Mamma Jammie chiede lo sconto sul P2P

I legali di Jammie Thomas-Rasset chiedono alla Corte Suprema di ridurre la compensazione richiesta dalle major discografiche. La RIAA vorrebbe punire la madre di famiglia per educare tutti gli scariconi

Roma – Il conto era tornato salato, 220mila dollari per un totale di 24 brani scambiati sulla defunta rete P2P Kazaa . Jammie Thomas-Rasset è ora tornata alla carica legale , depositando una petizione all’attenzione dei giudici presso la Corte Suprema degli Stati Uniti. La sanzione imposta in appello – poco più di 9mila dollari per ciascun brano scaricato e condiviso – risulterebbe non equa ed incostituzionale.

Nei documenti preparati dai legali di Thomas-Rasset, si denuncia come la Recording Industry Association of America (RIAA) vorrebbe sfruttare la madre di famiglia per mandare un segnale chiaro a tutti gli scariconi della Rete. Una sanzione pecuniaria esemplare per avvertire migliaia di downloader negli States . I 220mila dollari di multa non rispecchierebbero affatto i danni economici reali sofferti dall’industria musicale a stelle e strisce.

Alla fine dello scorso agosto, il giudice federale Michael Davis aveva considerato assurda e soprattutto incostituzionale la sanzione invocata dalle major – inizialmente la richiesta era di 1,5 milioni di dollari – abbassando il totale per canzone a 2.250 dollari. Tornata a oltre 9mila dollari per singolo brano, la multa per Thomas-Rasset risulterebbe in violazione dei diritti costituzionali, in particolare quelli legati al giusto processo .

Nello specifico, gli avvocati della madre di famiglia hanno tirato in ballo la sentenza nel caso State Farm Mutual Automobile Insurance v. Campbell (2003), dove la stessa Corte Suprema aveva invocato il principio del due process per limitare la sanzione economica a meno di dieci volte la richiesta iniziale dell’accusa. In un singolo caso civile, i vertici di RIAA non potrebbero rifarsi delle violazioni commesse da migliaia di utenti.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Commodore64 scrive:
    Potrebbe essere una bella idea...
    Secondo il mio giudizio, il vero guadagno in dimensione del file video non lo fanno sulla singola immagine statica, bensì nelle immagini in movimento.Infatti, dal momento che sono tutti vettori (anche se a me sembrano più contorni tipo spline e Bezier) per spostarli in massa gli devi solo specificare un nuovo vettore di traslazione, e il gioco è "quasi" fatto.Boh... vedremo.
  • WInP scrive:
    Re: flusso di dati crescente?
    ??? la risoluzione è il numero di pixel...ogni pixel ha la sue informazioni...piu' pixel piu' dati ... piu' risoluzione piu' dati.che poi possa vedere un filmato 320x240 su 3" o su un 300" non conta...
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: flusso di dati crescente?
      Non mi hai seguito, vero?Uno schermo più piccolo non ha bisogno di una risoluzione molto alta (i pixel saranno comunque così piccoli da non essere visibili).Ed una immagine vettoriale (anche quelle dei giochi 3d sono vettoriali) non memorizza le informazioni come insieme di pixel, ma come poligoni: l'immagine composta da pixel viene generata "al volo", e si tiene conto di quanti pixel sono a disposizione (in genere su uno schermo grande ce ne sono di più... o dovrebbero essercene di più)
  • andy61 scrive:
    occhio a parlare di vettori ...
    premetto che non ho letto l'articolo originale, per cui potrei parlare di aria fritta.In ogni caso i vettori di cui parlano potrebbero non essere vettori intesi come 'linee', ma vettori di pattern pre-calcolati e memorizzati nell'algoritmo, per cui potrebbe essere possibile codificare e ricostruire un'immagine inviando informazioni relative ad uno 'stack' di forme geometriche (contorni) e dei relativi colori, o pattern di riempimento.L'immagine potrebbe quindi essere ricostruita sovrapponendo forme opportunamente riempite con pattern precodificati.In effetti immagino che si possano ottenere ottimi rapporti di compressione, con (almeno) due svantaggi:1) l'algoritmo diventerebbe pesante, in termini di occupazione di memoria;2) l'algoritmo potrebbe risultare inefficiente laddove fosse necessario rappresentare pattern non ottenibili 'sommando' quelli codificati.... ho una bella fantasia, vero?
  • robbie2k scrive:
    Perplessità
    Chi si occupa di graphic design non può che rimanere scettico su questa notizia, si sa benissimo infatti nel settore, quanto sia difficile (forse meglio dire impossibile) ricreare una scena fotorealistica con il vettoriale, pensare poi di riuscire a farla "pesare" meno di un fotogramma bitmap è abbastanza utopico, quando si sa che quando si tenta di creare un'illustrazione abbastanza fotorealistica in vettoriale, con sfumature e quant'altro, diventa pesantissima da gestire con i vari illustrator, corel draw etc.Però mai dire mai, magari fanno un nuovo miracolo, in fondo i geni sono loro ;)
  • Antony scrive:
    mi sembra una scemenza
    Come fanno a rendere ugualmente dettagliato un filmato vettoriale rispetto al suo originale che comprime "per pixel"??? Non si parla solo di immaginette/vignette ma di filmati ed immagini, ci sarà SEMPRE una perdita di dettaglio significativa dato che l'algoritmo deve necessariamente raggruppare per aree/colori, e per film o immagini normali si raggruppa ben poco senza mischiarli tra loro perdendo dettaglio. Probabilmente prendono un'area di un colore simile entro un certo range, poi ci creano sopra/dentro un algoritmo che ricrea grossolanamente la variazione minima di quel colore, e poi salvano l'area insieme al contorno....questo però mi fa pensare alle "particelle" tipo acqua, scintille, fuochi, ecc... lì di vettoriale estrapolano ben poco....
  • attonito scrive:
    a parte il titolo cretino di annunziata
    l'idea non e' male: vettorizzare una immagine permette di scalarla quasi indefinitivamente (vedi file autocad) ma serve potenza elaborativa per disegnarla. Vsito che si parla di film, serve TANTA potenza elaborativa.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: a parte il titolo cretino di annunziata
      - Scritto da: attonito
      l'idea non e' male: vettorizzare una immagine
      permette di scalarla quasi indefinitivamente
      (vedi file autocad) Sì, ma se la scali troppo vedi solo qualche riga.Anche i pixel ti consentono di ingrandire una immagine quanto vuoi... ma quando la ingrandisci non vedi più dettagli.
      • Ken scrive:
        Re: a parte il titolo cretino di annunziata
        Ingrandire è diverso da zoomare.Significa vedere un'immagine con la stessa qualità sia che lo schermo sia 320x200 pixel che 320000x200000 pixel.
        • ottomano scrive:
          Re: a parte il titolo cretino di annunziata
          - Scritto da: Ken
          Ingrandire è diverso da zoomare.

