Mediaset.com, Roma contro il Mondo

Il Biscione ricorre ai tribunali nostrani per "riprendersi" il dominio perso. Difficile che la decisione romana abbia conseguenze pratiche, ma Mediaset canta vittoria e invoca riforme generali
Il Biscione ricorre ai tribunali nostrani per "riprendersi" il dominio perso. Difficile che la decisione romana abbia conseguenze pratiche, ma Mediaset canta vittoria e invoca riforme generali

Dopo aver subito l’onta della bastonatura in sede WIPO ( World Intellectual Property Organizatio n) in merito alla contesa del dominio mediaset.com , il Biscione prova ora a rivolgersi alla giustizia nostrana per far valere le proprie ragioni. La giustizia romana risponde, e tenta di far sentire la voce del Belpaese su faccende che valicano i confini nazionali. Mediaset però è soddisfatta e invoca l’intervento del legislatore.

La società di Cologno Monzese fa sapere che la nona sezione del Tribunale Civile di Roma ha accolto il suo ricorso, imponendo alla società statunitense Fenicius Llc l’obbligo di cessare l’uso del dominio acquisito “con finalità di agganciamento del noto marchio Mediaset” e il pagamento di 1.000 euro di penale per ogni giorno di ritardo nel mettere in pratica il provvedimento.

Un tribunale italiano impone a una società statunitense di “restituire” un dominio, la cui contesa si è già conclusa in sede internazionale a svantaggio di Mediaset: difficile, stante così la situazione, che la decisione di Roma possa avere una qualche ricaduta pratica aldilà del semplice fatto di cronaca confinata al sensazionalismo Internet-centrico dei media italiani.

Mediaset canta vittoria, ma anche la società milanese sembra consapevole della scarsa utilità dell’ingiunzione del tribunale di Roma: il comunicato stampa sottoline come “La materia sia diventata un’autentica giungla da disboscare”, dunque “la strada giudiziaria non può essere la soluzione” perché “richiede alle aziende investimenti economici e intellettuali e contribuisce a intasare la giustizia civile”.

La soluzione? In forme neanche poi tanto velate Mediaset richiama l’attenzione delle istituzioni italiane in materia di diritto d’autore in Rete, e in particolare appare evidente il riferimento alla volontà decisionista espressa ultimamente dall’AGCOM nel tentativo di raddrizzare i torti telematici su pirateria, copyright e affini.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 04 2012
Link copiato negli appunti