L'India ferma Uber

Bloccata l'app per il car-sharing dopo le accuse di stupro a carico di un suo conducente. A Portland, invece, l'azienda deve affrontare una nuova denuncia

Roma – Uber è stata bandita da Nuova Delhi “insieme agli altri servizi taxi non registrati” con l’accusa di essere “forviante per i suoi utenti”. Il servizio di trasporto privato Uber non ha ancorta commentato la notizia, tuttavia la decisione sembra essere legata ad un episodio di cronaca che l’ha vista indirettamente coinvolta: uno dei suoi autisti è stato arrestato con l’accusa di stupro nei confronti di una passeggera del servizio .

Alla notizia, peraltro, Uber aveva già controbattuto ed il CEO Travis Kalanick era intervenuto per esprimere il più profondo rammarico: “Quello che è successo è terribile ed il nostro cuore è vicino a quello della vittima di questo crimine ignobile. Faremo qualsiasi cosa, assolutamente qualsiasi cosa per aiutare ad assicurare alla giustizia il colpevole e per aiutare la vittima e la sua famiglia”.

Uber ha già promesso di collaborare con le autorità per assicurarsi che il sistema indiano si doti di un registro che permetta di verificare l’eventuale presenza di crimini nella fedina penale dei possessori di una patente commerciale : proprio questa mancanza indiana avrebbe permesso all’uomo ora accusato di stupro di ottenere il permesso di guidare sotto l’egida di Uber. Una petizione ha inoltre chiesto al servizio di car sharing di fare in India come già fa negli Stati Uniti, controllando i precedenti penali negli ultimi sette anni dei suoi autisti.

Quella di Nuova Deli nei confronti di Uber è una decisione che coglie in ogni caso di sorpresa, soprattutto guardando al contesto: l’India, infatti, si trova tristemente in prima fila nelle stastistiche sull’insicurezza delle donne, e gli studi fotografano una situazione nella quale viene stuprata una donna ogni 22 minuti.

Quello indiano è solo uno dei fronti di polemiche per l’app del car sharing che dopo le vicissitudini legali negli Stati Uniti, in Francia, in Germania ed in Italia e lo scontro con i tassisti di mezzo mondo si è tirata addosso una montagna di polemiche a causa delle dichiarazioni off-the-record del suo consulente Ian Osborne che prometteva di gettar fango sui giornalisti scomodi. Da ultimo ha incassato poi la denuncia della Municipalità di Portland che l’accusa di condurre un servizio di trasporto illegale .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • rudy scrive:
    net neutrality e roaming
    Scusate ma non comprendo bene la connessione tra i due argomenti al di la del fatto che sino gli stessi oligopolisti a gestire reti e cellulari.L'iniziativa di "superare" la net neutrality mi lascia sconcertato, al di la di pensare male sic e simpliciter come si dice. Cioe' quale idea di sviluppo delle reti stanno pensando, considerando che e' prevedibile che si tratti di una infrastruttura abbastanza decisiva, e non una semplice piattaforma per il rilancio delle televisioni. La sensazione e' che dei burocrati stiano andando avanti dietro a lobbies in modo autonomo dal resto della societa civile, non una novita peraltro.E non comprendo come alcuni movimenti che hanno fatto discorsi sulla centralita della rete, non siano in grado di far sentire la loro voce e il loro peso su questo argomento. Non e' una provocazione, e' una constatazione che vorrebbe spronare a un maggiore intervento.
    • Leguleio scrive:
      Re: net neutrality e roaming

      E non comprendo come alcuni movimenti che hanno
      fatto discorsi sulla centralita della rete, non
      siano in grado di far sentire la loro voce e il
      loro peso su questo argomento. Quale voce possono fare sentire?E quale peso hanno, non solo in parlamento: in Italia in generale?
    • oDtjsRLgyTW fRKddUWr scrive:
      Re: net neutrality e roaming
      wAGAQl http://www.FyLitCl7Pf7kjQdDUOLQOuaxTXbj5iNG.com
    • MfspCEFHiF scrive:
      Re: net neutrality e roaming
      I've got a full-time job http://www.testwall.com/products/ Fenofibrate Lipanthyl SAN FRANCISCO - Entrepreneur Nicole O'Rourke has a novel idea for raising cash that would have been illegal until this week: smacking a "fund me" sticker on every bottle or can of hair products from her start-up business, Rock Your Hair.
  • Pierob scrive:
    Net neutrality
    Non per fare il rompiscatole ma l'oggetto è la net neutrality. L'intervento della Merkel contro la net neutrality. Se poi il convegno è organizzato da Vodafone (ma sarebbe lo stesso per Telecom e altri) la preoccupazione aumenta. Buona giornata Piero
  • iRoby scrive:
    Chat Renzi-Merkel
    Mai mi sarei aspettato che per le loro sporcellate erotiche il nostro toscanino e la cancelliera volessero l'ultra banda per guardarsi il topogigio e la topogigia in 4k durante le loro sessioni notturne di sex cam...O più semplicemente, quando tutte le principali aziende italiane saranno in mani tedesche, ci vorrà molta banda per tenere i quartier generali in cruccolandia e dirigere gli italo-schiavi al lavoro per creare surplus intascato dai padroni della grande Germania...
    • silvietto scrive:
      Re: Chat Renzi-Merkel
      - Scritto da: iRoby
      Mai mi sarei aspettato che per le loro
      sporcellate erotiche il nostro toscanino e la
      cancelliera volessero l'ultra banda per guardarsi
      il topogigio e la topogigia in 4k durante le loro
      sessioni notturne di sex
      cam...
      [img]http://image.spreadshirt.net/image-server/v1/compositions/122237087/views/1,width=280,height=280,appearanceId=92.png/berlusconi-XXXXna-inchiavabile_design.png[/img]
  • Esprit scrive:
    Manca solo...
    ...Tokyo e poi rinasce il RoBerTo di mussoliniana memoria.Per la Redazione di PI: è Storia non Politica per cui evitate di cancellare il commento, casomai fatevi prima un giro su Wikipedia
    • Leguleio scrive:
      Re: Manca solo...

      ...Tokyo e poi rinasce il RoBerTo di mussoliniana
      memoria.

      Per la Redazione di PI: è Storia non Politica per
      cui evitate di cancellare il commento, casomai
      fatevi prima un giro su
      WikipediaPerché proprio wikipedia e non un vero libro di storia? Se c'è una cosa che non si riesce a tenere fuori dalla wikipedia italiana è proprio la politica, talvolta è imbarazzante leggere le voci di storia passata scritte da invasati attuali.
      • bradipao scrive:
        Re: Manca solo...
        - Scritto da: Leguleio
        Perché proprio wikipedia e non un vero libro di
        storia? Se c'è una cosa che non si riesce a
        tenere fuori dalla wikipedia italiana è proprio
        la politica, talvolta è imbarazzante leggere le
        voci di storia passata scritte da invasati attuali.Oltre il 90% di questi contenuti imbarazzanti riesci ad evitarli andando alla voce in lingua inglese.
        • Leguleio scrive:
          Re: Manca solo...


          Perché proprio wikipedia e non un vero libro di

          storia? Se c'è una cosa che non si riesce a

          tenere fuori dalla wikipedia italiana è proprio

          la politica, talvolta è imbarazzante leggere le

          voci di storia passata scritte da invasati
          attuali.

          Oltre il 90% di questi contenuti imbarazzanti
          riesci ad evitarli andando alla voce in lingua
          inglese.Vero. Ed è imbarazzante in sé: per sapere qualcosa di un minimo imparziale sull'Italia bisogna rivolgersi agli stranieri. :(
          • Pedro Sgamante scrive:
            Re: Manca solo...
            http://www.youtube.com/watch?v=AeQxiqPDWw4
          • panda rossa scrive:
            Re: Manca solo...
            - Scritto da: Leguleio


            Perché proprio wikipedia e non un vero
            libro
            di


            storia? Se c'è una cosa che non si
            riesce
            a


            tenere fuori dalla wikipedia italiana è
            proprio


            la politica, talvolta è imbarazzante
            leggere
            le


            voci di storia passata scritte da
            invasati

            attuali.



            Oltre il 90% di questi contenuti imbarazzanti

            riesci ad evitarli andando alla voce in
            lingua

            inglese.

            Vero. Ed è imbarazzante in sé: per sapere
            qualcosa di un minimo imparziale sull'Italia
            bisogna rivolgersi agli stranieri.
            :(Esattamnte come per leggere qualcosa di un minimo imparziale su M$ bisogna andare sui forum di apple e viceversa.Da quando in qua il parere dell'oste circa il proprio vino e' affidabile?
          • Leguleio scrive:
            Re: Manca solo...


