McKinnon, continua il tira e molla per l'estradizione

Il celebre cracker sta per essere estradato in USA, dove l'attende un severo processo. Ma non prima del 29 agosto

Roma – Un altro piccolo passo indietro nella tormentata vicenda di Gary McKinnon, il cracker oggi 42enne accusato di ripetute aggressioni attuate tra il 2001 e il 2002 ai danni di una notevole quantità di server militari statunitensi: resterà in Gran Bretagna finché la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo non avrà deciso riguardo al suo caso.

Pur ritenendo l’uomo responsabile, la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha richiesto alla Gran Bretagna di non procedere ancora alla dibattuta estradizione di McKinnon in USA. Come ben sanno i lettori di Punto Informatico , la giustizia britannica desidera, invece, inviarlo negli States quale “responsabile del più massiccio attacco militare di tutti i tempi”.

“L’interessato non deve essere estradato prima della mezzanotte del 29 agosto 2008. Ciò per consentire alla Camera di esaminare la richiesta all’ultima opportunità, precisamente in occasione della sua riunione prevista per il 28 agosto 2008”, ha stabilito la Corte.

Le bravate di McKinnon sono state innumerevoli: secondo il governo USA, l’ardito cracker ha totalizzato la messa offline di 2mila sistemi e la cancellazione di quasi 2500 tra account e log. I dati trafugati, inoltre, secondo le fonti oltreoceano hanno prodotto ulteriori danni per 700mila dollari.

All’incauto cracker, che ha sempre sostenuto di aver agito per cercare informazioni sugli UFO, resta poco tempo: la temuta data di via libera all’estradizione è ormai vicinissima.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • domingo scrive:
    ????????
    cioe', ho capito bene? non siamo in grado di distruggere un coso di 300mt?dobbiamo deviarlo... mha'!!!!!!
  • Marcello Lugli scrive:
    Apophis
    Come si può essere certi che il vento solare, la luce del Sole, spinga Apophis in direzione di allontanamento dalla Terra e non il contrario?=
  • giuseppe scrive:
    perchè non deviarlo su qualche alt
    perchè non deviarlo su qualche altro pianeta...lo facciamo schiantare contro il sole o un pianeta è di lui nessuna traccia..meglio pianeta come venere che con la sua atmosfera densa dovrebbe disintegrarlo abbastanza
  • Fabio Castiglion e scrive:
    Perchè deviare Apophis ?........
    ...mah....tutti pensano a deviare l'asteroide Apophis o a farlo esplodere , compresa la vincitrice americana del concorso inernazionale che ha progettato di impacchettare l'asteroide con del materiale rinfrangente in modo che la stessa luce solare possa deviarne la traiettoria , ma ......senza in questo modo poterne poi controllarne gli effetti e traiettorie futuri...e se poi magari ci si ritrovasse in situazioni peggiori? Magari Apophis deviato potrebbe interferire con le orbite di altri NEO e farle intesecare con quella terrestre....Ecco , secondo me , la soluzione migliore in un sistema spaziale privo di attriti meccanici sarebbe proprio quella di poter creare una bolla di atmosfera abbastanza densa e grande da poter essere attraversata dall'asteroide durante i suoi passaggi attorno al sole .......oltre a rallentare la sua velocita' credo che possa anche consumare parte della sua massa durante i passaggi nel fluido...... credo sia l'idea migliore ,non perche' mia , bensi' perche' non disturberebbe altre orbite magari in equilibrio con la sua , inoltre si potrebbe anche ridurne la massa senza provocare aseroidi piu' piccoli.Fabio
  • andy61 scrive:
    ... un giocattolo, insomma ...
    "Gli scienziati sostengono che, se Apophis dovesse abbattersi sul pianeta, la conseguente deflagrazione avrebbe la forza equivalente a 110mila bombe come quella di Hiroshima". La bomba di Hiroshima era di circa una decina di Kiloton.Stiamo parlando quindi di un ordine di grandezza di circa 1000 Megaton, equivalenti ad una decina delle più potenti bombe che abbiamo costruito.Siamo arrivati a costruire bombe da 50 e 100 Megaton, e ce ne sono a migliaia sparse sul pianeta.Abbiamo già il problema in casa, ma ci nascondiamo dietro a un dito, anzi, ad un asteroide ...Ben venga il fatto di far spostare questo sasso siderale per evitare disastri, ma perché qualcuno non s'inventa una vela solare per spostare gli ordigni di cui abbiamo cosparso il mondo?(Pubblicità Progresso)
  • antonio scrive:
    Traduzioni...
    L'articolo di TheRegister ha dati molto diversi:Diametro di ApophisPI: 330 metriTR: 270 metriDiametro dell'asteroide che ha colpito la Terra in passato:PI: 10 kmTR: 15 kmMateriale di costruzione della "vela":PI: boPETTR: MylarBoh!!!
  • Enjoy with Us scrive:
    a me pare una mezza stronzata!
    Perchè usare un filo? Non sarebbe più semplice spruzzare sulla sua superficie una schiuma dalle identiche proprietà riflettenti del filo in oggetto?Basterebbe una sonda posizionata a poche centinaia di metri dalla superficie dell'asteroide e non si avrebbero problemi con alcuna velocità di rotazione dell'asteroide!Vi ricordate i problemi con il Tehered (non so se si scrive così) con l'argano che doveva svolgere il filo che si è inceppato!), figuriamoci cosa averrebbe in una situazione del genere, minimo il filo si spezza!Mah spero che questi ricercatori abbiano pensato qualche cosa di più articolato di quanto non traspaia dall'articolo!
    • Calibano scrive:
      Re: a me pare una mezza stronzata!
      La storia del Tethered (che vuol dire "Al Guinzaglio") e' completamente differente. Prima di tutto il cavo era multistrato e, seppur relativamente piccolo, piuttosto "grosso". Inoltre il filo del Tethered doveva rimanere intero perche' doveva funzionare da filo conduttore tra lo shuttle el il satellite e tagliare le linee di campo magnetico della Terra.In questo caso, invece, il filo anche se si spezza poco male, continui ad avvolgere il restante. Mica deve essere per forza continuo e univore l'avvolgimento.Inoltre e' molto piu' semplice, meno costoso e realizzabile l'avvolgimento del filo che spedire un bidone di schiuma compressa che magari risulta anche piu' peso da lanciare.Secondo me la stronzata l'hai detta te.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: a me pare una mezza stronzata!
        - Scritto da: Calibano
        La storia del Tethered (che vuol dire "Al
        Guinzaglio") e' completamente differente. Prima
        di tutto il cavo era multistrato e, seppur
        relativamente piccolo, piuttosto "grosso".
        Inoltre il filo del Tethered doveva rimanere
        intero perche' doveva funzionare da filo
        conduttore tra lo shuttle el il satellite e
        tagliare le linee di campo magnetico della
        Terra.

