Lo Zune Phone si chiama Windows Phone 7

A Redmond fanno sul serio: dicono addio alla familiare interfaccia di Windows Mobile 6 e lanciano un nuovo paradigma. Che integra contenuti provenienti da Xbox, Zune e Bing: ma non solo

Roma – Microsoft ha presentato al Mobile World Congress di Barcellona la nuova generazione di dispositivi Windows Phone: si chiamerà Windows Phone 7 Series , e punta a riscrivere da zero l’esperienza di Redmond nel settore per recuperare il terreno ceduto negli ultimi anni.

“In un mercato affollato di cellulari con formati simili e che fanno tutti la stesse cose, ho chiesto al nostro team di fornire un nuovo tipo di esperienza mobile. Crediamo che Windows Phone 7 Series sia un telefono che rappresenta realmente il dinamismo della vita delle persone e il loro bisogno di essere collegate alle altre persone” ha spiegato il CEO di Microsoft Steve Ballmer. “È il più grande lancio che facciamo nel settore della telefonia – ha sottolineato con orgoglio – e penso che tutti si fermeranno stupiti”.

Annunciato per imminente, atteso da tempo, il nuovo OS mobile fa intuire la nuova impostazione tenuta da Redmond, più consumer oriented . Per esempio questa volta Microsoft ha voluto occuparsi non solo del sistema operativo ma dell’intero prodotto, dal design (definito nel corso della presentazione “accattivante” e “olistico”) al touch screen.

Fin dalla schermata principale, d’altronde, sembra allontanarsi dal classico modello Windows con la barra e il pulsante start, ricordando più da vicino la user experience di Zune HD player .

La schermata iniziale sarà formata da sezioni aggiornate dinamicamente che mostrano direttamente agli utenti i contenuti in tempo reale, discostandosi così dalla tradizione di icone statiche che fungono da passaggio intermedio per l’applicazione. In un esempio portato nel corso della presentazione viene creata una sezione dedicata ad un amico nella pagina iniziale, in cui l’utente può disporre di una visuale chiara e aggiornata relativa ai post e alle immagini più recenti del proprio contatto.

La caratteristica fondamentale sembra però costituita dalla multimedialità : il dispositivo riunirà in un telefono cellulare alcuni contenuti Xbox LIVE, i contenuti video e musicali di Zune, avrà un occhio di riguardo nei confronti dei social network e avrà un tasto dedicato a Bing.

Il tutto sarà organizzato in Hub , i centri di attività che uniranno in una singola visuale contenuti correlati su specifici temi. Dovrebbero riflettere le attività più importanti per gli utenti: Persone ( in cui sono raccolti i servizi di social networing, e in particolare la possibilità di effettuare e monitorare gli aggiornamenti Facebook e Windows Live), Immagini, Giochi (in cui si offre un’integrazione ufficiale a Xbox Live online game), Musica e Video (costituito dal meglio di Zune e una radio FM integrata), Marketplace (il mercato delle applicazioni) e Office (con accesso alla suite per ufficio di Microsoft, OneNote, SharePoint e Workspace).

Microsoft ha già individuato i partner con cui collaborare nella produzione: fra gli operatori di telefonia mobile AT&T, Deutsche Telekom AG, Orange, Sprint, Vodafone, Telecom Italia e Verizon Wireless; fra i produttori Dell, HTC, HP, LG, Samsung, Sony Ericsson, Toshiba e Qualcomm.

