Microsoft annuncia 5mila licenziamenti

Il Big di Redmond rivela i dati della sua ultima trimestrale. Fatturato in crescita ma utili in calo. E nei prossimi 18 mesi bisognerà tirare la cinghia. L'Italia è al sicuro?

Puntuali arrivano i risultati del secondo quarto dell’anno fiscale di Microsoft: l’azienda di Redmond fa registrare un fatturato in crescita del 2 per cento rispetto allo stesso periodo del 2008, ma con utili in contrazione a causa del rallentamento dell’economia. Per questo, si legge in una nota dell’azienda, si renderanno necessari circa 5mila licenziamenti per ridurre i costi operativi e mantenersi al passo del mercato.

Il fatturato per il Q209 di BigM si è assestato sulla ragguardevole cifra di 16,63 miliardi di dollari (12,73 miliardi di euro): a questa crescita, tuttavia, non è seguito un incremento anche dei profitti, che raggiungono quota 4,17 miliardi (3,19 miliardi di euro) con un dividendo di 0,47 dollari per azione. Valori, questi ultimi, in calo rispettivamente del 11 e del 6 per cento rispetto al 2008. Il titolo Microsoft perde al momento circa l’8 per cento a Wall Street.

Cifre che seguono inevitabilmente un calo nelle vendite in alcuni dei settori in cui opera Microsoft: la vendita nel settore PC consumer fa registrare una flessione dell’8 per cento , in controtendenza rispetto alla divisione Server&Tools che cresce del 15, e a quella Devices che riesce a strappare un +3 per cento grazie ad un’ottima performance di Xbox durante il periodo natalizio. Vendute circa 6 milioni di console.

Nonostante quindi non tutti i comparti abbiano fatto registrare una battuta d’arresto, da Redmond fanno sapere di voler intraprendere da subito nuove iniziative per fronteggiare “il deterioramento delle condizioni economiche globali”. Si inizierà con una prima tornata di 1.400 licenziamenti in tutti i settori , dalla ricerca e sviluppo al marketing, dalle vendite fino all’IT, che entro 18 mesi saliranno fino ad un totale di 5mila – cifra per altro già circolata nelle scorse settimane. L’obiettivo è iniziare a risparmiare subito circa 700 milioni di dollari, per arrivare a regime alla sostanziosa cifra di 1,5 miliardi di dollari.

Nonostante i numeri in ballo, il CEO Steve Ballmer si dice tranquillo: “Non siamo immuni agli effetti dell’economia, ma ho fiducia nella forza del nostro portfolio prodotti e nella solidità del nostro approccio”. In ogni caso “Continueremo a controllare le spese e le opportunità di investimento a lungo termine per garantire valore ai nostri clienti e agli azionisti”, così da “riaffermare con forza la nostra posizione di leader dell’industria”.

