiste... E' un po' come provare a fan andare

          una scheda video di una Sun x windows.
          Guarda che di drivers per Linux ne esistono, solo
          che personalmente non ho mai capito come si
          installano.
          Certo la procedura non è automatica come con
          Windows, o almeno credo.Perche' presumi questo ??? Perche' invece non presumi che siano meglio di quelli di windows ? Visto che non sai potresti anche immaginare una figata invece di immaginare che la procedura non sia automatica no ?!?Se e' piu' complicato di quelli di windows, allora perche' quando installo i driver della nvidia sul mio computer faccio le stesse operazioni (non e' vero, linux non richiede il riavvio della macchina ) ?
          Però non dire che le aziende non hanno prodotti
          con drivers linux, non costringermi a riportarti
          dei links con gli esempi per cortesia.
          Non tutti producono drivers per Linux, io quando
          compro un device hardware verifico che ci siano
          anche i drivers linux, non si sa mai.

          Quando i produttori hw si decideranno a fare hw

          standard oppure a fare i driver per linux ti

          chiamiamo.
          Questa è la classica risposta arrogante tipica
          dei 18enni, ergo se evitavi sta ca**ata facevi
          più bella figura... tanto la lista dei prodotti
          con drivers Linux non te la posto ugualmente! ;-)A me va tutto con linux, e non devo neanche ricomprarel'hw come pretende windows :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

        Il sistema di installazione del softweare e' gia'
        migliore di quello di win, il problema dei driver
        e' proprio che le case non li scrivono, quindi
        bisogna inventarseli quando va bene.Scusa la mia ignoranza, credo però che questa sia una domanda spontanea dell'utente tipo (non esperto come ce ne sono a milioni): Cosa c'' di migliore delle procedure di installazione del sotware di Win? Clicchi sull'icona e si installa.Quindi se oggi installo la tua distro di Linux e poi trovo un software non compreso nel tuo pacchetto e lo voglio installare, l'installazione avviene esattamente come con qundows? Clicchi sull'icona install e questo si installa creando tutte le varie icone, ed eventualmente l'auto eseguibile all'accensione? E' così?Cosa c'è inoltre di migliore nella procedura di installazione di Linux ?
    • Gatto Selvaggio scrive:
      Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

      perdere un po' di tempo a sviluppare un sistema
      che permetta di installare il software come su
      Windows, ed a cercare il nuovo hardware
      installato con relativo caricamento dei drivers,
      esattamente come Win?L'autoriconoscimento di Knoppix o Kanotix è micidiale.
      ostico, soprattutto sulle installzioni dei nuovi
      software, drivers compresi.Ecco, qui non hai tutti i torti. Mettiamo che uno voglia usare una live per navigare, e Alice gli abbia dato il modem USB. Esiste un driver per i modem con chipset Eagle, incluso ad esempio in Kanotix, ma i modem che mi ha dato sta brava ragazza - prima un Ericsson qualcosa-120, poi un Thompson SpeedTouch 330 (cito a memoria, è bene non prendermi alla lettera) - evidentemente non appartengono alla categoria, dato che non ci si collega. Il bello è che cercando sono venuto a sapere che esiste un driver Linux per l'Ericsson e pure uno per il Thompson, ma Kanotix ad esempio non li ha.Perché non fanno una bella live che invece di metterti tre editor di testo diversi comprenda una bella raccolta aggiornata di tutti i driver, pronti per l'autoriconoscimento?
      Se poi fosse uscita a mia insaputa una distro che
      colma questo gap indicatemi che distro è che la
      testo immediatamente.Ditelo anche a me!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

        Perché non fanno una bella live che invece di
        metterti tre editor di testo diversi comprenda
        una bella raccolta aggiornata di tutti i driver,
        pronti per l'autoriconoscimento?E scusa il piacere di andare alla cieca su google a cercare info a proposito (per poi finire in forum dove ti chiedono per prima cosa se hai collegato il cavo telefonico) e sentirsi rispondere RTFM dove lo metti ?Il piacere di trovare su siterelli semisconosciuti sorgenti di dubbia qualità a completezza, compilarli ed imbecillirsi dietro i msg di errore del make poi ?Guai a chiedere cose che altrove sono date per scontate perchè passi da povero utonto...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
          - Scritto da: Anonimo



          Perché non fanno una bella live che invece di

          metterti tre editor di testo diversi comprenda

          una bella raccolta aggiornata di tutti i driver,

          pronti per l'autoriconoscimento?Quelli open ci sono già... mancano quelli closed...
          E scusa il piacere di andare alla cieca su google
          a cercare info a proposito (per poi finire in
          forum dove ti chiedono per prima cosa se hai
          collegato il cavo telefonico) e sentirsi
          rispondere RTFM dove lo metti ?E una bella causa per aver ridistribuito del software closed in violazione alla licenza invece dove la metti ?
          Il piacere di trovare su siterelli
          semisconosciuti sorgenti di dubbia qualità a
          completezza, compilarli ed imbecillirsi dietro i
          msg di errore del make poi ?

