Mercato PC, le geremiadi degli analisti

Gartner e IDC hanno pubblicato le stime sui sistemi commercializzati durante il terzo trimestre dell'anno, e si tratta ancora una volta di dati negativi. Cambiano le sfumature ma non la sostanza: l'upgrade non tira

Gli analisti di Gartner e IDC continuano a lamentare il declino del mercato dei PC, un settore caratterizzato da anni dal segno meno che soffre la perdurante tendenza degli utenti a non aggiornare i propri sistemi informatici con la stessa frequenza di un tempo. Qualcosa dovrebbe cambiare presto, sostiene IDC, mentre Gartner è decisamente più pessimista.

Stando ai dati di quest’ultima, infatti, il terzo trimestre dell’anno 2016 si è chiuso con 68,9 milioni di unità messe in commercio dai vari produttori internazionali, un declino del -5,7 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso . Per quanto riguarda IDC , invece, il numero di sistemi commercializzati nel terzo trimestre ammonta a 68 milioni e rappresenta un declino del 3,9 per cento rispetto al 2015 .

La “crisi” del mercato, che oramai ha carattere sistemico, colpisce in maniera diversa i vari player ancora impegnati nel business informatico per eccellenza: Lenovo continua a rappresentare il maggior produttore di PC al mondo con una quota di mercato superiore al 20 per cento nonostante il trend delle vendite in discesa (-2,4 per cento per Gartner e -3,2 per cento per IDC), mentre HP, Dell e Asus seguono con risultati in positivo.
Particolarmente significativo risulta poi essere il crollo stimato di Apple , con la piattaforma di computing made in Cupertino (Mac/OS X) che crolla alternativamente del -13,4 per cento (Gartner) o del -13 per cento (IDC).

Gartner dice che la maggior parte degli utenti già possiede un prodotto afferente a ciascuna delle tre le principali categorie di dispositivi ( computer, tablet, smartphone ), una situazione “matura” che lascerebbe ben poco spazio a un nuovo upgrade del PC. IDC sostiene invece che i risultati trimestrali migliori del previsto (un 3,2% in più rispetto al declino inizialmente stimato) lasciano presagire una ripresa futura.

E l’utente? Con tutte queste lamentazioni degli analisti per l’industria che crolla, Wall Street che piange e i venditori che battono cassa, la posizione del potenziale acquirente non viene mai presa in debita considerazione: i prezzi scendono, la diversificazione dei prodotti cresce e il momento non potrebbe essere più propizio per acquistare un nuovo sistema informatico al passo coi tempi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luca scrive:
    Redazione sveglia
    Mi sembra che ad avere abbandonato flash player in favore di html 5 sia stata proprio Apple. Il web ha riconosciuto dopo diversi anni che la scelta di Jobs era giusta. Ma voi in redazione caxxo scrivete
  • Reidel scrive:
    Titolo fuorviante
    Per la redazione: che ne direste di correggerlo in "Apple denunciata in Francia per lo scarso supporto a HTML5" oppure "...riguardo il supporto a HTML5" ?
  • ammazzate oh scrive:
    quanto mi piace sta cosa...
    ...che ogni volta che si parla di apple ci sono centinaia di post."parlatene bene o parlatene male ma parlatene.";)
  • Il fuddaro scrive:
    E dagliè
    Tributo in onore del'utente Dagli al macaco Dagliè dè tacco.. dagliè dè punta.. quanto le bona la sora di Assunta...Tira lo spago tira la XXXX.. e bona sera bona seraaaaa....Un pescatore che venneva er pesce.. un giorno in piazza er Spagna ha nà signora fece...Signò le piace il pesce che le vendo io.. e quello fresco che tra le su mani si attizza.. e mezzo le su gambe le si addrizza!!Daglie de tacco.. daglie de punta quanto le bona la sora de Assunta.. tira lo spago tira la XXXX.. e bona sera e bona seraaaaa... E dagliè o macaco.... l'iphone quello duroooo... quello che vibra ner suo XXXXoo...... E dagliè l'iphone quello duroooo... quello che vibra ner suo XXXXoo... E dagliè o macacooooooooooo.......!!!
  • ... scrive:
    prodotti apple
    Classici prodotti utilizzati da omosessuali, donne, bambini e diversamente intelligenti
  • Willow scrive:
    Rimembranze
    E se dicessi Microsoft Internet Explorer ?
  • Dagli al macaco scrive:
    Tutti sotto ragazzi
    Tutti sotto ragazzi, prendiamo a pesci in faccia questi macachi!
    • panda rossa scrive:
      Re: Tutti sotto ragazzi
      - Scritto da: Dagli al macaco
      Tutti sotto ragazzi, prendiamo a pesci in faccia
      questi
      macachi!Perche' sprecare del buon pesce quando si ottiene un risultato analogo con lo sterco di cammello?
  • bertuccia scrive:
    Grazie Apple
    Quei cessi di webapp lasciamole pure agli androidi, che sono ben abituati ad app dalla mediocre usabilità.Se vuoi fare un'app per iOS la fai come dio comanda e come piace a noi utenti. Fare una webapp che giri dappertutto è un compromesso: stai sacrificando l'usabilità per la tua personale comodità nello sviluppo.Noi siamo abituati al top, abbiamo pagato per il top, e vogliamo app all'altezza, non queste XXXXXte cantinare da browserLa presunzione di andare a dire ad un'azienda cosa dovrebbe sviluppare in casa suo poi... hahaha ma questi dovrebbero proprio uscire una volta dalla cantina
    • iRoby scrive:
      Re: Grazie Apple
      È una trollata vero?Office 360, le Google Apps e un sacco di ottimi servizi web si basano sulle ultime novità dell'HTML5. Così risulterebbero preclusi agli utenti iPhone/iPad.
      • bertuccia scrive:
        Re: Grazie Apple
        - Scritto da: iRoby

        È una trollata vero?

        Office 360, le Google Apps e un sacco di ottimi
        servizi web si basano sulle ultime novità
        dell'HTML5. Così risulterebbero preclusi agli
        utenti iPhone/iPad.ci sono le app native per iOS
        • peter scrive:
          Re: Grazie Apple
          Allarme!Limite intellettivo raggiunto, impossibile andare oltre! Il sistema si sta surriscaldando!!!--Quindi quando hanno inventato la ruota, potevano fermarsi lì, vero?
          • iRoby scrive:
            Re: Grazie Apple
            Si e pagare a vita l'inventore e gli eredi fino alla 10a generazione.È il capitalismo mercatista, arraffa a iosa finché puoi.
          • peter scrive:
            Re: Grazie Apple
            "È il capitalismo mercatista, arraffa a IOSa finché puoi."
          • panda rossa scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: iRoby
            Si e pagare a vita l'inventore e gli eredi fino
            alla 10a
            generazione.Perche' limitarsi alla 10a generazione?
          • Mao99 scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: iRoby

            Si e pagare a vita l'inventore e gli eredi
            fino

            alla 10a

            generazione.

            Perche' limitarsi alla 10a generazione?QUOTO, già.... che tristezza..
          • F Type scrive:
            Re: Grazie Apple
            Ahahah +50 (rotfl)
        • Carlo scrive:
          Re: Grazie Apple
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: iRoby



          È una trollata vero?



          Office 360, le Google Apps e un sacco di
          ottimi

          servizi web si basano sulle ultime novità

          dell'HTML5. Così risulterebbero preclusi agli

          utenti iPhone/iPad.

          ci sono le app native per iOSDifendi, o ci provi, l'indifendibile.
      • aphex_twin scrive:
        Re: Grazie Apple
        - Scritto da: iRoby
        È una trollata vero?

        Office 360, le Google Apps e un sacco di ottimi
        servizi web si basano sulle ultime novità
        dell'HTML5. Così risulterebbero preclusi agli
        utenti
        iPhone/iPad.E io devo usare Office 360 su un iPhone/iPad ? Stai scherzando vero ? Fino a 2 secondi fa M$ , Office e le Google Apps "spiavano" ed erano la XXXXX ed ora , pur di andare contro ad Apple , diventano ottimi servizi.Ma fammi il piacere...
    • Albedo 0,9 scrive:
      Re: Grazie Apple
      - Scritto da: bertuccia
      Se vuoi fare un'app per iOS la fai come dio
      comanda e come piace a noi utenti. Fare una
      webapp che giri dappertutto è un compromesso:
      stai sacrificando l'usabilità per la tua
      personale comodità nello
      sviluppo.I compromessi sono la base della vita tecnologica.Non esistono solo utenti privati a cui basta la piccola app-giochino.Vi sono anche realtà business che accettano di buon grado qualche piccolo compromesso estetico a favore di un'acXXXXX incondizionato a piattaforme software anche parecchio complesse.Da leggere come: quando bisogna lavorare sul serio le XXXXXXXzioni mentali passano in secondo piano.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 ottobre 2016 11.36-----------------------------------------------------------
    • PandaR1 scrive:
      Re: Grazie Apple
      - Scritto da: bertuccia
      Quei cessi di webapp lasciamole pure agli
      androidi, che sono ben abituati ad app dalla
      mediocre
      usabilità.

      Se vuoi fare un'app per iOS la fai come dio
      comanda e come piace a noi utenti. Fare una
      webapp che giri dappertutto è un compromesso:
      stai sacrificando l'usabilità per la tua
      personale comodità nello
      sviluppo.