I primi telefoni Windows Phone 7 Series dovrebbero essere disponibili a partire dalle feste natalizie del 2010. High Tech Computer (HTC), il più grande produttore di smartphone operanti con Windows Mobile e Android Mobile, ha in previsione di lanciare i nuovi apparecchi con Windows Phone 7 nel quarto trimestre di quest’anno. Un progetto, dunque, che appare avere tempi un po’ lunghi rispetto ai ritmi del settore mobile.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • torlone gianfranco scrive:
    Riviste su tablet
    Molto interessante qesta soluzione in AIR, ho provato a realizzare un'applicazione in Flex molto simile e presto anche in AIR.Una prima preview è disponibile a questo url con due riviste demoBlogMagazine di JuliusDesignhttp://www.flexpedia.net/MagaZoom/BlogMagazine/MagaZoom.html?url=http://www.flexpedia.net//MagaZoom/BlogMagazine/info.txtIl Fatto Quotidiano Numero 1 Anno 1http://www.flexpedia.net/MagaZoom/BlogMagazine/MagaZoom.html?url=http://www.flexpedia.net//MagaZoom/ilfatto/info.txt
    • torlone gianfranco scrive:
      Re: Riviste su tablet
      dato che non ha preso bene i link metto la url dalla paginahttp://www.flexpedia.net/index.php/knight-reader-beta/
  • Uno scrive:
    SI che bello
    SI che bello accecarsi con uno schermo LCD....... Le riviste come i libri ad oggi si posso legegere solo tramite schermi e-ink, chi propone altre soluzioni, è un delinquente.
    • stivy scrive:
      Re: SI che bello
      - Scritto da: Uno
      chi propone
      altre soluzioni, è un
      delinquente.Addirittura!! ;)Bhe forse allora, dato che lo hai già provato, potrai farci una bella recensione approfondita di 'sto iPad......
      • Uno scrive:
        Re: SI che bello
        Guarda non importa provare l'ipad per capire che un lcd non ti può dare la leggibilità, che ti danno altre tecnologie, e ripeto visto che si propone questo,l'ipad, come ebook reader, e visto che gli lcd, di ogni tipo marca e modello, recano danno agli occhi, apple è un società a delinquere. C'è poco da discuture, è matematica, gli lcd per leggere fanno male agli occhi, creare un apparecchio dicendo che è idoneo alla lettura con tecnologia lcd, è come voler arrecare danno agli occhi dei clienti. Certo se per leggere intendete 4 pagine in croce al giorno...allora va anche bene l'lcd, ma leggere è altro.
        • Cesare scrive:
          Re: SI che bello
          iPad non è solo un eBook reader. Punto.In ogni caso, trovami una tecnologia e-ink, che sia commercializzabile FIN DA SUBITO, capace di garantire un'esperienza di lettura a 360°, vale a dire non limitata solamente alla lettura di e-book ma anche di riviste (corredate quindi da foto; non dico video ma almeno foto).
          • Certo certo scrive:
            Re: SI che bello
            - Scritto da: Cesare
            iPad non è solo un eBook reader. Punto.Già, poteva essere molto di più e invece è tanto di meno.
          • Cesare scrive:
            Re: SI che bello
            A cosa ti riferisci di preciso? Ti riferisci alla possibilità di farci girare su un sistema operativo pensato per un'esperienza non touch ma, piuttosto, punta e clicca? a mio modesto parere (e parlo da consumatore, non da esperto) questo è stato l'errore che hanno pagato i (pochi) devices che hanno visto la luce.O ti riferisci ad altro?
          • Certo certo scrive:
            Re: SI che bello
            Già. Poteva avere un sistema operativo pensato per un'esperienza d'uso rivoluzionaria. Non è questo che hanno strombazzato per mesi da Cupertino?
          • Cesare scrive:
            Re: SI che bello
            Beh, io aspetto di provarlo.Di certo posso dirti una cosa, e cioè che non mi dispiacerebbe assolutamente la possibilità di avere a disposizione un device che mi permetta di:1) gestire musica, foto e video2) accedere ad una navigazione che (sebbene castrata dalla mancanza di Flash, di cui comunque non sentirò la mancanza) sia a piena pagina e totalmente a portata di dita3) permettermi una rapida accessibilità a riviste e libri di vario carattere (spero, nel mio caso, soprattutto scientifico)4) di rilassarmi per una mezz'ora con un bel videogioco5) di accedere alla miriade di applicazioni presenti su AppStore6) di stilare brevi documenti e presentazioni mediante una suite iWork che non rappresenta un semplice transporting della suite pensata per OSX ma un pacchetto totalmente reinventato per essere gestito con interfaccia touchil tutto senza dover ricorrere ad un notebook o ad un netbook (dotati comunque di maggior peso e dimensione e con tempi di accensione e spegnimento inevitabili, maggior consumo di batteria, interfaccia punta e clicca) e senza il limite di uno schermo piccolo come quello di iPhone (pensato per BREVI sessioni di navigazione, di gioco, e brevi mail).E credo che la cosa interessera ancora di più tutta quella fascia di utenti che, vuoi per ignoranza, vuoi per mancanza di dimestichezza con la macchina, trovano grosse difficoltà ad adattarsi alla gerarchia di cartelle tipiche dei SO operativi per computer. Sicchè tali utenze, nel momento in cui vorranno dare un'occhiata ad una presentazione non saranno costrette a cercare il file desiderato fra le cartelle; più semplicemente avvieranno la versione per iPad di Keynote (o anche di Powerpoint, come si vocifera) che all'avvio mostrerà tutti i file immagazzinati nel dispositivo avviabili da quella applicazione. Ripeto, è il mio modesto parere, ma trovo che un dispositivo del genere possa veramente rendere alla portata di tutti delle possibilità fino ad oggi relegate al mondo dei computer propriamente detti. Può infatti sembrare assurdo, me ne rendo conto, ma nell'epoca della globalizzazione di massa, una buona fetta della popolazione, anche di quella culturalmente ed economicamente produttiva, non riesce ad interfacciarsi, ad esempio, con una suite da ufficio. E nella stragrande maggioranza dei casi, comunque, tali applicativi non vengono mai utilizzati nel loro pieno potenziale ma, piuttosto, nelle loro funzioni basilari. Pur tuttavia, l'utilizzo di iPad è, per ovvi motivi di sincronizzazione, comunque vincolato, in molti casi, alla presenza di un computer, su questo non vi sono dubbi. Resta comunque il grosso vantaggio che tale utilizzo non implica la conoscenza né del funzionamento del pc in toto ma, piuttosto, del singolo programma di sincronizzazione (nella fattispecie, suppongo, iTunes). In definitiva, è questo che trovo rivoluzionario in iPad: la capacità di approfondire ed estendere l'innovazione introdotta con iPhone.
          • Certo certo scrive:
            Re: SI che bello
            Contento tu ... secondo me è solo un peso da tirarsi appresso che non ti permette di fare tutto quello che potresti fare. Poi magari spopolerà fra chi fa fatica con il computer, ma per me è già un gadget da dimenticare.
          • stivy scrive:
            Re: SI che bello
            - Scritto da: Certo certo
            Già, poteva essere molto di più e invece è tanto
            di
            meno.Ma perchè chi critica lo fa sempre senza proporre in prima persona un'alternativa?
          • JosaFat scrive:
            Re: SI che bello
            Non è un ebook reader, perché ora come ora per esserlo serve l'e-ink. Non è un computer o un netbook, perché non ne ha la potenza computazionale. Non è un lettore mp3, perché è troppo ingombrante. Non è un telefono, perché non telefona (oltre a non stare in tasca).E' una via di mezzo tra troppe cose.
          • Cesare scrive:
            Re: SI che bello
            Prova a porre la questione in termini un pò diversi...Potrebbe esse un punto di incontro fra tante cose, più che una via di mezzo.Sottolineo potrebbe....Aspettiamo di vederlo all'opera, solo allora sì potrà dare un giudizio concreto ma nemmeno definitivo.
          • JosaFat scrive:
            Re: SI che bello
            Mmmmh.Mi chiedo come possa essere il punto d'incontro tra una televisione e un libro.
          • anonimo scrive:
            Re: SI che bello
            - Scritto da: Cesare
            iPad non è solo un eBook reader. Punto.

