Microsoft ElectionGuard, a caccia di bug

Al via un programma di ricerca delle vulnerabilità per la piattaforma ElectionGuard: ricompense fino a 15000 dollari per ogni bug segnalato.
Al via un programma di ricerca delle vulnerabilità per la piattaforma ElectionGuard: ricompense fino a 15000 dollari per ogni bug segnalato.

Con la campagna elettorale per le Presidenziali USA 2020 che sta ormai per entrare nel vivo e considerati i problemi già portati alla luce per quanto riguarda le voting machine che il prossimo anno registreranno le preferenze espresse ai seggi dai cittadini americani, l’iniziativa ElectionGuard messa in campo nei mesi scorsi da Microsoft e dedicata proprio alle elezioni (offerta sotto forma di SDK) potrebbe rappresentare una valida alternativa alle soluzioni più tradizionali.

Bug Bounty Program per Microsoft ElectionGuard

Il gruppo di Redmond ne è consapevole, tanto che nel fine settimana ha annunciato l’avvio di un Bug Bounty Program. L’obiettivo è quello di spingere sul fronte della sicurezza, chiedendo l’aiuto dei ricercatori e di tutti coloro che dispongono di conoscenze adeguate, al fine di mettere alla prova i sistemi di protezioni integrati e far così emergere eventuali vulnerabilità per poterle risolvere il prima possibile. Le segnalazioni saranno ricompensate economicamente con riconoscimenti dal valore che può arrivare a 15.000 dollari.

Il progetto fa parte del Defending Democracy Program che Microsoft ha annunciato lo scorso anno con un obiettivo ben preciso: far leva sulle potenzialità delle tecnologie più avanzate per combattere i rischi che minacciano il processo democratico.

Nell’occasione l’azienda sottolinea come l’approccio condiviso alla ricerca di problemi nei software abbia consentito fino ad oggi di rendere i suoi prodotti più sicuri, riconoscendo ai ricercatori un totale pari a 4,4 milioni di dollari nel periodo compreso tra l’1 luglio 2018 e il 30 giugno 2011. I programmi fin qui messi in campo riguardano, tra le altre cose, i servizi cloud della piattaforma Azure e il sistema operativo Windows 10 presente su quasi un miliardo di PC e dispositivi.

In luglio Microsoft ha mostrato una demo per il funzionamento di ElectionGuard, installando la soluzione in una postazione di voto già reperibile sul mercato. La tecnologia è accessibile dal mese scorso a tutti, a livello globale.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti