Microsoft: c'è posta per tutti

Annunciata l'apertura del formato di archiviazione Outlook. Redmond segue l'interoperabilità o cerca di evitare altre pressioni dall'Europa?

Roma – Microsoft ha annunciato di voler aprire il formato proprietario Outlook .pst , dando accesso alle mail, al calendario e ai contatti ad altri programmi terzi.

Era il febbraio 2008 quando Redmond annunciò di voler garantire l’ interoperabilità dei prodotti Microsoft più diffusi : pubblicazione delle API, dei protocolli di comunicazione e accesso a tali informazioni libero, non condizionato al alcuna licenza .

Office è stato il primo passo su un percorso che non è sempre stato facile: ancora in corso un duro scontro tra Microsoft e ODF sullo standard ISO OOXML, e un processo intentato contro BigM dalla canadese i4i che ha rischiato di togliere Word (e Office stesso) dagli scaffali.

Ora Microsoft promette di rendere disponibili tutte le documentazioni relative al formato di archivio utilizzato dal suo servizio di posta.

Era già possibile accedere ai file di archivio .pst tramite Messaging API (MAPI) o Outlook Object Model (OOM) (utilizzate per esempio da servizi come Plaxo e Clear Context ). Ma in entrambi i casi deve essere comunque installato Outlook, non sono possibili compressioni e in ogni caso si tratta di soluzioni non ottimali e lente.

La tempistica con cui si procederà ancora non si conosce con esattezza, anche se non si dovrebbero attendere tempi brevi visto che nel blog in cui è annunciata l’apertura si parla di “primi passi e lavori in corso”: ma già è stato annunciato che le informazioni saranno rilasciate sotto “Open Specification Promise”, che permetterà di utilizzarle senza ulteriori obblighi contrattuali, finanziari o brevettuali.

Dopo l’annuncio sono ovviamente scattate le discussioni sulle motivazioni dietro la scelta di Microsoft, oltre all’ovvia richiesta di interoperabilità formulata sempre di più dagli utenti. Da un lato sembra esserci la volontà di evitare ulteriori pressioni da parte dell’Europa e evitare così ulteriori processi. Dall’altro alcuni osservatori parlano anche del potenziale di Outlook, che potrebbe puntare a diventare una piattaforma più che una semplice applicazioni.

Diverrà comunque altissimo il rischio di migrazione verso altri lidi, operazione ora resa molto più immediata. La palla, insomma, passa agli sviluppatori e agli utenti.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iride scrive:
    Descrizione errata
    C'è un errore nell'articolo.Sarebbe stato corretto così: "Presto a disposizione degli utenti di Windows e Mac OS X un ereader software. Per cancellare da remoto alla bisogna gli ebook acquistati attraverso il Kindle Store"
  • Enjoy with sorata scrive:
    ...e niente versione per linux!
    Uah uah uah! I linari come al solito fanno sempre da fanalino di coda, a dimostrazione del fatto che di linux non interessa una cippa a nessuno!Tornatevene in cantina, và! (win)(apple)
    • Fabris scrive:
      Re: ...e niente versione per linux!
      - Scritto da: Enjoy with sorata
      Uah uah uah! I linari come al solito fanno sempre
      da fanalino di coda, a dimostrazione del fatto
      che di linux non interessa una cippa a
      nessuno!

      Tornatevene in cantina, và!

      (win)(apple)e per fortuna!!!non ti rendi conto che è la cosa piu stupida questa? comprare un lettore dove puoi solo leggere un determinato formato è una cosa stupida!Non potrai neanche leggere un tuo documento preparato da te!Sarai per sempre rilegato a ciò che ti impone il tipo di formato e in questo caso Amazon fa da padrone.Ma tu già già sei abituato con Windows.La libertà non è una cosa da tutti.
      • petrestov scrive:
        Re: ...e niente versione per linux!
        - Scritto da: Fabris
        - Scritto da: Enjoy with sorata

        Uah uah uah! I linari come al solito fanno
        sempre

        da fanalino di coda, a dimostrazione del fatto

        che di linux non interessa una cippa a

        nessuno!



        Tornatevene in cantina, và!