Ottimista anche l’amministratore delegato di Microsoft Italia Pietro Scott Jovane , che in una recente intervista pubblicata sul blog Punto Biz aveva guardato con ottimismo ai prossimi mesi: “Dal punto di vista del personale – aveva detto – non penso che l’Italia potrebbe essere impattata”. Inoltre, “Se dovessi giudicare le cose solo dalla mia esperienza dovrei concludere che questa crisi non è così incisiva come sembra: ogni giorno guardo gli ordini in entrata e constato che le Piccole e Medie imprese acquistano”. ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • andy61 scrive:
    non può funzionare, perché ...
    ... perché le major non si metteranno mai d'accordo su come spartirsi i soldi.non hanno modo di sapere quali brani vengono utilizzati, e quindi non sanno a chi devolvere gli introiti.Non accetteranno mai di spartirseli equamente, perché le più grandi sono le più grandi, e le più piccole non ammetteranno mai di essere le più piccole.In aggiunta, una piccola casa discografica ma con un catalogo di qualità verrebbe penalizzata.Eppoi ci si dimentica sempre che i diritti d'autore dovrebbero andare, appunto, agli autori, che non vengono mai né interpellati né presi in considerazione quando ci sono questi 'dibattiti'.Sarebbe sostanzialmente il discorso di 1 Euro/mese, se fossero gli autori a pubblicare i propri brani, potendo accedere alle statistiche di acXXXXX, e ripartendosi proporzionalmente gli utili.In questo modo tra l'altro si promuoverebbe la qualità dei brani, perché sarebbero i più gettonati.... così ... è solo un'idea ...
  • lufo88 scrive:
    Un euro è poco in effetti
    All'anno al mese. Ogni mese (12 all'anno) mi sembra già meglio come idea.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Un euro è poco in effetti
      contenuto non disponibile
      • rock3r scrive:
        Re: Un euro è poco in effetti
        - Scritto da: unaDuraLezione
        (ricavi di tutta l'industria del 2008 + ipotesi
        di ricavo mancato a causa della pirateria)/numero
        degli abbonaticon "ipotesi di ricavo mancato a causa della pirateria" -
        inf e "numero degli abbonati" -
        0, perché in fin dei conti l'industria dell'intrattenimento ha dimostrato molte volte di non saper fare i conti - o di saperli fare benissimo, ma con i numeri che vogliono loro
  • Nome scrive:
    AVIDITA' SENZA LIMITI
    La cosa che mi fa più SCHIFO di queste major è la loro AVIDITA' SENZA LIMITI.Il valore di un bene dipende dal prezzo che il consumatore è disposto a pagare per esso.Le major non vogliono accettare il fatto che i consumatori NON SONO PIU' DISPOSTI A SPENDERE 20 EURO PER UN CD !
    • pabloski scrive:
      Re: AVIDITA' SENZA LIMITI
      appunto, se non sono disposti perchè diamine corrono sempre a comprarli o a scaricarli?boicottate l'industria, è l'unico modonon comprate, non scaricate....non abbiamo bisogno di andare in giro con le orecchie spanate dallo strimpellare di cantantucoli senza voce tipo i vari Ligabue ( che non canta, ma parla )
  • vday scrive:
    Pochi, maledetti e subito!
    Le major dovrebbero accontentarsi di questo, tanto loro sono destinati a perdere sempre! p)
    • XYZ scrive:
      Re: Pochi, maledetti e subito!
      - Scritto da: vday
      Le major dovrebbero accontentarsi di questo,
      tanto loro sono destinati a perdere
      sempre!
      p)Quoto.E poi condivido la forma in cui è stata fatta questa proposta. Se veniva fatta in Italia da qualche telco sarebbero stati come minimo 20 al mese di canone.. altro che 1 all' anno!E' esattamente questo concetto, e i protagonisti che lo promuovono, che vanno combattuti, demoliti, rovinati ed infine estirpati dall'attuale mercato. Per la loro profonda pericolosità di alteramento sociale e di stravolgimento dei contenuti a solo scopo di lucro. p)
    • Get Real scrive:
      Re: Pochi, maledetti e subito!
      Questo è quello che credi o ti piacerebbe credere. Le major molto presto avranno il controllo su internet, grazie agli accordi stipulati con le telco e le pressioni dei governi sulle medesimi.Ci sveglieremo una mattina, e sarà TV 2.0.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Pochi, maledetti e subito!
        - Scritto da: Get Real
        Questo è quello che credi o ti piacerebbe
        credere. Le major molto presto avranno il
        controllo su internet, grazie agli accordi
        stipulati con le telco e le pressioni dei governi
        sulle
        medesimi.
        Ci sveglieremo una mattina, e sarà TV 2.0.E allora ?Se non mi offre quello che mi interessa se lo tengono e io torno a comprare i film dal nero all'angolo...
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Pochi, maledetti e subito!
        contenuto non disponibile
  • babelzeta scrive:
    perdita del controllo sui contenuti
    "perdita del controllo sui contenuti" ?Il controllo sui contenuti l'hanno già perso da un pezzo!!!
    • z f k scrive:
      Re: perdita del controllo sui contenuti
      - Scritto da: babelzeta
      "perdita del controllo sui contenuti" ?