      Noi siamo abituati al top, abbiamo pagato per il
      top, e vogliamo app all'altezza, non queste
      XXXXXte cantinare da
      browser

      La presunzione di andare a dire ad un'azienda
      cosa dovrebbe sviluppare in casa suo poi...
      hahaha ma questi dovrebbero proprio uscire una
      volta dalla
      cantinain effetti la storia del software dimostra le tue idee. Il passasgio da software da installare e aggiornare sul pc all'utilizzo quasi esclusivo del browser è stato un caso ed un errore che non si ripeterà nell'immaturo mercato del mobile.
    • panda rossa scrive:
      Re: Grazie Apple
      - Scritto da: bertuccia
      Quei cessi di webapp lasciamole pure agli
      androidi, che sono ben abituati ad app dalla
      mediocre
      usabilità.Che cosa vuoi saperne tu di usabilita'?
      Se vuoi fare un'app per iOS la fai come dio
      comanda e come piace a noi utenti. Fare una
      webapp che giri dappertutto è un compromesso:
      stai sacrificando l'usabilità per la tua
      personale comodità nello
      sviluppo.Io non faccio un'app per iOS, io faccio un'app e basta.Se tu la vuoi, ti adegui, se non la vuoi, io vivo lo stesso.
      Noi siamo abituati al top, abbiamo pagato per il
      top, e vogliamo app all'altezza, non queste
      XXXXXte cantinare da
      browserVoi siete abituati a credere di essere al top perche' ve lo dicono i genius.Se andate a chiedere a chiunque altro abbia un minimo di competenza, la risposta e' questa:[img]http://themindseteffect.files.wordpress.com/2014/11/laughter-1.jpg[/img]
      La presunzione di andare a dire ad un'azienda
      cosa dovrebbe sviluppare in casa suo poi...
      hahaha ma questi dovrebbero proprio uscire una
      volta dalla
      cantinaDisse colui che sostiene che l'angolo stondato e' innovazione degna di brevetto!
    • dcdgrxgc scrive:
      Re: Grazie Apple
      Toh un apple troll che sbugiarda il suo dio.Quando jobs lancio la sua guerra contro i plugin ha ripetuto per anni tra uno strepito e l'altro che HTML5 era il futuro.Tanti ci hanno creduto e hanno impiegato tempo per imparare ad usare HTML5, tante aziende che ci hanno creduto e hanno fatto investimenti pesanti. Adesso si scopre che sono stati fregati.A giustificazione del tuo dio puoi sempre dire che lui non aveva detto quando.
    • F Type scrive:
      Re: Grazie Apple
      - Scritto da: bertuccia
      Quei cessi di webapp lasciamole pure agli
      androidi, che sono ben abituati ad app dalla
      mediocre
      usabilità.E vai di XXXXXXXte di applefan,ma cosa ne sai tu che non hai Android ? :DE comunque si fanno web app proprio per l'ultiilità di fruirne da ogni dovemche sia un device mobilo o desktop, non è che ci deve essere per forza $ di mezzo.Come al solito vengono a galla limitazioni che avete solo voi nel vostro piccolo pratino.
      Se vuoi fare un'app per iOS la fai come dio
      comanda e come piace a noi utenti.Come dio comanda secondo le scemenze di Apple ?Piace a voi utenti ? Ma per favore, voi ve le fate piacere le scemenze di apple,è diverso.
      Fare una webapp che giri dappertutto è un compromesso:
      stai sacrificando l'usabilità per la tua
      personale comodità nello
      sviluppo.Ahahaha riecco le scemenze ripetute e pappagallo di un applefan
      Noi siamo abituati al top, abbiamo pagato per il
      top, e vogliamo app all'altezza, non queste
      XXXXXte cantinare da
      browserCosa ?? ahahaa il vostro top è la base degli altri (rotfl)Qui di XXXXXte si veodono solo le scemenze di apple che come al solito è dietro a tutti.
      La presunzione di andare a dire ad un'azienda
      cosa dovrebbe sviluppare in casa suo poi...
      hahaha ma questi dovrebbero proprio uscire una
      volta dalla
      cantinaEd apple dovrebbe uscirci da quella cantina per vedere come funziona veramente il mondo visto che è dietro a tutti e con i 4 gatti che la seguono.
    • bradipao scrive:
      Re: Grazie Apple
      - Scritto da: bertuccia
      Quei cessi di webapp lasciamole pure agli
      androidi, che sono ben abituati ad app dalla
      mediocre usabilità.Si ma l'accusatore sta sostenendo che la minore usabilità è (almeno in parte) dovuta allo scarso supporto HTML5 di Apple.Quindi il punto non è se le webapp sono superiori o inferiori, il punto (secondo l'accusatore) è che Apple non dovrebbe penalizzare il mondo delle webapp per favorire le proprie app.Se le app sono per loro natura superiori, non ce ne dovrebbe essere bisogno, sei d'accordo?
      • iRoby scrive:
        Re: Grazie Apple
        Commento intelligente.
      • bertuccia scrive:
        Re: Grazie Apple
        - Scritto da: bradipao

        Si ma l'accusatore sta sostenendo che la minore
        usabilità è (almeno in parte) dovuta allo scarso
        supporto HTML5 di Apple.certo, questo è chiaro, ma non dice nulla riguardo al confronto tra l'usabilità di una webb app e una nativa

        Quindi il punto non è se le webapp sono superiori
        o inferiori, il punto (secondo l'accusatore) è
        che Apple non dovrebbe penalizzare il mondo delle
        webapp per favorire le proprie app.la butto lì: e se, tra le altre cose, il supporto a determinate funzionalità di HTML5 impattasse negativamente sulle performance di Safari, o sul consumo di batteria?e se ci fossero motivi fondati e a te non noti per la scelta di apple?

        Se le app sono per loro natura superiori, non ce
        ne dovrebbe essere bisogno, sei
        d'accordo?non sono d'accordo.In primo luogo lo sviluppatore sarebbe ben contento di risparmiare tempo e soldi facendo una webapp. Che verrebbe probabilmente concessa gratis con pubblicità. Molti utenti vuoi per pigrizia, vuoi per taccagneria, sceglierebbero la webapp gratis anzichè la nativa a pagamento, accettando il compromesso dell'esperienza d'uso peggiorata. Questo genererebbe una spirale negativa per la quale avremmo meno app native e quindi un peggioramento generale della qualità delle app.È per questo che ho citato Flash. Flash offiva chiaramente un'esperienza peggiore sui dispositivi mobili. Ma senza il blocco di Apple, si sarebbe continuato ad usarlo, perchè la gente di base è pigra: sia lo sviluppatore che l'utente medio non vogliono cambiare le abitudini, ed accettano compromessi pur di rimanere "comodi".In secondo luogo, gli sviluppatori potrebbero aggirare più facilmente i controlli di Apple, un altro danno per l'utente.
        • PandaR1 scrive:
          Re: Grazie Apple
          apple non voleva flash perchè avrebbe eroso i guadagni dallo store. Punto.
          • bertuccia scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: PandaR1

            apple non voleva flash perchè avrebbe eroso i
            guadagni dallo store. Punto.credici
          • PandaR1 scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: PandaR1



            apple non voleva flash perchè avrebbe eroso i

            guadagni dallo store. Punto.

            credicilo farò
        • rvtcrzxs scrive:
          Re: Grazie Apple
          Ripeto.Jobs ha detto HTML5 è il futuro. Jobs ha detto agli sviluppatori studiate HTML5.Jobs ha detto alle aziende investite su HTML5.
          • iRoby scrive:
            Re: Grazie Apple
            A Palermo dicono "si rifardiò", che significa che si sono rimangiati la parola...
          • bertuccia scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: rvtcrzxs

            Ripeto.

            Jobs ha detto HTML5 è il futuro.
            Jobs ha detto agli sviluppatori studiate HTML5.
            Jobs ha detto alle aziende investite su HTML5.e infatti grazie a lui ci siamo tolti Flash dalle balle.E per questo gli saremo eternamente grati
          • xcrgexrz scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: rvtcrzxs



            Ripeto.



            Jobs ha detto HTML5 è il futuro.

            Jobs ha detto agli sviluppatori studiate
            HTML5.

            Jobs ha detto alle aziende investite su
            HTML5.

            e infatti grazie a lui ci siamo tolti Flash dalle
            balle.
            E per questo gli saremo eternamente gratiQuindi il tuo dio stava solo dicendo balle per togliere di mezzo flash.Che doverebbero dire ora le aziende che hanno investito e impegnato soldi su HTML5?
        • bradipao scrive:
          Re: Grazie Apple
          - Scritto da: bertuccia
          certo, questo è chiaro, ma non dice nulla
          riguardo al confronto tra l'usabilità di una webb
          app e una nativaQualcuno potrebbe sostenere che è in grado di realizzare una webapp con una migliore usabilità di una nativa. Perchè sono d'accordo che la migliore app nativa è superiore alla migliore webapp, ma non è in generale vero per tutte le app che ci sono nelle store.
          la butto lì: e se, tra le altre cose, il supporto
          a determinate funzionalità di HTML5 impattasse
          negativamente sulle performance di Safari, o sul
          consumo di batteria?In condizioni normali è vero. Però è un problema di soluzione quasi banale: non costerebbe niente isolare le webapp in "contenitori di esecuzione" a risorse limitate, per cui se ne abusi ti vengono tagliate le risorse stesse. E' una cosa già tecnicamente possibile e semplice da implementare e farebbe del bene anche alla navigazione nei siti più avidi.La realtà è che se questa strade portasse dei profitti, sarebbe presentata come la via maestra. E invece siccome "riduce" i profitti, rimane un sentiero pieno di sterpaglia.
          e se ci fossero motivi fondati e a te non noti
          per la scelta di apple?Motivi che è bene rimangano nascosti?
          In primo luogo lo sviluppatore sarebbe ben
          contento di risparmiare tempo e soldi facendo una
          webapp. Che verrebbe probabilmente concessa
          gratis con pubblicità. Molti utenti vuoi per
          pigrizia, vuoi per taccagneria, sceglierebbero la
          webapp gratis anzichè la nativa a pagamento,
          accettando il compromesso dell'esperienza d'uso
          peggiorata. Questo genererebbe una spiraleQuesto caso non st ain piedi, app gratuite infarcite di pubblicità ci sono anche nello store, non sono solo webapp. E continuerebbero ad esserci.Comunque a tal proposito, notevolissima la funzione di safari che consente di bloccare le pubblicità sul web, ma non quella nelle app.
          È per questo che ho citato Flash. Flash
          offiva chiaramente un'esperienza peggiore sui
          dispositivi mobili. Ma senza il blocco di Apple,
          si sarebbe continuato ad usarlo, perchè la gente
          di base è pigra: sia lo sviluppatore che l'utente
          medio non vogliono cambiare le abitudini, ed
          accettano compromessi pur di rimanere "comodi".La comodità era la possibilità di sviluppare veramente multi-platform. Anche buttando via Flash, sarebbe una cosa da perseguire comunque.
          In secondo luogo, gli sviluppatori potrebbero
          aggirare più facilmente i controlli di Apple, un
          altro danno per l'utente.E che controlli ci devi fare su una pagina web?Il bello delle webapp è che ereditano per definizione la sicurezza del browser in cui girano, quindi sarebbero anche più sicure delle app truffaldine che talvolta passano tra le maglie dei controlli apple.Ripeto: tutte le posizioni, in termini di cosa viene accettato e cosa no, sono spiegabilissime chiedendosi se creano danno o meno ai profitti.
    • giaguarevol issimevolm ente scrive:
      Re: Grazie Apple
      - Scritto da: bertuccia
      non queste
      XXXXXte cantinare da
      browserCantinare?Garagiare! vorrai dire... Apple è Garagiara è Microsoft a essere Cantinara. @^(rotfl)(rotfl) @^Mentre L'open Source e il free software sono nati nelle grandi università negli spin off e nelle grandi aziende.Tutto meno che le cantine. @^ 8) @^Forse è ora che tu e l'altro poveraccio (maxsix) ve ne rendiate conto.Siete voi i cantinari. ;)
      • bertuccia scrive:
        Re: Grazie Apple
        - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
        - Scritto da: bertuccia