          Guai a chiedere cose che altrove sono date per
          scontate perchè passi da povero utonto...Non sia mai... meglio passare da povero troll, vero ?
        • Gatto Selvaggio scrive:
          Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

          e sentirsi rispondere RTFM :D
          Guai a chiedere cose che altrove sono date per
          scontate perchè passi da povero utonto...Qui però esageri. Ogni volta che ho chiesto su un forum ho posto domande circostanziate - precisando che sono un perenne ultraprincipiante e "the fine manual" non sono in grado di capirlo - e ne ho ricevuto risposte circostanziate.È chiedendo sui forum, o leggendo i messaggi di altri, che ho scoperto che esistono driver per entrambi i modelli di modem ADSL USB che ho avuto.Mi piacerebbe arrivare a capire com'è fatto Linux, e un giorno essere in grado di fare da me ciò che mi serve, cose esoteriche come compilare e installare da tarball, ma ammazza, procedo alla velocità di un tardigrado. Per adesso ho vagamente capito il boot.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
            Non avendolo programmato te, il giorno che lo capirai per intero avrà già cambiato forma (va bene che per come ragionano molti suoi programmatori ne passerà ancora del tempo ma chi lo sa...)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
            - Scritto da: Anonimo
            Non avendolo programmato te, il giorno che lo
            capirai per intero avrà già cambiato forma (va
            bene che per come ragionano molti suoi
            programmatori ne passerà ancora del tempo ma chi
            lo sa...)Giustissimo! (anonimo) .E soprattutto vale anche per windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Non avendolo programmato te, il giorno che lo

            capirai per intero avrà già cambiato forma (va

            bene che per come ragionano molti suoi

            programmatori ne passerà ancora del tempo ma chi

            lo sa...)

            Giustissimo! (anonimo) .

            E soprattutto vale anche per windows.Stai scherzando spero? Windows che cambia forma? Sì, e magari introduce anche novità, eh? (anonimo)
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            Non avendolo programmato te, il giorno che lo
            capirai per intero avrà già cambiato formaVero. Infatti PHP da quando ho iniziato a studiarlo è già cambiato - e ho dovuto adattare al cambiamento gli script.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            Qui però esageri. Ogni volta che ho chiesto su un
            forum ho posto domande circostanziate -Io continuo a chiedermi come si faccia a chiedere aiuto su un forum se non ti funziona il modem... :D
            precisando che sono un perenne ultraprincipiante
            e "the fine manual" non sono in grado di capirloLa F non sta per fine... :@
          • francescor82 scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            Io continuo a chiedermi come si faccia a chiedere
            aiuto su un forum se non ti funziona il modem...
            :D Mi spiegheresti come fai tu a chiedere aiuto se qualcosa non funziona con Windows?Oppure come fai a scaricare un antivirus o un firewall se prima non funziona il modem? Se prima non hai configurato l'accesso ad Internet? Oppure Windows fa tutto da solo? E Windows riconosce anche tutti i modem? Ne sei sicuro? Controlla meglio.

            precisando che sono un perenne ultraprincipiante

            e "the fine manual" non sono in grado di capirlo

            La F non sta per fine... :@La F sta per friendly. :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            Mi spiegheresti come fai tu a chiedere aiuto se
            qualcosa non funziona con Windows?
            Oppure come fai a scaricare un antivirus o un
            firewall se prima non funziona il modem? Se prima
            non hai configurato l'accesso ad Internet? Oppure
            Windows fa tutto da solo? E Windows riconosce
            anche tutti i modem? Ne sei sicuro? Controlla
            meglio.Windows fa tutto da solo... e magari puoi completare l'intervento scrivendo marca e modello qualche modem che non funziona con windows.
          • francescor82 scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
            - Scritto da: Anonimo

            Mi spiegheresti come fai tu a chiedere aiuto se

            qualcosa non funziona con Windows?

            Oppure come fai a scaricare un antivirus o un

            firewall se prima non funziona il modem? Se
            prima

            non hai configurato l'accesso ad Internet?
            Oppure

            Windows fa tutto da solo? E Windows riconosce

            anche tutti i modem? Ne sei sicuro? Controlla

            meglio.

            Windows fa tutto da solo... e magari puoi
            completare l'intervento scrivendo marca e modello
            qualche modem che non funziona con windows.Zyxel ISDN omni.net USB.Quando ho installato XP non funzionava (poi l'ho cambiato) e non c'erano i driver. E se anche ci fossero stati, come avrei fatto a prenderli?Quindi Windows fa tutto da solo? Si inventa anche il tuo nome utente e password?E ti richiedo: da dove va l'utente a scaricare antivirus e firewall? Su internet stesso, esponendosi a tutti gli attacchi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

        L'autoriconoscimento di Knoppix o Kanotix è
        micidiale.Allora perchè un utente medio si orienta verso Ubintu piuttosto che Knoppix? C'è un motivo particolare?Grazie.
        • Gatto Selvaggio scrive:
          Re: Ci mancava proprio una nuova distro!


          L'autoriconoscimento di Knoppix o Kanotix è

          micidiale.

