Mattermark si svende a Full Contact

La data company fondata nel 2012 viene acquisita da Full Contact per 1 milione di dollari. Qualche scontento tra gli azionisti comuni che non otterranno alcun beneficio dalla "svendita"

Mattermark , azienda che vende tool e consulenza per le start up e aziende interessate ad arricchire le loro liste clienti è stata acquisita dal leader del mercato FullContact .

Si tratta di un’operazione non troppo pubblicizzata e accolta in maniera molto tiepida. Il motivo è presto detto: è prevista la totale assenza di vantaggi economici per gli azionisti comuni come rivelato dalla CEO e cofondatrice Danielle Morrill in accordo col socio e marito Kevin Morrill. Insomma la vendita sembra stata più un’operazione di salvataggio che di reale opportunità di profitto, come si intuisce chiaramente dall’estratto di una lettera inviata agli azionisti condivisa da siti specialistici.

fullcontact

La lettera recita: ” Cari azionisti comuni di Mattermark,vorrei condividere alcune grandi novità: Mattermark è stato acquisito da FullContact! Siamo felici di aver trovato un exit per i nostri azionisti e stiamo lavorando sodo per chiudere immediatamente questo accordo (…). Si tratta di una transazione azionaria privata e, sfortunatamente, la considerazione per l’acquisto della società non ha chiarito la preferenza degli azionisti privilegiati, pertanto gli azionisti comuni non riceveranno nulla in questo affare (contanti o azioni). Anche se questo non è il risultato che tutti abbiamo sognato quando abbiamo intrapreso questo viaggio circa 6 anni fa, siamo molto grati di aver lavorato con voi per organizzare il mondo delle informazioni e apprezzeremmo la vostra firma in modo da poter ottenere la maggioranza delle firme dei titolari comuni per chiudere questo accordo oggi “.

FullContact avrebbe speso per l’acquisizione appena 1 milione di dollari . Meno di 500mila dollari come flusso monetario e una cifra leggermente superiore come transazione azionaria. Parallelamente l’accordo prevede anche che Foundry Group investa ulteriori 500mila dollari su Full Contact per garantire ulteriore copertura.

In tutto questo che fine faranno i clienti di Mattermark? Nei documenti viene esplicitato che continueranno “ad essere serviti come parte di FullContact”, mentre saliranno a bordo di quest’ultima azienda anche sei impiegati della liquidata Mattermark che se accetteranno dovranno “migrare”dagli uffici di San Francisco ai nuovi di Denver.

L’azienda dal 2012, anno della fondazione, ha ricevuto oltre 17 milioni di dollari di finanziamento provenienti da fondi del calibro di Andreessen Horowitz, NEA, 500 Startups, Foundry Group e Sherpa Capital. Le casse dell’azienda erano state rimpolpate con 7,3 milioni di dollari appena lo scorso anno. Tra i servizi che Mattermark erogasi contano data enrichment, ricerche avanzate, territory planning, copertura dati, lead conversion. Attività molto proficue anche per il business di FullContact che si concentra sulla trasformazione di identità parziali in profili utenti completi , con molti punti di contatto con la neo acquisita.

Mirko Zago

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • quartopiano scrive:
    Economia del "firmato"
    Aneddotica Magazine presenta QUATTRO CHIACCHIERE CON CASSANDRA Rubrica digitale a cura di Marco Calamari Idee per un nuovo articolo. Dal 2003 cosa e' cambiato? [yt]1Yr7mjJvxZY[/yt]
    • Utente sconsolato scrive:
      Re: Economia del "firmato"
      Certo che inserito tal pensiero in questo topic uno potrebbe alla lontana collegarsi all'obolo Disney overprezzato per un fan che si aspetta un buon film nel contesto dei primi Star Wars...Per il resto se ne era già parlato nei confronti delle strategie di mercato in riferimento ad Apple se ben ricordo; poco importa un prezzo di vendita elevato rispetto a quello di produzione, rimane una scelta di mercato del consumatore e dell'azienda e siamo in un regime di concorrenza monopolistica se prendiamo ad esempio gli Smartphone (dove il marketing ha la sua importanza). Quello che invece è da soppesare:- come giustamente introdotto è la politica che segue di re-investimento del profitto in azienda o in operazioni puramente finanziare. Ovviamente è più complesso per un impresa, magari azionaria, separare le 2 cose rispetto ad una singola persona che dispone di ingenti capitali ma non produce lavoro o prodotti affidandosi solo a investimenti finanziari;- che il prezzo di vendita, all'interno di una filera, basso o alto che sia, non copre i costi di produzione intermedi generando sfruttamento e un circolo vizioso di povertà. Che sia la fabbrica Apple cinese o la grande distribuzione e meccanismi di commodity nei confronti degli agricoltori.In questi casi sì che il consumatore potrebbe porsi talvolta qualche domanda e compiere una scelta sostenibile anche per se stesso in un'ottica di lungo termine. Facciamo pure medio oramai.
  • xte scrive:
    Io son assai più negativo
    Questo episodio è *puro marketing* di godibile per chi ha visto la saga c'è ZERO. E lo stesso dicasi per la nuova serie di Star Trek. In tutto ci si preoccupa di far passare il messaggio che è normale non sapere cosa succede/cosa han in mente "i superiori" e che è normale sbagliarsi se si pensa che costoro non siano adatti. Cosa cara un po' a tutta la filmografia USA recente, forse preoccupata che qualche cittadino inizi a pensare che si arriverà ad una rivolta reale contro "l'impero" di turno.Quel che han fatto è semplicemente copiare pezzi di vecchi episodi, aggiungere un po' di emozioni di pancia di bassa lega e null'altro.
  • quartopiano scrive:
    Quattro chiacchiere con Cassandra
    Aneddotica Magazine presenta Postfazione all'articolo: Cassandra Crossing/Stragi Stellari su Punto Informatico.Il solito commento eretico all'ultimo episodio del franchising di Guerre Stellari (AVVISO: contiene spoiler grossi come la Morte Nera; navigante avvertito...)QUATTRO CHIACCHIERE CON CASSANDRA Rubrica digitale a cura di Marco Calamari[yt]1Gop7FviEY8[/yt]
  • ma dai scrive:
    il contrario non funziona
    Questo scempio succede perche' industria/finanza/marketing si sono sostituiti agli artisti, non sono gli artisti a portare l'arte negli oggetti di consumo e usarli per veicolare i propi messaggi come accadeva con la pop art, ma accade propio l'opposto sono i soldi e l'industria a dare forma all'arte, l'industria non veicola messaggi e non crea forme d'arte ma si limita solamente a creare efficacemente un'oggetto.
    • ma dai scrive:
      Re: il contrario non funziona
      correggo si limita solamente a creare costruire efficacementeun'oggetto.
    • xx tt scrive:
      Re: il contrario non funziona
      Ma almeno la sceneggiatura la potrebbero lasciare a qualche gruppo di fan che SICURAMENTE farebbero meglio (e magari gratis).Ho l'impressione (ma è un'impressione, eh) che qualche markettaro, tramite IA, abbia calcolato la combinazione migliore per "ottimizzare" gli incassi.Qualche slide per convincere i boss e via che si va.C'è solo da sperare che si arrivi ai film creati al PC con attori virtuali e software foss. Al resto ci penseranno i gruppi di fan. Non vedo l'ora di vedere qualche film nuovo decente della saga.
  • Lord Casco scrive:
    12345
    da quando è uscito spaceballs (1987) non sono mai più riuscito a vedere uno starwars....ora prego solo Dio che non facciano mai spaceballs 2 anche se se ne sta parlando.Distruggete starwars, distruggete star trek, distruggete pure blade runner, distruggete tutto ma non balle spaziali.va be' che Mel Brooks ormai ha 90 anni... :D
