Lodsys, volatili amari per Rovio

Si allunga ancora la lista dei denunciati: accanto agli sviluppatori di Angry Birds anche EA, Atari e altri produttori di giochi

Roma – Lodsys continua a creare scompiglio legale con i suoi brevetti legati alla gestione delle app: sul banco degli imputati chiama ora anche Rovio, Electronic Arts, Atari, Square Enix e Take-Two-Interactive.

La lista degli sviluppatori per iOS e Android e le aziende denunciate da Lodsys era già lunga : ad essa, da ultimi, si erano aggiunti il New York Times, DriveTime Automotive Group, ESET, ForeSee Results, LivePerson e OpinionLab.

Rovio è stato chiamato in causa per il suo titolo più popolare, Angry Birds, EA per la versione per iPhone di Sims 3, Atari per la sua app per iOS Greatest Hits, Square Enix per Big Hit Baseball sia per iPhone che per iPad e Take-Two per NHL SK11 per iPhone: in tutti e cinque i casi agli sviluppatori viene contestato il brevetto con cui Lodsys ritiene di avere l’esclusiva sulla tecnologia necessaria ad implementare gli acquisti in-app.

Fra i denunciati non vi è più l’azienda vietnamita Wulven Games, rimossa da Lodsys.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    vanno stampati dei manifesti con questo
    Academic publishing is an odd system the authors are not paid for their writing, nor are the peer reviewers (theyre just more unpaid academics), and in some fields even the journal editors are unpaid. Sometimes the authors must even pay the publishers. <b
    And yet scientific publications are some of the most outrageously expensive pieces of literature you can buy. In the past, the high access fees supported the costly mechanical reproduction of niche paper journals, but online distribution has mostly made this function obsolete. </b
    As far as I can tell, the money paid for access today serves little significant purpose except to perpetuate dead business models. The publish or perish pressure in academia gives the authors an impossibly weak negotiating position, and the existing system has enormous inertia.
  • Minima academica scrive:
    Traduzione italiana
    Ho visto la lunga spiegazione di Gregory Maxwell. E' molto interessante, soprattutto perché aggiunge un'inconsueta dose di indignazione ad argomenti già presentati da Lessig e dal movimento per l'acXXXXX aperto. L'ho tradotta quasi tutta, qui: http://minimacademica.wordpress.com/2011/07/22/pirati-in-archivio/Per la redazione: nel mondo accademico le Phil. Trans. sono note col titolo in inglese, che consiglierei di lasciare com'è. Se le traducete con "Atti filosofici" pochi lettori si renderanno conto che si sta parlando della madre di tutte le riviste scientifiche. Oltre tutto, le povere Phil. Trans.rischiano pure di passare per una rivista di filosofia nel suo attuale senso umanistico, quando invece trattavano di filosofia naturale, cioè di fisica.
    • attonito scrive:
      Re: Traduzione italiana
      - Scritto da: Minima academica
      Ho visto la lunga spiegazione di Gregory Maxwell.
      E' molto interessante, soprattutto perché
      aggiunge un'inconsueta dose di indignazione ad
      argomenti già presentati da Lessig e dal
      movimento per l'acXXXXX aperto. L'ho tradotta
      quasi tutta, qui:
      http://minimacademica.wordpress.com/2011/07/22/pir

      Per la redazione: nel mondo accademico le Phil.
      Trans. sono note col titolo in inglese, che
      consiglierei di lasciare com'è. Se le traducete
      con "Atti filosofici" pochi lettori si renderanno
      conto che si sta parlando della madre di tutte le
      riviste scientifiche. Oltre tutto, le povere
      Phil. Trans.rischiano pure di passare per una
      rivista di filosofia nel suo attuale senso
      umanistico, quando invece trattavano di
      filosofia naturale, cioè di
      fisica.un quanto di ignoranza, un quanto di incompetenza, meta' di pressapochismo, traduttore di google quanto basta e mescolare forte. Ecco la ricetta per u articolo.
    • monmartre scrive:
      Re: Traduzione italiana
      In compenso avrebbero potuto tradurre "18,592": diciotto articoli e mezzo non mi sembrano tanti.
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Liberare la Cultura è un dovere morale
    <i
    Il file pubblicato da quest'ultimo contiene documenti appartenenti agli Atti Filosofici della Royal Society, il cui copyright sarebbe scaduto da tempo. Tuttavia, l'unico canale per accedere alle pubblicazioni, spiega Maxwell, rimane JSTOR, al prezzo di 19 dollari (circa 13 euro) per ciascun articolo. </i
    Veramente <b
    disgustoso </b
    !Liberare la Cultura è un dovere morale. <b
    ABOLIRE IL COPYRIGHT </b
    P-)
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Copiato, non sottratto
    <i
    ...Aaron Swartz, lo studente statunitense e co-fondatore di Reddit recentemente incriminato per aver <s
    sottratto </s
    <b
    copiato </b
    4 milioni di documenti appartenenti al celebre MIT e a JSTOR... </i
    ;-) <b
    ABOLIRE IL COPYRIGHT </b
    P-)
    • Franky scrive:
      Re: Copiato, non sottratto
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      <i
      ...Aaron Swartz, lo studente
      statunitense e co-fondatore di Reddit
      recentemente incriminato per aver <s

      sottratto </s
      <b
      copiato
      </b
      4 milioni di documenti appartenenti
      al celebre MIT e a JSTOR... </i