          Allora perchè un utente medio si orienta verso
          Ubintu piuttosto che Knoppix? C'è un motivo
          particolare?
          Grazie.Non lo so. Ubuntu non l'ho provata: ho provato Knoppix come prima live e Kanotix perché mi avevano detto che ci si poteva collegare in rete con il modem ADSL USB (e si può, ma non con il mio).È vero che per pochi euro potrei comprare su eBay un modem col chipset Eagle, o un modem ethernet con relativa scheda, ma a me interessava sottolineare che se si vuol fare una distribuzione veramente competitiva con Windows sarebbe il caso di includervi tutti i driver di cui si dispone.Le distribuzioni sono fatte da geek che hanno in mente i bisogni del geek, e a quanto pare non si figurano quelli dell'aspirante utente. Il tipo che non ne sa nulla ma che ha letto che Linux non ha le schermate blu e vorrebbe provarlo. S'informa e capisce cos'è una live. Ne prova due o tre e conclude che "Linux non è ancora maturo" quando, se si eliminasse lo scoglio del collegamento a Internet con modem USB, potrebbe toccare con mano che ormai Linux dispone di tutto ciò che serve.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
            - Scritto da: Gatto Selvaggio


            L'autoriconoscimento di Knoppix o Kanotix è


            micidiale.



            Allora perchè un utente medio si orienta verso

            Ubintu piuttosto che Knoppix? C'è un motivo

            particolare?

            Grazie.

            Non lo so. Ubuntu non l'ho provata: ho provato
            Knoppix come prima live e Kanotix perché mi
            avevano detto che ci si poteva collegare in rete
            con il modem ADSL USB (e si può, ma non con il
            mio).

            È vero che per pochi euro potrei comprare su eBay
            un modem col chipset Eagle, o un modem ethernet
            con relativa scheda, ma a me interessava
            sottolineare che se si vuol fare una
            distribuzione veramente competitiva con Windows
            sarebbe il caso di includervi tutti i driver di
            cui si dispone.

            Le distribuzioni sono fatte da geek che hanno in
            mente i bisogni del geek, e a quanto pare non si
            figurano quelli dell'aspirante utente. Il tipo
            che non ne sa nulla ma che ha letto che Linux non
            ha le schermate blu e vorrebbe provarlo.
            S'informa e capisce cos'è una live. Ne prova due
            o tre e conclude che "Linux non è ancora maturo"
            quando, se si eliminasse lo scoglio del
            collegamento a Internet con modem USB, potrebbe
            toccare con mano che ormai Linux dispone di tutto
            ciò che serve.hai troppa fiducia negli utonti tu
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            hai troppa fiducia negli utonti tuNo, perché? Solo che - una volta lo facevo persino per lavoro, testando prodotti multimediali - sono capace a figurarmi i loro problemi. Perché se un prodotto deve vedere, deve accendersi con un tasto, spegnersi con lo stesso tasto e non chiedere nient'altro.Una volta ho spiegato a certi miei amici che Linux è un sistema operativo... e mi hanno chiesto: cos'è un sistema operativo? Volevo mostrargli Knoppix e gli ho chiesto se per entrare nella configurazione del BIOS dovevo premere F2 o CANC... eh? Ho spiegato che volevo impostare l'avvio da CD-ROM e mi sono trovato davanti a una selva di mani che s'agitavano a dire no no no.Eh, c'è gente che accende il computer migliaia di volte e ogni tanto avrà anche letto la riga "press F2 to run setup" e non ha mai provato a premere il maledetto tasto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            Eh, c'è gente che accende il computer migliaia di
            volte e ogni tanto avrà anche letto la riga
            "press F2 to run setup" e non ha mai provato a
            premere il maledetto tasto.Perche' dovrebbe farlo? Tu hai aperto e smontato la tua automobile prima di avviarla per la prima volta?
          • francescor82 scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
            - Scritto da: Anonimo


            Eh, c'è gente che accende il computer migliaia
            di

            volte e ogni tanto avrà anche letto la riga

            "press F2 to run setup" e non ha mai provato a

            premere il maledetto tasto.

