Microsoft inietta il DRM in Silverlight

Uscita dalla pubertà, la tecnologia flash-Killer di Microsoft è pronta ad abbracciare la tecnologia DRM per la protezione dei contenuti online. BigM spera di strappare alla rivale Adobe un crescente numero di content provider

Las Vegas (USA) – Microsoft ha ormai quasi completato lo sviluppo della tecnologia DRM che, entro la fine dell’anno, entrerà a far parte della propria piattaforma Silverlight . Tale tecnologia, presentata negli scorsi giorni al NAB Show 2008 , permetterà ai content provider di utilizzare Silverlight per la distribuzione di contenuti a pagamento e on demand attraverso Internet.

Silverlight DRM, che si contrappone alla recente tecnologia Flash DRM di Adobe , poggia sulla stessa infrastruttura tecnologica di PlayReady , il neonato sistema di protezione dei contenuti sviluppato da BigM per il settore della telefonia mobile. Come quest’ultimo, anche il lucchetto digitale di Silverlight sarà compatibile con Windows Media DRM 10 e potrà essere utilizzato per offrire contenuti digitali in abbonamento, noleggio, pay-per-view e altre forme di distribuzione.

Il DRM di Silverlight debutterà verso fine anno , è farà coppia con l’imminente versione 2.0 del plug-in di Microsoft, atteso entro fine estate. Il big di Redmond ne ha già dato dimostrazione presso il NAB Show, dove ha anche annunciato i nomi delle nuove società che hanno in progetto l’uso della tecnologia Silverlight : MSG (Madison Square Garden) Interactive, Tencent, Abertis Telecom, Terra Networks Operations, SBSi, MNet e Yahoo! Japan.

MSG Interactive si avvarrà della piattaforma anti-Flash di Microsoft per trasmettere contenuti sportivi e d’intrattenimento live e on demand; Abertis Telecom lancerà un canale TV in lingua spagnola; Terra Networks darà vita ad un nuovo canale TV in alta definizione e ad un servizio di video on demand indirizzato a 18 stati dell’America Latina e degli USA; Tencent e Yahoo! Japan useranno infine Silverlight per distribuire video e creare altri tipi di servizi online.

Al momento, uno dei maggiori successi di Microsoft con Silverlight è stata la concessione in licenza della propria tecnologia alla famosa emittente TV americana NBC , che la userà sul proprio sito nbcolympics.com per fornire oltre 2mila ore di contenuti video relativi ai giochi olimpici di Pechino .

Tra gli altri importanti content partner di Microsoft si citano anche AOL e Major League Baseball.

Negli scorsi giorni Microsoft ha festeggiato il primo compleanno di Silverlight, e ha annunciato i piani futuri per questa tecnologia. Di seguito l’approfondimento di Enrico Giancipoli. Roma – Prima candelina sulla torta per Microsoft Siverlight . La prima release della piattaforma risale infatti all’ aprile del 2007 , e per festeggiare questa ricorrenza Microsoft ha annunciato nuovi update, strumenti per gli sviluppatori e piani per accrescere la popolarità della propria piattaforma.

Secondo i dati diramati dall’azienda di Redmond, negli ultimi mesi il plug-in Silverlight è stato scaricato in media un milione e mezzo di volte al giorno . Ma per ora sono troppo pochi i contenuti sviluppati in questa piattaforma. Microsoft lo sa bene, e si muove per colmare questa lacuna cercando di attrarre un crescente numero di partner.

Nonostante l’alto numero di download dell’avversario, comunque, Adobe si mostra niente affatto intimorita, asserendo, con un dato non troppo lontano dalla realtà, che Adobe Flash detiene stabilmente il 90% del mercato .

Secondo una ricerca di Evans Data , Microsoft potrebbe triplicare la propria soglia di mercato in 12-18 mesi . John Andrews, presidente della società, afferma che “Silverlight è già molto, molto popolare fra gli sviluppatori del web 2.0”. A suo modo di vedere, il successo che accompagnerà l’applicazione è legato “al supporto senza eguali” che Microsoft fornisce ai propri sviluppatori.

Ed a proposito di sviluppatori, Microsoft ha annunciato l’imminente aggiunta di nuove componenti allo strumento Interactive Media Manager (IMM), ovvero di nuove librerie per la comunicazione fra Silverlight e Microsoft Office SharePoint .

Roger Key, presidente di Endpoint Technologies, pensa che “la combinazione fra Silverlight e SharePoint potrebbe essere una mossa vincente”. Su SharePoint si era mostrato molto ottimista anche Bill Gates, che a marzo annunciava il traguardo di 1 miliardo di dollari generato dal business di SharePoint, con oltre 100 milioni di utenti. Sempre Microsoft afferma che “81 delle 100 compagnie nella Top 100 di Fortune utilizzano Exchange, e SharePoint ne è elemento complementare”.

Ad ogni modo, queste sono informazioni piuttosto a senso unico. Per ora, infatti, se “botto” doveva esserci, botto non c’è stato. Per Microsoft questo è comunque un periodo di rodaggio e di valutazione della risposta degli utenti. Difficile sbilanciarsi, dato che Adobe Flash ha alle spalle più di dieci anni di sviluppo. Analisi più dettagliate ed opinioni più precise potranno essere valutate dopo il rilascio della versione stabile di Silverlight 2.0, prevista per quest’estate.

Enrico “Fr4nk” Giancipoli

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • c1p8 scrive:
    L'ipotesi non è poi così remota...
    http://www.webmasterpoint.org/news/pacemaker-e-defibrillatori-a-rischio-attacchi-hacker_p31510.html
  • Mech scrive:
    Controllo del cuore con l'orologio
    Figata, ci saranno anche i software per effettuare l'overclock al volo?
    • Orlango scrive:
      Re: Controllo del cuore con l'orologio
      Meglio ancora... e se si riuscisse ad entrare nel protocollo di comunicazione e quindi procurare un arresto cardiaco? Un buon metodo di controllo governativo magari...
      • ndr scrive:
        Re: Controllo del cuore con l'orologio

        Un buon metodo di controllo
        governativo
        magari...Se la tua non fosse una battuta saresti il primo da mandare in crash...ma ovviamente è una battuta......
      • KomaK scrive:
        Re: Controllo del cuore con l'orologio
        NOn credo che in un peacemaker ci sia installato un software che accetta il comando "spegniti"
        • ndr scrive:
          Re: Controllo del cuore con l'orologio
          Uno dei motivi per i quali spero che Orlango stesse facendo una battuta...a parte i risvolti medioevali alla base della considerazione ideologica... :-)
        • Filippo Calippo scrive:
          Re: Controllo del cuore con l'orologio
          .... non serve il comando "spegniti" .... basta che il sistema sia basato su "windows"!!
Chiudi i commenti