            In ogni caso, trovami una tecnologia e-ink, che
            sia commercializzabile FIN DA SUBITO, capace di
            garantire un'esperienza di lettura a 360°, vale a
            dire non limitata solamente alla lettura di
            e-book ma anche di riviste (corredate quindi da
            foto; non dico video ma almeno
            foto).Le foto sul mio si vedono, in bianco e nero, ma si vedono:http://img195.imageshack.us/img195/1554/img2764j.jpg
          • Cesare scrive:
            Re: SI che bello
            Beh, ma non è propriamente la stessa cosa. Pensa, ad esempio, ad una pubblicazione di carattere scientifico, ad un libro universitario ricco di grafici a colori. Visualizzarli in bianco e nero renderebbe assolutamente inutile la legenda, sicchè sarebbe quantomeno difficoltoso estrapolare dei dati da tali grafici. Oppure penso ad un testo d'arte, in cui le immagini delle opere d'arte vengano visualizzate in bianco e nero e a bassa risoluzione. Pensa ora, invece, a come un dispositivo del genere possa rivoluzionare il mercato dell'editoria, specializzata e non. Opere di divulgazione che non si limitano a descrivere una reazione chimica ma ti permettono di visualizzarla, un giornale sportivo che ti descrive l'andamento di un match di calcio permettondoti, al contempo, di visualizzarne le azioni salienti. Se ne potrebbero fare a centinaia di questi esempi...
    • Joe Pistola scrive:
      Re: SI che bello
      - Scritto da: Uno
      SI che bello accecarsi con uno schermo LCD.......
      Le riviste come i libri ad oggi si posso
      legegere solo tramite schermi e-ink, chi propone
      altre soluzioni, è un
      delinquente.E' arrivato l'esperto. FIco... Hai gia' provato l'iPad? come come?O stai facendo una recensione immaginando l'ipad con lo schermo del Netbook da 4 soldi?Il kindle avra' pure l'eink ma non ci fai una cippa oltre a leggere i libri. Che inutilita' un dispositivo cosi...
      • JosaFat scrive:
        Re: SI che bello
        Con un lettore mp3 ci ascolti solo la musica, è inutile anche quello?Ad ogni modo, con il mio iLiad, scarico anche libri e blog da internet, scrivo, ci faccio anche un po' di programmazione shell!
  • My2Cents scrive:
    Non capisco
    Che senso ha creare un'applicazione o affidarsi ad una piattaforma specifica per leggere una rivista? Non è più comodo pagare un abbonamento e loggarsi alla pagina web che offre il contenuto, così da poterne fruire sia da un pc, che da un telefono o sull'ipad?
    • Joe Pistola scrive:
      Re: Non capisco
      - Scritto da: My2Cents
      Che senso ha creare un'applicazione o affidarsi
      ad una piattaforma specifica per leggere una
      rivista? Non è più comodo pagare un abbonamento e
      loggarsi alla pagina web che offre il contenuto,
      così da poterne fruire sia da un pc, che da un
      telefono o
      sull'ipad?Perche' alle gente piace leggere tenendo il lettore in mano sul divano e non seduti alla scrivania a leggere dal monitor.
    • JosaFat scrive:
      Re: Non capisco
      "Perchè sono stupidi"(cit. Davide Bianchi)
  • ruppolo scrive:
    Da scardinare?
    "bastano un paio d'occhi per consultarli"Per consultare Wikipedia bastano un paio d'occhi? Oppure serve anche un computer e un acXXXXX a Internet, con relativi costi iniziali e di mantenimento?"senza bisogno di complessi sistemi di lucchetti digitali da scardinare"Quindi per poter leggere un libro bisognerà scardinare dei lucchetti digitali?Questa mi giunge proprio nuova...Credo che possiamo accettare qualche compromesso a fronte della comodità di portare in tasca quintali di libri da leggere senza limitazioni spazio-temporali (e con la ricerca di parole...)
    • ioio scrive:
      Re: Da scardinare?
      Voglio proprio vederti quando vorrai cambiare reader e dovrai prenderlo per forza della stessa azienda del precedente perché altrimenti i tuoi quintali di libri non potrai leggerli per colpa di un diverso DRM.Ma poi dico... ma il DRM non era morto? Ancora con sto DRM, l'hanno capito per la musica e ora rifanno tutto di nuovo con i libri? Dei geni...
      • angros scrive:
        Re: Da scardinare?