        non queste

        XXXXXte cantinare da

        browser
        Cantinare?
        Garagiare! vorrai dire... Apple è Garagiara è
        Microsoft a essere
        Cantinara.
        @^(rotfl)(rotfl) @^
        Mentre L'open Source e il free software sono nati
        nelle grandi università negli spin off e nelle
        grandi
        aziende.
        Tutto meno che le cantine.
        @^ 8) @^
        Forse è ora che tu e l'altro poveraccio (maxsix)
        ve ne rendiate
        conto.
        Siete voi i cantinari.
        ;)gli anni 70 sono finiti da un pezzo ehMS è negli uffici, Apple è negli uffici e nelle case, Linux è nei server e nelle cantine. Stacce.
        • iRoby scrive:
          Re: Grazie Apple
          - Scritto da: bertuccia
          MS è negli uffici, Apple è negli uffici e nelle
          case, Linux è nei server e nelle cantine.
          Stacce.Io Linux l'ho visto nello spazio.http://www.lffl.org/2014/08/ubuntu-linux-pc-nasa-video.html
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: iRoby
            Io Linux l'ho visto nello spazio.
            http://www.lffl.org/2014/08/ubuntu-linux-pc-nasa-vLascia perdere ormai sta rischiando il travaso di bile.Dopo sta rosicata gli toccherà di fare un ciclo di corsi di yoga per recuperare l'equilibrio.(rotfl)(rotfl)Lui sa perfettamente chi è il vero cantinaro!è un fatto storico non smentibile. 8)
          • bertuccia scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: iRoby

            Io Linux l'ho visto nello spazio.
            http://www.lffl.org/2014/08/ubuntu-linux-pc-nasa-vquello era il PC con su il MAME, per passare il tempo.Al controllo missione invece...[img]http://i.imgur.com/mJlO1yg.jpg[/img][img]http://i.imgur.com/yxfk7qd.jpg[/img]
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Grazie Apple
            Peccato però che per controllare la ISS ci sia Debian (squeeze).che ne dici? ci metteranno mai un mac?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: iRoby



            Io Linux l'ho visto nello spazio.


            http://www.lffl.org/2014/08/ubuntu-linux-pc-nasa-v

            quello era il PC con su il MAME, per passare il
            tempo.

            Al controllo missione invece...

            [img]http://i.imgur.com/mJlO1yg.jpg[/img]

            [img]http://i.imgur.com/yxfk7qd.jpg[/img]Non stupisce.Dove non hanno problemi di criticita' utilizzano quello che gli passa il governo.Dove invece al sistema dipende l'esito dell'intera missione e magari anche vite umane, c'e' solo LINUX.
          • vecchiaccio scrive:
            Re: Grazie Apple
            Fai un XXXXXXX zoom della foto e guarda quale SO gira sopra.Vedi una mela e non capisci più un razzo.
          • vecchiaccio scrive:
            Re: Grazie Apple
            https://www.quora.com/What-operating-system-does-NASA-use
        • giaguarevol issimevolm ente scrive:
          Re: Grazie Apple
          - Scritto da: bertuccia
          gli anni 70 sono finiti da un pezzo ehSi ma "il primo amore non si scorda mai" @^(rotfl)(rotfl) @^

          MS è negli uffici, Apple è negli uffici e nelle
          case, Linux è nei server e nelle cantine.Negli uffici?Senza server?(rotfl)(rotfl)(rotfl)Lascia perdere praticamente dal cloud agli smart phones ai super computers agli embedded linux DOMINA l'unico post dove non lo ho mai visto sono le cantine!(rotfl)(rotfl)
          Stacce.Ecco appunto stacceCANTINARO! @^ 8) @^
          • bertuccia scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente

            Negli uffici?
            Senza server?l'ho scritto cosa c'è nei server.Negli uffici di chi sviluppa software oggi per forza di cose ci sono i Mac. Chiedi a Google. O anche a collione se vuoi (rotfl) Ah, anche Albedo mi pare sia della partita.
            Lascia perdere praticamente dal cloud agli smart
            phones ai super computers agli embedded linux
            DOMINAoggi android è linux. Segna maxsix
            l'unico post dove non lo ho mai visto sono
            le cantine!eh qua invece devi chiedere a panda rossa o Etype
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: bertuccia
            l'ho scritto cosa c'è nei server.Cioè ?gli smartphone i router i devices IoT sono server?(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Negli uffici di chi sviluppa software oggi per
            forza di cose ci sono i Mac. Chiedi a Google. O
            anche a collione se vuoi (rotfl) Ah, anche
            Albedo mi pare sia della
            partita.Francamente io di mac in ufficio non ne vedo eppure si sviluppa ci deve essere qualcosa che non torna.... :D
            oggi android è linux. Segna maxsixAnche ieri e pure domani Vedi caro non so come dirtelo (non vorrei provocarti l'ennesimo travaso di bile da rosicamento) ma mentre android è Linux il contrario non è vero.Esattamente come Debian è linux ma non il contrario Red Hat o SuSE o Ubuntu sono linux ma il contrario no.Te ne sei mai accorto?(rotfl)(rotfl)(rotfl)No vero? ;)
            eh qua invece devi chiedere a panda rossa o EtypePerchè chiedere a loro?Qui abbiamo uno che ha fatto affermazioni precise!Chiedere a loro? Quando abbiamo il noto esperto Bertuccia?Facci un elenco di cantine dove si trova linux e noi facciamo finta di scordarci della faccenda del "garage".(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: bertuccia
            Negli uffici di chi sviluppa software oggi per
            forza di cose ci sono i Mac. Chiedi a Google. O
            anche a collione se vuoi (rotfl) Ah, anche
            Albedo mi pare sia della
            partita.UN mac. Mini.Sempre spento, giusto per la licenza ;)
          • vecchiaccio scrive:
            Re: Grazie Apple
            Ed ora mio caro amico farò a te la stessa cosa che ho fatto a quel XXXXX di maxsix!!!!Un bel blocco totale universale in modo che il mondo possa sembrare migliore! E quando ti vedrò di persona vedremo.Gattino da tastiera.
          • bertuccia scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: vecchiaccio

            Ed ora mio caro amico farò a te la stessa cosa
            che ho fatto a quel XXXXX di
            maxsix!!!!ah quindi qualche anima pia ti ha finalmente spiegato come funziona una blacklist.. meno male (rotfl)
          • vecchiaccio scrive:
            Re: Grazie Apple
            No, è solo che pensavo di avere a che fare con persone normali.Di fatti al 90% è così.
          • panda rossa scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: vecchiaccio
            No, è solo che pensavo di avere a che fare con
            persone
            normali.

            Di fatti al 90% è così.Sai dov'e' il tuo errore? Che pensavi di avere a che fare con persone.
          • iRoby scrive:
            Re: Grazie Apple
            Il fanboy Apple, umanamente fallito ma un ottimo consumatore di roba sovrapprezzata.
          • maxsix scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: vecchiaccio
            Ed ora mio caro amico farò a te la stessa cosa
            che ho fatto a quel XXXXX di
            maxsix!!!!

            Un bel blocco totale universale in modo che il
            mondo possa sembrare migliore! E quando ti vedrò
            di persona
            vedremo.

            Gattino da tastiera.Ma non stai prima a levarti dalle scatole rimanendo dentro la cantina dei tuoi sogni e lasciare le cose serie a noi?Sarebbe un gesto gentile il tuo, invero.
          • iRoby scrive:
            Re: Grazie Apple
            Cose serie e maxsix insieme non si può vedere.
          • maxsix scrive:
            Re: Grazie Apple
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente



            Negli uffici?

            Senza server?

            l'ho scritto cosa c'è nei server.

            Negli uffici di chi sviluppa software oggi per
            forza di cose ci sono i Mac. Chiedi a Google. O
            anche a collione se vuoi (rotfl) Ah, anche
            Albedo mi pare sia della
            partita.


            Lascia perdere praticamente dal cloud agli
            smart

            phones ai super computers agli embedded linux

            DOMINA

            oggi android è linux. Segna maxsix
            Fatto.
    • Zippo scrive:
      Re: Grazie Apple
      - Scritto da: bertuccia
      Quei cessi [ANNOING CUT]La fiera degli SNOB.
    • vecchiaccio scrive:
      Re: Grazie Apple
      Tu non hai capito un XXXXX.Perché probabilmente non lavori oppure semplicemente non hai una visione di insieme, ovvero poter usare la stessa (web)app su più dispositivi.Non centra Android,iOS o quello che vuoi tu. Centra fare prodotti competitivi in grado di girare ovunque.Pertanto XXXXXXXXXXXX.
    • Shiba scrive:
      Re: Grazie Apple
      Le webapp sono l'imbruttimento finale dell'informatica: strumenti che non ti appartengono sui quali non hai il minimo controllo. Chiunque sviluppi porcherie del genere se le può tranquillamente tenere.Premesso questo, non è comunque una scusa per fare un browser coi piedi.
      • iRoby scrive:
        Re: Grazie Apple
        Oddio le webapp sono una splendida invenzione quando sono di tua proprietà.Perché centralizzi ciò che prima si trovava sul disco del computer, e lo accedi in modo ubiquo e da qualsiasi device senza distinzione di OS e architettura.È il cloud l'aberrazione, benché per certi versi utile perché hai una grande azienda che fa qualcosa di utile e potente, il pericolo arriva quando ci si intromettono soggetti curiosi come certi governi fascisti.
  • xdrccrxz scrive:
    Fatemi capire
    Quindi se ho capito bene apple ha sproloquiato per anni su HTML5, ne ha approfittato per cacciare la concorrenza, però oltre ai proclami non hanno fatto grandi sforzi, sono indietro nell'implementazione.Questa causa si basa quindi sul fato che apple obbliga ad usare uno standard sulla sua piattaforma, però non supporta lo standard in maniera decente.
    • PandaR1 scrive:
      Re: Fatemi capire
      - Scritto da: xdrccrxz
      Quindi se ho capito bene apple ha sproloquiato
      per anni su HTML5, ne ha approfittato per
      cacciare la concorrenza, però oltre ai proclami
      non hanno fatto grandi sforzi, sono indietro
      nell'implementazione.