        In questo caso, invece, il filo anche se si
        spezza poco male, continui ad avvolgere il
        restante. Mica deve essere per forza continuo e
        univore
        l'avvolgimento.
        Inoltre e' molto piu' semplice, meno costoso e
        realizzabile l'avvolgimento del filo che spedire
        un bidone di schiuma compressa che magari risulta
        anche piu' peso da
        lanciare.

        Secondo me la stronzata l'hai detta te.No se hai letto l'articolo si parla di sfruttare la stessa rotazione dell'asteroide per far avvolgere su di se il cavo, se si spezza l'avvolgimento si interrompe e devi in qualche modo rifissare il capo spezzato alla superficie dell'asteroide e rincominciare. Anche in questo caso poi si tratterebbe probabilmente di un cavo multistrato, con una sezione superficiale riflettente ed una interna resistente alla trazione.Già la trazione, si tratta di vincere l'inerzia allo svolgimento di una bobina di molti chilometri di cavo e dipenderà dalla velocità di rotazione dell'asteroide, che potrebbe essere anche di diverse rivoluzioni al minuto.Bisogna poi considerare che il rocchetto avrà bisogno di un sistema di assetto "robusto" per tenere la posizione durante lo svolgimento del filo. Per dirla breve trovo il sistema dal punto di vista meccanico sottoposto a troppe forze difficilmente valutabili, la stessa velocità di rivoluzione dell'asteroide potrebbe divenire nota solo da osservazioni ravvicinate.Non capisco poi perchè una schiuma dovrebbe pesare più di un cavo che deve avere anche caratteristiche di resistenza allo strappo molto elevate, che si può spruzzare indipendentemente dalla velocità di rotazione di un asteroide e che non richiede complicazioni meccaniche particolari....La sai una cosa, quasi quasi la mando Io questa idea a questi superesperti, chissà magari premiano anche me!
  • bash scrive:
    orbitare intorno all'asteroide?
    "L'asteroide, del diametro di 330 metri...""Impiegheremo un satellite posto in orbita intorno all'asteroide..."Se le mie riminiscenze di meccanica newtoniana non si sono sgretolate col tempo, vorrei proprio capire come fare a mettere anche una biglia di vetro in orbita ad un sasso di 330 metri di diametro!O questo asteroide ha una massa tipo stella di neutroni, o la biglia se ne va per i fatti suoi, altro che orbita.E stiamo parlando di una biglia.Qui invece si vorrebbe mettere in orbita del sasso un rocchetto di filo di plastica, che, una volta fatta aderire una estremita' all'asteroide, quest'ultimo, roteando, lo sbobina tutto auto attorcigliandosi.E in che modo dovrebbe autoattorcigliarsi addosso quel filo?In modo che si vada a ricoprire il 50% della superficie!Avete mai provato ad avvolgere un filo di lana intorno ad una pallina da tennis e riuscire a ricoprirne il 50%?Ecco, provate a farlo senza modificare l'asse di rotazione della pallina.Ok, la pallina e' sferica, l'asteroide invece no.Allora fatelo con una banana!E sempre senza cambiare l'asse di rotazione della banana!Ma se e' possibile inviare qualcosa di simile ad un rocchetto di filo nelle vicinanze di questo asteroide, non sarebbe tanto piu' semplice inviare un micro propulsore che si ancori lateralmente all'asteroide per fornire una spinta laterale controllata da terra?
    • cane pazzo scrive:
      Re: orbitare intorno all'asteroide?
      :) si spera che la signorina in questione ci abbia pensato al problema della banana :D magari questo articolo sarà una versione assai semplificata che dici?
      • bash scrive:
        Re: orbitare intorno all'asteroide?
        - Scritto da: cane pazzo
        :) si spera che la signorina in questione ci
        abbia pensato al problema della banana :D magari
        questo articolo sarà una versione assai
        semplificata che
        dici?Dico che questo sito si chiama Punto Informatico e non TGCom.Si presume che chi legga qui abbia dei prerequisiti tecnici per capire le cose un po' piu' a fondo.O mi si spiega come il tutto possa tecnicamente realizzarsi, visto che non e' affatto semplice, o mi viene da ridergli in faccia.Io non ci riesco ad avvolgere un filo intorno ad una banana in modo da ricoprirne il 50% della superficie.Ma invece di esagerare, usiamo un pallone da rugby che e' una cosa un po' piu' simile ad un asteroide, e facciamolo ruotare intorno ad un asse non coincidente con uno degli assi di simmetria, e proviamo ad avvolgegli il filo di lana.Non ce la si fa a ricoprirne il 50%.Il filo si limiterebbe a ricoprire una fascia ristretta.Senza contare che manca un dato fondamentale che non si conosce e che dubito si riuscira' mai a conoscere per un sasso di 300 metri di lunghezza: la velocita' angolare della sua rotazione.Per quanto ne sappiamo, quel coso potrebbe ruotare su se stesso da zero a 1000 o piu' giri al secondo.Se e' la scheggia di un precedente impatto puo' avere una qualunque velocita' angolare di rotazione, e non possiamo neppure misurarla, se non quando sara' possibile osservarlo da moooooolto vicino.Con questi presupposti come si puo' pensare di avvolgerlo con un filo di plastica?
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: orbitare intorno all'asteroide?
          - Scritto da: bash
          - Scritto da: cane pazzo

          :) si spera che la signorina in questione ci

          abbia pensato al problema della banana :D magari

          questo articolo sarà una versione assai

          semplificata che

          dici?

          Dico che questo sito si chiama Punto Informatico
          e non
          TGCom.

          Si presume che chi legga qui abbia dei
          prerequisiti tecnici per capire le cose un po'
          piu' a
          fondo.

