Microsoft, attacco all'Olimpo delle botnet

Una squadra guidata dagli investigatori di Redmond entra in azione contro le botnet basate sul malware Zeus. Mettendo offline i server, denunciando sospetti, ottenendo il controllo dei domini infetti

Roma – Già da tempo impegnata attivamente contro il cyber-crimine a base di botnet e malware controllato da remoto, Microsoft è ora pronta a far progredire ulteriormente questo suo impegno con il coinvolgimento di nuovi partner e l’utilizzo di strumenti legali sin qui mai applicati per il settore.

L’ultima iniziativa Microsoft di contrasto ai network malevoli prende in particolare di mira le botnet basate su Zeus , il noto crimeware evoluto specializzato in frodi finanziarie, spionaggio e furto di credenziali d’accesso personali.

Stando alle carte presentate da Microsoft presso una corte distrettuale di New York, svariati “John Doe” sarebbero responsabili dell’infezione di 13 milioni di PC connessi in rete e del furto di ben 100 milioni di dollari su un periodo temporale di cinque anni.

La causa è stata intentata contro 39 ignoti , noti solo con i loro nickname di rete, e oltre a Microsoft sono della partita organizzazioni come National Automated Clearing House Association (NACHA) e società di sicurezza quali F-Secure e Kyrus Tech.

Per la prima volta in un caso di cyber-crimine è stato chiamato in causa il RICO Act , legge statunitense che viene in genere applicata per combattere il crimine organizzato. In attesa che la giustizia faccia il suo corso, poi, Microsoft e i suoi partner hanno ottenuto il controllo di 800 diversi domini usati dall’infrastruttura di Zeus e il sequestro di server presenti in Pennsylvania e Illinois.

E se l’azione di contrasto frontale di Microsoft non bastasse a debellare il fenomeno botnet, il nuovo codice di condotta volontario approvato dalla Federal Communication Commission servirà a coinvolgere in maniera diretta gli ISP. I provider dovranno ora compiere “azioni significative” per tagliare fuori dalla rete il crimeware, inclusi gli avvertimenti di pericolo da visualizzare sui computer degli utenti infetti.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Videotechini al tappeto!
    (rotfl) (rotfl) (rotfl)
    • panda rossa scrive:
      Re: Videotechini al tappeto!
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      (rotfl) (rotfl) (rotfl)C'e' blockbuster che sta svendendo tutte le rimanenze perche' deve liberare i locali per i kebabbari.Domani vado a comprare un dvd!Cosi' potro' contribuire a farli smammare piu' in fretta.E mi tengo il dvd come ricordo da far vedere ai nipotini tra qualche decennio."Nonno, nonno, raccontaci ancora quella favola di come sono falliti i noleggiatori di film dei tuoi tempi..."
      • prova123 scrive:
        Re: Videotechini al tappeto!
        - Scritto da: panda rossa

        "Nonno, nonno, raccontaci ancora quella favola di
        come sono falliti i noleggiatori di film dei tuoi
        tempi..."E' più facile che ti diranno: "Nonno per favore, non ti distrarre con l'iniziare a parlare del passato altrimenti perdiamo il turno e i posti per il kebabb" ... :D
      • bubba scrive:
        Re: Videotechini al tappeto!
        e se invece i nonni (non ancora tali) vogliono una STORIELLA ATTUALE, possono digitare "plurivision univideo" su google... E' la favola del videotechino ipocrita :)
  • Surak 2.0 scrive:
    Conteggi
    La svolta é soprattutto nei numeri assoluti 3,4 miliardi contro 2,4, ma prendendo per buoni i costi, nel primo caso con 51 centesimi di dollaro si arriva a poco più di 1,7 miliardi di dollari mentre nell'altro caso si parla di 4,72 dollari per un totale di 11 miliardi.I supporti fisici hanno perso 200 milioni di unità vendute per cui sarebbero stati spesi oltre 900 milioni di euro, che si sono trasferiti nello streaming (900 milioni/0,51-
    1,8 miliardi di file circa e l'aumento dello streaming si attesta a 1,9 miliardi di unità).Per le case produttrici sarebbe pari se il loro guadagno fosse solo 50 centesimi (sorvolando sull'intermediario) per film comunque, con un leggero guadagno addirittura, mentre a rimetterci sarebbero tutti gli altri che guadagnano sul supporto (produttore, smerciatore, rivenditore, ecc). In caso contrario la cosa non sarebbe così rosea, come dimostra la reazione delle case cinematografiche.Senza contare che ad un certo punto la voglia (o tempo) di vedere film dell'utente si satura e non è immaginabile che la somma totale spesa per i dvd (ecc) si trasformi in un'equivalente spesa in streaming
  • Gennarino B scrive:
    Italia - 2012 - quali alternative?
    Al momento di servizi come netflix in italia manco lombraVuoi per lo strapotere (spinto dalla politica) di digitale terrestre/satellite e le linee adsl da mozambico che ci troviamo le alternative al momento sono:Mediaset premiumskyVideotechinidownload illegaleIndovinate qualé il servizio migliore per l'utente italiano medio?
  • il solito bene informato scrive:
    dispiace molto...
    Mi dispiace sentire certe notizie... io vorrei che fallissero tutti.
  • dont feed the troll/dovella scrive:
    51 centesimi di dollaro
    meno di 40 centesimi di euro.Ecco perchè i videotecari falliranno, altro che pirateria.Per 40 centesimi a film la pirateria perde di senso.
    • bubba scrive:
      Re: 51 centesimi di dollaro
      - Scritto da: dont feed the troll/dovella
      meno di 40 centesimi di euro.