        (win)(apple)


        e per fortuna!!!

        non ti rendi conto che è la cosa piu stupida
        questa? comprare un lettore dove puoi solo
        leggere un determinato formato è una cosa
        stupida!è stupido che tu abbia commentato sta cosa su una notizia riguardante l'intenzione di rendere disponibile per il download un software e-reader che gira su PC e macchine Apple. In questo contesto Kindle non c'entra una fava. tant'è che io potrei acquistare i libri elettronici di Amazon senza comprare il Kindle, ma semplicemente scaricandoli sul portatile o netbook che sia (o anche sul piccì).questa soluzione anzi permette di non comperare il Kindle.speriamo che l'e-reader possa essere fatto girare anche su Linux con Wine. così sarete contenti anche voi. vabbo'!?
        • MeX scrive:
          Re: ...e niente versione per linux!
          se ti accontenti di leggere sul PC l'ereader non ti interessa a prescindere e ti bastano i PDF sui torrent
      • krane scrive:
        Re: ...e niente versione per linux!
        - Scritto da: Fabris
        - Scritto da: Enjoy with sorata

        Uah uah uah! I linari come al solito fanno

        sempre da fanalino di coda, a dimostrazione

        del fatto che di linux non interessa una

        cippa a nessuno!

        Tornatevene in cantina, và!

        (win)(apple)
        e per fortuna!!!
        non ti rendi conto che è la cosa piu stupida
        questa? comprare un lettore dove puoi solo
        leggere un determinato formato è una cosa
        stupida!Tranquillo : Kindle coso ha un linux dentro ci sono gia' i modi per fargli leggere di tutto.
      • Funz scrive:
        Re: ...e niente versione per linux!
        - Scritto da: Fabris

        non ti rendi conto che è la cosa piu stupida
        questa? comprare un lettore dove puoi solo
        leggere un determinato formato è una cosa
        stupida!

        Non potrai neanche leggere un tuo documento
        preparato da
        te!Certo che puoi, fai upload al loro server e loro te lo rimandano convertito. A pagamento, s'intende. D'altronde questi sono i campioni del DRM e delle soluzioni chiuse, non puoi pretendere che facciano beneficienza...
        Sarai per sempre rilegato a ciò che ti impone ilBello, mi piace l'uso del termine "rilegato", ci sta molto bene con il tema :D
        tipo di formato e in questo caso Amazon fa da
        padrone.

        Ma tu già già sei abituato con Windows.

        La libertà non è una cosa da tutti.vero
    • Andrea scrive:
      Re: ...e niente versione per linux!
      Il Kindle e molti altri lettori e-book sono basati su Linux.
    • angros scrive:
      Re: ...e niente versione per linux!
      Non può esistere per linux: se usano un formato loro, invece di usare PDF o RTF o HTML, è per poter usare il loro sistema di DRM (che permette, tra l' altro, di cancellare i libri a distanza). Nessun linuxiano che si rispetti installerebbe mai una XXXXXta simile, anche se fosse disponibile per linux
    • JosaFat scrive:
      Re: ...e niente versione per linux!
      - Scritto da: Enjoy with sorata
      Uah uah uah! I linari come al solito fanno sempre
      da fanalino di coda, a dimostrazione del fatto
      che di linux non interessa una cippa a
      nessuno!

      Tornatevene in cantina, và! Povero trollone, in cantina ci sei tu a stappare lo spumante perché Amazon ti dà il suo pessimo software per leggere ebook straprotetti e stracari.Evidentemente, Amazon sa che l'utente linux tipo non è così fesso da usarlo. Per leggere un ebook, primo evito ebook Amazon. Secondo, non uso un pc o un telefono con display retroilluminato, ma un lettore e-paper.
  • hp suck scrive:
    ed ecco un nuovo formato
    perchè fare un nuovo lettore software per pc?o i libri scaricati da kindle non sono in un formato leggibile su pc oppure non sono in un formato trasferibile su pc, ecco come affossare un ottimo prodotto!
    • Andrea scrive:
      Re: ed ecco un nuovo formato
      Hai ragione, questi qui reinventano l'acqua calda. I formati ed il lettori per documenti digitali non esistono già?Che tristezza.
    • floriano scrive:
      Re: ed ecco un nuovo formato
      - Scritto da: hp suck
      perchè fare un nuovo lettore software per pc?
      o i libri scaricati da kindle non sono in un
      formato leggibile su pc oppure non sono in un
      formato trasferibile su pc, ecco come affossare
      un ottimo
      prodotto!dev'esser colpa del drm associato al formato di amazon..
    • JosaFat scrive:
      Re: ed ecco un nuovo formato
      Per Kindle è proprio così: è un formato proprietario, aggiungendo un po' di drm custom a mobypocket.
Chiudi i commenti