            Vero. Ed è imbarazzante in sé: per sapere

            qualcosa di un minimo imparziale sull'Italia

            bisogna rivolgersi agli stranieri.

            :(

            Esattamnte come per leggere qualcosa di un minimo
            imparziale su M$ bisogna andare sui forum di
            apple e
            viceversa.Tolto che non sono sicuro che sui forum di Apple ci siano cose imparziali su Microsoft, né viceversa, ma poi che discorsi: si parte dal presupposto che i maggiori interessati ad avere buone voci enciclopediche sull'Italia siano gli italiani, e non gli anglofoni. Che le voci più ricche e con maggiore documentazione siano da parte loro. E invece non è così: oltre che scritte coi piedi e piene di cose che con la storia non c'entrano, sono pure scarne. La voce sui vespri siciliani è più lunga, e più documentata, in inglese:http://en.wikipedia.org/wiki/Sicilian_Vespersche in italiano:http://it.wikipedia.org/wiki/Vespri_siciliani
            Da quando in qua il parere dell'oste circa il
            proprio vino e'
            affidabile?Da quando non c'è sottomano il parere di qualcun altro perché ancora non è stato assaggiato. Ci si attiene giocoforza a quello, non sarà un parere per l'eternità, ma come inizio va bene.
          • panda rossa scrive:
            Re: Manca solo...
            - Scritto da: Leguleio


            Vero. Ed è imbarazzante in sé: per
            sapere


            qualcosa di un minimo imparziale
            sull'Italia


            bisogna rivolgersi agli stranieri.


            :(



            Esattamnte come per leggere qualcosa di un
            minimo

            imparziale su M$ bisogna andare sui forum di

            apple e

            viceversa.

            Tolto che non sono sicuro che sui forum di Apple
            ci siano cose imparziali su Microsoft, né
            viceversa,Sempre meglio che leggere info di M$ o di apple sui rispettivi siti, dove abbiamo la certezza che sono tutte balle colossali.
            ma poi che discorsi: si parte dal
            presupposto che i maggiori interessati ad avere
            buone voci enciclopediche sull'Italia siano gli
            italiani, e non gli anglofoni.Infatti gli italiani vogliono buone voci.Gli anglofoni si accontentano di voci esatte.Te l'ho detto prima: se vuoi leggere cose buone su apple devi andare sui forum apple.
            Che le voci più
            ricche e con maggiore documentazione siano da
            parte loro. E invece non è così: oltre che
            scritte coi piedi e piene di cose che con la
            storia non c'entrano, sono pure scarne. La voce
            sui vespri siciliani è più lunga, e più
            documentata, in
            inglese:

            http://en.wikipedia.org/wiki/Sicilian_Vespers

            che in italiano:

            http://it.wikipedia.org/wiki/Vespri_siciliani E quindi?Hai appena dimostrato che la wiki contiene voci ricche e ben documentate.Dov'e' il problema?

            Da quando in qua il parere dell'oste circa il

            proprio vino e'

            affidabile?

            Da quando non c'è sottomano il parere di qualcun
            altro perché ancora non è stato assaggiato. Ci si
            attiene giocoforza a quello, non sarà un parere
            per l'eternità, ma come inizio va
            bene.Hai fretta?Io posso aspettare.
          • Esprit scrive:
            Re: Manca solo...
            In Italia, da qualunque argomento si parta, si finisce sempre in uno scontro tra due fazioni. Anche questa è Storia.
          • Leguleio scrive:
            Re: Manca solo...

            In Italia, da qualunque argomento si parta, si
            finisce sempre in uno scontro tra due fazioni.
            Anche questa è
            Storia.Poi ci sono coloro che con tanta buona volontà per le loro enciclopedie selezionano solo gli studiosi più equilibrati, e che, nel caso nemmeno loro si mostrassero equilibrati, estirpano i passi più controversi. E questi sono gli editori di enciclopedie cartacee generali. E coloro che invece l'enciclopedia la usano come espansione del campo di battaglia usuale, cioè il bar sport o il <I
            talk show </I
            televisivo. E questo nonostante:" <I
            Il punto di vista neutrale nella trattazione delle voci (spesso abbreviato in NPOV, acronimo dell'espressione inglese neutral point of view) è uno dei pilastri fondativi di Wikipedia sin dalla sua nascita, una regola indiscutibile e non derogabile, comune ad ogni edizione linguistica del progetto. Essa prevede che ogni argomento sia trattato presentando tutti i punti di vista rilevanti in maniera equa, proporzionata alla loro rilevanza e senza pregiudizi </I
            ".http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Punto_di_vista_neutrale-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 dicembre 2014 18.28-----------------------------------------------------------
          • Leguleio scrive:
            Re: Manca solo...