      Il controllo sui contenuti l'hanno già perso da
      un
      pezzo!!!Esatto.Il business da unmigliardo di liresterline non gli viene certo dalle condivisioni e non penso proprio che il futuro verra' intaccato piu' di tanto dalla loro liberalizzazione.Se vogliono continuare a vendere, producano valore aggiunto, non la semplice copia digitale a costo zero.CYAcaptcha: 000047 ...
  • Enjoy with Us scrive:
    Ah beh se ne può parlare!
    Io sono sempre stato contro simili iniziative, per l'evidente rischio di scivolare verso una sorta di equo compenso, tipo quello sui supporti vergini che alla fine si traduce solo in un'altra tassa supplementare!Un'euro all'anno, ma si dai anche uno al mese sarei disponibile a versarglielo all'industria dei contenuti, ma a patto che poi non rompessero più i XXXXXXXX ai normali utenti del P2P su nessun genere di file!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 gennaio 2009 07.58-----------------------------------------------------------
    • Giachini scrive:
      Re: Ah beh se ne può parlare!
      Alla fine 50 o 100 euro all'anno per scaricare tutto liberamente ci potrebbero stare senza problemi
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Ah beh se ne può parlare!
        - Scritto da: Giachini
        Alla fine 50 o 100 euro all'anno per scaricare
        tutto liberamente ci potrebbero stare senza
        problemiNon cominciamo ad esagerare!
        • Giachini scrive:
          Re: Ah beh se ne può parlare!
          100 euro è il costo di 5 film in blu ray. O di 10 cd musicali. Non mi sembra poi così tanto...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Ah beh se ne può parlare!
            - Scritto da: Giachini
            100 euro è il costo di 5 film in blu ray. O di 10
            cd musicali. Non mi sembra poi così
            tanto...E' che una tassa così sarebbe ovviamente forfettaria, come quella sui supporti e colpirebbe tutti gli abbonamenti ADSL, sia che uno scarichi sia che non scarichi e non ti garantirebbe dal ritrovare in rete il materiale da te desiderato, quindi come dicevo 1 euro al mese mi sta bene, alzare tanto di più diventerebbe appunto una nuova tassa!Tieni presente che ci sono videonoleggi che per 15 euro al mese ti lasciano noleggiare tutto quello che vuoi!Qui non essendovi supporti, ne personale, ne investimenti da parte delle major e ricadendo già sull'utente i costi dell'infrastruttura necessaria al servizio, si tratterebbe per le major di un guadagno netto!Se il videonoleggiatore ci guadagna con 15 euro al mese e deve pagare il fitto del negozio, i macchinari e i DVD mi sembra a me che 1-2 euro al mese non siano poi così poco!
          • null scrive:
            Re: Ah beh se ne può parlare!
            - Scritto da: Giachini
            100 euro è il costo di 5 film in blu ray. O di 10
            cd musicali. Non mi sembra poi così
            tanto...beh io quando non avevo internet, piu' di 30/anno non spendevo. ora ne spendo 40/mese. permetti che scarichi?
      • Andonio scrive:
        Re: Ah beh se ne può parlare!
        Questi soldi gia' li paghi quando comperi un CD o un DVD vergine o un HardDisk o altri supporti di memoria ...Ti accorgi che vogliono farti pagare N volte per la stessa cosa?Quando guardi un film in TV, sappi che la RAI ha pagato i diritti all'autore e tu hai pagato il canone RAI.Poi, se il film ti e' piaciuto, comperi la cassetta VHS e ripaghi i diritti, poi la tecnologia VHS diventa vecchia e comperi il DVD....e hai gia' pagato 3 volte l'autore..... Poi, se fai una copia di sicurezza del DVD paghi l'equo compenso.Alla fine se scarico un film do E-Mule, sono quasi sicuro di aver gia' pagato il suo autore e forse piu' di una volta.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Ah beh se ne può parlare!
      contenuto non disponibile
    • Corso scrive:
      Re: Ah beh se ne può parlare!