      Questa causa si basa quindi sul fato che apple
      obbliga ad usare uno standard sulla sua
      piattaforma, però non supporta lo standard in
      maniera
      decente.si basa sul fatto che apple guadagna con lo store e non con l'html5
      • xdrccrxz scrive:
        Re: Fatemi capire


        si basa sul fatto che apple guadagna con lo store
        e non con l'html51) La tua rispoasta non giustifica certo l'avvio di una causa legale. Quindi è OT2) Apple fornisce una piattaforma, su questa piattaforma ha stabilito delle regole. Anche se non ha la maggioranza del mercato comunque ha un impatto si milioni di persone e migliaia di aziende.
        • iRoby scrive:
          Re: Fatemi capire
          E le regole le impone nonostante Safari sia indietro con l'HTML5.Tutto il rendering HTML5 all'interno degli iPhone è indietro con l'implementazione.
          • bradipao scrive:
            Re: Fatemi capire
            - Scritto da: iRoby
            E le regole le impone nonostante Safari sia
            indietro con l'HTML5.
            Tutto il rendering HTML5 all'interno degli iPhone
            è indietro con l'implementazione.Apple ha sempre lasciato indietro ciò che non produce profitto (diretto o indiretto).
        • PandaR1 scrive:
          Re: Fatemi capire
          - Scritto da: xdrccrxz



          si basa sul fatto che apple guadagna con lo
          store

          e non con l'html5

          1) La tua rispoasta non giustifica certo l'avvio
          di una causa legale. Quindi è
          OT

          2) Apple fornisce una piattaforma, su questa
          piattaforma ha stabilito delle regole. Anche se
          non ha la maggioranza del mercato comunque ha un
          impatto si milioni di persone e migliaia di
          aziende.in questo momento, in cui tra Europa e USA c'è in ballo una lotta abbstanza serrata, è forse invece il momento opportuno per ottenere qualcosa da una causa legale di questo tipo.
          • Izio01 scrive:
            Re: Fatemi capire
            - Scritto da: PandaR1
            - Scritto da: xdrccrxz





            si basa sul fatto che apple guadagna
            con
            lo

            store


            e non con l'html5



            1) La tua rispoasta non giustifica certo
            l'avvio

            di una causa legale. Quindi è

            OT



            2) Apple fornisce una piattaforma, su questa

            piattaforma ha stabilito delle regole. Anche
            se

            non ha la maggioranza del mercato comunque
            ha
            un

            impatto si milioni di persone e migliaia di

            aziende.

            in questo momento, in cui tra Europa e USA c'è in
            ballo una lotta abbstanza serrata, è forse invece
            il momento opportuno per ottenere qualcosa da una
            causa legale di questo tipo.Non lo so. Non mi piace la chiusura di Apple, ma nemmeno mi piace l'idea che i governi inizino ad imporre cosa si possa o non possa fare col software. Già non sono favorevole alle penalizzazioni che vogliono imporre a Google, che non ha un monopolio come quello che aveva MS quindici anni fa, men che meno mi piace l'imposizione del rispetto di uno standard come tanti ad un'azienda di minoranza.Magari nel caso specifico sarebbe anche giusto, non lo so, ma temo che potrebbe aprire la porta a tante boiate all'italiana.
          • iRoby scrive:
            Re: Fatemi capire
            Boiate all'italiana no dato che quell'azienda è francese e loro viaggiano su livelli differenti di consapevolezza e competenza. Non sempre ma il più delle volte.E non capisco perché non si possa obbligare Apple a rispettare la roadmap dell'implementazione dell'HTML5. Sono indietro di proposito.
          • PandaR1 scrive:
            Re: Fatemi capire
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: PandaR1

            - Scritto da: xdrccrxz







            si basa sul fatto che apple
            guadagna

            con

            lo


            store



            e non con l'html5





            1) La tua rispoasta non giustifica certo

            l'avvio


            di una causa legale. Quindi è


            OT





            2) Apple fornisce una piattaforma, su
            questa


            piattaforma ha stabilito delle regole.
            Anche

            se


            non ha la maggioranza del mercato
            comunque

            ha

            un


            impatto si milioni di persone e
            migliaia
            di


            aziende.



            in questo momento, in cui tra Europa e USA
            c'è
            in

            ballo una lotta abbstanza serrata, è forse
            invece

            il momento opportuno per ottenere qualcosa
            da
            una

            causa legale di questo tipo.

            Non lo so. Non mi piace la chiusura di Apple, ma
            nemmeno mi piace l'idea che i governi inizino ad
            imporre cosa si possa o non possa fare col
            software. Già non sono favorevole alle
            penalizzazioni che vogliono imporre a Google, che
            non ha un monopolio come quello che aveva MS
            quindici anni fa, men che meno mi piace
            l'imposizione del rispetto di uno standard come
            tanti ad un'azienda di
            minoranza.
            Magari nel caso specifico sarebbe anche giusto,
            non lo so, ma temo che potrebbe aprire la porta a
            tante boiate
            all'italiana.di standard è, per fortuna, piena il mondo. Accetteresti, per esempio, di poter telefonare o mandare messaggi solo a chi ha il tuo stesso gestore telefonico o di poter mandare mails solo a chi ha il tuo stesso provider? Non è che sia un caso che ci si riesca. Ci sono standard e legge.In compenso si accetta di poter mandare messaggi solo a chi fa parte della sressa piattaforma software!
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Fatemi capire
            - Scritto da: PandaR1
            In compenso si accetta di poter mandare messaggi
            solo a chi fa parte della sressa piattaforma
            software!E vengono fuori delle robe abominevoli tipo questa:[img]http://qph.ec.quoracdn.net/main-qimg-13e82bc37ee34c98bf63f0af074248c1[/img]...dove si scavalcano le limitazioni aprendo la porta a sconosciuti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 ottobre 2016 11.30-----------------------------------------------------------
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Fatemi capire
            - Scritto da: Izio01
            Non lo so. Non mi piace la chiusura di Apple, ma
            nemmeno mi piace l'idea che i governi inizino ad
            imporre cosa si possa o non possa fare col
            software. Già non sono favorevole alle
            penalizzazioni che vogliono imporre a Google, che
            non ha un monopolio come quello che aveva MS
            quindici anni fa, men che meno mi piace
            l'imposizione del rispetto di uno standard come
            tanti ad un'azienda di
            minoranza.Vero, ma secondo me delle imposizioni sugli standard dovrebbero essere comunque promosse.Se ad esempio sono una software house che sviluppa una soluzione basata sull'embedding di librerie TLS, dovrebbero impormi di garantire un giusto grado di sicurezza per l'utenza finale (se non ci perdo troppo tempo e lascio dei buchi inimmaginabili, poi in caso di perdita dati dovrei essere perseguibile dai miei stessi utenti, senza alcuna EULA che tenga).Idem per Apple sull'allineamento degli standard usati in massa, ovvero HTML5.Inutile fornirlo di serie se poi è castrato e mantenuto da fare schifo.Come direbbe Maxsix... è ora che sulla scatola dell'iPhone ci scriviamo "ATTENZIONE: non conforme agli standard W3C"? ;)
          • Teo_ scrive:
            Re: Fatemi capire
            - Scritto da: Albedo 0,9
            - Scritto da: Izio01

            Non lo so. Non mi piace la chiusura di
            Apple,
            ma

            nemmeno mi piace l'idea che i governi
            inizino
            ad

            imporre cosa si possa o non possa fare col

            software. Già non sono favorevole alle

            penalizzazioni che vogliono imporre a
            Google,
            che

            non ha un monopolio come quello che aveva MS

            quindici anni fa, men che meno mi piace

            l'imposizione del rispetto di uno standard
            come

            tanti ad un'azienda di

            minoranza.

            Vero, ma secondo me delle imposizioni sugli
            standard dovrebbero essere comunque
            promosse.

            Se ad esempio sono una software house che
            sviluppa una soluzione basata sull'embedding di
            librerie TLS, dovrebbero impormi di garantire un
            giusto grado di sicurezza per l'utenza finale (se
            non ci perdo troppo tempo e lascio dei buchi
            inimmaginabili, poi in caso di perdita dati
            dovrei essere perseguibile dai miei stessi
            utenti, senza alcuna EULA che
            tenga).

            Idem per Apple sull'allineamento degli standard
            usati in massa, ovvero
            HTML5.
            Inutile fornirlo di serie se poi è castrato e
            mantenuto da fare
            schifo.Mantenuto da fare schifo direi proprio di no. Hai mai provato a seguire lo sviluppo di WebKit?Sul castrato, se uno standard è defective by design ci può stare se sta a cuore la sicurezza. In questo caso credo sia più forte il motivo economico che quello della sicurezza.Nonostante io sia uno di quelli che passa le giornate su caniuse.com prima di scegliere che approccio usare per nuove funzionalità e mi cadono le braccia quando mi vedo limitato da alcuni browser, credo sia lecito per ciascuno scegliere quali funzioni supportare e quali no. Devono essere però gli utenti a spingere perché il tal browser lo supporti lasciando feedback o abbandonando browser o piattaforma se non soddisfatti.
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Fatemi capire
            - Scritto da: Teo_
            - Scritto da: Albedo 0,9

            - Scritto da: Izio01


            Non lo so. Non mi piace la chiusura di

            Apple,

            ma


            nemmeno mi piace l'idea che i governi

            inizino

            ad


            imporre cosa si possa o non possa fare
            col


            software. Già non sono favorevole alle


            penalizzazioni che vogliono imporre a

            Google,

            che


            non ha un monopolio come quello che
            aveva
            MS


            quindici anni fa, men che meno mi piace


            l'imposizione del rispetto di uno
            standard

            come


            tanti ad un'azienda di


            minoranza.



            Vero, ma secondo me delle imposizioni sugli

            standard dovrebbero essere comunque

            promosse.



            Se ad esempio sono una software house che

            sviluppa una soluzione basata sull'embedding
            di

            librerie TLS, dovrebbero impormi di
            garantire
            un

            giusto grado di sicurezza per l'utenza
            finale
            (se

            non ci perdo troppo tempo e lascio dei buchi

            inimmaginabili, poi in caso di perdita dati

            dovrei essere perseguibile dai miei stessi

            utenti, senza alcuna EULA che

            tenga).



            Idem per Apple sull'allineamento degli
            standard

            usati in massa, ovvero

            HTML5.

            Inutile fornirlo di serie se poi è castrato e

            mantenuto da fare

            schifo.