            Sempre meglio che leggere info di M$ o di apple
            sui rispettivi siti, dove abbiamo la certezza che
            sono tutte balle
            colossali.Leggere le specifiche di un prodotto fornite dal produttore stesso non fa male. Quando uno la spara troppo grossa si vede a occhio nudo. ;) Ma la verifica su questi dati può venire solo da test indipendenti a cura di organizzazioni di consumatori oppure di esperti, non certo da parte dei concorrenti.

            ma poi che discorsi: si parte dal

            presupposto che i maggiori interessati ad
            avere

            buone voci enciclopediche sull'Italia siano
            gli

            italiani, e non gli anglofoni.

            Infatti gli italiani vogliono buone voci.No, ahimè: a vedere i risultati, non le vogliono né buone, né approfondite, né tantomeno veritiere. Vogliono la facoltà di dire la loro anche su fatti e circostanze appurate e accettate; o, al contrario, mai appurate né accettate, ma che non cambiano certo perché qualcuno ha un'idea idiota e la espone su wikipedia.
            Gli anglofoni si accontentano di voci esatte.E anche di voci farlocche, ma scritte con garbo:http://en.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:List_of_hoaxes_on_Wikipedia
            Te l'ho detto prima: se vuoi leggere cose buone
            su apple devi andare sui forum
            apple.Non è nemmeno così: non sono voci che fanno lodi sperticate dell'Italia, che so io: sostenere la vittoria sugli Alleati nella seconda guerra mondiale, presentare l'invasione dell'Etiopia come invocata dagli stessi abissini, quasi una una missione umanitaria ante litteram. Magari! Almeno uno si fa una risata. :D Mi riferisco invece ad affermazioni senza senso, che saltano fuori quasi ad ogni voce storica di wikipedia.

            Che le voci più

            ricche e con maggiore documentazione siano da

            parte loro. E invece non è così: oltre che

            scritte coi piedi e piene di cose che con la

            storia non c'entrano, sono pure scarne. La
            voce

            sui vespri siciliani è più lunga, e più

            documentata, in

            inglese:



            http://en.wikipedia.org/wiki/Sicilian_Vespers



            che in italiano:




            http://it.wikipedia.org/wiki/Vespri_siciliani


            E quindi?E quindi il consiglio di esprit alla redazione di documentarsi su wikipedia è totalmente sbagliato. A questo punto che si documentino sul Manuale di nonna papera. A meno che si intendesse solo la wikipedia inglese, ma non mi sembra, dal contesto.
            Hai appena dimostrato che la wiki contiene voci
            ricche e ben
            documentate.
            Dov'e' il problema?Che non sono in lingua italiana, e che un italiano, in tutto questo tempo, non è riuscito a fare di meglio. E sì che aveva almeno il vantaggio di trovare tutti i documenti in biblioteche locali e di leggerli nella propria lingua madre. Invece, niente.

            Da quando non c'è sottomano il parere di
            qualcun

            altro perché ancora non è stato assaggiato.
            Ci
            si

            attiene giocoforza a quello, non sarà un
            parere

            per l'eternità, ma come inizio va

            bene.

            Hai fretta?
            Io posso aspettare.La questione non è nemmeno aspettare, qui. La questione è che qui l'oste non magnifica nemmeno il proprio vino: ci XXXXXX dentro, e senza nemmeno nascondersi.
      • TheDarkITA scrive:
        Re: Manca solo...
        Perchè i libri di storia sono imparziali vero?La storia l'ha sempre scritta chi ha vinto, c'è poco da fare.
        • Leguleio scrive:
          Re: Manca solo...