      Ecco perchè i videotecari falliranno, altro che
      pirateria.
      Per 40 centesimi a film la pirateria perde di
      senso.tra l'altro i videotechini sono di una ipocrisia stellare.Da un lato si lagnano per la cosidetta pirateria online (e anche per il satellite, mediaset premium, e ora pure i vari cubovision) perche vengono depredati della vendita/noleggio dei dischi fisici, MA DALL'ALTRO hanno creato un sistema DI STREAMING (chiedere a spacevideo)... praticamente alcuni predicano 'bene' e razzolano male.Ma non finisce li'.ROMPONO LE PALLE sul Rigoroso e pedissequo rispetto delle norme fasciste (la 633/41) e poi ci lavorano sopra per anni per trovare un modo per ELUDERLA!... vengono portati portano in tribunale piu volte.. e alla fine le "vittime" +- devono constatare che c'e' un buchino nella norma per cui gliela danno buona (parlo della cosiddetta multiproprieta' dei film... imbroglio legale per eludere il divieto al noleggio di cose marcate per la vendita. La chiamano Plurivision. Geniale devo dire ahahha.. stanno a frega' i distributori e pure la siae.... )
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: 51 centesimi di dollaro
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: dont feed the troll/dovella

        meno di 40 centesimi di euro.



        Ecco perchè i videotecari falliranno, altro che

        pirateria.

        Per 40 centesimi a film la pirateria perde di

        senso.
        tra l'altro i videotechini sono di una ipocrisia
        stellare.
        Eh gia.E' l'unica cosa che proprio non riesco a perdonargli.
        hanno creato un
        sistema DI STREAMING (chiedere a spacevideo)...
        praticamente alcuni predicano 'bene' e razzolano
        male.Un sistema di streaming di filmati a bassa qualità, con tanto di DRM, che funziona solo su sistemi windows e il cui costo va sopra i due euro nella migliore delle ipotesi.E poi dicono pure che i vari BRRip che si trovano in rete fanno schifo, quando poi i loro film hanno la qualità che hanno.

        Ma non finisce li'.si si, so tutto, sono un fedele follower del loro "forum".E' il classico doppiopesismo all'italiana: loro possono fare tutto e gli altri non devono poter far niente.
        • bubba scrive:
          Re: 51 centesimi di dollaro


          tra l'altro i videotechini sono di una
          ipocrisia

          stellare.



          Eh gia.
          E' l'unica cosa che proprio non riesco a
          perdonargli.Idem.

          hanno creato un

          sistema DI STREAMING (chiedere a
          spacevideo)...

          praticamente alcuni predicano 'bene' e
          razzolano

          male.

          Un sistema di streaming di filmati a bassa
          qualità, con tanto di DRM, che funziona solo su
          sistemi windows e il cui costo va sopra i due
          euro nella migliore delle
          ipotesi.eh si ma a prescindere dalla qualita'... io trovo spettacolare questa cosa... cioe metti per assurdo che venda BENISSIMO quel sistema (e oggi e' venduto da alcuni videotechini e sponsorizzato come mezzo per guadagnare/attirare piu clienti)... DOPO il negozio fisico e gli armadi di dischi che li tiene a fare?? Metti tutto in housing e chiudi le videoteche :)

          Ma non finisce li'.

          si si, so tutto, sono un fedele follower del loro
          "forum".