            Mantenuto da fare schifo direi proprio di no. Hai
            mai provato a seguire lo sviluppo di
            WebKit?Sì, ma comparali con i ritmi di crescita di Blink (Chrome
            27) e Safari/Nitro contro V8.Una tra tante tra quelle che ritengo importanti:http://caniuse.com/#search=websocket
            Sul castrato, se uno standard è defective by
            design ci può stare se sta a cuore la sicurezza.
            In questo caso credo sia più forte il motivo
            economico che quello della
            sicurezza.
            Nonostante io sia uno di quelli che passa le
            giornate su caniuse.com prima di scegliere che
            approccio usare per nuove funzionalità e mi
            cadono le braccia quando mi vedo limitato da
            alcuni browser, credo sia lecito per ciascuno
            scegliere quali funzioni supportare e quali no.
            Devono essere però gli utenti a spingere perché
            il tal browser lo supporti lasciando feedback o
            abbandonando browser o piattaforma se non
            soddisfatti.Giustissimo, a patto di averla la liberta di scelta.iOS ha frenato l'approdo di Chrome più che ha potuto, il webview è stato ingiustamente penalizzato per anni rispetto a Safari nativo, e in tutto questo non c'era alcuna possibilità di scelta alternativa.Per come l'ho vissuta era un continuo "defective by will". :/
          • Izio01 scrive:
            Re: Fatemi capire
            - Scritto da: Albedo 0,9
            - Scritto da: Izio01

            Non lo so. Non mi piace la chiusura di
            Apple,
            ma

            nemmeno mi piace l'idea che i governi
            inizino
            ad

            imporre cosa si possa o non possa fare col

            software. Già non sono favorevole alle

            penalizzazioni che vogliono imporre a
            Google,
            che

            non ha un monopolio come quello che aveva MS

            quindici anni fa, men che meno mi piace

            l'imposizione del rispetto di uno standard
            come

            tanti ad un'azienda di

            minoranza.

            Vero, ma secondo me delle imposizioni sugli
            standard dovrebbero essere comunque
            promosse.
            Io sono per l'incentivazione "positiva". Tendenzialmente sono contrario ad imporre per legge il supporto ad una precisa tecnologia, a meno che non si parli di servizi pubblici come le reti telefoniche, come giustamente fa notare PandaR1. In compenso i servizi pubblici dovrebbero rifuggire da qualsiasi tecnologia proprietaria. Dovrei poter interagire con l'INPS o il mio comune senza bisogno di usare una specifica piattaforma software.Chiaro che se un SO si autolimiti nel supporto a determinati standard, si taglierà fuori da questa possibilità, spingendo più utenti verso l'adozione di alternative. Se HTML5 è il futuro della rete (non lo sto affermando, non sviluppo web e non conosco bene la problematica), giusto utilizzarlo. Chi non lo supporta, si attacca al tram.
    • iRoby scrive:
      Re: Fatemi capire
      Esattamente, in Apple sono degli incapaci, hanno investito sul design e il marketing ma Safari sta nelle stesse condizioni di Internet Explorer di qualche anno fa.
      • PandaR1 scrive:
        Re: Fatemi capire
        - Scritto da: iRoby
        Esattamente, in Apple sono degli incapaci, hanno
        investito sul design e il marketing ma Safari sta
        nelle stesse condizioni di Internet Explorer di
        qualche anno
        fa.ma quali incapaci. l'html5 toglierebbe denari dallo store.
        • iRoby scrive:
          Re: Fatemi capire
          Allora sono truffaldini, lo fanno di proposito.Attendo commenti dei 3 porcellini. Ma loro non sono tecnici...
    • Carlo scrive:
      Re: Fatemi capire
      - Scritto da: xdrccrxz
      Quindi se ho capito bene apple ha sproloquiato
      per anni su HTML5, ne ha approfittato per
      cacciare la concorrenza, però oltre ai proclami
      non hanno fatto grandi sforzi, sono indietro
      nell'implementazione.

      Questa causa si basa quindi sul fato che apple
      obbliga ad usare uno standard sulla sua
      piattaforma, però non supporta lo standard in
      maniera
      decente.Ma sì, perchè html5 rompe le uova nel paniere a chi tenta di coltivare il suo bel praticello recintato facendo pagarei visitatori per entrarci.E la Apple sta per sfiorare il ridicolo con il mancato supporto.
  • F Type scrive:
    975734
    Mah,francamente non so dove sia il problema,se per te azienda che sviluppi ritieni una cosa di questo tipo un danno smetti di fare applicazioni per quella piattaforma,tanto son sempre stati una minoranza apple che per anni ha sempre cercato di imporre le sue soluzioni ma oltre il loro orticello sono mai andati.
  • iRoby scrive:
    Hanno ragione!
    Hanno ragione XXXXX!E che non venga il fan di turno a dire che loro fanno hardware e app store e loro hanno il diritto di gestirlo come gli pare.
    • panda rossa scrive:
      Re: Hanno ragione!
      - Scritto da: iRoby
      Hanno ragione XXXXX!
      E che non venga il fan di turno a dire che loro
      fanno hardware e app store e loro hanno il
      diritto di gestirlo come gli
      pare.Ma scusa, a noialtri che cosa che ne frega se il macaco non puo' fruire di html5 col suo browser obbligatorio?Saranno un po' affaracci loro.Per anni abbiamo sviluppato siti rigorosamete NON FRUBILI con IE.Da oggi svilupperemo siti rigorosamente NON FRUIBILI con safari.Esiste un solo browser! (cit.)
      • aphex_twin scrive:
        Re: Hanno ragione!
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: iRoby

        Hanno ragione XXXXX!

        E che non venga il fan di turno a dire che
        loro

        fanno hardware e app store e loro hanno il

        diritto di gestirlo come gli

        pare.

        Ma scusa, a noialtri che cosa che ne frega se il
        macaco non puo' fruire di html5 col suo browser
        obbligatorio?
        Piantala di sparare XXXXXXXte.
        Saranno un po' affaracci loro.

        Per anni abbiamo sviluppato siti rigorosamete NON
        FRUBILI con
        IE.Tu ?? (rotfl)
        Da oggi svilupperemo siti rigorosamente NON
        FRUIBILI con
        safari.Svilupperanno , tu non fai un XXXXX.
        • panda rossa scrive:
          Re: Hanno ragione!
          - Scritto da: aphex_twin
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: iRoby


          Hanno ragione XXXXX!


          E che non venga il fan di turno a dire
          che

          loro


          fanno hardware e app store e loro hanno
          il


          diritto di gestirlo come gli


          pare.



          Ma scusa, a noialtri che cosa che ne frega
          se
          il

          macaco non puo' fruire di html5 col suo
          browser

          obbligatorio?



          Piantala di sparare XXXXXXXte. Ribadisco. A noialtri che cosa ce ne frega?


          Saranno un po' affaracci loro.



          Per anni abbiamo sviluppato siti
          rigorosamete
          NON

          FRUBILI con

          IE.

          Tu ?? (rotfl)


          Da oggi svilupperemo siti rigorosamente NON

          FRUIBILI con

          safari.

          Svilupperanno , tu non fai un XXXXX.Brutta cosa l'invidia: provoca travasi di bile nello stomaco.Si consiglia due compresse di maloox.
        • ammazzate oh scrive:
          Re: Hanno ragione!
          - Scritto da: aphex_twin
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: iRoby


          Hanno ragione XXXXX!


          E che non venga il fan di turno a dire
          che

          loro


          fanno hardware e app store e loro hanno
          il


          diritto di gestirlo come gli


          pare.



          Ma scusa, a noialtri che cosa che ne frega
          se
          il

          macaco non puo' fruire di html5 col suo
          browser

          obbligatorio?



          Piantala di sparare XXXXXXXte.


          Saranno un po' affaracci loro.



          Per anni abbiamo sviluppato siti
          rigorosamete
          NON

          FRUBILI con

          IE.

          Tu ?? (rotfl)


          Da oggi svilupperemo siti rigorosamente NON

          FRUIBILI con

          safari.

          Svilupperanno , tu non fai un XXXXX.ROTFL !
    • mura scrive:
      Re: Hanno ragione!
      - Scritto da: iRoby
      Hanno ragione XXXXX!
      E che non venga il fan di turno a dire che loro
      fanno hardware e app store e loro hanno il
      diritto di gestirlo come gli pare.Io non sono d'accordo, è come se domani mi venisse a casa il vicino e mi rompesse le palle perchè ho fatto un giardino di aceri giapponesi mentre tutti gli altri hanno il pratino del piffero all'inglese e mi vorebbero obbligare a farlo uguale.
      • iRoby scrive:
        Re: Hanno ragione!
        Che paragone è?Il tuo prato è tuo.Se facevi un parco giochi per bambini avresti avuto obblighi di legge.L'iPhone è un prodotto di consumo, ed è un device programmabile.C'è questo andazzo di blindare non solo fisicamente o via software, ma anche legalmente cosa ci si possa o non possa fare con questi apparecchi.
        • mura scrive:
          Re: Hanno ragione!
          - Scritto da: iRoby
          Che paragone è?
          Il tuo prato è tuo.
          Se facevi un parco giochi per bambini avresti
          avuto obblighi di
          legge.

          L'iPhone è un prodotto di consumo, ed è un device
          programmabile.

          C'è questo andazzo di blindare non solo
          fisicamente o via software, ma anche legalmente
          cosa ci si possa o non possa fare con questi
          apparecchi.Il paragone regge perchè la piattaforma è loro e vogliono direzionarla come pare a loro anche come tecnologie che vengono utilizzate per i software che ci girano sopra.Non è più come quando esisteva praticamente solo windows e dovevi praticamente fare tutto solo per internet explorer ed imXXXXXXXXmenti vari, di alternative ce ne sono e se non gli stanno bene le regole di apple sviluppano per android e vivono felici.Io penso che questi siano la piccola software house che per motivi vari non vogliono o non possono riscrivere tutta la loro webapp per renderla compatibile con iPhone, vabbè mica esiste solo quello non vedo il motivo per intentare addirittura una causa in tribunale.
          • PandaR1 scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: mura
            - Scritto da: iRoby

            Che paragone è?

            Il tuo prato è tuo.

            Se facevi un parco giochi per bambini avresti

            avuto obblighi di

            legge.



            L'iPhone è un prodotto di consumo, ed è un
            device

            programmabile.



            C'è questo andazzo di blindare non solo

            fisicamente o via software, ma anche
            legalmente

            cosa ci si possa o non possa fare con questi

            apparecchi.

            Il paragone regge perchè la piattaforma è loro e
            vogliono direzionarla come pare a loro anche come
            tecnologie che vengono utilizzate per i software
            che ci girano
            sopra.