          Perchè i libri di storia sono imparziali vero?No, lo storico imparziale non esiste. Però esiste lo storico che non fa sparate e che non inventa di sana pianta per portare avanti una battaglia politica; mi accontento di poco.
          La storia l'ha sempre scritta chi ha vinto, c'è
          poco da
          fare.Sì, ma questo non c'entra con la mia critica alla fonte wikipedia. Uno storico che ammette di avere come fonti solo quelle dei vincitori, perché i vinti sono tutti morti di morte violenta oppure non hanno avuto la possibilità di lasciare degli scritti, è uno storico che fa il suo lavoro. Di più, umanamente, non può.Mi riferisco a baggianate ben peggiori e sguaiate che non il dare voce ai vincitori (o ai vinti, se si è in grado).
          • BimBumBam scrive:
            Re: Manca solo...
            Io parlerei di cronaca e non di storia e' troppo presto, magari i nostri figli.
          • Leguleio scrive:
            Re: Manca solo...

            Io parlerei di cronaca e non di storia e' troppo
            presto, magari i nostri
            figli.Vero, si usa dire che fino a 90 anni fa è storia, dopo è politica. E non è un paradosso, è inevitabile rimanere coinvolti emotivamente in fatti che non hanno avuto ancora un loro epilogo completo, e che non sono consultabili al 100 % negli archivi di Stato, spesso esiste un segreto ancora in vigore.Io però mi riferisco a sparate su questioni molto più vecchie di 90 anni fa, e come tenore sono da osteria, non certo da dibattito storico.
          • iRoby scrive:
            Re: Manca solo...
            - Scritto da: Leguleio
            fonte wikipedia. Uno storico che ammette di avere
            come fonti solo quelle dei vincitori, perché i
            vinti sono tutti morti di morte violenta oppure
            non hanno avuto la possibilità di lasciare degli
            scritti, è uno storico che fa il suo lavoro. Di
            più, umanamente, non può.Certe volte mi chiedo se ci credi veramente a quello che scrivi...
          • Leguleio scrive:
            Re: Manca solo...

            Certe volte mi chiedo se ci credi veramente a
            quello che
            scrivi...Sii più preciso: a che ti riferisci esattamente?
          • Elrond scrive:
            Re: Manca solo...
            - Scritto da: Leguleio

            Perchè i libri di storia sono imparziali
            vero?

            No, lo storico imparziale non esiste. Però esiste
            lo storico che non fa sparate e che non inventa
            di sana pianta per portare avanti una battaglia
            politica; mi accontento di poco.




            La storia l'ha sempre scritta chi ha vinto,
            c'è

            poco da

            fare.

            Sì, ma questo non c'entra con la mia critica alla
            fonte wikipedia. Uno storico che ammette di avere
            come fonti solo quelle dei vincitori, perché i
            vinti sono tutti morti di morte violenta oppure
            non hanno avuto la possibilità di lasciare degli
            scritti, è uno storico che fa il suo lavoro. Di
            più, umanamente, non
            può.
            Mi riferisco a baggianate ben peggiori e sguaiate
            che non il dare voce ai vincitori (o ai vinti, se
            si è in
            grado).Se pensi che la Wiki in italiano dica baggianate o sia parziale, sei liberissimo di modificarla. O di imparare l'inglese, cosa alla portata di tutti, oggidì.
          • Leguleio scrive:
            Re: Manca solo...


            Sì, ma questo non c'entra con la mia critica
            alla

            fonte wikipedia. Uno storico che ammette di
            avere

            come fonti solo quelle dei vincitori, perché
            i

            vinti sono tutti morti di morte violenta
            oppure

            non hanno avuto la possibilità di lasciare
            degli

            scritti, è uno storico che fa il suo lavoro.
            Di

            più, umanamente, non

            può.

            Mi riferisco a baggianate ben peggiori e
            sguaiate

            che non il dare voce ai vincitori (o ai
            vinti,
            se

            si è in

            grado).
            Se pensi che la Wiki in italiano dica baggianate
            o sia parziale, sei liberissimo di modificarla.Non appartengo alla scuola dei medici che curano i sintomi anziché la malattia. Posso benissimo correggere la wikipedia italiana, ma la testa di chi la fa, per la maggior parte bimbiminkia che hanno pagato per conseguire la licenza media, non la posso correggere per quella via. Sarebbero necessari campi di prigionia in cui si rifà il programma della scuola dell'obbligo fin dalla prima elementare. :|
            O
            di imparare l'inglese, cosa alla portata di
            tutti,
            oggidì.Se leggi tutta la discussione ti accorgerai che una voce della wikipedia inglese l'ho citata. E però un progetto si giudica nel complesso, le voci inglesi sono notoriamente le più ricche ma esistono anche quelle in altre lingue, e in dialetti come il lombardo e il vallone, e se queste abbassano la qualità media è un problema per tutto l'impianto. Il fatto che poi gli amministratori, bimbiminkia quanto i contributori, se non di più, rifiutano di riconoscere il problema, non aiuta.
      • BimBumBam scrive:
        Re: Manca solo...
        La storia si scrive con i documenti
        • Leguleio scrive:
          Re: Manca solo...