          O mi si spiega come il tutto possa tecnicamente
          realizzarsi, visto che non e' affatto semplice, o
          mi viene da ridergli in
          faccia.

          Io non ci riesco ad avvolgere un filo intorno ad
          una banana in modo da ricoprirne il 50% della
          superficie.

          Ma invece di esagerare, usiamo un pallone da
          rugby che e' una cosa un po' piu' simile ad un
          asteroide, e facciamolo ruotare intorno ad un
          asse non coincidente con uno degli assi di
          simmetria, e proviamo ad avvolgegli il filo di
          lana.

          Non ce la si fa a ricoprirne il 50%.
          Il filo si limiterebbe a ricoprire una fascia
          ristretta.

          Senza contare che manca un dato fondamentale che
          non si conosce e che dubito si riuscira' mai a
          conoscere per un sasso di 300 metri di lunghezza:
          la velocita' angolare della sua
          rotazione.

          Per quanto ne sappiamo, quel coso potrebbe
          ruotare su se stesso da zero a 1000 o piu' giri
          al
          secondo.

          Se e' la scheggia di un precedente impatto puo'
          avere una qualunque velocita' angolare di
          rotazione, e non possiamo neppure misurarla, se
          non quando sara' possibile osservarlo da
          moooooolto
          vicino.

          Con questi presupposti come si puo' pensare di
          avvolgerlo con un filo di
          plastica?Perchè usare un filo? Non sarebbe più semplice spruzzare sulla sua superficie una schiuma dalle identiche proprietà riflettenti del filo in oggetto?Basterebbe una sonda posizionata a poche centinaia di metri dalla superficie dell'asteroide e non si avrebbero problemi con alcuna velocità di rotazione dell'asteroide!Mah spero che questi ricercatori abbiano pensato qualche cosa di più articolato di quanto non traspaia dall'articolo!
        • Calibano scrive:
          Re: orbitare intorno all'asteroide?
          Scusa eh... ma hai un minimo presente il concetto di moto relativo?Secondo... magari ci sara' l'estremita' del filo che verra' equipaggiata con un arpioncino o qualcosa che ne favorisca la frizione per far tirare il filo no?Terzo, di solito quei sassono grandi non hanno una rotazione su un unico asse... se fai girare il pallone da rugby o la banana su almeno due assi vedrai che il filo si attorciglia parecchio meglio.Quarto, anche se l'asteroide non ha una massa come quella di un pianeta poco importa, perche' ci sara' sempre attrazione gravitazionale tra i due corpi che fluttuano in caduta libera piu' o meno costante. Questo, combinato con il moto relativo, puo' fare in modo da piazzare il satellite in un orbita stabile.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: orbitare intorno all'asteroide?
            - Scritto da: Calibano
            Scusa eh... ma hai un minimo presente il concetto
            di moto
            relativo?
            Secondo... magari ci sara' l'estremita' del filo
            che verra' equipaggiata con un arpioncino o
            qualcosa che ne favorisca la frizione per far
            tirare il filo
            no?
            Terzo, di solito quei sassono grandi non hanno
            una rotazione su un unico asse... se fai girare
            il pallone da rugby o la banana su almeno due
            assi vedrai che il filo si attorciglia parecchio
            meglio.
            Quarto, anche se l'asteroide non ha una massa
            come quella di un pianeta poco importa, perche'
            ci sara' sempre attrazione gravitazionale tra i
            due corpi che fluttuano in caduta libera piu' o
            meno costante. Questo, combinato con il moto
            relativo, puo' fare in modo da piazzare il
            satellite in un orbita
            stabile.Se si spezza il filo quanti arpioni hai per ritentare? Se la velocità di estrazione del filo dal rocchetto è più elevata dell'immaginato (l'asteroide ruota più rapidamente del previsto) che cosa fai? Hai idea dell'inerzia degli svariati Km di cavo + Rocchetto + sistema di stabilizzazione (Giroscopi giganti e reattori di assetto)Sono riusciti a fallire una cosa semplice semplice (in confronto) come quella del Tethered per avarie all'argano e li il cavo lo svolgevano alla velocità più desiderata, ti immagini in una condizione del genere!
          • Calibano scrive:
            Re: orbitare intorno all'asteroide?
            - Scritto da: Enjoy with Us
            Se si spezza il filo quanti arpioni hai per
            ritentare? Bene, riparti da dove hai lasciato facendo toccare il filo penzoloni sul filo gia' piazzato. I materiali plastici, vedi il cellofan da cucina, di solito si attaccano bene a se stessi, sia per il coefficente di attrito radente sia per la facilita' di caricarsi elettrostaticamente.
            Se la velocità di estrazione del filo
            dal rocchetto è più elevata dell'immaginato
            (l'asteroide ruota più rapidamente del previsto)
            che cosa fai? Riassetti adeguatamente il satellite che, a mio avviso, e' esso stesso il rocchetto.
            Hai idea dell'inerzia degli
            svariati Km di cavo + Rocchetto + sistema di
            stabilizzazione (Giroscopi giganti e reattori di
            assetto)Non necessariamente. Se, come gia' detto, il rocchetto e' il satellite stesso l'intero sistema e' un intero giroscopio. Per i Km di cavo (che poi sara' un filo tirato fuori da un'evoluzione del kevlar... hai voglia te a sfinarlo!) non ci son problemi. Che pensi che per tessere un maglione in fabbrica usino il cinese in scatola per cambiare i rocchetti?
            Sono riusciti a fallire una cosa semplice
            semplice (in confronto) come quella del Tethered
            per avarie all'argano e li il cavo lo svolgevano
            alla velocità più desiderata, ti immagini in una
            condizione del
            genere!Assolutamente sbagliato! Le condizioni del Tethered erano estremamente difficili e il problema non e' stato all'argano bensi ad un corto nel filo perche' ci fu un picco di voltaggio indotto con il filo ancora arrotolato. In piu' le tecnologie erano indietro di un bel tot di anni (si parla di circa 15 anni fa se non sbaglio, o giu' di li comunque!). (E tra le altre cose non e' di fuori che sulle due missioni Tethered ci sia stato il sabotaggio. Infatti se fossero andate bene si avrebbe un sistema di produzione di energia elettrica spettacolare, incredibile e a costi ammortizzabili nel giro di pochi anni, perche' con un filo di tre o quattro chilometri tiravi un fuori un chilovattaggio da paura! Altro che centrali nucleari!!! Non mi ci far pensare va...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: orbitare intorno all'asteroide?
            - Scritto da: Calibano
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Se si spezza il filo quanti arpioni hai per

            ritentare?
            Bene, riparti da dove hai lasciato facendo
            toccare il filo penzoloni sul filo gia' piazzato.
            I materiali plastici, vedi il cellofan da cucina,
            di solito si attaccano bene a se stessi, sia per
            il coefficente di attrito radente sia per la
            facilita' di caricarsi
            elettrostaticamente.Si come no con un asteroide che gira su se stesso varie volte al minuto, hai idea delle velocità in gioco? altro che attrazione elettrostatica.