      sorta di equo compenso, tipo quello sui supporti
      vergini che alla fine si traduce solo in un'altra
      tassa
      supplementare!non credo sia come quella roba lì. Paghiamo di più i cd vergini e i supporti, anche se ci registri su il video del tuo compleanno... e nonostante ci sia sta tassa, non cambia nulla: scarichi contenuti protetti... sei nell'illegalità come prima. Vampiri... sanguisughe, parassiti perfino.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Ah beh se ne può parlare!
        - Scritto da: Corso

        sorta di equo compenso, tipo quello sui supporti

        vergini che alla fine si traduce solo in
        un'altra

        tassa

        supplementare!

        non credo sia come quella roba lì. Paghiamo di
        più i cd vergini e i supporti, anche se ci
        registri su il video del tuo compleanno... e
        nonostante ci sia sta tassa, non cambia nulla:
        scarichi contenuti protetti... sei
        nell'illegalità come prima.


        Vampiri... sanguisughe, parassiti perfino.Chiamiamoli col nome loro: LADRI. Le major ovviamente. Come altrimenti definire quelli che fanno il discorso "Non ruberesti mai un'auto" (auto=oggetto che quando viene rubato chi l'ha rubato ne fa ciò che vuole) e RUBANO soldi (soldi=oggetto che quando viene rubato chi l'ha rubato ne fa ciò che vuole) a chi COMPRA i loro CD? (CD=oggetto che quando viene legittimamente comprato, chi l'ha legittimamente comprato NON lo può copiare perché è protetto, non lo può mettere in una festa perché deve pagare i diritti siae, non può prestarlo agli amici, non lo può far sentire in una radio online, non può noleggiarlo, non può metterlo su un lettore mp3 per sentirselo in giro, non può suonare lui con le sue mani e la sua voce le canzoni senza pagare altri soldi a chi le ha create, non può avere il codice sorgente -lo spartito- delle canzoni...)Come chiamare chi fa questi paragoni e dà del ladro peraltro a chi gli sta dando i soldi? (i dvd ORIGINALI contengono questo PATETICO annuncio, NON SKIPPABILE)IO LI CHIAMO PATETICI LADRI. PERCHE' E' QUELLO CHE SONO.E ANZI se fosse vero che scaricando gli ruberei dei soldi (PURTROPPO so che non è così perché la loro XXXXX non la comprerei comunque) allora non potrei che essere contento di rubare a dei LADRI...
  • mirkojax scrive:
    l'isola dei ladri...
    maddai piuttosto di dare i miei soldi un'isola definita come " paradiso fiscale per aziende, miliardari e banche off-shore" preferisco stare senza musica a vita.Meglio senza musica che essere come craxi.
    • leopard scrive:
      Re: l'isola dei ladri...
      - Scritto da: mirkojax
      maddai piuttosto di dare i miei soldi un'isola
      definita come " paradiso fiscale per aziende,
      miliardari e banche off-shore" preferisco stare
      senza musica a
      vita.

      Meglio senza musica che essere come craxi.tu non sai nemmeno di cosa stai parlando e, se lo sapessi, la penseresti esattamente al contrario.Se tu credi che un posto dove servono poche tasse per gestire (bene tra l'altro) uno stato sia un posto da ladri.... mah... sono problemi tuoi..... Io la chiamo efficienza e capacità.Lì puoi conoscere personalmente i ministri e i funzionari governativi...altro che la burocrazia europea, e discutere con loro del tuo business e sul modo in cui lo stato può aiutarti a sviluppare al meglio le tue idee.Non basare il tuo giudizio su ciò che ti viene iniettato dall'informazione di parte e dai luoghi comuni: ciò che qualcuno ti presenta come "sXXXXX, brutto, disonesto" è talvolta fatto solamente per evitare che tu lo usi (lor signori invece lo usano...eccome)
      • ciko scrive:
        Re: l'isola dei ladri...