            Non è più come quando esisteva praticamente solo
            windows e dovevi praticamente fare tutto solo per
            internet explorer ed imXXXXXXXXmenti vari, di
            alternative ce ne sono e se non gli stanno bene
            le regole di apple sviluppano per android e
            vivono
            felici.

            Io penso che questi siano la piccola software
            house che per motivi vari non vogliono o non
            possono riscrivere tutta la loro webapp per
            renderla compatibile con iPhone, vabbè mica
            esiste solo quello non vedo il motivo per
            intentare addirittura una causa in
            tribunale.per restare vicino al tuo paragone, un po' stiracchiato, ti posso dire che nel tuo prato puoi mettere gli aceri, a meno che le disposizioni comunali non lo vietino, e comunque devi tenerli lontano dalla recinzione confinante con i tuoi vicini. Non puoi, quindi, fare quello che ti pare.Per restare in ambito casa di proprietà, anche se vuoi dare una mano di vernice alle pareti esterne non la puoi dare come ti pare, ma devi sottostare alle disposizioni comunali. Non puoi, quindi, fare quello che ti pare.
          • mura scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: PandaR1
            per restare vicino al tuo paragone, un po'
            stiracchiato, ti posso dire che nel tuo prato
            puoi mettere gli aceri, a meno che le
            disposizioni comunali non lo vietino, e comunque
            devi tenerli lontano dalla recinzione confinante
            con i tuoi vicini. Non puoi, quindi, fare quello
            che ti
            pare.

            Per restare in ambito casa di proprietà, anche se
            vuoi dare una mano di vernice alle pareti esterne
            non la puoi dare come ti pare, ma devi sottostare
            alle disposizioni comunali. Non puoi, quindi,
            fare quello che ti pare.Ok mi stanno bene le tue argomentazioni ma posto che resto nei termini di legge io dopo faccio come mi pare, di pari passo Apple restando nei termini di legge della produzione e vendita di dispositivi elettronici non vedo perchè non possa fare lo stesso, alla fine non è monopolista e quindi nel suo giardinetto le regole sono le sue.
          • PandaR1 scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: mura
            - Scritto da: PandaR1

            per restare vicino al tuo paragone, un po'

            stiracchiato, ti posso dire che nel tuo prato

            puoi mettere gli aceri, a meno che le

            disposizioni comunali non lo vietino, e
            comunque

            devi tenerli lontano dalla recinzione
            confinante

            con i tuoi vicini. Non puoi, quindi, fare
            quello

            che ti

            pare.



            Per restare in ambito casa di proprietà,
            anche
            se

            vuoi dare una mano di vernice alle pareti
            esterne

            non la puoi dare come ti pare, ma devi
            sottostare

            alle disposizioni comunali. Non puoi, quindi,

            fare quello che ti pare.

            Ok mi stanno bene le tue argomentazioni ma posto
            che resto nei termini di legge io dopo faccio
            come mi pare, di pari passo Apple restando nei
            termini di legge della produzione e vendita di
            dispositivi elettronici non vedo perchè non possa
            fare lo stesso, alla fine non è monopolista e
            quindi nel suo giardinetto le regole sono le
            sue.e in effetti io credo che, al momento, lo possa fare. Credo anche che non sia accettabile, motivo per cui non compro nulla da apple, e che la politica si debba dare da fare per sistemare le cose. Chi produce, hardware o software, dovrebbe sottostare a leggi che impongono apertura e standardizzazione.
          • iRoby scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: mura
            Il paragone regge perchè la piattaforma è loro e
            vogliono direzionarla come pare a loro anche come
            tecnologie che vengono utilizzate per i software
            che ci girano sopra.Ma che vuol dire piattaforma? E che vuol dire direzionare?L'azienda francese sta chiedendo il rispetto degli standard HTML5 che Apple non sta rispettando con Safari. Per cui sei obbligato ad installare altri browser. Se Safari li rispettasse e passasse i test W3C le software house potrebbero sviluppare più serenamente.Si sta ripetendo il problema Windows+IE
            Non è più come quando esisteva praticamente solo
            windows e dovevi praticamente fare tutto solo per
            internet explorer ed imXXXXXXXXmenti vari, di
            alternative ce ne sono e se non gli stanno bene
            le regole di apple sviluppano per android e
            vivono felici.No invece sta succedendo proprio la stessa cosa. Non l'hai letto l'articolo? Dice proprio che Apple non sta rispettando gli standard.
            Io penso che questi siano la piccola software
            house che per motivi vari non vogliono o non
            possono riscrivere tutta la loro webapp per
            renderla compatibile con iPhone, vabbè mica
            esiste solo quello non vedo il motivo per
            intentare addirittura una causa in
            tribunale.E lo credo bene che non vogliono riscrivere una webapp standard. Quella è standard! Safari non lo è!
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: iRoby
            - Scritto da: mura

            Il paragone regge perchè la piattaforma è
            loro
            e

            vogliono direzionarla come pare a loro anche
            come

            tecnologie che vengono utilizzate per i
            software

            che ci girano sopra.

            Ma che vuol dire piattaforma? E che vuol dire
            direzionare?
            L'azienda francese sta chiedendo il rispetto
            degli standard HTML5 che Apple non sta
            rispettando con Safari. Per cui sei obbligato ad
            installare altri browser.

            Se Safari li rispettasse e passasse i test W3C le
            software house potrebbero sviluppare più
            serenamente.

            Si sta ripetendo il problema Windows+IEPeggio.Perché almeno sotto Win potevi installare un browser alternativo e usarlo al posto di IE. Su iOS gli altri browser che non sono Safari vengono castrati di default by policy interne di Apple, e comunque non utilizzabili al posto di WebKit.
          • iRoby scrive:
            Re: Hanno ragione!
            Serve per XXXXXXX il cloud non di Cupertino.Se rispetti HTML5 usi Safari per usare webapp sul cloud. Se non lo rispetti quelle app avranno problemi e i produttori dovranno passare dall'app store con una app nativa.
          • mura scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: iRoby
            E lo credo bene che non vogliono riscrivere una
            webapp standard. Quella è standard! Safari non lo è!In realtà non è Safari a non essere standard, piuttosto è che nella versione mobile degli iDevice viene scelto deliberatamente di bloccare alcune funzioni per mantenere la filosofia di base di iOS di bloccare il filesystem piuttosto che allo schermo intero o alle notifiche senza passare per le API standard di sistema.Secondo me dire che Safari è il nuovo IE6 è sbagliato a livello tecnico, piuttosto è Apple che non vuole rinunciare a nessun costo al suo business delle app dal quale guadagna cifre enormi.Fintanto che legalmente può farlo non c'è nulla che si possa fare secondo me.
          • iRoby scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: mura
            Fintanto che legalmente può farlo non c'è nulla
            che si possa fare secondo me.Azione legale, che è quello che sta facendo l'azienda francese.
          • mura scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: iRoby
            - Scritto da: mura

            Fintanto che legalmente può farlo non c'è
            nulla

            che si possa fare secondo me.

            Azione legale, che è quello che sta facendo
            l'azienda francese.Secondo me la perde, non è monopolista e l'alternativa anche per iOS c'è, l'app nativa. Se a queste due XXXXXXXte ci penso io figurati i legali strapagati di Apple che altra roba tireranno fuori.
          • iRoby scrive:
            Re: Hanno ragione!
            Ma dai... Abbiamo poca memoria vero?Era l'aprile 2010 quando Jobs sparava a zero contro flash per l'html5.https://www.linkedin.com/pulse/steve-jobs-2010-letter-flash-html5-paul-vincentOggi si sono rimangiati la parola e sono loro a non seguire lo standard.Sono truffaldini della peggior specie.Basti pensare a tutti coloro che ci hanno investito convinti che poi sarebbe stato standard.
          • mura scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: iRoby
            Ma dai... Abbiamo poca memoria vero?

            Era l'aprile 2010 quando Jobs sparava a zero
            contro flash per
            l'html5.

            https://www.linkedin.com/pulse/steve-jobs-2010-let

            Oggi si sono rimangiati la parola e sono loro a
            non seguire lo
            standard.
            Sono truffaldini della peggior specie.
            Basti pensare a tutti coloro che ci hanno
            investito convinti che poi sarebbe stato
            standard.E sempre a livello legale ti possono benissimo tirare fuori la storia che loro lo standard lo seguono pienamente, nel sottoinsieme che supportano.Inutile tirare fuori menate su flash, tanto allora come oggi mica lo fanno per far piacere a te piuttosto per i loro azionisti e dividendi, sono un'azienda mica una onlus e pensano solo a massimizzare il profitto.Se non ti sta bene o vai altrove o provi a fare causa come questi ma ti ripeto, secondo me la perdono.
          • PandaR1 scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: mura
            - Scritto da: iRoby

            Ma dai... Abbiamo poca memoria vero?



            Era l'aprile 2010 quando Jobs sparava a zero

            contro flash per

            l'html5.




            https://www.linkedin.com/pulse/steve-jobs-2010-let



            Oggi si sono rimangiati la parola e sono
            loro
            a

            non seguire lo

            standard.

            Sono truffaldini della peggior specie.

            Basti pensare a tutti coloro che ci hanno

            investito convinti che poi sarebbe stato

            standard.

            E sempre a livello legale ti possono benissimo
            tirare fuori la storia che loro lo standard lo
            seguono pienamente, nel sottoinsieme che
            supportano.

            Inutile tirare fuori menate su flash, tanto
            allora come oggi mica lo fanno per far piacere a
            te piuttosto per i loro azionisti e dividendi,
            sono un'azienda mica una onlus e pensano solo a
            massimizzare il
            profitto.