            Se la velocità di estrazione del filo

            dal rocchetto è più elevata dell'immaginato

            (l'asteroide ruota più rapidamente del previsto)

            che cosa fai?
            Riassetti adeguatamente il satellite che, a mio
            avviso, e' esso stesso il
            rocchetto.
            Col cavolo, vuol dire che la velocità di srotolamento del filo è superiore al previsto, quindi la superiore trazione te lo rompe!

            Hai idea dell'inerzia degli

            svariati Km di cavo + Rocchetto + sistema di

            stabilizzazione (Giroscopi giganti e reattori di

            assetto)
            Non necessariamente. Se, come gia' detto, il
            rocchetto e' il satellite stesso l'intero sistema
            e' un intero giroscopio. Per i Km di cavo (che
            poi sara' un filo tirato fuori da un'evoluzione
            del kevlar... hai voglia te a sfinarlo!) non ci
            son problemi. Che pensi che per tessere un
            maglione in fabbrica usino il cinese in scatola
            per cambiare i
            rocchetti?
            Certo che sarà il satellite stesso rocchetto giroscopio e sistema di assetto , ma questo non modifica il fatto che il filo dovrà per srotolarsi vincere una bella inerzia, cioè dovrà sopportare una trazione di svariate centinaia di Kg o peggio, con uno strappo iniziale ancora peggiore di almeno un ordine di grandezza, quanto dovrà essere spesso il cavo per resistere a tali trazioni? Occhio che aumentando il diametro del cavo aumenta il peso e quindi la massa inerziale!