          Significa vedere un'immagine con la stessa
          qualità sia che lo schermo sia 320x200 pixel che
          320000x200000
          pixel.Si, ma in un'immagine da 320x200 non hai gli stessi dettagli di una 320000x200000Altrimenti potresti avere un icona 16x16 che contiene le stesse informazioni di un cartellone pubblicitario.Nicola
    • rockroll scrive:
      Re: a parte il titolo cretino di annunziata
      La potenza elaborativa pccorrente sarebbe il meno. Secondo ogni buon senso ed ogni logica un trattamento del genere alle immagini reali produrrà inevitabilmente un effetto cartoni animati o al meglio un effetto games, al quale per altro i giocatori sono talmente assuefatti da accettare comunque tale interpretazione distorta della realtà.Gia contornare le figure dei tantissimi oggetti e soggetti in movimento nelle normali riprese è un'impresa non da poco, soggetta comunque ad ampi fattori di indeterminabilità, ma quandanche la contornatura fosse perfetta, dove vanno a finire nel suo interno tutte le sfumature dei 2**16=65537 colori che siamo abituati ad avere da tempo anche sul più sgalfio dei nostri monitor?????Se qualcuno non lo sapesse, le sfumature di colore non possono esere tradotte in informazioni vettoriali (a meno di inventarsi 65537 vettori che supportino l'informazione per l'equivalente di ogni... pixel della superfice contornata... L'alternativa è inevitabilmente colore unico per tutta la contornatura, per spezzattata che la si voglia fare: gli effetti assolutamente innaturali detti sopra sono il prezzo da pagare, non ce cribbio che tenga, almeno se la logica non è un'opinione.Modifica: Scusate, ho scritto di getto appena letta la notizia, qualcuno di voi avrà sicuramente già esposto argomentazioni di questo tipo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 dicembre 2012 04.03-----------------------------------------------------------
    • Quelo scrive:
      Re: a parte il titolo cretino di annunziata
      Non è di Annunziata ...http://www.bath.ac.uk/news/2012/12/11/pixel-die/
  • Gino scrive:
    Ecco la demo
    Per ora la qualità fa... pena.http://www.cs.bath.ac.uk/vsv/contour.mov
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: Ecco la demo
      - Scritto da: Gino
      Per ora la qualità fa... pena.