          E' il classico doppiopesismo all'italiana: loro
          possono fare tutto e gli altri non devono poter
          far
          niente.ehehehhe.. io quando ho letto il tutto mesi fa, mi sono sganasciato dal ridere! anni e anni di lavoro per infinocchiare Univideo ahahha
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: 51 centesimi di dollaro
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: dont feed the troll/dovella

        meno di 40 centesimi di euro.



        Ecco perchè i videotecari falliranno, altro che

        pirateria.

        Per 40 centesimi a film la pirateria perde di

        senso.
        tra l'altro i videotechini sono di una ipocrisia
        stellare.

        Da un lato si lagnano per la cosidetta pirateria
        online (e anche per il satellite, mediaset
        premium, e ora pure i vari cubovision) perche
        vengono depredati della vendita/noleggio dei
        dischi fisici, MA DALL'ALTRO hanno creato un
        sistema DI STREAMING (chiedere a spacevideo)...
        praticamente alcuni predicano 'bene' e razzolano
        male.

        Ma non finisce li'.
        ROMPONO LE PALLE sul Rigoroso e pedissequo
        rispetto delle norme fasciste (la 633/41) e poi
        ci lavorano sopra per anni per trovare un modo
        per ELUDERLA!... vengono portati portano in
        tribunale piu volte.. e alla fine le "vittime" +-
        devono constatare che c'e' un buchino nella norma
        per cui gliela danno buona (parlo della
        cosiddetta multiproprieta' dei film... imbroglio
        legale per eludere il divieto al noleggio di cose
        marcate per la vendita. La chiamano Plurivision.
        Geniale devo dire ahahha.. stanno a frega' i
        distributori e pure la siae....
        )Ti invito formalmente a riscrivere il post qui :)http://www.facebook.com/pages/A-favore-della-chiusura-delle-videoteche/286246518078981
        • bubba scrive:
          Re: 51 centesimi di dollaro
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: bubba(...)

          tra l'altro i videotechini sono di una
          ipocrisia

          stellare.(...)
          Ti invito formalmente a riscrivere il post qui :)
          http://www.facebook.com/pages/A-favore-della-chiusSimpatico questo gruppo... allora FB non e' completamente inutile... :)Non ho un account su FB, ma vedo di segnalare x il crossposting a chi di dovere :)
      • krane scrive:
        Re: 51 centesimi di dollaro
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: dont feed the troll/dovella

        meno di 40 centesimi di euro.



        Ecco perchè i videotecari falliranno, altro che

        pirateria.

        Per 40 centesimi a film la pirateria perde di

        senso.
        tra l'altro i videotechini sono di una ipocrisia
        stellare.

        Da un lato si lagnano per la cosidetta pirateria
        online (e anche per il satellite, mediaset
        premium, e ora pure i vari cubovision) perche
        vengono depredati della vendita/noleggio dei
        dischi fisici, MA DALL'ALTRO hanno creato un
        sistema DI STREAMING (chiedere a spacevideo)...
        praticamente alcuni predicano 'bene' e razzolano
        male.

        Ma non finisce li'.
        ROMPONO LE PALLE sul Rigoroso e pedissequo
        rispetto delle norme fasciste (la 633/41) e poi
        ci lavorano sopra per anni per trovare un modo
        per ELUDERLA!... vengono portati portano in
        tribunale piu volte.. e alla fine le "vittime" +-
        devono constatare che c'e' un buchino nella norma
        per cui gliela danno buona (parlo della
        cosiddetta multiproprieta' dei film... imbroglio
        legale per eludere il divieto al noleggio di cose
        marcate per la vendita. La chiamano Plurivision.
        Geniale devo dire ahahha.. stanno a frega' i
        distributori e pure la siae.... )Fico e quanto costa il plurivision ? Cosi' magari gli utilizzatori del mulo fanno un plurivision a nome del mulo e rientrano tutti nella legalita'.
        • bubba scrive:
          Re: 51 centesimi di dollaro

          La chiamano
          Plurivision.