            Se non ti sta bene o vai altrove o provi a fare
            causa come questi ma ti ripeto, secondo me la
            perdono.è solo questione di tempo. Prima o poi apple dovrà accettare di fare le cose con più criterio.
          • mura scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: PandaR1
            è solo questione di tempo. Prima o poi apple
            dovrà accettare di fare le cose con più
            criterio.Può darsi ma quand'anche accadrà avranno già spremuto come un limone l'attuale piattaforma e si inizieranno a concentrare sulla prossima e ricomincerà tutto da capo di nuovo.
          • ... scrive:
            Re: Hanno ragione!
            Con il ceo cogli... che si ritrovano mi sa proprio che è l' ultimo limone che gli rimane (iphone/ios).
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: mura
            Io penso che questi siano la piccola software
            house che per motivi vari non vogliono o non
            possono riscrivere tutta la loro webapp per
            renderla compatibile con iPhone, vabbè mica
            esiste solo quello non vedo il motivo per
            intentare addirittura una causa in
            tribunale.Credimi che la questione è più grave di quanto pensi, mi ci sono imbattuto anch'io per forza di cose.Ipotizza di avere un backend composto da centinaia di view o form con comportamento asincrono.HTML5 ti permette, con un'unica logica di fondo o un'unica UI, di sfociare in multipiattaforma.Tutto bene fintanto non arrivi al Webkit di iOS, ovvero Safari.Le limitazioni son talmente forti che l'unica vera alternativa che ti rimane è riscrivere in nativo mezza piattaforma.Che si tratti di piccole o grandi software house, è davvero facile arrivare a mantenere centinaia di migliaia di righe di codice.Ergo solo chi ha delle forti risorse da spendere riesce attualmente a competere nel mercato iOS (che ricordiamoci è un obbligo se si vuole raggiungere più utenza possibile).L'alternativa, seppur limitata ma seguita ormai in tanti, è quella di appoggiarsi a servizi esterni per colmare il gap.Ad esempio sfruttare le API di Google per evitare ulteriori costi di infrastruttura che assicurino la compatibilità verso iOS.Qui ci perde anche l'utente finale, che vedrà (o meglio, non vedrà) i propri dati transitare verso entità esterne incomode che potrebbero benissimo essere evitate.Nello sviluppo web/webapp è ormai da qualche anno che gira il detto: Safari è il nuovo IE6.
          • bertuccia scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: Albedo 0,9

            Nello sviluppo web/webapp è ormai da qualche anno
            che gira il detto: Safari è il nuovo
            IE6.visto che sei addentro alla questione, rispondimi onestamente: pensi davvero che l'usabilità e le funzionalità di una webapp possano competere con quelle di un'app nativa per iOS?Già soltanto per il fatto che i controlli e lo schema di navigazione della webapp non c'entrano nulla con lo standard di iOS, questa cosa mi schifa. Perchè se su Android ognuno fa bene o male come gli pare, su Apple ci sono le HIG da seguire, così che l'utente, già alla prima apertura dell'app, saprà come muoversi, senza particolari istruzioni.E quando la GUI di iOS evolverà, integrando nuovi paradigmi o nuovi schemi di navigazione, la webapp ne terrà conto, o continuerà col vecchio paradigma?Io sono estremamente contento che Apple tenga alla larga sviluppatori di questo tipo. È la stessa identica questione che c'è stata con flash.Poi è davvero da ingenui pensare che Apple voglia obbligare a passare dallo store solo per una questione di profitti (alcuni l'hanno scritto, non tu). Quello che a Apple interessa è il controllo sulle app: che siano in linea con le regole, che seguano le HIG, che vengano tenute aggiornate e che ci sia la possibilità di XXXXrle al primo sgarro.
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: bertuccia
            visto che sei addentro alla questione, rispondimi
            onestamente: pensi davvero che l'usabilità e le
            funzionalità di una webapp possano competere con
            quelle di un'app nativa per
            iOS?Tutto dipende dalle funzionalità che intendi offrire.
            Già soltanto per il fatto che i controlli e lo
            schema di navigazione della webapp non c'entrano
            nulla con lo standard di iOS, questa cosa mi
            schifa. Dipende dall'abilità di allineare l'HTML/JS attorno al workflow UI del device.Lo sai, vero, che un <input
            in HTML viene tradotto dall'OS in controllo nativo?
            Perchè se su Android ognuno fa bene o
            male come gli pare, su Apple ci sono le HIG da
            seguire, così che l'utente, già alla prima
            apertura dell'app, saprà come muoversi, senza
            particolari
            istruzioni.Ho pubblicato tre app che fanno un uso massiccio di WebKit, tutte approvate da Apple senza alcun problema o obbligo di correzione, fai tu.Integrare nativamente la toolbar superiore e inferiore per permettere all'utente di muoversi come già sa fare è davvero poca cosa, idem per il passaggio tra view a mo' di stack come da loro pretese.L'unica cosa su cui la Apple ha obiettato è la richiesta del codice fiscale in fase di iscrizione utente (a loro detta: "l'app sta richiedendo dati troppo sensibili, non ci piace!").E' bastato un giro di email piuttosto minacciose e da lì non hanno più fiatato.
            E quando la GUI di iOS evolverà, integrando nuovi
            paradigmi o nuovi schemi di navigazione, la
            webapp ne terrà conto, o continuerà col vecchio
            paradigma?Se continua col vecchio paradigma la bocciano e andrà allineata di nuovo.Non è assolutamente un grosso problema.
            Io sono estremamente contento che Apple tenga
            alla larga sviluppatori di questo tipo. È la
            stessa identica questione che c'è stata con
            flash.Accade invece il contrario: gli sviluppatori trovano altri escamotage addirittura più pesanti e rischiosi per l'utente finale. E questi sì che passano il vaglio dello store.
            Poi è davvero da ingenui pensare che Apple voglia
            obbligare a passare dallo store solo per una
            questione di profitti (alcuni l'hanno scritto,
            non tu). Quello che a Apple interessa è il
            controllo sulle app: che siano in linea con le
            regole, che seguano le HIG, che vengano tenute
            aggiornate e che ci sia la possibilità di XXXXrle
            al primo
            sgarro.Allora perché permettono il deploy di app al 90% composte da WebKit senza neanche fiatare?
          • bertuccia scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: Albedo 0,9

            Dipende dall'abilità di allineare l'HTML/JS
            attorno al workflow UI del
            device.
            Lo sai, vero, che un <input
            in HTML
            viene tradotto dall'OS in controllo
            nativo?

            Ho pubblicato tre app che fanno un uso massiccio
            di WebKit, tutte approvate da Apple senza alcun
            problema o obbligo di correzione, fai
            tu.

            Integrare nativamente la toolbar superiore e
            inferiore per permettere all'utente di muoversi
            come già sa fare è davvero poca cosa, idem per il
            passaggio tra view a mo' di stack come da loro
            pretese.Allora: Apple stessa fa un uso abbastanza importante della webview in alcune App, come ad esempio l'App Store. E infatti è una delle applicazioni più odiose da usare, vuoi per la inevitabile lentezza nel caricare una UI remota, vuoi perchè i controlli non rispondono con la stessa precisione di quelli delle app nativeSe fosse completamente contraria alla cosa di sicuro non lo utilizzerebbe in alcune delle sue app.Ora, un conto è usare la webview per farti vedere un elenco di cose su cui cliccare. Un conto è sviluppare un'app complessa utilizzando solo la webview.
            Accade invece il contrario: gli sviluppatori
            trovano altri escamotage addirittura più pesanti
            e rischiosi per l'utente finale. E questi sì che
            passano il vaglio dello
            store.e allora spero diano una stretta anche qua.Sono due cose che come utente finale non vorrei.Se apple desse più libertà sulle webview, chi glielo fa fare agli altri sviluppatori di scrivere app native? Devi considerare anche questo. Abbiamo tante app native proprio per questa politica.
            Allora perché permettono il deploy di app al 90%
            composte da WebKit senza neanche
            fiatare?Tipo? Da regolamento non sarebbe permesso.
          • panda rossa scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: Albedo 0,9



            Nello sviluppo web/webapp è ormai da qualche
            anno

            che gira il detto: Safari è il nuovo

            IE6.

            visto che sei addentro alla questione, rispondimi
            onestamente: pensi davvero che l'usabilità e le
            funzionalità di una webapp possano competere con
            quelle di un'app nativa per
            iOS?Ma non mi pongo neanche il problema!Una webapp e' fruibile universalmente.Se il tuo device di fruizione e' limitato, buttalo e prendi qualcosa di funzionante.
            Già soltanto per il fatto che i controlli e lo
            schema di navigazione della webapp non c'entrano
            nulla con lo standard di iOS, questa cosa mi
            schifa.Quale medico ti ha prescritto quell'app?
            Perchè se su Android ognuno fa bene o
            male come gli pare,Si chiama liberta'
            su Apple ci sono le HIG da
            seguire, Catene. Le indossavano gli schiavi.Comode?
            così che l'utente, già alla prima
            apertura dell'app, saprà come muoversi, senza
            particolari
            istruzioni.Io una volta ho provato un ipad.Non sono riuscito a fare quasi niente e mi hanno dovuto spiegare perfino come si apriva. Un pulsante da trascinare invece che cliccare come chiunque si aspetta.Per cui questa cosa che hai detto e' una panzana colossale.Non ci sono interfacce intuitivamente naturali.Ci sono solo interfacce che uno e' abituato ad usare.E avendo a che fare con interfacce diverse, uno acquista elasticita'.Cosa impossibile con un iCoso.
            E quando la GUI di iOS evolverà, integrando nuovi
            paradigmi o nuovi schemi di navigazione, la
            webapp ne terrà conto, o continuerà col vecchio
            paradigma?La webapp funziona cosi', e si rivolge al mondo intero.Sei tu quello che si deve adeguare se il medico continuera' a prescrivertela.
            Io sono estremamente contento che Apple tenga
            alla larga sviluppatori di questo tipo. Pure io. Alla larga da apple!
            Poi è davvero da ingenui pensare che Apple voglia
            obbligare a passare dallo store solo per una
            questione di profitti (alcuni l'hanno scritto,
            non tu). E' da ingenui ma e' vero!
            Quello che a Apple interessa è il
            controllo sulle app: che siano in linea con le
            regole, che seguano le HIG, che vengano tenute
            aggiornate e che ci sia la possibilità di XXXXrle
            al primo
            sgarro.Anche a me interessa il controllo della mia webapp, e che ci sia la possibilita' di fruirne senza passare dalle censure degli store.
          • bertuccia scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: panda rossa

            Ma non mi pongo neanche il problema!
            Una webapp e' fruibile universalmente.
            Se il tuo device di fruizione e' limitato,
            buttalo e prendi qualcosa di
            funzionante.leggi l'articolo, nessun utente di iOS si lamenta, sono gli sviluppatori cantinari che si lamentano di apple
            Quale medico ti ha prescritto quell'app?Quale medico ha prescritto a Nexedi di sviluppare per iOS?Sono loro a lamentarsi eh
            Io una volta ho provato un ipad.
            Non sono riuscito a fare quasi niente e mi hanno
            dovuto spiegare perfino come si apriva. Un
            pulsante da trascinare invece che cliccare come
            chiunque si
            aspetta.ti sto immaginando bloccato davanti a un cancello con chiavistello, in attesa di qualcuno che ti spieghi come entrare (rotfl)
            Per cui questa cosa che hai detto e' una panzana
            colossale.
            Non ci sono interfacce intuitivamente naturali.
            Ci sono solo interfacce che uno e' abituato ad
            usare.
            E avendo a che fare con interfacce diverse, uno
            acquista elasticita'.
            Cosa impossibile con un iCoso.allora sto cancello? Sei ancora lì davanti? (rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: panda rossa



            Ma non mi pongo neanche il problema!