      http://www.cs.bath.ac.uk/vsv/contour.movQualcuno potrebbe spiegare come funziona la cosa?Vedendo il filmato posso provare a intuire che il sistema vettoriale riduce l'immagine ai "bordi" (in cui sono le informazioni necessarie) e da quelli (o con quelli) riescono a ricostruire l'immagine da trasmettere, invece di inviare le informazioni per punto-punto (pixel). E' così o è tutt'altro?
      • Quelo scrive:
        Re: Ecco la demo
        Guarda ... io ho guardato il video e le foto e mi sembra che quelle siano le stesse immagini che ricavi con un normale algoritmo per la ricerca dei contorni, che trovi in qualsiasi programma di grafica, compreso GIMP.Come cercavo di dire nel commento che ho fatto, anche se poi ho scritto una cosa diversa, sembra che loro si vantino di riuscire a colorare le aree ma dalle foto e dai video sembra che non lo siano o forse non sono interpretate correttamente.Io ho seri dubbi in proposito, perché se anche riescono comodamente a ricavare i vettori, colorarli secondo pattern differenti per dare l'effetto naturale non mi sembra sempre possibile e comunque è molto difficile che non aumenti il numero di informazioni necessarie con l'aumento dei dettagli.Aspetterò di vedere in un video qualcosa di concreto.
        • certoma scrive:
          Re: Ecco la demo
          - Scritto da: Quelo
          Guarda ... io ho guardato il video e le foto e mi
          sembra che quelle siano le stesse immagini che
          ricavi con un normale algoritmo per la ricerca
          dei contorni, che trovi in qualsiasi programma di
          grafica, compreso GIMP.+ o -ma devi farlo per ogni fotogramma del video, riempire i contorni con le giuste sfumature di colori, e mettere tutto insieme in qualcosa che risulti in un video... hai detto niente...
    • Fesion scrive:
      Re: Ecco la demo
      5 mega per un minuto = 600 MB per 2 ore (circa).MavaffanBath!!!
      • certoma scrive:
        Re: Ecco la demo
        - Scritto da: Fesion
        5 mega per un minuto = 600 MB per 2 ore (circa).
        MavaffanBath!!!certo ma... 600MB ad ogni risoluzione... anche 4k
        • Fesion scrive:
          Re: Ecco la demo
          Quindi ideale per gli schermi home a 70 pollici ma sconsigliato per uno smartphone 4 pollici...
        • Guybrush scrive:
          Re: Ecco la demo
          - Scritto da: certoma
          - Scritto da: Fesion

          5 mega per un minuto = 600 MB per 2 ore
          (circa).

          MavaffanBath!!!

          certo ma... 600MB ad ogni risoluzione... anche 4kOttimo direi.Se consideri che 30" di filmato a 720p non compresso pesa 500MB circa si è scesi da 1GB/min a 0.6GB/min e per qualsiasi risoluzione.Mi spaventa il costo in termini di tempo di elaborazione, ma non si può avere tutto.GT
          • djsnake81 scrive:
            Re: Ecco la demo
            Non v'è venuto pensato che il filmato che avete visto non è codificato utilizzando quel codec, dato che non è ancora disponibile e non avreste avuto la possibilità di decodificarlo?è un .mov
    • certoma scrive:
      Re: Ecco la demo
      - Scritto da: Gino
      Per ora la qualità fa... pena.