          Geniale devo dire ahahha.. stanno a frega' i

          distributori e pure la siae.... )

          Fico e quanto costa il plurivision ? Cosi' magari
          gli utilizzatori del mulo fanno un plurivision a
          nome del mulo e rientrano tutti nella
          legalita'.ehehheh... non credo che funzionerebbe xche il mulo prevede copie multiple contemporanee in mano a molteplici soggetti... qui l'oggetto rimane cmq uno. Vero pero' che il proprietario pero' puo' fare una copia di backup... e se il (pluri)proprietario la scambia con se stesso via mulo?? mhh qua ci vogliono gli avvocati dei videotechini :D
          • krane scrive:
            Re: 51 centesimi di dollaro
            - Scritto da: bubba

            La chiamano

            Plurivision.




            Geniale devo dire ahahha.. stanno a frega'
            i


            distributori e pure la siae.... )



            Fico e quanto costa il plurivision ? Cosi'
            magari

            gli utilizzatori del mulo fanno un plurivision a

            nome del mulo e rientrano tutti nella

            legalita'.
            ehehheh... non credo che funzionerebbe xche il
            mulo prevede copie multiple contemporanee in mano
            a molteplici soggetti... qui l'oggetto rimane cmq
            uno.

            Vero pero' che il proprietario pero' puo' fare
            una copia di backup... e se il
            (pluri)proprietario la scambia con se stesso via
            mulo?? mhh qua ci vogliono gli avvocati dei
            videotechini
            :DHo gia' una soluzione facile: basta allegare un file in cui si scrive "giurin giuretto non guardero' questo film mentre lo sta guardando un altro. Fidati..."
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: 51 centesimi di dollaro
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: bubba

          - Scritto da: dont feed the troll/dovella


          meno di 40 centesimi di euro.





          Ecco perchè i videotecari falliranno,
          altro
          che


          pirateria.


          Per 40 centesimi a film la pirateria
          perde
          di


          senso.

          tra l'altro i videotechini sono di una
          ipocrisia

          stellare.



          Da un lato si lagnano per la cosidetta
          pirateria

          online (e anche per il satellite, mediaset

          premium, e ora pure i vari cubovision) perche

          vengono depredati della vendita/noleggio dei

          dischi fisici, MA DALL'ALTRO hanno creato un

          sistema DI STREAMING (chiedere a
          spacevideo)...

          praticamente alcuni predicano 'bene' e
          razzolano

          male.



          Ma non finisce li'.

          ROMPONO LE PALLE sul Rigoroso e pedissequo

          rispetto delle norme fasciste (la 633/41) e
          poi

          ci lavorano sopra per anni per trovare un
          modo

          per ELUDERLA!... vengono portati portano in

          tribunale piu volte.. e alla fine le
          "vittime"
          +-

          devono constatare che c'e' un buchino nella
          norma

          per cui gliela danno buona (parlo della

          cosiddetta multiproprieta' dei film...
          imbroglio

          legale per eludere il divieto al noleggio di
          cose

          marcate per la vendita. La chiamano
          Plurivision.


          Geniale devo dire ahahha.. stanno a frega' i

          distributori e pure la siae.... )

          Fico e quanto costa il plurivision ?Immagino tanto quanto un noleggio.La cosa assurda è che in teoria se prendo un oggetto X che costa 10 euro e vendo le porzioni di proprietà a 2 euro, potrei vendere al max 5 di queste porzioni...ma in realtà ne vendo n-mila...tanto chi controlla?
      • korn scrive:
        Re: 51 centesimi di dollaro
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: dont feed the troll/dovella

        meno di 40 centesimi di euro.



        Ecco perchè i videotecari falliranno, altro che

        pirateria.

        Per 40 centesimi a film la pirateria perde di

        senso.
        tra l'altro i videotechini sono di una ipocrisia
        stellare.

        Da un lato si lagnano per la cosidetta pirateria
        online (e anche per il satellite, mediaset
        premium, e ora pure i vari cubovision) perche
        vengono depredati della vendita/noleggio dei
        dischi fisici, MA DALL'ALTRO hanno creato un
        sistema DI STREAMING (chiedere a spacevideo)...
        praticamente alcuni predicano 'bene' e razzolano
        male.