            Sono riusciti a fallire una cosa semplice

            semplice (in confronto) come quella del Tethered

            per avarie all'argano e li il cavo lo svolgevano

            alla velocità più desiderata, ti immagini in una

            condizione del

            genere!
            Assolutamente sbagliato! Le condizioni del
            Tethered erano estremamente difficili e il
            problema non e' stato all'argano bensi ad un
            corto nel filo perche' ci fu un picco di
            voltaggio indotto con il filo ancora arrotolato.
            In piu' le tecnologie erano indietro di un bel
            tot di anni (si parla di circa 15 anni fa se non
            sbaglio, o giu' di li comunque!). (E tra le altre
            cose non e' di fuori che sulle due missioni
            Tethered ci sia stato il sabotaggio. Infatti se
            fossero andate bene si avrebbe un sistema di
            produzione di energia elettrica spettacolare,
            incredibile e a costi ammortizzabili nel giro di
            pochi anni, perche' con un filo di tre o quattro
            chilometri tiravi un fuori un chilovattaggio da
            paura! Altro che centrali nucleari!!! Non mi ci
            far pensare
            va...No il problema almeno nella prima missione fu proprio a carico dell'argano, nella seconda invece il filo si ruppe...Viste queste problematiche proprio non capisco perchè scartare a priori l'idea di spruzzare della schiuma! Non vedo quali siano in questo caso le complicazioni di carattere tecnico! Lo stesso campo gravitazionale dell'asteroide ne favorirebbe la caduta sulla superficie, basterebbe utilizzare ad esempio microparticelle ad elevato peso specifico, ad esempio con un nucleo in piombo e rivestite del materiale riflettente, tale tecnologia (con materiali diversi) è alla base dei toner per le stampanti laser.
    • dam scrive:
      Re: orbitare intorno all'asteroide?
      Il satellite sarebbe in orbita attorno al sole, su un'orbita che gli permetta di rimanere vicino all'astereroide per un tempo sufficiente.C'e' anche una missione ESA quasi pronta per Apophis (come avevo gia' segnalato):http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2372525&m=2375068#p2375068Buttare "lavatrici" su un corpo celeste e' molto piu' facile e sicuro che fare altri esperimenti.
  • Giuseppe Rossi scrive:
    Idea vecchia
    Come ha fatto a vincere il premio ? L'idea era già stata proposta e non da lei !?Per tanto così domani invento la ruota e la brevetto...
    • Pino scrive:
      Re: Idea vecchia
      - Scritto da: Giuseppe Rossi
      Per tanto così domani invento la ruota e la
      brevetto...Vedo che sei poco informato... in Australia la ruota l'hanno già brevettata.http://punto-informatico.it/61165/PI/News/tecnologia-brevettata-ruota.aspx
    • OldDog scrive:
      Re: Idea vecchia
      - Scritto da: Giuseppe Rossi
      Come ha fatto a vincere il premio ? L'idea era
      già stata proposta e non da leiCredo che l'innovazione sia non nell'uso del "vento solare" nel metodo di dispiego sulla superficie di materiale riflettente, trasformando parte dell'asteroide in superficie a "effetto vela".Comunque si parla di "concept": chiaro che bisogna verificare la fattibilità tecnologica e i costi, oltre a sviluppare modelli attendibili che consentano di calcolare la "correzione di rotta" che si otterrebbe.
  • alex scrive:
    Ma crediamo ancora a queste panzane?
    L'unico problema serio di Apophis è che crediamo ancora a queste panzane. Dopo SARS, ebola, mucca pazza, 2012 (la fine del "mondo come lo conosciamo" arriva prima secondo molti), terribili previsioni di Nostradamus, esperimenti fisici che possono far scomparire la terra in un mini-buco nero non ci siamo ancora resi conto che sono tutte stronzate da giornalismo strillone?Informatevi su quanti soldi ha "procurato" l'AIDS alla ricerca e capirete perché ogni mese c'è una crisi diversa in TV. Un buon motivo per spegnerla e giocare un po' con i nostri figli. L'unico investimento serio per il futuro...Alessandro
    • Alessandro scrive:
      Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
      Finhè l'asteroide non li pialla ...- Scritto da: alex
      L'unico problema serio di Apophis è che crediamo
      ancora a queste panzane....
    • Eugenio Odorifero scrive:
      Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
      Si, se ci fai caso la "lotta" all'AIDS, alla droga, al terrorismo non hanno fatto altro che sprecare soldi per l'AIDS, la droga e il terrorismo, alimentando il mercato intorno a queste cose - con in più la paura collettiva e grazie a questa.Ci sono cose al quale non basta spegnere la TV, per quello che dici tu hai pienamente ragione.
      Dopo SARS, ebola, mucca pazza, 2012 (la fine del
      "mondo come lo conosciamo" arriva prima secondo
      molti), terribili previsioni di Nostradamus,
      esperimenti fisici che possono far scomparire la
      terra in un mini-buco nero non ci siamo ancora
      resi conto che sono tutte stronzate da
      giornalismo
      strillone?
      Informatevi su quanti soldi ha "procurato" l'AIDS
      alla ricerca e capirete perché ogni mese c'è una
      crisi diversa in TV. Un buon motivo per spegnerla
      e giocare un po' con i nostri figli. L'unico
      investimento serio per il
      futuro...
    • contegio scrive:
      Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
      ...nemmeno il dubbio che certi problemi siano stati contenuti anche grazie a quello che è stato fatto?Il concetto "hai visto io me ne sono fregato e non mi è successo niente" tiene ben poco conto di quello che hanno fatto gli altri e di cui ti sei giovato.Una mia amica mi ha detto di non voler vaccinare suo figlio perchè tanto quella specifica malattia ormai è poco probabile e di non voler "foraggiare" le multinazionali del farmaco... senza nemmeno un pensiero al fatto che quella malattia è poco probabile proprio perchè quelli che le stanno intorno sono vaccinati.Sicuramente ci sono una marea di casi dove il sensazionalismo la fa da padrona (anche se secondo me molte volte questo modo di fare informazione è volto più a spingere il prodotto mediatico che la ricerca) ma sei sicuro che sia proprio il caso di SARS, ebola, mucca pazza?Tu sei sicuro che se non si fossero presi provvedimenti per mucca pazza 10 anni fa oggi non ci saremmo pentiti?
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
      - Scritto da: alex
      L'unico problema serio di Apophis è che crediamo
      ancora a queste panzane.Puoi dimostrare che non esista alcun asteroide in avvicinamento?Puoi dimostrare che sia impossibile un impatto con la Terra di un oggetto di grandi dimensioni?Giustifica la tua affermazione, altrimenti resta una sciocchezza insensata.
      Dopo SARS, ebola, mucca pazza, 2012 (la fine del
      "mondo come lo conosciamo" arriva prima secondo
      molti), terribili previsioni di Nostradamus,Mi pare inutile e stupido associare i nomi di tre malattie reali, verificate e documentate con leggende e superstizioni. Nulla accomuna la scienza con la mitologia, confondere i due ambiti è il modo più semplice per scrivere castronerie.
      esperimenti fisici che possono far scomparire la
      terra in un mini-buco nero non ci siamo ancora
      resi conto che sono tutte stronzate da
      giornalismo strillone?Puoi dimostrare che il virus di ebola non è mai esistito? Puoi dimostrare che la teoria sui buchi neri sia priva di fondamento? A me il tuo intervento pare un'accozzaglia di qualunquismo ed ignoranza condita da abbondante disinformazione televisiva.
      Informatevi su quanti soldi ha "procurato" l'AIDS
      alla ricercaE allora?Anche molte altre malattie hanno portato denaro alla ricerca medica. Ed è giusto che sia così. Informati su quante vite siano state salvate dai risultati della ricerca scientifica. Cosa ci trovi di così scandaloso?Pensa piuttosto a quanti soldi sprechi tu in attività prive di importanza: non faresti meglio a sostenere il progresso scientifico, invece?
      perché ogni mese c'è una crisi diversa in TV. Un buon
      motivo per spegnerla e giocare un po' con i nostri
      figli.Un buon motivo per spagnere il televisore è considerare la disinformazione che ti ha infilato in testa. Leggi qualche buon libro di divulgazione scientifica, magari.
      • hiv scrive:
        Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
        Perdonami ma le castronerie le scrivi tu.l'AIDS non e' mai stato ne fotografato ne visto, ne e' mai stata dimostrata l'esistenza come con qualunque altro virus...
        • Mosquito scrive:
          Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
          - Scritto da: hiv
          Perdonami ma le castronerie le scrivi tu.

          l'AIDS non e' mai stato ne fotografato ne visto,
          ne e' mai stata dimostrata l'esistenza come con
          qualunque altro
          virus...NO, si sà che il virus HIV esiste, molti hanno dubbi sulla validità delle ricerche che hanno identificato nel virus HIV la causa dell'AIDS.l'AIDS è una malattia ed esiste eccome, il virus HIV pure.c'è chi mette in discussione la relazione tra i due.secondo me però è inutile cercare spiegazioni astruse, meglio attenersi ai fatti e ragionare in maniera semplice.i farmaci attuali per il trattamento dell'AIDS si basano tutti sulle ricerche che appunto mettono in relazione il virus e la malattia, alcuni, e sono premi nobel non David Icke, ora mettono in discussione LA RELAZIONE TRA HIV ED AIDS.ovviamente chi ha preso miliardi per fare delle ricerche nel momento in cui qualcuno dice "guarda che potresti aver preso una cantonata colossale" si indispettisca un poco e tratti la questione con ritrosia.hai presente cosa succede quando gli accademici si battibeccano??? nè + nè - di quanto succede ora riguardo queste ricerche: uno accusa l'altro di aver sprecato i soldi per incapacità.da qui a dire che l'AIDS non esiste ce ne vuole e nessuno dei luminati tirati in causa sostiene questo.Gheddafi dice anche che gli agenti della CIA hanno inoculato di propria volontà la malattia nei bambini africani, ma si tratta di politica interna, lo dice gheddafi sui giornali libici...
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
          - Scritto da: hiv
          Perdonami ma le castronerie le scrivi tu.