        Voglio proprio vederti quando vorrai cambiare
        reader e dovrai prenderlo per forza della stessa
        azienda del precedente Ma stai parlando con ruppolo, sai già che lui prenderebbe comunque tutto della stessa azienda
      • stivy scrive:
        Re: Da scardinare?
        - Scritto da: ioio
        Ma poi dico... ma il DRM non era morto? Ancora
        con sto DRM, l'hanno capito per la musica e ora
        rifanno tutto di nuovo con i libri? Dei
        geni...Guarda c'è solo una soluzione a questo punto per te: non comprare l'iPad... pensa che questo concetto si chiama "libertà" ;)
        • Banana Joe scrive:
          Re: Da scardinare?
          - Scritto da: stivy
          Guarda c'è solo una soluzione a questo punto per
          te: non comprare l'iPad... pensa che questo
          concetto si chiama "libertà"
          ;)Anche scardinando il DRM ottengo la libertà per i prodotti da me acquistati. ;)
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: Banana Joe
            Anche scardinando il DRM ottengo la libertà per i
            prodotti da me acquistati.
            ;)Non fai prima ad acquistare i medesimi prodotti presso altro rivenditore che li vende privi di DRM? Così facendo resti nella legalità. Lo so che in Italia è molto difficile decidere di restare nella legalità piuttosto che non fare i "furbi" ;)In fondo è una legge di mercato: se compri altrove il medesimo prodotto (e qui stiamo parlando di libri elettronici che si trovano sia sull'ipotetico ibook store che su altri store) manifesti la tua libertà di scelta e contemporaneamente bocci la strategia di vendita di chi impone DRM. QUESTO intendo per "libertà".
          • lellykelly scrive:
            Re: Da scardinare?
            anche non arrivandoti i soldi a fine mese si sfama la gente non abbiente.
          • ruppolo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Auguri.
        • ioio scrive:
          Re: Da scardinare?

          Guarda c'è solo una soluzione a questo punto per
          te: non comprare l'iPad... pensa che questo
          concetto si chiama "libertà"
          ;)Nulla da eccepire, in effetti non comprerò l'iPad ;)Resta da capire perché la Apple, che ha già eliminator il DRM dal suo store musicale, ripercorra gli stessi deleteri passi con l'iBook store (o come diavolo si chiamerà).
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: ioio
            Resta da capire perché la Apple, che ha già
            eliminator il DRM dal suo store musicale,
            ripercorra gli stessi deleteri passi con l'iBook
            store (o come diavolo si
            chiamerà).Io sono convinto che li metterà all'inizio, come fece con ipod, per "tranquillizzare" le case editoriali e convincerle a salire sul barcone ibookstore. In fondo è un mercato nuovo, così come lo era a suo tempo quello degli mp3 "legali". In pratica cerca di far partire lo stesso effetto volano che decretò il sucXXXXX dell'ecosistema itunes/ipod.Poi, forsechissàchippuòdirlo ;) , lo rimuoverà come fece con gli mp3.
          • LaNberto scrive:
            Re: Da scardinare?
            Sono richieste specifiche delle case editrici, come furono richieste specifiche delle case discografiche, che anzi volevano molti più controlli. Sono occorsi anni per convincerli a fare senza
          • lellykelly scrive:
            Re: Da scardinare?
            i drm sono come il divieto di fotocopiare i libri.
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: lellykelly
            i drm sono come il divieto di fotocopiare i libri.E' vero, ottima metafora, bravo!! (rotfl)
          • ruppolo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Perché il DRM l'ha tolto solo dalla musica. I video musicali, i film, gli audiolibri eccetera hanno ancora il DRM.
    • pino_vanta scrive:
      Re: Da scardinare?
      Guarda che Wikipedia mica è un libro cartaceo... l'autore del pezzo si riferiva ai libri cartacei... c'è pure scritto -_-Mi pare che per leggere i libri cartacei bastino due occhi (e un cervello, per chi ce l'ha).
      • ruppolo scrive:
        Re: Da scardinare?
        - Scritto da: pino_vanta
        Guarda che Wikipedia mica è un libro cartaceo...
        l'autore del pezzo si riferiva ai libri
        cartacei... c'è pure scritto
        -_-
        Mi pare che per leggere i libri cartacei bastino
        due occhi (e un cervello, per chi ce
        l'ha).Wikipedia non è un libro cartaceo e non bastano gli occhi. Toh, anche gli altri "libri" elettronici hanno lo stesso limite... ma tu guarda!
        • Ningo scrive:
          Re: Da scardinare?
          non capisci l'italiano ruppolo, wikipedia è un esempio che non centra un ruppolobuurp..olo
          • anonimo scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: Ningo
            non capisci l'italiano ruppolo, wikipedia è un
            esempio che non centra un
            ruppolo

            buurp..oloMa non è che ha confuso Wired con Wikipedia?
    • ruppppolo scrive:
      Re: Da scardinare?
      leggere libri di peso che non pesano ti peserà più di quanto pesi per tutto lo spazio e per tutto il tempo.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Da scardinare?
      contenuto non disponibile
      • stivy scrive:
        Re: Da scardinare?
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: ruppolo
        Se il falegname che ha costruito gli scaffali su
        cui metto i libri fallisce, allora tutti i miei
        libri spariscono nel nulla non appena marciscono
        gli scaffali perché non posso spostare i libri
        altrove.
        Qualcuno sano di mente accetterebbe questo
        'compromesso' per la propria
        libreria?
        Forse qualche lobotomizzato...Guarda c'è solo una soluzione a questo punto per te: non comprare l'iPad... pensa che questo concetto si chiama "libertà" ;)
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Da scardinare?
          contenuto non disponibile
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: stivy
            Mi spiace ciccio, ma sono *LIBERO* di divulgare
            in tutti i luoghi reali e virtuali che frequento
            quali sono le fregature nascoste dietro la
            vendita dei libri elettronici protetti da
            DRM.La tua LIBERTA' di acquisto consiste nel scegliere un negozio piuttosto che un altro. Vale anche nel virtuale. La tua LIBERTA' di divulgazione è imprescindibile, ma che sia oggettiva: infatti ibookstore non opera in regime di monopolio così come non lo fa itunes per la musica/apps.

            E ancora non mi spiego come si fa solo a pensare
            di accettare una condizione tanto svantaggiosa
            (fallimento del negozio = PUFF di tutta la mia
            biblioteca).