      http://www.cs.bath.ac.uk/vsv/contour.movnon fa per niente pena: sei tu che non hai capito che questa demo mostra non solo il risultato finale, ma anche il proXXXXX di determinazione dei contorni e del relativo riempimento
      • Ing scrive:
        Re: Ecco la demo
        - Scritto da: certoma
        non fa per niente pena: sei tu che non hai capito
        che questa demo mostra non solo il risultato
        finale, ma anche il proXXXXX di determinazione
        dei contorni e del relativo
        riempimentoPurtroppo c'è gente che voleva già usarlo pensando fosse rilasciato al pubblico, ma questo è solo l'inizio....
  • Quelo scrive:
    Mah ...
    Le premesse sono buone, ma il problema non è ricavare i contorni vettoriali ( ci sono decine di algoritmi usati per esempio per convertire le immagini PNG in SVG) ma colorare poi le aree interne in modo da non rovinare tutto, che si può fare con un cartone animato ma non con un film reale.Siccome dal documento si legge :The alternative, a vector-based format, presents the image using contoured colours. Until now there has not been a way to choose and fill between the contours at professional quality . The Bath team has finally solved these problems. e un po` come se scrivessero che hanno inventato l'auto che non consuma e adesso devono risolvere il piccolo dettaglio del farla muovere.Poi tutto è possibile, vedremo ...
    • Quelo scrive:
      Re: Mah ...
      Cioè volevo dire, vedremo i risultati che si vantano di avere ottenuto.
    • Anonimo come una funzione anonima scrive:
      Re: Mah ...
      Google Traduttore dice:"Fino ad ora non vi è stato un modo per scegliere e riempire tra i contorni a qualità professionale. Il team di Bath ha finalmente risolto questi problemi."Visto il contesto, questa traduzione ci sta."ha risolto", capito? ;) non deve ancora risolverlo. Però dicono anche che bisogna aspettare 5 anni per vedere la "morte del pixel", e a vedere quanto è primitivo il video, se dicono che non ci vogliono meno di 5 anni, ci crediamo facilmente
      • Quelo scrive:
        Re: Mah ...
        - Scritto da: Anonimo come una funzione anonima
        Google Traduttore dice:
        "Fino ad ora non vi è stato un modo per scegliere
        e riempire tra i contorni a qualità
        professionale. Il team di Bath ha finalmente
        risolto questi
        problemi."
        Visto il contesto, questa traduzione ci sta.
        "ha risolto", capito? ;) non deve ancora
        risolverlo. Però dicono anche che bisogna
        aspettare 5 anni per vedere la "morte del pixel",
        e a vedere quanto è primitivo il video, se dicono
        che non ci vogliono meno di 5 anni, ci crediamo
        facilmenteSi si hai ragione, ho sbagliato a scrivere, infatti poi mi sono corretto. Intendevo dire che non c'è/ non ho trovato allo stato attuale una dimostrazione realistica (comparazione di due immagini) di come funziona il sistema di riempimento delle aree ma solo strane immagini che sembrano tratte con l'algorimo per rilevazione dei profili di photoshop, ed è per questo che dubito che abbiano raggiunto dei risultati realistici.
    • WInP scrive:
      Re: Mah ...
      una immagine compressa fatta di pixel... che sia un cartone animato o un film reale non cambia nulla... si diceva che l'alta definizione non avrebbe apportato nulla agli Anime... si è visto infatti...
      • krane scrive:
        Re: Mah ...
        - Scritto da: WInP
        una immagine compressa fatta di pixel... che sia
        un cartone animato o un film reale non cambia
        nulla...
        si diceva che l'alta definizione non avrebbe
        apportato nulla agli Anime... si è visto
        infatti...L'alta definizione o non ha cambiato niente o ha fatto solo danno come nel caso del XXXXX...(rotfl)
  • hp fiasco scrive:
    applausi!
    l'idea è geniale, sopratutto per i "vecchi" cartoni animatiquelli 2d per capirci, il colore è sempre lo stesso per intere areemi ha ricordato quando studiavo il flash (il macromedia flash ... quando serviva per fare animazioni da far girare con l'apposito player e non ad appesantire di pubblicità le pagine internet) girovagando su internet alla ricerca di esempi ... beccai dei "pazzi" che si erano rifatti tutta la prima puntata di south park in vettoriale .... rimasi stupito del fatto che anche il filmato aveva una qualità assurda rispetto al formato video tradizionale (ai tempi forse il video era realvideo o cose del genere) la stessa puntata di south park, alla "fantastica" risoluzione di 320x200 occupava decine di megabytes ... in qualche mega la stessa puntata in vettoriale dava una qualità infinita .. si poteva ridimensionare e non si vedevano i pixel, rimasi talmente stupito che sicuramente ho ancora memorizzato il filmato flash in qualche zip (iomega zip .. non il formato compresso)
Chiudi i commenti