      ;-)

      <b
      ABOLIRE IL COPYRIGHT </b


      P-)che e' anche cofondatore di reddit...uno dei siti pilastro della informazione libera...(siamo sicuri che tra le due cose non ci sia nessun nesso? Non e' che sto diventando complottista...e' che mi sembra una coincidenza strana....e francamente le motivazioni dell'arresto mi sembrano alquanto assurde...anche se alle cose assurde sono ovviamente abituato dato che vivo in un paese dove non vedono l'ora di censurare la rete...)
  • Ghostdog scrive:
    ovviamente in italia
    oavviamente in italia, a chi volesse accedere ai 32 giga di sapere non è conXXXXX..visto che il canale di distribuzione è un torrent indicizzato da piratebayno dico complimenti...
    • panda rossa scrive:
      Re: ovviamente in italia
      - Scritto da: Ghostdog
      oavviamente in italia, a chi volesse accedere ai
      32 giga di sapere non è
      conXXXXX..

      visto che il canale di distribuzione è un torrent
      indicizzato da
      piratebay

      no dico complimenti...A parte che solo se sei il presidente della siae non sei in grado di raggiungere piratebay dall'italia, quei files sono gia' disponibili OVUNQUE, che la gente che li ha scaricati, li ha ricondivisi immediatamente.
      • Ghostdog scrive:
        Re: ovviamente in italia
        ovviamentela mia era una polemica sul fatto che in italia si chiudono siti di indicizzazione
    • Lorenzo Netlopa scrive:
      Re: ovviamente in italia
      E' una verogna per la censura dei siti come tpb.Comunque puoi aggirare il blocco (che col mio ISP è solo da DNS...spero anche per gli altri), cambiando il DNS con quelli di opendns :)
    • IgaRyu scrive:
      Re: ovviamente in italia
      Se mi date llink vedo di condividerlo in italia in qualche modo
    • Quaraquaqua scrive:
      Re: ovviamente in italia
      - Scritto da: Ghostdog
      oavviamente in italia, a chi volesse accedere ai
      32 giga di sapere non è
      conXXXXX..

      visto che il canale di distribuzione è un torrent
      indicizzato da
      piratebay

      no dico complimenti...e dove sta il problema?http://www.labaia.ws/
    • Funz scrive:
      Re: ovviamente in italia
      - Scritto da: Ghostdog
      oavviamente in italia, a chi volesse accedere ai
      32 giga di sapere non è
      conXXXXX..

      visto che il canale di distribuzione è un torrent
      indicizzato da
      piratebay

      no dico complimenti...Vero, visto che sui siti di indicizzazione, tracker, cassetti digitali, eccetera, si trova moltissima roba perfettamente legale, qualunque blocco a tali siti e reti è assolutamente illegittimo e ingiusto.Trovino altri modi per contrastare la pirateria, possibilmente che non vadano a intaccare i diritti della gente onesta.
  • Andreabont scrive:
    Non possono farci nulla.
    Possono continuare a far pagare per far leggere gli articoli, ma non possono impedire alle persone di copiare e distriburie gli stessi.Il copyright è scaduto.
    • miky scrive:
      Re: Non possono farci nulla.
      appunto, se è vero cio' che è dichiarato nell'articolo non c'è alcuna violazione.
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Non possono farci nulla.
        - Scritto da: miky
        appunto, se è vero cio' che è dichiarato
        nell'articolo non c'è alcuna
        violazione.La violazione c'è se ti mandano i carabinieri a casa e ti citano in giudizio, ma dove vivi?
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Non possono farci nulla.
          fino a prova contraria esiste ancora la presunzione di innocenza eh, altrimenti i processi che li facciamo a fare?non e' che se ti citano in giudizio sei per forza colpevole, altrimenti saremmo tutti in galera..
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Non possono farci nulla.
            - Scritto da: Nome e cognome
            fino a prova contraria esiste ancora la
            presunzione di innocenza eh, altrimenti i
            processi che li facciamo a
            fare?
            non e' che se ti citano in giudizio sei per forza
            colpevole, altrimenti saremmo tutti in
            galera..Hai visto Assange? Si sta difendendo, hai visto quanti soldi gli vogliono per difendersi? Tu hai qualche milione di euro?Se non porti prove al proXXXXX a tua discolpa fai una brutta fine con gli avvocati dall'altra parte che a tempo pieno lavorano per portati dietro le sbarre: credi che l'avvocato sociale che ti puoi permettere saprà difenderti?
        • LOL scrive:
          Re: Non possono farci nulla.
          - Scritto da: Sandro kensan
          - Scritto da: miky

          appunto, se è vero cio' che è dichiarato

          nell'articolo non c'è alcuna

          violazione.

          La violazione c'è se ti mandano i carabinieri a
          casa e ti citano in giudizio, ma dove
          vivi?Copyright scaduto = no reato!Che carabinieri? Quali forze dell'ordine? Siamo seri, suvvia...
    • rikypg scrive:
      Re: Non possono farci nulla.
      ma il nome del torrent?
Chiudi i commenti