            Perché non provi a spiegarmelo tu?Uhm... itunes store esiste dal 2003 (http://it.wikipedia.org/wiki/ITunes_Store) e non mi sembra abbia mai accusato cali di linea o "fallimento del negozio" come dici tu. Eppure acquisti che feci ancora nel 2006 me li porto tutt'ora dietro su ogni dispositivo di mio interesse. Perchè? perchè ho accettato CONSAPEVOLMENTE di entrare in un ecosistema che mi ha offerto sin'ora qualità e semplicità d'uso. Questo è stato il mio modo di manifestare la mia libertà. Come dicevo sopra, altri la manifesteranno NON acquistando da apple: che fastidio ti dà tutto ciò?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Da scardinare?
            contenuto non disponibile
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            Mamma mia che confusione sinceramente non capisco il tuo tono aggressivo, ma tant'è, provo a risponderti lo stesso.- Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: stivy

            sto parlando della mia libertà di parola che hai
            meschinamente cercato di inibirmi con un
            implicito 'non comprare ipad e
            zitto'Ma affermato ciò. Ho solo detto che la libertà di una persona consiste nel poter agire come crede. Non ha senso criticare un oggetto (qualsiasi esso sia): siamo in libero mercato, la tua libertà la esprimi non acquistando l'oggetto in questione.

            non ho parlato in modo specifico di questi due
            sistemi ma, più in geenrale, di tutti quelli che
            legano il libro al devices e a
            negozio.Scusa, ma stiamo parlando di ipad se parliamo di un argomento mi sembra logico continuare su quel binario. Altrimenti se ne discute sui post di, chennesò, amano.
            Triangolo che si rompe quando uno degli elementi
            viene a
            mancare.Ripeto, dal 2003 il servizio non ha mai presentato problemi di sorta. Evidentemente è un servizio che funziona. Si presume che funzioni altrettanto bene in futuro.Non ti piace? ok ci mancherebbe, nessuno ti obbliga ad entrare in quell'ecosistema. Ma non è corretto nemmeno gridare ai quattro venti "è ingiusto, non è libero, vergogna" quando ci sono numerose alternative che offrono il medesimo prodotto.Se poi mi vuoi paragonare un libro ad un ebook pretendendo le medesime funzionalità, allora ti invito a riflettere sulla diversità dei due oggetti. Siamo nel 2010, suvvia.
            Non me ne frega nulla delle tue speculazioni
            borsistiche (e poi voglio vedere fra 50 anni chi
            ci sarà delle aziende informatiche odierne,
            ROTFL)
            Quando compro un libro non vado sul sole24ore a
            fare analisi di salute finanziaria della casa
            editrice.
            Quando compro gli scaffali non vado sul sole24ore
            a fare analisi di salute finanziaria del
            mobilificio.Non mi sembra che se compri una canzone in mp3 online tu debba prima verificare l'andamento azionario di aapl o di microsoft O, se lo fai, probabilmente sarai azionista, o avrai i tuoi buoni motivi. Francamente non capisco questa parte del tuo intervento.
            Se compro un libro elettronico devo preoccuparmi
            di entrambe le cose.. pensa un po' a che punto
            siamo!Siamo nel 2010 E il prodotto "libro" non è il prodotto "ebook". Tutto qui, non puoi pretendere che uno abbia le sesse medesime caratteristiche dell'altro.
            Non ti ho mai ordinato di non farlo.
            Coi tuoi soldi puoi fare ciò che vuoi.
            Io stesso uso Steam che è un sistema simile per
            il delivering dei
            VG.
            Consapevole degli svantaggi, acquisto solo le
            super offerte (5 euro a titolo o meno)
            considerandoli per quello che sono: noleggio a
            tempo
            indeterminato.Eppure ipotesi: se non ci dovesse più essere windows per un qualsiasi motivo non potresti più usare i giochi che hai legalmente ordinato, giusto? Forse sei più "dentro al sistema" di quanto non pensi...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Da scardinare?
            contenuto non disponibile
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            ok, hai vinto. ciao
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: unaDuraLezione

            perché non lo vai a dire agli *acquirenti* del
            primo store musicale di MS o quello di Yahoo,
            entrambi
            *falliti*.
            Saranno contenti (ma anche no) di dirti che i
            loro acquisti sono una sequenza di bit
            illeggibili.http://www.hwupgrade.it/news/software/lo-store-musicale-di-msn-si-rinnova_31647.htmlGuarda caso... fallito?? se non sai taci. e se sai proponi, non criticare e basta.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Da scardinare?
            contenuto non disponibile
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: stivy

            Sto parlando di roba del 2007/2008, sveglia!
            http://punto-informatico.it/2266723/PI/News/msn-muTu parli di roba vecchia, io cito roba di ieri.... non è che dovresti essere un po' più aggiornato?
            ah.. oltre ai due che ho detto anche lo store di
            Wal*Mart (grossa multinazionale USA) ha fatto la
            stessa
            fine:
            http://www.crunchgear.com/2008/09/27/walmart-pulliEmbè? Anche apple stava per fallire, anche pepsi, creative e tante altre multinazionali. E' una legge di mercato: se il tuo business non regge, muori.

            Tu continua a pregare che l'azienda che idolatri
            non decida che gli costa troppo tenere accesi i
            server di autorizzazione, che è
            meglio.Mai detto di idolatrare a priori apple. Tu invece sembra che ne stia facendo una crociata. Chi è più ottuso?Ad ogni modo, ripeto, se i "server di autorizzazione" verranno dismessi, probabilmente, verranno tolti i drm e potrai scaricare una versione free del file, così come è già sucXXXXX l'anno passato in itunes.