            Una webapp e' fruibile universalmente.

            Se il tuo device di fruizione e' limitato,

            buttalo e prendi qualcosa di

            funzionante.

            leggi l'articolo, nessun utente di iOS si
            lamenta, sono gli sviluppatori cantinari che si
            lamentano di
            appleEvidentemente avranno i loro motivi.Apple non rispetta gli standard W3C e quindi gli utenti apple sono penalizzati nella fruizione di una applicazione standard.(e magari imputano pure all'applicazione gli eventuali problemi).

            Quale medico ti ha prescritto quell'app?

            Quale medico ha prescritto a Nexedi di sviluppare
            per
            iOS?

            Sono loro a lamentarsi ehIo facco una webapp, non una webapp per ioS.Poi scopro in seguito che su iOS la mia webapp si comporta diversamente e quindi mi lamento!

            Io una volta ho provato un ipad.

            Non sono riuscito a fare quasi niente e mi
            hanno

            dovuto spiegare perfino come si apriva. Un

            pulsante da trascinare invece che cliccare
            come

            chiunque si

            aspetta.

            ti sto immaginando bloccato davanti a un cancello
            con chiavistello, in attesa di qualcuno che ti
            spieghi come entrare
            (rotfl)Perche' tu sai che il chiavistello si trascina.Il mio gatto sa uscire sul terrazzo dopo aver imparato come passare dal portoncino per gatti, ma fino a quando non ha imparato non era capace.Una volta ho trovato una porta con la maniglia montata al contrario. Bisognava spingerla verso l'alto invece che verso il basso.Tu saresti ancora li' a cercare di aprire nel modo solito, scommetto.

            Per cui questa cosa che hai detto e' una
            panzana

            colossale.

            Non ci sono interfacce intuitivamente
            naturali.

            Ci sono solo interfacce che uno e' abituato
            ad

            usare.

            E avendo a che fare con interfacce diverse,
            uno

            acquista elasticita'.

            Cosa impossibile con un iCoso.

            allora sto cancello? Sei ancora lì davanti?
            (rotfl)Se fosse quello di casa mia, saprei aprirlo.Se e' di una casa altrui, io suono il campanello e chiedo.Tu entri in casa d'altri senza bussare?
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: panda rossa

            Tu entri in casa d'altri senza bussare?certo tra due ali di genius che si danno il 5 (purchè non sia HTML ovvio)Il poveraccio (e cantinaro) ancora non ha capito che se non ci fossero gli standard open invece che essere qui a trollare sarebbe ancore a farsi le pippe con Appletalk!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • iRoby scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: bertuccia
            Quale medico ha prescritto a Nexedi di sviluppare
            per iOS?Ma che razza di risposta è questa?Allora il medico non gli ha prescritto di fare gli sviluppatori potevano fare gli allevatori.Se decido di sviluppare per il mobile vorrei che questa possibilità mi fosse data, senza usare trucchi ed artifici per impedirmi di usare tecnologie standard.Jobs ha detto più volte alle aziende di spostarsi verso html5 per poi Apple non rispettarne o rimanere indietro volutamente sullo standard.E questo è un tradimento degli sviluppatori che volevano fare app standard e multipiattaforma.
          • seven scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: panda rossa
            Io una volta ho provato un ipad.
            Non sono riuscito a fare quasi niente e mi hanno
            dovuto spiegare perfino come si apriva....
            E avendo a che fare con interfacce diverse, uno
            acquista elasticita'....
          • mura scrive:
            Re: Hanno ragione!
            Ma infatti non ne sto facendo un discorso tecnico ma semplicemente un discorso commerciale, Apple ha le sue regole e vuole proteggere a tutti i costi il suo business delle app, sulle webapp non ci guadagna una cippa e fa ostruzionismo.Capisco che se devi adeguare una webapp all'iPhone è una sbatta colossale ma finchè legalmente possono dirti che puoi farti la app nativa e tutto funziona hanno ragione loro e fargli causa è una inutile perdita di tempo e denaro.Ah ho controllato su html5test cosa effettivamente l'iPhone sbaglia e molti test falliti sono legati all'architettura chiusa che adotta Apple soprattutto per quanto riguarda upload e download da browser e media streaming. Francamente non so come la cosa sia risolvibile a livello tecnico senza liberare il filesystem come fa android.Qui di seguito ti posto il link al test che ho fatto:http://html5test.com/s/8b7c8a31dbac2a69.html-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 ottobre 2016 12.19-----------------------------------------------------------
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: mura
            Ma infatti non ne sto facendo un discorso tecnico
            ma semplicemente un discorso commerciale, Apple
            ha le sue regole e vuole proteggere a tutti i
            costi il suo business delle app, sulle webapp non
            ci guadagna una cippa e fa
            ostruzionismo.Concordo.Questo comportamento si capisce parecchio anche dalle loro policy sui pagamenti.Se la vendita di un servizio avviene a mezzo app, pretendono la provvigione.Se l'app rimanda ad un sito esterno per il pagamento, te la bocciano in base al punto 3.1.1Il problema di base con le webapp è che essendo gestite da un server esterno sfuggono facilmente al controllo di Apple.Un giorno l'UI ti appare in un modo, il giorno dopo presenta un bottone d'acquisto che apre il browser esterno e tanti saluti alla loro provvigione.Con le app native non può succedere, se ne accorgerebbero immediatamente in fase di valutazione (i bottoni son quelli, i rimandi pure, non cambiano di punto in bianco in base ad un server esterno).
          • iRoby scrive:
            Re: Hanno ragione!
            Tutto questo per dragarti le saccocce.I dragasaccocce di Cupertino.
          • PandaR1 scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: Albedo 0,9
            - Scritto da: mura

            Ma infatti non ne sto facendo un discorso
            tecnico

            ma semplicemente un discorso commerciale,
            Apple

            ha le sue regole e vuole proteggere a tutti i

            costi il suo business delle app, sulle
            webapp
            non

            ci guadagna una cippa e fa

            ostruzionismo.

            Concordo.
            Questo comportamento si capisce parecchio anche
            dalle loro policy sui
            pagamenti.
            Se la vendita di un servizio avviene a mezzo app,
            pretendono la
            provvigione.
            Se l'app rimanda ad un sito esterno per il
            pagamento, te la bocciano in base al punto
            3.1.1

            Il problema di base con le webapp è che essendo
            gestite da un server esterno sfuggono facilmente
            al controllo di
            Apple.
            Un giorno l'UI ti appare in un modo, il giorno
            dopo presenta un bottone d'acquisto che apre il
            browser esterno e tanti saluti alla loro
            provvigione.

            Con le app native non può succedere, se ne
            accorgerebbero immediatamente in fase di
            valutazione (i bottoni son quelli, i rimandi
            pure, non cambiano di punto in bianco in base ad
            un server
            esterno).sembra proprio una offerta a cui non si può rifiutare, quella di apple.
          • panda rossa scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: Albedo 0,9
            Un giorno l'UI ti appare in un modo, il giorno
            dopo presenta un bottone d'acquisto che apre il
            browser esterno e tanti saluti alla loro
            provvigione.E cosi' dovrebbe funzionare.L'intermediario parassita deve essere estirpato con qualunque mezzo!
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: panda rossa
            E cosi' dovrebbe funzionare.
            L'intermediario parassita deve essere estirpato
            con qualunque
            mezzo!Vero ma lascia almeno che si lamenti!Poraccio.. Bertuccia esprime la preoccupazione dei "genius"... che ci vuoi fare?(rotfl)(rotfl)Non ho mai visto nessuno incamminarsi di buon umore verso il patibolo! ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            - Scritto da: panda rossa


            E cosi' dovrebbe funzionare.

            L'intermediario parassita deve essere
            estirpato

            con qualunque

            mezzo!
            Vero ma lascia almeno che si lamenti!
            Poraccio.. Bertuccia esprime la preoccupazione
            dei "genius"... che ci vuoi
            fare?
            (rotfl)(rotfl)
            Non ho mai visto nessuno incamminarsi di buon
            umore verso il
            patibolo!
            ;)Il boia!
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Hanno ragione!
            - Scritto da: panda rossa
            Il boia!(rotfl)(rotfl)Può essere ma lui va al lavoro mica a fare il condannato!
    • aphex_twin scrive:
      Re: Hanno ragione!
      Hey ecovegano di 'sto XXXXX non hai nulla da dire sull'inquinamento di Samsung a causa del Note7 ?Milioni prodotti finiranno al macero senza essere stati usati. Nulla da dire ?Ma no tu concentrati sull'html5.
      • panda rossa scrive:
        Re: Hanno ragione!
        - Scritto da: aphex_twin
        Hey ecovegano di 'sto XXXXX non hai nulla da dire
        sull'inquinamento di Samsung a causa del Note7
        ?

        Milioni prodotti finiranno al macero senza essere
        stati usati. Nulla da dire
        ?Non diranno nulla e rivenderanno i componenti ad apple.
        Ma no tu concentrati sull'html5.E fa bene, visto che in questo articolo si parla di html5 e della proverbiale incapacita' di apple nel software, visto che non lo sa implementare.Tu invece evita di distogliere l'attenzione parlando d'altro: stai sul pezzo.HTML5: incapacita' o fregatura ai propri utenti? Prossimamente su kazzenger.
        • aphex_twin scrive:
          Re: Hanno ragione!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: aphex_twin

          Hey ecovegano di 'sto XXXXX non hai nulla da
          dire

          sull'inquinamento di Samsung a causa del
          Note7

          ?



          Milioni prodotti finiranno al macero senza
          essere

          stati usati. Nulla da dire

          ?

          Non diranno nulla e rivenderanno i componenti ad
          apple.
          Mmmmh non direi.

          Ma no tu concentrati sull'html5.

          E fa bene, visto che in questo articolo si parla
          di html5 e della proverbiale incapacita' di apple
          nel software, visto che non lo sa
          implementare.

          Tu invece evita di distogliere l'attenzione
          parlando d'altro: stai sul
          pezzo.

          HTML5: incapacita' o fregatura ai propri utenti?
          Prossimamente su kazzenger.Vedevo che latitava da qui http://punto-informatico.it/4347945/PI/News/samsung-note-7-inizio-della-fine.aspx e poi me lo trovo a parlare di html5.Mah ?! (newbie)
  • gnammolo scrive:
    hahaahahah
    apple la nuova microsoft, bug compresi.... (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
Chiudi i commenti