            Perche' dovrebbe farlo? Tu hai aperto e smontato
            la tua automobile prima di avviarla per la prima
            volta?Lui mica ha parlato di "prima volta".
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
            - Scritto da: Gatto Selvaggio
            Le distribuzioni sono fatte da geek che hanno in
            mente i bisogni del geek, e a quanto pare non si
            figurano quelli dell'aspirante utente. Il tipo
            che non ne sa nulla ma che ha letto che Linux non
            ha le schermate blu e vorrebbe provarlo.
            S'informa e capisce cos'è una live. Ne prova due
            o tre e conclude che "Linux non è ancora maturo"
            quando, se si eliminasse lo scoglio del
            collegamento a Internet con modem USB, potrebbe
            toccare con mano che ormai Linux dispone di tutto
            ciò che
            serve.E questi geek come pensi siano diventati tali?Installando una distribuzione che gli riconosceva tutto automaticamente? O hanno perso ore e ore per fare andare correttamente la distro da loro scelta? ;)Le lamentele verranno solo dagli utenti che per l'uso che fanno del pc (navigare, guardare le mail,...) possono anche usare Windows.Con questo non voglio dire che gli utenti Linux sono i più esperti e quelli di Windows i più stupidi, ma solo che gli amanti del pinguino sono sicuramente più motivati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
        - Scritto da: Gatto Selvaggioava
        ragazza - prima un Ericsson qualcosa-120, poi un
        Thompson SpeedTouch 330 (cito a memoria, è Ma aggiungere 2 euro al mese al costo di noleggio del modem e prendere un router è difficile?Oppure se lo compri perché non ci aggiungi 20 euro prendi un router e non ci sono più problemi?La vogliamo smettere di comprare hardware idiota e che necessita di una decina di megabyte di software per funzionare?Un hardware deve essere completo di porte di comunicazione e CPU indipendente non relegare ad un substrato software tutto il suo lavoro.
        • Gatto Selvaggio scrive:
          Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
          Magari lo farò, ma a me interessava notare come esistano driver per Linux di un mucchio di prodotti, compresi i due fatidici modem, ma non vengono inclusi nelle distribuzioni.Un punto di forza di Windows è che comprende i driver per quasi tutto l'hardware esistente. Ho la stampante PG-306? Non devo cercarne il driver, Windows ce l'ha.Dato che stavo parlando di distribuzioni live, non posso optare per l'installazione dei driver perché rimasterizzare una live al momento è fuori della mia portata.In sintesi: AH conoscessi qualcuno che mi prepara una distribuzione come la voglio io! :) Non conoscendolo, dovrei pensarci di persona, ma conoscendo la mia velocità d'apprendimento in time sharing di un mucchio di altre cose da fare prevedo di cavarmela in una decina d'anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
            - Scritto da: Gatto Selvaggio
            Magari lo farò, ma a me interessava notare come
            esistano driver per Linux di un mucchio di
            prodotti, compresi i due fatidici modem, ma non
            vengono inclusi nelle distribuzioni.
            Un punto di forza di Windows è che comprende i
            driver per quasi tutto l'hardware esistente. Ho
            la stampante PG-306? Non devo cercarne il driver,
            Windows ce l'ha.Falso, il punto di forza e' che nella scatola del'hardware trovi il Cd con i driver, per USB sotto windows e' perfino obbligatorio installarli prima, pena inchioding della macchina.
            Dato che stavo parlando di distribuzioni live,
            non posso optare per l'installazione dei driver
            perché rimasterizzare una live al momento è fuori
            della mia portata.
            In sintesi: AH conoscessi qualcuno che mi prepara
            una distribuzione come la voglio io! :) Non
            conoscendolo, dovrei pensarci di persona, ma
            conoscendo la mia velocità d'apprendimento in
            time sharing di un mucchio di altre cose da fare
            prevedo di cavarmela in una decina d'anni.Bhe, calcola quanto hai speso per acquistare e farti intallare windows (non te lo sei installato tu vero ?)E valuta quanto spenderesti per farti installare un linux.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            Falso, il punto di forza e' che nella scatola
            del'hardware trovi il Cd con i driver, per USB
            sotto windows e' perfino obbligatorio installarli
            prima, pena inchioding della macchina.Vero: prima devi installare il driver, poi accendere l'aggeggio USB, al contrario delle altre periferiche che rileva da solo avviando l'installazione.
            Bhe, calcola quanto hai speso per acquistare e
            farti intallare windows (non te lo sei installato
            tu vero ?)Scherzi? Credi che abbia tutti sti soldi per pagare uno che me lo installi? Installo da me dai tempi del DOS.Acquistare? Era "già installato" con il computer.
            E valuta quanto spenderesti per farti installare
            un linux.Anche qui non spedo un liro e faccio da me. Però le live non posso fare altro che prenderle come sono, mica posso telefonare tutti i giorni a Klaus Knopper finché non cede e me ne fa una come voglio io.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
            - Scritto da: Gatto Selvaggio

            Falso, il punto di forza e' che nella scatola

            del'hardware trovi il Cd con i driver, per USB

            sotto windows e' perfino obbligatorio

            installarli prima, pena inchioding della macchina.
            Vero: prima devi installare il driver, poi
            accendere l'aggeggio USB, al contrario delle
            altre periferiche che rileva da solo avviando
            l'installazione.


            Bhe, calcola quanto hai speso per acquistare e

            farti intallare windows (non te lo sei
            installato

            tu vero ?)

            Scherzi? Credi che abbia tutti sti soldi per
            pagare uno che me lo installi? Installo da me dai
            tempi del DOS.

            Acquistare? Era "già installato" con il computer.E credi che tel'habbiano dato in gentile omaggio solo perche' sei bello ??? Vatti a rileggere la fattura... :D

            E valuta quanto spenderesti per farti installare

            un linux.

            Anche qui non spedo un liro e faccio da me. Però
            le live non posso fare altro che prenderle come
            sono, mica posso telefonare tutti i giorni a
            Klaus Knopper finché non cede e me ne fa una
            come voglio io.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!


            Acquistare? Era "già installato" con il

            computer.