            Ah, non mi hai ancora detto che fine avrebbero
            fatto i promessi sposi se fossero stati
            distribuiti con questo innovativo
            sistema.Accidenti, prima ti basi su nozioni del 2006/2007... ora su un libro del 1827. La prossima cosa sarà, le tavole di Mosè? O)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Da scardinare?
            contenuto non disponibile
          • ruppolo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Conosco parecchia gente che ha dovuto buttare via libri cartacei a seguito di traslochi. Anch'io ho buttato parecchia roba. Quindi, come la mettiamo?
          • Ningo scrive:
            Re: Da scardinare?
            butta tastiera e monitor e vai in sala d'attesa dal dentista a leggere i giornali mancanti perchè tutti stanno su piattaforme chiusebuuurp...olo
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Da scardinare?
            contenuto non disponibile
          • Michael Wu scrive:
            Re: Da scardinare?
            Anche Hitler lo votarono...
      • ruppolo scrive:
        Re: Da scardinare?
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: ruppolo


        Credo che possiamo accettare qualche compromesso

        Se il falegname che ha costruito gli scaffali su
        cui metto i libri fallisce, allora tutti i miei
        libri spariscono nel nulla non appena marciscono
        gli scaffali perché non posso spostare i libri
        altrove.
        Qualcuno sano di mente accetterebbe questo
        'compromesso' per la propria
        libreria?
        Forse qualche lobotomizzato...Per la musica non è (stato) così.Per il "se il falegname fallisce" ho una risposta buona:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2812017&m=2812743#p2812743
    • stivy scrive:
      Re: Da scardinare?
      - Scritto da: ruppolo
      "senza bisogno di complessi sistemi di lucchetti
      digitali da
      scardinare"

      Quindi per poter leggere un libro bisognerà
      scardinare dei lucchetti
      digitali?
      Questa mi giunge proprio nuova...
      Più che altro quel "da scardinare" mi sa tanto di istigazione alla pirateria...
    • Banana Joe scrive:
      Re: Da scardinare?
      - Scritto da: ruppolo

      Quindi per poter leggere un libro bisognerà
      scardinare dei lucchetti
      digitali?
      Questa mi giunge proprio nuova...

      Credo che possiamo accettare qualche compromesso
      a fronte della comodità di portare in tasca
      quintali di libri da leggere senza limitazioni
      spazio-temporali (e con la ricerca di
      parole...)Quindi se io ho comprato un iPad e mia moglie un Kindle dobbiamo comprare due volte gli stessi libri perché grazie al fantastico sistema di DRM i libri girano su uno e non sull'altro e viceversa?Geniale!
      • stivy scrive:
        Re: Da scardinare?
        - Scritto da: Banana Joe
        Quindi se io ho comprato un iPad e mia moglie un
        Kindle dobbiamo comprare due volte gli stessi
        libri perché grazie al fantastico sistema di DRM
        i libri girano su uno e non sull'altro e
        viceversa?
        Geniale!Secondo me un "ebook" non può essere considerato un libro. Il contenuto è un'opera letteraria, ma il sistema è di tipo informatico, quindi non ci si può aspettare la medesima fruizione.
      • lellykelly scrive:
        Re: Da scardinare?
        se fossi in te starei attento a non avere due macchine con carburanti diversi per l'impossibilità di un travaso futuro dei liquidi.poi farai causa alle sorelle sorelle perchè il gpl non va nel motore diesel.e gia che ci sei, siccome lo zucchero e il sale, sono bianchi ma hanno un sapore diverso, mettiti a protestare contro chi li estrae.
        • Banana Joe scrive:
          Re: Da scardinare?
          - Scritto da: lellykelly
          se fossi in te starei attento a non avere due
          macchine con carburanti diversi per
          l'impossibilità di un travaso futuro dei
          liquidi.
          poi farai causa alle sorelle sorelle perchè il
          gpl non va nel motore
          diesel.
          e gia che ci sei, siccome lo zucchero e il sale,
          sono bianchi ma hanno un sapore diverso, mettiti
          a protestare contro chi li
          estrae.Eh no, perché se compro un libro cartaceo lo posso leggere io, lo può leggere mia moglie, lo posso prestare e pure rivendere. Non è la stessa cosa. Passi che non posso rivendere un ebook, passi pure che non lo posso prestare, ma che devo comprarne due perché ho due hardware diversi no, soprattutto quando i due dispositivi sarebbero in grado di leggere lo stesso formato se non fosse per il lucchetto.Seguendo il tuo esempio, è come se sulla mia Fiat a benzina potessi mettere solo la benzina dell'Agip e non la benzina della Esso, pur essendo la mia una macchina a benzina e in grado di funzionare con quel tipo di carburante indipendentemente dalla marca.
      • ruppolo scrive:
        Re: Da scardinare?
        - Scritto da: Banana Joe
        Quindi se io ho comprato un iPad e mia moglie un
        Kindledirei che hai sposato la donna sbaglia :D (è solo una battuta...)
        dobbiamo comprare due volte gli stessi
        libri perché grazie al fantastico sistema di DRM
        i libri girano su uno e non sull'altro e
        viceversa?
        Geniale!Succede spesso: cassette e CD, ad esempio. VHS, Betamax e Video 2000. Mac e PC (il software è diverso). BD e HD-DVD.Diciamo che bisogna stare attenti all'inizio e scegliere bene, come tutte le cose.Ad esempio, come si fa (si è fatto) a comprare musica con DRM PlayForSure di Microsoft? Bisogna essere degli sprovveduti. Come saranno sprovveduti quelli che investiranno in software per Windows Mobile. Ormai è chiaro che la piattaforma di riferimento è Apple, chi vuole buttarsi su altri sistemi lo fa a suo rischio e pericolo.
      • JosaFat scrive:
        Re: Da scardinare?
        Mi sa che il Kindle non li legge nemmeno, gli epub... che io sappia, legge dei mobipocket modificati, e per la guerra dei formati, non è praticamente possibilea avere un lettore che legga sia epub che mobipocket.
    • banca scrive:
      Re: Da scardinare?