  • Utente sconsolato scrive:
    E ne manca (purtroppo) ancora uno
    Dopo che Luke Skywalker è morto per lo 'sforzo', mi son rivisto Balle spaziali per ripristinare l''equilibrio'. Poco da aggiungere
    • ... scrive:
      Re: E ne manca (purtroppo) ancora uno
      E cosa ci sei andato a fare? È dal 1983 che di questa "saga" non esce un film decente, e dal 1980 che non ne esce uno bello. Ma continuiamo a sentirci in dovere di andare a vedere 'ste cagate, mi raccomando.
      • Utente sconsolato scrive:
        Re: E ne manca (purtroppo) ancora uno
        Semplice curiosità di vedere come continua la storia. Comunque ad essere sincero gli episodi I-III non li avevo trovati così malaccio; ora invece siamo davanti a una brodaglia tra coerenza narrativa zero, vecchie comparsate mal utilizzate per dare il contentino ai fan, momenti drammatici che trasmettono zero pathos, temi e trame bene o male ripetute, svlilimento degli jedi e dei sith. Ci manca solo CEPU per certificare l'addestramento.
        • ... scrive:
          Re: E ne manca (purtroppo) ancora uno
          A me i prequel avevano fatto pena. La caratterizzazione di Vader ridicola: avevano tre film per mostrare il cambiamento da "giovane con principi morali" a "cattivo", e non sono neanche minimamente riusciti a mostrare un'evoluzione credibile; roba che per esempio il Padrino in un solo film aveva mostrato in modo 3000 volte più credibile. E poi spoilerare tutto nei prequel è ridicolo, ma che senso ha? A questo punto non è possibile manco guardarli prima dei film originali. Ma era tanto difficile scriverli in modo che non spoilerassero almeno i "colpi di scena" dei film dopo? Non mi sembra. E stendiamo un velo pietoso su Jar Jar.
          • ... scrive:
            Re: E ne manca (purtroppo) ancora uno
            - Scritto da: ...
            A me i prequel avevano fatto pena. La
            caratterizzazione di Vader ridicola: avevano tre
            film per mostrare il cambiamento da "giovane con
            principi morali" a "cattivo", e non sono neanche
            minimamente riusciti a mostrare un'evoluzione
            credibile; roba che per esempio il Padrino in un
            solo film aveva mostrato in modo 3000 volte più
            credibile. E poi spoilerare tutto nei prequel è
            ridicolo, ma che senso ha? A questo punto non è
            possibile manco guardarli prima dei film
            originali. Ma era tanto difficile scriverli in
            modo che non spoilerassero almeno i "colpi di
            scena" dei film dopo? Non mi sembra. E stendiamo
            un velo pietoso su Jar
            Jar.Ah, e i midichlorian... e la storia d'amore patetica con credibilità sottozero... Osceni, su, non riesco a trovarci quasi nulla che si salvi.
          • Utente sconsolato scrive:
            Re: E ne manca (purtroppo) ancora uno
            Sarà il tempo che passa ed addolcisce i ricordi (non li ho più rivisti, magari già questo è un segno...), eccezion fatta per i midichlorian che potevano evitare.Comparati alla saga attuale sicuramente acquistano spessore; non posso che sottolineare le tre righe di Cassandra dedicate al cattivone. Non sono un fan sfegatato, posso solo dire che sono uscito dalla sala senza esultanza.Tra poco tocca a Blade Runner, speriamo bene....
          • ... scrive:
            Re: E ne manca (purtroppo) ancora uno
            Questa roba nuova targata Disney non ho manco iniziato a guardarla. Il pesce puzzava dalla testa, a partire dal fatto che partivano con l'impero praticamente ristabilito manco la trilogia originale fosse stata completamente inutile. Quando poi ho sentito che ep. VII era praticamente un remake scarso del primo film ho lasciato perdere.
          • Izio01 scrive:
            Re: E ne manca (purtroppo) ancora uno
            - Scritto da: ...
            A me i prequel avevano fatto pena. La
            caratterizzazione di Vader ridicola: avevano tre
            film per mostrare il cambiamento da "giovane con
            principi morali" a "cattivo", e non sono neanche
            minimamente riusciti a mostrare un'evoluzione
            credibile;Eh già, mannaggia la miseria!Nel primo, quando c'è Anakin che corre su quei cosi e c'è il tizio cattivo che continua a giocare sXXXXX per eliminarlo, io ero lì che pensavo: "Dai che adesso perde la pazienza e lo uccide con la forza!" e invece no, bambino perfettino da pubblicità del Mulino Bianco, odioso.E poi, senza convinzione, si passa a quello che fa un mezzo genocidio per vendicare la madre. Madre che però aveva abbandonato in schiavitù senza batter ciglio, mah.