          l'AIDS non e' mai stato ne fotografato ne visto,
          ne e' mai stata dimostrata l'esistenza come con
          qualunque altro virus...Certo, come no, infatti milioni di persone sono morte per AIDS perché ci credevano troppo, vero?E siccome Darwin ha commesso qualche errore, allora sicuramente il mondo è stato creato così com'è 4000 anni fa ed i fossili sono delle 'licenze poetiche' del Creatore, vero?L'AIDS non è un'argomento su cui scherzare scrivendo queste immani ed indimostrate stupidaggini. Informati correttamente prima di credere ai primi folli che trovi su internet. La diffusione delle strampalate teorie negazioniste hanno già ucciso decine di milioni di persone che hanno smesso di curarsi perché ci hanno creduto.http://magazine.enel.it/boiler/arretrati/arretrati/boiler02/html/articoli/DichiarazionediDurban.asp
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
          - Scritto da: hiv
          Perdonami ma le castronerie le scrivi tu.

          l'AIDS non e' mai stato ne fotografato ne visto,
          ne e' mai stata dimostrata l'esistenza come con
          qualunque altro
          virus...Per cortesia vatti a leggere un po di bibliografia medica, cerca su Medline digitando la parola chiave AIDS e di prove ne troverai fin troppe, comunque se sei tanto sicuro di te perchè non ti fai infilare nel braccio una di quelle siringhe che ai tossici piace tanto agitare?Tanto se i virus non esistono mica corri il rischio di beccarti un'epatite o l'Aids....Mi sa che hai sbagliato secolo, ti avrei visto meglio come inquisitore di Galileo quando osò dichiarare che era la Terra a girare intorno al Sole! Che pena...
        • iome scrive:
          Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
          - Scritto da: hiv
          Perdonami ma le castronerie le scrivi tu.

          l'AIDS non e' mai stato ne fotografato ne visto,
          ne e' mai stata dimostrata l'esistenza come con
          qualunque altro
          virus...http://student.britannica.com/eb/art-16998/Human-immunodeficiency-virus-colour-enhanced-electron-microscope-image-24000-magnificationhttp://www.hiv1tat-vaccines.info/italian/having_aids.htmallora questi sono quadri fi Kandinsky?
    • Mosquito scrive:
      Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
      - Scritto da: alexQuanta confusione, spegni la TV e comincia a leggere, ma non il web che spesso è PEGGIO della TV bensì i libri, tanti e con tesi opposte così ti fai un'idea.
      L'unico problema serio di Apophis è che crediamo
      ancora a queste panzane.beh i crateri sugli altri pianeti si vedono, sul nostro pure.
      Dopo SARS, ebola, mucca pazza, 2012 (la fine del
      "mondo come lo conosciamo" arriva prima secondo
      molti), terribili previsioni di Nostradamus,
      esperimenti fisici che possono far scomparire la
      terra in un mini-buco nero non ci siamo ancora
      resi conto che sono tutte stronzate da
      giornalismo
      strillone?ehhhhhhhh???fermiamo il Large Hadron Collider!!!siiiiiiiial cern stanno cercando di distruggere l'universo!
      Informatevi su quanti soldi ha "procurato" l'AIDS
      alla ricerca e capirete perché ogni mese c'è una
      crisi diversa in TV. Un buon motivo per spegnerla
      e giocare un po' con i nostri figli. L'unico
      investimento serio per il
      futuro...
      AlessandroChe io sappi al'unica cosa controversa della ricerca sull'AIDS è che non hanno ancora risultati seri.vabbè, se proprio non vuoi leggere almeno guarda:[yt]8T_jwq9ph8k[/yt]
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
        - Scritto da: Mosquito
        - Scritto da: alex

        Quanta confusione, spegni la TV e comincia a
        leggere, ma non il web che spesso è PEGGIO della
        TV bensì i libri, tanti e con tesi opposte così
        ti fai
        un'idea.


        L'unico problema serio di Apophis è che crediamo

        ancora a queste panzane.

        beh i crateri sugli altri pianeti si vedono, sul
        nostro
        pure.


        Dopo SARS, ebola, mucca pazza, 2012 (la fine del

        "mondo come lo conosciamo" arriva prima secondo

        molti), terribili previsioni di Nostradamus,

        esperimenti fisici che possono far scomparire la

        terra in un mini-buco nero non ci siamo ancora

        resi conto che sono tutte stronzate da

        giornalismo

        strillone?

        ehhhhhhhh???
        fermiamo il Large Hadron Collider!!!

        siiiiiiii
        al cern stanno cercando di distruggere l'universo!



        Informatevi su quanti soldi ha "procurato"
        l'AIDS

        alla ricerca e capirete perché ogni mese c'è una

        crisi diversa in TV. Un buon motivo per
        spegnerla

        e giocare un po' con i nostri figli. L'unico

        investimento serio per il

        futuro...

        Alessandro

        Che io sappi al'unica cosa controversa della
        ricerca sull'AIDS è che non hanno ancora
        risultati
        seri.
        vabbè, se proprio non vuoi leggere almeno guarda:

        [yt]8T_jwq9ph8k[/yt]Risultati seri nella ricerca sull'AIDS?Ma stiamo scherzando?Hanno trasformato una malattia letale nell'arco di pochi mesi/anni in una patologia praticamente cronica!Certo non esiste ancora una cura risolutiva, ma da questo a dire che non si sono ottenuti risultati significativi...
        • Mosquito scrive:
          Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
          guarda l'argomento è delicato ed io ho relativamente poca esperienza medica per pronucnairmi al riguardo.ciò che intendevo sottolineare è che chi ha criticato la ricerca sull'aids lo ha fatto con cognizione di causa perchè ci sono degli aspetti della ricerca criticabili.in base a quello che ho letto non si criticano i risultati raggiunti ma il metodo con il quale è stato identificato il virus dell'HIV come unica causa. a quanto pare quella parte della ricerca è debole ed i critici (premi nobel ripeto) sostengono che si tratti di vera e propria negligenza.tutto qui, cmq ora cerco di documentarmi meglio e postarti qualche link
    • iome scrive:
      Re: Ma crediamo ancora a queste panzane?
      - Scritto da: alex
      L'unico problema serio di Apophis è che crediamo
      ancora a queste panzane.http://old.lestelle-astronomia.it/galleria/38/Luna-Mengoli.jpgLa luna ha un grave problema di acne oppure quelli sono crateri da impatto....
      Un buon motivo per spegnerla
      e giocare un po' con i nostri figli. L'unico
      investimento serio per il
      futuro...Li facciamo lavorare in miniera? (rotfl)
  • k ko scrive:
    E se la devia verso la terra?
    Magari era destinato a passare in parte alla terra e invece no...verrà deviato verso il nostro bel pianetino :D
    • gabarria scrive:
      Re: E se la devia verso la terra?
      Penso che l'idea sia di farlo solo quando siamo sicuri che la traiettoria sia proprio contro la terra peggio non può essere
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: E se la devia verso la terra?
      - Scritto da: k ko
      Magari era destinato a passare in parte alla
      terra e invece no...verrà deviato verso il nostro
      bel pianetino
      :DCerto che vedendo il numero di soldati americani uccisi dal "fuoco amico" qualche timore non sarebbe infondato!Speriamo bene !
  • Marco Marcoaldi scrive:
    CAZZATE
    SOLO CAZZATE !
  • ... scrive:
    possibilità
    Sono del parere che se anche non dovesse mirare direttamente su di noi, dovremmo cominciare a fare delle "prove" e tentare di modificare la rotta di questi asteroidi.
    • rock3r scrive:
      Re: possibilità
      l'unica cosa che mi preoccupa sono i costi
      • Alessio scrive:
        Re: possibilità
        Immagina i costi di un eventuale impatto...
        • anon scrive:
          Re: possibilità
          - Scritto da: Alessio
          Immagina i costi di un eventuale impatto...Altro che costi! Risolverebbe subito il problema della sovrappopolazione :D
          • Nome Cognome scrive:
            Re: possibilità
            - Scritto da: anon
            Altro che costi! Risolverebbe subito il problema
            della sovrappopolazione
            :DVisto che questo problema ti preoccupa tanto puoi cominciare a risolverlo iniziando da te stesso.
          • anon scrive:
            Re: possibilità
            - Scritto da: Nome Cognome
            Visto che questo problema ti preoccupa tanto puoi
            cominciare a risolverlo iniziando da te
            stesso.No, guarda, preferirei iniziare da te.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: possibilità
            - Scritto da: anon
            - Scritto da: Alessio

            Immagina i costi di un eventuale impatto...

            Altro che costi! Risolverebbe subito il problema
            della sovrappopolazione
            :DBasta non essere la parte di popolazione in sovrappiù! Sarebbe seccante!
      • fox82i scrive:
        Re: possibilità
        Ma che cavolata di affermazione è?
    • gino scrive:
      Re: possibilità
      si ma deve viaggiare a distanza di sicurezzapensa se quelli si sbagliano e lo deviano verso di noi :o
      • Ricky99 scrive:
        Re: possibilità
        Sapete, forse il macignone non ci sfiorera' nemmeno ma restare qui in semplice attesa del nostro destino e' piuttosto stupido.I calcoli saranno sempre piu' precisi col tempo ma per certe cose si deve agire PER tempo e non aspettare l'ultimo minuto.Quindi ben vengano idee PRATICABILI che scongurino un eventuale impatto di questo o di ALTRI asteroidi.Magari per ingegnarsi a deviare il botto scopriamo qualche altra innovazione tecnologica utile per la vita di tutti i giorni.Comunque sia non credo che l'umanita' sara' distrutta da un asteroide o dal sole o da un attacco alieno...inutile andare a cercare ALTROVE una forza distruttiva piu' efficace della stupidita' e dell'egoismo umano.E contro quello ancora dobbiamo trovare una soluzione vincente...
        • ... scrive:
          Re: possibilità
          beh ammesso che l'umanità sopravviva per così tanto (molto poco probabile), sarà distrutta comunque dal sole, tra 4 miliadi di anni, quando finirà il suo ciclo di vita, diventando una gigante rossa e "inghiottendo" tutti i pianeti più vicini, terra compresa :)è il destino di ogni pianeta nell'universo, ma per fortuna manca ancora taaaaaaaaaaaaaanto tempo
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: possibilità
            contenuto non disponibile
          • gino scrive:
            Re: possibilità
            e che problema hai? quella si asciugherà molto più in fretta, come gli oceani! (rotfl)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: possibilità
            contenuto non disponibile
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: possibilità
            - Scritto da: ...
            beh ammesso che l'umanità sopravviva per così
            tanto (molto poco probabile), sarà distrutta
            comunque dal sole, tra 4 miliadi di anni, quando
            finirà il suo ciclo di vita, diventando una
            gigante rossa e "inghiottendo" tutti i pianeti
            più vicini, terra compresa
            :)
            è il destino di ogni pianeta nell'universo, ma
            per fortuna manca ancora taaaaaaaaaaaaaanto
            tempoAppunto fra 4 miliardi di anni se non ci siamo autodistrutti spero bene avremo trovato il sistema per fare viaggi interstellari!
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: possibilità

      anche non dovesse mirare direttamente su di noiNon è possibile stabilirlo con certezza assoluta a causa della distanza.
      cominciare a fare delle "prove"Cioè?Non è possibile andare e tornare dall'asteroide alla Terra a piacimento. Va studiato un progetto in laboratorio e poi organizzata una missione per realizzarlo.
      la rotta di questi asteroidi.Non ha senso elaborare progetti troppo 'generici' per asteroidi che non si conoscono. Il lavoro è compiuto su uno specifico oggetto abbastanza distante da poter limitarsi ad uno spostamento minimo della traiettoria.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: possibilità
        - Scritto da: www.aleksfalcone.org

        anche non dovesse mirare direttamente su di noi

        Non è possibile stabilirlo con certezza assoluta
        a causa della distanza.



        cominciare a fare delle "prove"

        Cioè?
        Non è possibile andare e tornare dall'asteroide
        alla Terra a piacimento. Va studiato un progetto
        in laboratorio e poi organizzata una missione per
        realizzarlo.

        Se non si fa qualche esperimento di massima su queste nuove tecnologie, certo non si potrà procedere ad un loro affinamento ed il giorno che fosse realmente necessario deviare un asteroide potrebbe tornare utile aver sperimentato in pratica uno o magari più sistemi, avendo testato sul campo e non solo in laboratorio le possibili complicanze di attuazione!

        la rotta di questi asteroidi.

