Microsoft assume progettista Apple per i server di Azure

Microsoft assume progettista Apple per i server di Azure

Il designer Mike Filippo precedentemente in Apple è stato assunto da Microsoft per occuparsi di progettare i chip per i server di Azure.
Il designer Mike Filippo precedentemente in Apple è stato assunto da Microsoft per occuparsi di progettare i chip per i server di Azure.

D'ora in avanti a far parte della squadra di Microsoft ci sarà una nuova ed interessante figura proveniente direttamente dall'azienda di Cupertino. Si tratta di Mike Filippo, un designer di semiconduttori che in precedenza ha lavorato in Apple e che ora è stato assunto dall'azienda di Redmond andrà per l'appunto ad occuparsi dei progetti legati ai chip per i server che alimentano i relativi servizi di cloud computing.

Da Apple a Microsoft per progettare i chip di Azure

Più precisamente, adesso che fa parte della squadra Microsoft, Mike Filippo andrà ad impegnarsi nella progettazione di chip specifici per i server di Azure, in modo tale da permettere al gruppo di competere al meglio con le soluzioni concorrenti di Intel e AMD. Microsoft ha già sviluppato dei chip personalizzati, ma l'aggiunta di questa nuova figura sta ad indicare chiaramente che l'azienda sta puntando perlopiù verso l'architettura ARM per i server e per i suoi data center.

Da notare che la carriera di Mike Filippo è parecchio lunga, pur essendo entrato a part parte di Apple solo nel 2019. Il designer ha infatti alle spalle un decennio di di progettazione di semiconduttori presso Arm, in cui ha sviluppato alcune delle tecnologie di base che vengono impiegate nei telefoni e in altri dispositivi ed ha contribuito alla creazione di diversi chip come il Cortex-A76, Cortex-A72, Cortex-A57 e dei prossimi chip 7nm+ e 5nm che sono ancora in dirittura d'arrivo.

Inoltre, all'inizio della sua carriera ha maturato esperienze pure nelle già citate Intel e AMD, proprio in qualità di progettista di chip. In Apple, invece, Mike Filippo era a capo dell’architettura hardware dei sistemi Mac: prima ha lavorato sui SoC proprietari T1 e T2 e poi ha guidato personalmente la transizione dalla piattaforma Intel ad Apple Silicon.

Fonte: The Register
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 01 2022
Link copiato negli appunti