            E credi che tel'habbiano dato in gentile omaggio
            solo perche' sei bello ??? Vatti a rileggere la
            fattura...Mìngula! Capire quando uno scherza no eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            Un punto di forza di Windows è che comprende i
            driver per quasi tutto l'hardware esistente. Ho
            la stampante PG-306? Non devo cercarne il driver,
            Windows ce l'ha.Completamente falso: sappiamo tutti quanto i driver inclusi all'interno di Windows facciano completamente schifo (e generalmente sono dell'anteguerra).L'unico dato di fatto è che è driver di Windows vengono scritti quasi come DOVERE, mentre quelli per Linux vengono scritti OPZIONALMENTE.Quindi, ritornando al tuo esempio, quando tu comprerai la tua stampante PG-306 la collegherai al PC, ti accorgerai che i driver di Windows fanno schifo e provvederai immediatamente ad installare quelli che si trovano nel CD allegato (dove, nel 90% dei casi non ci saranno quelli per Linux).
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            Completamente falso: sappiamo tutti quanto i
            driver inclusi all'interno di Windows facciano
            completamente schifo (e generalmente sono
            dell'anteguerra).
            Quindi, ritornando al tuo esempio, quando tu
            comprerai la tua stampante PG-306 la collegherai
            al PC, ti accorgerai che i driver di Windows
            fanno schifo e provvederai immediatamente ad
            installare quelli che si trovano nel CD allegato
            (dove, nel 90% dei casi non ci saranno quelli per
            Linux).Più o meno. Nel caso della PG-306, che è una stampante laser di oltre 10 anni fa, i driver compresi con Windows han sempre funzionato benissimo, mentre ad esempio per i modem quelli del CD allegato in genere migliorano le prestazioni.
            L'unico dato di fatto è che è driver di Windows
            vengono scritti quasi come DOVERE, mentre quelli
            per Linux vengono scritti OPZIONALMENTE.Sì e no. Direi che i driver per Windows sono scritti dal produttore del dispositivo, quelli per Linux spesso devono essere scritti da volontari - ma poi non vengono inclusi nelle distribuzioni, si preferisce pensare che l'utente che ha quel dispositivo si arrangia, li cerca con Google, prova a installarli, chiede su un forum come fare, alla fine ci riesce; ma è proprio ciò che l'utente alle prime armi vorrebbe evitare.Però, ha scritto qualcuno in questo forum, esistono driver per Linux che si installano premendo come un idiota il classico pulsante Avanti. Includeteli!Per un'azienda che produca un sistema operativo, la differenza fra dire all'utente "se per il tuo modem non ci sono driver fattene dare uno ethernet" e fargli trovare la pappa pronta può essere la differenza tra affondare e sopravvivere. Linux non è un'azienda, per fortuna, ma se si vuole rompere certi monopoli occorre anche imparare a ragionare come il nemico...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            Sì e no. Direi che i driver per Windows sono
            scritti dal produttore del dispositivo, quelli
            per Linux spesso devono essere scritti da
            volontari - ma poi non vengono inclusi nelle
            distribuzioni, si preferisce pensare che l'utente
            che ha quel dispositivo si arrangia, li cerca con
            Google, prova a installarli, chiede su un forum
            come fare, alla fine ci riesce; ma è proprio ciò
            che l'utente alle prime armi vorrebbe evitare.I driver scritti da volontari non sono sempre stabilissimi, non possono essere inclusi a priori nel kernel per questo motivo.
            Però, ha scritto qualcuno in questo forum,
            esistono driver per Linux che si installano
            premendo come un idiota il classico pulsante
            Avanti. Includeteli!E tu chiedi a NVidia e ATI di cambiare la licenza con cui rilasciano i loro driver!
            Per un'azienda che produca un sistema operativo,
            la differenza fra dire all'utente "se per il tuo
            modem non ci sono driver fattene dare uno
            ethernet" e fargli trovare la pappa pronta può
            essere la differenza tra affondare e
            sopravvivere. Linux non è un'azienda, per
            fortuna, ma se si vuole rompere certi monopoli
            occorre anche imparare a ragionare come il
            nemico...Linux non può e non deve abbassarsi a dare la pappa pronta all'utente. Il computer non è un elettrodomestico come gli altri, e soprattutto quando di mezzo c'è Internet. E questo alla faccia di chi invece fa marketing proprio per vendere più copie possibile del proprio sistema operativo.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            I driver scritti da volontari non sono sempre
            stabilissimi, non possono essere inclusi a priori
            nel kernel per questo motivo.Vero. In genere funzionano bene sulla macchina di chi li ha scritti, sulle altre presumibilmente. Sul proprio sito il volontario sollecita le aziende a donargli attrezzature per controllare il driver su altri sistemi, e invita il più ampio numero di persone a provare e comunicare i bug, ma quasi nessuno lo caga.

            Però, ha scritto qualcuno in questo forum,

            esistono driver per Linux che si installano

            premendo come un idiota il classico pulsante

            Avanti. Includeteli!