        Ma non finisce li'.
        ROMPONO LE PALLE sul Rigoroso e pedissequo
        rispetto delle norme fasciste (la 633/41) e poi
        ci lavorano sopra per anni per trovare un modo
        per ELUDERLA!... vengono portati portano in
        tribunale piu volte.. e alla fine le "vittime" +-
        devono constatare che c'e' un buchino nella norma
        per cui gliela danno buona (parlo della
        cosiddetta multiproprieta' dei film... imbroglio
        legale per eludere il divieto al noleggio di cose
        marcate per la vendita. La chiamano Plurivision.
        Geniale devo dire ahahha.. stanno a frega' i
        distributori e pure la siae....
        )Personaggi tristi che fanno ormai parte del passato, già ora hanno clientele ottuagenarie ma tra poco con il ricambio generazionale manco più quelle avranno, in compenso aumenteranno esponenzialmente i kebabbari :D :D
    • Incubo Notturno scrive:
      Re: 51 centesimi di dollaro
      - Scritto da: dont feed the troll/dovella
      meno di 40 centesimi di euro.

      Ecco perchè i videotecari falliranno, altro che
      pirateria.
      Per 40 centesimi a film la pirateria perde di
      senso.La pirateria di chi lucra vendendo copie non autorizzate forse perde senso o forse lucreranno in rete a 40 centesimi. La cosiddetta "pirateria", che sarebbe poi la condivisione, invece non è solo una questione economica.
      • korn scrive:
        Re: 51 centesimi di dollaro
        - Scritto da: Incubo Notturno

        La pirateria di chi lucra vendendo copie non
        autorizzate forse perde senso o forse lucreranno
        in rete a 40 centesimi.E' quello che sostengo io da anni, dimenuendo i prezzi la pirateria scomparirà da sola senza alcun dubbio. 1euro a film e 3/5 euro a download di fatto azzererebbero la pirateria, speriamo che qualcuno prima o poi lo capisca...
        La cosiddetta "pirateria", che sarebbe poi la
        condivisione, invece non è solo una questione
        economica.Se calano i prezzi anche questa si ridurrà fino al livello di essere ininfluente sul mercato legale.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: 51 centesimi di dollaro

          E' quello che sostengo io da anni, dimenuendo i
          prezzi la pirateria scomparirà da sola senza
          alcun dubbio. 1euro a film e 3/5 euro a download
          di fatto azzererebbero la pirateria, speriamo che
          qualcuno prima o poi lo
          capisca...Sei tu a non capire: la pirateria non dipende dal prezzo (anche le app da 30 centesimi vengono piratate)


          La cosiddetta "pirateria", che sarebbe poi la

          condivisione, invece non è solo una questione

          economica.

          Se calano i prezzi anche questa si ridurrà fino
          al livello di essere ininfluente sul mercato
          legale.Ne dubito: lo streaming pone troppe limitazioni d'uso, che bastano già a incoraggiare la pirateria.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: 51 centesimi di dollaro

        La pirateria di chi lucra vendendo copie non
        autorizzate forse perde senso o forse lucreranno
        in rete a 40 centesimi.Tale pirateria ha già perso senso.Vedi ancora qualcuno che vende cd contraffatti?

        La cosiddetta "pirateria", che sarebbe poi la
        condivisione, invece non è solo una questione
        economica.Esattamente: venivano "piratati" anche programmi gratuiti (esistevano dei crack per i programmi shareware, ad esempio: l'unica cosa che facevano era togliere la scritta "Unregistered")
    • krane scrive:
      Re: 51 centesimi di dollaro
      - Scritto da: dont feed the troll/dovella
      meno di 40 centesimi di euro.
      Per 40 centesimi a film la pirateria perde di
      senso.Cosa diceva Videofantasy ??http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3441392&m=3489115#p3489115Diceva "prima di parlare dovreste sapere il costo di 1 singolo dvd a noleggioSecondo dovreste sapere anche il costo di 1 noleggio , la media è sui 3,50 la novita' e 3 euro il catalogo....." Beh, il problema per lui e quelli come lui e' proprio che lo sapevamo il costo del noleggio sia da loro che dai canali streaming.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: 51 centesimi di dollaro
      - Scritto da: dont feed the troll/dovella
      meno di 40 centesimi di euro.

      Ecco perchè i videotecari falliranno, altro che
      pirateria.
      Per 40 centesimi a film la pirateria perde di
      senso.Non direi (ricordati che la pirateria esiste anche per le app da 30 centesimi, ed ai tempi dello shareware si vedevano casi di "pirateria" anche per programmi gratuiti): la pirateria spesso non è dovuta al prezzo, ma alle condizioni d'uso: un film in streaming... puoi vedertelo quando ti pare? Puoi conservarlo per rivederlo magari tra anni? Puoi portarlo agli amici per vederlo con loro?
Chiudi i commenti