          La storia si scrive con i documentiCerto. Guarda caso quelli che nella wikipedia inglese ci sono, tranne rare eccezioni, e che nella wikipedia italiana non ci sono <B
          mai </B
          . Il seguente esempio non riguarda molto la storia, perché lo avevo già sottomano, riguarda però l'Italia antica. Voce lingua etrusca, questa la voce inglese:http://en.wikipedia.org/wiki/Etruscan_languageA piè di pagina ci sono 79 note, che rimandano a fonti di prima e di seconda mano.Questa la voce nella wikipedia francese:http://fr.wikipedia.org/wiki/%C3%89trusqueQui le note sono poche, la voce è più breve, ma sono comunque 6.Ecco la voce italiana:http://it.wikipedia.org/wiki/Lingua_etruscaDue note, ripeto, 2 note a piè di pagina, di cui solo una ad una fonte. E qual è questa fonte? La traduzione in inglese di un saggio italiano, perché citare il saggio originale in italiano nella voce italiana era brutto, vuoi mettere la traduzione? Eccolo quello italiano:http://www.libreriauniversitaria.it/lingua-cultura-etruschi-bonfante-giuliano/libro/9788835928195Sempre nella wikipedia italiana c'è una scarna bibliografia alla fine, fra cui si staglia questo libro:Il « mistero » della lingua etrusca, Romolo A. Staccioli (alla fine dell'opera è presente un glossario di vocaboli etruschi attualmente decifrati con certezza.) Newton & Compton editori, Roma, 1977. 2° édition, 1987. <I
          Mais naturellement </I
          , deuxième édition, siamo mica provincialotti che per i libri in italiano pubblicati in Italia mettiamo le indicazioni in italiano! Evvai con le lingue straniere.La wikipedia italiana fa così <B
          con tutto </B
          : un copia incolla frenetico e frettoloso dalla prima cagata trovata su internet senza nemmeno capire di che si tratti.
          • panda rossa scrive:
            Re: Manca solo...
            - Scritto da: Leguleio
            La wikipedia italiana fa così <B
            con
            tutto </B
            : un copia incolla frenetico e
            frettoloso dalla prima cagata trovata su internet
            senza nemmeno capire di che si
            tratti.No. Non fa cosi' con tutto.
          • Leguleio scrive:
            Re: Manca solo...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio


            La wikipedia italiana fa così <B
            con

            tutto </B
            : un copia incolla
            frenetico
            e

            frettoloso dalla prima cagata trovata su
            internet

            senza nemmeno capire di che si

            tratti.

            No. Non fa cosi' con tutto.Ah no?!? (newbie)
          • webwizard scrive:
            Re: Manca solo...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Leguleio




            La wikipedia italiana fa così
            <B

            con


            tutto </B
            : un copia incolla

            frenetico

            e


            frettoloso dalla prima cagata trovata su

            internet


            senza nemmeno capire di che si


            tratti.



            No. Non fa cosi' con tutto.

            Ah no?!? (newbie)No. Ad esempio, parlando della voce "Etruschi" (per restare in tema), la voce italiana è migliore di quella inglese, pur avendo comunque problemi (segnalati e monitorati). Poi, da una parte ci sono le fonti (interviste ai registi o meno), dall'altra solo supposizioni. Se si può avere il link preciso, ci si può ragionare sopra. Tenete sempre conto, poi, che le regole per en.wiki sono diverse da quelle di it.wiki, soprattutto per fonti e immagini: da loro c'è il fair use, qui no. Prevengo l'obiezione: la sede dei server è in USA, quindi vale la legislazione americana. Non è detto e, comunque, implica andare per avvocati, cosa che in America fanno e qui non vogliono fare (e non c vuole troppo a capire perché). Comunque, la regola base è sempre la stessa: se qualcosa non va, potete metterlo a posto.
          • Leguleio scrive:
            Re: Manca solo...




            La wikipedia italiana fa così

            <B


            con



            tutto </B
            : un copia incolla


            frenetico


            e



            frettoloso dalla prima cagata
            trovata
            su


            internet



            senza nemmeno capire di che si



            tratti.





