Microsoft certifica per la sicurezza

Microsoft, che afferma di aver compiuto importanti passi avanti nella realizzazione del Trustworthy Computing, ha annunciato novità sul fronte della sicurezza, dall'alleanza con VeriSign al varo di nuove certificazioni
Microsoft, che afferma di aver compiuto importanti passi avanti nella realizzazione del Trustworthy Computing, ha annunciato novità sul fronte della sicurezza, dall'alleanza con VeriSign al varo di nuove certificazioni


Dallas (USA) – In occasione della conferenza TechEd, Scott Charney, chief trustworthy computing strategist di Microsoft, ha svelato alcune nuove iniziative che seguono la strada tracciata all’inizio dello scorso anno con il varo della strategia Trustworthy Computing , delineando inoltre gli sforzi che il colosso di Redmond sta compiendo per migliorare la sicurezza, la privacy e l’affidabilità dei propri prodotti e servizi.

“Microsoft sta cominciando a fare dei veri progressi nel Trustworthy Computing a favore dei nostri clienti e partner, in particolare nel modo di pensare, progettare e sviluppare prodotti e servizi che siano fin dall’inizio più sicuri, affidabili e rispettosi della privacy”, ha detto Charney durante il proprio discorso. “Sebbene rimanga da fare ancora molto lavoro, stiamo fornendo strumenti e risorse che mettono in grado i nostri clienti e partner di gestire con successo le proprie reti per ottenere una sicurezza ottimale in fase di deployment”.

Lo sviluppo di buona parte dei tool software a cui fa riferimento Charney sarà demandata alla nuova unità Security Engineering Strategy di cui PI ha parlato proprio ieri.

Con l’obiettivo di rafforzare i propri piani relativi alla sicurezza nel settore enterprise, Microsoft ha annunciato di aver stretto una partnership con VeriSign , tra i player di maggiore rilievo nello sviluppo di soluzioni per la sicurezza dei servizi e delle transazioni on-line. Fra le iniziative che le due società porteranno avanti congiuntamente c’è la creazione di una public key infrastructure (PKI) di nuova generazione, l’interoperabilità fra autorità di certificazione e lo sviluppo di nuove soluzioni di sicurezza per il settore mobile.

Secondo quanto spiegato dalle due partner, la nuova PKI sarà basata su Windows Server 2003 e sulla piattaforma Managed PKI Services di VeriSign e consentirà alle aziende di mettere in piedi e gestire con più facilità comunicazioni sicure e meccanismi di autenticazione in grado di interoperare con una vasta gamma di sistemi e reti aziendali.

“Ci aspettiamo – ha affermato Charney – che i miglioramenti nella sicurezza e nell’affidabilità introdotti da Windows Server 2003, insieme alla nostra collaborazione con VeriSign, offrano alle aziende nuove possibilità di utilizzare e gestire con facilità, in modi che prima non erano disponibili, le capacità di sicurezza delle tecnologie nuove ed esistenti “.

Insieme a Lutz Ziob, general manager del Training and Certification di Microsoft, Charney ha poi annunciato la disponibilità di un nuovo programma di certificazioni per la sicurezza dedicato agli amministratori e agli ingegneri di sistema. L’obiettivo di queste specializzazioni, secondo quanto spiegato dal big di Redmond, è quello di fornire ai professionisti dell’IT gli skill necessari per “adempiere a cruciali mansioni di sicurezza”.

Le nuove certificazioni MCSA: Security e MCSE: Security , che si vanno ad aggiungere alla famiglia di credenziali Microsoft Certified Systems Administrator (MCSA) e Microsoft Certified Systems Engineer (MCSE), sono specifiche per Windows 2000: analoghe certificazioni verranno rese disponibili per Windows Server 2003 verso la fine dell’anno, in concomitanza con il varo dei primi esami specifici per questa nuova piattaforma.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 06 2003
Link copiato negli appunti