      Credo che possiamo accettare qualche compromesso
      a fronte della comodità di portare in tasca
      quintali di libri da leggere senza limitazioni
      spazio-temporali (e con la ricerca di
      parole...)l'unico compromesso è che l'ereader deve "per forza" leggere i pdf, poi per me possono inventatsi tutti i drm che vogliono
      • ruppolo scrive:
        Re: Da scardinare?
        - Scritto da: banca
        l'unico compromesso è che l'ereader deve "per
        forza" leggere i pdf, poi per me possono
        inventatsi tutti i drm che
        voglionoQuesto lo fa già nativamente il sistema operativo.
    • MIke scrive:
      Re: Da scardinare?
      Auguri a leggere un libro su un dispositovo privo di E-ink.A saperlo anni fa mi laureavo in oculistica, faranno bei soldi :/
      • LaNberto scrive:
        Re: Da scardinare?
        XXXXX XXXXX. Come abbiamo fatto a a stare 8 ore e più davanti a uno schermo per anni senza e-ink?
        • ioio scrive:
          Re: Da scardinare?
          Suvvia, non puoi certo dire che lavorare otto ore al giorno davanti ad un monitor non sia faticoso (se non dannoso) per gli occhi.Che poi questo sia inevitabile è un altro conto...
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: ioio
            Suvvia, non puoi certo dire che lavorare otto ore
            al giorno davanti ad un monitor non sia faticoso
            (se non dannoso) per gli
            occhi.

            Che poi questo sia inevitabile è un altro conto...D'accordissimo... ma anche stare 8 ore FILATE su un libro non è che sia molto "riposante". Ahhh bei tempi quelli dell'università ;)
        • OldDog scrive:
          Re: Da scardinare?
          - Scritto da: LaNberto
          XXXXX XXXXX. Come abbiamo fatto a a stare 8 ore e
          più davanti a uno schermo per anni senza
          e-ink?Per esempio NON dovendo tenere ininterrottamente gli occhi sullo schermo, impegnati a LEGGERE.Se puoi alternare l'inserimento dati con altre attività che ti permettono di distogliere gli occhi e cambiarne l'accomodamento (mettendo a fuoco oggetti distanti), allora riduci l'affaticamento.Altrimenti, come indicano ormai centinaia di testi sull'argomento, prendi una pausa di dieci minuti ogni ora di attività a video, e comunque senti il parere di un oculista. ;)Per legge sulla salute nei luoghi di lavoro (la ex 626, ora assorbita dal D.lgs 81/08) chi trascorre 20 ore settimanali al videoterminale deve venir sottoposto a visita oculistica di controllo ogni 5 anni (più di frequente in alcuni casi).
    • Funz scrive:
      Re: Da scardinare?
      - Scritto da: ruppolo
      Credo che possiamo accettare qualche compromessocredo proprio di no. Non questo compromesso.
      a fronte della comodità di portare in tasca
      quintali di libri da leggere senza limitazioni
      spazio-temporali (e con la ricerca di
      parole...)tu sei liberissimo di legarti mani e piedi ad Apple, e rischiare di dover scegliere in futuro tra cambiare marca di lettore o conservare tutta la tua biblioteca.Per noi è un'idiozia enorme.
      • stivy scrive:
        Re: Da scardinare?
        - Scritto da: Funz

        tu sei liberissimo di legarti mani e piedi ad
        Apple, e rischiare di dover scegliere in futuro
        tra cambiare marca di lettore o conservare tutta
        la tua
        biblioteca.
        Per noi è un'idiozia enorme.Eppure io dal 2003 mi porto dietro la "discoteca" di mp3 presi su itunes... per ora non è mai sucXXXXX nulla... ;)Scherzi a parte: Secondo me un "ebook" non può essere considerato un libro. Il contenuto è un'opera letteraria, ma il sistema è di tipo informatico, quindi non ci si può aspettare la medesima fruizione.
        • Certo certo scrive:
          Re: Da scardinare?
          - Scritto da: stivy
          Scherzi a parte: Secondo me un "ebook" non può
          essere considerato un libro. Il contenuto è
          un'opera letteraria, ma il sistema è di tipo
          informatico, quindi non ci si può aspettare la
          medesima
          fruizione.Pura filosofia da fanboy. Se Steve Jobs facesse auto con le ruote quadrate stringendo accordi esclusivi con tutti i distributori di carburante sulla terra, ci verresti a raccontare che nessuno ci obbliga a comprare le sue macchine.
          • lellykelly scrive:
            Re: Da scardinare?
            ovvio.nessuno ti obbliga ad avere una casa, acqua corrente, corrente elettrica, telefono ecc, sei te che ti adegui alle masse.
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Chuztpah al 100%.
          • lellykelly scrive:
            Re: Da scardinare?
            heil
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: Certo certo