            E tu chiedi a NVidia e ATI di cambiare la licenza
            con cui rilasciano i loro driver!Brutt'affare. Ma i driver per modem USB di cui parlavo io sono aperti.
            Linux non può e non deve abbassarsi a dare la
            pappa pronta all'utente. Il computer non è un
            elettrodomestico come gli altri, e soprattutto
            quando di mezzo c'è Internet. E questo alla
            faccia di chi invece fa marketing proprio per
            vendere più copie possibile del proprio sistema
            operativo.Nella marea di distribuzioni ci può stare quella da niubbo niubbo, quella da principiante che vuole capire, quella da utente esperto e quella da smanettone incallito. Non c'è nulla di male a preparare una distribuzione per utontissimi: è sempre un cliente sottratto all'avversario.
          • francescor82 scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
            - Scritto da: Gatto Selvaggio

            I driver scritti da volontari non sono sempre

            stabilissimi, non possono essere inclusi a
            priori

            nel kernel per questo motivo.

            Vero. In genere funzionano bene sulla macchina di
            chi li ha scritti, sulle altre presumibilmente.
            Sul proprio sito il volontario sollecita le
            aziende a donargli attrezzature per controllare
            il driver su altri sistemi, e invita il più ampio
            numero di persone a provare e comunicare i bug,
            ma quasi nessuno lo caga."Sul proprio sito il volontario sollecita le aziende a donargli attrezzature per controllare il driver su altri sistemi"... Ho paura che tu sia troppo, troppo ottimista.

            E tu chiedi a NVidia e ATI di cambiare la
            licenza

            con cui rilasciano i loro driver!

            Brutt'affare. Ma i driver per modem USB di cui
            parlavo io sono aperti.Debian, una delle distribuzioni che include quasi solo software libero, ha nel suo albero delle librerie i driver eciadsl, eagle-usb, unicorn (il BeWAN, o Fastrate 100 usb se preferisci), e speedtouch (per alcatel speedtouch usb). Non è poco, o sì?
            Nella marea di distribuzioni ci può stare quella
            da niubbo niubbo, quella da principiante che
            vuole capire, quella da utente esperto e quella
            da smanettone incallito. Non c'è nulla di male a
            preparare una distribuzione per utontissimi: è
            sempre un cliente sottratto all'avversario.Knoppix mi sembra sufficientemente da utontissimo: non devi installare niente, devi solo incrociare le dita sperando che il tuo BIOS controlli il lettore CD prima del disco fisso.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            "Sul proprio sito il volontario sollecita le
            aziende a donargli attrezzature per controllare
            il driver su altri sistemi"... Ho paura che tu
            sia troppo, troppo ottimista.L'ho scritto perché su qualche sito ho letto proprio questo. Direi che l'ottimista è lui.
            Debian, una delle distribuzioni che include quasi
            solo software libero, ha nel suo albero delle
            librerie i driver eciadsl, eagle-usb, unicorn (il
            BeWAN, o Fastrate 100 usb se preferisci), e
            speedtouch (per alcatel speedtouch usb). Non è
            poco, o sì?Infatti ho scritto che i driver esistono.Ma parlavo delle live. Non ne ho ancora trovata una che riconosca sti fatidici modem al volo, come riconoscono tutto il resto. Se uno prova una live, a parte una curiosità mirata, è perché non è in grado di fare di più, o non ha un disco o una partizione per un'installazione, o non si fida, o non ha tempo... se ci fosse una live che rileva il modem e come s'avvia sei in rete, uno la prova ed esclama: però com'è figo sto Linux; se s'avvia tutto ma non ci si connette, chiede spiegazioni e qualcuno gli spiega che bisogna "farsi cambiare il modem con uno ethernet" resta perplesso e non si fa una bell'idea di Linux.

            Nella marea di distribuzioni ci può stare quella

            da niubbo niubbo, quella da principiante che

            vuole capire, quella da utente esperto e quella

            da smanettone incallito. Non c'è nulla di male a

            preparare una distribuzione per utontissimi: è

            sempre un cliente sottratto all'avversario.

            Knoppix mi sembra sufficientemente da
            utontissimo: non devi installare niente, devi
            solo incrociare le dita sperando che il tuo BIOS
            controlli il lettore CD prima del disco fisso.Knoppix ho provato la 3.6. Poi ho provato Kanotix 2005-03, il cui autore dice che l'autoriconoscimento è migliore, ma non sono in grado di capire quale differenza ci sia fra l'autoriconoscimento di Knoppix e quello di kanotix. Dovrei provare la 4, ma uffa, bruciare tutti sti CD!Però non capisco questa resistenza verso chi chiede una distribuzione che funziona senza dover far niente (es. "Alix", una live fatta apposta per chi ha l'abbonamento ad Alice, autoriconoscimento tipo Knoppix-Kanotix e KDE con tema simile a XP. Widgets uguali per tutte le applicazioni. Come parte è in rete, e dispone di Office, Gimp e altro software sotto voci semplici come "elaboratore di testo" o "disegna". Ti lascia usare il floppy senza dover imparare che per farlo devi essere un tale chiamato root - una delle cose più irritanti di Knoppix.)Quando mio padre era bambino c'era un trattore chiamato Bobba: per farlo partire occorreva accendergli sotto un focherello per scaldare la testa del cilindro. Oggi i trattori sono mostri con l'aria condizionata che puoi guidare in giacca e cravatta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

            L'unico dato di fatto è che è driver di Windows
            vengono scritti quasi come DOVERE, mentre quelli
            per Linux vengono scritti OPZIONALMENTE.Strano non credi? Eppure il vantaggio di avere un sistema open dovrebbe essere proprio quello di poter scrivere driver con una semplicita' estrema...
          • francescor82 scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
            - Scritto da: Anonimo

            L'unico dato di fatto è che è driver di Windows

            vengono scritti quasi come DOVERE, mentre quelli

            per Linux vengono scritti OPZIONALMENTE.

