Il mercato delle VPN è pronto a esplodere

Il mercato delle VPN è pronto a esplodere

La forte crescita fatta registrare fin qui dal mercato VPN è stata solo l'inizio: prevista un'ennesima impennata nei prossimi anni.
La forte crescita fatta registrare fin qui dal mercato VPN è stata solo l'inizio: prevista un'ennesima impennata nei prossimi anni.

Da una parte si registra l’avvento di minacce informatiche sempre più evolute. Dall’altra, fortunatamente, la presa di coscienza da parte degli utenti a proposito della necessità di affidarsi a servizi dedicati per la tutela della privacy. Nel mezzo trova posto l’offerta delle VPN che rispondono a questo bisogno. Il mercato, già in forte crescita nel corso degli ultimi anni, è pronto a esplodere da qui in avanti.

VPN sempre più importanti: saranno anni d’oro

Lo svela il report “Global Virtual Private Network (VPN) Industry” condiviso da ReportLinker che analizza a fondo il fenomeno, attribuendo al biennio segnato dalla pandemia la responsabilità di aver innescato il trend. Dall’inizio della crisi sanitaria in poi, infatti, in molti hanno scelto di affidarsi a una Virtual Private Network. L’intento è quello di proteggere i propri dati e le attività svolte online. Avviene ormai con regolarità sia nel contesto professionale sia in quello privato.

Per comprendere l’entità del giro d’affari, citiamo che nel 2020 era stimato nel mondo in 32,2 miliardi di dollari. La prospettiva è ora quella di assistere a un’impennata fino a 77,1 miliardi di dollari entro il 2026. A livello geografico, nel 2021 gli Stati Uniti hanno pesato per il 34,83% del market share complessivo. In Europa, il paese in cui si registra la richiesta maggiore è la Germania.

Lo studio prende in esame un totale pari a 155 realtà attive sul fronte delle VPN: trovi le migliori e le loro caratteristiche nella nostra guida. Tra queste, ti segnaliamo  ExpressVPN (35% di sconto sull’abbonamento annaule), che di recente ha ribadito il proprio impegno finalizzato alla tutela della privacy degli utenti, annunciando lo spegnimento dei server localizzati in India. Il motivo è da ricerca in una nuova legge approvata dal governo locale e che entrerà in vigore tra pochi giorni: tutti i dettagli nell’approfondimento dedicato.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Yahoo Finance
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 21 giu 2022
Link copiato negli appunti