Londra, le cam scovano i criminali

Il sistema di videosorveglianza a circuito chiuso è molto utile per rendere la città più sicura. Aumentato del 25 per cento il numero di criminali individuati nel 2010. Soddisfatta la polizia, che rassicura sulla questione privacy

Roma – Il sistema di videosorveglianza a circuito chiuso (CCTV) a Londra, composto da oltre 59mila telecamere che adornano le strade del centro, parrebbe produrre grandi risultati: risolverebbe sei indagini al giorno . Le telecamere piazzate ad ogni angolo delle strade, per il cento storico e nelle metropolitane, utilizzate per monitorare i cittadini e per aiutare la polizia a risolvere crimini di vario genere sono risultate molto efficaci nel corso di quest’anno, secondo quanto riportato dalla London Metropolitan Police (MET).

Circa 2.512 persone ricercate , assassini e strupratori, sono state catturate utilizzando i sistemi di sorveglianza a circuito chiuso nel corso di quest’anno: sono state identificate circa 574 persone sospettate di rapina, 427 sospettate di furto, 199 per lesioni personali gravi e reati sessuali. In particolare, si sarebbe verificato un aumento del 25 per cento del numero degli indagati identificati rispetto all’anno passato. Dato che, secondo quanto sostenuto dalla MET, avrebbe a che fare con il crescente numero di telecamere installate in città.

L’ispettore Mick Neville ha dichiarato di essere molto soddisfatto del successo ottenuto grazie al sistema di telecamere a circuito chiuso. “Molte persone – ha dichiato Neville alla BBC – colpevoli di qualche reato l’avrebbero fatta franca se non fosse stato per le apparecchiature del sistema”. “Tale sistema – ha ribadito – ci aiuta a rendere Londra un posto più sicuro perché esse rappresentano uno strumento molto importante nella lotta contro la criminalità, mostradoci cosa è veramente accaduto”.

“Insieme con il DNA e le impronte digitali – ha continuato – le prove CCTV sono uno strumento di sostegno alle indagini forensi”. “Il sistema CCTV è molto utile, per fare qualche altro esempio, per la ricerca delle persone scomparse in quanto ci informa degli ultimi movimenti effettuati e ci consente di sapere cosa avevano indosso e quale direzione avevano preso”. Neville ha tenuto inoltre a rassicurare i londinesi sull’uso appropriato che la polizia fa di tali strumenti: “È giusto che l’uso di CCTV sia controllato e sia soggetto a rigorose linee guida e protocolli”. “Si utilizzano – ha precisato – esclusivamente per catturare i criminali, per trovare persone scomparse e per mantenere sicura Londra. Noi non vogliamo violare la privacy dei cittadini”.

Il capo della MET ha inoltre aggiunto che “seppure un gran numero di indagati sono stati individuati con successo quest’anno, molti altri sono ancora da scovare”. Proprio a tal proposito Neville ha invitato tutti i cittadini londinesi a visitare il sito web Caught on Camera , per aiutare le forze di polizia ad identificare i sospetti ricercati in tutta Londra.

Raffaella Gargiulo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Drummer scrive:
    Accordo Winklevoss
    Hanno firmato un accordo da 65 milioni nel 2004, quando ancora FB non valeva praticamente nulla? Ammazza, quanto erano lungimiranti!Battute a parte, l'accordo è stato raggiunto nel 2008.
  • Antonio scrive:
    50 miliardi per un fatturato di soli 1,5
    Una società che fattura 1,5 miliardi di dollari e ne vale 50 mi pare abbondantemente sovravvalutata.Qui cè un confronto con i parametri societari di altre aziende, ed il confronto mi pare impietosohttp://www.e-minds.it/blog/110/facebook-valutato-50-miliardi-e-eccessivo.aspx
    • Findi scrive:
      Re: 50 miliardi per un fatturato di soli 1,5
      si, ma vuoi mettere la rendita? ribadisco il concetto che a Goldman non gli frega nulla....vedi precedente post!:-)
  • Nome e cognome scrive:
    50 miliardi di debito
    Nessuno parla mai di utili
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: 50 miliardi di debito
      bravo, sarebbe bello sapere almeno il fatturato annuo e se non lo fanno sapere significa che o è veramente alto oppure molto sottodimensionato rispetto le aspettative, propendo per la seconda.
  • Santo Subito scrive:
    Bolle di sapone...
    Che facebook sia un sucXXXXXne, niente da dire.Sul fatto che abbia un business plan solido a sufficienza per meritare certe "valutazioni finanziarie", invece, lascia più di qualche dubbio.Imho, non vorrei che si stesse "tirando" una quotazione in borsa enormemente sopravvalutata per poi dimostrarsi una bolla finanziaria senza precedenti.
    • quoto scrive:
      Re: Bolle di sapone...
      quoto- Scritto da: Santo Subito
      Che facebook sia un sucXXXXXne, niente da dire.
      Sul fatto che abbia un business plan solido a
      sufficienza per meritare certe "valutazioni
      finanziarie", invece, lascia più di qualche
      dubbio.
      Imho, non vorrei che si stesse "tirando" una
      quotazione in borsa enormemente sopravvalutata
      per poi dimostrarsi una bolla finanziaria senza
      precedenti.
    • Findi scrive:
      Re: Bolle di sapone...
      personalmente credo che sia speculazione allo stato brado....io non ci mettrei mai i miei soldi, ma alla Goldman che gli frega? se il titolo guadagna prende gli utili, se il titolo perde i soldi sono del governo (contribuenti)....:-)- Scritto da: Santo Subito
      Che facebook sia un sucXXXXXne, niente da dire.
      Sul fatto che abbia un business plan solido a
      sufficienza per meritare certe "valutazioni
      finanziarie", invece, lascia più di qualche
      dubbio.
      Imho, non vorrei che si stesse "tirando" una
      quotazione in borsa enormemente sopravvalutata
      per poi dimostrarsi una bolla finanziaria senza
      precedenti.
Chiudi i commenti