Mappati tutti i batteri e virus della pelle

Mappati tutti i batteri e virus della pelle

Uno studio sulla pelle umana ha permesso di mappare il microbioma (batteri e virus) presente sulla pelle umana di alcuni volontari.
Uno studio sulla pelle umana ha permesso di mappare il microbioma (batteri e virus) presente sulla pelle umana di alcuni volontari.

I microbiomi sono davvero molto importanti: possiamo trovarli ovunque e, sia che si trovino negli oceani o sulla pelle umana, ricoprono ruoli di vitale importanza. Parlando proprio della pelle, i batteri e i virus possono avere un ruolo chiave sia nelle malattie che nella salute, andando a creare in alcuni casi persino situazioni fastidiose come l’eczema o l’acne.

Una ricerca pubblicata in Nature Microbiology ha finalmente permesso di avere una mappa completa di questo microbioma grazie ad un lavoro certosino fatto su 594 campioni presi da varie superfici di pelle di 12 volontari sani. Lo studio è stato svolto in contemporanea dalla EMBL-EBI (European Bioinformatics Institute), NIH (National Institutes of Health), NHGRI (National Human Genome Research Institute e dal NIH (National Institute of Arthritis and Musculoskeletal and Skin Diseases).

batteri pelle

Nuovi batteri sono stati scoperti durante lo studio del microbioma della pelle umana

Attraverso uno studio complesso e profondo, composto da vari metodi di coltura, sequenziamento metagenomico e dall’utilizzo di dati precedentemente registrati, i ricercatori sono riusciti ad avere una visione più dettagliata dei microbiomi che si formano sulla pelle umana. Sara Kashaf, studente Ph.D. al NIH e EMBL-EBI, afferma:

Abbiamo scoperto migliaia di sequenze virali, compresi persino virus molto grandi capaci di infettare batteri, sulle superfici di mani e piedi dei nostri volontari. Queste parti del corpo hanno molti microbiomi diversi, il che ha senso visto che usiamo le nostre mani per toccare costantemente nuove cose nel nostro spazio. Il nostro lavoro futuro sarà quello di capire cosa questi microbi differenti fanno in queste comunità.

Julie Segre, Senior Investigator al NHGRI, continua a rispondere poi riguardo i microbiomi della pelle:

Questo lavoro è un grande passo in avanti per ottenere una mappatura genomica completa del microbioma della pelle. Speriamo che queste informazioni supporteranno futuri studi, migliorando la nostra comprensione delle malattie e della salute della pelle.

Fonte: News Concerns
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 15 feb 2022
Link copiato negli appunti