            Pura filosofia da fanboy. Se Steve Jobs facesse
            auto con le ruote quadrate stringendo accordi
            esclusivi con tutti i distributori di carburante
            sulla terra, ci verresti a raccontare che nessuno
            ci obbliga a comprare le sue
            macchine.Scusa ma la metafora non regge. Il tuo paragone infatti presuppone che Jobs operi in regime di monopolio, cosa non vera. Produce qualcosa che può piacere o meno, ma le alternative mi sembra che ci siano. Altrimenti il 90% del mercato consumer sarebbe aapl e non m$. Se devi scrivere commenti emotivi, tipo dare del "fanboy" a qualcuno, almeno argomenta con metafore razionali, grazie.
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Jobs già si comporta come se operasse in regime di monopolio. Più che sufficiente per diffidare di lui e tutto il suo iCarrozzone.
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: Certo certo
            Jobs già si comporta come se operasse in regime
            di monopolio. Più che sufficiente per diffidare
            di lui e tutto il suo
            iCarrozzone.Più che altro mette in pratica la ragola aurea del marketing: crea nuovi mercati e reinventa quelli esistenti.
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Fa i suoi affari con la complicità dei bambacioni.
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: Certo certo
            Fa i suoi affari con la complicità dei bambacioni.Così come ogni imprenditore: lo fa gates prima e ballmer ora con windows, lo fa brelusconi con i suoi elettori, lo fa schmidt con i suoi navigatori, lo fa marchionne con i suoi clienti... se vuoi combattere una battaglia contro i mulini a vento, accomodati.
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Infatti. Mai difeso la Microsoft come invece c'è gente che lo fa a spada tratta con Apple.
      • lellykelly scrive:
        Re: Da scardinare?
        ma è come i vecchi Zip, Jazz, Bernoulli, MO, MiniDisk, ecc. sono formati diversi e non puoi pretendere nulla.il drm va visto come un formato non compatibile con altri.
        • Certo certo scrive:
          Re: Da scardinare?
          Il drm va visto come un dito nel (_I_).
          • lellykelly scrive:
            Re: Da scardinare?
            bene, non incentivare questo mercato, non comprare cose col drm.nessuno ti obbliga.
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: lellykelly
            nessuno ti obbliga.Sì, come no.
          • lellykelly scrive:
            Re: Da scardinare?
            se l'alternativa ad andare contro i tuoi principi è non accedere alla cultura e ad altre cose basilari per la tua vita, saresti disposto a vivere nel disprezzo per la tua persona?
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Questo discorso potrebbe fartelo pure il tuo capo se dovessi mai negargli una notte a letto con tua moglie.
          • lellykelly scrive:
            Re: Da scardinare?
            ma io perderei il lavoro, te perderesti la tua vita?
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Perdere il lavoro è come perdere la vita.
          • lellykelly scrive:
            Re: Da scardinare?
            infatti i barboni sono entità astratte e non dignitose.
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Ma infatti i barboni muoiono. O per il freddo o perchè aggrediti da qualche figlio di papà che si crede superiore (e che magari ha l'iMac nella cameretta e l'iPod nei calzoni).
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: Certo certo
            (e che magari ha l'iMac nella
            cameretta e l'iPod nei
            calzoni).o magari da qualche imprenditore spregiudicato che tramite outlook express licenzia il tipo di qui sopra. E ha uno Zune nella tasca dei pantaloni.Per favore evita di fare commenti puramente emotivi, la tua non dovrebbe essere una crociata, ma un'analisi obiettiva se vuoi avere credibilità.
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Mi basta avere la tua stessa credibilità.
          • stivy scrive:
            Re: Da scardinare?
            - Scritto da: Certo certo
            Mi basta avere la tua stessa credibilità.wow, pensa con questo ti lascio la soddisfazione dell'ultima parola (newbie)
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Non puoi fare altro. Mi spiace. Nessuna pietà coi macachi. Potevamo essere amici, ma è la guerra.
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Finché sto lontano dai prodotti con la "i" davanti, non rischio di disprezzare la mia persona.
          • lellykelly scrive:
            Re: Da scardinare?
            soprattutto iMene
          • Certo certo scrive:
            Re: Da scardinare?
            Ho detto prodotti con la "i" non con la "f".
        • Funz scrive:
          Re: Da scardinare?
          - Scritto da: lellykelly
          ma è come i vecchi Zip, Jazz, Bernoulli, MO,
          MiniDisk, ecc. sono formati diversi e non puoi
          pretendere
          nulla.Infatti, tutte XXXXXte giustamente finite al fallimento con ignominia.
          il drm va visto come un formato non compatibile
          con
          altri.Quindi da evitare per definizione. Chi registra in formati compatibili con un unico dispositivo, che magari tra dieci anni non esisterà più, si mette su una strada direttissima destinazione disastro.
      • ruppolo scrive:
        Re: Da scardinare?
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: ruppolo


        Credo che possiamo accettare qualche compromesso

        credo proprio di no. Non questo compromesso.


        a fronte della comodità di portare in tasca

        quintali di libri da leggere senza limitazioni

        spazio-temporali (e con la ricerca di

        parole...)

        tu sei liberissimo di legarti mani e piedi ad
        Apple, e rischiare di dover scegliere in futuro
        tra cambiare marca di lettore o conservare tutta
        la tua
        biblioteca.
        Per noi è un'idiozia enorme.Parla per te.Io ritengo di essere in buone mani. Non sono stato tradito per 30 anni, e visto che non ne vivo 3.000, il periodo di prova mi basta e avanza.
        • Certo certo scrive:
          Re: Da scardinare?
          Neppure il festival di Sanremo ti tiene lontano dalla tua opera di evangelizzazione. Guarda che ti perdi la Clerici che presenta con l'iPad al posto della cartelletta.
        • Funz scrive:
          Re: Da scardinare?
          Certo che parlo per me.Preferisco poter scegliere il dispositivo che più si adatta alle MIE SPECIFICHE ESIGENZE, invece che dover essere io ad adattarmi alle modalità d'uso che i prodotti Apple impongono, e poi non poter mai più cambiare marca.
Chiudi i commenti