Microsoft 365 e Copilot sul visore Apple Vision Pro

Microsoft 365 e Copilot sul visore Apple Vision Pro

Word, Excel, PowerPoint e le altre app di Microsoft 365, così come l'IA di Copilot, saranno disponibili sul visore Apple Vision Pro.
Microsoft 365 e Copilot sul visore Apple Vision Pro
Word, Excel, PowerPoint e le altre app di Microsoft 365, così come l'IA di Copilot, saranno disponibili sul visore Apple Vision Pro.

Le applicazioni della suite Microsoft 365 dedicate alla produttività saranno disponibili su Apple Vision Pro fin dal giorno del suo debutto, fissato negli Stati Uniti per domani, venerdì 2 febbraio. Ad annunciarlo è il gruppo di Redmond, con un intervento che si apre così.

Abbiamo alcune notizie entusiasmanti da condividere con voi: le applicazioni di Microsoft per la produttività, che vi aiutano nei compiti personali e professionali con e il nostro nuovo compagno IA per le attività quotidiane Copilot, saranno disponibili su Apple Vision Pro.

Apple Vision Pro accoglie Microsoft 365 e Copilot

Più nello specifico, i software riadattati in modo da funzionare con supporto nativo al visore sono Teams, Word, Excel, PowerPoint, Outlook, OneNote e Loop. L’interfaccia è quella visibile qui sotto, nello screenshot con un foglio di lavoro contenente una tabella e un grafico mostrato all’interno del campo visivo dell’utente, mediante una modalità studiata per sfruttare appieno il concetto di spatial computing. La distribuzione avverrà direttamente attraverso App Store.

Le applicazioni di Microsoft 365 in esecuzione su Apple Vision Pro

Nel suo annuncio, Microsoft pone l’accento sulla disponibilità di Copilot, l’assistente IA su cui la software house sta puntando sempre di più. I possessori di Apple Vision Pro saranno in grado di sfruttarne le potenzialità per creare documenti, per analizzarli e per connettersi con gli altri, controllando ogni operazione con la loro voce. Ad esempio, l’intelligenza artificiale potrà essere richiamata in qualsiasi momento per generare la bozza di un contenuto o per modificarne uno esistente e per avviare una presentazione con un semplice prompt.

L’iniziativa testimonia l’impegno profuso dal gruppo di Redmond e finalizzato a rendere le proprie soluzioni disponibili su larga scala, anche su dispositivi che fanno leva su altri ecosistemi, come già avvenuto con iPhone, iPad e Mac. Ricordiamo che anche la società ha in catalogo i suoi visori, quelli della gamma HoloLens, mai però davvero capaci di sfondare se non in ambiti specifici come quello militare.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 feb 2024
Link copiato negli appunti