            No. Non fa cosi' con tutto.



            Ah no?!? (newbie)

            No. Ad esempio, parlando della voce "Etruschi"
            (per restare in tema), la voce italiana è
            migliore di quella inglese, pur avendo comunque
            problemi (segnalati e monitorati). Probabilmente ti riferisci ad una voce citata in bibliografia, Fernand Crombette, <I
            Il vero volto dei figli di Het: la bolla di Tarkondemos </I
            , Ceshe asbl, Tournai, 2007.Per farsi un'idea di chi fosse Crombette, ecco qui l'elenco di alcuni suoi libri:http://crombette.altervista.org/libcro.htmIn più il libro citato tratta di hittiti, non di etruschi.
            Poi, da una
            parte ci sono le fonti (interviste ai registi o
            meno), dall'altra solo supposizioni. Non vorrei concentrarmi troppo sull'esempio portato da ..., so poco dell'argomento e nemmeno ha dato dei link. Io parlo in generale, di metodo: in un'enciclopedia tradizionale cartacea l'autore delle voci, scelto in quanto esperto del ramo (vero o presunto) sa come documentarsi e parte da opere scritte o audiovisive di un certo tipo. Ci saranno errori ed omissioni, però appoggiandosi a libri pubblicati da editori veri, e non ad opere stampate in proprio, avrà comunque una base di partenza solida.Appoggiarsi al web e ad interviste di illustri sconosciuti equivale a basare interamente il sapere su opere pubblicate a proprie spese, e non è necessario leggere il <I
            Pendolo di Foucault </I
            per sapere che gli autori sono quasi sempre dei mattoidi. L'eccezione c'è, pensiamo a Proust, ma la regola purtroppo è ben diversa.
            Se si può
            avere il link preciso, ci si può ragionare sopra.Nel caso specifico, solo chi sa un po' di giapponese può andare a vedere la classifica dei film più visti in Giappone in quell'anno. Ammesso si trovi online (non è facile procurarsele, ci sono sempre diatribe fra le case cinematografiche sulle cifre...).Non è questione di link, ma di capire che cosa dice, e se è una fonte affidabile o meno.
            Tenete sempre conto, poi, che le regole per
            en.wiki sono diverse da quelle di it.wiki,
            soprattutto per fonti e immagini: Non credo nessuno abbia mai criticato la wikipedia italiana per la mancanza di immagini.Sì, salta all'occhio da un'edizione inglese ad una in lingua europea, ma è l'ultimo dei problemi, ti assicuro.
            Comunque, la regola base è sempre
            la stessa: se qualcosa non va, potete metterlo a
            posto.Nelle costruzioni umane, anche quelle culturali, esistono casi in cui è più conveniente radere al suolo tutto e rifare daccapo. :|
          • panda rossa scrive:
            Re: Manca solo...
            - Scritto da: Leguleio
            Non vorrei concentrarmi troppo sull'esempio
            portato da ..., so poco dell'argomento Quindi parli a vanvera, come al solito.Parli di cose che non conosci e pretendi di esprimere un parere informato.Le tue opinioni pertanto non hanno alcuna credibilita' se misurate con lo stesso metro che hai appena descritto.
            Io parlo in generale, di metodo: in
            un'enciclopedia tradizionale cartacea l'autore
            delle voci, scelto in quanto esperto del ramo
            (vero o presunto) sa come documentarsi e parte da
            opere scritte o audiovisive di un certo tipo.Non cambia proprio niente.
            Ci
            saranno errori ed omissioni, però appoggiandosi a
            libri pubblicati da editori veri, Gli editori "veri" sono dei bottegai portatori di interessi.L'editore pubblica per vendere. Nulla gli frega della qualita' o della bonta' del conenuto. L'importante e' che l'opera venda.L'autore invece ha finalita' molto piu' alte.
            e non ad opere
            stampate in proprio, avrà comunque una base di
            partenza
            solida.
            Appoggiarsi al web e ad interviste di illustri
            sconosciuti Sconosciuti per te.
            equivale a basare interamente il
            sapere su opere pubblicate a proprie spese,Oggi non c'e' piu' bisogno di spendere nulla.La teconologia consente di pubblicare gratis.La conoscenza e' finalmente libera dall'intermediazione di meschini portatori di interessi.
            e non
            è necessario leggere il <I
            Pendolo di
            Foucault </I
            per sapere che gli autori
            sono quasi sempre dei mattoidi. Preso nota: gli autori sono mattoidi.Questa te la sbattero' in faccia alla prima occasione.
            L'eccezione c'è,
            pensiamo a Proust, ma la regola purtroppo è ben
            diversa.Qual e' questa regola?