            Strano non credi? Eppure il vantaggio di avere un
            sistema open dovrebbe essere proprio quello di
            poter scrivere driver con una semplicita'
            estrema... Questa cosa della semplicità te la sei inventata, eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ci mancava proprio una nuova distro!


            L'unico dato di fatto è che è driver di Windows

            vengono scritti quasi come DOVERE, mentre quelli

            per Linux vengono scritti OPZIONALMENTE.

            Strano non credi? Eppure il vantaggio di avere un
            sistema open dovrebbe essere proprio quello di
            poter scrivere driver con una semplicita'
            estrema... Se è più o meno facile non lo so, perché non ho mai provato a scriverne uno, però il punto è che non si può dare a Linux colpe che non ha. Mi spiego meglio:se un particolare driver non si trova in Linux la colpa dovrebbe essere della casa produttrice, non del sistema operativo! Invece molto spesso avviene il contrario!E poi molte volte non è neanche possibile includere tutti i driver all'interno del sistema operativo, per varie questioni (vedi, ad esempio quelli di NVIDIA).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

      ormai fa tutto da solo, Linux, per quanto bello,
      versatile, e leggero possa essere è ancora molto
      ostico, soprattutto sulle installzioni dei nuovi
      software, drivers compresi.Il problema e' che se a linux gli aggiungi tutte le cose di cui parli non e' piu' ne leggero ne versatile.Linux e' leggero se lo installi all'osso, altrimenti e' pesante, instabile e lento... il kernel sara' anche granitico ma se ti si schianta il WM dopo il control-alt-del hai perso comunque il tuo lavoro.
      • francescor82 scrive:
        Re: Ci mancava proprio una nuova distro!

        Il problema e' che se a linux gli aggiungi tutte
        le cose di cui parli non e' piu' ne leggero ne
        versatile.
        Linux e' leggero se lo installi all'osso,
        altrimenti e' pesante, instabile e lento...Stai scherzando, spero? Oppure immagino che comunque non vorrai fare un confronto con la pesantezza di Windows dopo che cominci ad installarci un po' di cose!
        il
        kernel sara' anche granitico ma se ti si schianta
        il WM dopo il control-alt-del hai perso comunque
        il tuo lavoro. Lavoro che tu provvederai a salvare periodicamente, così come faresti in Windows. Oppure in Windows non salvi mai?E poi il tempo che impieghi prima di tornare a lavorare è inferiore, basta riavviare solo X, e non tutto il sistema.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
      Secondo me non avete una prospettiva delle cose.Vi ricordate 5-6 anni fa, quando si parlava di linux?Si diceva che non poteva sfondare per una serie di motivi:-non c'era un browser decente (ci si appoggiava a Netscape 3.0)-non c'era una suite da ufficio compatibile con MS Office.-non c'era un supporto per la stampa.-non c'erano driver per la maggior parte dell'hardware in circolazione.Adesso le cose si sono rovesciate:-Abbiamo il miglior browser del momento (Firefox)-OpenOffice è ormai maturo e ci sono anche altre suite altrettanto buone: Koffice, la suite di Gnome...-Per stampare non c'è più alcun problema.-Ormai l'hardware supportato da linux è la stragrande maggioranza (grazie agli smanettoni che riescono a scriverne i driver, non certo alle aziende che, vergognosamente, ancora rilasciano driver solo per Windows).Eppure, nonostante tutto, stiamo ancora a discutere del perchè e del percome Linux non supporti tutto l'hardware in circolazione; come se comprando una scheda alla cieca fossi sicuro che invece, con una versione di Windows a caso, riuscissi a farla funzionare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
      - Scritto da:
      Ce ne sono talmente poche in giro.
      Forse gli sviluppatori di distro (a cui va anche
      il mio plauso, intendiamoci bene) non hanno
      ancora capito che l'unica cosa che non ha
      decretato la morte Winzoz è semplicemente la
      difficoltà ad installare i drivers. Ma dico, è
      mai possibile che avete sviluppato qualsiasi cosa
      per Linux, e a nessuno sia mai venuto in mente di
      perdere un po' di tempo a sviluppare un sistema
      che permetta di installare il software come su
      Windows, ed a cercare il nuovo hardware
      installato con relativo caricamento dei drivers,
      esattamente come
      Win?
      Una volta fatto questo avreste un mare di utenti
      Windows che migrerebbero verso la vostra distro,
      anche perchè, di windows potete dire quello che
      vi pare, ma lo saprebbe usare anche un bambino,
      ormai fa tutto da solo, Linux, per quanto bello,
      versatile, e leggero possa essere è ancora molto
      ostico, soprattutto sulle installzioni dei nuovi
      software, drivers
      compresi.
      Se poi fosse uscita a mia insaputa una distro che
      colma questo gap indicatemi che distro è che la
      testo
      immediatamente.Ma se fosse come dici tu...tanto varrebbe installare Windows, non trovi? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci mancava proprio una nuova distro!
      Il tuo commento mi lascia allibito:1) Non lo sai che i drivers in Linux sono tutti già belli e pronti? Non hai bisogno di installarne altri perchè appena inserisci 1 periferica qualunque è GIà PRONTA ALL'USO !!!2) Mai Sentito parlare di Autopackage ?PS Cmq con questi suggerimenti in mente proseguirò lo sviluppo della mia distro...
  • Anonimo scrive:
    torrent
    ...bellissima distro...peccato che non si possa scaricare!....
    • Anonimo scrive:
      Re: torrent
      Prova ora qui:http://www.how-tux.com/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=2...come potrai vedere puoi scaricarla anche senza torrent :Dvalvola
  • Anonimo scrive:
    LENTOOO!!
    Impossibile da scaricare, il torrent va a max 3 KB/s!!BLAH!!
    • Anonimo scrive:
      Re: LENTOOO!!
      Lentooo!!! Cos'è? Una nuova distro in stile Gentoo, solo che è compilata per 8086?
      • Anonimo scrive:
        Re: LENTOOO!!
        - Scritto da: Anonimo

