Microsoft, denari in difesa dei PC

260 mila dollari in palio in un concorso che premia nuove idee e nuove tecnologie con cui rendere invulnerabili i sistemi Windows

Roma – Seguendo la filosofia della taglia si bug adottata da Google , Mozilla e Facebook , il colosso di Redmond alza la posta in palio e sceglie stimolare la creatività di hacker e ricercatori esterni con un premio in denaro ancora più sostanzioso.

Microsoft ha infatti organizzato un concorso incentrato sulla sicurezza di Windows e dintorni, che mette in palio la cifra record di 200.000 dollari per il primo classificato. Il secondo classificato si porterà a casa 50.000 dollari mentre il terzo riceverà un abbonamento MSDN Universal, del valore di circa 10.000 dollari, contenente licenze per test e sviluppo dei prodotti Microsoft.

La sfida consiste nel progettare un nuovo approccio difensivo dagli attacchi di tipo buffer-overrun. L’obiettivo dichiarato è quello di “spingere gli sviluppatori a spostare lo sguardo, passando dall’individuazione dei singoli bug ad una più ampia visione d’insieme, che permetta di impostare una migliore tecnologia per la protezione globale dei PC”.

Sarà possibile inviare le proposte fino al 1 aprile 2012. I tecnici Microsoft giudicheranno l’importanza del lavoro svolto e annunceranno i tre vincitori alla prossima Black Hat Security Conference .

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco Callegaro scrive:
    lasciateli lavorare
    Ma perchè l'essere umano è così invidioso ed ingordo.Google sta lavorando benissimo, lasciatelo fare, imparate da lui, non portatelo in tribunale
  • bubba scrive:
    M$ ha la faccia come il gulash
    tra google presunto monopolista nel settore del web search e M$ accertato monopolista nel settore degli OS, c'e' una leggerissima differenza... in _qualunque_ browser prendo in mano, in 4 secondi, hasslefree, posso scrivere www.bing.com. Farlo con i notebook con un certo OS OEM preinstallato, che sostiene un certo framework di tecnologie proprietarie (activex ,ocx, dcom, ecc), con i quali ci vien sviluppato del software (del quale non puoi usufruire se non hai il suddetto OS) ,viene UN PO PIU DIFFICILE dei suttetti 4secondi hasslefree
    • mmmm scrive:
      Re: M$ ha la faccia come il gulash
      anche su win puoi sviluppare con la piattaforma che vuoi o sbaglio? piuttosto google mi pare che sia un pò troppo ovunque... inserendoti i cookie e usando le analytics penso riescano a ottenere buona parte di ciò che fai online... sempre se non li blocchi...
Chiudi i commenti