            Se si può

            avere il link preciso, ci si può ragionare
            sopra.

            Nel caso specifico, solo chi sa un po' di
            giapponese può andare a vedere la classifica dei
            film più visti in Giappone in quell'anno. Ammesso
            si trovi online (non è facile procurarsele, ci
            sono sempre diatribe fra le case cinematografiche
            sulle
            cifre...).E ancora una volta pretendi di andare a chiedere all'oste quanto vino ha venduto.
            Non è questione di link, ma di capire che cosa
            dice, e se è una fonte affidabile o
            meno.L'oste non e' mai affidabile quando parla di se'.Questo e' un fatto ormai accertato e consolidato.

            Tenete sempre conto, poi, che le regole per

            en.wiki sono diverse da quelle di it.wiki,

            soprattutto per fonti e immagini:

            Non credo nessuno abbia mai criticato la
            wikipedia italiana per la mancanza di
            immagini.
            Sì, salta all'occhio da un'edizione inglese ad
            una in lingua europea, ma è l'ultimo dei
            problemi, ti
            assicuro.



            Comunque, la regola base è sempre

            la stessa: se qualcosa non va, potete
            metterlo
            a

            posto.

            Nelle costruzioni umane, anche quelle culturali,
            esistono casi in cui è più conveniente radere al
            suolo tutto e rifare daccapo.
            :|Ma questo modo di procedere non si applica ne' alla cultura ne' alla storia.Anche gli errori sono informazione, e si studiano per non ripeterli.Se li cancelli non tramandi queste esperienze.
          • ... scrive:
            Re: Manca solo...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio


            La wikipedia italiana fa così <B
            con

            tutto </B
            : un copia incolla
            frenetico
            e

            frettoloso dalla prima cagata trovata su
            internet

            senza nemmeno capire di che si

            tratti.

            No. Non fa cosi' con tutto.Panda, lo fa molto spesso, e provare a dire qualcosa è una battaglai persa. Ci ho provato, credimi, ma gli amministratori sono davvero TROPPO inetti. Per esempio per loro andava bene come fonte per esempio sul guadagno di un film horror semi-amatoriale italiano in Giappone un sito italiano in cui si accennava che in un'intervista al regista il suddetto film sarebbe entrato nella top 5 dei film più venduti dell'anno in tutto il Giappone... quando in realtà è CHIARAMENTE impossibile e completamente inverosimile (tanto per capirci il Giappone ha 120 milioni di abitanti, manco c'è una voce sulla Wikipedia giapponese riguardo al film e su IMDb ha totalizzato la bellezza di 800 voti in 8 anni). Ma niente da fare, per loro andava bene negare l'evidenza.
          • panda rossa scrive:
            Re: Manca solo...
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Leguleio




            La wikipedia italiana fa così <B

            con


            tutto </B
            : un copia incolla

            frenetico

            e


            frettoloso dalla prima cagata trovata su

            internet


            senza nemmeno capire di che si


            tratti.



            No. Non fa cosi' con tutto.

            Panda, lo fa molto spesso, e provare a dire
            qualcosa è una battaglai persa. Ci ho provato,
            credimi, ma gli amministratori sono davvero
            TROPPO inetti. Per esempio per loro andava bene
            come fonte per esempio sul guadagno di un film
            horror semi-amatoriale italiano in Giappone un
            sito italiano in cui si accennava che in
            un'intervista al regista il suddetto film sarebbe
            entrato nella top 5 dei film più venduti
            dell'anno in tutto il Giappone... quando in
            realtà è CHIARAMENTE impossibile e completamente
            inverosimile (tanto per capirci il Giappone ha
            120 milioni di abitanti, manco c'è una voce sulla
            Wikipedia giapponese riguardo al film e su IMDb
            ha totalizzato la bellezza di 800 voti in 8
            anni). Ma niente da fare, per loro andava bene
            negare
            l'evidenza.Si passa dal tutto, al molto spesso, ad un caso specifico.Non potete estendere in questo modo le cose.Se c'e' un caso in cui si sono verificati problemi vuol dire che c'e' stato un caso. Non molti, e men che meno tutti.
Chiudi i commenti