            roba che per esempio il Padrino in un
            solo film aveva mostrato in modo 3000 volte più
            credibile. E poi spoilerare tutto nei prequel è
            ridicolo, ma che senso ha? A questo punto non è
            possibile manco guardarli prima dei film
            originali. Ma era tanto difficile scriverli in
            modo che non spoilerassero almeno i "colpi di
            scena" dei film dopo? Non mi sembra. E stendiamo
            un velo pietoso su Jar Jar.Più che un velo, un sarcofago di cemento stile Chernobyl. Più fastidioso di Titti quando si dondola sull'altalena nella gabbietta.Però quest'ultima trilogia l'ho proprio saltata, mi sono limitato a leggere le recensioni con spoiler (quindi sì, giudico un film senza averlo visto ma sono comunque a conoscenza del suo contenuto). Leggo di femministe entusiaste perché "The Last Jedi" è un film in cui i maschi sono una manica di deficienti che vengono ripetutamente umiliati quando tentano di combinare qualcosa (che sia un ammutinamento contro un ammiraglio donna super intelligente saggia perfetta o un nobile ma idiota sacrificio: "Cavolo, tutti si immolano per la causa, allora lo faccio anch'io" "Ma no XXXXXXXXX, non serve!"). I cattivi che sono dei ragazzetti capricciosi che pestano i piedi (e i caschi) per terra mentre le donne parlano poco e lavorano molto per il bene della galassia. Luke Senzapalle Skywalker che è diventato il classico vecchio XXXXXXXXXXXXX che brontola tanto e non combina un razzo, ed è pure sua la colpa di buona parte di ciò che succede.No, io <b
            non </b
            pago il mio obolo alla Disney e questa roba gliela lascio volentieri, grazie.
          • ... scrive:
            Re: E ne manca (purtroppo) ancora uno
            Ma guarda, sono d'accordo con te. Ma ti dirò, secondo me Star Wars proprio non ha più niente da dire. La trilogia originale è storia del cinema (nonostante il terzo film sia tutt'altro che senza difetti), quello venuto dopo è semplice agonia. La trilogia originale aveva narrato la parte interessante e coinvolgente della storia, continuare a girarci attorno con roba che è più o meno collegata ma non dice nulla di altrettanto interessante non ha più senso.
  • jack scrive:
    solo il primo
    Solo il primo, l'originale...il resto non esiste.Questione di gusti.
    • ... scrive:
      Re: solo il primo
      Mah, neanche l'Impero colpisce ancora? Secondo me è meglio del primo. Poi posso essere d'accordo che già dal Ritorno dello Jedi si vedevano le prime grosse (MOLTO grosse) crepe. Il resto è da buttare nel XXXXX, nessuno si sarebbe appassionato a questa nuova saga se i primi due film non fossero esistiti.
      • jack scrive:
        Re: solo il primo
        - Scritto da: ...
        Mah, neanche l'Impero colpisce ancora? Secondo me
        è meglio del primo. Non intendo effetti speciali, o regia, o fotografia..Nel primo c'è l'Idea. Negli altri c'è ripetizione.Nel primo si immagina, negli altri viene mostrato.
  • ... scrive:
    Star Wars dopo il Ritorno dello Jedi?
    [img]http://memegenerator.net/img/instances/40918837/non-me-ne-frega-un-XXXXX.jpg[/img]E questo include ovviamente anche gli ORRENDI prequel.
  • Midichloria n scrive:
    tutto falso
    noi esistiamo davvero (troll) purtroppo (troll4)
  • 4ba006c69f8 scrive:
    Ipocrisia
    Che modo ipocrita di fare pubblicità nessuno è obbligato ad andare a vedere quel film.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Ipocrisia
      - Scritto da: 4ba006c69f8
      Che modo ipocrita di fare pubblicità nessuno è
      obbligato ad andare a vedere quel
      film.se non ci vai perchè non pensi possa piacerti ti criticano perchè giudichi le cose senza prima averle verificate.Se ci vai e non ti piace ti dicono che non ere obbligato ad andarlo a vedere. Quindi l'unica soluzione che suggerisci e quella di dire che ti piace aprescindere... poi gli ipocriti sono gli altri..
      • 9e822179e01 scrive:
        Re: Ipocrisia

        se non ci vai perchè non pensi possa piacerti ti
        criticano perchè giudichi le cose senza prima
        averle verificate.Chi è che critica gli altri perché non gliene frega niente di andare a vedere un film al cinema? Un idiota simile non esiste, è solo una creazione del marketing, si chiama pressione sociale.
Chiudi i commenti