        Lentooo!!! Cos'è? Una nuova distro in stile
        Gentoo, solo che è compilata per 8086?Cosa c'entra il torrent con Gentoo?E comunque è una Slack
        • Anonimo scrive:
          Re: LENTOOO!!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          Lentooo!!! Cos'è? Una nuova distro in stile

          Gentoo, solo che è compilata per 8086?

          Cosa c'entra il torrent con Gentoo?
          E comunque è una SlackEra una battuta. Oh Signore! E ridete ogni tanto, che magari vi viene qualche rughetta in più intorno alla bocca, e qualche zampa di gallina intorno agli occhi, ma la salute (vostra e di chi vi sta attorno) e l'umore (idem) ci guadagna e non poco.
          • Anonimo scrive:
            Re: LENTOOO!!
            - Scritto da: Anonimo
            Era una battuta.che comunque sia non faceva ridere :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: LENTOOO!!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Era una battuta.

            che comunque sia non faceva ridere :-DDi piuttosto che non l'hai capita.Se vuoi te la spiego. Allora...
          • Anonimo scrive:
            Re: LENTOOO!!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Era una battuta.

            che comunque sia non faceva ridere :-DConcordo
          • Anonimo scrive:
            Re: LENTOOO!!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Era una battuta.



            che comunque sia non faceva ridere :-D

            ConcordoChe pillole che siete.
          • Anonimo scrive:
            Re: LENTOOO!!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo






            Era una battuta.





            che comunque sia non faceva ridere :-D



            Concordo

            Che pillole che siete.Non è colpa nostra se non sai far ridere
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: LENTOOO!!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Era una battuta.

            che comunque sia non faceva ridere :-Dil fatto che non faceva ridere non cambia quello che non hai capito che era una battuta...
          • Anonimo scrive:
            Re: LENTOOO!!
            oh a me invece ha fatto lollare :D
      • Anonimo scrive:
        Re: LENTOOO!!

        Lentooo!!! Cos'è? Una nuova distro in stile
        Gentoo, solo che è compilata per 8086?No, per Z80... LOL comunque, bella battuta :)))
  • Anonimo scrive:
    Tempo sprecato
    in italia manca l'innovazione e lo sviluppo... c'è già troppo copia e incolla in giro   :(
    • Anonimo scrive:
      Re: NON E ' Tempo sprecato
      - Scritto da: Anonimo
      in italia manca l'innovazione e lo sviluppo...
      c'è già troppo copia e incolla in giro :(proprio perché manca innovazione, il riuso e adattamento di quanto disponibile diventa importantissimo.Buon lavoro a tutti gli open sourcerer
      • Anonimo scrive:
        Re: E ' TUTTO Tempo sprecato
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        in italia manca l'innovazione e lo sviluppo...

        c'è già troppo copia e incolla in giro :(

        proprio perché manca innovazione, il riuso e
        adattamento di quanto disponibile diventa
        importantissimo.

        Buon lavoro a tutti gli OPEN SORCITutti che incartano e confezionano...sarà che farete la fine della marmotta?
        • Anonimo scrive:
          Re: E ' TUTTO LAVORO
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          in italia manca l'innovazione e lo sviluppo...


          c'è già troppo copia e incolla in giro :(



          proprio perché manca innovazione, il riuso e

          adattamento di quanto disponibile diventa

          importantissimo.



          Buon lavoro a tutti gli OPEN SOURCERER

          Tutti che incartano e confezionano......e adattano e perfezionano e aggiungono e eliminano....L'attività umana, insomma.Tu sei parte della razza umana?
          sarà che
          farete la fine della marmotta?e tu credici, ma nel frattempo non trattenere il fiato
Chiudi i commenti