        Non ha senso elaborare progetti troppo 'generici'
        per asteroidi che non si conoscono. Il lavoro è
        compiuto su uno specifico oggetto abbastanza
        distante da poter limitarsi ad uno spostamento
        minimo della
        traiettoria.Meglio incominciare invece ad analizzare il problema ed a elaborare possibili soluzioni, per quanto generiche ora che abbiamo tutto il tempo!Se un asteroide dovesse mai colpire la terra con ogni probabilità non sarà uno di quelli già censiti, ma uno non ancora individuato e che sarà con ogni probabilità scoperto solo pochi mesi prima dell'impatto!
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: possibilità
          - Scritto da: Enjoy with Us
          testato sul campo e non solo in laboratorio le possibili
          complicanze di attuazione!Quale campo?Gli oggetti individuati più vicini si trovano oltre l'orbita di Marte... non è proprio sotto casa. Gli studi sull'attuazione di test 'sul campo' sono ancora alla fase "come arrivare fino a Marte entro i prossimi dieci anni".
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: possibilità
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: Enjoy with Us

            testato sul campo e non solo in laboratorio le
            possibili

            complicanze di attuazione!

            Quale campo?
            Gli oggetti individuati più vicini si trovano
            oltre l'orbita di Marte... non è proprio sotto
            casa. Gli studi sull'attuazione di test 'sul
            campo' sono ancora alla fase "come arrivare fino
            a Marte entro i prossimi dieci
            anni".assolutamente falso, come sono di solito le tue affermazioni, esistono molti oggetti celesti che hanno orbite che intersecano quella terrestre e sono noti appunto come NEAR (Near-Earth), quindi sono disponibili un discreto numero di tali asteroidi a distanze molto inferiori a quella che ci separano da Marte, tanto che alcuni passano a distanze anche inferiori a quella fra Terra e Luna (anche se per fortuna capita assai di rado).Non ci vedo nulla di male se oltre a spendere soldi per studiare la chioma delle comete o altri pianeti del nostro sistema, una parte di tali soldi venissero utilizzati anche per una sperimentazione pratica dei sistemi per la deviazione degli asteroidi.Poi una cosa è inviare una missione "umana" su Marte tutt'altro è inviare una sonda automatica, cosa che fra l'altro è già stato fatto con Marte ed altri pianeti da diversi anni!
    • io io scrive:
      Re: possibilità
      così magari ci viene addosso x davvero :D @^
    • pippopluto scrive:
      Re: possibilità
      finche' bruce willis e' ancora in circolazione io non mi preoccupo...
      • torello scrive:
        Re: possibilità
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Paolino scrive:
        Re: possibilità
        - Scritto da: pippopluto
        finche' bruce willis e' ancora in circolazione io
        non mi
        preoccupo...Beh, in caso abbiamo Chuck Norris!Un calcio girato e via... :D
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: possibilità
        - Scritto da: pippopluto
        finche' bruce willis e' ancora in circolazione io
        non mi preoccupo...No, quello è Chuck Norris.
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: possibilità
          - Scritto da: www.aleksfalcone.org
          - Scritto da: pippopluto

          finche' bruce willis e' ancora in circolazione
          io

          non mi preoccupo...

          No, quello è Chuck Norris.Guarda che si riferiva ad Armageddon giudizio finale, dove appunto il protagonista è Bruce Willis
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: possibilità
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org

            - Scritto da: pippopluto


            finche' bruce willis e' ancora in circolazione

            io


            non mi preoccupo...



            No, quello è Chuck Norris.


            Guarda che si riferiva ad Armageddon giudizio
            finale, dove appunto il protagonista è Bruce WillisSenso dell'umorismo zero, eh?
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: possibilità
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: Enjoy with Us

            - Scritto da: www.aleksfalcone.org


            - Scritto da: pippopluto



            finche' bruce willis e' ancora in
            circolazione


            io



            non mi preoccupo...





            No, quello è Chuck Norris.





            Guarda che si riferiva ad Armageddon giudizio

            finale, dove appunto il protagonista è Bruce
            Willis

            Senso dell'umorismo zero, eh?Senti chi parla, uno con una coda di paglia lunga come quella di una cometa!
    • icy scrive:
      Re: possibilità
      Attacco preventivo anche agli asteroidi !!! Poi passiamo agli altri pericoli, il virus dell'influenza potrebbe mutare e sterminare il genere umano, direi che dobbiamo agire anche qui. I sassi per terra potrebbero far inciampare il genere umano, polverizziamoli tutti !!!Dell'asteroide e della sua traiettoria si sanno dati approssimativi, sia per motivi di distanza che di problematiche inerenti alla misura della sua posizione e velocità (senza contare le altre incertezza che ci sono nelle simulazioni di questo tipo). Una probabilità decente di impatto si avrà quando l'asteroide si troverà ad una orbita (o meno) dall'ipotetico punto di pericolo.Voler "portarsi avanti" contro una minaccia del tutto ipotetica è risibile, visto che non ci sono i mezzi attualmente per valutare correttamente l'effettiva pericolosità dell'asteroide (e dei migliaia che non riusciamo a vedere e che probabilmente hanno probabilità di impatto anche più alte ;) ).Ps: Modificare la rotta degli asteroidi, quand'anche possibile praticamente, vorrebbe dire che sai anche dove li stai mandando e non solo che eviti l'impatto con il pianetino azzurro. Peccato che oggi come oggi, oltre 4/5 orbite, i risultati di una simulazione (nel caso di una orbita con rischio di impatto) li puoi buttare ;)
      • Val x scrive:
        Re: possibilità
        - Scritto da: icy
        Poi
        passiamo agli altri pericoli, il virus
        dell'influenza potrebbe mutare e sterminare il
        genere umanoHai poco da scherzare.Meno di un secolo fa l'influenza spagnola fece circa 50 milioni di morti.In un anno.Circa 3 volte i morti della prima guerra mondiale, per capirci.
        • Ricky99 scrive:
          Re: possibilità
          uhauhauha quanto siamo frivoli...Volete la soluzione?Basta dire agli americani che sull'asteroide ci sono i marziani e hanno il petrolio...vedrai che partono subito a portare DEMOCRAZIA anche la e quel pietrone sparisce!
Chiudi i commenti