Medicina d'amore: spuntano i problemi etici

Medicina d'amore: spuntano i problemi etici

Sarebbe una medicina d'amore capace di aiutare a far innamorare e e nel tempo si diffonderà: spuntano i dubbi sui rischi e benefici.
Sarebbe una medicina d'amore capace di aiutare a far innamorare e e nel tempo si diffonderà: spuntano i dubbi sui rischi e benefici.

Il primo caso di elisir dell’amore risale a 4.000 anni fa, ma allora si raccontava più che altro di stregoneria: differente invece adesso l’idea della medicina dell’amore, un qualcosa che con tutta probabilità tra meno di 10 anni sarà abbastanza diffusa da essere reperibile in modo veloce.

Ciò che “muove” l’amore alla fine è un insieme di sostanze neurochimiche, per l’esattezza 4: ossitocina, dopamina, beta-endorfina e serotonina. Ognuna di queste quattro sostanze ha in realtà un compito specifico: l’ossitocina serve per aiutare a fare nuovi legami abbassando l’inibizione naturale che abbiamo, la dopamina ci motiva ad andare avanti, la serotonina ci fa desiderare l’amore e la beta-endorfina ci rende dipendenti dall’amore sul lungo periodo.

Sostanze neurochimiche, le medicine d’amore potrebbero avere problemi etici

L’articolo di NewScientist.com scritto da Anna Machin affermerebbe che alcuni problemi etici potrebbero entrare in gioco: fino a che la scelta rimane della persona stessa che decide di prenderla, non ci dovrebbero essere limiti superati, ma quando a prenderla è qualcun altro?

medicina amore

Se c’è una relazione tossa – afferma Anna Machin – è giusto che quella persona sia sotto coercizione magari proprio a causa di questa medicina? D’altra parte, alcuni medicinali vanno ad intaccare la vita amorosa delle persone, come l’antidepressivo SSRI, e un utilizzo di medicine capaci di andare a sopperire alla produzione di alcune sostanze neurochimiche potrebbe aiutare.

A prescindere da tutto, ogni medicina va studiata per i suoi effetti positivi e negativi, e per questo sicuramente ci vorrà tempo per capire quanto impatto potranno avere questo tipo di medicinali. Di certo non è la prima volta che la medicina si mette a cercare di aiutare in amore: esistono da tempo dei test genetici capaci di rivelare i punti di contatto di due persone, così da capire quanto effettivamente ci sia la possibilità di un amore lungo e duraturo, e sono addirittura disponibili in commercio.

Fonte: NewScientist
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 10 feb 2022
Link copiato negli appunti