        Io la chiamo efficienza e
        capacità.io lo chiamo prosciutto sugli occhi
        Lì puoi conoscere personalmente i ministri e i
        funzionari governativi...appunto... i ladri :D
        europea, e discutere con loro del tuo business e
        sul modo in cui lo stato può aiutarti a
        sviluppare al meglio le tue
        idee....mi sa che della cricca ci fai parte pure tu...
        ciò che qualcuno ti presenta come
        "sXXXXX, brutto, disonesto" è talvolta fatto
        solamente per evitare che tu lo usi (lor signori
        invece lo
        usano...eccome)ma di chi parli? "loro" non vuole dire niente
        • leopard scrive:
          Re: l'isola dei ladri...
          - Scritto da: ciko

          Io la chiamo efficienza e

          capacità.

          io lo chiamo prosciutto sugli occhi io continuo a chiamarlo "che non sai di che parli"...



          Lì puoi conoscere personalmente i ministri e i

          funzionari governativi...

          appunto... i ladri :De appunto ribadisco, visto che loro si attengono alle LORO norme, che non hai minimamente inquadrato la questione....



          europea, e discutere con loro del tuo business e

          sul modo in cui lo stato può aiutarti a

          sviluppare al meglio le tue

          idee.

          ...mi sa che della cricca ci fai parte pure tu...Distribuire accuse a sconosciuti non mi sembra una cosa gentile.....


          ciò che qualcuno ti presenta come

          "sXXXXX, brutto, disonesto" è talvolta fatto

          solamente per evitare che tu lo usi (lor signori

          invece lo

          usano...eccome)

          ma di chi parli? "loro" non vuole dire niente...di chi ti indottrina così bene... ma lascia perdere... è tempo persoadieu
    • pabloski scrive:
      Re: l'isola dei ladri...
      no no meglio essere Craxi :Dquel tipo c'ha una villa in Tunisia da svariate decine di milioni di eurose permetti voglio essere come Craxi, non come Biagio Antonacci...uahahahahah :D
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: l'isola dei ladri...
        contenuto non disponibile
        • Corso scrive:
          Re: l'isola dei ladri...
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: pabloski


          se permetti voglio essere come Craxi

          cioè morto?Credo parlasse della sua progenie (eheh e io ci aggiungerei anche eredi di fatto... XD no dai basta politica)Rex.
        • Homer S. scrive:
          Re: l'isola dei ladri...
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: pabloski


          se permetti voglio essere come Craxi

          cioè morto?Manca un pezzo:"Cioè morto in esilio come meritava, per il criminale che era."Però se hai XXXX (e un presidente del consiglio a caso che hai aiutato ad accaparrarsi tutto il potere mediatico di una nazione), dopo 10 anni tutti si sono magicamente scordati dei crimini e faranno degli speciali su Canale 5 in cui farai la figura di un santo con l'aureola.(troll2)
      • Fuffa scrive:
        Re: l'isola dei ladri...
        - Scritto da: pabloski
        no no meglio essere Craxi :D

        quel tipo c'ha una villa in Tunisia da svariate
        decine di milioni di
        euro

        se permetti voglio essere come Craxi, non come
        Biagio Antonacci...uahahahahah
        :DMah pensa che alla fine in un certo modo gliel'hai pagata tu quella villa...
    • Nicolaus scrive:
      Re: l'isola dei ladri...
      Guarda che fare off-shoring non è mica illegale che poi ci vanno anche i ladri è un altro discorso ma dire che l'isola ha qualche colpa mi sembra "non sapere di cosa si sta parlando", secondo il tuo ragionamente allora anche a Panama, Delawere etc, sono tutti ladri..
Chiudi i commenti